I pigmenti consistono sia di sali che di metalli inorganici come mercurio (pigmento rosso), cromo (verde), manganese (viola), cobalto (blu), cadmio (giallo) e idrossido di ferro (ocra) e composti organici come il sandalo. legno (rosso), cesalpinia (rosso) e può causare una varietà di dermatosi. La reazione può essere acuta e seguire immediatamente l'introduzione del pigmento nella pelle, oppure può apparire mesi o anni dopo il tatuaggio.

La reazione più frequente osservata sui pigmenti per i tatuaggi è la dermatite allergica da contatto e la dermatite da lichene, con la reazione che si sviluppa principalmente verso il pigmento rosso (contenente mercurio). La reazione fotoindotta è più spesso associata al pigmento giallo ed è solitamente espressa da noduli eritematosi e prurigenici che appaiono dopo l'esposizione al sole. La reazione granulomatosa a un corpo estraneo nei tessuti (pigmento nella pelle) è più spesso causata da pigmenti contenenti mercurio, cromo, cobalto, manganese, è solitamente limitata dalla posizione del colore ed è una manifestazione di una reazione ipersensibile ai componenti del pigmento. Le reazioni sarcoidi pure sono rare in un tatuaggio e sono più spesso su pigmenti contenenti silicio. La reazione pseudo-linfomatosa, che si manifesta sotto forma di noduli eritematosi o placche viola, è spesso causata da pigmenti rossi, verdi e blu.
Finora non esiste un modo affidabile per trattare tali lesioni. Ci sono segnalazioni di miglioramenti significativi nell'uso di un laser a CO2 e di un laser Q-switched ND-YAG. Inoltre, la rimozione del pigmento utilizzando il laser Q-switched ND-YAG mostra i migliori risultati, ma in alcuni casi il pigmento può diffondersi attraverso i tessuti attraverso gli effetti del laser e aumentare significativamente la reazione allergica. Inoltre, la rimozione del pigmento richiede un numero significativo di effetti del laser Q-switched ND-YAG. I farmaci corticosteroidi esterni e intradermici sono anche usati per trattare tali reazioni, ma le ricadute sono abbastanza comuni.

Paziente numero 1 (ragazza di 24 anni)

Paziente n. 2 (maschio, 30 anni)

Tali reazioni non sono rare e, sfortunatamente, poche persone in Russia sanno cosa sia e come affrontare questo fenomeno. I dermatologi mandano gli oncologi o anche le spallucce. non ho riscontrato casi del genere

(Reazioni ai pigmenti nei tatuaggi: una relazione di due casi *
Reacoes aos diferentes pigmentos de tatuagens: relato de dois casos
Fernanda Andre Martins Cruz, Denise Lage,
Rafaela Marega Frigerio, Mariana Colombini Zaniboni,
Lucia Helena Favaro Arruda; Un Bras Dermatol. 2010; 85 (5): 708-11.)
Traduzione: Mikryukov Vitaly Alexandrovich
Quando si cita il riferimento alla fonte.

Riassunto delle allergie del tatuaggio

In Russia, queste reazioni alle vernici dell'azienda INTENZE sono le più comuni (vero o falso è difficile da dire). Non ho nulla contro questo produttore, tuttavia, la maggior parte delle segnalazioni di allergia menzionano questo particolare marchio.

Valutare se c'è un'allergia o meno nelle prime 2-3 settimane (e ancor più nei primi giorni) dopo aver applicato il tatuaggio non ne vale la pena, bisogna attendere la guarigione e il ripristino della pelle e solo allora si può apprezzare se c'è un'allergia a certi pigmenti o meno. Di solito, l'intero tatuaggio guarisce, ma continua a staccarsi e come mostrare esattamente dove si esprime la reazione allergica al pigmento. Assicurati di non essere allergico alla crema cicatrizzante che il maestro ti ha raccomandato (le reazioni a Bepanten non sono così rare).

Le allergie più comuni sono ROSSO, MARRONE, VIOLA, BLU, ma non limitato a loro.

Le allergie possono manifestarsi sia nei primi mesi dopo l'applicazione del tatuaggio, sia negli anni dovuti alla provocazione (eccessiva insolazione, traumi, ecc.)

Non sono noti metodi di trattamento senza rimuovere il pigmento, che provoca una reazione allergica dalla pelle. Ci sono modi per controllare la reazione allergica o ridurre temporaneamente le sue manifestazioni, come gli unguenti locali glucocorticoidi, gli iniettabili e gli antistaminici che riducono l'allergia profvleniya, ma nessuno di questi farmaci può fermare la reazione allergica per sempre. Mentre l'allergene è nella pelle - la reazione si verificherà.

Per fermare una tale reazione allergica al pigmento, è necessario rimuovere la vera causa della reazione - il pigmento che si trova nella pelle. La rimozione può essere effettuata con un laser ND-YAG per rimuovere i tatuaggi (potrebbero essere necessarie molte sessioni, è anche possibile aumentare temporaneamente la risposta dopo le sessioni - perché il pigmento è schiacciato e reso più accessibile al sistema immunitario) o un laser CO2 - la pelle viene bruciata insieme al pigmento, sul posto rimozione della cicatrice, o qualsiasi altro metodo disponibile (elettrocoagulazione, azoto liquido, acidi, macinazione meccanica, rimozione chirurgica) - tutti questi metodi lasceranno una cicatrice di varia intensità nel sito di distruzione della pelle.

È impossibile prevedere lo sviluppo delle allergie ai pigmenti del tatuaggio, è possibile effettuare un test preliminare - per riempire diversi punti con quei pigmenti con cui si prevede di tatuare e attendere 2-4 settimane, cercando una reazione, se non c'è reazione sospetta, allora la probabilità di un'allergia è bassa. Tuttavia, questo non dà una garanzia al 100%.

Le probabili cause di allergia al tatuaggio e il trattamento della risposta immunitaria acuta del corpo

La cultura del tatuaggio è in circolazione da millenni. In precedenza, il tatuaggio era un privilegio delle classi superiori, quindi divenne un fenomeno popolare tra i prigionieri. Oggi è un fenomeno interculturale. Coloro che desiderano applicare una foto a se stessi sul corpo che riflette la loro visione del mondo e il loro carattere non diventano meno.

Ma i tatuaggi non sono sempre al sicuro come potrebbero sembrare a prima vista. Oltre al rischio di infezione attraverso la pelle, alcune persone possono sviluppare una reazione allergica. Può verificarsi un'allergia al tatuaggio sul processo di stampa dell'immagine o sulle sostanze utilizzate in questo caso. Le manifestazioni di allergie possono essere diverse, quindi per evitare conseguenze negative, dovresti piuttosto consultare un medico per concordare un piano per ulteriori azioni.

Cause di risposta acuta del corpo

Il principale fattore scatenante per il verificarsi di allergie al tatuaggio è la vernice. Pigmenti particolarmente pericolosi contenenti mercurio. La reazione può verificarsi se il master non usa la vernice già pronta, ma mescola i pigmenti da solo o usa inchiostro scaduto. In caso di violazione delle proporzioni della base e della polvere può risultare in una miscela che provoca allergie.

La composizione dei pigmenti:

  • Rosso: idrato di ferro, solfuro di mercurio; brazilwood.
  • Blu: alluminato di cobalto.
  • Giallo: ossido di cromo, cadmio solforato, curcuma.
  • Nero: ossido di ferro, brownwood.
  • Bianco: ossido di zinco, ossido di titanio.
  • Marrone: ossido di ferro, ocra.
  • Verde: cromato di piombo, ossido di cromo.

Molto spesso le allergie si sviluppano su pigmenti gialli, rossi, viola a base di cadmio, mercurio, cromo. Le vernici nere con parafenilendiammina sono tossiche e generalmente non è consigliabile applicarle sulla pelle.

A volte può verificarsi una reazione allergica su una tintura naturale - l'henné. I tatuaggi all'hennè sono popolari mentre ci si rilassa in mare. Preferiscono applicare ai bambini. Il 20% dei bambini da tali tatuaggi irrita la pelle. Un'ulteriore sostanza irritante sotto forma di vernice provoca un'eccessiva risposta immunitaria.

Gli anestetici, che vengono utilizzati prima della procedura di applicazione del tatuaggio, possono diventare un altro fattore stimolante per le allergie. Il rischio di sviluppare allergie aumenta nelle persone con una storia di altre malattie allergiche o dermatologiche (asma bronchiale, dermatosi, allergia ai pollini, peli di animali).

Può esserci un'allergia alla nicotina e come riconoscere la malattia? Abbiamo la risposta!

Leggi come si presentano le allergie della pelle nei bambini e negli adulti e come trattarle, leggi questo indirizzo.

Primi segni e sintomi

I segni esterni di allergia al tatuaggio possono comparire istantaneamente durante la procedura di disegno o dopo un certo periodo di tempo. Le allergie ai tatuaggi colorati possono comparire anche mesi dopo l'applicazione. Questo di solito è dovuto alla sensibilità di alcuni pigmenti alle variazioni di temperatura. Quando la temperatura sale a +28 o C, alcune sostanze nella composizione delle vernici possono cambiare la loro struttura e causare una reazione allergica.

Sintomi di allergia tipici:

  • gonfiore della pelle;
  • forte prurito;
  • iperemia affilata;
  • eruzione allergica sotto forma di orticaria, con formazione di bolle, papule, noduli.

Nel corso del tempo, gli elementi dell'eruzione cutanea possono essere aperti, al loro posto una forma di crosta. In assenza di un trattamento curativo, il focus dell'infiammazione diventa la via d'accesso per l'infezione a penetrare.

Le allergie più gravi possono essere:

Un tatuaggio può sviluppare non solo una reazione locale, ma anche:

Trattamenti efficaci

Qualsiasi sintomo cutaneo dopo il tatuaggio dovrebbe essere un motivo per visitare un dermatologo. Esaminerà attentamente i siti di infiammazione, riferirà il paziente a test che aiuteranno a determinare l'allergene:

  • donazione di sangue per la definizione di immunoglobulina E;
  • test cutanei (scarificati o intradermici);
  • test provocatorio.

di farmaci

Il metodo di base del trattamento sono gli antistaminici. Per la somministrazione orale, i medicinali vengono utilizzati sotto forma di compresse, sciroppo, gocce. In alcuni casi, farmaci per via intramuscolare.

Antistaminici efficaci:

Per alleviare i sintomi locali, applicare pomate e creme:

glucocorticoidi:

Poiché l'integrità della pelle è compromessa quando si applica il tatuaggio, c'è un alto rischio di infezione. Pertanto, per prevenire l'infezione, la pelle deve essere trattata con agenti antibatterici e antimicotici:

  • Oxycort Spray;
  • Crema di Fucidin;
  • Cloramfenicolo.

Tipi di informazioni sul tatuaggio

Spesso, puoi liberarti di un'allergia al tatuaggio solo se è completamente rimosso.

Puoi ridurlo con diversi metodi:

  • Criochirurgia - combustione con azoto liquido. La procedura è abbastanza dolorosa, dopo che le cicatrici sono possibili.
  • Dermoabrasione: macinazione con fresa diamantata, in cui viene rimosso lo strato dell'epidermide insieme al pigmento.
  • Elettrocoagulazione - cauterizzazione del pattern corrente. Potrebbe esserci una cicatrice.

Il modo più sicuro per rimuovere un tatuaggio è utilizzare un laser ND-YAG. È necessario eseguire diverse procedure per rimuovere completamente il tatuaggio. Al sito dell'asportazione della figura può rimanere una piccola cicatrice. Per non iniziare il processo di reazione allergica ripetuta nel sito di rimozione del tatuaggio, è necessario evitare l'esposizione al sole, al sale e ad altre sostanze irritanti.

Medicina tradizionale

Per alleviare i sintomi di allergia dopo aver applicato un tatuaggio, è possibile utilizzare la guarigione delle ferite autorigenerante, i sedativi.

Ricette collaudate:

  • 4 cucchiai di birra secca alla camomilla in 1 litro d'acqua. Insistere per circa 30 minuti e filtrare. Utilizzare come lozioni o comprime per la notte.
  • Luoghi di infiammazione per trattare la serie di brodi, salvia, calendula. Hanno un effetto calmante, allevia il prurito cutaneo.

Visualizza una selezione di trattamenti efficaci per le allergie ai farmaci in bambini di età diverse.

Scopri le cause delle allergie al gomito e il trattamento della malattia in questo articolo.

Su http://allergiinet.com/lechenie/narodnye/sredstva-lechenija-rinita.html, leggi come trattare la rinite allergica a casa con la medicina tradizionale.

Controindicazioni per il tatuaggio

Non è raccomandato il tatuaggio:

  • Età: è impossibile eseguire la procedura per le persone di età inferiore ai 18 anni. Un tatuaggio in età adulta avrà un aspetto antiestetico a causa di rilassamento cutaneo.
  • Malattie della pelle (dermatiti, psoriasi, dermatosi) e talpe.
  • La presenza di sintomi di malattie infiammatorie (febbre, naso che cola, tosse).
  • Aumento della sensibilità di alcune aree del corpo.
  • Predisposizione a qualsiasi manifestazione allergica.

Consigli utili

Il modo migliore per proteggersi da un'allergia al tatuaggio è non farlo. Anche il miglior master non può garantire l'assenza di effetti collaterali dalla procedura di richiesta. Se il desiderio di fare un tatuaggio è molto forte, al fine di evitare conseguenze indesiderabili, è necessario seguire alcune regole.

raccomandazioni:

  • Prima della procedura, fai una prova preliminare - applica diversi punti sul corpo con il pigmento che verrà usato per il tatuaggio. Dopo 3 settimane con una reazione negativa può essere applicata la cifra.
  • Per fare un tatuaggio solo in un buon salone con un maestro professionista.
  • Utilizzare la vernice con una quantità minima di sostanze pericolose.
  • Il master dovrebbe aprire gli strumenti per il lavoro in presenza del cliente. Una persona deve assicurarsi che gli strumenti siano usati per la prima volta, che siano sterilizzati. Questo aiuterà a prevenire l'infezione della pelle.
  • Dopo la procedura, evitare l'esposizione al sole, il nuoto in acqua salata, l'esposizione a radiazioni ionizzate.

Lo sviluppo di allergie al tatuaggio

I tatuaggi sono la più antica delle arti conosciute dall'uomo. Questa tendenza sta guadagnando popolarità con una nuova forza, ma pochi sanno che spesso c'è un'allergia al tatuaggio.

Le comunità mediche sostengono che i sintomi allergici possono causare gravi danni al corpo. Oggi non è un segreto per nessuno che con i tatuaggi ci possa essere la possibilità di contrarre l'AIDS attraverso un ago, oltre che un alto rischio di sviluppare infezioni.

Fattori che provocano la malattia

I seguenti fattori possono causare manifestazioni negative:

  • allergia può verificarsi sulla vernice utilizzata per il tatuaggio, che comprende mercurio, cobalto, cromo e cadmio;
  • Molto spesso, un'allergia a un tatuaggio si verifica su colori scuri (nero, marrone, blu, viola e rosso), ma a volte i colori chiari possono causare sintomi negativi;
  • La presenza di una storia allergica nella storia di un paziente in presenza di una predisposizione genetica al verificarsi di allergie ha un ruolo enorme.

Si dovrebbe prendere in considerazione un sistema immunitario indebolito, quindi non è consigliabile ottenere i tatuaggi immediatamente dopo una malattia.

Controindicazioni per

I motivi più comuni per i quali un tatuaggio è controindicato:

1. Età di una persona

Il tatuaggio, incluso l'henné, non può essere fatto a bambini e adolescenti che non hanno raggiunto la maggiore età. Ciò è dovuto principalmente alla crescita attiva del corpo, incluso il sistema scheletrico. Un tatuaggio, realizzato in 13-15 anni, può successivamente deformarsi e apparire esteticamente non gradevoli. Allo stesso tempo, un disegno fatto in età matura può successivamente perdere i suoi contorni a causa della pelle cascante.

2. La condizione della pelle

Non è raccomandato per tatuare persone con malattie della pelle (psoriasi, dermatiti e dermatosi). La presenza di talpe è anche una controindicazione diretta. Pertanto, prima di eseguire un tatuaggio, si consiglia di visitare un dermatologo e un allergologo e condurre un esame completo del corpo.

3. Salute

È categoricamente sconsigliato fare tatuaggi con sintomi infiammatori evidenti (febbre alta, tosse, rinite, ecc.), In quanto il corpo del paziente può rispondere con un aumento dei sintomi. Alcuni esperti sostengono che il tatuaggio può influire negativamente sugli organi interni, riducendo significativamente le difese immunitarie.

4. Maggiore sensibilità

Ci sono alcune aree sulla pelle con una bassa soglia del dolore (parte bassa della schiena, caviglie), quando la minima irritazione causa dolore insopportabile. In queste aree del corpo non è desiderabile applicare un pigmento colorante. Ma se una persona decide ancora di eseguire un tatuaggio su questi siti, si raccomanda l'anestesia preliminare e il trattamento a lungo termine della zona cutanea con l'aiuto di unguenti curativi.

5. Predisposizione allergica

Prima di iniziare a dipingere, si consiglia di ispezionare attentamente la vernice e leggere le istruzioni per l'uso. Inoltre, è importante che tutti gli strumenti per realizzare il tatuaggio fossero sterili e aperti in presenza del cliente. Questo evita la diffusione di infezioni.

I sintomi della malattia

Di norma, i sintomi della malattia, compresa la reazione negativa all'henné, si sviluppano gradualmente e sono caratterizzati dalle seguenti manifestazioni:

  • c'è un gonfiore della pelle, accompagnato da un forte prurito;
  • lo sviluppo di orticaria è possibile;
  • nell'area della vernice è segnato da un forte rossore;
  • l'aspetto di un'eruzione cutanea che può rompersi e formare una crosta;
  • nei casi più gravi, è possibile angioedema, che è caratterizzato da gonfiore nella zona laringea, difficoltà di respirazione o addirittura arresto dell'attività respiratoria.

Pertanto, se vi sono sospetti sullo sviluppo di sintomi allergici a seguito del tatuaggio, è richiesto un ricorso, è richiesto un ricorso a un istituto medico.

Reazione allergica al tatuaggio all'henné

Oggi, molti usano l'henné con vari additivi coloranti per applicare la tonalità desiderata. Ad esempio, l'henné nero per esibirsi in mehndi. In natura, questo hennè è impossibile da trovare, semplicemente non esiste.

Per ottenere la vernice del colore desiderato, è possibile utilizzare additivi naturali (erbe, caffè, ecc.) E utilizzare componenti chimici (parafenilendiammina o ursol). È su questi componenti più spesso si verifica l'allergia al tatuaggio.

La reazione può svilupparsi rapidamente, accompagnata da sintomi gravi. In questo caso è necessaria l'assistenza medica di emergenza. Spesso i sintomi allergici aumentano e si manifestano con abbondanti eruzioni cutanee, arrossamento delle aree cutanee, suppurazione, prurito insopportabile e dolore.

Le conseguenze più spiacevoli sono le cicatrici residue dopo la procedura e il cambiamento nel colore della pelle.

Trattamento e prevenzione

Qualsiasi misura terapeutica per neutralizzare i sintomi allergici (henné e pigmento), prevede la cessazione del contatto con un possibile allergene. La tattica del trattamento dipende dalla forma della malattia e dalla gravità del suo decorso.

Una reazione allergica a un tatuaggio può apparire acuta o dopo un lungo periodo di tempo a seguito di ripetute provocazioni, quando si utilizza pigmento o henné.

  1. Di norma, viene prescritto un farmaco antistaminico (Claritin, Suprastin, Diazolin, ecc.). I farmaci sono prescritti in base all'età del paziente.
  2. In caso di sintomi gravi, si raccomanda l'uso di farmaci ormonali. Tuttavia, si deve tenere presente che possono essere prescritti solo dal medico curante.
  3. In tal caso, se il punto in cui è applicato il pigmento, per staccare attivamente e prurito, è possibile utilizzare creme per la guarigione delle ferite (Bepanten), che sono raccomandate dal medico.
  4. Per una maggiore efficacia e cessazione dell'allergia, è desiderabile rimuovere completamente il pigmento, che è un fattore scatenante per le allergie. Questo può essere realizzato con un laser ND-YAG. Tuttavia, va tenuto presente che è probabile che siano necessarie diverse procedure, poiché il pigmento è piuttosto difficile da schiacciare e dopo di ciò rimane una cicatrice su questa parte del corpo. Oltre al laser, esistono metodi di rimozione mediante elettrocoagulazione, azoto liquido, acidi, macinazione meccanica e metodo chirurgico.

Per prevedere l'aspetto di una reazione negativa al pigmento utilizzato nel tatuaggio, è impossibile, pertanto, si consiglia di effettuare test preliminari. Dopo aver applicato 1-2 punti della sostanza colorante, occorrono da 1,5 a 2 settimane e, in assenza di manifestazioni sospette, è possibile eseguire un tatuaggio a tutti gli effetti.

L'ARTICOLO È IN ROTTA - allergeni, nella vita di tutti i giorni.

Allergia ai tatuaggi: sintomi, cause, trattamento

I tatuaggi non passarono mai di moda. Oggi, ci sono molti che vogliono riempirsi di un'immagine che riflette sentimenti, carattere o visione del mondo. Vale la pena considerare, il corpo potrebbe non gradire questa idea, le conseguenze sono sgradevoli: arrossamento, bruciore, ulcere. Che cosa è un'allergia a un tatuaggio, alle sue manifestazioni e ai metodi di trattamento, parliamo in questo articolo.

Cause dei sintomi allergici

L'allergia al tatuaggio si sviluppa in due casi:

  1. dalla vernice non professionale, che include mercurio, cromo, cobalto, manganese.
  2. se la composizione del pigmento colorante nero è costituita da parafenilendiammina. È considerata una sostanza tossica, la reazione si manifesta dopo un mese di arrossamento, gonfiore, gonfiore, accompagnato da dolore. Le sindromi sono peggiori durante la notte.

Vernici di allergia

  1. Inchiostro scaduto.
  2. Inchiostro fatto a mano (da penna a sfera, cenere) di produttori sconosciuti.
  3. Come parte di ciò ci sono elementi pericolosi. Ad esempio, il cadmio viene aggiunto alla lega di oro, a causa di ciò, la gente ottiene arrossamento della pelle e prurito. Se sei uno di loro, avvisa il tatuatore.
  4. I sintomi sulla vernice si manifestano dai colori rosso, marrone, viola e blu.
  5. I coloranti naturali possono causare una reazione allergica, come l'henné.

Come fa un'allergia

L'allergia al tatuaggio appare immediatamente o dopo un certo periodo di tempo. Se si verificano i seguenti sintomi, consultare un allergologo-dermatologo:

  • Arrossamento, sensazione di bruciore, prurito, dolore appaiono intorno al modello;
  • Rash, orticaria, vesciche scoppiate;
  • Aumento della temperatura corporea;
  • Edema della gola con sviluppo di difficoltà respiratorie.

I sintomi allergici possono comparire in un mese o un anno, specialmente su una vernice che contiene parafenilendiammina. La reazione può essere aggravata dal caldo, questo è dovuto al riscaldamento dell'inchiostro, specialmente giallo.
Le prime settimane, mentre l'epidermide guarisce, non dovresti parlare di allergie. Le conclusioni sono fatte dopo che il tatuaggio guarisce, la pelle si riprenderà, ma i sintomi sopra elencati rimarranno attorno al modello. Vale la pena di assicurarsi che i sintomi non possano essere associati a creme curative, scritte dal tatuatore.

I coloranti naturali, come l'henné, applicati sulla pelle, possono causare sintomi allergici da inchiostri persistenti, accompagnati da diarrea, lacrimazione degli occhi, asma e persino edema di Quincke. Il gruppo di rischio comprende pazienti con asma, dermatiti e dermatiti, allergie a pollini, polvere e lanugine. Per i modelli temporanei di henné, alla composizione vengono aggiunte sostanze che aumentano le manifestazioni allergiche: il sonno si deteriora, appaiono forti sensazioni dolorose, può rimanere una cicatrice.

Come puoi proteggerti

Se decidi per la prima volta di applicare un tatuaggio, devi:

  1. Vai alla consulenza per il tatuatore. Richiedi la composizione della vernice, assicurati che non vi siano reazioni ai componenti. Se non ci sono tali informazioni, trova il nome del produttore e il colore dell'inchiostro, trova le informazioni su Internet e leggi le recensioni.
  2. 24 ore prima della sessione programmata, effettuare un test. Per fare questo, il maestro deve mettere una goccia di vernice sulla pelle nel luogo in cui si prevede di fare un tatuaggio. Se non ci sono segni, è possibile iniettare una goccia sotto la pelle.
  3. Fai un test cutaneo o fai un esame del sangue per le immunoglobuline.

La prima opzione è più accessibile, dà un risultato dell'85%, perché Se visivamente controllato, può verificarsi una reazione allergica in seguito. Questo test può testare la reazione a diversi coloranti. Per fare questo, il medico mette la vernice della pelle e leggermente graffia, dopo 20-30 minuti, la reazione si manifesta sotto forma di arrossamento o vesciche.

Cosa fare se le allergie si sono già manifestate

Prima di tutto, è necessario consultare un dermatologo per lo scopo del trattamento. Gli antistaminici sono generalmente prescritti e, nei casi più gravi, la terapia ormonale. Inoltre, i rimedi popolari possono aiutare, per esempio, l'aceto di sidro di mele, la foglia di cavolo, il succo di kalanchoe aiuta l'eczema e la lozione da essi viene applicata sul luogo danneggiato. Il succo di aneto applicato sulla zona interessata allevia il prurito e rimuove il rossore, un bagno con un'infusione di erba di porcini, favorisce la guarigione della pelle danneggiata.
Tuttavia, questi rimedi rimuoveranno solo i sintomi.Per eliminare le allergie in modo permanente, è necessario rimuovere il pigmento da sotto la pelle con un fascio di CO2, ND YAG, azoto liquido, elettrocogolazione. Questi metodi possono lasciare cicatrici, ma non c'è altra via d'uscita.
Quindi, nessun salone del tatuaggio garantirà che un nuovo tatuaggio non porterà a conseguenze negative. Se decidi di riempire saldamente l'immagine che ti serve:

  • affidare a un professionista un'esperienza;
  • controlla la composizione della vernice, assicurati che non ci siano sostanze chimiche nocive;
  • superare il test preliminare - controllare la composizione della vernice, assicurarsi che non vi siano sostanze chimiche nocive;
  • superare il test preliminare.
  • ancora una volta visualizzare informazioni sui pericoli e i benefici del tatuaggio.

Inchiostro per tatuaggi: puoi essere allergico a loro?

L'inchiostro utilizzato per i tatuaggi è pericoloso?

Quando ti tatuaggi, l'inchiostro viene iniettato nel derma della tua pelle e rimarrà lì per molto tempo. Per questo motivo è necessario utilizzare solo inchiostri professionali di alta qualità. L'inchiostro professionale può contenere ossido di ferro e plastica. A casa o l'inchiostro tradizionale può essere fatto da penne a inchiostro, sporco o sangue.

La maggior parte delle persone che sono allergiche all'inchiostro del tatuaggio hanno una reazione prevalentemente rossa e gialla, ma ciò si manifesta solo nello 0,5% della popolazione. Si dice che la materia non sia negli stessi inchiostri a colori, i problemi compaiono quando si mescolano i colori. La maggior parte dei tatuatori professionisti ottiene inchiostri fatti con inchiostro spesso, alcuni preferiscono mescolare il loro pigmento secco e il solvente. L'inchiostro con un alto contenuto di metallo potrebbe non essere adatto all'uso sulla pelle. In alcuni casi, l'allergia si verifica proprio per questo motivo. Alcuni inchiostri per tatuaggi contengono mercurio, ma l'uso di questi inchiostri è diminuito significativamente negli ultimi anni. Ecco gli elementi che causano una reazione allergica: nichel, cadmio e cromo. Queste sostanze si trovano talvolta nei gioielli, quindi se hai mai avuto una reazione allergica ai gioielli, fai attenzione.

I sintomi principali di un'allergia si manifestano solitamente come prurito, arrossamento, lieve gonfiore, ma il più delle volte tutti i sintomi scompaiono dopo pochi giorni. Se i sintomi persistono o un tatuaggio non cicatrizzato inizia a trasudare o sanguinare, è necessario ricorrere alle cure mediche, il tatuatore non è un medico.

Hai altri tipi di allergie?

La maggior parte delle persone che sono allergiche agli inchiostri per tatuaggi soffrono anche di allergie ad altri coloranti, che si trovano anche nel cibo o nell'abbigliamento. Se hai questo tipo di allergia, puoi chiedere al tuo maestro tatuatore di fare una prova preliminare su come la tua pelle reagirà alla vernice che userà. Tuttavia, test di questo tipo potrebbero non dare sempre un risultato corretto al cento per cento. Anche se la reazione principale sarà immediatamente visibile, ma alcuni effetti collaterali possono verificarsi solo dopo un mese.

Per coloro che hanno un effetto collaterale si manifesterà solo dopo un anno, e questa potrebbe essere una reazione caratteristica - prurito della pelle. Potrebbe anche esserci una reazione alle condizioni meteorologiche. Se ti senti prurito sul sito di un tatuaggio nella stagione calda, allora potrebbe essere a causa di un'allergia all'inchiostro quando viene riscaldato.

Ci sono farmaci che possono aiutarti a sbarazzarti delle spiacevoli reazioni allergiche all'inchiostro subito dopo il tatuaggio. Questi sono solitamente pomate antibiotiche o idrocortisone, e puoi anche provare la crema anti-prurito e le compresse fredde. Se i sintomi non scompaiono entro una settimana circa, è consigliabile consultare un dermatologo.

Cose che devi sapere prima di andare a fare il tuo primo tatuaggio

Se hai intenzione di ottenere il tuo primo tatuaggio e sei preoccupato per le allergie, ecco alcuni passi da fare prima di andare a una sessione.

Visita il tuo maestro di tatuaggi prima di "Day X"

Quando vai a consultare il tuo tatuatore, chiedigli di darti un elenco degli elementi che compongono l'inchiostro. Se lui o lei non ha questa informazione, chiedi loro di dirti la marca e il colore dell'inchiostro. Allora tu stesso puoi scoprire la composizione chimica di questa vernice e le possibili reazioni della pelle. Se vengono notati, puoi chiedere al tatuatore di cambiare la marca di inchiostro.

Testare l'inchiostro prima dell'uso globale

Chiedi al tuo tatuatore di testare l'inchiostro sulla tua pelle almeno 24 ore prima della sessione principale. Inoltre, il tatuatore deve inserire una goccia d'inchiostro sulla pelle esattamente nel luogo in cui è pianificato il futuro tatuaggio. Se non hai riscontrato alcun disagio al di sopra della norma, allora è tutto a posto. O vale la pena provare a scegliere un diverso tipo di inchiostro.

Fai il test finale

Fai solo un piccolo punto del tuo tatuaggio. Se il test precedente poteva essere fatto semplicemente in anticipo in qualsiasi momento, questo test, essenzialmente lo stesso, deve essere fatto esattamente 24 ore prima della sessione, per essere sicuro. Qualsiasi rossore, irritazione o gonfiore può significare che sei allergico all'inchiostro del tatuaggio.

Test di inchiostri per tatuaggi

Karin Lehner dell'Università di Ratisbona in Germania, insieme al suo staff, ha pubblicato le loro ricerche sulla rivista Contact Dermatitus. Lo studio è stato condotto utilizzando metodi di laboratorio accurati in grado di rilevare anche le più piccole tracce di composti chimici in vari inchiostri a pigmenti neri disponibili in commercio. I composti sono composti principalmente da carbone e fuliggine e hanno nomi come Black Magic Diabolo Genesis. I risultati di questi test non sono stati incoraggianti. È stato scoperto che alcuni coloranti non solo danneggiavano le cellule della pelle, ma anche le cellule del DNA, causando un rischio di cancro della pelle.


Tuttavia, molti di questi test sono stati condotti su marche giapponesi di vernici che non rispettano gli standard europei. Il dott. Paul Broganelli, specialista in dermatologia e venereologia, l'ospedale universitario di Torino, ha osservato che i test sono stati effettuati solo su inchiostro nero, che ha la più alta concentrazione di sostanze nocive. L'uso di questo inchiostro nero ha causato una reazione solo nel 7% dei casi. Sebbene le parole del dott. Paul Broganelli siano incoraggianti, è una buona idea conoscere in anticipo il tipo di inchiostro e la risposta individuale al proprio corpo.

Ulteriori raccomandazioni per inchiostri fosforici e inchiostri fluorescenti.

Entrambi i tipi di inchiostro si illuminano al buio e possono essere utilizzati per i tatuaggi. Bagliore nell'inchiostro scuro trattiene la luce e la usa per illuminare al buio. L'inchiostro fluorescente non si illumina al buio, ma reagisce alla luce UV, che causa la luminescenza. La sicurezza dell'utilizzo di tali coloranti sulla pelle umana è ampiamente discussa nella comunità dei tatuatori.

Allergia al tatuaggio: bello - non significa sicuro

I tatuaggi sono un'intera cultura. Un tempo era il privilegio delle classi superiori, quindi si "trasferiva" nell'esercito e nei luoghi di prigionia, e oggi è un fenomeno completamente "internazionale" e "interculturale". Stanno facendo di tutto, letteralmente da piccoli a grandi.

Tuttavia, è noto che un tatuaggio non è sicuro come sembra. Se si ignora il rischio di contrarre infezioni virali gravi, rimane un altro problema: allergia al tatuaggio. Non tutti, riuniti nel salone di dipinti del corpo, pensaci. E sarebbe necessario.

Cause di allergie

Che cosa causa allergia al tatuaggio? Prima di tutto, è vernice.

Oggi nei saloni di buon livello non vengono utilizzati coloranti con mercurio e alto contenuto di metallo: in questo caso, è molto probabile un'allergia alla pittura del tatuaggio. Tuttavia, ci sono un gran numero di organizzazioni quasi sotterranee.

Stranamente, l'allergia più comune a un tatuaggio rosso e uno giallo. Forse questo è dovuto al contenuto di cinabro e cadmio. L'allergia al pigmento rosso di un tatuaggio è una questione non solo di tatuaggi permanenti, ma anche di immagini realizzate con l'henné.

La composizione di alcuni inchiostri pigmentati

  • Solfuro di mercurio (cinabro);
  • Idrato di ferro (ocra);
  • Sandalo;
  • Brazilwood.
  • Carbone (inchiostro);
  • Ossido di ferro;
  • Albero di Kampeshevy
  • Ossido di ferro + argilla (ocra)
  • Alluminato di cobalto
  • Ossido di cromo;
  • Cromato di piombo;
  • Coloranti di ftalocianina.
  • Solfuro di cadmio;
  • curcuma;
  • Ossido di cromo
  • Pirofosfato di manganese;
  • Sali di alluminio
  • Ossido di titanio;
  • Ossido di zinco

I tatuaggi gialli creati con il solfuro di cadmio, sotto l'influenza della luce solare, aumentano il rischio di una reazione allergica. Intorno ai siti del tatuaggio si sviluppano gonfiore e arrossamento.

Inoltre, una reazione simile può verificarsi con un tatuaggio rosso: il cadmio viene aggiunto al pigmento rosso per renderlo più luminoso.

Sebbene questa sostanza sia considerata sicura, i tatuaggi all'henné e le allergie non sono incompatibili. Un'allergia ai tatuaggi all'henné in un bambino si sviluppa completamente nel 20% dei casi.

La pratica di applicare tali immagini è molto comune quando si riposa sul mare. Ma bisogna ricordare che il corpo del bambino è già in uno stato di stress: voli e viaggi, un rapido cambio di clima, ambienti sconosciuti, abbondanza di rumori forti, cibo non familiare - tutto questo colpisce il sistema immunitario. E l'aspetto di un forte irritante estraneo sotto forma di una vernice che viene assorbita nella pelle può provocare un'eccessiva risposta immunitaria.

Foto: allergia temporanea al tatuaggio

Oltre all'henné, c'è anche un tipo di modello come aerotata. La prova oggettiva che qualcuno ha sviluppato un'allergia a un tatuaggio temporaneo di questo tipo non è presente, le vernici sono considerate ipoallergeniche, non penetrano in profondità nella pelle, sono applicate usando un flacone spray.

Un altro motivo per il quale possono svilupparsi reazioni indesiderate è l'uso di anestetici locali. E questi fondi - uno dei farmaci più allergenici.

Allergia al tatuaggio: galleria fotografica

Sintomi di allergia

Un'allergia a un tatuaggio ha quasi gli stessi sintomi di qualsiasi ipersensibilità da contatto. in via di sviluppo:

  • arrossamento della pelle;
  • prurito;
  • peeling;
  • l'aspetto di un'eruzione cutanea (fino a vesciche e piaghe);
  • gonfiore della pelle.

Le due reazioni allergiche più comuni ai pigmenti del tatuaggio sono la dermatite da contatto e la dermatite fotoallergica.

La reazione di solito sembra un'eruzione rossa infiammata, in alcuni casi è possibile il distacco della pelle.

Foto, che presenta un'allergia al tatuaggio, parecchio su Internet. Non confondere i fenomeni immunitari con la solita irritazione della pelle dopo il danno causato dal suo ago.

Le reazioni allergiche sono caratterizzate dall'intensità, dalla presenza di un forte prurito, spesso intollerabile, e dalla possibilità di sviluppare fenomeni non locali:

Foto: vesciche come uno dei sintomi di una reazione allergica.

  • naso che cola;
  • lacrimazione;
  • prurito agli occhi;
  • gonfiore delle mucose;
  • tossire.

Le reazioni generalizzate durante l'applicazione di un tatuaggio possono svilupparsi solo in caso di anestesia.

Vale anche la pena notare che la formazione di allergie non può avvenire immediatamente dopo l'introduzione della pittura sotto la pelle, ma dopo alcuni giorni, settimane e persino mesi. L'allergia al tatuaggio a colori può comparire anche dopo un anno! Ciò è dovuto al fatto che il pigmento è sensibile alla temperatura. E se l'immagine è stata applicata in estate fredda e l'anno successivo la temperatura media dell'aria è di 28 ° C, la vernice può "reagire" e causare la reazione sopra descritta.

Trattamenti per allergie al tatuaggio

Prima di tutto, va detto che in presenza di malattie allergiche, shock anafilattico nella storia, declino generale o immunità alterata, alta sensibilità alle sostanze chimiche e ai cosmetici domestici, è meglio rifiutarsi di applicare un tatuaggio.

Tuttavia, se nulla ha presagito problemi, ma dopo aver disegnato l'immagine, la reazione si è sviluppata, dovrebbe essere eliminata.

Metodi medici

Il principale metodo di trattamento rimane antistaminici. Gli strumenti di sistema (pillole, sciroppi) di solito non sono necessari, tuttavia, se ci sono sintomi distanti (naso che cola, ecc.), È possibile utilizzare uno qualsiasi dei prodotti sul mercato leggendo attentamente le istruzioni:

I mezzi migliori sono gli unguenti. Si raccomanda l'uso di glucocorticoidi in combinazione con antibiotici. Allevia rapidamente l'infiammazione e il prurito. Inoltre, è possibile prevenire l'infezione secondaria delle ferite lasciate dall'introduzione della pittura.

Ciò è particolarmente necessario in relazione ai cocchi (stafilococchi, streptococchi), che vivono costantemente sulla pelle e se sono danneggiati e le funzioni protettive locali sono ridotte, possono causare malattie pustolose. Buoni farmaci sono:

  • Oxycort aerosol;
  • unguento "Pimafukort";
  • crema "Fucidin".

Quest'ultimo, tra le altre cose, ha attività contro funghi e virus.

Rimedi popolari

Il metodo più efficace è quello di utilizzare il decotto di camomilla come antisettico locale, cicatrizzante e agente lenitivo della pelle.

  • sacchetti filtro con camomilla o erba secca;
  • acqua bollita

2 sacchetti filtro (o 4-5 cucchiai di erba secca) infornare in 1 litro di acqua bollita o distillata a una temperatura di 90 ° -100 ° C. Lasciate riposare sotto il coperchio per 30 minuti, raffreddare ad una temperatura accettabile. Preparare lozioni, impacchi, impacchi durante la notte, preferibilmente con materiale sterile.

Puoi anche usare decotti di salvia, menta piperita, serie.

prevenzione

Come già accennato, la migliore prevenzione - il rifiuto del tatuaggio. Tuttavia, ci sono altri metodi per testare un'allergia al tatuaggio:

  1. Fai conoscenza in anticipo. Due giorni prima della procedura, visita il salone. Parla con la persona che farà il disegno, chiedigli di nominare il marchio di vernice e annunciare la sua composizione. Ricorda se eri allergico a prodotti chimici domestici, cosmetici o altri prodotti con ingredienti simili.
  2. Inchiostro di prova Qualche giorno prima della procedura, puoi provare la pittura "su te stesso": chiedi di applicare una piccola tintura, ma non con un'iniezione, ma solo sulla pelle. Osservare il risultato: il minimo rossore, prurito o gonfiore è un segnale di allarme.
  3. Esegui il test finale. È necessario 24 ore prima di disegnare l'immagine per chiedere al master di inserire una goccia di inchiostro nell'area in cui si trova il tatuaggio. Se non ci sono reazioni in un giorno, allora puoi continuare.
  4. Fai attenzione agli inchiostri fluorescenti. Certo, sembrano spettacolari, ma il rischio di sviluppare un'allergia a tale vernice è alto. È importante non trascurare i test preliminari.

Risposte alle domande di base

La probabilità di una reazione in questo caso è più alta, ma non al 100%. È necessario condurre test preliminari e, se non sono positivi, allora sì, è possibile.

Meglio non ne vale la pena. Tuttavia, se il desiderio è al di sopra delle considerazioni sulla sicurezza, devono essere selezionate vernici di tali marchi e colori, in cui il contenuto minimo del componente metallico o la sostanza a cui si sviluppa di solito la reazione di ipersensibilità non è presente.

Sì, ma non con l'henné, ma con altra vernice.

Sì. Inoltre, secondo le ricerche dell'Università di Ratisbona in Germania, i tatuaggi neri sono i più pericolosi. Causano non solo reazioni allergiche, ma anche cancerogene.

Quindi, disegnare un tatuaggio è una passeggiata lungo la lama di un coltello. E ogni persona deve mettere in relazione i benefici e i rischi e decidere quanto più importante è la bellezza del modello corporeo rispetto alla propria salute.

Commenti sull'articolo: 3

In generale, considero i tatuaggi dannosi e scoraggio i miei cari dall'applicarli. Ma si scopre che anche l'allergia all'inchiostro è, non lo sapeva. Inoltre, si scopre perché a volontà di mettere tali segni sul tuo corpo?

Già da un anno soffro di una forte reazione allergica a un tatuaggio che ha più di 6 anni! Improvvisamente! C'era prurito e gonfiore che non andava via più di un giorno. Quale camomilla e unguento salverà questo? Allergeni dentro, è sotto la pelle!

Tutto quello che devi sapere sull'allergia al tatuaggio

I tatuaggi sono molto comuni tra i giovani: disegni luminosi, originali e tematici sul corpo. Sembrano eleganti, riflettendo la visione del mondo di una persona.

Ma il tatuaggio aggiunge alla salute del giovane corpo? Ovviamente no. Quanto segue descrive una delle reazioni più comuni.

Quali sono le cause?

L'allergia al tatuaggio può verificarsi a causa dell'impatto sulla pelle di due componenti:

  • vernice non professionale. Si sviluppa sugli elementi chimici contenuti nella sua composizione - su mercurio, cobalto e cromo;
  • pasta nera parafenilendiammina. Quest'ultima sostanza è considerata tossica, quindi la sua interazione con la pelle non è sicuramente auspicabile.

La parafenilendiammina causa una reazione allergica ritardata. Cioè, gli effetti collaterali si sviluppano un mese dopo aver applicato il modello sul corpo.

L'inchiostro è pericoloso?

L'inchiostro è il componente principale di un tatuaggio. Sono loro che sono più in contatto con il derma - lo strato superiore della pelle. La reazione più comune è quella degli inchiostri non professionali scaduti.

Fattori correlati:

  • mescolando l'inchiostro in diversi colori;
  • composizione dell'inchiostro con alcuni elementi chimici. Ad esempio, il cadmio causa spesso arrossamento della pelle. È contenuto in molti gioielli. Pertanto, le allergie all'uso di orecchini o anelli con l'aggiunta di questo materiale sono controindicati con l'aggiunta di cadmio.

Tuttavia, sono anche possibili allergie all'inchiostro di qualità. Solo perché la pelle rifiuta elementi estranei nella vernice.

Foto: selezione dell'inchiostro

Potrebbe esserci un'allergia al tatuaggio?

Sì, può. A volte anche su vernice naturale. Vale a dire - henné o pigmento rosso. Una persona con un'allergia a queste sostanze è fortemente consigliato di non farsi tatuare.

È importante! L'ipersensibilità della pelle è una controindicazione all'applicazione del modello sul corpo.

sintomi

La reazione al tatuaggio si manifesta:

  • istantaneamente;
  • dopo un periodo di tempo.

Foto: reazione locale

I sintomi della manifestazione istantanea sono caratteristici:

  1. arrossamento della pelle nella zona del pattern cutaneo;
  2. eruzioni cutanee. Può essere espresso sia sotto forma di orticaria tipica, sia sotto forma di scoppio di acne rossa;
  3. prurito intorno all'immagine;
  4. il dolore;
  5. aumento della temperatura;
  6. gonfiore della gola;
  7. difficoltà a respirare.

Una manifestazione che si sviluppa per 1-1,5 mesi dopo il tatuaggio è l'eczema. Si manifesta quando la parafenilendiammina è inclusa nell'inchiostro, appare come un'eruzione luminosa ed è molto difficile da trattare.

Foto: arrossamento attorno al tatuaggio

Come si manifesta l'allergia all'henné?

La vernice naturale contiene l'henné naturale. I medici ritengono che questo prodotto sia ipoallergenico, perché non contiene sostanze chimiche. Ma le allergie si verificano ancora, anche se molto raramente.

Considera come si manifesta.

La reazione si verifica nel sito di applicazione del tatuaggio e può diffondersi oltre i suoi limiti. I sintomi compaiono dopo alcune ore o dopo 2-3 giorni.

Foto: reazione all'henné

L'area interessata risponde per prima:

Successivamente, sviluppa sintomi comuni, che includono:

  • alta temperatura;
  • rinite;
  • mal di testa;
  • edema laringeo.

Scopri cosa fare per le allergie all'orecchio.

Avere un'eruzione dopo aver mangiato il formaggio? Sull'allergia al formaggio, leggi qui.

diagnostica

Cosa fare La risposta è ovvia: corri dal dottore!

È importante! Solo uno specialista competente può fare una diagnosi accurata e prescrivere un trattamento efficace. L'autotrattamento è un compito ingrato, poiché sono possibili gravi complicazioni.

Se vedi qualche sintomo della pelle nell'area del tatuaggio, dovresti contattare il tuo dermatologo.

La diagnosi inizia con una domanda sullo stato della salute umana. Successivamente, il medico esamina il sito di rash / eczema e procede alle procedure volte a identificare un allergene specifico.

Questi includono:

  1. test cutaneo;
  2. analisi del sangue per immunoglobuline;
  3. test provocatorio.

Il test cutaneo è un metodo diagnostico radicale ma accurato.

I test cutanei sono tra i metodi più efficaci per diagnosticare le allergie. Permettono di identificare un allergene specifico, bypassando il complesso esame del sangue per le immunoglobuline.

Ci sono due tipi:

Foto: risultati dei test cutanei

Il test scarificato è molto semplice. Alcune gocce del sospetto allergene vengono applicate sull'area della pelle (sul braccio o sul retro). Successivamente, il medico fa alcuni graffi "di prova".

Dopo 20-30 minuti il ​​risultato sarà noto. Se la sostanza applicata causa allergia in una persona, la reazione si sviluppa sotto forma di vesciche o eruzioni cutanee. In caso contrario, la pelle rimane pulita. E il dottore continua a cercare l'allergene.

È importante! Il test scarificato è praticamente innocuo per l'uomo e dà il risultato corretto con una precisione dell'80-85%.

Un test cutaneo è un metodo importante per diagnosticare le allergie del tatuaggio. Con esso, è possibile identificare in modo definitivo un'allergia all'henné, alla pittura e agli elementi chimici nocivi.

Un trattamento adeguato è una garanzia di recupero rapido.

La terapia dipende dalla gravità della reazione allergica.

Il regime di trattamento di base comprende:

  • farmaci antistaminici (con malattia lieve / moderata);
  • terapia ormonale (se i sintomi sono pronunciati).

Una grande aggiunta ai farmaci è unguenti e bagni per la pelle colpita. Compresse a base di erbe naturali alleviano il prurito, il rossore e la pelle bruciata.

Il trattamento è lo stesso per bambini e adulti. La differenza è solo nel dosaggio degli antistaminici. Ai bambini vengono prescritte porzioni più piccole o prodotti meno concentrati.

Sbarazzarsi di allergie una volta per tutte

Il trattamento più efficace è eliminare la causa. Gli antistaminici sono buoni: riducono la sensibilità del corpo all'allergene e migliorano il benessere della persona.

Foto: rimozione del tatuaggio laser

Ma per eliminare completamente la malattia, puoi rimuovere solo il tatuaggio. Questo viene fatto da un laser CO2 o ND-YAG. Insieme al pigmento allergenico, viene rimossa parte della pelle. Nonostante il fatto che una piccola cicatrice rimanga nel sito di rimozione del tatuaggio, una tale mossa è pienamente giustificata.

Ora, né il sole, né il sale, né altre sostanze a contatto con il tatuaggio precedente, non inizieranno una reazione allergica viziosa.

Non sei sicuro di cosa fare con gli occhi gonfi e rossi? La causa potrebbe essere allergica alle palpebre.

Irritazione dai vestiti può significare un'allergia ai sintetici. Dettagli qui.

Quali sono i sintomi di allergia ai lettini abbronzanti? Leggi qui

Video: cura del tatuaggio

La migliore prevenzione - la completa assenza di un tatuaggio

Nessuno, nemmeno il più competente tatuatore, può garantirti effetti collaterali sui componenti della vernice. Pertanto, la migliore prevenzione è semplicemente non fare un tatuaggio.

Se vuoi veramente fare una foto sul corpo, ma hai paura delle allergie, per te è stato sviluppato un test preliminare. Con questo si intende l'applicazione di diversi punti sul corpo con l'inchiostro che verrà utilizzato per disegnare l'intero tatuaggio.

Allora dovresti aspettare 3-4 settimane. Se il test è negativo e la condizione della pelle non è cambiata durante questo periodo, molto probabilmente non si hanno allergie. Pertanto, puoi tranquillamente mettere il modello del corpo in cabina.

Qualsiasi tatuaggio è uno stress per il corpo. Poiché durante l'applicazione del motivo la vernice viene a contatto con la pelle di una persona. Nessuno sa se si è allergici a qualsiasi componente di vernice o no.

Pertanto, possiamo trarre le seguenti conclusioni:

  • il tatuaggio dovrebbe essere fatto da un maestro competente in un buon salone;
  • la vernice dovrebbe contenere il minor numero possibile di elementi chimici (specialmente parafenilendiammina e mercurio);
  • Prima di applicare il tatuaggio, effettuare un test preliminare.

Dopo il tatuaggio, i dermatologi consigliano di eliminare il contatto con la pelle con fattori ambientali negativi:

  • raggi del sole;
  • sale marino;
  • radiazioni ionizzanti.

Le norme di sicurezza sopra riportate riducono il rischio di reazioni cutanee.

Un tatuaggio è un effetto radicale sulla pelle umana. Pertanto, prima di applicarlo, è necessario valutare i pro ei contro. Forse il gioco non vale la candela.

Popolarmente Sulle Allergie