Quasi ogni persona, almeno una volta nella vita, si trova di fronte a una reazione allergica. Cos'è?

L'allergia è una reazione acuta del sistema di difesa del corpo a sostanze che sono innocue per il corpo.

La sintomatologia di questa reazione è la più varia - da lieve arrossamento ed eritema sulla pelle a edema e morte in rapido sviluppo. Il concetto di allergia nasconde molte malattie immunitarie diverse. La pelle e le mucose sono i luoghi che più spesso soffrono di allergia.

Come si verifica una reazione allergica

Il meccanismo della reazione di un organismo a un allergene si verifica in tre fasi:

  • immunologico;
  • pathochemical;
  • fisiopatologico.

Nel primo stadio, l'antigene - la sostanza allergenica - viene introdotto per la prima volta nel corpo. A questo punto, la produzione di anticorpi contro questo antigene - sensibilizzazione. La durata di questo processo varia da alcune ore a dieci. A volte l'antigene è già stato rimosso dal corpo e gli anticorpi si sono sviluppati solo. Naturalmente, in questo caso, non si verifica una reazione allergica. Si verificherà quando l'antigene viene ri-ingerito. Gli anticorpi prodotti devono distruggerlo e formare con esso un complesso antigene-anticorpo.

Gli anticorpi sono molecole proteiche formate durante la reazione di un antigene con cellule B.

Gli antigeni sono molecole capaci di legame specifico agli anticorpi.

Nella fase successiva, tali complessi danneggiano i mastociti in vari tessuti. La struttura di queste cellule comprende i mediatori inattivi dell'infiammazione - istamina, serotonina, bradichinina e simili. A causa dell'introduzione del complesso, diventano attivi e entrano nella circolazione generale.

L'ultimo stadio è caratterizzato da segni esterni di una reazione allergica - spasmi muscolari, aumento della secrezione e formazione di muco, capillari dilatati, eruzioni cutanee. Ciò è causato dall'esposizione a mediatori dell'infiammazione rilasciati nel sangue.

Tipi di ipersensibilità a seconda del tasso di sviluppo della reazione

A seconda di quanto velocemente l'organismo in cui si trova l'allergene, passerà allo stadio fisiopatologico, i seguenti tipi di reazioni allergiche e di ipersensibilità sono separati:

  • tipo immediato;
  • otsrochnennogo;
  • ritardata.

Con un tipo immediato, una reazione allergica si sviluppa in pochi minuti. L'infiammazione immune acuta si sviluppa nei tessuti.

Con un tipo ritardato di reazione allergica va da 1 ora a 6. Con un lento - 24-48 ore, mentre l'infiammazione cronica del sistema immunitario si sviluppa nei tessuti.

Tipi di reazioni allergiche a seconda del meccanismo di sviluppo

In totale, si distinguono cinque tipi di ipersensibilità:

  1. anafilattico;
  2. Tsitotichesky;
  3. Reazioni immunitarie complesse;
  4. Kletochnozavisimy;
  5. Reazioni in cui vi è una stimolazione della funzione delle cellule dopo l'interazione con l'antigene.

Nelle reazioni del primo tipo, il danno tissutale si verifica a causa di reazioni che si verificano con la partecipazione di immunoglobuline E, a volte G da un meccanismo di reagin sulla superficie cellulare. I mediatori dell'infiammazione rilasciati durante questo processo entrano nel flusso sanguigno e portano a spasmi della muscolatura liscia o aumento della secrezione.

La rinite allergica, l'asma bronchiale atopica e l'orticaria sono di questo tipo. La reazione di ipersensibilità più grave del primo tipo è lo shock anafilattico, che si sviluppa da pochi secondi a 5 ore. L'edema laringeo, il broncospasmo e il laringospasmo causati da esso causano soffocamento e un forte calo della pressione può portare al collasso.

È importante! Ai primi segni di anafilattico chic, sono urgentemente necessarie iniezioni di adrenalina e prednisone. Il primo non permetterà di sviluppare edema, il secondo - sopprimere una reazione allergica.

Nelle reazioni allergiche di tipo citotossico, gli anticorpi si legano alle cellule e le danneggiano e talvolta causano la loro lisi (dissoluzione). Per questo motivo, a volte sono chiamati veleni cellulari. Questo tipo di reazione di ipersensibilità è alla base dell'allergia ai farmaci, della malattia emolitica del neonato durante il conflitto con i rhesus, dell'anemia emolitica.

È interessante notare che le citotossine non causano sempre danni alle cellule. Con un numero sufficientemente piccolo di veleni cellulari provoca la stimolazione. Questo fenomeno viene utilizzato per sviluppare sieri citologici con un effetto terapeutico in diversi tipi di reazioni allergiche.

Le reazioni immunocomplesse sono causate dalla formazione di complessi antigene-anticorpo con un leggero eccesso di antigeni. In questo caso, i complessi si depositano sulle pareti dei vasi sanguigni, attivando il sistema del complemento e provocando l'infiammazione. Nei casi gravi, l'infiammazione può portare a necrosi tissutale, ulcerazione, trombosi totale o parziale e alcuni tipi di reazioni allergiche possono comparire nei vasi.

Questo tipo di reazione è caratteristico della congiuntivite esogena, della dermatite allergica, dell'artrite reumatoide e del lupus eritematoso sistemico e può anche essere una dermatite atopica nei bambini.

Il tipo di reazioni di ipersensibilità dipendenti dalle cellule è anche chiamato lento. Si sviluppano entro 24-48 ore dopo che l'anticorpo entra nel corpo delle persone sensibilizzate. Le reazioni sono causate dall'interazione di linfociti T e antigeni specifici. L'ingestione ripetuta di antigene porta allo sviluppo di reazioni infiammatorie dipendenti dalle cellule T e, di conseguenza, alle reazioni allergiche.

I processi infiammatori possono essere sia localizzati che generalizzati. È caratteristico che con questo tipo di reazioni allergiche il danno massimo si applica alla pelle, al tratto gastrointestinale e agli organi respiratori. Esempi clinici di reazioni dipendenti dalle cellule sono l'asma infettiva bronchiale, la brucellosi e la tubercolosi.

Le reazioni del quinto tipo sono simili nel meccanismo a quelle citotossiche, quando il veleno cellulare causa la stimolazione cellulare. Pertanto, un certo numero di ricercatori non individua queste reazioni allergiche di ipersensibilità in un tipo separato, limitato alla descrizione del fenomeno della stimolazione. Un esempio di stimolazione delle reazioni allergiche è la tireotossicosi, in cui l'iperproduzione della tiroxina avviene sotto l'influenza di anticorpi.

Tipi di allergeni

A seconda della natura, ci sono tre tipi di allergeni:

  1. Exoallergens (antigeni esterni).
  2. Autoantigeni.
  3. Trapianti.

Gli allergeni esterni includono farmaci, allergeni alimentari, vari microrganismi e batteri - tutto ciò che entra nell'organismo dall'ambiente esterno. Causano malattie dal gruppo di allergie esogene.

Gli autoantigeni sono antigeni propri del corpo, che per diverse ragioni causano una reazione allergica. Le malattie causate da loro sono unite nel gruppo delle malattie autoimmuni.

Spesso le reazioni allergiche sono associate ad un'alta attività del sistema immunitario del corpo, che percepisce le proprie cellule come estranee e inizia a danneggiarle attivamente. Possono essere interessati diversi sistemi e tutto il corpo nel suo complesso, e la domanda su quali sintomi di allergia sono già oltre la portata della pelle.

Esistono due tipi di cause per lo sviluppo di una malattia autoimmune: esterna (esposizione a agenti causativi di alcune malattie infettive, radiazioni, radiazioni ultraviolette) e interne (mutazioni genetiche ereditate).

Gli innesti impiantati nel ricevente possono anche causare una reazione allergica. Tali reazioni sono chiamate "malattia da trapianto contro ospite". Sono causati dal fatto che i fattori immunitari dell'innesto sono ipersensibili ai tessuti e agli organi del ricevente.

Molto spesso, le reazioni allergiche si verificano durante il trapianto di midollo osseo. Si noti che quando un donatore e un ricevente sono strettamente correlati, il rischio di sviluppare una reazione è fino al 40%, con un trapianto non correlato, due persone aumentano. La probabilità di un esito letale a seguito di reazioni allergiche di questo tipo è molto alta.

Fattori di rischio di allergia

Ci sono gruppi di persone per i quali il rischio di sviluppare allergie è molto alto. I fattori che aumentano questa probabilità sono i seguenti:

  • Eredità. La presenza di determinati geni nel genotipo umano contribuisce allo sviluppo di reazioni allergiche.
  • Reazioni allergiche dovute a frequenti interazioni con antigeni domestici e professionali. Il più delle volte provoca la dermatite da contatto, ma può anche portare a reazioni allergiche più gravi.
  • Fumo di tabacco Il fumo di sigaretta, penetrando nei polmoni umani, danneggia le mucose. Le membrane mucose danneggiate sono un accesso aperto nel corpo per i germi, che spesso portano allergeni e reazioni allergiche sulla loro superficie.
  • Frequenti malattie del tratto respiratorio superiore. Porta anche al fatto che il sistema immunitario del corpo si indebolisce e può fallire sotto forma di reazioni allergiche, per esempio, può essere un'allergia all'ambrosia.
  • Consumo frequente di alimenti che hanno nella loro composizione allergeni. Le reazioni di ipersensibilità possono essere innescate da vari additivi - conservanti, coloranti che costituiscono prodotti alimentari.
  • Vaccinazione errata La concentrazione del vaccino, il suo volume e i tempi dell'introduzione possono essere determinati solo da un medico. Non rischiare la tua salute.

Reazioni allergiche acute

Le reazioni allergiche acute sono condizioni patologiche derivanti dall'ipersensibilità dell'organismo agli allergeni esogeni e caratterizzate dall'improvviso sviluppo di reazioni allergiche localizzate o generalizzate. Le forme localizzate comprendono orticaria, angioedema, laringismo e broncospasmo, shock sistemico-anafilattico e dermatite allergico-tossica comune. Le manifestazioni di una reazione allergica acuta dipendono dalla sua forma, dalle condizioni del corpo, dall'età e da altri fattori. Le misure terapeutiche comprendono l'eliminazione dell'allergene, il ripristino delle funzioni vitali, l'introduzione di antistaminici e glucocorticosteroidi.

Reazioni allergiche acute

Le reazioni allergiche acute sono malattie che si sviluppano in presenza di una maggiore sensibilità del sistema immunitario agli allergeni che entrano nell'organismo dall'esterno. Di solito, vengono rilevati i segni di una reazione allergica di tipo immediato con improvvisa insorgenza acuta, la diffusione del processo patologico a vari organi e tessuti e una marcata compromissione delle funzioni vitali del corpo. Secondo le statistiche, ogni decimo abitante del nostro pianeta ha mai sofferto di una reazione allergica acuta. Vi sono manifestazioni lievi (localizzate) di ipersensibilità sotto forma di esacerbazione di rinocongiuntivite allergica e orticaria limitata, moderata - con sviluppo di orticaria comune, angioedema, laringospasmo, broncospasmo e grave - sotto forma di shock anafilattico.

Cause di reazioni allergiche acute

Lo sviluppo di reazioni allergiche acute è solitamente associato all'esposizione a sostanze estranee che entrano nell'organismo con aria inspirata (batteri, pollini, allergeni nell'aria ambiente e polvere domestica), cibo, droghe, a causa di punture di insetti, quando si usa il lattice, applicato sulla pelle e mucose di varie sostanze inorganiche e organiche.

Il processo patologico è il più spesso caratterizzato dallo sviluppo di una reazione allergica acuta del tipo immediato. Allo stesso tempo, l'ipersensibilità IgE-mediata alla sostanza estranea problematica diventa un antigene. La reazione immunitaria in via di sviluppo procede in presenza di tre tipi di cellule: macrofagi, linfociti T e B. Le immunoglobuline di classe E sintetizzate dalle cellule B si trovano sulla superficie delle cellule bersaglio (mastociti, basofili).

Il rientro dell'allergene nel corpo porta allo sviluppo di una reazione allergica acuta con l'attivazione di cellule bersaglio e il rilascio di un gran numero di mediatori dell'infiammazione (questa è soprattutto l'istamina, così come la serotonina, le citochine, ecc.). Tale reazione immunitaria viene solitamente osservata quando vengono somministrati polline, cibo, allergeni domestici, farmaci e sieri, manifestandosi come sintomi di pollinosi, dermatite atopica e asma bronchiale e reazioni anafilattiche.

Il meccanismo dell'insorgenza di malattie allergiche acute può essere dovuto alla formazione di reazioni immunitarie citotossiche, immunocomplesse e cellulo-mediate. A seguito di cambiamenti patochimici e fisiopatologici che si sviluppano dopo la sensibilizzazione, compaiono sintomi tipici di allergia acuta.

Sintomi di reazioni allergiche acute

Un lieve decorso di reazioni allergiche acute è più spesso manifestato da sintomi di rinite allergica (difficoltà a respirare naso, rinorrea, starnuti) e congiuntivite (prurito e gonfiore delle palpebre, arrossamento degli occhi, fotofobia). Ciò può anche includere la comparsa di segni di orticaria in un'area limitata della pelle (vesciche tondeggianti, iperemia, prurito).

Con moderate reazioni allergiche acute, la sconfitta della pelle diventa più pronunciata ed è caratterizzata dallo sviluppo di orticaria generalizzata con la cattura di quasi tutta la superficie della pelle e la comparsa di nuove bolle in pochi giorni. Spesso si notano segni di angioedema, angioedema e angioedema della cute, del tessuto sottocutaneo e delle mucose. Il processo patologico è spesso localizzato nel viso, colpisce le labbra e le palpebre, a volte si verifica sulle mani, i piedi e lo scroto, e può portare a gonfiore della laringe e della membrana mucosa del tratto gastrointestinale. La reazione allergica acuta con lo sviluppo dell'infiammazione delle mucose della laringe e dei bronchi può causare gravi complicazioni fino alla morte per asfissia.

Le conseguenze più gravi di ipersensibilità del sistema immunitario sono osservate in caso di shock anafilattico. Allo stesso tempo, gli organi vitali ed i sistemi corporei sono colpiti - cardiovascolari e respiratori, con l'insorgenza di grave ipotensione arteriosa, stato di colluttazione e perdita di coscienza, oltre a disturbi respiratori dovuti ad edema laringeo o broncospasmo. Le manifestazioni cliniche, di regola, si sviluppano in pochi minuti dopo il contatto con un allergene, in assenza di cure di emergenza qualificate, spesso si verifica la morte.

Diagnosi di reazioni allergiche acute

La diagnosi di reazioni allergiche acute comporta un'analisi approfondita dei dati anamnestici (tollerabilità di farmaci e sieri, precedenti malattie allergiche), manifestazioni cliniche di allergie (lesioni cutanee, tratto respiratorio superiore, segni di soffocamento, svenimento, convulsioni, attività cardiaca compromessa, ecc.). È richiesto un esame da un allergologo, un immunologo e altri specialisti: un dermatologo, un otorinolaringoiatra, un gastroenterologo, un reumatologo, ecc.

Esami di laboratorio clinici generali (sangue, urina), analisi del sangue biochimica vengono eseguiti, secondo le indicazioni - determinazione del fattore reumatoide e degli anticorpi antinucleari, marcatori di epatite virale, presenza di anticorpi verso altri microrganismi, nonché le necessarie procedure diagnostiche. Se possibile, possono essere eseguiti test cutanei, determinazione delle immunoglobuline generali e specifiche della classe E, nonché altri esami utilizzati nell'allergologia.

La diagnosi differenziale delle reazioni allergiche acute richiede l'esclusione di una vasta gamma di varie malattie allergiche, infettive e somatiche accompagnate da manifestazioni cutanee, danni alle mucose degli organi interni, alterazione della funzione respiratoria e circolazione sanguigna.

Trattamento di reazioni allergiche acute

Le misure terapeutiche per le reazioni allergiche acute dovrebbero includere l'eliminazione precoce dell'allergene, la terapia antiallergica, il ripristino delle funzioni respiratorie compromesse, la circolazione sanguigna e altri sistemi corporei. Per interrompere l'ulteriore assunzione della sostanza che ha causato lo sviluppo di ipersensibilità, è necessario interrompere la somministrazione del farmaco, del siero o del sangue sostitutivo (con iniezioni intramuscolari e endovenose, infusioni), ridurre l'assorbimento dell'allergene (applicazione di un laccio emostatico al di sopra del sito di iniezione o di puntura d'insetto, circoncisione di quest'area utilizzando una soluzione epinefrina).

La terapia antiallergica prevede l'uso di antistaminici e ormoni glucocorticoidi topici, per via orale o parenterale. I dosaggi specifici dei farmaci e il metodo della loro somministrazione dipendono dalla localizzazione del processo patologico, dalla gravità della reazione allergica acuta e dalle condizioni del paziente. La terapia sintomatica ha lo scopo di correggere le funzioni disturbate del corpo e, soprattutto, la respirazione e la circolazione del sangue. Quindi, quando il broncospasmo viene inalato, vengono iniettati broncodilatatore e farmaci antinfiammatori (ipratropio bromuro, salbutamolo, ecc.) E, in caso di grave ipotensione arteriosa, le amminiche vasopressorie (dopamina, noradrenalina) vengono somministrate con il ricostituimento simultaneo del volume ematico circolante.

Nei casi più gravi, l'assistenza di emergenza viene fornita nell'unità di terapia intensiva dell'ospedale con l'uso di attrezzature speciali che supportano la funzione della circolazione sanguigna e della respirazione. Dopo aver interrotto le manifestazioni acute delle reazioni allergiche, il trattamento viene eseguito da un allergologo-immunologo con l'uso di uno schema di terapia farmacologica scelto individualmente, la conformità con una dieta di eliminazione e, se necessario, un ASIT.

Reazioni allergiche acute

Ecologia corrosa e scarsa immunità sono i principali nemici per una persona che è incline alle allergie. Per una grande percentuale di persone, le reazioni allergiche del corpo sono un problema reale con cui puoi combattere per tutta la vita.

Questa lotta richiede molta energia. Persone predisposte alle allergie, evitare il contatto con animali, fiori, non mangiare certi cibi. Questo è un processo difficile che richiede autocontrollo da parte di una persona e pazienza.

L'allergia è una malattia che può arrivare a una persona inaspettatamente, nel momento sbagliato. Una persona allergica non è immune da un focolaio di una reazione allergica. Le allergie sono molte, ma ci sono diverse manifestazioni di sintomi allergici. I primi sintomi della malattia e le procedure di emergenza non sono noti a tutti.

A causa della mancanza di comprensione di ciò che le persone stanno affrontando, inizia il panico e inizia l'invenzione di diagnosi e miti. Conoscere i sintomi di allergia e le regole di primo soccorso è necessario, perché è impossibile essere sicuri al 100% che la malattia aggirerà.

Reazioni allergiche acute

Reazioni allergiche acute del corpo - una condizione patologica che si verifica in caso di ipersensibilità del corpo umano a sostanze irritanti, allergeni che entrano nell'organismo dall'ambiente esterno.

Una persona sviluppa una reazione allergica localizzata o generalizzata. Orticaria, spasmi bronchiali, edema si riferiscono ad un tipo di allergia localizzata. Un tipo generalizzato (sistemico) comprende varie forme di dermatite e la loro distribuzione, shock anafilattico.

Le reazioni allergiche acute si manifestano in modi diversi. Dipende dalle caratteristiche del corpo umano: lo stato di immunità, i parametri dell'età, le condizioni generali del corpo, la forma di allergia e altri fattori.

Il trattamento della malattia si basa sull'eliminazione dell'allergene, sulla soppressione delle allergie, sull'innalzamento dell'immunità e sulla riduzione degli arrossamenti e dei gonfiori. Le reazioni allergiche acute possono influenzare patologicamente qualsiasi organo e area della pelle, con conseguenze sul loro funzionamento.

Le statistiche dicono che ogni decimo, almeno una volta nella sua vita, si trova di fronte a una reazione allergica.

Le reazioni allergiche acute sono di diverso tipo. Sono divisi per grado di difficoltà:

  • Moderata reazione allergica Si manifesta in gonfiore, eruzione cutanea, prurito, bruciore e arrossamento della pelle. Provoca disagio e dolore.
  • Grave reazione allergica. Questo tipo di shock anafilattico.

Cause di reazioni allergiche acute

Le reazioni allergiche acute si verificano a causa dell'ingresso di allergeni dall'ambiente esterno sotto la pelle e nel sangue. Queste sostanze di origine straniera nel corpo umano per inalazione di aria, che è pieno di sostanze o per contatto con agenti patogeni allergici.

Gli allergeni più comuni sono polline, peli di animali, prodotti alimentari (agrumi e dolci), medicine, insetti e loro morsi, cosmetici e prodotti chimici domestici.

Se l'allergia si sviluppa rapidamente, diventerà un processo patologico. Quando un tale organismo reagisce alle sostanze, sono coinvolti tre gruppi di cellule:

  1. Il primo tipo di cellula è macrofagi.
  2. Il secondo tipo di cellule è linfociti T.
  3. Il terzo tipo di cellule è costituito da linfociti B.

Le cellule del gruppo B sono coinvolte nella sintesi delle immunoglobuline appartenenti al gruppo E. Se l'allergene rientra nel corpo umano, porta allo sviluppo di allergie acute. Durante il suo sviluppo, un gran numero di iniziatori del processo infiammatorio vengono rilasciati nel corpo.

Questi includono:

Tale reazione del corpo si manifesta quando l'ipersensibilità al polline delle piante, prodotti chimici domestici, droghe e alimenti con contenuto di zucchero.

Sintomi di reazioni allergiche acute

Ognuno ha diversi sintomi di allergia che dipendono dal corpo e dalla gravità della malattia. Studi lunghi hanno rivelato che lo stress e l'eccitazione possono essere la causa delle allergie.

Per questo motivo, una persona potrebbe non affrontare i sintomi lievi di allergia. Pertanto, la stabilità emotiva, così come il sistema immunitario, giocano un ruolo importante. Questo può essere corretto con l'aiuto di esercizi, decotti alle erbe. Per far fronte più facilmente alle allergie, dovresti conoscere i suoi sintomi.

orticaria

Una delle reazioni allergiche comuni che si verificano nelle persone di tutte le età. Si fa sentire con l'aiuto di una caratteristica eruzione cutanea.

Le allergie sono pericolose, le eruzioni cutanee possono diffondersi. Vicino alla zona interessata della pelle, compaiono nuove eruzioni. Per determinare l'allergene, è necessario seguire il processo di eruzioni cutanee sul corpo. Le eruzioni sono formazioni gonfiore che assomigliano a tracce di ortica. La pelle attorno all'eruzione è arrossata, infiammata e può rompersi, staccarsi.

Aiuto dall'orticaria solo farmaci. Gli antistaminici sono necessari per il trattamento. Le persone che sono predisposte alle allergie portano sempre con sé Cetrin. Questo deve essere fatto per essere in grado di reagire a un attacco di allergie. Se il cibo è diventato un allergene all'orticaria, allora dovrebbe essere indotto il vomito. Quando l'agente causale è polline delle piante o peli di animali, si dovrebbe andare lontano dal centro del problema.

dermatite

La risposta del corpo a un allergene sotto forma di pelle irritata, traballante e arrossata. Spesso con la dermatite, appaiono crepe che causano dolore e disagio alle allergie.

La dermatite è causata dal contatto tattile con un allergene. Detergenti chimici, cosmetici, tessuti e altro provocano un attacco allergico sotto forma di dermatite. Se si inizia la malattia e non si ricorre al trattamento in tempo o automedicazione, allora può trasformarsi in una forma cronica. Se questo accade, la gravità dell'allergia è ogni volta più forte.

Per combattere la dermatite dovrebbe determinare l'allergene. Le ragazze che soffrono di una reazione allergica iniziano a mascherare i problemi con i cosmetici opacizzanti (creme, creme tonali). Questa è la decisione sbagliata, vale a dire che i cosmetici possono essere la causa della malattia. La pelle irritata non deve essere disturbata da preparati cosmetici, che contengono componenti chimici, influisce sul processo di guarigione.

Rinite con allergie

L'insorgenza di rinite e tosse nelle allergie acute. Le allergie non sono sempre causate solo da irritazioni della pelle. Questo tipo di malattia è confuso con un'infezione virale caratterizzata dalla presenza di tosse e febbre.

Perfino i dottori mettono una diagnosi errata con tali sintomi, cioè ARVI. Invece di curare una persona per esacerbare le allergie, gli prescrivono medicine per il raffreddore. A causa del trattamento tardivo di questo tipo di allergia può essere seriamente colpito.

Se i sintomi si sono manifestati improvvisamente e non ci sono stati prerequisiti, e i sedativi della tosse non aiutano, è necessario contattare immediatamente un allergologo. Prima della sua consultazione, puoi bere droghe con proprietà antistaminiche.

angioedema

La condizione più grave del corpo nelle allergie acute è chiamata angioedema. Questo sintomo richiede l'aiuto urgente di uno specialista, altrimenti può portare alla morte. All'ultimo stadio e al grado di complessità dell'allergia, i processi infiammatori iniziano a manifestarsi non solo esternamente, ma anche a passare agli organi interni.

Nella fase più difficile, Edema Quincke deve lottare per la vita di una persona allergica, perché il conto va avanti per minuti. Una mente acuta, arguzia e concentrazione possono salvare la vita di una persona.

Istruzioni per salvare una persona con allergie acute

Sulla base di quanto sopra, puoi fare un piano d'azione graduale:

  1. Isolamento del paziente dall'origine della reazione allergica.
  2. Prendendo antistaminici.
  3. Metti il ​​paziente su una superficie piana.
  4. Se le pillole non aiutano, quindi fare le iniezioni di droga.
  5. Chiama un'ambulanza.
  6. Con l'ultimo stadio di edema, tutto ciò che può essere fatto fino all'arrivo dell'ambulanza - per aiutare la persona a respirare. Per questo, il paziente viene messo su una sedia e appoggiamo un cuscino sullo schienale della sedia e sul torace del paziente. Respirare in questo caso non si ferma, perché i muscoli si contraggono involontariamente.

Con le ultime fasi incontrollate di allergie acute è necessario chiamare un'ambulanza.

Qual è una reazione allergica

Qual è una reazione allergica

Quasi ogni persona, almeno una volta nella vita, si trova di fronte a una reazione allergica. Cos'è?

L'allergia è una reazione acuta del sistema di difesa del corpo a sostanze che sono innocue per il corpo.

La sintomatologia di questa reazione è la più varia - da lieve arrossamento ed eritema sulla pelle a edema e morte in rapido sviluppo. Il concetto di allergia nasconde molte malattie immunitarie diverse. La pelle e le mucose sono i luoghi che più spesso soffrono di allergia.

Come si verifica una reazione allergica

Il meccanismo della reazione di un organismo a un allergene si verifica in tre fasi:

Nel primo stadio, l'antigene - la sostanza allergenica - viene introdotto per la prima volta nel corpo. A questo punto, la produzione di anticorpi contro questo antigene - sensibilizzazione. La durata di questo processo varia da alcune ore a dieci. A volte l'antigene è già stato rimosso dal corpo e gli anticorpi si sono sviluppati solo. Naturalmente, in questo caso, non si verifica una reazione allergica. Si verificherà quando l'antigene viene ri-ingerito. Gli anticorpi prodotti devono distruggerlo e formare con esso un complesso antigene-anticorpo.

Gli anticorpi sono molecole proteiche formate durante la reazione di un antigene con cellule B.

Gli antigeni sono molecole capaci di legame specifico agli anticorpi.

Nella fase successiva, tali complessi danneggiano i mastociti in vari tessuti. La struttura di queste cellule comprende i mediatori inattivi dell'infiammazione - istamina, serotonina, bradichinina e simili. A causa dell'introduzione del complesso, diventano attivi e entrano nella circolazione generale.

L'ultimo stadio è caratterizzato da segni esterni di una reazione allergica - spasmi muscolari, aumento della secrezione e formazione di muco, capillari dilatati, eruzioni cutanee. Ciò è causato dall'esposizione a mediatori dell'infiammazione rilasciati nel sangue.

Tipi di ipersensibilità a seconda del tasso di sviluppo della reazione

A seconda di quanto velocemente l'organismo in cui si trova l'allergene, passerà allo stadio fisiopatologico, i seguenti tipi di reazioni allergiche e di ipersensibilità sono separati:

Con un tipo immediato, una reazione allergica si sviluppa in pochi minuti. L'infiammazione immune acuta si sviluppa nei tessuti.

Con un tipo ritardato di reazione allergica va da 1 ora a 6. Con un lento - 24-48 ore, mentre l'infiammazione cronica del sistema immunitario si sviluppa nei tessuti.

Tipi di reazioni allergiche a seconda del meccanismo di sviluppo

In totale, si distinguono cinque tipi di ipersensibilità:

  1. anafilattico;
  2. Tsitotichesky;
  3. Reazioni immunitarie complesse;
  4. Kletochnozavisimy;
  5. Reazioni in cui vi è una stimolazione della funzione delle cellule dopo l'interazione con l'antigene.

Nelle reazioni del primo tipo, il danno tissutale si verifica a causa di reazioni che si verificano con la partecipazione di immunoglobuline E, a volte G da un meccanismo di reagin sulla superficie cellulare. I mediatori dell'infiammazione rilasciati durante questo processo entrano nel flusso sanguigno e portano a spasmi della muscolatura liscia o aumento della secrezione.

La rinite allergica, l'asma bronchiale atopica e l'orticaria sono di questo tipo. La reazione di ipersensibilità più grave del primo tipo è lo shock anafilattico, che si sviluppa da pochi secondi a 5 ore. L'edema laringeo, il broncospasmo e il laringospasmo causati da esso causano soffocamento e un forte calo della pressione può portare al collasso.

È importante! Ai primi segni di anafilattico chic, sono urgentemente necessarie iniezioni di adrenalina e prednisone. Il primo non permetterà di sviluppare edema, il secondo - sopprimere una reazione allergica.

Nelle reazioni allergiche di tipo citotossico, gli anticorpi si legano alle cellule e le danneggiano e talvolta causano la loro lisi (dissoluzione). Per questo motivo, a volte sono chiamati veleni cellulari. Questo tipo di reazione di ipersensibilità è alla base dell'allergia ai farmaci, della malattia emolitica del neonato durante il conflitto con i rhesus, dell'anemia emolitica.

È interessante notare che le citotossine non causano sempre danni alle cellule. Con un numero sufficientemente piccolo di veleni cellulari provoca la stimolazione. Questo fenomeno viene utilizzato per sviluppare sieri citologici con un effetto terapeutico in diversi tipi di reazioni allergiche.

Le reazioni immunocomplesse sono causate dalla formazione di complessi antigene-anticorpo con un leggero eccesso di antigeni. In questo caso, i complessi si depositano sulle pareti dei vasi sanguigni, attivando il sistema del complemento e provocando l'infiammazione. Nei casi gravi, l'infiammazione può portare a necrosi tissutale, ulcerazione, trombosi totale o parziale e alcuni tipi di reazioni allergiche possono comparire nei vasi.

Questo tipo di reazione è caratteristico della congiuntivite esogena, della dermatite allergica, dell'artrite reumatoide e del lupus eritematoso sistemico e può anche essere una dermatite atopica nei bambini.

Il tipo di reazioni di ipersensibilità dipendenti dalle cellule è anche chiamato lento. Si sviluppano entro 24-48 ore dopo che l'anticorpo entra nel corpo delle persone sensibilizzate. Le reazioni sono causate dall'interazione di linfociti T e antigeni specifici. L'ingestione ripetuta di antigene porta allo sviluppo di reazioni infiammatorie dipendenti dalle cellule T e, di conseguenza, alle reazioni allergiche.

I processi infiammatori possono essere sia localizzati che generalizzati. È caratteristico che con questo tipo di reazioni allergiche il danno massimo si applica alla pelle, al tratto gastrointestinale e agli organi respiratori. Esempi clinici di reazioni dipendenti dalle cellule sono l'asma infettiva bronchiale, la brucellosi e la tubercolosi.

Le reazioni del quinto tipo sono simili nel meccanismo a quelle citotossiche, quando il veleno cellulare causa la stimolazione cellulare. Pertanto, un certo numero di ricercatori non individua queste reazioni allergiche di ipersensibilità in un tipo separato, limitato alla descrizione del fenomeno della stimolazione. Un esempio di stimolazione delle reazioni allergiche è la tireotossicosi, in cui l'iperproduzione della tiroxina avviene sotto l'influenza di anticorpi.

Tipi di allergeni

A seconda della natura, ci sono tre tipi di allergeni:

Gli allergeni esterni includono farmaci, allergeni alimentari, vari microrganismi e batteri - tutto ciò che entra nell'organismo dall'ambiente esterno. Causano malattie dal gruppo di allergie esogene.

Gli autoantigeni sono antigeni propri del corpo, che per diverse ragioni causano una reazione allergica. Le malattie causate da loro sono unite nel gruppo delle malattie autoimmuni.

Spesso le reazioni allergiche sono associate ad un'alta attività del sistema immunitario del corpo, che percepisce le proprie cellule come estranee e inizia a danneggiarle attivamente. Possono essere interessati diversi sistemi e tutto il corpo nel suo complesso, e la domanda su quali sintomi di allergia sono già oltre la portata della pelle.

Esistono due tipi di cause per lo sviluppo di una malattia autoimmune: esterna (esposizione a agenti causativi di alcune malattie infettive, radiazioni, radiazioni ultraviolette) e interne (mutazioni genetiche ereditate).

Gli innesti impiantati nel ricevente possono anche causare una reazione allergica. Tali reazioni sono chiamate "malattia da trapianto contro ospite". Sono causati dal fatto che i fattori immunitari dell'innesto sono ipersensibili ai tessuti e agli organi del ricevente.

Molto spesso, le reazioni allergiche si verificano durante il trapianto di midollo osseo. Si noti che quando un donatore e un ricevente sono strettamente correlati, il rischio di sviluppare una reazione è fino al 40%, con un trapianto non correlato, due persone aumentano. La probabilità di un esito letale a seguito di reazioni allergiche di questo tipo è molto alta.

Fattori di rischio di allergia

Ci sono gruppi di persone per i quali il rischio di sviluppare allergie è molto alto. I fattori che aumentano questa probabilità sono i seguenti:

  • Eredità. La presenza di determinati geni nel genotipo umano contribuisce allo sviluppo di reazioni allergiche.
  • Reazioni allergiche dovute a frequenti interazioni con antigeni domestici e professionali. Il più delle volte provoca la dermatite da contatto, ma può anche portare a reazioni allergiche più gravi.
  • Fumo di tabacco Il fumo di sigaretta, penetrando nei polmoni umani, danneggia le mucose. Le membrane mucose danneggiate sono un accesso aperto nel corpo per i germi, che spesso portano allergeni e reazioni allergiche sulla loro superficie.
  • Frequenti malattie del tratto respiratorio superiore. Porta anche al fatto che il sistema immunitario del corpo si indebolisce e può fallire sotto forma di reazioni allergiche, per esempio, può essere un'allergia all'ambrosia.
  • Consumo frequente di alimenti che hanno nella loro composizione allergeni. Le reazioni di ipersensibilità possono essere innescate da vari additivi - conservanti, coloranti che costituiscono prodotti alimentari.
  • Vaccinazione errata La concentrazione del vaccino, il suo volume e i tempi dell'introduzione possono essere determinati solo da un medico. Non rischiare la tua salute.

Qual è una reazione allergica

Nell'asma può verificarsi improvviso attacco di dispnea, che è caratterizzato da aumenti di fase di espirazione chiari e difficili.

Malattia a lungo termine, dove le tonsille dell'infezione delle tonsille, che causano il processo infiammatorio di natura cronica, sono al centro dell'infezione.

Malattia cronica in cui la dilatazione dei vasi concha nasali o iperattività nasale si sviluppa sotto l'influenza di fattori esogeni o endogeni non specifici.

I polipi nel naso non sono altro che escrescenze nell'infiammazione dei seni paranasali o della mucosa nasale. Questa deviazione colpisce l'1-5% delle persone, i polipi nasali si verificano principalmente negli uomini di età adulta. Trattamento di polipi nasali senza chirurgia

Una tonsilla rinofaringea allargata causa difficoltà nella respirazione nasale, nel russare, nella perdita dell'udito e in altri disturbi nell'infanzia. Trattamento di adenoidi senza chirurgia

A seconda della forma, si tratta di un'infiammazione acuta o cronica del seno mascellare. Il nome della malattia deriva dal nome del seno in cui si verifica la malattia.

L'allergia è una reazione insolita del corpo all'azione di vari fattori dall'ambiente esterno.

Gli specialisti della nostra clinica partecipano a programmi televisivi sulla salute. Record degli eteri che puoi vedere sul nostro sito. Tutti i video e le pubblicazioni

"La famiglia Romanov ringrazia la clinica Lor-Asthma e il Dr. AS Puryaseva per un eccellente aiuto professionale e per la salute dei bambini! Grazie! "

  • Rinite vasomotoria La rinite vasomotoria è una patologia otorinolaringoica associata ad alterata regolazione del tono nei vasi sanguigni del concha nasale.
  • Tonsillite cronica Infiammazione delle tonsille di natura cronica, che si verificano con un periodo di esacerbazione e remissione.
  • Le malattie della tosse secca associate al sistema respiratorio sono abbastanza comuni.

Tutti gli articoliNella clinica di Lor-Asthma, aumentiamo anche l'immunità!

Le reazioni allergiche sono la risposta del corpo a fattori esterni che causano l'infiammazione dei tessuti, così come il loro danno. Le reazioni allergiche del corpo sono chiamate ipersensibilità. Il principio del sistema immunitario umano è simile ai processi che si verificano nelle allergie. Le reazioni allergiche coinvolgono linfociti e anticorpi, che sono cellule del sistema immunitario. Quando viene usata la parola "allergia", implicano un tipo di reazione allergica.

Nelle reazioni allergiche, gli anticorpi si legano ai basofili che si trovano nel sangue umano. Sono uniti da cellule di tessuto. Una reazione allergica si verifica quando gli anticorpi si legano alle cellule con allergeni. Le cellule dei tessuti e i basofili secernono l'istamina. L'istamina contribuisce al danno tissutale. Come sostanze di allergeni possono essere varie sostanze: cibo, droghe, polvere. Le reazioni allergiche possono verificarsi in forma complessa o lieve. Molto spesso l'allergia si manifesta con starnuti, prurito, lacrimazione degli occhi.

Le reazioni allergiche che si verificano in forma grave possono essere fatali. In questo caso, ci possono essere perdite di carico, difficoltà di respirazione, insufficienza cardiaca. Le reazioni allergiche gravi sono chiamate anafilassi. Spesso usato il termine malattia atopica. Può essere la rinite, causata da reazioni allergiche, così come l'asma bronchiale, la dermatite atopica. Le malattie atopiche sono causate da reazioni ai seguenti antigeni: peli di animali, funghi, polline delle piante e altri.

Poiché qualsiasi reazione allergica è causata da un antigene condizionato, per definizione, può essere diagnosticato un allergene. Per identificare correttamente l'allergene, eseguire test speciali. Per eseguire il test cutaneo, vengono preparati gli allergeni previsti e ne viene fatta una soluzione, che viene iniettata in piccola quantità sotto la pelle. In caso di rilevamento di reazioni allergiche a una particolare soluzione, è possibile prescrivere un trattamento.

Una delle prime fasi del trattamento è l'eliminazione del contatto con l'allergene. Questi possono essere una reazione a polline, peli di animali domestici, cibo. Se è cibo, dovrebbero essere esclusi dalla dieta. Se i mobili causano una reazione allergica, è necessario cambiarli.

Cambia tappeti, sostituisci i cuscini, riducendo così l'intensità dell'esposizione a fattori che causano reazioni allergiche del corpo umano. Anche un'opzione per ridurre l'impatto dell'allergene può essere considerata l'installazione di un depuratore d'aria, l'aria condizionata. Un'opzione di trattamento per le allergie prescrive anche i farmaci. Prescrivere i farmaci in caso di impossibilità di escludere allergeni. I farmaci prescritti riducono l'attività delle reazioni allergiche, semplicemente bloccandole.

Esiste un'immunoterapia specifica, che prevede l'introduzione dell'allergene stesso sotto la pelle in piccolissime quantità. A poco a poco, aumenta il numero di allergeni iniettati. Quindi, il corpo stesso inizia a produrre anticorpi. Questi anticorpi bloccano le reazioni allergiche. Questa terapia viene eseguita con reazioni allergiche che si verificano nel polline delle piante, peli di animali. Le eccezioni sono cibo.

Gli antistaminici sono anche usati per trattare le allergie. L'eccezione è l'asma, in cui questo trattamento è vietato. Esistono due tipi di recettori di istamina. Recettori H1 e recettori H2. Blocca i recettori antistaminici H1. Con il rilascio di istamina provoca prurito, lacrimazione, naso che cola.

Nelle reazioni allergiche gravi, l'istamina può causare edema laringeo, mancanza di respiro, bassa pressione sanguigna. Gli antistaminici possono essere classificati dalla natura degli effetti collaterali. Per acquistare alcuni antistaminici non è necessaria una prescrizione. Ma ci sono anche antistaminici, che vengono rilasciati solo con una prescrizione e sono presi sotto la supervisione di un medico.

Praticamente tutti gli antistaminici possono causare sonnolenza. Molto spesso, gli antistaminici vengono aggiunti ai sonniferi a causa delle loro proprietà. Tra gli effetti collaterali del prendere antistaminici può essere identificato: costipazione, perdita di coscienza, bocca secca, visione offuscata. Ma non tutti i pazienti possono soffrire di effetti collaterali. Alcune persone prendono antistaminici senza di loro. Al fine di evitare effetti collaterali, si dovrebbe iniziare con una piccola quantità di supplementi di antistaminico, aumentandolo gradualmente.

Rinite allergica

La rinite allergica è una reazione allergica ai pollini. La rinite allergica è stagionale. In primavera, l'allergia si verifica quando gli alberi fioriscono, in estate - l'erba.

I sintomi della rinite allergica stagionale comprendono: prurito al naso, naso che cola, starnuti e lacrimazione degli occhi. Può anche causare perdita di sonno e appetito.

Il trattamento della rinite allergica si verifica con antistaminici. Per curare la rinite allergica, la fenilpropanolamina per via orale viene utilizzata per via orale. Viene anche prescritta la pseudoefedrina. Con un aumento della pressione sanguigna, questi farmaci sono controindicati. Applicare Kromolin sotto forma di uno spray nel naso. È possibile acquistare questo farmaco in farmacia solo su prescrizione medica. Questo è un antistaminico piuttosto costoso. In alternativa, applicare spray per corticosteroidi.

Congiuntivite allergica

La congiuntivite allergica provoca l'infiammazione della membrana dell'occhio - la congiuntiva. Molti pazienti tollerano la congiuntivite in combinazione con la rinite allergica stagionale. La congiuntivite può causare cosmetici di scarsa qualità, pollini, sostanze chimiche che possono entrare accidentalmente negli occhi.

I sintomi della congiuntivite possono essere chiamati arrossamento del guscio oculare, prurito, gonfiore.

Il trattamento per la congiuntivite è prescritto per assumere un antistaminico orale. Anche usato collirio. Usa cromolyn, che viene prodotto sotto forma di gocce per gli occhi. Se il paziente usa lenti a contatto, l'uso di lenti è proibito durante il trattamento.

Allergie alimentari

Le allergie alimentari possono verificarsi a causa del consumo di qualsiasi prodotto nel cibo. Le allergie alimentari sono facilmente confuse con l'intolleranza alimentare. L'intolleranza alimentare può essere causata non solo da qualsiasi allergene, ma anche dall'assenza di qualsiasi enzima necessario per la digestione. Questo può essere espresso da flatulenza, nausea.

I sintomi allergici sono diversi. Una reazione allergica agli alimenti si verifica in tenera età. Molto spesso soffrono di bambini i cui parenti soffrono di asma bronchiale o di rinite allergica.

Il sintomo principale di una reazione allergica al cibo può essere definito un'eruzione cutanea. Molte persone soffrono di sintomi gravi, reazioni a mangiare noci, semi, fagioli. Esiste la probabilità di shock anafilattico, in cui la pressione diminuisce.

Per la diagnosi con test di scarificazione e dieta. L'unica cura per una reazione allergica al cibo è quella di evitare cibi che causano allergie. Particolarmente pericoloso è l'uso di un allergene per un paziente con sintomi gravi come: angioedema, mancanza di respiro. In questi casi, puoi provare gli antistaminici.

Allergie fisiche

Le reazioni allergiche possono causare freddo o calore, i raggi del sole. Questa è un'allergia fisica.

Sintomi comuni di questa allergia comprendono prurito e eruzione cutanea. Meno spesso - difficoltà a respirare. Una reazione allergica può essere una reazione al sole, che si chiama foto sensibilizzazione, che si verifica a causa dell'uso di qualsiasi crema, unguento.

Il trattamento di tale allergia è un'eccezione alla causa della reazione allergica. Se sei allergico alla luce del sole, non dovresti stare al sole per molto tempo. Quando pruriti, puoi applicare antistaminici.

puoi passare

Licenza per attività medica № LO-01-001424

Qual è una reazione allergica

L'allergia è familiare a quasi ogni persona, e cosa è realmente, quali sintomi indicheranno la progressione di una risposta inadeguata del corpo a uno stimolo particolare, come dare il primo soccorso e come solo pochi sono consapevoli del trattamento.

Nel frattempo, l'allergia è considerata una delle malattie più comuni al mondo - l'85% dell'intera popolazione del nostro pianeta in un modo o nell'altro ha subito una reazione allergica.

Panoramica sull'allergia

allergia - Questa è una maggiore sensibilità del corpo a qualsiasi irritante. Tali sostanze provocanti possono essere quelle che si trovano all'interno del corpo umano e quelle con cui c'è contatto. Il corpo di persone inclini ad allergie, sostanze assolutamente sicure / familiari sono percepite come pericolose, aliene e inizia a produrre anticorpi contro di loro. Inoltre, un allergene "individuale" viene prodotto per ciascuna sostanza irritante, cioè un'allergia al polline dei tulipani, ai peli di animali e / o al latte che possono manifestarsi in modi diversi.

Come tale, il trattamento per le allergie non esiste ancora. La medicina moderna conduce costantemente vari studi e sta cercando modi per risolvere questo problema, ma non ci sono ancora risultati tangibili. Cosa si può fare al momento:

  • mediante esame di laboratorio per identificare l'allergene;
  • assumere farmaci in grado di alleviare i sintomi della malattia in questione;
  • minimizzare il contatto con l'allergene identificato.

Cause di allergia

È impossibile individuare una sola ragione per lo sviluppo di allergia - ci sono molti fattori predisponenti che possono provocare la condizione in questione. Questi includono:

  • strada, libro e / o polvere domestica;
  • spore fungine e muffe;
  • polline di qualsiasi pianta;
  • alcuni alimenti (gli allergeni più comuni includono latte, uova, pesce e frutti di mare, alcuni frutti e noci);
  • punture di insetti;
  • pulizia e detergenti;
  • qualsiasi prodotto chimico - vernici, benzina, vernici, solventi e così via;
  • peli di animali;
  • alcuni farmaci;
  • lattice.

Molto spesso, un'allergia è una malattia ereditaria - almeno la medicina ha casi noti in cui la presenza di allergie tra i genitori influenza necessariamente la salute dei loro figli.

Allergie e sintomi

La presenza di sintomi specifici dipende dalla particolare forma della malattia in questione.

Allergia respiratoria

Si sviluppa sullo sfondo di ingresso di allergeni nel corpo attraverso il tratto respiratorio. I sintomi di questo tipo di reazione allergica saranno i seguenti:

  • starnuti frequenti;
  • prurito al naso, accompagnato da un raffreddore;
  • forte tosse parossistica di carattere secco;
  • respiro affannoso nei polmoni - si sentono quando una persona fa un respiro profondo e / o espira;
  • attacchi d'asma.

Nota: I principali sintomi dell'allergia respiratoria sono l'asma bronchiale e la rinite allergica (rinite).

Accompagnato da manifestazioni pronunciate sulla pelle - eruzione cutanea, irritazione. Dai sintomi della dermatosi si può distinguere:

  • arrossamento della pelle - può essere localizzato e apparire solo in posti di contatto diretto con l'allergene, e può essere frontale;
  • la pelle diventa secca, squamosa e pruriginosa;
  • eruzioni cutanee che imitano l'eczema appaiono e si diffondono rapidamente;
  • Possono essere presenti vesciche e gonfiore intenso.

Congiuntivite allergica

In questo caso, la risposta inadeguata del corpo a qualsiasi stimolo si manifesterà con il deterioramento della salute degli occhi. I sintomi di questo tipo di allergia saranno:

enteropatia

Questa è una reazione allergica del corpo, che si manifesta come un disturbo del tratto gastrointestinale. Più spesso, l'enteropatia si sviluppa sul cibo, sulle droghe. I sintomi di questo tipo di allergia saranno:

Nota: è durante l'enteropatia che l'edema di Quincke può svilupparsi - le labbra e la lingua si gonfiano, una persona comincia a soffocare.

Shock anafilattico

Questa è la manifestazione più pericolosa di allergia, che si sviluppa sempre rapidamente. In pochi secondi, il paziente appare:

Nota: se una persona ha i sintomi sopra indicati, il team dell'ambulanza deve essere chiamato immediatamente, o il paziente deve essere portato in ospedale da solo. Lo shock anafilattico, di regola, è fatale in assenza della fornitura di cure mediche qualificate.

Vale la pena notare che i sintomi di allergia sono molto spesso confusi con i sintomi di un raffreddore - infezioni virali respiratorie acute, influenza. Ma per distinguere le allergie dal raffreddore è abbastanza facile - in primo luogo, con le allergie, la temperatura corporea rimane all'interno della gamma normale, e in secondo luogo, un naso che cola con allergie non è mai caratterizzato da secrezioni mucose di colore giallo verdastro.

Come trovare un allergene specifico

Se compaiono sintomi allergici, ma l'irritante specifico non è noto, sarà necessario chiedere aiuto agli specialisti. Inoltre, il medico farà una diagnosi accurata, invierà il paziente a esami specifici che aiuteranno a identificare il vero allergene. Nel quadro di tali indagini sono condotte:

  1. Test cutanei Il vantaggio di questo metodo di esame è la semplicità della procedura, la velocità di ottenimento dei risultati e il basso costo. Alcuni dati sul test cutaneo:
  • sotto la pelle del paziente vengono introdotti vari allergeni, che vengono selezionati da un medico;
  • possono essere somministrati fino a 20 allergeni;
  • per ciascun allergene specifico viene assegnata una specifica area cutanea;
  • La soluzione selezionata viene applicata sulla pelle, quindi la pelle è leggermente graffiata - questo può causare disagio, ma in generale la procedura è indolore.

Con una reazione positiva nel luogo di applicazione dell'allergene appare rossore, prurito e gonfiore.

Nota: 2 giorni prima del giorno di test cutaneo prescritto, al paziente è vietato assumere qualsiasi farmaco antistaminico, in quanto ciò potrebbe portare a risultati falsi.

  1. Esame del sangue per la presenza di anticorpi. Il sangue viene prelevato da una vena, che viene poi inviata ad un laboratorio per essere esaminata. I risultati saranno pronti in 10-14 giorni.

I medici dicono che questo tipo di esame non può dare una risposta completa alla domanda sulle cause di allergia.

  1. Campioni cutanei Questo esame viene effettuato in caso di dermatosi, una condizione in cui compare un'allergia sulla pelle. Questo metodo può determinare la risposta del corpo a:
  • formaldeide;
  • cromo;
  • benzocaina;
  • neomicina;
  • lanolina;
  • corticosteroidi;
  • resine epossidiche;
  • colofonia.
  1. Test provocativi Questo esame è considerato l'unico che dà una risposta corretta al 100% alla domanda su quale irritante abbia provocato lo sviluppo di allergie. I test provocatori vengono eseguiti solo in un reparto specializzato sotto la supervisione di un gruppo di medici. Un possibile allergene viene introdotto nel tratto respiratorio, il tratto gastrointestinale, sotto la lingua, nella cavità nasale.

Pronto soccorso per le allergie

Se ci sono segni di allergie, allora è necessario dare al paziente il primo soccorso. L'opzione migliore sarebbe quella di consultare immediatamente un medico, ma se non esiste tale possibilità, allora vale la pena eseguire le seguenti manipolazioni:

  • sotto l'acqua corrente, pulire il punto di contatto con l'allergene, se necessario, lavare il naso, lo stomaco;
  • limitare il contatto con l'irritante, se possibile eliminarlo completamente;
  • nel caso di una puntura d'insetto e lasciando loro una puntura nella pelle, che provoca lo sviluppo di un'intensa reazione allergica, è necessario rimuovere il pungiglione il più rapidamente possibile;
  • un impacco o ghiaccio freddo viene applicato all'area pruriginosa;
  • al paziente deve essere somministrato un farmaco antistaminico - per esempio, Clemastine, Loratidine, Chlorpyramine e altri.

Se entro 20-30 minuti le condizioni del paziente non sono migliorate, e anche più, se peggiorato, la squadra dell'ambulanza deve essere chiamata immediatamente.

In alcuni casi, possono manifestarsi gravi sintomi di una reazione allergica:

  • soffocamento;
  • nausea e vomito incontrollabile;
  • aumento della frequenza cardiaca e della frequenza respiratoria;
  • gonfiore di tutto il corpo, compresa la faringe;
  • debolezza generale;
  • crescente ansia;
  • perdita di coscienza

E i sintomi di cui sopra indicano che il paziente deve affrontare un esito fatale - devono essere prese misure urgenti per stabilizzare la sua condizione. Gli interventi di terapia intensiva includono:

  • se il paziente è cosciente, allora viene dato a bere qualsiasi antistaminico, per questo è meglio usare prodotti di terza generazione;
  • il paziente deve essere messo a letto, togliere i vestiti, girare la testa di lato;
  • Quando interrompi la respirazione e il battito cardiaco, devi fare urgentemente una respirazione artificiale e un massaggio cardiaco indiretto, ma solo se hai una certa conoscenza.

Trattamento allergico

Una reazione allergica ha un meccanismo evolutivo complesso, pertanto il trattamento verrà selezionato dai medici su base strettamente individuale e solo dopo l'esame del paziente. I farmaci antistaminici sono più comunemente prescritti, viene eseguita l'immunoterapia, gli spray steroidi possono essere utilizzati per la rinite allergica (rinite) o decongestionanti.

Inoltre, il paziente deve prendersi cura della propria salute da solo - eliminare il contatto con l'allergene, effettuare regolarmente terapie di mantenimento, trattare prontamente malattie infiammatorie / infettive / virali in modo che il sistema immunitario sia pienamente funzionante. Non dimenticare che esiste un'allergia ai farmaci, e in questo caso dovrai conoscere i mezzi specifici per eliminarli nel trattamento di eventuali malattie.

L'allergia è una malattia complessa che richiede il controllo sia dal paziente che dal personale medico. Solo una conoscenza accurata di un allergene specifico che provoca lo sviluppo della malattia in questione, un trattamento tempestivo può normalizzare la salute e migliorare la vita del paziente.

Yana Alexandrovna Tsygankova, Revisore medico, medico generico della categoria di qualificazione più alta

5,225 visualizzazioni totali, 3 visualizzazioni oggi

Record correlati
Allergie agli antibiotici: come manifestarsi e cosa fare?
Allergie nei bambini al di sotto di un anno: sintomi e trattamento
Allergia da contatto: cause, sintomi, diagnosi, trattamento e prevenzione

Con una reazione allergica, la mia pupilla sinistra aumenta - sarà sempre così? Non mando sangue per allergeni, sto in fila, ma a quanto pare non posso aspettare. Ci sono allergie a certe droghe, così come al cibo, ma che non conosco. Gli alunni aumentano di solito quando mangiamo un po 'di dolce, ma non tutti, ma cioccolata al latte.

Ciao Devi contattare un allergologo.

  • Allergologia (38)
  • Vascular Diseases (6)
  • Venereologia (41)
  • Gastroenterologia (128)
  • Ematologia (55)
  • Ginecologia (121)
  • Dermatologia (117)
  • Diagnostica (123)
  • Immunology (1)
  • Malattie infettive (138)
  • Infografica (1)
  • Cardiologia (52)
  • Cosmetologia (181)
  • Mammologia (7)
  • Madre e figlio (168)
  • Farmaci (252)
  • Neurologia (115)
  • Condizioni d'emergenza (77)
  • Nefrologia (58)
  • Oncologia (53)
  • Ortopedia e Traumatologia (105)
  • Otorinolaringoiatria (59)
  • Oftalmologia (41)
  • Parassitologia (31)
  • Pediatria (176)
  • Catering (378)
  • Chirurgia plastica (8)
  • Informazioni utili (1)
  • Proctologia (52)
  • Psichiatria (65)
  • Psicologia (26)
  • Pulmonology (52)
  • Reumatologia (28)
  • Sessuologia (11)
  • Odontoiatria (39)
  • Terapia (91)
  • Urologia e Andrologia (159)
  • Herbal Medicine (20)
  • Chirurgia (84)
  • Endocrinologia (94)

Le informazioni sono fornite solo a scopo informativo. Non automedicare. Ai primi segni della malattia, consultare un medico. Ci sono controindicazioni, la consultazione del dottore è necessaria. Il sito potrebbe contenere contenuti vietati per minori di 18 anni.

Popolarmente Sulle Allergie