I dottori sono sbalorditi! FLU E PROTEZIONE!

È necessario solo prima di coricarsi.

L'alveolite allergica è una conseguenza del processo infiammatorio che si verifica nel polmone umano, che colpisce gli alveoli e il tessuto polmonare. Si verifica a seguito della reazione del sistema immunitario agli allergeni circostanti. Nelle fasi iniziali della malattia è difficile da riconoscere a causa della somiglianza con altre malattie. Prima gli esperti diagnosticano la diagnosi, meno è probabile lo sviluppo della fimosi polmonare.

Cause di

La principale causa di alveolite allergica sono gli allergeni inalati che entrano nei polmoni durante la respirazione. Il criterio principale che causa la malattia è la piccola dimensione delle particelle inalate, che, senza indugiare nella trachea e nei bronchi, cadono negli alveoli. Anche la polvere semplice con un diametro inferiore a 5 micron può causare sensibilizzazione. Si è anche scoperto che a elevate concentrazioni nell'aria di sostanze chimiche e organiche, l'alveolite allergica si verifica nel 10% delle persone.

Fonti di allergeni possono essere piume, escrementi di uccelli, funghi, fieno, polvere, persino umidificatori d'aria e condizionatori d'aria.

Le persone il cui lavoro è legato all'industria chimica o all'agricoltura, ai pensionati e alle allergie sono più suscettibili a questa malattia.

classificazione

L'analisi dei fattori di alveolite allergica ha rivelato i seguenti tipi (sindromi) della malattia:

  • Suberosi - l'agente eziologico di una malattia allergica è la corteccia dell'albero del sughero.
  • Bagassoz: la fonte dell'antigene è la microfibra di canna da zucchero.
  • La sindrome del polmone del contadino si verifica quando entra in contatto con fieno fresco, che contiene actinimiceti termofili.
  • La sindrome del polmone malt si sviluppa con costante contatto con la polvere di orzo.
  • La sindrome di "Bird Lovers Lung" si verifica quando si è in costante contatto con gli uccelli, il più delle volte presso gli allevatori di pollame. Gli agenti patogeni sono lanugine di uccelli, escrementi, forfora, segreti della pelle degli uccelli.
  • La sindrome di "funghi polmonari" - una fonte della malattia sono spore di funghi. Sviluppato in individui che sono impegnati nella coltivazione di funghi.
  • Sindrome "Formaggi facili" - si verifica a contatto costante con i prodotti caseari. La fonte è la muffa del formaggio.
  • Sindrome "Polmoni che usano condizionatori d'aria" - si verifica con l'uso costante del condizionatore d'aria, dell'umidificatore o del riscaldatore.
  • La sindrome di "Laboratori del polmone" - si manifesta in costante contatto con sostanze chimiche (diagnosi di alveolite allergica tossica).

Ci sono anche altre sindromi che scatenano l'alveolite allergica. Sono associati alla produzione di prodotti chimici domestici, medicinali e altre sostanze nocive. La malattia si sviluppa sotto l'influenza di oltre 350 allergeni noti. Sono divisi in 3 gruppi:

  • I microrganismi, questi includono funghi, spore.
  • Sostanze biologicamente attive, come enzimi, proteine.
  • Metalli pesanti, prodotti chimici.
  • Questo tipo di malattia può anche causare alveolisi anossogena, che è più spiacevole, quindi è importante consultare un medico il prima possibile. Inoltre, c'è un altro tipo di malattia - alveolite fibrosante, è stata considerata una malattia piuttosto rara per lungo tempo, ma ora la situazione è cambiata e la malattia è diventata più giovane.
  • Tutto quello che volevi sapere sulla malattia ereditaria della fibrosi cistica - è scritto nel nostro articolo su questo link. Le complicanze di questa malattia interrompono il lavoro di tutto il corpo, quindi raccomandiamo vivamente di familiarizzare con il materiale e consultare un medico.

Sintomi principali

La sintomatologia della malattia è molto simile al raffreddore, influenza. Spesso i medici non sono immediatamente in grado di fare la diagnosi corretta, il che porta a un deterioramento del paziente. Ma grazie ai moderni esami medici nella maggior parte dei casi è possibile evitare la fimosi dei polmoni.

La malattia può manifestarsi in tre forme:

  • Acuta - si verifica 4-12 ore dopo il contatto con una grande dose di allergene. Accompagnato da mal di testa, febbre alta, febbre. La tosse, il dolore nei muscoli e le articolazioni sono possibili. Il respiro diventa pesante, si sentono rantoli polmonari. La flemma lascia in piccole quantità, se è presente a tutti. I sintomi scompaiono dopo due o tre giorni. In caso di contatto costante con l'antigene, si verifica una forma cronica.
  • Cronica - è peculiare di inalazione costante di una piccola dose di allergeni.L'appetito del paziente è significativamente peggiorato (può verificarsi anche anoressia), una tosse umida, dispnea persistente. Tutti questi sintomi sono progressivi. Il risultato di questa forma può essere la fibrosi interstiziale, l'insufficienza cardiaca, l'ipertensione polmonare. Dopo 10 anni, ai pazienti viene diagnosticata una bronchite cronica e un enfisema polmonare.
  • Subacuto - si verifica con poco contatto con l'antigene. La sintomatologia è debole, solitamente l'effetto sul corpo avviene a casa. Appare stanchezza, facile tosse, mancanza di respiro dopo l'esercizio fisico. carichi. Raramente febbre.

Raccomandazione dello specialista: i pappagalli verde-blu (più precisamente, gli scoiattoli di questi uccelli che si trovano nelle penne, le squame della pelle) possono agire come un allergene serio. Stai attento quando ricevi un tale animale domestico. Se il proprietario ha sintomi primari, allora è necessario abbandonare la penna.

Diagnosi di alveolite

L'identificazione di alveolite allergica è piuttosto difficile. È necessario condurre una serie di diagnosi, che richiede cure mediche speciali. I test diagnostici possono essere suddivisi in cinque fasi:

  • Osservazione presso il medico curante, esame dei reclami del paziente, visita medica, esame approfondito della storia del paziente tenendo conto delle sue attività professionali.
  • Raccolta e conduzione di esami (espettorato, urina, sangue).
  • Lo studio della respirazione. Questa procedura aiuta a determinare la causa del respiro sibilante, mostra le condizioni generali dei polmoni.
  • Radiografia del torace (ci possono essere maggiori dettagli del pattern polmonare).
  • Broncoscopia. Nei casi più gravi, è necessaria una biopsia.

Nota: in uno dei dieci pazienti che hanno una diagnosi di alveolite fibrosa, viene successivamente diagnosticato un cancro ai polmoni.

Con l'individuazione tempestiva della malattia e il suo corretto trattamento, le proiezioni per il futuro sono piuttosto favorevoli. Ma vale la pena ricordare: se si inizia seriamente la malattia in forma acuta e cronica, può essere fatale.

Raccomandazione del dottore

La migliore prevenzione è l'eliminazione di fattori domestici e industriali dannosi (uso di tute protettive, igiene, messa in onda dei locali in produzione) e visite mediche. Vale anche la pena di sottoporsi tempestivamente alla fluorografia.

trattamento

Il metodo più importante per combattere l'alveolite allergica è limitare le interazioni del paziente con un potenziale allergene. È necessario eliminare questo contatto il prima possibile (ad esempio, in caso di alveolite allergico-tossica). Di solito questo è sufficiente, molto presto il paziente diventa migliore e la persona non ha bisogno di cure mediche. In futuro, è necessario identificare la causa delle allergie. Se i sintomi persistono, il medico può prescrivere:

  • Glucocorticosteroidi - per sopprimere la fonte di infiammazione.
  • Cytostatics - rallenti lo sviluppo di tumori.
  • Broncodilatatori - trattamento della mancanza di respiro.

Importante: nel trattamento dell'alveolite allergica è severamente vietato l'uso di antibiotici!

Dopo il trattamento principale, al paziente vengono prescritti esercizi di respirazione e ossigenoterapia. Il trattamento dura in media da 1 a 4 mesi, a seconda della forma della malattia.

Nota: nei casi più gravi, se il trattamento non aiuta, potrebbe essere necessario il trapianto di polmone.

Metodi popolari

Il trattamento dei rimedi popolari mostra un'efficacia molto bassa. Questo tipo di trattamento è adatto solo per la profilassi e solo come prescritto da un medico. Include:

  • Dieta - l'uso di semola, prodotti caseari (latte, panna acida, kefir), verdure, frutta (e frutta secca), cibo bollito o al vapore.
  • Bevi molta acqua.
  • Esecuzione di fito-inalazioni (camomilla e menta).
  • L'uso di decotti a base di erbe (rigorosamente su prescrizione).
  • Risciacquare la bocca con le infusioni.

Alveolite allergica nei bambini

Nell'infanzia, l'alveolite allergica si verifica meno frequentemente. L'incidenza è di 0,36 casi ogni 100.000 bambini all'anno. La malattia più comune dei bambini in età scolare. La ragione possono essere animali domestici (uccelli) e polvere. Mentre la malattia progredisce nei bambini, compaiono i seguenti sintomi:

  • Stanchezza aumentata
  • Riduzione del peso
  • Cambia la forma delle unghie e delle falangi.
  • Lag in crescita.

I sintomi dell'infanzia sono simili a quelli degli adulti, ma il decorso della malattia è più acuto.

Un ruolo importante è svolto dalle misure preventive contro lo sviluppo di questa malattia. Le persone inclini alle allergie dovrebbero essere regolarmente esaminate da un pneumologo e un reumatologo. Il rispetto per la tua salute è garanzia di una vita felice e lunga!

Alveolite allergica

L'alveolite allergica è una risposta infiammatoria immunologicamente mediata dei bronchioli e degli alveoli respiratori, che si sviluppa in risposta agli allergeni inalati. La sintomatologia è principalmente caratterizzata da dispnea inspiratoria, tosse, dolore toracico e nei casi acuti è simile all'influenza. La diagnosi di alveolite allergica si basa sui risultati della spirometria, della radiografia e della TC del torace, uno studio sul lavaggio broncoalveolare, la biopsia del tessuto polmonare e il livello di anticorpi nel siero del sangue. La terapia dell'alveolite allergica inizia con l'eliminazione dell'allergene, possibilmente con l'assunzione di glucocorticosteroidi.

Alveolite allergica

L'alveolite allergica esogena (polmonite da ipersensibilità) è una malattia polmonare interstiziale con localizzazione del processo infiammatorio nelle parti terminali del tratto respiratorio (alveoli, bronchioli) risultante dall'esposizione a fattori ambientali esterni. In pneumologia sono considerate varie forme di alveolite allergica, relative alla patologia occupazionale, oltre a non avere un legame con l'attività professionale. I primi casi di malattia furono descritti nel 1932 tra gli agricoltori (il "polmone del contadino"), la seconda forma più frequente e significativa è il "polmone degli amanti degli uccelli" trovato negli allevatori di piccioni. Il tasso di incidenza globale tra la popolazione è di 42: 100.000. Il trattamento tempestivo dell'ipersensibilità alla polmonite impedisce lo sviluppo di fibrosi polmonare.

Cause di alveolite allergica

In tutti i casi, la causa è l'inalazione di allergeni che entrano nell'organismo insieme all'aria inalata. Allo stesso tempo, fattori come la dimensione e la concentrazione delle particelle inalate, le caratteristiche degli antigeni e la risposta immunitaria del paziente sono della massima importanza per l'insorgenza della malattia. È noto che in presenza di un'alta concentrazione di sostanze organiche o chimiche nell'aria, l'alveolite allergica esogena si sviluppa in circa il 5-15% dei soggetti. Si è anche scoperto che particelle di polvere con un diametro fino a 5 micron sono in grado di penetrare senza impedimenti negli alveoli e causare sensibilizzazione. Nella patogenesi dell'alveolite allergica, l'inalazione ripetuta di antigeni svolge un ruolo importante.

Gli allergeni più comuni sono le spore fungine contenute nel fieno, nel compost, nella corteccia di legno, ecc. Inoltre, viene dimostrato il ruolo etiologico degli antigeni della polvere di piante e di case, antigeni proteici, spore batteriche, medicinali (nitrofurani, penicillina, sali d'oro). Tra gli antigeni fungini, i più comuni sono i funghi radianti - actinomiceti termofili e aspergillosi. I primi sono associati a tali forme di alveolite allergica come "polmone del contadino", bagassosi, "polmone di persone che usano condizionatori d'aria", "polmone di funghi che crescono". Varie sottospecie di Aspergillus sono in grado di provocare un "polmone di malto", "polmone di un casaro", suberosi, ecc.

Gli antigeni proteici si trovano solitamente negli escrementi degli uccelli (pappagalli, piccioni, canarini, ecc.) E sono associati alla forma di polmonite "polmone degli amanti degli uccelli". Forme professionali di alveolite allergica possono verificarsi in persone che, per la natura delle loro attività, sono associate alla produzione di poliuretano, coloranti e resine a contatto con vapori metallici (cobalto) impiegati nella lavorazione del legno e nell'industria della lavorazione della lana.

Le reazioni di ipersensibilità di tipo I e tipo IV giocano un ruolo fondamentale nello sviluppo di alveolite allergica. In questo caso, in risposta a ripetuti contatti con un allergene inalato, anticorpi precipitanti specifici e CIC appaiono nel sangue, infiltrati di alveoli con linfociti, neutrofili, monociti con lo sviluppo dell'infiammazione granulomatosa. Il risultato di un contatto prolungato con un allergene causalmente significativo è la fibrosi polmonare o la bronchiolite obliterante.

Classificazione di alveolite allergica

Tenendo conto dei fattori causali dell'alveolite allergica e degli antigeni di origine, si distinguono le seguenti sindromi:

  • "Polmone del contadino" - si sviluppa a contatto con il fieno ammuffito contenente actinimiceti termofili
  • "Polmone degli amanti degli uccelli" - trovato in allevatori di pollame e assistenti; la fonte degli antigeni è escrementi di uccelli, lanugine, segreti delle ghiandole della pelle, ecc.
  • bagassosi: si sviluppa a contatto con le microfibre di canna da zucchero
  • suberosi - fonte di antigene (muffa fungo) è la corteccia dell'albero del sughero
  • "Polmone del malto": si sviluppa in persone a contatto con la polvere di orzo
  • "Polmoni che usano condizionatori d'aria" - si verifica con l'uso frequente di condizionatori d'aria, riscaldatori e umidificatori
  • "Formaggio": una fonte di antigene è la muffa del formaggio
  • "Polmone di raccoglitori di funghi" - si sviluppa in coltivatori di funghi; agenti patogeni - spore di funghi contenuti nel compost
  • altre alveolie allergiche professionali: "polmone che produce detergenti", "operatori di laboratorio polmonari", "polmone impiegato nella produzione di materie plastiche", ecc.

Il corso di alveolite allergica può essere acuto, subacuto o cronico, che si riflette nel quadro clinico. La forma acuta si sviluppa già 4-12 ore dopo il contatto con una massiccia dose di antigeni; cronica - con inalazione a lungo termine di una bassa dose di antigeni; subacuta - con minore esposizione agli antigeni.

Sintomi di alveolite allergica

La clinica di alveolite allergica acuta è accompagnata da sintomi simil-influenzali: febbre, mialgia e artralgia, mal di testa. Alcune ore dopo l'aumento della temperatura, pesantezza e dolore al petto, tosse con espettorato mucoso, respiro corto. Con l'esclusione del contatto con un allergene causalmente significativo, tutti i sintomi scompaiono entro 1-3 giorni, tuttavia, possono tornare di nuovo dopo ripetute ingestione dell'antigene. La debolezza generale e la mancanza di respiro associate allo sforzo fisico persistono per diverse settimane.

La forma subacuta di alveolite allergica, di regola, non è dovuta a rischi professionali, ma all'esposizione agli antigeni a casa. Nel debutto della malattia, può verificarsi febbre, ma più spesso i sintomi sono limitati a mancanza di respiro con sforzo fisico, tosse produttiva, aumento della fatica.

Alveolite allergica cronica può svilupparsi, sia nel risultato di ripetuti episodi di un processo acuto o subacuto, sia immediatamente. Il decorso di questa forma è caratterizzato da dispnea inspiratoria progressiva, tosse persistente, malessere, perdita di peso. L'aspetto del sintomo di "bacchette" - l'ispessimento delle falangi delle dita indica insufficienza respiratoria ed è un segno prognostico sfavorevole. L'esito logico della forma cronica di alveolite allergica è lo sviluppo di fibrosi interstiziale, ipertensione polmonare, cuore polmonare, insufficienza cardiaca ventricolare destra. Nella maggior parte dei pazienti dopo 10 o più anni si forma la bronchite cronica e viene diagnosticato un quarto di enfisema polmonare.

Diagnosi e trattamento di alveolite allergica

Alla consultazione primaria del pneumologo, viene studiata una storia, compresa quella professionale, della relazione delle manifestazioni della malattia con le condizioni ambientali. Obiettivamente, nell'allergia alitolitica tachipnea, cianosi, crepitio ascensivo, specialmente nelle regioni basali dei polmoni, a volte vengono rilevati sibili. Un paziente con alveolite allergica deve essere consultato da un allergologo-immunologo.

Nella polmonite acuta, la radiografia dei polmoni consente la rilevazione di piccoli nodi o infiltrazioni diffuse; secondo la spirometria, viene rilevata una diminuzione del VC e uno scambio di gas alterato. Nella forma cronica, il modello a raggi X indica lo sviluppo di pneumosclerosi o "polmone cellulare" e lo studio della funzione di respirazione esterna indica la presenza di disturbi ostruttivi e restrittivi. La TC del polmone è un metodo più sensibile in termini di diagnosi precoce dei cambiamenti nel tessuto polmonare.

I dati di laboratorio per l'alveolite allergica sono caratterizzati da un aumento dei livelli di IgG e IgM, a volte IgA, fattore reumatoide. Il più grande valore diagnostico è il rilevamento di anticorpi precipitanti sull'antigene previsto. Nei tamponi broncoalveolari ottenuti mediante broncoscopia, i linfociti (cellule T) predominano, il contenuto dei mastociti aumenta. Possono essere utilizzati test provocatori di inalazione, in risposta ai quali nei pazienti con alveolite allergica si sviluppa una risposta specifica dopo alcune ore (debolezza, dispnea, febbre, reazione broncospastica, ecc.).

A causa della rapida risoluzione dei sintomi, l'alveolite allergica acuta viene raramente diagnosticata o considerata ARVI. Con un decorso più lungo o ricorrente, l'asma bronchiale, la polmonite atipica (virale, micoplasma), la pneumoconiosi, la tubercolosi miliare, l'aspergillosi, la sarcoidosi, l'alveolite fibrosante idiopatica e altre malattie polmonari interstiziali possono spesso essere erroneamente diagnosticate. Ai fini della diagnosi differenziale è possibile condurre una biopsia del tessuto polmonare con esame istologico.

La chiave per il trattamento dell'alveolite allergica è l'eliminazione del contatto con un antigene causalmente significativo. Nelle forme più lievi della malattia, questo è sufficiente per alleviare tutti i segni di alveolite, quindi non c'è bisogno di cure mediche. Nella polmonite acuta grave o nella progressione della forma cronica, è indicata la somministrazione di glucocorticosteroidi (prednisolone). I pazienti con forme di malattia resistenti ai corticosteroidi hanno ricevuto risposte positive alla somministrazione di D-penicillamina e colchicina. La terapia sintomatica dell'alveolite allergica viene eseguita utilizzando broncodilatatori, broncodilatatori, ossigeno terapia inalatoria.

Previsione e prevenzione di alveolite allergica

L'esito favorevole può essere raggiunto solo se l'allergene viene eliminato in tempo e, se necessario, con un trattamento attivo di alveolite allergica. In caso di recidiva di polmonite da ipersensibilità, lo sviluppo di insufficienza cardiopolmonare, la prognosi è relativamente sfavorevole.

La prevenzione primaria consiste nell'eliminare i fattori nocivi occupazionali e domestici (salute sul lavoro, uso di indumenti protettivi, ventilazione dei locali industriali, cura dei condizionatori d'aria, ecc.), Conducendo esami medici periodici di persone con un rischio aumentato di sviluppare alveolite allergica. Le misure di prevenzione secondaria comprendono la cessazione del contatto con l'allergene, se necessario, un cambiamento nell'attività professionale.

Reazione negativa in caso di un allergene alle vie respiratorie - alveolite polmonare: segni della malattia e le principali direzioni della terapia

Alveolite allergica (AA) si verifica sullo sfondo di un processo infiammatorio localizzato nei polmoni di una persona che colpisce gli alveoli, il tessuto polmonare. Una reazione allergica si manifesta a causa di una varietà di allergeni nel tratto respiratorio del paziente.

Le fasi iniziali della malattia sono insidiose (è difficile riconoscere la causa principale della patologia). Il riferimento tempestivo a uno specialista può salvare la vita di una persona. Quando compaiono i primi sintomi sgradevoli, cerca immediatamente un aiuto medico. L'autotrattamento minaccia con la fimosi dei polmoni, la morte.

Cause e probabili allergeni

Il principale fattore scatenante per l'insorgenza di alveolite allergica è l'ingestione di vari allergeni nelle vie aeree di una persona (anche una particella molto piccola può portare a una violenta reazione del sistema immunitario). AA è il risultato di un grave inquinamento.

I più suscettibili alla malattia sono le persone che lavorano in vari settori, comprese le organizzazioni associate all'agricoltura. Gli esperti tracciano il rapporto della malattia con il malessere ambientale e domestico.

L'alveolite allergica nei bambini si sviluppa sullo sfondo dell'asma bronchiale. Gli adulti soffrono di gravi reazioni allergiche a causa del loro costante lavoro in imprese pericolose, inalando grandi quantità di particelle di polvere saturate con varie proteine ​​(allergeni).

Scopri i sintomi dell'allergia alle patate in un bambino e il trattamento della malattia.

Cosa fare se si è allergici alla crema per il viso? Leggi la risposta in questo articolo.

A seconda del fattore specifico che causa una violenta reazione di immunità, gli esperti hanno identificato diverse forme della malattia:

  • Bagassosi: la malattia si verifica sullo sfondo dell'inalazione umana della canna da zucchero in microfibra;
  • "Polmone del contadino" - formato da un contatto prolungato con fieno marcio;
  • suberosi: la corteccia del sughero si comporta come un allergene;
  • "Polmone degli amanti degli uccelli" - dal nome è chiaro che la malattia è causata da piccole particelle di piume di uccelli, i loro escrementi, i loro escrementi cutanei;
  • "Polmone del malto" - la patologia si verifica sullo sfondo di inalazione costante di polvere di orzo;
  • "Polmone del raccoglitore di funghi" - si manifesta in raccoglitori di funghi che respingono spore di funghi;
  • "Polmoni da laboratorio" - annotati da medici che sono costantemente in contatto con varie sostanze chimiche;
  • "Polmone del climatizzatore amatoriale" - le persone che usano spesso umidificatori d'aria, riscaldatori sono interessati;
  • "Polmone del formaggio-maker" - la muffa del formaggio è un allergene.

La medicina moderna conosce circa 350 tipi di alveolite allergica, ognuno ha il suo nome, ma il meccanismo della malattia è lo stesso.

Sintomi e forme della malattia

Il quadro clinico della patologia assomiglia a un raffreddore. Spesso i medici non fanno immediatamente la diagnosi corretta, il che porta a un deterioramento del benessere del paziente. Con l'aiuto di attrezzature moderne, gli esperti hanno imparato a identificare rapidamente un allergene specifico, in un breve periodo di tempo per fermare i sintomi spiacevoli di una reazione allergica.

L'alveolite allergica si presenta in tre forme:

  • affilato. I sintomi compaiono diverse ore dopo il contatto con una grande dose di allergene. La condizione patologica è accompagnata da forti mal di testa, febbre, febbre. Il paziente lamenta problemi respiratori, a volte c'è una leggera produzione di espettorato. Dopo alcuni giorni, i sintomi scompaiono. Con il contatto costante con l'allergene, la forma acuta diventa cronica, offrendo un sacco di disagi alla persona;
  • subacuta. Si manifesta dopo il contatto con una piccola quantità di allergeni, è accompagnata da una leggera tosse allergica, mancanza di respiro, molto raramente - febbre. Il quadro clinico, in questo caso debolmente espresso, passa tra 24 ore senza usare alcun mezzo;
  • cronica. Si verifica sullo sfondo di un contatto regolare con un gran numero di particelle nocive, accompagnato da una diminuzione dell'appetito, mancanza di respiro costante, tosse umida. La condizione patologica è progressiva, può portare a ipertensione polmonare, insufficienza cardiaca. Nella maggior parte dei casi, dieci anni dopo, ai pazienti viene diagnosticato un enfisema, una bronchite cronica.

diagnostica

Identificare l'alveolite allergica è abbastanza difficile, dati i sintomi, simili a vari disturbi. Per fare una diagnosi corretta, la ricerca si svolge in più fasi:

  • il dottore studia il quadro clinico del paziente, prende in considerazione il posto di lavoro della persona;
  • campioni di sangue, espettorato, urina vengono presi per l'analisi;
  • un medico esamina la respirazione della vittima (il caratteristico respiro sibilante nei polmoni può indicare l'alveolite allergica);
  • radiografia del torace del paziente;
  • nei casi più gravi è necessaria una biopsia.

Metodi e direzioni della terapia

La base del trattamento dell'alveolite allergica è l'eliminazione del contatto con l'allergene, che causa una reazione negativa dal sistema immunitario del paziente. In alcuni casi, con l'attuazione tempestiva di questa raccomandazione, la malattia passa da sola senza l'uso di alcun mezzo.

A seconda dell'allergene specifico, le raccomandazioni utili dei medici differiscono in modo significativo in ogni singolo caso:

  • alcuni medici raccomandano di cambiare radicalmente il tipo di lavoro, eliminando il contatto con particelle nocive;
  • gli animali che causano reazioni allergiche devono essere smaltiti immediatamente;
  • se si è allergici alla polvere domestica, acquistare depuratori d'aria speciali, spesso fare la pulizia a umido.

Il corso cronico di alveolite allergica richiede l'uso di medicinali speciali:

  • gli antistaminici sono usati per alleviare i sintomi spiacevoli (soprastina, claritina);
  • corticosteroidi. Nominato per alleviare i sintomi della malattia nella fase acuta e subacuta. Nei casi più gravi, è consigliabile un corso di dieci giorni;
  • Gli antibiotici della penicillina sono usati a temperatura corporea elevata, un gran numero di allergeni inalati.

Il paziente può alleviare la respirazione con l'aiuto di Lasolvan, consumo regolare di vitamine A, C, B. Le anormalità nel sistema immunitario richiedono una terapia immunoterapeutica immediata.

I rimedi popolari sono usati solo come terapia adiuvante, mostrano risultati bassi. Avere seri problemi di salute, contattare uno specialista esperto, seguire le sue raccomandazioni, abbandonare l'auto-trattamento.

Come e cosa trattare le allergie alle mani? Scopri le opzioni di trattamento efficaci.

Le istruzioni per l'uso dei tablet Zodak Allergy sono descritte in questa pagina.

Su http://allergiinet.com/detskaya/grudnichki/allergiya-na-grudnom-kormlenii.html leggi le regole per il trattamento delle allergie sul viso di un neonato durante l'allattamento.

Alveolite allergica nei bambini

L'alveolite allergica nei bambini è causata dalla regolare esposizione al corpo di vari allergeni. Spesso, i peli di animali domestici, le cattive condizioni ambientali e il contatto con sostanze chimiche tossiche agiscono come un fattore provocante.

Il prednisolone, che è prescritto per un lungo periodo (fino a 30 giorni), serve come cura per la malattia nei bambini. Per facilitare il processo di respirazione aiuta gli esercizi speciali, la terapia di esercizio. La difficoltà di trattare i bambini è causata dall'immunità immatura. Quanto prima viene rilevato il processo patologico, tanto minore è la probabilità di deviazioni nello sviluppo fisico, mentale e mentale del bambino.

Complicazioni e prognosi

Con il trattamento tempestivo di alveolite allergica, la prognosi per i pazienti è favorevole. Trattamento incurante della loro salute, la mancanza di assistenza medica porta allo sviluppo di complicazioni, tra cui il cancro del polmone, la morte.

Non sono state sviluppate raccomandazioni preventive specifiche. È impossibile prevedere quale allergene reagirà al sistema immunitario umano. L'unica via d'uscita è condurre uno stile di vita sano, temperare il corpo, aumentando la sua resistenza all'influenza negativa dell'ambiente.

Video. La trasmissione televisiva "Vivere sani" sui sintomi e le caratteristiche del trattamento di alveolite allergica dei polmoni:

Qual è l'alveolite allergica esogena dei polmoni

Con questa malattia, gli stimoli ambientali colpiscono i polmoni. Questo fenomeno è particolarmente comune in agricoltura, anche se è spesso osservato nelle condizioni di vita.

Cos'è questa malattia?

L'alveolite allergica esogena viene stimolata da stimoli esterni, si verifica una reazione allergica e poi si verifica l'infiammazione degli alveoli (si tratta di sacche d'aria all'interno dei polmoni).

L'eziologia dello sviluppo di questa malattia sono piccole particelle che cadono direttamente nei polmoni, bypassando la trachea.

La fonte può essere:

  • Proteina aviaria;
  • stampo;
  • Qualsiasi polvere;
  • Spore di funghi

Alveolite allergica tossica

Sviluppato a causa dell'influenza di sostanze tossiche sui polmoni.

Alcune sostanze lo causano:

  1. Composti chimici con cloro.
  2. Talco macinato
  3. Immunosoppressori.
  4. Zinco.
  5. Sulfamidici.
al contenuto ↑

motivi

  • farmaci;
  • Alcuni cibi;
  • Peculiarità climatica;
  • microrganismi;
  • Prodotti chimici;
  • Condizioni di attività professionale.

A seconda dei fattori di comparsa, l'alveolite allergica esogena è suddivisa in tipi:

  1. Bagassoz - irritante è la canna da zucchero.
  2. Suberose: la fonte dell'antigene è l'albero di sughero.
  3. Farina di fieno - La farina sporca influisce negativamente.
  4. Lycoperdinosis: una manifestazione della malattia causa un fungo della pioggia.
  5. Trebbiatrici leggere - grano con funghi.
  6. Il polmone di pelliccia - le particelle di capelli, l'urina secca di topi.
  7. La malattia degli amanti della sauna è una fonte di legno umido nello stampo.

L'elenco può essere continuato indefinitamente. Per le persone inclini a questa malattia, sempre e ovunque c'è una fonte di antigene.

Patogenesi della malattia

Questa forma di alveolite allergica è ancora allo studio e non ci sono dati precisi sui processi che si verificano durante la malattia.

Si verifica un processo patologico che colpisce i tessuti dei polmoni. Lo sviluppo della reazione dipende dalle caratteristiche degli allergeni esterni e dalla risposta del corpo.

L'ipersensibilità provoca danni ai bronchioli, che porta alla manifestazione dei sintomi corrispondenti.

Nei polmoni nella fase iniziale della malattia si formano i granulomi. Poi i polmoni cambiano la struttura: il tessuto connettivo diventa il principale.

sintomi

Il quadro clinico della malattia dipende dallo stadio in cui si trova il processo della patologia.

Fase acuta

Si sviluppa poche ore dopo la penetrazione dell'allergene nel corpo. Questo stadio è caratterizzato da un rapido sviluppo.

La persona appare:

  • brividi;
  • Mancanza di respiro;
  • La temperatura aumenta;
  • La tosse di solito si asciuga;
  • Articolazioni e muscoli iniziano a ferire.

L'interruzione del contatto con l'antigene porta alla scomparsa di tutti i sintomi senza trattamento.

Fase subacuta

Si verifica con l'assunzione regolare di antigene. La malattia si sviluppa lentamente, che è la ragione per il trattamento raro dal medico.

Questo modulo si manifesta:

  • Tosse con espettorato;
  • Mancanza di respiro;
  • Perdita di appetito;
  • Aumento della temperatura

Il ripetuto contatto con l'irritante esacerba i sintomi.

Fase cronica

Caratterizzato da una combinazione di processi immunitari, infettivi e infiammatori. La funzionalità dei polmoni è compromessa, che causa l'insufficienza cardiaca.

C'è un segno distintivo della malattia nelle persone di certe professioni. Si chiama "il sintomo del lunedì".

Nell'uomo, durante la settimana lavorativa, la malattia si manifesta molto chiaramente, ma nel periodo del weekend i sintomi si riducono significativamente. Lo stato di salute migliora in modo significativo, ma all'inizio dell'attività lavorativa i sintomi aumentano nuovamente.

Nei bambini

Questa malattia si verifica raramente, principalmente in età scolare. La causa è polvere e animali domestici.

Se la malattia inizia a progredire, i bambini hanno sintomi:

  • Fatica;
  • Il peso corporeo è ridotto;
  • Crescita lenta;
  • La forma delle unghie sta cambiando.

diagnostica

L'alveolite allergica esogena viene curata da un terapeuta, un pneumologo e, se necessario, un allergologo.

La diagnosi viene fatta dopo un esame completo, che è il seguente:

  1. Storia.
  2. I reclami dei pazienti sono analizzati.
  3. Auscultazione dei polmoni.
  4. Radiografia del torace.
  5. Broncoscopia.
  6. Determinazione del livello dei globuli rossi.
  7. Test provocativi Uno spray per inalazione viene iniettato con un antigene e quindi viene eseguita la spirometria.

Se non ci sono dati sufficienti per fare una diagnosi accurata, allora viene eseguita una biopsia polmonare.

Diagnostica differenziale

Questa malattia deve essere differenziata dalla tubercolosi, dalla linfogranulomatosi e da altre malattie simili.

Alcuni di loro sono:

  • sarcoidosi;
  • Polmonite eosinofila;
  • Infiammazioni infettive;
  • Micotossicosi polmonare.

La differenziazione eliminerà le malattie con sintomi simili.

trattamento

La terapia dell'alveolite allergica esogena deve essere completa e dura a lungo.

Ci sono principi principali della terapia:

  1. Rimozione del contatto con l'agente eziologico della malattia.
  2. È necessario fermare il processo infiammatorio.
  3. L'insufficienza respiratoria dovrebbe essere compensata.

I seguenti farmaci sono comunemente usati:

Farmaci ormonali

Cytostatics - ferma la divisione cellulare e rallenta lo sviluppo della reazione.

A volte il sangue viene purificato dall'antigene. La plasmaferesi è usata per questo - un modo efficace per aiutare quando l'alveolite allergico tossico si manifesta.

Lo stadio acuto della malattia viene trattato con ormoni per un mese. Se c'è una forte tosse, gli ormoni vengono sostituiti da broncodilatatori.

Se la patologia è stata trovata in modo tempestivo, allora la prognosi è abbastanza favorevole.

complicazioni

La malattia ha le sue caratteristiche e è piena di gravi complicanze, specialmente nei bambini.

Ciò è dovuto all'aumentata suscettibilità dei polmoni a fattori esterni e all'immunità debole. Queste persone sviluppano quasi istantaneamente una forma acuta della malattia, i segni sono pronunciati e il rischio di complicazioni infettive è alto.

  • La carenza di ossigeno causa insufficienza respiratoria;
  • Ipertensione polmonare;
  • La patologia polmonare può causare insufficienza cardiaca.

Misure preventive

Un ruolo importante nella prevenzione di questa malattia è la prevenzione:

  1. Nei locali di produzione devono essere mantenuti standard igienici.
  2. Durante il lavoro, è preferibile indossare respiratori e indumenti speciali.
  3. Se la malattia si sviluppa a causa di assunzione di farmaci, quindi prima del trattamento è necessario prendere in considerazione l'anamnesi allergica.
  4. Alcuni pazienti hanno bisogno di cambiare lavoro.

Dovrebbe essere regolarmente esaminato da un pneumologo. Cambiando le condizioni di lavoro e adattando lo stile di vita, è possibile prevenire lo sviluppo di alveolite allergica.

Con un trattamento adeguato, l'alveolite allergica esogena dovrebbe scomparire in un mese. Ma se la malattia si è trasformata in una forma cronica, allora i medici non possono garantire un risultato favorevole. Può verificarsi scompenso polmonare, che può essere fatale.

Alveolite allergica: come si rischia di tenere gli uccelli a casa?

Ciao, oggi parleremo di una malattia così spiacevole come l'alveolite allergica.

  • "Exogenous" - una malattia innescata da fattori esterni;
  • "Allergico" - causato da una reazione allergica del corpo a specifiche sostanze o condizioni;
  • "Alveolite" - infiammazione nella parte interna dei polmoni, alveoli - piccole sacche d'aria nei polmoni
Alveoli dei polmoni (può essere aumentato)

Cioè, sotto l'influenza di qualche fattore esterno legato alla professione o allo stile di vita che funge da allergene nelle più piccole unità strutturali dei polmoni - gli alveoli - inizia il processo infiammatorio.

Tra i fattori che causano una tale reazione allergica, ci possono essere funghi, lievito e lana o pelliccia, e molti altri tipi di materie prime a noi familiari.

La prevalenza di alveolite allergica è piuttosto ampia e dipende da molti punti. Prima di tutto, questa malattia è comune nelle regioni con un'industria sviluppata e, in particolare, nell'allevamento di animali.

Cause di alveolite allergica

Le cause di questa malattia sono molto, molto, ma sono tutte divise in non-professionali, cioè correlate alle abitudini e alla vita del paziente, e professionali, causate dalle condizioni o dal tipo di lavoro.

Uccelli (piccioni, pappagalli) - una delle cause comuni della prevalenza della malattia

I motivi non professionali includono:

  • di droga;
  • Prodotti alimentari;
  • Fattori climatici (ad esempio, alta umidità o, al contrario, aria secca).

Per motivi professionali appartenere:

  • Microrganismi di funghi;
  • Composti chimici;
  • Condizioni di lavoro;

Varianti di alveolite allergica

A seconda della causa, ci sono diversi sottotipi di questa malattia, tra cui alcuni dei più comuni dovrebbero essere distinti:

Sintomi e decorso di alveolite allergica

A seconda della durata della malattia, si distinguono i seguenti periodi clinici di alveolite:

  1. Fase acuta;
  2. Fase subacuta;
  3. Fase cronica

Nella fase acuta della malattia, quando l'allergene è penetrato solo nel tratto respiratorio, si verifica un'infiammazione, che si manifesta clinicamente con sintomi respiratori generali, quali: tosse, mancanza di respiro, aumento della temperatura corporea, dolore alle articolazioni.

Nella fase subacuta, il sistema immunitario inizia a reagire agli stimoli, tutte le grandi parti del sistema respiratorio sono coinvolte nel processo. Anche la pleura e i muscoli respiratori sono colpiti. I sintomi tipici di questa fase saranno: dolore al petto, soprattutto con un respiro profondo, debolezza generale, mancanza di respiro con poco sforzo.

Per lo stadio cronico di alveolite è caratterizzato da una combinazione di processi infiammatori e immunitari, così come l'adesione di infezione.

Caratteristiche della malattia in diversi gruppi di pazienti

L'alveolite può avere alcune caratteristiche cliniche durante il decorso della malattia e può essere ad alto rischio di complicanze, specialmente nei bambini e nelle donne in gravidanza. Ciò è dovuto a una violazione o alla mancanza di efficienza del sistema immunitario, nonché a una maggiore suscettibilità del tessuto polmonare a fattori ambientali.

Tali gruppi di pazienti sviluppano rapidamente uno stadio acuto della malattia, tutti i sintomi sono pronunciati e anche caratterizzati da un alto rischio di complicanze infettive.

Diagnosi di alveolite allergica

Basato su dati provenienti da metodi di ricerca strumentali e di laboratorio.

Vista dei polmoni alla radiografia in alveolite allergica (può essere aumentata)

I metodi strumentali più istruttivi sono:

  • Esame a raggi X;
  • Valutazione della funzione della respirazione esterna;
  • Esame broncoscopico;

L'immagine a raggi X dell'alveolite allergica ha un aspetto caratteristico

La fotografia a raggi X assomiglia a "vetro smerigliato", la chiarezza delle strutture polmonari è notevolmente ridotta.

Quando si valuta la funzione della respirazione esterna, a seconda di quale delle strutture polmonari è più coinvolta nel processo patologico, si nota una violazione dello scambio di gas polmonare, la concentrazione di ossigeno nel polmone diminuisce e il livello di anidride carbonica aumenta.

Con broncoscopia c'è un restringimento del lume del tratto respiratorio inferiore, la presenza di espettorato viscoso. Questo metodo diagnostico è più prezioso perché consente la biopsia (campionamento di tessuto con strumenti speciali).

La valutazione del livello e la presenza di anticorpi specifici nel sangue consente di:

  • scoprire la causa della malattia;
  • valutare l'attività del processo;
  • determinare lo stato del sistema immunitario.

Diagnostica differenziale

Consente di escludere altri simili nei sintomi della malattia. Prodotto con malattie come l'asma bronchiale, la bronchite cronica, la sarcoidosi, la formazione di tumori. Tutte queste malattie hanno un quadro clinico, radiologico e di laboratorio simile, descritto sopra, ma ci sono alcune differenze significative.

Per l'asma bronchiale, la presenza di:

  • stagionalità della malattia;
  • sviluppo della prima infanzia;
  • cambiamenti nella radiografia dei polmoni (enfisema);
  • effetto dei broncodilatatori;

Per la bronchite cronica, cambiamenti specifici saranno:

  • decorso prolungato della malattia;
  • tosse secca persistente;
  • immagine a raggi X caratteristica (modifica della trasparenza del tessuto polmonare);
  • cambiamenti anatomici nella struttura del torace (torace a forma di botte);

Differenza tra sarcoidosi e alveolite:

  • danno sistemico all'organismo con il coinvolgimento del sistema muscolo-scheletrico;
  • presenza di granulomi caratteristici nella radiografia dei polmoni;
  • sconfitta principalmente del tratto respiratorio medio e superiore;

Nei tumori polmonari:

  • marcato deterioramento della condizione generale;
  • visualizzazione di tessuto aggiuntivo sulla radiografia;
  • precoce aderenza alla pleurite.

Quali dottori contattare

I seguenti medici ti aiuteranno a trattare la malattia:

Trattamento allergico alveolico

La terapia di una malattia come l'alveolite allergica deve essere complessa e duratura.

Ci sono diversi principi di base:

  • rimozione ed esclusione del contatto con l'agente patogeno;
  • trattamento del processo infiammatorio;
  • compensazione dell'insufficienza respiratoria.

Per soddisfare il primo punto, è necessario modificare radicalmente le condizioni di lavoro, le abitudini o anche il luogo di residenza al fine di escludere la costante irritazione del sistema respiratorio da parte dell'allergene.

I seguenti gruppi di farmaci sono usati per trattare l'insufficienza respiratoria e un'eccessiva risposta immunitaria:

  • farmaci ormonali;
  • citostatici;
  • scambio plasmatico.

Il gruppo di farmaci ormonali (glucocorticoidi) comprende farmaci come: prednisone.

Tra i citostatici (sospensione della divisione cellulare, inibizione dello sviluppo di una reazione allergica), i farmaci più utilizzati sono: ciclofosfamide, azatioprina, cuprenile.

Non dimenticare la purificazione meccanica del sangue dal fattore causale, che si ottiene con la plasmaferesi - un mezzo efficace e rapido di assistenza, soprattutto se si sviluppa alveolite allergica tossica, come complicazione della trasformazione di un processo limitato in un comune e l'adesione di un'infezione secondaria.

Prevenzione delle malattie

I cambiamenti nelle condizioni di lavoro, l'uso di dispositivi di protezione, la correzione delle proprie abitudini e lo stile di vita aiuteranno a fermare la progressione e prevenire l'insorgenza di alveolite allergica.

2. Avdeev S.N., Avdeeva O.E., Chuchalin A.G. Alveolite allergica esogena / Rivista medica russa. 2007. No. 6. P. 20-32.

Problemi diagnostici di alveolite allergica esogena

L'alveolite allergica esogena (EAA) è un gruppo di pneumopatie allergiche che si manifestano sulla base di reazioni allergiche del tessuto polmonare a seguito di un'esposizione prolungata a un antigene specifico. EAA è caratterizzato da un diffuso processo infiammatorio granulomatoso degli alveoli e interstizio del tessuto polmonare. Questo termine fu suggerito nel 1967 da J. Pepys. Oltre a questo termine, ce ne sono molti altri che si riferiscono a questa malattia: "polmonite da inalazione", "polmonite ipersensibile", polmonite interstiziale diffusa, febbre sierosa e polmonite granulomatosa interstiziale.

Alveolite allergica esogena dei polmoni si trova nel gruppo di pneumoconiti, che si verifica e si sviluppa a seguito di esposizione prolungata all'aerosol tossico-allergico.

Tipi di fattori eziologici che causano alveolite allergica esogena occupazionale:

  1. Microorganismi: funghi, protozoi, actinomiceti termofili, batteri;
  2. I prodotti di scarto di microrganismi: proteine, endotossine, lipoproteine, glicoproteine, polisaccaridi, enzimi;
  3. Sostanze animali biologicamente attive: lana, proteine ​​del siero del latte;
  4. Sostanze vegetali biologicamente attive: paglia ammuffita, segatura, estratti di chicchi di caffè;
  5. Composti a basso peso molecolare: diisocianato toluene, metalli pesanti e loro sali;
  6. Farmaci: antibiotici, anti-metaboliti, nitrofurani, farmaci anti-miotonici.

Una malattia come il "polmone di un contadino" fu descritta per la prima volta nel 1932. È stato causato dall'esposizione a lungo termine di aerosol da fieno ammuffito umido. Causa i suoi actinomiceti termofili. Gli actinomiceti non superano le dimensioni di 1 micron e hanno proprietà morfologiche dei funghi. Funghi di questo tipo si trovano facilmente nel compost, nel terreno e nell'acqua. Gli actinomiceti termofili si sviluppano ad una temperatura di 45-65 ° C, e questa è precisamente la temperatura necessaria per i processi di decadimento delle sostanze organiche. EAA è stata inoltre rilevata ripetutamente in coltivatori di cotone, coltivatori di cereali, coltivatori di tabacco, sminuzzatrici di riso, coltivatori di ortaggi, piantagioni di caffè, farmacologi che lavorano con farmaci che includono funghi veri, batteri termofili, prodotti batterici, proteine ​​di pesce, proteine ​​animali, alghe, polveri vegetali. Ci sono casi di sviluppo di EAA in persone che sono a stretto contatto con poliuretano, plastica, resine. Il valore principale è dato a sostanze come l'anidride ftalica, i diisocianati. Sono anche descritti vari casi in cui i sali di metalli pesanti, insetticidi (solfato di rame, per irrorare alberi), composti di diisocianiti utilizzati nella pittura, nell'industria automobilistica e della gomma hanno svolto il ruolo di provocatore.

Anche l'alveolite allergica esogena dei polmoni è stata osservata in persone a stretto contatto con determinati farmaci, come i farmaci prodotti dalla ghiandola pituitaria del bestiame (usati sotto forma di inalazione per il trattamento del diabete insipido). EAA è abbastanza difficile per le persone che lavorano nella produzione di tripsina, pepsina, streptomicina, metotroxato, azatioprina, ecc.

Alveolite allergica esogena: trattamento

L'alveolite allergica esogena è un gruppo di malattie che insorgono a seguito di effetti inalatori prolungati e intensi di antigeni di origine organica e inorganica e sono caratterizzati da un danno allergico diffuso agli alveoli e al tessuto polmonare interstiziale.

eziologia

I fattori eziologici che possono causare lo sviluppo di alveolite allergica esogena, sono divisi in tre gruppi:

microrganismi (batteri, funghi, protozoi) e loro prodotti metabolici (proteine, glicoproteine, lipoproteine, polisaccaridi, enzimi, endotossine);

sostanze biologicamente attive di origine animale e vegetale (antigeni proteici delle piume di uccelli, peli di animali, proteine ​​del pesce, latte, saliva, placenta, urina, siero, polvere di chicchi di caffè, riso, canapa);

composti a basso peso molecolare (diisocianato, sali di metalli pesanti (oro) e farmaci (farmaci antibatterici, nitrofurani, intal, antimetaboliti).

Danni agli alveoli si verificano sotto la condizione di assunzione prolungata di inalazione di alte concentrazioni di polvere con una dimensione delle particelle fino a 5 micron (2-3 micron). Gli antigeni solubili non causano lo sviluppo di alveolite.

patogenesi

Caratteristiche della patogenesi dell'alveolite allergica esogena:

La posizione del processo infiammatorio negli alveoli e nell'interstizio polmonare.

Il substrato patomorfologico della lesione è un granuloma simile a un sarcoide, costituito da linfociti T e macrofagi attivati. Il processo termina con lo sviluppo della fibrosi interstiziale.

L'insorgenza di alveolite allergica esogena è associata allo sviluppo di reazioni allergiche ad immunocomplessi (tipo III) e cellulo-mediate (tipo IV). I meccanismi atopici IgE-dipendenti (tipo I) non sono caratteristici di alveolite allergica esogena.

In caso di contatto prolungato con l'antigene, si verificano reazioni allergiche con la formazione di specifici anticorpi e immunocomplessi che attivano il sistema del complemento e i macrofagi alveolari. Questi ultimi isolano IL-2 e fattori chemiotattici che contribuiscono all'infiltrazione del tessuto polmonare da parte di neutrofili, eosinofili, mastociti, linfociti. I linfociti, a loro volta, secernono un numero di sostanze biologicamente attive con un effetto proinfiammatorio e dannoso sugli alveoli. I linfociti T sensibilizzati-aiutanti producono IL-2, sotto l'influenza di cui si verifica l'attivazione dei linfociti T citotossici, contribuendo allo sviluppo della reazione cellulo-mediata infiammatoria (reazioni di ipersensibilità di tipo ritardato). Contemporaneamente con l'alveolite si formano i granulomi, si attivano i fibroblasti e si stimola l'interstizio polmonare (sintesi attiva del collagene).

Quadro patologico

L'alveolite allergica esogena è caratterizzata dalla presenza di granulomi nelle pareti degli alveoli e dei bronchioli, infiltrazione infiammatoria da parte dei linfociti e delle plasmacellule e concentrazione di essudato. I granulomi sono formati da cellule epitelioidi che sono circondate al centro da linfociti e plasmacellule. Nelle fasi più pronunciate del processo patologico, appare la fibrosi polmonare.

Quadro clinico

Una forma acuta di alveolite allergica esogena si verifica 4-12 ore dopo l'ingresso dell'antigene nel tratto respiratorio del paziente, per via orale o parenterale. I pazienti si lamentano di febbre, brividi, tosse secca o con rilascio di una piccola quantità di espettorato di muco, debolezza generale, dolore al petto, muscoli, articolazioni, mancanza di respiro a riposo e, soprattutto, durante l'esercizio. Sono possibili anche attacchi di asma. Durante un esame obiettivo osservato cianosi, mancanza di respiro (espiratorio). Quando l'auscultazione dei polmoni determina il crepitio, rantoli di piccole e medie bolle, a volte - rantoli di fischio secco. Dopo la cessazione dell'influenza di un allergene esogeno, i suddetti sintomi scompaiono rapidamente.

Una forma subacuta di alveolite allergica esogena si verifica quando il corpo è affetto da dosi di antigene relativamente piccole. La malattia si sviluppa gradualmente ed è caratterizzata da mancanza di respiro, grave debolezza generale, sudorazione, temperatura corporea subfebrile, tosse con rilascio di una piccola quantità di espettorato di muco, diminuzione dell'appetito. Auscultazione dei polmoni determina il crepitio, rantoli bubbling fini. Dopo la cessazione del contatto con l'allergene, le manifestazioni cliniche diminuiscono e, dopo ripetuti contatti, la malattia diventa più acuta.

Forma cronica si verifica quando molti anni di esposizione a piccole dosi di allergeni. Questa forma della malattia è caratterizzata da una diminuzione costante del peso corporeo, sudorazione, tosse con rilascio di espettorato di muco. Auscultazione dei polmoni determina crepitio, rantoli spumeggianti, sintomi stridenti (in presenza di pleuro e pneumofibrosi). Nel tempo, si forma un cuore polmonare cronico.

diagnostica

Uno studio clinico sul sangue periferico rivela leucocitosi, spostamento dei leucociti a sinistra, eosinofilia, aumento della VES, biochimica - ipergammaglobulinemia, aumento del seromcoide, aptoglobina, acidi sialici. Uno studio immunologico del sangue consente di stabilire una diminuzione della sottopopolazione dei soppressori dei linfociti T, della rbTL positiva, dell'inibizione della migrazione dei leucociti con un antigene specifico e un aumento del numero di complessi immunitari circolanti. È possibile rilevare anticorpi IgG specifici utilizzando la reazione di precipitazione di Ouchterloni, l'emoagglutinazione passiva e la contro immunoelettroforesi.

La diagnosi differenziale di alveolite allergica esogena deve essere eseguita con alveolite fibrosante idiopatica, asma bronchiale occupazionale, BPCO, tubercolosi, sarcoidosi, granulomatosi di Wegener.

trattamento

Il trattamento dell'alveolite allergica esogena comporta l'interruzione del contatto del paziente con la fonte degli antigeni. Nella fase acuta, viene prescritto GCS (1 mg / kg di prednisone per 1-3 giorni con un'ulteriore riduzione della dose per 3-4 settimane). In presenza di controindicazioni alla nomina di GCS o della loro inefficienza, è consigliabile utilizzare l'azatioprina 150 mg al giorno per 1-1,5 mesi, altri 4-6 mesi. - 100 mg, in futuro - 50 mg al giorno.

D-penicillamina (cuprenyl), 150-200 mg al giorno per 4-6 mesi, viene utilizzata per inibire la formazione di fibrosi. con la transizione a 100 mg per 2 anni, acido glutammico, preparati multienzimatici (terapia enzimatica sistemica).

L'uso di metodi extracorporei di detossificazione ha alcune prospettive: plasmaferesi, plasma, immuno-linfoassorbimento.

Competenza disabilità

I problemi di capacità lavorativa di persone con malattie polmonari causate dall'esposizione a polveri contaminate da antigeni di microrganismi vengono risolti allo stesso modo di con appropriate forme di malattie polmonari da polvere causate da altri tipi di polvere.

prevenzione

La prevenzione primaria dell'alveolite allergica esogena viene effettuata considerando progetti tecnologici per la costruzione di imprese industriali e agricole, nonché durante la selezione professionale dei lavoratori. Il lavoro associato all'influenza degli allergeni non è raccomandato nei pazienti con malattie polmonari croniche aspecifiche, frequenti infezioni virali respiratorie acute, reazioni allergiche.

Nel condurre l'esame clinico dei relativi contingenti di lavoratori sono divisi in tre gruppi:

persone a contatto con allergeni, con anticorpi specifici per loro nel siero del sangue, ma senza manifestazioni cellulari e radiologiche di alveolite allergica esogena e con normali indicatori della funzione respiratoria;

persone sensibilizzate con sintomi clinici minimi di disfunzione dell'apparato respiratorio (rinite vasomotoria, bronchite cronica);

pazienti con alveolite allergica esogena con quadro clinico sviluppato, alterazioni fibrose del tessuto polmonare.

La prevenzione nel 1o gruppo (rischio) prevede attività ricreative (indurimento, esercizio fisico, esercizi respiratori), e dopo infezioni respiratorie acute vengono prescritti cicli di desensibilizzazione non specifica (antistaminici, preparati di calcio).

Nel secondo gruppo, il trattamento profilattico della malattia di base viene eseguito con una cessazione temporanea del contatto del paziente con l'allergene (sanatorio, dispensario).

Nel terzo gruppo, è stato raccomandato l'impiego razionale dei pazienti dopo il completamento del trattamento per prevenire ulteriori contatti con gli antigeni.

Quando si lavora con l'influenza di allergeni, è necessario utilizzare dispositivi di protezione individuale (respiratori, maschere).

Popolarmente Sulle Allergie