Attualmente, molte persone soffrono di allergie. Ci sono molte ragioni per questo: eredità, scarsa ecologia, prodotti con OGM e molto altro. I test allergologici stanno diventando popolari, perché tutti vogliono sapere a cosa è sensibile il proprio corpo.

Tali studi sono assegnati a persone con malattie allergiche e per valutare il rischio di sviluppare allergie nei bambini con predisposizione ereditaria.

Quali test passano per le allergie?

1. Test allergologici. A seconda del metodo prescelto - per via intracutanea, gli allergeni vengono applicati sul sito di iniezione o sul graffio e il risultato viene valutato.

Prima di condurre un test di allergia, è necessario sottoporsi a un esame medico, esami del sangue e delle urine e anche interrompere l'assunzione di farmaci antiallergici. Esiste un set standard per eseguire questa manipolazione: polvere domestica, peli di animali, polline, piumino, prodotti alimentari. Oltre allo studio, puoi aggiungere qualcosa a cui sospettare. Più spesso le prove sono effettuate su una superficie interna di un avambraccio, ma l'uso di un dorso è possibile.

Questa procedura è controindicata nei bambini sotto i 5 anni perché la loro immunità è debole e la manipolazione può provocare un'esacerbazione di malattie croniche o lo sviluppo di allergie. Tali test dovrebbero essere effettuati in istituzioni speciali sotto la supervisione di un allergologo.

2. Determinazione delle IgE nel sangue. Per lo studio, è necessario prendere il sangue da un paziente e quindi miscelarlo con vari allergeni. Se compare una reazione violenta e la quantità di immunoglobulina E inizia ad aumentare, questo può essere considerato un segno di allergia. Questo metodo non ha controindicazioni e viene effettuato per tutti i tipi di allergeni.

Esame del sangue

L'immunoglobulina E si riferisce agli anticorpi che appaiono nel sangue durante le reazioni allergiche. Questi anticorpi stanno cercando di superare l'allergene e rimuoverlo dal corpo. Sono prodotti nelle tonsille, nelle adenoidi, nella pelle, nel tratto respiratorio e nel tratto gastrointestinale. Nel sangue, il contenuto di immunoglobulina è piccolo. Ma con una reazione allergica, aumenta drammaticamente.

  • asma bronchiale;
  • allergia ai farmaci;
  • allergie alimentari;
  • allergie respiratorie (bronchiti, polmoniti, laringiti, tracheiti);
  • infezioni da elminti.

  • la persona non è in contatto con l'allergene;
  • la ricerca può esser effettuata in qualsiasi momento, perfino a un aggravamento di un'allergia;
  • i risultati hanno indicatori qualitativi e quantitativi che consentono di valutare la risposta dell'organismo a un allergene specifico;
  • l'analisi richiede una procedura di raccolta del sangue per determinare un numero enorme di allergeni.

    Esistono diversi profili allergici:

    1. Determinazione degli anticorpi contro gli allergeni alimentari.
    2. Determinazione degli anticorpi contro gli allergeni domestici.
    3. Determinazione degli anticorpi per il polline delle piante.
    4. Determinazione degli anticorpi ai prodotti chimici.
    5. Determinazione degli anticorpi ai farmaci.

    Il corso della manipolazione. Un professionista sanitario preleva il sangue da un paziente da una vena e lo invia a un laboratorio. Lì, il sangue è mescolato con vari allergeni e monitorare la reazione. Quando gli anticorpi compaiono nel sangue, è possibile giudicare la presenza di un'allergia in un paziente.

    Decifrare i test allergici

    1. Quando si esegue un test allergico, la reazione può comparire dopo 40 minuti, ma il risultato finale sarà noto in 2 giorni. Se il corpo è sensibile a qualsiasi allergene, reagirà ad esso con arrossamenti e gonfiore sul sito di una puntura o graffio.

    2. Per valutare il risultato di un esame del sangue, esiste una gamma di norme.

    Classe 0 - 100 - quantità estremamente elevata di anticorpi.

    Alcuni giorni prima della ricerca, è necessario astenersi dallo stress fisico ed emotivo e interrompere l'assunzione di antistaminici. 3 ore prima che la manipolazione non possa mangiare e un'ora - fumare.

    Se si sospetta che le allergie non abbiano bisogno di automedicazione, in quanto ciò può portare al deterioramento e allo sviluppo di malattie allergiche croniche.

    Non tentare di eseguire test allergici sulla pelle a casa - questo può portare a infezioni nel corpo, così come una forte reazione del corpo all'allergene.

    Non prendere antistaminici senza prescrizione medica - può peggiorare le tue condizioni. Ti benedica!

    Test allergologici: tipi e panel di allergeni

    Il numero di persone che soffrono di allergie aumenta di anno in anno. Sempre più spesso si possono osservare vari tipi di allergie nei bambini fin dalla tenera età. Per questo motivo, i test per le reazioni allergiche stanno diventando sempre più popolari. Le allergie possono verificarsi a qualsiasi età e completamente inaspettatamente. Per proteggersi dagli allergeni che provocano una reazione, è necessario determinare con precisione tutti i possibili allergeni.

    Assegnazione di test allergici

    Il naso che cola, gli occhi acquosi, il prurito al naso e gli starnuti sono segni di allergia

    L'allergia è una reazione non standard del corpo ad alcuni fattori provocatori. Si verifica in caso di fallimento del sistema immunitario, quando l'immunità di una persona riconosce cose che sono completamente sicure per lui come ostili (polline, polvere, alimenti, ecc.).

    Le reazioni allergiche possono essere abbastanza forti e varie. Essi dipendono dalle caratteristiche individuali dell'organismo, ma non compaiono mai una volta o dopo un minuto di contatto con l'allergene.

    I test allergologici sono sempre completi. Un singolo testo non fornisce informazioni complete sull'intero spettro di possibili allergeni.

    L'unico modo per curare le allergie è limitare il contatto con gli allergeni.

    Anche gli antistaminici potrebbero non essere abbastanza efficaci se il contatto con l'allergene continua. Se vi è il sospetto di allergie a se stessi o a un bambino, è necessario visitare un allergologo e fare il test.

    Ci sono una serie di segni caratteristici di allergia. Possono verificarsi con intensità diverse e in combinazioni diverse:

    • Dermatite allergica Si manifesta con contatto prolungato dell'allergene con la pelle. Ad esempio, se la crema contiene un allergene, la reazione non appare immediatamente dopo il suo primo utilizzo, il che rende difficile trovare l'allergene. Dermatite manifestata sotto forma di eruzione cutanea, arrossamento, prurito, vesciche acquose, macchie.
    • Orticaria. Orticaria può verificarsi con contatto o allergie alimentari. Allo stesso tempo, sulla pelle compaiono macchie come una bruciatura, possono diffondersi e coalizzarsi rapidamente, provocando un aumento della temperatura corporea.
    • Rinite allergica La rinite si verifica quando la mucosa nasale è a contatto con un allergene (peli di animali, polvere, polline delle piante). La rinite allergica è accompagnata da muco abbondante, starnuti, grave gonfiore. Con le allergie stagionali, può durare più di un mese.
    • Congiuntivite allergica. È anche un evento comune nelle allergie stagionali, quando l'allergene è nell'aria e si deposita sulla membrana mucosa dell'occhio. Allo stesso tempo, gli occhi cominciano ad annaffiare, arrossire, grattare, c'è una sensazione di sabbia negli occhi e le palpebre si gonfiano.

    Ci sono altri segni di allergia: mancanza di respiro, tosse, lacrimazione, diarrea, vomito, angioedema. È spesso impossibile determinare la fonte della reazione senza test speciali.

    Tipi di test per le allergie

    I test allergologici dovrebbero essere somministrati insieme. Spesso, vari test possono identificare vari fattori provocatori.

    In primo luogo, un allergologo raccoglierà l'anamnesi, chiederà quali reazioni allergiche sono state osservate, a che ora, quanto spesso, per quanto tempo sono apparse, le condizioni di vita, l'ereditarietà, ecc. Dopodiché, il medico prescriverà una serie di test che aiuteranno a identificare gli allergeni e impedire il contatto con loro.

    Test allergologici:

    • Test cutanei Il più comune e poco costoso di tutti i test per le allergie. Viene eseguito sulla pelle dell'avambraccio o sulla schiena. Diverse aree della pelle sono contrassegnate e gli allergeni vengono applicati su una striscia reattiva o come un'iniezione, con l'aiuto di micrograffi. Il test è indolore, rapido, ma non sempre abbastanza informativo, è spesso integrato con un esame del sangue.
    • Esame del sangue per eosinofili. Gli eosinofili nel sangue sono indicatori di una reazione allergica. Una persona sana può avere l'1-5% di tutte le cellule del sangue e non avrà alcuna reazione allergica. Se la cifra come risultato supera il 5%, allora il corpo ha un fallimento del sistema immunitario, che provoca un'allergia. Tuttavia, è inequivocabile dire che la causa dell'aumento degli eosinofili nel sangue era una reazione allergica, è impossibile, quindi, si raccomanda di passare un altro test per le immunoglobuline.
    • Esame del sangue per anticorpi. Gli anticorpi, o immunoglobuline, nel sangue mostrano non solo la presenza di allergie, ma aiutano anche a identificare l'allergene. C'è un pannello di allergeni, che include un numero enorme di possibili provocatori di una reazione allergica. Questa analisi è molto istruttiva, ma piuttosto costosa.
    • Test provocativi Sono somministrati esclusivamente sotto controllo medico, di solito in ospedale. Il tipo di test dipende dal tipo di reazione allergica che disturba il paziente. Se la rinite, l'allergene viene iniettato direttamente nei seni, congiuntivite - nella ghiandola lacrimale. È sicuro condurre tali test solo in presenza di un medico, poiché anche una piccola quantità di allergene può causare una forte reazione, gonfiore, che solo il personale medico può interrompere. Questo metodo diagnostico viene utilizzato come ultima risorsa, quando altri test non hanno mostrato nulla.

    Preparazione e procedura di test per le allergie

    Il medico dovrebbe indicare le regole di preparazione per l'analisi, a seconda del tipo di test.

    La procedura e la preparazione per i test allergologici dipendono dal tipo di test. Se si tratta di un esame del sangue, un paziente prende il sangue da una vena a stomaco vuoto al mattino. Il sangue viene prelevato a stomaco vuoto in modo che non si coaguli prematuramente, quindi l'infermiera avverte che il laboratorio deve essere visitato non prima di 6-8 ore dopo l'ultimo pasto.

    Assicurati di controllare con il dottore le caratteristiche della preparazione. Ci sono parecchie controindicazioni a tali procedure:

    • Esacerbazione di allergie. Tali test non vengono eseguiti con una esacerbazione di una reazione allergica, dal momento che l'immagine sarà offuscata dalle allergie che sono già presenti. Anche con esacerbazioni stagionali, è necessario attendere fino a quando passa l'allergia. L'eccezione è un'allergia a lungo termine di eziologia sconosciuta.
    • Accettazione di farmaci antistaminici. I farmaci antiallergici possono ridurre la sensibilità del corpo ai test. Pertanto, è necessario interrompere l'assunzione di antistaminici, attendere un certo periodo di tempo e quindi eseguire i test.
    • Gravidanza. Nessun test provocatorio e cutaneo può essere superato durante la gravidanza. Gli esami del sangue possono anche essere inaffidabili, poiché durante questo periodo la reazione del corpo viene esacerbata e le allergie possono passare dopo la nascita.

    Test cutanei e test provocatori sono effettuati sotto la supervisione di un medico. Non è sicuro trascorrerli a casa da soli. Per i test cutanei sul braccio nella zona dell'avambraccio, viene effettuato il markup e vengono applicati vari allergeni a diverse aree del markup, che sono necessariamente numerate. Quindi graffiare leggermente la pelle e osservare la reazione, che può verificarsi dopo 10 minuti. In rari casi, devi aspettare un giorno.

    Maggiori informazioni sull'analisi delle allergie possono essere trovate nel video:

    Il test della pelle può essere eseguito con altri metodi. Ad esempio, per iniezione, viene iniettato un allergene sotto la pelle. Questo metodo è considerato più sicuro e più efficace, poiché l'allergene inizia ad agire prima, la reazione è più pronunciata.

    Inoltre, i test cutanei vengono effettuati utilizzando strisce. Strisce numerate con diversi allergeni sono attaccate alla pelle e lasciate per diversi giorni. Tale reazione non sarà rapida, dal momento che gli allergeni devono penetrare nella pelle ed entrare nel sangue. Queste strisce non sono desiderabili da bagnare e staccare.

    Decodifica di test e pannello di allergeni

    Il test allergologico è una diagnosi efficace che aiuta a identificare l'allergene e iniziare il trattamento.

    Decifrare i test per gli allergeni è meglio affidarsi a uno specialista. Per i test cutanei, sono ovvi. Su quale allergene è stata una reazione sulla pelle, e questo dovrebbe essere evitato. Le allergie possono essere discusse se il sito del test è gonfio e arrossato entro un raggio di oltre 3 mm dalla puntura.

    Gli esami del sangue non sono così semplici. C'è un pannello di allergeni, che è diviso in gruppi (alimentare, respiratorio, pediatrico, ecc.) E classi (0, 1, 2, ecc.). Ogni indicatore in ogni classe ha il suo risultato.

    Se l'analisi ha mostrato che l'indicatore appartiene alla classe zero (meno di 0,35 anticorpi nel sangue), allora non c'è alcuna allergia:

    • Classe 1 è 0,35-0,7 anticorpi, cioè l'allergia è possibile, ma più spesso è lieve o asintomatica.
    • Classe 2: il numero di anticorpi a 3,5 e una debole manifestazione di allergie.
    • Classe 3 - fino a 17,5 anticorpi, i sintomi sono presenti e pronunciati.
    • Classe 4 - fino a 50 anticorpi, l'allergia è chiaramente espressa.
    • Classe 5: fino a 100 anticorpi, sintomi forti, dispnea, asma, angioedema possibile.
    • Classe 6 - più di 100 anticorpi, tale allergia è molto pericolosa e in assenza di cure mediche può essere fatale.

    Ci sono 4 pannelli di allergeni con diversi sottogruppi:

    1. Misto. Questi includono acari, polline, albume d'uovo, peli di animali, prodotti alimentari - tutti quegli allergeni che più spesso causano una forte reazione.
    2. Respiratorio. Questo gruppo comprende allergeni che, se inalato, causano gonfiore, tosse, mancanza di respiro, rinite: zecche, polline, piante, peli di animali.
    3. Il cibo. Il pannello degli alimenti include alimenti che provocano una reazione allergica: gonfiore, eruzione cutanea, tosse, ecc. Questo gruppo di allergeni può includere noci, latte, albume d'uovo, latte e latticini, agrumi e altri frutti, verdure (carote, patate, pomodori, ecc.), Pesce.
    4. Pediatrica. Questo pannello include gli allergeni che più spesso causano allergie nei bambini piccoli: zecche, erba e polline, latte e lattosio, alcuni alimenti.

    Le reazioni allergiche possono essere pericolose, specialmente se si manifestano in un bambino e portano ad edema laringeo. In caso di reazioni periodiche, è necessario contattare un allergologo ed essere esaminati.

    Notato un errore? Selezionalo e premi Ctrl + Invio per dircelo.

    Esame del sangue per allergeni

    Ogni anno la frequenza di insorgenza di malattie allergiche sta diventando sempre più. Si ritiene che le allergie siano il flagello della società moderna. Avendo raggiunto un alto sviluppo economico e tecnico, la società deve pagare per questo con la sua salute. Le previsioni degli scienziati sono deludenti: in futuro è previsto solo un aumento della prevalenza delle malattie allergiche. Ma anche la medicina non si ferma, ora sono disponibili studi completi e moderni per una persona che può determinare la presenza di allergie.

    Diagnosi di allergia

    Lo studio di un paziente con allergie dovrebbe essere complesso. Lo schema dell'esame allergologico del paziente si compone di diverse fasi:

    1. Lo studio della storia allergica;
    2. Esame fisico del paziente;
    3. Diagnosi con test cutanei;
    4. Condurre test provocatori;
    5. Metodi di ricerca di laboratorio;
    6. Metodi di ricerca strumentale.

    Preparazione per lo studio

    Non è richiesto alcun addestramento speciale prima dello studio. Ma vale comunque la pena attenersi alle seguenti raccomandazioni:

    1. Passare lo studio dovrebbe essere al mattino;
    2. L'ultimo pasto in circa dieci ore;
    3. Durante il giorno, non bere alcolici;
    4. Un'ora prima della manipolazione, non fumare;
    5. Per un paio di giorni, escludere carichi fisici e, soprattutto, emotivi.

    Metodi di ricerca del laboratorio immunologico

    L'allergia è una reazione ipersensibile del corpo che si verifica in risposta all'esposizione a sostanze estranee (allergeni). L'allergene è intrinsecamente antigene. In risposta alla penetrazione dello stimolo nel corpo di una persona predisposta alle allergie, si verifica la produzione di anticorpi specifici (immunoglobulina E). La rilevazione di questi anticorpi è possibile utilizzando esami del sangue immunologici. L'obiettivo principale di questi studi è determinare l'allergene o gli allergeni causali.

    I metodi di ricerca immunocoloratorio hanno i loro innegabili vantaggi:

    • La possibilità di uno studio diagnostico di bambini fino a due anni;
    • La possibilità di condurre ricerche durante l'esacerbazione di allergie;
    • Definizione di sensibilizzazione polivalente;
    • Rilevazione della cross-reattività agli allergeni;
    • Sicurezza per il paziente, poiché lo studio non provoca ulteriore sensibilizzazione.

    Metodo a chemiluminescenza multipla (MAST-CLA)

    Per l'allergottest MACT, vengono utilizzati pannelli sui quali si trovano gli allergeni. Allergopanel è riempito con siero del paziente. Se il paziente è allergico a un allergene specifico, nel campione di sangue vengono rilevati anticorpi specifici. Per visualizzare gli anticorpi, il tecnico di laboratorio aggiunge un enzima speciale. L'enzima, interagendo con l'anticorpo, provoca la luminescenza, che può essere fissata su un'attrezzatura speciale.

    Una vasta gamma di allergeni su questi pannelli consente di identificare non solo le forme latenti di allergie, ma anche le reazioni incrociate tra i diversi gruppi di allergeni.

    Metodo test di radioallergoassorbimento (RAST)

    Prima dell'esame, il tecnico di laboratorio preleva il sangue venoso dal paziente. Un probabile allergene è posto sul campione di sangue raccolto. Se il paziente è intollerante all'allergene studiato, allora gli anticorpi specifici si attaccheranno all'allergene. Quindi il tecnico di laboratorio aggiunge anticorpi radioattivi contro le IgE. Il complesso radioattivo antigene-anticorpo risultante viene letto su un'attrezzatura speciale.

    Identificazione di allergie a determinati allergeni

    Come già accennato, per rilevare le allergie, è necessario esaminare gli anticorpi nel sangue di alcuni allergeni. Spesso una persona non può nemmeno suggerire cosa abbia causato una reazione allergica.

    Per determinare la causa delle allergie può essere utilizzato allergopaneli:

    • Allergeni alimentari;
    • Allergeni animali;
    • Allergeni vegetali;
    • Allergeni domestici;
    • Allergeni fungini;
    • Allergeni professionali;
    • Allergeni da farmaci

    Ogni pannello contiene da due a tre e fino a diverse dozzine di allergeni.

    Decifrare i test allergici

    I metodi di ricerca immunologica sono qualitativi e quantitativi. Il primo consente solo di determinare la presenza di allergia a un componente specifico. I metodi quantitativi consentono di determinare il livello di anticorpi.

    Come decifrare il risultato dello studio?

    • Classe 0 - il numero di anticorpi 100,0).

    Grigorov Valeria, commentatore medico

    6,148 visualizzazioni totali, 3 visualizzazioni oggi

    Lezioni di allergia

    L'esame diagnostico di una reazione allergica e la determinazione dell'allergene desiderato viene eseguito utilizzando un esame del sangue o un test cutaneo per identificare la reazione necessaria. Gli allergeni sono sostanze che, se ingerite, causano la produzione di anticorpi. A causa del risultato di tali esami, al paziente viene prescritta una dieta speciale, vengono prese le decisioni e le possibilità di vaccinare un bambino o assumere farmaci.

    I risultati delle analisi sono rappresentati da classi, che sono la designazione di un intervallo di valori. È estremamente pericoloso eseguire qualsiasi test cutaneo a casa, che può portare a infezioni nel corpo umano, così come lo sviluppo di una forte reazione del sistema immunitario. Ogni classe corrisponde al livello richiesto di risposta dal sistema immunitario umano. In totale, la medicina conosce sei di queste classi.

    Grado di allergia 1

    Dopo la classe zero, che nega qualsiasi reazione allergica alla sostanza, segue la prima lezione.

    La prima classe di reazione allergica è chiamata pronunciata. La concentrazione di immunoglobulina per IgG è 10-50 μg / ml, IgG4 - 5-25 μg / ml, IgE - 1,68-8,4 ng / ml. Presenta una lieve manifestazione allergica che procede senza alcuna manifestazione clinica.

    Ciò significa che una persona ha una malattia allergica, ma è assolutamente asintomatica.

    2 classe di allergia

    La seconda classe di allergie implica la presenza di sottili manifestazioni cliniche in un paziente. Questa classe è chiamata alta. Il risultato migliore viene mostrato dopo diverse settimane in cui si è verificato un contatto con sostanze allergeniche. La concentrazione di immunoglobulina per IgG è 50-250 μg / ml, IgG4 - 25-100 μg / ml, IgE - 8.4-42 ng / ml.

    3 classe di allergia

    La terza classe di allergia è caratterizzata da una reazione allergica moderata e contenuta, ma le manifestazioni cliniche sono pronunciate - quasi tutti i segni di una malattia allergica in un paziente sono osservati. La concentrazione di immunoglobulina per IgG è di 250 μg / ml, l'IgG4 è di 100 μg / ml, l'IgE è di 42 ng / ml. La terza classe di reazione è chiamata molto alta.

    Classi di allergia alimentare

    Un gruppo di condizioni patologiche caratterizzate da una compromissione ed eccessiva risposta immunitaria ad alcune proteine ​​alimentari - questa descrizione si applica al termine "allergia alimentare". A seconda della complessità e della manifestazione di una malattia allergica, il medico curante compone la metodologia necessaria per quanto riguarda il prodotto che ha causato la malattia allergica:

    1. Quando una persona ha una bassa risposta immunitaria, il prodotto può essere incluso nella dieta, il divieto è completamente assente.
    2. In un altro caso, il prodotto viene usato con cautela e raramente - non più di due volte a settimana. Tali azioni sono eseguite con un livello medio di risposta dal sistema immunitario.
    3. Un alto tasso di risposta elimina la possibilità di consumare un particolare prodotto.

    Le classi di allergia sono le seguenti: meccanismi mediati, non mediati e misti. Con un meccanismo indiretto, si può osservare anafilassi, nel secondo caso - colite, enterocolite e proctite, il meccanismo misto si manifesta sotto forma di esofagite e gastroenterite.

    I principali vantaggi nei test allergologici sono i seguenti:

    • Sicurezza dell'esame per il paziente.
    • Allergotest non ha limiti di età.
    • Il grado di reazione allergica non influisce sulla capacità dell'analisi.
    • Il numero di test non ha limitazioni, anche in una sola volta.
    • I risultati del test sono i più precisi e affidabili.
    • principale
    • Informazioni sull'allergia

    Metodi moderni di diagnosi di allergie

    Allergia (dal greco Ἄλλος - altro, diverso, alieno, ἔργον - impatto e Λόγος - conoscenza, parola, scienza) - una branca della medicina che studia le reazioni allergiche e le malattie, le loro cause, i meccanismi di sviluppo e le manifestazioni, i metodi della loro diagnosi, prevenzione e trattamento.

    Prima di procedere allo studio del problema "Allergologia", scopriamo innanzitutto cosa comprende il termine "allergia" e quali fattori determinano il verificarsi di questa malattia così sgradevole.

    Cos'è un'allergia?

    L'allergia è un'insolita ipersensibilità a varie sostanze che nella maggior parte delle persone non provocano reazioni dolorose.

    Di norma, polvere domestica, polline, muffa, peli di animali domestici, alcuni tipi di prodotti alimentari, ecc. Diventano nemici. Questi agenti diventano allergeni e si verificano allergie.

    Gli ultimi decenni del 20 ° secolo sono caratterizzati da un significativo aumento della frequenza delle malattie allergiche. La prevalenza di allergie ricorda un'epidemia, negli ultimi 20 anni, è aumentata di 3-4 volte e copre in diversi paesi del mondo dal 10 al 30% della popolazione e la malattia si presenta spesso in una forma grave e insolita. Ciò è dovuto all'aumento del carico allergenico sulla persona.

    Il deterioramento della situazione ambientale, la scarsa nutrizione, l'eccessiva terapia farmacologica, l'uso incontrollato di antibiotici, lo stress, lo stile di vita sedentario, i cambiamenti climatici. Tutto ciò aumenta la suscettibilità del corpo umano agli allergeni, anche a quelli che sono sempre esistiti.

    E se il XX secolo fu il secolo delle malattie cardiovascolari, allora il XXI, secondo le previsioni dell'Organizzazione Mondiale della Sanità, sarà il secolo dell'allergia. La maggior parte dei ricercatori prevede un ulteriore aumento della frequenza delle malattie allergiche, anche nei bambini, che impone la ricerca di nuovi modi per risolvere il problema, in particolare l'uso della moderna ricerca allergologica.

    Reazione insolita al solito ambiente

    Allergeni: sostanze estranee che, entrando nel corpo, diventano la causa principale delle reazioni allergiche.

    Nei primi anni di vita di un bambino, gli allergeni alimentari (latte vaccino, uova, pesce, cereali, verdure e frutta di colore arancione o rosso) provocano lo sviluppo della malattia.

    Nei bambini più grandi e negli adulti, altri allergeni vengono alla ribalta:

    • famiglia (polvere domestica, acari della polvere di casa);
    • polline (polline di erba ed erbacce, alberi);
    • allergeni animali (lana, particelle di pelle, escrezioni di animali);
    • funghi (muffe e funghi di lievito);
    • batterico (in particolare, tossine secrete dal microbo - Staphylococcus aureus).
    Allergeni domestici

    La polvere di casa è composta da funghi, fibre vegetali, particelle di cibo, fiocchi e escrementi di insetti, particelle della pelle (epidermide) di animali e umani. Inoltre, acuisce gli acari con potenti proprietà allergeniche (anche i morti). Soprattutto un sacco di polvere con acari si accumula in mobili imbottiti, materassi, cuscini, coperte e tappeti.

    Il colpevole di allergie può essere il polline delle seguenti piante:

    1. Alberi e arbusti - betulla, ontano, nocciola o nocciola, quercia, acero, pioppo, frassino, olmo e altri.
    2. Erbe di cereali (prato) - timothy, festuca, bluegrass, erba di grano, fuoco, segale, grano saraceno, grano e altri;
    3. Erbe aromatiche - quinoa, ambrosia, dente di leone, canapa, ortica, assenzio, ranuncolo e altri.

    In accordo con i diversi periodi di fioritura delle piante, ci sono tre picchi di esacerbazioni di malattie allergiche. Il primo è in primavera (aprile-maggio) durante la fioritura degli alberi, il secondo in estate (giugno-luglio) a causa del polline delle erbe, il terzo in autunno (agosto-ottobre) a causa del polline delle erbe infestanti.

    Molto spesso le allergie sono causate dall'epidermide di cani e gatti, oltre a quelle utilizzate per imbottire mobili, cuscini e penne, lana e piume. Ci può anche essere una reazione alla saliva e alle urine degli animali. Sempre più spesso insetti domestici (zecche, scarafaggi, cimici, tarme, formiche domestiche) sono diventati di recente causa di malattie allergiche.

    Funghi - i microrganismi vivono sia all'interno che all'interno di un componente della polvere domestica e nell'ambiente. Negli alloggi, i funghi sono particolarmente abbondanti nei vecchi rivestimenti dei mobili, negli umidificatori dell'aria e nei bagni. Nell'ambiente, i funghi sono comuni ovunque. Possono essere trovati nell'aria, nel terreno, nell'acqua dolce e salata.

    È importante sapere che se sei allergico ai funghi - microrganismi, il paziente potrebbe non tollerare alcuni prodotti che utilizzano la fermentazione o la fermentazione nel processo di preparazione: prodotti a base di latte fermentato, lievito, cavolo acido, carne o pesce affumicato, kvas, birra, bevande gassate e altri

    Il ruolo di virus e batteri

    Alcuni virus e batteri contribuiscono allo sviluppo di malattie allergiche e complicano il loro corso.

    Meccanismo di reazione allergica

    Esistono diversi meccanismi per lo sviluppo di una reazione allergica, ma il più comune è del tipo immediato. Questa è una reazione allergica causata dall'immunoglobulina E. Le immunoglobuline sono proteine ​​speciali presenti nel sangue e nelle secrezioni e il meccanismo della loro azione in caso di allergie è questo: in una persona che ha un'allergia o è predisposta ad esso, si accumulano anticorpi che, se combinati con un antigene dall'esterno (gli allergologi chiamano "allergene"), causano una risposta immunitaria reale "antigene-anticorpo". Dal momento dell'esposizione allo sviluppo della reazione ci vogliono solo pochi secondi.

    L'allergia ha molte facce. Le sue manifestazioni sono molto diverse. Questi possono essere infiammazioni della mucosa nasale (rinite) e dell'occhio (congiuntivite); gonfiore del viso, collo, gonfiore locale (angioedema); broncospasmo con esito nello sviluppo dell'asma; eruzioni cutanee e prurito (orticaria) o dermatite (neurodermite).

    Le allergie sono di due tipi: stagionale e tutto l'anno, che, a sua volta, è associato alla natura dell'allergene. Gli allergeni costantemente presenti nel nostro habitat causano una reazione per tutto l'anno: polvere domestica, muffe che vivono nei bagni, cucine e corridoi di vecchie case, medicinali, prodotti chimici domestici. L'allergia stagionale è associata alle stagioni e alla vita vegetale e aiuta a determinare la data di esacerbazione con sufficiente accuratezza.

    Diagnosi: allergia

    È molto importante diagnosticare le allergie prima dell'inizio della crisi, quindi ai primi sospetti è meglio venire da un allergologo. I seguenti sintomi dovrebbero essere causa di preoccupazione:

    • naso che cola prolungato;
    • prurito al naso e starnuti;
    • palpebre pruriginose, lacrimazione;
    • arrossamento degli occhi;
    • eruzioni cutanee e prurito;
    • gonfiore;
    • difficoltà a respirare.

    Hai bisogno di sapere esattamente cosa causa allergie. Per questo oggi esiste una vasta gamma di metodi.

    1. Test antigraffio della pelle

    Il metodo tradizionale di diagnosi di allergia è il metodo per effettuare test allergologici. Test cutanei applicati sulla superficie interna dell'avambraccio. Scarificatore sterile fare un graffio e mettere una goccia di allergeni diagnostici. Dopo 20 minuti, è possibile valutare i risultati. Se si verifica un gonfiore o rossore nel sito dell'allergene, il test è considerato positivo. Durante uno studio, possono essere valutati 15-20 campioni.

    Controindicazioni:

    Le controindicazioni assolute a questo studio includono: processo infettivo acuto; allergia o altre malattie croniche nella fase acuta; prendendo antistaminici e farmaci ormonali. Inoltre, una caratteristica dei campioni con allergeni pollinici è la possibilità di eseguirli solo al di fuori della stagione di fioritura dell'erba (ottobre-marzo).

    Le controindicazioni relative includono l'età del bambino. Di solito, questo studio è condotto nei bambini dopo 3 anni, poiché i bambini hanno un'alta reattività della pelle e un'alta probabilità di risultati falsi positivi.

    2. Determinazione delle immunoglobuline totali e specifiche E

    Un aumento dei livelli complessivi di IgE può indicare la presenza di malattie allergiche e di altre condizioni patologiche. Questo metodo di ricerca è utilizzato come test di screening per confermare la natura allergica della malattia.

    Per la diagnosi dell '"allergene colpevole", vengono identificate IgE specifiche che reagiscono con specifici allergeni. La presenza di allergie è giudicata dal livello di IgE, che sono prodotti in risposta agli allergeni, e non dalla risposta clinica (manifestazione di sintomi di una reazione allergica). Se il siero del paziente dà una reazione con qualche allergene, allora contiene anticorpi IgE responsabili dello sviluppo di reazioni allergiche.

    Preparazione per lo studio: 3 giorni prima della raccolta del sangue, è necessario escludere lo stress fisico ed emotivo.

    Controindicazioni:

    Questo test non ha controindicazioni assolute, vale a dire può essere fatto anche nel periodo di esacerbazione della malattia e nei bambini fino a 3 anni.

    Come mostra la pratica, i bambini al di sotto dei 6 mesi di questo studio non sono giustificati, perché a questa età, la risposta immunitaria del corpo è ancora debole e il livello di IgE è basso.

    Valori IgE normali:

    Un aumento del livello di IgE può indicare la presenza di malattie allergiche e alcune altre condizioni patologiche.

    3. Metodo di immunoblotting

    Attualmente, il metodo più diffuso di immunoblotting. Immunoblotting (immunoblot) è un metodo di riferimento altamente specifico e altamente sensibile per l'individuazione di anticorpi contro singoli antigeni (allergeni), basato sulla formulazione di un saggio immunoenzimatico su membrane di nitrocellulosa su cui vengono applicate specifiche proteine ​​come singole bande. Se ci sono anticorpi contro determinati allergeni, appare una linea scura nel locus corrispondente. L'unicità di immunoblot sta nei suoi risultati altamente informativi e affidabili.

    Questo metodo di ricerca non ha controindicazioni.

    I più comuni sono 4 pannelli standard, ognuno dei quali contiene 20 allergeni:

    Pannello 1 (pannello misto) - acaro della polvere di casa I (Dermatophagoides pteronyssinus), acaro della polvere di casa II (Dermatophagoides farinae), polline di ontano, polline di betulla, polline nocciola (nocciola), polline di erba, polline di segale, polline di assenzio, polline di piantaggine, epitelio e peli di gatto, cani, cavalli, alternaria alternata, uova di funghi, latte, arachidi, nocciole - nocciole, carote, farina di grano, soia.

    Pannello 2 (pannello di inalazione) - acaro della polvere di casa I (Dermatophagoides pteronyssinus), acaro della polvere di casa II (Dermatophagoides farinae), polline di ontano, polline di betulla, polline di nocciolo, polline di quercia, polline di erba, polline di segale, polline di assenzio, polline di platano, epitelio e lana di un gatto, cavallo, cane, porcellino d'India, criceto, coniglio, Penicillinum notatum, Cladosporium herbarum, Aspergillus fumigatus, Alternaria alternata.

    Pannello n. 3 (pannello alimentare) - nocciola, arachidi, noci, mandorle, latte, albume d'uovo, tuorlo d'uovo, caseina (proteine ​​che costituiscono la maggior parte della ricotta), patate, sedano, carote, pomodoro, merluzzo, granchio, arancia, mela, farina di frumento, farina di segale, sesamo, soia.

    Panel 4 (EXTENDED) - acaro della polvere di casa I (Dermatophagoides pteronyssinus), acaro della polvere di casa II (Dermatophagoides farinae), polline di betulla, polline misto di erba, epitelio e peli di gatto, cani, Alternaria alternata fungus, latte, alfa-lattoalbumina, beta β-lattoglobulina, caseina (una proteina che costituisce la maggior parte della ricotta), albume d'uovo, tuorlo d'uovo, albumina di siero di manzo, soia, carote, patate, farina di frumento, nocciole - nocciole, arachidi.

    Ricorda che prima del sondaggio, è consigliabile consultare il proprio medico per selezionare il pannello ottimale. Lo studio è condotto a stomaco vuoto, il sangue viene prelevato da una vena.

    Valori di riferimento, kU / L:

    Interpretazione dei risultati: nelle IgE normali, specifiche si trovano nel siero in quantità molto piccole, generalmente inferiori a 0,35 kU / L. Nei pazienti sensibilizzati (sensibili), questo livello aumenta a 0,35 kU / L. Questo metodo determina la quantità di anticorpi IgE nell'intervallo da 0,35 a 100 kU / L e il risultato è espresso quantitativamente. Poiché non esiste una correlazione diretta tra i valori delle IgE specifiche e la gravità dei sintomi clinici, i risultati sono interpretati dal medico solo nel contesto dei dati clinici dei pazienti.

    Allergia all'epitelio felino

    Commenti

    Rimuovi il gatto. Il rischio è molto alto. Abbiamo una diagnosi di asma per due anni, avremmo rimosso il gatto prima che potesse essere altrimenti. Anche i test non aspetteranno. Hanno anche detto che non è necessario pulire il gatto da lei sin dalla nascita, non è su di lei.

    E abbiamo le stesse allergie, anche se il grado 6. E la diagnosi è già l'asma bronchiale. Anno sugli ormoni. Se hai una predisposizione alle allergie - vale la pena rischiare la salute di un bambino? L'asma non si sviluppa durante la notte. Andavamo alla sfilata e i miei genitori avevano un gatto. E ancora non capivo perché veniamo a visitarli sani, e partiamo con moccio e tosse. Ma sta a te decidere. Salute!

    Orrore! Il rischio è impossibile, ovviamente. Andrò agli specialisti presso l'Institute of Allergology e farò come dicono loro. Non abbiamo alcuna reazione - siamo andati anche a mostre e ai nostri amici, non ci siamo mai ammalati dopo. Pertanto, non avevo il buonsenso di controllare prima il bambino e poi di iniziare la bestia. Ero sicuro al 100% di non essere allergico.

    Vi auguro di trattare di più con questa questione e non ammalarvi! Ed eccomi, da un lato, mi rimprovero che ora il mio ragazzo ha ufficialmente diagnosticato l'asma bronchiale, tutti i militari, i voli, ecc. Scuole e università sono chiuse per noi. D'altra parte, conosciamo il nostro nemico di vista, e avvisati è salvato!

    Oggi siamo andati allo IAKI. Ci hanno detto che la tosse non è associata ad allergie, dobbiamo passare una sbavatura dalla gola. Senza le nostre manifestazioni cliniche, le nostre analisi non sono affatto spaventose, a questa età tutti gli indicatori sono variabili. Metti l'aria più pulita, la pulizia a umido, non dormire insieme con il gatto, ma non c'è bisogno di dare. Hanno detto che l'asma senza una predisposizione genetica non si svilupperà in modo inaspettato, e dal momento che non ci sono sintomi, allora non c'è nulla da imbrogliare. Dottore anziano, Dolgin. Sembra una fiducia ispirata, aspetta e vedi.

    Grazie! Vorrei che tu guarissi e non ti ammalassi. Dimmi, i gatti nel tuo caso servono come unico o decisivo fattore nello sviluppo dell'asma, secondo gli esperti? Poiché ci possono essere una varietà di ragioni. Conosco personalmente gli asmatici che hanno gatti, e non li influenza affatto, perché l'asma si è sviluppata per altri motivi.

    Abbiamo superato così tanti test a tempo debito. Siamo decisamente allergici ai gatti di grado 6, i cani di grado 3, di grado 6 di cavallo. All'inizio lo hanno messo sulla polvere, ma poi l'hanno tolto in base ai risultati dei test cutanei (sono considerati i più precisi, anche se al momento un esame del sangue con immunocap è il gold standard per diagnosticare le allergie). Sicuramente l'allergologo non ha detto che il contatto con il gatto ha sviluppato l'asma. Non ce l'abbiamo affatto. Pensarono, pensarono, pensarono, e arrivarono con il dottore alla conclusione che uno dei bambini dell'asilo che aveva un gatto a casa indossava lana sui vestiti e l'allergene si accumulava. Poi un'altra suocera ha preso un gattino (a quel tempo non sapevamo ancora di allergie). E il figlio ha spesso iniziato ad ammalarsi ed è rimasto con sua suocera. Siamo stati fortunati che proprio in quel momento abbiamo iniziato l'esame, non appena abbiamo saputo delle allergie, abbiamo subito dato l'animale in buone mani. Ora abbiamo una remissione stabile, prima di quest'anno sugli ormoni. Ma una volta che mio marito era in visita dove c'è un gatto. A quanto pare ha portato la sua lana a casa. Duck qui figlio starnutì così forte, i suoi occhi diventarono rossi e non si fermò finché non tirarono fuori i vestiti del marito sul balcone. In generale, mi è stato detto nella scuola di asma che l'allergia è un gene ereditato dai genitori. Mio marito ed io non siamo allergici, ma il cugino di mio marito ha una terribile allergia ai gatti. Forse se fossimo trattati correttamente sin dall'inizio, allora non avremmo l'asma. Un pediatra del sito ha fatto spallucce e ha prescritto solo nuovi antibiotici per la tosse. Io e mio marito sputammo e andammo a esaminare il bambino a pagamento, e lo scoprimmo.

    Decifrare l'analisi degli allergeni

    A cosa servono i test?

    Un medico di questa specializzazione ti assegnerà una serie di test (esami del sangue per allergeni, test cutanei se necessario), sulla base dei risultati dei quali diagnosticherà e svilupperà il trattamento più adatto ed efficace per le allergie. Non è necessario auto-medicare, tirando con un appello a un medico - è facile guadagnare malattie croniche come rinite cronica, asma bronchiale, congiuntivite, ecc.

    Dopo aver superato un esame del sangue per gli allergeni, alcuni risultati saranno ottenuti dal medico. Successivamente, l'allergologo sarà impegnato a decifrare l'analisi degli allergeni. Quindi, cos'è questa decodifica e come decifrare i test per gli allergeni?

    Per cosa vengono inviati i test?

    Va ricordato che prima di eseguire un'analisi immunologica, progettata per rilevare o rifiutare la presenza di un allergene nel sangue del paziente, è necessaria la preparazione. Consiste nel rifiutare diversi giorni prima dell'analisi dalle attività fisiche e dalle impressioni emotive, cercando di evitare situazioni stressanti. Il giorno prima del prelievo di sangue, cerca di non fumare, e la cena dovrebbe essere di 8-10 ore prima della presunta perdita di sangue.

    Alcuni campioni non possono essere assunti durante la manifestazione acuta di allergia, in quanto è possibile ottenere risultati non validi e sovrastimati dei test per gli allergeni, che non dovrebbero essere decifrati in linea di principio.

    Tutte le sperimentazioni cliniche volte a identificare un allergene nel corpo umano consistono nella determinazione dell'immunoglobulina totale (anticorpi speciali prodotti dai linfociti e nelle cellule di fluido tissutale) e di un'immunoglobulina specifica.

    Quali valori degli indicatori possono dire sulla presenza di allergie?

    Normalmente, l'indice di immunoglobulina totale è insignificante, tuttavia, se è elevato, è possibile diagnosticare una reazione allergica del corpo.

    In tal caso, se il test ha dimostrato la presenza di un allergene nel corpo umano, gli esperti decidono di donare il sangue per l'immunoglobulina IgE specifica.

    Esame del sangue per immunoglobulina ige

    Indicatori di immunoglobulina specifica

    • 5 giorni - 12 mesi - 0-15 U / ml;
    • 12 mesi - 6 anni - 0-60 U / ml;
    • 6 - 10 anni - 0-90 U / ml;
    • 10 anni - 16 - 0-200 U / ml;
    • Oltre 16 anni - 0-100 U / ml.

    I valori di riferimento di una specifica immunoglobulina come Ig4 nel decifrare un esame del sangue per allergeni possono avere i seguenti valori:

    • 5000 ng / ml - è necessario abbandonare il prodotto per almeno i successivi 3 mesi dopo aver somministrato sangue agli allergeni.

    L'immunoglobulina di cui sopra caratterizza il grado di risposta immunitaria (bassa, media e alta) nel decifrare i risultati dell'analisi per gli allergeni.

    Attualmente, per valutare i risultati degli esami del sangue per gli allergeni, esiste la seguente gamma di norme, o le cosiddette classi:

    • La classe 0 - 100 è caratteristica di una quantità estremamente elevata di anticorpi.

    Ma non solo viene usato un esame del sangue per rilevare e riconoscere gli antigeni degli allergeni nel sangue umano.

    Test cutanei

    Il medico curante può prescrivere e test cutanei che non richiedono una speciale interpretazione. Il fatto è che tali test danno una risposta al medico circa la presenza di un allergene nel corpo quasi immediatamente. La procedura di applicazione dell'allergene farmaco, che presumibilmente provoca allergie in un paziente, può dare (o forse no) una reazione allergica, la cui presenza sarà la risposta alla presenza di allergeni nel corpo.

    La presenza di un allergene nel corpo

    Non dovresti eseguire test cutanei da soli a casa. Sebbene questa operazione sia intrinsecamente semplice, può essere eseguita solo sotto la stretta supervisione di un medico. Ciò è dovuto al possibile sviluppo di shock anafilattico, che può essere gestito solo da uno specialista.

    Se trovi un errore nel testo, assicurati di farcelo sapere. Per fare ciò, basta evidenziare il testo con un errore e premere Maiusc + Invio o semplicemente fare clic qui. Grazie mille!

    Grazie per averci comunicato l'errore. Nel prossimo futuro sistemeremo tutto e il sito sarà ancora migliore!

    Allergia crociata: principi e tabelle di base

    Allergia - una malattia comune nel mondo moderno in tutto il mondo. Le persone sono abituate al fatto che se sono allergici alle arance, non possono mangiare questi frutti e, in caso di una reazione eccessiva a un particolare farmaco, dovrebbero essere sostituiti con un altro farmaco.

    Tuttavia, accade spesso che una persona sia allergica al polline di betulla e che i sintomi compaiano anche quando si mangiano mele e pere. Come così? Questo fenomeno è chiamato allergia crociata e sarà discusso in questo articolo.

    Allergia incrociata "calcolatrice"

    Il buon modo per determinare quali prodotti possono sviluppare un'allergia incrociata è la tabella. Tuttavia, esiste un'opzione alternativa più comoda: un "calcolatore" o un filtro.

    1. selezionare gli stimoli già noti dalla lista;
    2. dopo averli segnati tutti (ad esempio, c'è un'allergia al grano e al miele), è necessario fare clic sul pulsante "Risultato risultato".

    Sulla pagina aggiornata appariranno le informazioni necessarie.

    Tuttavia, una risposta "nuda" non è sempre sufficiente. Per controllare completamente la situazione, è necessario possedere una certa conoscenza del fenomeno della cross-reattività.

    Il sistema immunitario è una struttura molto ben organizzata. Tutti i suoi elementi sono caratterizzati da un'elevata specificità: un altro "adattato" completamente specifico a una proteina. Ogni antigene stimola la formazione di alcuni anticorpi che non influenzano altre proteine.

    Quindi, se due diverse proteine ​​hanno diversi elementi simili (epitopi - siti che determinano l'immunoreattività), alcuni degli anticorpi formati in risposta all'aspetto della prima sostanza possono anche reagire al secondo. Questo fenomeno è chiamato cross-reattività e svolge un ruolo importante nello sviluppo delle reazioni allergiche.

    Classificazione degli allergeni

    Sembrerebbe, perché un uomo della strada andrebbe in allergologia e sarà consapevole di quali tipi di allergeni esistono? Tuttavia, questa informazione è utile: sulla sua base, è possibile prevedere quale prodotto può sviluppare una reazione incrociata e quale prodotto non può.

    Ci sono un sacco di classificazioni di allergeni. La divisione più comune è endogena ed esogena. Nel primo caso, la reazione si sviluppa su alcuni tessuti del proprio organismo in violazione dell'integrità delle barriere biologiche (ad esempio, se l'occhio o il testicolo sono danneggiati), e questa sezione è di scarso interesse per noi.

    Gli allergeni esogeni includono proteine ​​di "terze parti", che possono essere:

    Un esempio di alcuni allergeni della croce di betulla

    infettiva:

    • batterica;
    • virale;
    • fungo;
    • parassita;

    non trasmissibili:

    • polline;
    • alimentare;
    • domestica;
    • epidermica;
    • insetti;
    • farmaci;
    • professionale.

    Nella maggior parte dei casi si verifica una reazione crociata tra pollini e allergeni alimentari, sia all'interno di ciascun gruppo che tra le specie, ma gli allergeni di qualsiasi tipo possono essere coinvolti in questo processo.

    Ci sono tre opzioni per l'interazione:

    1. Con distinti sintomi clinici. Questi includono l'ipersensibilità a diversi prodotti della stessa classe (ad esempio, diverse specie di pesci, gamberi e calamari, arance e limoni, ecc.), Reazioni di tipo uovo-uccello (se c'è ipersensibilità alle uova di gallina, i sintomi indesiderati compaiono al contatto con cuscini di piume), così come la sindrome di frutta-betulla (allergia crociata al polline di betulla e alcuni frutti);
    2. Con sintomi non sempre evidenti. Le reazioni crociate tra gli scoiattoli di polline degli alberi e le erbe e i frutti contenenti cisteina (kiwi, papaia) e acari della polvere di casa, la sindrome del frutto del lattice sono comunemente riferite a questo gruppo.
    3. Con manifestazioni cliniche non ricorrenti. In questo caso, solo un test per le immunoglobuline può rivelare la presenza di reazioni incrociate.

    Il criterio principale con cui è possibile determinare se si svilupperà una reazione crociata è la presenza delle stesse proteine ​​patogenetiche in due allergeni. Queste sono piccole molecole di proteine ​​che si formano nelle piante a seguito di esposizione a condizioni avverse: malattie infettive, luce ultravioletta, violazione dell'integrità delle strutture, sostanze chimiche, ecc.

    Ci sono 14 gruppi di proteine, diversi in un insieme di aminoacidi e, di conseguenza, attività biologica ed enzimatica. Solo sei svolge un ruolo significativo:

    Quale indicatore nel sangue mostra allergie?

    Le allergie possono dare a una persona un sacco di disagi. I sintomi della malattia possono colpire vari organi e sistemi. In alcuni casi, è molto difficile identificare l'allergene, quindi i test di laboratorio vengono in soccorso. Come identificare le allergie?

    Test allergologici

    Tutti i test per le allergie possono essere divisi in 2 gruppi. I primi sono test che permettono di confermare l'esistenza di un'allergia stessa, per separarla dall'infiammazione autoimmune e infettiva. Il secondo gruppo - test per specifici allergeni, stabiliscono non il fatto della presenza della malattia, ma la sua causa.

    Entrambi i tipi di ricerca sono importanti e occupano posti diversi nella catena di ricerca diagnostica:

    1. Il primo è un esame emocromocitometrico completo. Questa tecnica consente solo di sospettare la malattia per alcuni cambiamenti.
    2. Immunogramma: questo esame del sangue consente di determinare il contenuto di specifiche proteine ​​nel sangue - immunoglobuline. Alcuni di loro sono prodotti solo con allergie.
    3. Test allergologici: una tecnica di conferma che consente di determinare l'allergene responsabile dello sviluppo della malattia. Tuttavia, prima di condurre questo studio, è necessario sapere con certezza che l'infiammazione è di natura allergica.

    Cercheremo di capire ciascuno di questi metodi in modo più dettagliato.

    Analisi del sangue generale per le allergie

    Il primo passo nella diagnosi di varie malattie è la consegna di un esame del sangue generale. Questo studio è abbastanza informativo e dà un'idea della composizione cellulare del sangue.

    Per diagnosticare le allergie dovrà passare un'analisi dettagliata, include la definizione di formula leucocitaria. Tale studio viene eseguito su sangue prelevato da una vena. Alcuni inconvenienti associati a questa manipolazione dovranno essere tollerati dal paziente al fine di ottenere risultati affidabili.

    Quale risultato nel sangue mostra la natura allergica della malattia?

    Analisi del sangue allergico, trascrizione:

    • Nelle malattie allergiche, il contenuto di eritrociti (4-6 * 10 12), piastrine (180-320 * 10 9) ed emoglobina (120-140 g / l) rimane normale.
    • Il numero totale dei leucociti aumenta. Tuttavia, i numeri rimangono abbastanza moderati, in contrasto con l'infiammazione infettiva. Superano leggermente la norma di 4-9 * 10 9.
    • Gli eosinofili sono un indicatore di allergia nel test del sangue. Queste cellule sono una delle sottospecie dei leucociti, pertanto per la loro determinazione è necessario ottenere una formula di leucociti. Normalmente, la percentuale di cellule di tutti i leucociti non supera il 5%. Con le allergie, è bruscamente elevato.
    • VES - tasso di sedimentazione degli eritrociti. In una persona sana non supera i 10-15 mm / h. Nelle allergie dovute alla risposta infiammatoria, il tasso può aumentare, ma non così significativamente come nelle malattie autoimmuni.

    L'esame del sangue manca di specificità sufficiente anche per determinare con precisione la presenza di allergie. Anche un aumento degli eosinofili può indicare un'infezione parassitaria e non una reazione allergica.

    Pertanto, l'allergologo prescrive spesso metodi diagnostici più specifici.

    immunoglobuline

    Un immunogramma può mostrare la presenza o l'assenza di alcune immunoglobuline nel sangue. Queste sostanze sono prodotte dai linfociti in risposta all'ingresso di proteine ​​estranee.

    Questo esame del sangue per le allergie può mostrare un aumento dell'immunoglobulina di classe E. Questa sostanza si trova sulla superficie delle mucose e le protegge dagli agenti esterni. Durante una reazione allergica, è questa proteina nel sangue che reagirà per prima:

    1. Nei neonati, normalmente non supera i 65 mIU / ml.
    2. Fino a 14 anni è inferiore a 150 mIU / ml.
    3. Negli adulti, l'immunoglobulina normalmente diminuisce e non supera 114 mIU / ml.

    L'aumento delle proteine ​​indica in modo affidabile una reazione allergica nel corpo. Il risultato può essere influenzato da sforzo fisico, assunzione di farmaci e alcol, stress e surriscaldamento. 3 giorni prima dell'analisi, evitare l'esposizione di questi fattori al corpo.

    Gli indicatori dell'immunogramma sono decifrati da uno specialista esperto nel campo pertinente. Questo lavoro dovrebbe essere fatto da un allergologo.

    Esiste uno studio su immunoglobuline specifiche delle classi E e G. Questi indicatori non sono determinati nell'ambito di un immunogramma. Per il loro studio, il paziente viene raccolto sangue venoso, è diviso in piccole porzioni, mescolato con gli allergeni più comuni. Successivamente, viene determinata la presenza della reazione in ciascuna porzione. Alti tassi di reattività indicano un allergene venoso.

    I risultati di tale test sono dati al paziente sotto forma di tabella. Potrebbe essere sostanze un po 'pericolose per il tuo corpo.

    Test cutanei

    Se l'allergene colpevole non può essere identificato con l'aiuto delle immunoglobuline, possono essere eseguiti test della pelle. Questo metodo è piuttosto informativo, ma costoso in relazione al tempo e al denaro dei medici.

    Usando uno scarificatore sulla schiena o sul braccio del paziente, vengono fatti piccoli graffi e vengono applicati a questi preparati preparazioni contenenti una piccola quantità di vari allergeni.

    La decifrazione dell'analisi degli allergeni viene effettuata dopo 20 minuti:

    • Gonfiore e arrossamento sul sito di grattamento significa un'allergia a una particolare sostanza.
    • La mancanza di risposta cutanea corrisponde all'assenza di sensibilizzazione.

    Solo 15 campioni possono essere prodotti alla volta, il che limita la quantità di allergeni che possono essere applicati al corpo. Per risolvere questo problema, i medici hanno sviluppato pannelli allergici.

    Pannelli allergici

    Per causare lo sviluppo di una reazione allergica possono centinaia di sostanze diverse. Non è ragionevole condurre uno studio di questo tipo con tutti gli allergeni contemporaneamente, poiché il colpevole può essere identificato con un minore dispendio di fondi. Per questo, i medici hanno sviluppato pannelli allergici - gruppi di allergeni uniti da proprietà comuni:

    1. Allergeni alimentari - contiene i colpevoli più comuni di allergie alimentari. Include proteine ​​di noci, latte, uova, piante, frutta e verdura. Prima di tutto, dovrebbe essere usato se ci sono lamentele dal tratto gastrointestinale.
    2. Allergeni per inalazione: in questo pannello ci sono proteine ​​di polline delle piante, zecche domestiche, peli di animali. Con lo sviluppo di sintomi respiratori sullo sfondo di allergia, vale la pena di controllare questo pannello.
    3. Misto - contiene solo i principali allergeni del gruppo alimentare e respiratorio responsabile della malattia.
    4. Pediatrico - usato per i bambini. La composizione delle sostanze più comuni che possono causare malattia nei bambini. Questi includono latte, uova, lana, polline, acari della polvere di casa.

    Decifrare un esame del sangue per allergeni consente di determinare con precisione la sostanza responsabile della malattia. Ulteriori attività sono per isolare il paziente da proteine ​​estranee. Un'opzione alternativa è la terapia di sensibilizzazione.

    Test per bambini

    Non ci sono grandi differenze nella diagnosi delle malattie allergiche nei bambini. Per la ricerca prendiamo anche il sangue venoso, che viene studiato dalle tecniche descritte.

    Alcune caratteristiche nella pratica pediatrica:

    • I test cutanei sono controindicati nei bambini sotto i 3 anni.
    • Fino a 6 mesi, l'esame del sangue delle immunoglobuline E-class non è efficace, poiché le proteine ​​immunitarie della madre che circolano nel sangue circolano nel sangue con il latte.
    • Per lo studio di bambini di età superiore a 3 anni, utilizzare lo speciale pannello pediatrico sopra descritto.

    Scopri i risultati dell'analisi delle allergie di un bambino nel tempo, in modo da non esporlo a soffrire di questa malattia. Dati di test affidabili consentono al medico di eseguire una terapia appropriata.

  • Popolarmente Sulle Allergie