L'allergia al sole non è propriamente chiamata la reazione, manifestata in certe persone sotto l'influenza della luce solare. È corretto chiamarlo - photodermatosis, o dermatite solare.

Si presume che questa allergia non appaia a causa dell'esposizione al sole, perché non contiene proteine ​​nel suo raggio.

In questo caso, i raggi del sole sono attribuiti solo a un determinato fattore. Si ritiene che il sole possa interessare solo un certo tipo di persone che soffrono di malattie degli organi sistemici e hanno accumulato un grande numero di allergeni nei loro corpi.

In questo articolo parleremo di allergia al sole - i suoi sintomi e metodi di trattamento, oltre a prendere in considerazione le foto dettagliate.

motivi

Effetti allergici o tossici dei raggi ultravioletti (solari) si manifestano quando sono combinati con sostanze già presenti sulla pelle - fotodermatite esogena, con sostanze presenti nelle cellule della pelle - fotodermatite endogena.

La luce solare, in linea di principio, non può essere un allergene, ma può provocare diversi tipi di reazioni aggressive non solo del sistema immunitario, ma anche di tutto il corpo:

  1. Fotoallergia o allergia al sole - fotosensibilità.
  2. Reazione fototraumatica: una scottatura elementare da un'abbronzatura eccessivamente "zelante".
  3. Reazione fototossica - fotodermatosi causata dall'interazione di radiazioni ultraviolette e alcuni tipi di farmaci, piante.

Tutti i tipi di reazioni si manifestano con diversi gradi di pigmentazione della pelle, inoltre, per le persone che sono inclini alle allergie, anche l'apparentemente sicura mezz'ora di esposizione al sole può causare gravi allergie.

I fattori interni della fotodermatite includono:

  1. Prendendo un numero di farmaci farmacologici, come pillole contraccettive ormonali con un alto contenuto di estrogeni, alcuni antibiotici, diuretici, antidepressivi, ecc.;
  2. Mancanza di vitamine nel corpo;
  3. Immunità ridotta.

Le cause esterne sono solitamente attribuite all'uso di varie creme e altri cosmetici, che includono alcuni componenti, come l'olio di sandalo, il muschio, ecc.

A rischio di fotodermatosi:

  • bambini piccoli;
  • le persone con la pelle chiara;
  • donne incinte;
  • coloro che erano alla vigilia di sottoporsi a procedure cosmetiche con i sali di cadmio (peeling chimici, tatuaggi).
  • persone che abusano di lettini abbronzanti;

Esistono anche sostanze che, in seguito all'ingestione, possono sviluppare una fotodermatite. Questo gruppo comprende singoli farmaci e alcuni prodotti alimentari.

  • antibiotici (doxiciclina, tetraciclina);
  • farmaci per il trattamento di malattie cardiache;
  • aspirina;
  • farmaci antibatterici;
  • ibuprofene;
  • antidepressivi;
  • diuretici;
  • tranquillanti;
  • contraccettivi orali con alti livelli di estrogeni.

Pertanto, se non riesci a interrompere l'assunzione di qualsiasi farmaco, consulta il medico in merito al rischio di fotodermatite durante il trattamento.

Sintomi di allergie al sole

Le allergie al sole, come ogni altra patologia, hanno un numero di sintomi e segni. Convenzionalmente, è possibile distinguere le manifestazioni locali e generali da esse.

I principali sintomi della fotodermatosi:

  • arrossamento e infiammazione della pelle;
  • peeling della pelle;
  • spesso accompagnato da intenso prurito e bruciore;
  • eruzioni cutanee possono essere sotto forma di follicolite (pustole) o papule.

Spesso questo stato non si sviluppa immediatamente. A differenza di una bruciatura, può verificarsi diverse ore dopo aver lasciato la spiaggia, e in alcuni casi anche dopo il ritorno dal resort. Una reazione fototossica può verificarsi diverse ore dopo l'esposizione al sole, mentre una reazione fotoallergica può verificarsi anche pochi giorni dopo il contatto con il sole.

  1. Un aumento della temperatura indica che i composti tossici vengono rilasciati dalla pelle nel sangue;
  2. vertigini;
  3. Una diminuzione della pressione sanguigna a causa di un allergene che entra nel sangue porta a svenimento.

Va notato che la sconfitta di piccole aree della pelle raramente porta a sintomi generali di allergia al sole. Cosa fare se ti trovi in ​​questi sintomi, vedremo un po 'più in basso.

Vedi anche: come spalmare le scottature a casa.

Allergia alla foto del sole

Sembra un'allergia solare, puoi guardare i dati delle foto:

Cosa fare in questo caso?

Prima di trattare le allergie al sole, è necessario escludere altri fattori di influenza. Aiuta anche le pillole per le allergie al sole. Questi sono antistaminici che alleviano il prurito ed eliminano il gonfiore. Puoi acquistarli nella farmacia più vicina senza prescrizione medica.

Tuttavia, il dosaggio raccomandato deve essere seguito attentamente. Se si verifica un'orticaria allergica o, come è chiamata anche allergia solare, fotodermatite, devono essere prese misure speciali che impediscano lo sviluppo di complicanze.

Trattamento di allergia solare

Non esiste una cura universale per l'allergia al sole. In terapia, è importante aderire a un approccio individuale. Come trattare le allergie al sole dipenderà dalla localizzazione dell'infiammazione sulla pelle, dalla gravità dell'eruzione e dalla presenza di sintomi comuni.

Nella maggior parte dei casi, il programma di trattamento include i seguenti componenti:

  1. Creme e pomate non ormonali per uso esterno: gel fenistil, desitina, ecc.
  2. Farmaci corticosteroidi: prescritti per le forme gravi di fotodermatite e solo su prescrizione del medico.
  3. Unguento a base di zinco, metiluracile, idrocortisone.
  4. Antistaminici: Suprastin, Tavegil, Erius, Cetrin e altri (vedi le pillole di allergia di ultima generazione).
  5. Vitamina terapia, immunoterapia: il medico prescrive farmaci immunostimolanti che aiuteranno a rafforzare le reazioni protettive del corpo.
  6. Enterosorbenti: Polysorb MP, Polifepano, Enterosgel. Aiuta a pulire rapidamente il corpo dalle tossine e dagli allergeni.
  7. Per ripristinare le funzioni del fegato, il medico prescrive epatoprotettori: "Kars", "Glutargin", "Silibor", Gepabene "e altri farmaci di origine vegetale.

Il trattamento dipende dal tipo specifico di reazione allergica. Nei casi lievi, è sufficiente evitare di apparire sotto il sole per diversi giorni, questo può essere sufficiente per sbarazzarsi dei sintomi.

prevenzione

Se sei allergico al sole, cosa fare, come affrontarlo? Prima di tutto, è importante capire che qualsiasi malattia è meglio prevenire che curare. pertanto:

  1. I preparati medicinali contenenti sostanze fotosensibilizzanti devono essere usati con cautela.
  2. Iniziare a prendere il sole con un breve soggiorno al sole aperto, nei primi giorni dovrebbe essere solo 10-15 minuti.
  3. Con una predisposizione alle allergie al sole, si consiglia di indossare abiti realizzati con tessuti naturali che tagliano il corpo contro la luce UV diretta.
  4. Se le allergie sono croniche prima dell'inizio della stagione primavera-estate, è possibile iniziare a prendere farmaci con proprietà fotoprotettive, ovviamente dopo aver consultato un medico.

Come trattare i rimedi popolari per le allergie?

Se non puoi consultare il tuo medico, puoi provare a usare rimedi popolari che ti aiuteranno inizialmente ad alleviare il dolore e il prurito della pelle.

  1. Ad esempio, utilizzare succo di cetriolo, patate o foglie di cavolo, poiché hanno proprietà emollienti e contribuiscono alla rapida guarigione delle ferite e delle lesioni cutanee.
  2. Utilizzate le infusioni di celidonia e calendula, con le quali fanno impacchi freddi.

Molte persone non sanno come trattare le allergie e nella maggior parte dei casi si automedicano, ma questo non dovrebbe essere permesso in nessun caso. Dopo aver individuato i primi segni della malattia, consultare immediatamente un medico. Trascurando il trattamento, è possibile provocare eczema, che è molto più difficile da trattare.

Allergia al sole (fotodermatosi): foto, sintomi, trattamento, in un bambino

L'estate è il momento perfetto per vacanze, viaggi e viaggi in paesi esotici per una lunga attività all'aria aperta. Nuota e goditi l'acqua tiepida del mare, prendi il sole al sole - può essere davvero meglio?

Ma ultimamente, molte persone hanno aumentato la sensibilità ai raggi del sole. In altre parole, sono allergici al sole, i cui segni si manifestano all'istante - dopo 20-30 secondi, o diverse ore dopo, o il secondo o il terzo giorno dopo la solarizzazione.

Tale risposta inadeguata del corpo umano alle radiazioni eccessive in medicina è chiamata reazione fototossica o fotodermatosi.

Allergia al sole: tipi

L'esposizione alla luce solare può causare una serie di diverse reazioni innaturali nell'uomo, chiamata fotosensibilizzazione:

  • Reazioni fototraumatiche

Tipico per la reazione del corpo che si verifica dopo una lunga persona al sole. Anche una persona completamente sana può ricevere scottature dopo ore intense di radiazioni ultraviolette.Non caratterizzeremo questo tipo di reazione in dettaglio perché è risaputo che non è raccomandato per molto tempo sotto il sole aperto, specialmente dalle 11:00 alle 16:00.

  • Reazioni fototossiche

Caratterizzato da qualsiasi persona e manifestato sotto forma di scottature - eritema, vesciche, bruciature. Il più delle volte causato da iniezione o somministrazione orale di farmaci, prodotti, erbe, che contengono fotosensibilizzanti.

  • Reazioni fotoallergiche

Processo patologico che si verifica solo nelle persone il cui corpo, per determinate ragioni, respinge le radiazioni ultraviolette, le loro membrane mucose e la pelle percepiscono i raggi del sole come influenza esterna tossica, aliena e ostile.

Le ragioni di questo sono i disturbi immunitari e questa reazione si manifesta sotto forma di papule, vescicole e lichenizzazione della pelle (rash, accompagnato da una violazione della pigmentazione e un forte ispessimento della pelle, la pelle diventa rugosa e ruvida.

Il gruppo di rischio in relazione allo sviluppo di allergia al sole è:

Persone che soffrono di malattie del sistema endocrino;

Persone che soffrono di malattie ai reni e al fegato;

Le persone che hanno monitorato i disturbi del sistema immunitario.

Sintomi di allergie al sole

Segni di allergia alla luce solare possono essere diversi e variano a seconda delle ragioni che hanno causato la reazione inadeguata dell'organismo, l'età della persona, provocando un fattore esterno o interno.

I sintomi dell'allergia solare sono spesso rappresentati dai seguenti disturbi:

Assorbimento, prurito, eruzione cutanea, arrossamento della pelle esposta alla luce solare.

L'allergia al sole sul viso, sulle gambe, sulle braccia, sul petto, si manifesta sotto forma di piccole irregolarità della pelle ruvida che prurito, dolore e talvolta si uniscono in lesioni arrossate e gonfie.

A volte caratterizzato da sanguinamento, croste, scaglie.

Un'allergia alla pelle dai raggi ultravioletti ha più spesso l'aspetto di orticaria, vesciche o eczema. Inoltre, una reazione allergica può verificarsi in aree lontane dall'influenza dei raggi UV.

In una sana, fisicamente forte allergia al corpo non dovrebbe essere. Pertanto, è principalmente caratteristica dei bambini che non sono diventati più forti dopo la malattia dei bambini, negli anziani e coloro che soffrono di molte malattie croniche.

Cause di allergie solari

I più allergici al sole sono quelli con il primo tipo di pelle, che è anche chiamato celtico. Una tale pelle praticamente non prende il sole, ma un'allergia ai raggi ultravioletti su esso appare abbastanza spesso.

La causa delle reazioni allergiche al sole sono agenti fotoreattivi o fotosensibilizzanti. I sintomi di allergia dipendono dalla quantità di queste sostanze e dall'intensità dell'irradiazione. In un corpo umano che è stato sottoposto a UV artificiale o naturale (lampade UV, lettini abbronzanti, concia solare), i fotosensibilizzatori provocano cambiamenti che si manifestano allergie al sole.

Le reazioni fototossiche sono causate da alcune sostanze. Per scoprire i motivi, devi sapere di cosa possono fare parte queste sostanze provocanti:

Prodotti per l'igiene - gli allergeni sono disponibili in sapone antibatterico.

Cosmetici e profumi - la maggior parte di rossetti, deodoranti, colonie, profumi, lozioni. La maggior parte delle creme che contengono gli oli essenziali della corteccia dell'albero di cannella, patchouli, bergamotto, aneto, cumino e tutti gli agrumi, così come il burro di arachidi.

I filtri solari - anche se sembra paradossale, ma quando si applica la protezione solare c'è il rischio di ottenere una forte reazione allergica. I pericoli sono rappresentati da agenti contenenti acido para-aminobenzoico e benzofenoni.

Alcuni supplementi nutrizionali - per esempio, dolcificanti.

Prodotti chimici domestici - per esempio, palle di naftalina.

Durante il tatuaggio, la procedura prevede l'uso di solfato di cadmio come adiuvante e può anche causare fotosensibilizzazione.

Medicinali - anche se il farmaco viene abbandonato, una reazione allergica può verificarsi diverse settimane o addirittura mesi dopo il completamento di questo, poiché alcune sostanze si accumulano molto lentamente nella pelle umana e nel corpo. In alcuni casi, a causa dei farmaci, la sensibilità alla radiazione solare è persistita per diversi anni.

La malattia di Gunter (porfiria eritropoietica) è una rara forma di fotodermatosi. I pazienti con questa mutazione ricorrente possono essere equiparati ai classici vampiri: hanno paura della luce del sole a causa di crepe e ulcere sulla pelle, hanno sopracciglia folte e ciglia, sono piuttosto pallidi. Nei pazienti con smalto e succo, possono assumere un colore rosa. Sotto il sole, lo smalto dei denti si riflette in un colore rosso sangue. Al momento attuale, la malattia è classificata come incurabile.

La pellagra (pelle ruvida) è una malattia piuttosto rara accompagnata da fotodermatosi. È una mancanza di assunzione di vitamina PP (acido nicotinico) o una violazione del suo assorbimento.

Elenco di farmaci, alimenti e piante che causano sintomi di allergia al sole

Un'indicazione di un possibile effetto collaterale sotto forma di fotosensibilizzazione è contenuta nelle istruzioni per l'uso di molti diversi farmaci, la probabilità che si verifichi è indicata molto bassa, circa 1 su 10.000 casi.

Questi farmaci sono:

antibiotici:

Fluoroquinoloni - "Nolitsin", "Levoflokatsin", "Ciprofloxacin", "Ofloxacin";

Macrolidi - "Macropen", "Sumamed", ecc.;

Acido di Pipemidovaya - usato per il trattamento della pielonefrite, cistite;

Antimicotico - "Griseovulfin" e altri farmaci antifungini.

Farmaci antinfiammatori non steroidei, antidolorifici e farmaci antipiretici - Piroxicam e ibuprofene.

Antistaminici - Promethazine e Difenghydramide.

Agenti cardiologici utilizzati nel trattamento delle malattie cardiovascolari:

"Amiodarone" - un farmaco a base di agente anti-aritmico Cordarone, che provoca una tinta bluastra.

I fibrati sono medicinali contenenti acidi fibroici e abbassano i livelli di colesterolo nel sangue.

Atorvastanin - pillole per ridurre il colesterolo dal letto.

"Digitossina" - un agente cardiotonico.

Sedativi, antidepressivi - "Melipramina", "Doksipin", alcuni sonniferi.

I farmaci che riducono lo zucchero utilizzati nel trattamento del diabete mellito sono cloropropamide e glibenclamide.

Diuretici tiazidici - "Chlorothiazide" e altri.I diuretici possono anche causare o esacerbare i sintomi delle allergie cutanee al sole.

Oli essenziali - olio di Hypericum, lime, bergamotto, oli essenziali di tutti gli agrumi - arancia, mandarino, limone.

Corticosteroidi - pomate ormonali e creme che causano allergie con l'uso prolungato (acido salicilico e borico, unguenti con catrame).

Le piante che scatenano le allergie del sole

Spesso, quando sostanze speciali, furocumarine, entrano in contatto con la pelle umana e quando la luce solare colpisce queste aree, si verifica una reazione allergica. Queste sostanze sono contenute in diverse piante.

La fotodermatite in questo caso è caratterizzata dai seguenti sintomi:

La comparsa di bolle ed eruzioni cutanee;

La pigmentazione sul sito della pelle interessata rimane invariata per un lungo periodo.

In estate, i fotosensibilizzatori esogeni sono rappresentati da tali piante:

fico, panace, ranuncoli, piantina bianca, quinoa, grano saraceno, ortica.

Lo sviluppo dei sintomi dell'allergia solare è possibile anche con l'ingestione di erbe medicinali: yagorets, borscevica, rape, trifoglio dolce, angelica, trifoglio e erba di San Giovanni.

Le alghe blu-verdi e il carice possono anche provocare allergie al sole, perché contengono ficocian e clorofilla.

Prodotti che esibiscono azione fotoallergica:

Prima di uscire al sole, non mangiare, non tagliare, non bere succhi di tali prodotti, perché le labbra e le mani possono soffrire a causa di una reazione allergica ai raggi del sole: prezzemolo, sedano, acetosa, succo di carota, succhi di agrumi, fichi, peperoni.

Inoltre, aumenta la sensibilità alle radiazioni ultraviolette: bevande alcoliche, in particolare champagne e vino, tutti i prodotti contenenti coloranti, additivi artificiali e conservanti.

Le persone che hanno già un'allergia al cioccolato, noci e caffè sono a maggior rischio di sintomi allergici al sole.

Trattamento di allergia solare

Qual è il trattamento di questa strana reazione quando appare? Il compito principale è stabilire la causa di una reazione allergica ai raggi ultravioletti. Se queste sono erbe, prodotti alimentari o prodotti farmaceutici, dovrebbero abbandonare questi prodotti o l'uso di prodotti. Se è impossibile cancellare il farmaco, è meglio cercare di evitare qualsiasi contatto della pelle con i raggi ultravioletti.

Se i sintomi delle allergie non sono associati all'assunzione di farmaci, è necessario determinare possibili fallimenti nel funzionamento di organi e sistemi, incluso il sistema immunitario.

Quali pillole, farmaci e farmaci ci sono per le allergie al sole? Quali creme e unguenti ci sono per le allergie al sole?

  • Unguenti e creme

Gli unguenti e le creme con corticosteroidi dimostrano una buona efficacia, ma il loro uso è raccomandato solo in caso di una reazione allergica grave, solo un medico ha il diritto di prescrivere tali agenti. Il ciclo di trattamento con tali creme e unguenti dovrebbe essere non durevole, perché con l'uso a lungo termine possono comparire vari disturbi della pelle: dilatazione dei vasi sanguigni sulla pelle, acne rosacea, eritemi e dipendenza da tali farmaci si verificano rapidamente e il loro uso frequente è irto di atrofia cutanea.

Da creme antiallergiche e unguenti di origine non ormonale, puoi utilizzare "La Cree", "Vondekhil", "Losterin", "Protopic", "Elidel", "Radevit", "Panthenol", "Dexpanthenol", "Gistan", "Desitin", "Fenistil gel".

  • antistaminici

Dopo aver subito un esame completo dell'immunologo-allergologo, del dermatologo, del medico generico e della determinazione della causa della reazione allergica, i medici prescrivono al paziente di assumere antistaminici. A seconda della causa della fotodermosi, alcuni di questi farmaci aiutano, per altri sono inefficaci. In particolare, puoi provare "Tavegil", "Suprastin" e "Klaritin".

Gli antistaminici di terza generazione, come Zodak e Tsetrin, mostrano una buona efficacia in vari tipi di allergie, hanno un effetto prolungato e non provocano sonnolenza.

  • Terapia vitaminica

Una delle cause probabili di allergie è una diminuzione dell'immunità a causa della carenza di vitamine, quindi le vitamine del gruppo B, vitamina C e vitamina E, l'acido nicotinico, possono essere parte degli elementi del complesso trattamento delle allergie solari.

  • Pulizia del corpo con abbondanti bevute e enterosorbenti

È necessario il più presto possibile per pulire il corpo di tossine e allergeni con questo scopo usano tali sorbents come "Enterosgel", "Filtrum STI", "Polysorb PM", "Polifan".

È inoltre necessario bere molta acqua al giorno, da 2-2,5 litri, che aiuterà il corpo a rimuovere più rapidamente gli allergeni.

  • Metodi popolari

Se non c'è la possibilità di consultare un medico specialista, è possibile cercare tra le medicine tradizionali quelle che contribuiranno a ridurre l'infiammazione della pelle nelle fasi iniziali, come il succo fresco di patate, cavoli o cetrioli.

Il succo di cavolo e patate ha proprietà sorprendenti nell'alleviare la rapida guarigione di ferite e ferite della pelle. Le infusioni di celidonia o calendula, che sono consigliate per fare impacchi freddi, hanno anche un effetto ammorbidente.

Se si verificano reazioni dolorose sensibili alla luce, è necessario dire al medico quanto tempo dopo essere stato al sole, la reazione è apparsa, quali sono stati i sintomi, l'eruzione e le sensazioni.

Allergia al sole: cause e rimedi

Al primo sospetto di allergia al sole, è necessario consultare un allergologo. Quanto prima inizierà il trattamento, tanto più efficace sarà.

Allergia al sole (o fotodermatosi) - un'eccessiva risposta immunitaria del corpo all'esposizione alla luce solare. I medici raccomandano vivamente di iniziare il trattamento dell'allergia al sole il prima possibile. Se stare sotto il sole provoca anche la minima reazione allergica in voi, allora dovreste immediatamente prendere tutte le precauzioni, naturalmente, dopo aver consultato un allergologo.

Malattie correlate:

Cause di allergie solari

Secondo le statistiche mediche, il numero di casi segnalati di allergia al sole aumenta ogni anno. Nota che le allergie solari non si verificano necessariamente in forma cronica. Forse dopo la prescrizione del trattamento, i sintomi di allergia saranno eliminati e non sarai mai più disturbato.

I raggi solari stessi non sono allergeni, ma possono portare al fatto che nel corpo umano sotto la loro influenza comincia ad accumularsi sostanze che causano una reazione allergica.

Spesso, le allergie solari sono osservate nei bambini piccoli, perché il loro sistema immunitario non è ancora in grado di far fronte al carico posto sul corpo.

In generale, tutte le cause di allergia al sole possono essere suddivise in due gruppi:

  • Cause esterne Questi includono cosmetici, profumi e rimedi locali che aumentano la sensibilità del corpo alla luce solare. È noto che la sensibilità al sole aumenta anche i farmaci antimicrobici e diuretici, ovviamente dipende molto dalla durata della permanenza di una persona sotto il sole. Prima di usare questo o quell'agente cosmetico o terapeutico, leggi attentamente le istruzioni per questo. Se l'istruzione indica che il farmaco può causare la fotodermatite, allora è necessario ridurre al minimo l'esposizione alla luce solare. Quando si scelgono i cosmetici, prestare particolare attenzione al contenuto di sostanze come acido borico, composti di mercurio, oli essenziali, eosina. Questi componenti aumentano la gravità della malattia. La dermatite da prato, che si sviluppa in risposta alla fioritura delle piante di prato in estate, può essere citata come l'esempio più vivido di fotodermatite esterna (o esogena). Le sostanze furocumarine contenute in tali piante in combinazione con radiazioni ultraviolette possono causare una reazione allergica sulla pelle. La fotodermatite è spesso causata da alcuni farmaci, come sulfonamidi, aminazina, barbiturici, antistaminici, alcuni farmaci anti-infiammatori non steroidei, contraccettivi orali, antibiotici e altri. Inoltre, si dovrebbe prendere in considerazione il momento in cui l'allergia al sole si verifica spesso in un momento in cui la pelle è indebolita da qualche effetto aggiuntivo, come il tatuaggio o peeling.
  • Cause interne Le allergie alla luce solare possono contribuire a malattie del fegato, disturbi del tratto digerente e interruzioni del sistema immunitario. Si nota che con la correzione dei processi metabolici, la normalizzazione del fegato, il sistema immunitario, il reintegro della carenza di vitamine e microelementi, la gravità della malattia è marcatamente ridotta fino a scomparire completamente.

Tipi di allergie al sole

La fotosensibilizzazione porta allo sviluppo di una serie di reazioni innaturali, vale a dire:

  • Reazioni fototraumatiche. Questa è una reazione abbastanza normale del corpo dopo una lunga permanenza al sole. E anche una persona completamente sana dopo molte ore di radiazioni ultraviolette può subire scottature di vario grado. Non sarebbe superfluo ricordare ai nostri lettori che l'esposizione alla luce solare diretta da 11 a 16 ore non è auspicabile.
  • Reazioni fototossiche Si tratta di reazioni sotto forma di scottature solari, che manifestano edema, eritema, vesciche e altre manifestazioni. Spesso, le reazioni fototossiche si sviluppano in risposta all'assunzione di alcuni farmaci e prodotti contenenti fotosensibilizzanti.
  • Reazioni fotoallergiche Questa è una reazione patologica in cui il corpo respinge i raggi ultravioletti.

Sintomi correlati:

Sintomi di allergie solari

I principali sintomi di un'allergia al sole sono:

  • eruzione cutanea su tutto il corpo. Possibile comparsa di eruzioni pustolose;
  • desquamazione della pelle;
  • gonfiore;
  • arrossamento della pelle;
  • sensazione di bruciore e prurito.

Spesso i sintomi di allergia al sole non si sviluppano immediatamente. Ad esempio, a differenza delle ustioni, i sintomi allergici possono verificarsi dopo poche ore. Qui è necessario separare le reazioni fototossiche e fotoallergiche. Se il primo può svilupparsi in un paio d'ore, poi il secondo - forse qualche giorno dopo il contatto con la luce del sole.

Le allergie solari possono esacerbare il corso di alcune malattie croniche e non curate.

Gruppo di rischio

Alcuni individui hanno maggiori probabilità di sviluppare allergie al sole rispetto ad altri. Pertanto, le seguenti categorie di persone hanno un aumentato rischio di sviluppare allergia al sole:

  • Volti con pelle chiara e capelli biondi.
  • Donne incinte Secondo le statistiche mediche, le donne incinte hanno maggiori probabilità di essere allergiche al sole.
  • Bambini piccoli
  • Persone che assumono farmaci che possono causare una reazione eccessiva della pelle.
  • Le persone che hanno parenti con allergie solari. C'è un'alta probabilità di sviluppare allergia solare se qualcuno dei membri della famiglia nucleare soffre anche di allergie al sole.
  • Persone a contatto con sostanze che causano allergie al sole.
  • Persone che abusano del solarium.
  • Persone che hanno fatto alcune procedure cosmetiche alla vigilia (ad esempio, tatuaggi, peeling chimici e altri).

Trattamento di allergia solare

L'allergia è una malattia che richiede un adeguato intervento medico. Evitare i raggi del sole a una persona normodotata è quasi impossibile, specialmente nella stagione calda, quindi è necessario consultare un allergologo con tutte le procedure diagnostiche necessarie.

In presenza di disturbi negli organi interni e nel sistema immunitario, viene prescritto un trattamento appropriato. Parallelamente, viene effettuato un trattamento mirato all'eliminazione delle manifestazioni esterne delle allergie solari. Per questi scopi, di regola vengono utilizzati preparati locali (unguenti, creme) contenenti lanolina, zinco e metiluracile. In alcuni casi, il medico prescrive pomate ormonali e farmaci antinfiammatori. Per stimolare i processi rigenerativi della pelle, vengono prescritte vitamine del gruppo B, vitamine C, E e acido nicotinico.

Considerare le droghe per il trattamento delle allergie solari in modo più dettagliato:

  • Creme e unguenti per le allergie. Creme e unguenti con corticosteroidi sono abbastanza efficaci nel trattare le allergie alla luce solare, ma possono essere usati solo con una forma grave di allergia al sole. Nelle forme più lievi della malattia non è possibile usare farmaci corticosteroidi. Dovrebbe essere compreso che l'uso di questi strumenti è possibile solo con il permesso del medico. Il corso del trattamento con unguenti steroidei dovrebbe essere breve, perché il loro uso a lungo termine può causare vari disturbi della pelle, ad esempio, eritema, dilatazione dei vasi sanguigni sulla pelle, e la dipendenza si sviluppa rapidamente, e se vengono usati frequentemente, si può sviluppare atrofia della pelle.
  • Antistaminici. In caso di allergie, di regola, gli antistaminici sono prescritti al paziente. Tuttavia, vale la pena notare che alcuni di questi farmaci aiutano, mentre altri no. Tutto dipende dalla causa principale della fotodermatosi, sulla base della quale il medico decide sulla nomina dei farmaci antistaminici. Esistono diverse generazioni di antistaminici. I farmaci di terza generazione sono altamente sicuri e non causano sonnolenza, a differenza degli antistaminici di prima e seconda generazione.
  • Ricezione di vitamine. Una possibile ragione per lo sviluppo di allergie al sole può essere una diminuzione dello stato immunitario e una carenza di vitamine. In questi casi, al paziente vengono prescritte vitamine quali la vitamina C, le vitamine del gruppo B, la vitamina E, l'acido nicotinico e altri. Dovrebbe essere chiaro che la terapia vitaminica non è un metodo indipendente per trattare le allergie, ma è solo una delle componenti del trattamento complesso.

La durata del trattamento dell'allergia solare può variare da alcuni giorni a diverse settimane. Tutto dipende dalla gravità della malattia e dall'adeguatezza del trattamento prescritto.

Quando la malattia si ripresenta, i sintomi di solito aumentano. Fortunatamente, i casi ripetuti sono rari.

Allergia al sole: misure preventive

Al fine di ridurre al minimo la probabilità di allergia al sole, dovresti seguire questi consigli:

  • se possibile, rifiuta di indossare vestiti fatti di tessuti sintetici;
  • Non passare troppo tempo sotto il sole aperto. I bagni di sole della durata di 10-20 minuti saranno abbastanza sufficienti, dopodiché sarà necessario "nascondersi" all'ombra;
  • usa la protezione solare;
  • visitare la spiaggia al mattino presto e alla sera, quando l'attività del sole è minima;
  • Usa ombrelli, cappelli e mantelle per proteggersi dal sole.

Cosa fare se si è allergici al sole

L'estate è un bel periodo per le vacanze e i viaggi. Di recente, tuttavia, sempre più persone si trovano ad affrontare un problema come un'allergia al sole.

I sintomi di questa malattia possono apparire letteralmente in pochi secondi e rovinare in modo significativo le tue vacanze estive.

In medicina, questa condizione è chiamata fotodermatosi o reazione fototossica.

motivi

Molto spesso, le allergie alla luce solare si verificano nelle persone con il primo fototipo della pelle.

La causa principale di questa malattia sono i fotosensibilizzanti o gli agenti fotoreattivi.

Dopo l'esposizione alle radiazioni ultraviolette, causano cambiamenti che provocano manifestazioni della malattia.

Le reazioni fototossiche possono essere associate all'azione di varie sostanze.

Per determinare le cause della reazione, è necessario sapere dove sono contenuti:

  1. prodotti per l'igiene - in particolare, sapone antibatterico;
  2. cosmetici - molte creme, colonie, rossetti e deodoranti contengono sostanze simili;
  3. Supplementi nutrizionali - per esempio, dolcificanti;
  4. prodotti chimici domestici - palline di tarme;
  5. farmaci.

Inoltre, tali sostanze possono entrare nel corpo durante il tatuaggio, poiché durante l'esecuzione di questa procedura viene utilizzato il solfato di cadmio.

Le cause includono anche la malattia di Gunther.

Queste persone hanno la pelle pallida, le sopracciglia molto folte e le ciglia, hanno paura della luce solare a causa della comparsa di ulcere e crepe sulla pelle.

Un'altra causa della fotodermatosi è la pellagra.

Questa malattia è una violazione dell'assorbimento o della carenza di acido nicotinico nel corpo.

Meccanismo di sviluppo

La luce solare non è un allergene, ma può portare a reazioni aggressive del sistema immunitario e di tutto il corpo:

  1. reazione fototraumatica - è una solarizzazione dopo una lunga permanenza al sole;
  2. reazione fototossica - è lo sviluppo della fotodermatosi, che è innescata dall'interazione dell'ultravioletto e da alcune varietà di piante o droghe;
  3. fotoallergia - è una fotosensibilità.

Tutte le forme della reazione sono accompagnate da vari gradi di pigmentazione della pelle.

L'eccezione è fatta da persone che hanno una tendenza alla comparsa di reazioni allergiche.

Loro anche mezz'ora al sole possono causare i sintomi più forti della malattia.

La patologia può essere associata all'azione dei fotosensibilizzanti, che includono molti alimenti, piante, droghe.

Aumentano la sensibilità della pelle agli effetti delle radiazioni ultraviolette e attivano le difese del corpo, compresa una risposta immunitaria aggressiva.

Tutti i fotosensibilizzatori possono essere differenziati dalla velocità di esposizione:

  1. opzionale - portare a fotosensibilità è abbastanza raro. Ciò accade solo nel caso di una lunga permanenza al sole e soggetta alla presenza di prontezza allergica. Tali sostanze di solito portano a reazioni corrispondenti;
  2. obbligare - provocare sempre fotosensibilità della pelle. A volte capita letteralmente dopo 10 minuti o poche ore. Le sostanze obbligatorie portano a reazione fototossica.

Oltre ai sintomi di allergie, si può verificare esacerbazione di herpes, eczema, psoriasi.

Esistono anche fotosensibilizzatori, che provocano l'accelerazione dello sbiadimento della pelle e promuovono l'aspetto del cancro.

Sotto l'influenza della luce solare si possono sviluppare vari tipi di fotodermatosi:

  1. scottature. È una reazione fototraumatica acuta, caratterizzata dall'infiammazione della pelle. Recentemente, questa condizione ha sempre più provocato lo sviluppo del melanoma;
  2. l'irradiazione ultravioletta cronica spesso porta al geroderma. Questa malattia non assomiglia ai classici sintomi delle allergie, ma i processi che si verificano nel corpo sono simili alla risposta immunitaria in risposta all'esposizione ad un allergene;
  3. il contatto con le piante fototossiche può sviluppare la fotodermatosi, chiamata anche fotodermatite da prato. I sensibilizzatori vegetali includono piante con salicilati e cumarine nella composizione;
  4. eczema del sole e prurito sono stati caratteristici che accompagnano le allergie al sole;
  5. L'allergia può essere il risultato di dermatosi polimorfica, che è la comparsa di eruzioni dipendenti dalla luce.

Allergie al sole, ustioni o ipersensibilità?

Le prime manifestazioni di scottature ricordano i segni della fotodermatite, quindi è abbastanza difficile fare una diagnosi corretta.

Per differenziare queste condizioni, si dovrebbero prendere in considerazione le seguenti caratteristiche cliniche:

  1. con la fotodermatite, il dolore è assente, mentre le ustioni sono sempre accompagnate da un forte disagio;
  2. con le allergie quasi immediatamente dopo che i raggi del sole colpiscono la pelle, inizia il prurito. Con una bruciatura, questa condizione si osserva solo dopo 4-5 giorni;
  3. a seguito di una pressione sulla pelle con una bruciatura, rimarrà una traccia bianca, mentre le allergie non sono accompagnate da sintomi simili;
  4. In caso di allergia, arrossamento e prurito si verificano non solo nella zona in cui il sole entra nel sole, ma anche al di fuori di esso. Con le ustioni, questi sintomi non lasciano i confini dell'area interessata.

Sintomi della manifestazione

Tutti i sintomi della fotodermatite sono suddivisi in due categorie: generale e locale.

Grazie a questo, puoi scoprire come si presenta la reazione al sole.

Le manifestazioni locali includono:

  • arrossamento di alcune aree cutanee anche con una leggera esposizione al sole;
  • sensazione di prurito e bruciore sulla pelle;
  • l'aspetto del gonfiore della pelle;
  • eruzione cutanea;
  • vesciche della pelle.

Manifestazioni comuni includono:

  • aumento della temperatura corporea - si verifica a causa di sostanze tossiche nel sangue;
  • sincope - è una conseguenza della caduta della pressione sanguigna;
  • vertigini;
  • nausea;
  • la debolezza;
  • mal di testa.

Se sono interessate piccole aree della pelle, i sintomi generali di solito non si sviluppano.

Foto: reazione al sole

Fattori di stimolazione

Vari fattori possono provocare una reazione al sole:

  • malattia del fegato;
  • interruzione della cistifellea;
  • malattie dell'apparato digerente;
  • carenza enzimatica;
  • patologia tiroidea;
  • malattia renale cronica;
  • infestazione da vermi;
  • violazione del metabolismo dei pigmenti;
  • carenza di vitamine PP, A, E;
  • uso incontrollato di droghe;
  • tendenza a reazioni allergiche.

Va tenuto presente che alcune droghe possono provocare lo sviluppo della sensibilità al sole.

Per i farmaci fototossici sono inclusi i seguenti:

  • antibiotici del gruppo tetraciclina;
  • ormoni corticosteroidi;
  • citostatici;
  • agenti riducenti dello zucchero;
  • sonniferi;
  • contraccettivi orali;
  • sulfamidici;
  • farmaci cardiovascolari;
  • retinols;
  • farmaci anti-infiammatori non steroidei;
  • antipsicotici;
  • fluorochinoloni;
  • agenti antifungini;
  • salicilati;
  • aspirina;
  • farmaci antiaritmici;
  • diuretici;
  • vitamine B2 e B6.

Inoltre, le reazioni allergiche al sole si verificano spesso dopo aver mangiato frutta o contatto con piante che contengono furocumarine.

Gruppi di rischio

A rischio per lo sviluppo della malattia sono le seguenti categorie della popolazione:

  • bambini piccoli;
  • donne incinte;
  • persone con pelle chiara e capelli biondi;
  • persone che frequentano il solarium;
  • persone che hanno recentemente fatto peeling o tatuaggi chimici.

Cosa fare

Per prevenire l'insorgere dei sintomi, è necessario seguire alcune regole:

  1. limitare l'esposizione al sole Con una tendenza alle allergie sotto l'influenza della luce ultravioletta non può essere più di 20 minuti;
  2. prima di andare in spiaggia è vietato applicare cosmetici decorativi e profumi sulla pelle;
  3. utilizzare alta protezione solare SPF;
  4. rifiutare l'uso di cosmetici contenenti fragranze, perché possono causare la comparsa di pigmentazione;
  5. applicare la protezione solare circa 20 minuti prima di uscire al sole;
  6. dopo essere uscito dall'acqua, non asciugare per non seccare eccessivamente la pelle. Basta asciugarla con un asciugamano;
  7. subito dopo aver nuotato è meglio rilassarsi all'ombra;
  8. in presenza di tali problemi, è necessario scegliere il momento giusto per l'abbronzatura - fino a 10 ore o dopo 17 ore;
  9. nei casi difficili, si consiglia di indossare abiti a maniche lunghe per coprire il più possibile la superficie della pelle
  10. ai primi sintomi di un'allergia dovresti consultare un medico. Lo specialista farà la diagnosi corretta e selezionerà antistaminici efficaci.

Come trattare

Il trattamento delle allergie al sole deve necessariamente essere complesso.

Per far fronte alla malattia, è necessario consultare uno specialista in tempo utile.

Unguenti e creme

I rimedi più efficaci per le allergie sono un unguento o crema contenente ormoni corticosteroidi.

Tuttavia, possono essere utilizzati solo come prescritto da un medico per reazioni gravi.

Il corso di applicazione di tali fondi dovrebbe essere breve, altrimenti vi è il rischio di patologie cutanee, rosacea, eritema.

Tra i fondi non ormonali vale la pena evidenziare:

Per il trattamento delle scottature usate strumenti come Livian, Psilo-Balsam, Flocet, Vinylinum, ecc.

farmaci

Dopo aver condotto un esame dettagliato e stabilito la causa della malattia, è necessario trattare le allergie con l'aiuto di farmaci antistaminici - tavegila, claritina, suprastin.

Mezzi particolarmente efficaci della terza generazione: zodak e tsetrin.

Non causano sonnolenza e possono essere usati per molto tempo.

La comparsa di allergie al sole è il risultato di un indebolimento del sistema immunitario, una mancanza di vitamine.

Pertanto, il medico può prescrivere complessi vitaminici.

Spesso richiede anche la pulizia del corpo con l'aiuto di enterosorbenti.

È possibile utilizzare compresse come Polysorb, Filtrum, Polyphepan.

Ricette popolari

Per il trattamento delle allergie a casa, puoi usare rimedi popolari:

  • trattare con cura le aree interessate con succo di cocomero o cetriolo;
  • spalmare la pelle con succo di cavolo, mescolandola precedentemente con albume;
  • lubrificare le eruzioni cutanee con una miscela a base di miele e acqua;
  • diluire l'aceto di mele con acqua in rapporto 1: 1 e utilizzare la soluzione ottenuta per trattare le aree colpite;
  • applicare impacchi a base di tè nero.

È possibile somministrare sorbenti a bambini con allergie? La risposta è nell'articolo.

Che ruolo gioca la protezione solare?

A volte una persona può essere allergica alla crema solare.

Il fatto è che le sostanze nella sua composizione possono reagire con l'ultravioletto e provocare reazioni indesiderabili.

Questi componenti includono acido eosina e para-aminobenzoico.

Pertanto, l'uso di prodotti contenenti tali ingredienti dovrebbe essere estremamente prudente.

Video: come godersi il caldo estivo

Prodotti utili

Per prevenire il verificarsi di reazioni allergiche indesiderate, è necessario regolare la dieta:

  1. consumare un gran numero di prodotti contenenti vitamine C, B ed E. Particolarmente utile per mangiare bacche e frutti freschi - mirtilli, melograni, uva passa;
  2. bevi molta acqua pura Grazie a questo, sarà possibile ripulire il corpo dalle sostanze tossiche. Allo stesso tempo, si consiglia di escludere completamente bevande gassate, alcol e succhi.
  3. In vacanza, fai attenzione ai piatti esotici. Con alta sensibilità alla luce solare, tali esperimenti dovrebbero essere evitati.

Pronto soccorso per la manifestazione acuta

In caso di comparsa improvvisa di sintomi della malattia, è necessario chiamare immediatamente un'ambulanza.

Prima dell'arrivo del medico, puoi provare ad alleviare la condizione della persona:

  1. dare un sacco di liquidi per eliminare i sintomi della disidratazione. In questo caso, latte, caffè o tè sono controindicati;
  2. coprire la pelle della vittima con vestiti;
  3. applicare un impacco freddo alle aree interessate;
  4. Se possibile, somministrare un farmaco antistaminico a una persona.

Un'allergia al sole può portare al vomito, quindi la vittima deve essere distesa su un fianco.

Ciò impedirà al vomito di entrare nel sistema respiratorio.

Sei allergico ai pannolini? La soluzione è qui.

Quale dovrebbe essere la dieta per le allergie alimentari nei bambini? Dettagli sotto.

Consigli e precauzioni

Per ridurre al minimo il rischio di reazioni allergiche, è necessario seguire alcune raccomandazioni:

  1. 20 minuti prima di uscire, applicare una crema protettiva;
  2. dopo aver fatto il bagno in uno stagno, asciugare la pelle con un asciugamano;
  3. non usare cosmetici decorativi, profumi, creme;
  4. proprietari di pelle chiara e sensibile per evitare l'esposizione alla luce solare;
  5. quando fa caldo bere almeno 2 litri di acqua pulita. Limitare la quantità di bevande calde e abbandonare completamente l'alcol;
  6. con una tendenza alle allergie a trasportare antistaminici. È meglio scegliere i mezzi della terza generazione.

La sensibilità al sole sta diventando sempre più comune.

Questa è una patologia piuttosto spiacevole che può portare allo sviluppo di complicazioni pericolose.

Per evitare ciò, è necessario sapere come si manifesta questo tipo di allergia.

Questo ti consentirà di consultare un medico quando compaiono i primi sintomi della patologia.

La vacanza è rovinata - l'allergia al sole si è manifestata, cosa fare e come trattarlo?

L'allergia al sole (fotodermatite) è una reazione specifica del sistema immunitario del corpo agli effetti nocivi dei raggi ultravioletti.

I sintomi della fotodocmatite sono principalmente macchie rosse, prurito sgradevole o vesciche. Le allergie possono rovinare la tua vita con il loro aspetto inaspettato.

Va detto che un'allergia al sole non sorge senza motivo. La luce solare provoca solo alcuni allergeni a reagire.

Fattori di fotodermatite:

  1. Le persone con pelle chiara e capelli hanno maggiori probabilità di soffrire di allergie al sole. Sono quasi privi di melanina nella pelle, quindi la loro protezione dall'esposizione al sole è minima. Anche la pelle chiara è presente nel gruppo con un alto rischio di scottature.

È importante! Uno dovrebbe essere particolarmente attento alle scottature, perché al di sotto di esse può essere un melanoma maligno (uno dei più pericolosi tipi di cancro).

  • Le donne incinte sono soggette a fotodermatite.
  • Varie malattie possono causare allergie al sole. Questi includono le malattie degli organi interni: fegato, intestino, reni e così via.
  • Accettazione di alcuni farmaci: farmaci anti-infiammatori, tetracicline, sulfonamidi e molti altri.
  • Bassa immunità
  • Età dei bambini
  • Problemi con il sistema endocrino
  • Cambiamento climatico
  • Prodotti per la cura personale: profumi, colonie, deodoranti, ecc.
  • Tipi di allergie al sole.

    In generale, le allergie al sole possono essere suddivise in due tipi: fotodermatite endogena ed esogena.

    Fotodermatite endogena.

    Allergia, che appare dopo l'interazione dei raggi ultravioletti con varie sostanze. Questi includono:

    • Prodotti per l'igiene personale: creme, oli e così via
    • Perle di api e fiori di polline
    • Cosmetici e profumi
    • Agrumi

    Molto spesso, dopo la cessazione di qualsiasi contatto con le sostanze sopra elencate, l'allergia scompare.

    È importante! Una reazione allergica al sole è spesso causata dal fatto che vari tipi di farmaci che provocano la fotodermatite si accumulano nel corpo umano.

    Farmaci che provocano la fototomatologia:

    1. antidepressivi
    2. Preparazioni per il cuore e i vasi sanguigni
    3. contraccettivi
    4. aspirina

    Fotodermatite esogena.

    Una malattia che è associata alle caratteristiche del corpo, del sistema immunitario o ereditarietà.

    • Bassa melanina
    • Immunità debole o malattie infettive: tubercolosi, influenza, pertosse e altri

    È importante! Ogni tipo di allergia al sole ha le sue caratteristiche, quindi solo un dermatologo può decidere come affrontare questo disturbo.

    Che tipo di pomata usare per curare le allergie al sole?

    Va notato che tutti gli unguenti e le creme antiallergiche possono essere divisi in due gruppi: ormonali e non ormonali.

    Unguenti non ormonali sono assolutamente sicuri e praticamente non hanno controindicazioni. Sono prescritti anche per i bambini e sono consentiti per l'uso in qualsiasi periodo di tempo. Spesso sono prescritti per allergie alimentari e fotodermatite. I migliori sono: unguento a base di zinco, fenistil e histan.
    Gli unguenti ormonali sono potenti ed efficaci che agiscono all'istante. Tuttavia, possono essere utilizzati solo per un breve periodo di tempo (fino a 5-7 giorni). Hanno anche una lista decente di controindicazioni. I seguenti farmaci si riferiscono a farmaci ormonali: dermoveit, fluorocore, elokom e altri.

    Farmaci e compresse di fotodermatite

    È importante! Qualsiasi automedicazione può solo peggiorare la condizione originale. Al fine di assumere uno qualsiasi dei farmaci utilizzati per il trattamento delle allergie solari, sono necessari un esame approfondito e un controllo rigoroso del medico curante.

    1. Dopo aver scoperto ed eliminato i fattori che hanno causato la fotodermatite nel tuo caso, dovresti iniziare a prendere antistaminici. Aiuteranno a rimuovere la sensazione sgradevole, prurito e arrossamento. I più comuni sono: zyrtec, erius, suprastin, diazolin e altri.
    2. Il prossimo passo è l'uso di farmaci anti-infiammatori. Ad esempio: parcetamolo, nimesil, ibuprofene, ecc.

    Trattamento domiciliare

    • Al fine di sbarazzarsi degli spiacevoli sintomi di allergia al sole (prurito spiacevole, eruzione cutanea), è necessario fare bagni con l'aggiunta di: abete, aghi e abete rosso
    • La medicina tradizionale afferma che non male con la fotodermatite fa fronte decotto delle foglie di geranio (tre cucchiai per lo stesso numero di bicchieri con acqua tiepida)
    • I trattamenti con acqua insieme a varie foglie di erbe e alberi aiuteranno a rimuovere il rossore. Può essere usato: foglie di betulla, viburno, rosa canina e menta
    • Succo di sedano, su consiglio, affronta la fotodermatite. Deve essere assunto 4 volte al giorno per 5 ml.

    Prevenzione della fotodermatite.

    1. La pelle chiara e capelli biondi hanno bisogno di passare meno tempo al sole
    2. La protezione UV deve essere affidabile. Crema abbronzante con segno SPF non inferiore a +50 gradi, ad esempio Evalar
    3. Mentre al sole, l'uso di cosmetici dovrebbe essere ridotto al minimo.
    4. Se possibile, copri il tuo corpo il più possibile con i vestiti.
    5. Dedica più tempo all'ombra
    6. Il momento migliore per la solarizzazione prima delle 11 e dopo le 18 ore
    7. Non portare la tua condizione allo stadio estremo e quando compaiono i primi sintomi di allergia al sole, vai dal medico.

    È importante! Se compaiono anche le più piccole macchie, dovresti consultare un medico.

    Affinché la tua vacanza non sia rovinata, e le malattie della pelle sono evitate di lato, devi seguire rigorosamente le regole e le raccomandazioni preventive.

    Popolarmente Sulle Allergie