Abbiamo scritto un lettore allergiki.com:

Il bambino in sei mesi ha fatto due vaccinazioni. Dopo di loro, il bambino smise di dormire la notte, divenne nervoso e apparve un'eruzione cutanea. In un mese, metti il ​​prossimo. Ho paura della ripetizione. Il medico locale mi ha detto di prendere Finistil per allergie 2 giorni prima della vaccinazione e altri 2 giorni dopo. Dimmi in che altro modo puoi prepararti.


Il fatto che le vaccinazioni siano necessarie non è un problema (siamo persone moderne e adeguate, quindi crediamo nella medicina). Ma occasionalmente (secondo le statistiche - molto raramente) si verificano diversi incidenti spiacevoli. Le reazioni allergiche dopo la vaccinazione possono avere molte cause.

  • Immunità indebolita: una delle principali cause di allergie e altre complicazioni causate dalla vaccinazione.
  • Allergia ai costituenti del vaccino (antibiotico, lievito di birra, gelatina, ecc.).
  • Il processo di vaccinazione stesso è uno stress per il corpo, pertanto, durante un'iniezione, il corpo inizia immediatamente a proteggersi.
  • Negligenza dei medici prima dell'esame della vaccinazione.
  • Conservazione errata del vaccino, non conformità.
  • Modo errato di somministrare il vaccino.
  • Vaccino secondario.

I bambini affetti da malattie neurologiche, reazioni allergiche (non legate alla vaccinazione - asma bronchiale), oncologico, immunodeficienza del vaccino sono rigorosamente sotto la supervisione dei medici.

sintomi

  1. Orticaria - manifestata da eruzione cutanea e arrossamento della pelle.
  2. Edema di Quincke - provoca gonfiore alla gola, al naso, alla laringe, al viso.
  3. Sindrome di Layepa: eruzione cutanea su tutta la pelle, prurito grave, vesciche
  4. Malattia del siero - una reazione protettiva del corpo all'introduzione di un nuovo farmaco.
  5. Shock anafilattico - un forte calo della pressione sanguigna, c'è una sensazione di calore, debolezza nel corpo, arrossamento della pelle, perdita di coscienza, soffocamento o persino morte.
  6. Potresti anche provare problemi come la formazione purulenta, l'intossicazione, il pianto prolungato e continuo di bambini, febbre alta, disturbi del sonno, perdita di appetito.

La durata della reazione allergica, da alcuni minuti a diversi giorni. Pertanto, dopo la vaccinazione dovrebbe essere nel miele. impianto sotto la supervisione di un medico per 20-30 minuti - per osservare la reazione senza lasciare l'ospedale. Il medico ha sempre i mezzi in caso di reazione allergica. Di conseguenza, almeno 2 settimane per osservare le possibili manifestazioni.

Va inoltre ricordato che, dopo la vaccinazione, l'immunità è stata notevolmente ridotta. Così uno dei nostri lettori ha preso il bambino dopo essere stato vaccinato in campagna: stavano camminando all'aria aperta. A tutti è piaciuto, ma il bambino aveva una vescica nel sito di vaccinazione: come si è scoperto dopo, una dermatosi da Hogweed e una reazione allergica hanno iniziato negli occhi. Hogweed in quei luoghi è cresciuto molto, nessuno è entrato in contatto diretto con lui, ma anche il polline che il vento poteva portare a un corpo indebolito era sufficiente per reagire.

Prevenzione delle allergie da vaccinazione

  1. L'uso di farmaci antiallergici (antistaminici) alcuni giorni prima e dopo la vaccinazione. Osservando il dosaggio, l'età, il peso, ecc. Solo previa consultazione con il medico.
  2. Segui la dieta del bambino per diversi giorni. Non introdurre nuovi alimenti, limitare i cibi dolci e veloci.

Se non ci sono miglioramenti in pochi giorni, dovresti consultare un medico. Non automedicare!

Allergie e vaccinazioni

Figlio di 7 mesi. È allergico, per il quale non ha ancora capito. Eruzione cutanea sulle guance, sotto le ginocchia, sulla schiena. A 7 mesi, il nostro pediatra ci ha persuaso a vaccinare con DTP e poliomielite. Il DPT è un vaccino vivo, come ho capito, domestico, l'altro no. Ora gli amici stanno torcendo le dita al tempio e spaventando che sto rovinando la salute del bambino. Ero seriamente spaventato. Dovrei interrompere il corso delle vaccinazioni fino al completo recupero? Quanto è pericoloso vaccinare contro le allergie? O completare il corso con un vaccino estero di qualità?

Komarovsky E. O. risponde

In tutto il mondo civilizzato, la dermatite allergica è un'indicazione diretta per la vaccinazione, dal momento che i bambini con malattie allergiche soffrono di malattie infettive molto più difficile, e questi bambini tendono ad essere protetti in primo luogo. Un altro problema è che è auspicabile effettuare la vaccinazione direttamente, quando non ci sono esacerbazioni di allergia per almeno una settimana. Il DTP non è un vaccino vivo, qui sei fondamentalmente sbagliato e l'opinione dei tuoi amici particolarmente istruiti non può che turbarmi. In ogni caso, dovresti capire che le tue ragazze non sono esperte in vaccinazione. E se il tuo desiderio di proteggere il tuo bambino fa sì che i tuoi amici vogliano girare un dito sulla loro testa, significa solo che non sai come scegliere la tua ragazza. Naturalmente, se puoi permetterti economicamente e trovare un vaccino con un componente di pertosse inattivato nella tua città (ad esempio Infanrix o Pentaxim), allora sarà più sicuro del DPT domestico. E per ogni evenienza, leggi l'articolo sulla dermatite allergica.

Il valore delle vaccinazioni durante una reazione allergica

Quando si vaccina il proprio figlio per i genitori, è una domanda urgente se ci sia un'allergia al vaccino e in che modo influenzerà le condizioni generali del corpo in futuro, cosa succederà dopo? I medici in questo caso forniscono molte risposte e vi è un enorme numero di opinioni sul fatto che le allergie abbiano un ruolo. La soluzione più ottimale, se non sai se è possibile eseguire la procedura per il DSD immediatamente dopo l'insorgenza di alcuni sintomi, dovresti provare a prendere il farmaco.

È importante! In nessun caso non dovremmo somministrare vaccini, è possibile contattare in questa situazione direttamente il medico allergologo, condurre un sondaggio e identificare reazioni a stimoli specifici, fare test.

Dovrebbe essere rimosso dalla stanza in cui una persona vive (per AKDS) tutti gli animali domestici, che includono anche pappagalli, persino pesci. Assicurati di pulire e numerosi cuscini di piume, coperte di lana naturale, deve essere fatto in modo tempestivo. Sorprendentemente, nei primi anni di vita un bambino forma un organismo e, di conseguenza, in seguito possono verificarsi numerose reazioni allergiche. Non è necessario che siano osservati in relazione alla lana di un particolare animale, polline dei fiori. Si osservano significativi effetti collaterali quando si stabilisce che la vaccinazione profilattica è stabilita, questo può essere preso in considerazione.

Pericolo per il bambino

Le vaccinazioni profilattiche dopo possono essere complicate per un bambino dalla possibile presenza di una reazione allergica a un componente specifico, una sostanza contenuta nella composizione. Questo, quindi, porterà a una reazione negativa del corpo, quindi il vaccino non dovrebbe essere fatto. È importante notare che un tale impatto può avere sia un complesso di sostanze che uno, quindi, è possibile causare conseguenze molto negative per una persona. In questo caso, di conseguenza, potrebbe esserci una reazione alle tasse, che porterà persino alla morte. In contrasto con gli effetti simili di vari componenti, ad esempio quelli presenti nella pelliccia dell'animale, la natura problematica della composizione del vaccino è l'impossibilità di rimuovere rapidamente una persona da un ambiente allergico, che deve essere fatto con attenzione.

Raccomandazioni e prescrizioni dei medici

Considerando se sia possibile eseguire una procedura AKT quando ci sono vari disturbi allergici, una risposta univoca diventerà, no. La raccomandazione può essere ottenuta dai medici dell'allergologo, un immunologo, che sono in grado di dare una risposta caso per caso al paziente, indipendentemente dalla sua età. Sorprendentemente, nei primi anni di vita di un bambino, è assolutamente impossibile determinare senza ambiguità se ha specifiche reazioni allergiche. In questo caso, il medico sarà in grado di registrarsi, ad esempio, per effettuare il ritiro medico dei naak, ad esempio, fino a quando il bambino avrà due anni, tre, il che è più caratteristico di questa pratica.

È importante! Di quelle stesse vaccinazioni che dovrebbero essere fatte a un bambino spesso in tenera età, viene prodotto il btz, che viene applicato direttamente al bambino dopo la nascita.

Tuttavia, il medico fa solo una raccomandazione, ma la decisione finale di fare, o non, dovrebbe essere presa direttamente dai genitori. In caso di sospetto di allergie, è obbligatorio verificare la presenza di una reazione a vari componenti, sostanze nella composizione di farmaci e vaccinazioni.

Raccomandazioni per l'immunologo

Un'attenzione particolare dovrebbe essere rivolta alla necessità di visitare un immunologo dopo un allergologo. Aiuterà a valutare lo stato di immunità e ad identificare una possibile relazione con l'impatto dello stato del corpo e di vari allergeni dannosi che si trovano nella composizione del vaccino, per raccomandare se effettuare le vaccinazioni. L'immunologo diventerà, sebbene non sia un medico obbligatorio da visitare, tuttavia, il suo ruolo nella risoluzione del problema è significativo. Questo medico non fornirà assicurazione medica per il medico accreditato, non è un allergologo. Ma allo stesso tempo, la sua decisione può essere utilizzata come prerequisito per emettere il verdetto da parte di quest'ultimo, possibilmente determinando il periodo della vaccinazione corrente e l'inizio del periodo di vaccinazione, in attesa del risultato dopo.

Implicazioni per cui prepararsi

Come conseguenza della vaccinazione nel caso in cui un paziente abbia una reazione allergica positiva, è possibile distinguere:

  • La comparsa di tosse, che si osserva nel tempo, dopo un raffreddore.
  • È possibile entrare nell'ospedale dove viene effettuato il trattamento nel pieno rispetto dei sintomi indicati.
  • Il bambino è tenuto a sottoporsi a vari test necessari, che poi aiutano a identificare i problemi di un particolare organismo, e sulla base di essi viene effettuata un'ulteriore prevenzione e viene scoperta la possibilità di una successiva vaccinazione.
  • Se si verificano complicanze con allergie nel primo stadio della vita, si propone di estendere leggermente il tempo assegnato per la vaccinazione.

Ad esempio, si può decidere di fare tutte le vaccinazioni necessarie all'età di cinque anni, o anche più tardi, ma anche quest'ultima non è raccomandata. Allo stesso tempo, viene anche dato un significato separato al processo di preparazione prima e dopo la vaccinazione, che è tipico per i bambini che si trovano in un ospedale obbligatorio o sotto stretto controllo medico. Per la vaccinazione di aksd tale ritardo in due o tre anni praticamente non può essere categorico, per questo motivo dovrebbe essere sostenuto in modo che non ci saranno recidive in futuro.

È importante! Anche prendere in modo indipendente una tale decisione non dovrebbe essere, puoi semplicemente consultare uno specialista.

Maggiori dettagli su questo problema possono essere trovati:

allergie e vaccinazioni

Avresti iniziato a vaccinare il tuo bambino se avesse avuto qualche tipo di allergia a qualcosa... e ancora più fresco se l'allergene che causa la reazione non fosse noto.

Sono attento alla vaccinazione. il più anziano ha solo BCG (consegnato a 3 mesi) e morbillo / paratite (consegnato a un anno e otto).

La più giovane non ha una singola vaccinazione... ha programmato di somministrare BCG nei prossimi 2-3 mesi, ma in 2 mesi sono comparse eruzioni cutanee... le cose forti possono persino essere pulite... un bambino con GW, non mangio nulla che possa provocare allergie. Ma non voglio istituire vaccinazioni per reazioni allergiche di natura non rilevata. e se c'è un'allergia significa che c'è un qualche tipo di malfunzionamento nel sistema immunitario... e potrebbe non essere noto quale reazione al vaccino... È venuta all'allergologo quando ha scoperto che non c'era alcuna vaccinazione... ha dimenticato anche l'allergia del bambino direttamente. Non raccomando le vaccinazioni quando ho delle allergie... Ho ricevuto la risposta sul foglio di alluminio e l'ho bevuta dentro e fuori... e in generale ho detto che tutto questo è spazzatura. la cosa principale è mettere radici... E come spazzatura, mia sorella è morta dopo aver sofferto per 5 anni dagli effetti della reazione del corpo al vaccino. L'ho vista soffrire...

Così ho deciso che non ti avrei dato le vaccinazioni fino a quando non ero allergico ad esso... ma non sono completamente infastidito dai medici.

Abbiamo avuto un'eruzione cutanea: HK ha superato il kakashi su un dischetto. Hanno seminato lo staphylococcus e la clebsciella dorati, hanno bevuto gli stafilococchi e l'enterofuril del batteriofago dalla clebsiella, e anche quello uccide solo la flora patogena, a norma. Non funziona, tutto è andato via, l'hanno dato a pagamento, seminano di più lì, perché più materiale per il serbatoio

Oh, non mi hai sorpreso, la stessa cosa, Komarovsky ha ancora una tendenza da TV, sì, sono d'accordo, tutto ha un significato e un limite, ma quando in alcune circostanze il bambino non si preoccupa, e nelle analisi ci sono piccole deviazioni, non puoi rompere, ma quando sia una eruzione cutanea o dermatite, non sono d'accordo, si può mangiare tutto il tempo, questa è un'allergia, perché il letame è allergenico, si accumula e solo dopo un po 'si versa una briciola, può sul nurofen, può su akvadetrim, può dopo il disbak, tutto è tornato alla normalità, ma poi tre mesi dopo Tila è un'allergia alle proteine ​​della mucca, e Imeno per le proteine ​​del siero di latte nella miscela, tutte le miscele, in tutte le marche hanno proteine ​​intere, e siamo passati a una miscela in cui questa proteina è divisa artificialmente nella pianta, Frisopep, ha mangiato 2 mesi, l'allergene è morto e passato a proteina parzialmente digerita Frisolak HA. Perché questa miscela ha studiato la composizione e l'osmolarità, come con HB non più di 290, carico netto sui reni. Iniziato con Similac, quando il latte non era abbastanza, comprato via. olio di palma, è stato un errore, lì il ritardo della caseina e delle proteine ​​del siero di latte non è 40 per 60 come dappertutto, ma 50 per 50 e allergie zarototali. Ora tutto è dietro, scrivo, oh, come ricordo le pipette, tutto è già dietro, prendere in considerazione tutti i punti. E così merda sulla salute delle nostre briciole ai medici, e solo le madri ne hanno bisogno, e quando si parla di dermatiti e allergie non è chiaro il motivo per cui, in generale, si lavano le mani, ma dichiarano che non c'è disbaka su 2 dita. In breve, la ragione o intestini o integratori o una miscela. Se pieno di GW, mantieni una dieta leggera, mangia cibi che non sono allergenici, ma per esempio, io non bevo acqua, tutto mi aspira, ma ho già scritto la ragione degli stafilococchi. Arrenditi a pagamento, anche lì tutto ti sarà chiaro, prima firmeranno che Dio proibisce di seminare, inoltre hanno immediatamente raccolto un fago attivo e sicuro contro le cose cattive, non toccando le norme. flora, e se non succede nulla e loro scrivono, allora cerca altre ragioni. Sono già piccolo Pts. Raramente, una briciola è cresciuta camminando, leggendo e così via. se questo nella comunicazione personale., BUONA FORTUNA!

I bambini allergici possono essere vaccinati?

Alcuni genitori sono contrari ai loro bambini con allergie da vaccinare, poiché ritengono che la vaccinazione possa provocare ulteriori reazioni allergiche. Tuttavia, gli immunologi sono dell'opposizione. Secondo loro, l'allergia dopo la vaccinazione non può svilupparsi, la comparsa di irritazione cutanea e altre reazioni simili è una conseguenza dell'ipersensibilità già presente nel bambino.

Le allergie possono manifestarsi dopo la vaccinazione?

Molti genitori si preoccupano se un vaccino può causare allergie? Secondo studi immunologici, il bambino era "allergico", più precisamente, "atopico", inizialmente. Questo o quell'intervento o influenza manifestavano solo questa caratteristica del corpo del bambino.

A proposito, "mostrare le capacità" può essere non solo un vaccino, ma anche stress, ipotermia, malnutrizione, qualsiasi malattia prima che inizi a essere trattata e il suo trattamento (cioè, allergia ai farmaci).

La capacità, dopo aver incontrato un antigene specifico, di produrre anticorpi della classe IgE invece delle solite classi di IgG o IgM è un tratto geneticamente determinato ed è più frequente nei membri della stessa famiglia.

Allergia, atopia (ipersensibilità) - questa è una risposta immunitaria eccessivamente intensa.

Il concetto di atopia è associato ad allergie e implica una predisposizione congenita del corpo alle reazioni a vari stimoli che non si verificano nelle persone senza allergie.

Le persone con predisposizione atopica sono chiamate atopiche.

Manifestazioni di atopia: dermatite atopica, asma bronchiale e rinite allergica (rinocongiuntivite, pollinosi, raffreddore da fieno).

Inoltre, atopica possibili altre opzioni per le reazioni allergiche ai singoli allergeni. Ad esempio, orticaria, angioedema, angioedema e persino shock anafilattico.

Con l'età, una forma di manifestazione dell'atopia può trasformarsi in un'altra. Ad esempio, la dermatite in tenera età può svilupparsi nella rinite allergica e nell'asma bronchiale (abbiamo trattato questo punto nel capitolo sulle caratteristiche legate all'età della risposta immunitaria).

Secondo studi internazionali nei paesi sviluppati, quasi ogni persona decima sperimenta dermatite atopica durante la vita.

È noto che il 90% di tutte le persone con atopia manifesta le sue manifestazioni durante i primi 5 anni di vita e oltre il 60% nel primo anno di vita.

Allo stesso tempo, i sintomi della dermatite atopica possono svilupparsi per la prima volta in un adulto.

Se uno dei genitori o il parente più prossimo del bambino ha dermatite atopica, asma o rinite allergica, allora il bambino stesso svilupperà una dermatite atopica con una probabilità del 30-50%.

Se entrambi i genitori sono allergici, questo rischio aumenta.

Come vaccinare i bambini con allergie?

Quindi le allergie possono essere vaccinate e in tal caso è proibito? Per il bambino atopico, una controindicazione alle vaccinazioni, come per tutti gli altri bambini, è l'esacerbazione della malattia di base.

I malati di allergia possono essere vaccinati dopo che le scadenze per i problemi medici sono passati dopo l'esacerbazione e l'esame del sangue assunto ha dato valori normali.

A volte l'atopico viene vaccinato su un programma individuale, uno alla volta, monitorando la risposta del bambino a ciascun vaccino.

Le vaccinazioni per le allergie possono essere fatte sotto l'aspetto di antistaminici antistaminici. Sono prescritti due giorni prima della vaccinazione e tre giorni dopo.

La proposta degli immunologi di eseguire tutti i bambini sottoposti a vaccinazione è introdotta proprio perché l'atopia può manifestarsi a qualsiasi età e in qualsiasi momento della vita.

Con i continui dubbi, se sia possibile vaccinare un bambino allkrgiku, ai genitori può essere chiesto di determinare il livello di immunoglobuline E nel bambino del bambino (inviarle a uno dei centri diagnostici). Ma non dimenticare che questa analisi non dovrebbe essere una tantum. L'analisi deve essere ripetuta in diversi periodi della vita del bambino, altrimenti non sarà affidabile.

I bambini possono essere immunizzati per allergie?

Ciao, cari lettori. Oggi parleremo delle caratteristiche della vaccinazione dei bambini allergici.

Le vaccinazioni sono necessarie, ci sono regole speciali per la vaccinazione di bambini con allergie e che cosa sono?

Vaccinazione di bambini allergici

La domanda se sia possibile inoculare in caso di allergia in un bambino è di grande preoccupazione per i genitori di bambini allergici.

I genitori sono sempre diffidenti nei confronti della vaccinazione, poiché ogni vaccino può avere effetti collaterali in un bambino sano, per non parlare dei bambini con allergie.

Tuttavia, il Ministero della Sanità russo indica chiaramente che le malattie allergiche non sono incluse nell'elenco delle controindicazioni alla vaccinazione.

Pertanto, è necessario fare vaccinazioni per bambini allergici, ma è importante seguire le regole necessarie: quindi i bambini e i genitori trasferiranno tranquillamente questa eccitante procedura.

I bambini con diagnosi di malattia allergica devono essere vaccinati contro tutte le malattie infettive incluse nel programma di immunizzazione.

Lo specialista terrà conto delle caratteristiche individuali del bambino.

Alla domanda dei genitori: vaccinazione per le allergie, se può essere fatto, la risposta sarà il fatto provato che la vaccinazione è una panacea per molte malattie gravi.

Inoltre, le malattie infettive nei bambini con allergie sono più gravi. Questi bambini devono essere protetti in primo luogo da malattie pericolose, che è ciò che serve la vaccinazione.

Il rischio di complicanze nei soggetti allergici è più alto che nei bambini sani, ma bisogna tenere presente che se una persona allergica raccoglie un'infezione mortale, può morire se non viene vaccinato in tempo.

Gli esperti raccomandano ai genitori di non trattare la vaccinazione come l'unica causa significativa di esacerbazione allergica.

Infatti, a volte anche le condizioni stressanti dell'infanzia possono scatenare un processo allergico.

Regole di vaccinazione

È auspicabile vaccinare un bambino con segni deboli di allergia (remissione parziale) o in completa assenza di sintomi (remissione completa).

La presenza di sintomi allergici è una controindicazione temporanea. Le allergie sono vaccinate se non c'è remissione?

In questo caso, viene eseguita una copertura antistaminica (ad esempio, i beta-bloccanti sono utilizzati nell'asma, negli agenti ormonali, selezionati singolarmente da un allergologo, per la dermatite allergica).

  • Per la profilassi prima della vaccinazione (senza esacerbazioni) gli antistaminici non sono accettati.
  • I bambini vengono vaccinati in appositi armadi se hanno kit di pronto soccorso anti-shock.
  • Dopo la vaccinazione, un bambino allergico deve essere osservato da uno specialista (da trenta minuti a un'ora).
  • Gli allergici raccomandano preparazioni acellulari per la vaccinazione.
  • Sette o dieci giorni prima della vaccinazione, non usare nuovi prodotti per l'igiene, non dovresti andare nei boschi, verso il mare.
  • Sette giorni prima della vaccinazione e tre mesi dopo è necessario seguire una dieta ipoallergenica, che il medico scriverà individualmente per il bambino. Questo è particolarmente importante se vengono diagnosticate allergie alimentari. Ma la regola generale è escludere noci, uova, bacche rosse, agrumi, cioccolato e altri prodotti altamente allergici. Nel menu del bambino non includere il nuovo cibo.
  • Vaccinare un bambino con una malattia allergica è di solito a intervalli più lunghi rispetto ai bambini sani. Non importa se tuo figlio è un po 'indietro rispetto al programma di vaccinazione.
  • I bambini con allergie che sono stati vaccinati devono essere protetti da eccessivo stress psicofisico e dall'ipotermia.
  • Non vengono mostrate vaccinazioni complete per i bambini allergici, è troppo pesante per il corpo dei bambini.

Dopo la vaccinazione, i genitori devono monitorare attentamente la temperatura del bambino, le sue condizioni generali.

I medici hanno scoperto che la vaccinazione di bambini allergici in un momento in cui non vi è esacerbazione della malattia, molto spesso non ha complicanze correlate al vaccino o esacerbazioni allergiche.

L'allergia è un'indicazione vitale per le vaccinazioni e non viceversa. Un allergologo competente non riflette se sia possibile vaccinare un bambino con allergie, poiché la risposta qui è inequivocabile.

Il medico sceglie il momento ottimale per la vaccinazione e pensa a quale protezione potrebbe aver bisogno il farmaco in ogni singolo caso.

Né le allergie infantili, né gli effetti avversi post-vaccinazione sono in alcun modo una controindicazione assoluta alle vaccinazioni in futuro.

Alcune caratteristiche delle vaccinazioni per un bambino con allergie

Di norma, per i bambini con allergie, il numero di vaccinazioni all'anno è maggiore di quello dei bambini sani, poiché viene eseguita la vaccinazione contro l'influenza, le malattie infettive pneumococciche ed emofiliche.

Queste vaccinazioni, inoltre, hanno un effetto positivo sul tempo di remissione dell'allergia.

  • In caso di reazione allergica ai componenti antibatterici presenti nei vaccini e alle proteine ​​delle uova di pollo o di quaglia, non viene effettuata alcuna vaccinazione contro il morbillo e la parotite.
  • Se c'è un'allergia al lievito di birra, di norma, questa è una controindicazione alla vaccinazione contro l'epatite B.
  • L'allergia alimentare, se non grave, non rappresenta una controindicazione alla vaccinazione. Un allergologo prescriverà un antistaminico prima e dopo la vaccinazione. Seleziona il farmaco e determina la sua dose giornaliera solo specialista. La durata e l'intensità del decorso terapeutico è determinata dalla gravità dei sintomi.
  • Se si utilizza un vaccino vivo, la durata della terapia antistaminica dopo la vaccinazione può essere di tre settimane. Questo aiuta il bambino a spostare più facilmente il periodo post-vaccinazione.
  • Per alleviare i sintomi dolorosi dopo un'iniezione, il medico può prescrivere antipiretici o antidolorifici per diversi giorni.
  • Lo specialista può anche prescrivere farmaci che contengono bifidobatteri e lattobacilli. Questi farmaci hanno un effetto positivo sulla microflora intestinale (e in caso di allergie è spesso disturbato). Assumere farmaci prima e dopo la vaccinazione.
  • I bambini asmatici che hanno costantemente bisogno di inalazioni (non ormonali o ormonali), vengono vaccinati senza interruzione di questi farmaci.
  • In caso di allergia ai pollini (pollinosi), la vaccinazione viene eseguita al di fuori dei tempi di impollinazione degli allergeni.
  • Durante i periodi di epidemie, i bambini con allergie possono essere vaccinati e durante un'esacerbazione di allergie, ma il controllo è necessario da uno specialista che sicuramente prescriverà antistaminici prima e dopo la vaccinazione e possibilmente adrenalina (somministrata prima di usare il vaccino).

Gli studi dimostrano che per le allergie che non manifestano anafilassi o angioedema, le vaccinazioni sono ben tollerate.

Lo shock anafilattico o angioedema, che si è verificato a seguito di una risposta ad un particolare ingrediente del vaccino, è una controindicazione assoluta per l'uso di questo farmaco in futuro.

colpi di allergia

Commenti

Un paio di mesi fa abbiamo avuto una zuppa terribile su tutto il corpo, poi è passata, ma a volte si riversa sulle nostre guance, succede anche che ci siano dei punti al mattino, ma non la sera.

Il nostro pediatra pagato ha detto che va bene, puoi fare Pentaxim (DTP advanced), prima di un paio di giorni per bere le gocce di Fenistil, oggi abbiamo già superato i test.

Avendo letto i commenti qui, ero terribilmente terribile!

Ah, chi vorrebbe sapere la verità.

e dottori. non la conoscono, o non vogliono parlare, perché hanno un piano di vaccinazione. Bene, o con un dottore deve essere fortunato. ma non penso che i dottori pagati abbiano un piano di vaccinazione.. anche se chi lo sa.

bastardi !, se solo per iniettare! Quindi un enorme carico sul fegato è anche un vaccino fino al mucchio! non sono d'accordo! Hanno falsi cervelli! Vaccinazioni solo in profonda remissione.

Bene, puoi prendere il morbillo con un vaccino. La vaccinazione non fornisce una protezione al 100%.

I bambini vaccinati "cosparso" a lungo. come il tuo pediatra. Le persone allergiche naturalmente sono vaccinate, ma mai nel periodo di esacerbazione, mai senza una preparazione settimanale prima e dopo antistaminici, in rari casi (per ottusità) con il vaccino DPT.

R / s Escursione a un immunologo o un allergologo con un record nella scheda "amministrazione medica per 1 mese a causa di esacerbazione"

R / CC Per avere un'analisi "terribile" del sangue clinico, le allergie dovrebbero almeno avere asma ormono-dipendente e età solida (non bambini) Nei bambini, gli eosinofili possono essere non più di 3 con l'edema di Quincke, ecc.

Vaccinazioni per le allergie: è possibile fare e ciò che è necessario sapere

Il calendario vaccinale nazionale è approvato per ordine del Ministero della Sanità della Federazione Russa. Delinea i termini e le regole della vaccinazione, nonché la rivaccinazione di bambini e adulti. Le date di immunizzazione sono determinate dal pediatra e dai genitori del distretto, tenendo conto del programma di vaccinazione e dello stato di salute.

Le opinioni delle persone sulla necessità di immunizzazione sono molto diverse. Le vaccinazioni hanno salvato l'umanità da terribili malattie, ma sono anche note morti per shock anafilattico causati dal vaccino.

Particolare attenzione nel decidere la fattibilità dell'immunizzazione dovrebbe essere data ai genitori i cui figli soffrono di malattie croniche. La decisione deve essere presa attentamente, tenendo conto dello stato di salute del bambino in un particolare giorno e dello stato generale di salute.

A proposito della malattia

L'allergia è una reazione inadeguata e inadeguata del corpo a una sostanza. Può essere qualsiasi cosa - polvere, lana, cibo. Una reazione allergica si sviluppa come una complicazione in un certo numero di malattie, come l'artrite. Ogni anno cresce il numero di persone che soffrono di questa malattia. Le statistiche sostengono che fino all'85% della popolazione mondiale è soggetta a qualche forma di malattia.

Quando

Il numero di bambini che soffrono di allergie aumenta di anno in anno. I bambini si ammalano già nel primo anno di vita, quindi devi decidere sulla necessità di immunizzazione in condizioni di malattia allergica. I medici ritengono che i vaccini siano necessari per i bambini malati, ma dovrebbero essere fatti solo durante i periodi di remissione.

La consultazione con un allergologo ti aiuterà a capire come il bambino è cresciuto dopo un'esacerbazione e se la sua condizione può essere considerata una remissione stabile.

Cos'è una vaccinazione?

Per capire se fare una vaccinazione specifica, non sarebbe superfluo capire di cosa si tratta. La vaccinazione contro una malattia (o un gruppo di malattie, ad esempio, DTP) è l'introduzione nel corpo di una sostanza che, dopo la produzione di anticorpi nel corpo, creerà l'immunità alla malattia.

Esame dell'immunologo

Un immunologo valuta l'immunità di un piccolo paziente, la sua disponibilità a ricevere un vaccino. Conosce la composizione del farmaco e componenti che causano reazioni allergiche nel bambino. Un immunologo può raccomandare l'uso di un prodotto da un produttore specifico per ridurre le potenziali conseguenze e prevenire l'aggravamento.

Regole di allergia sicure per l'immunizzazione

Se il bambino ha un'allergia, i genitori dovrebbero ricordare:

  • Il bambino deve essere in buona salute per almeno due settimane prima dell'immunizzazione. Non dovrebbe avere raffreddori e altre malattie, così come i sintomi di esacerbazione delle allergie.
  • 1-2 giorni prima della vaccinazione e 3 giorni dopo - dovresti assumere farmaci contro le allergie (suprastin, fenistil). Un pediatra o un allergologo prescriverà il farmaco giusto.
  • Prima di andare in clinica è meglio non dare da mangiare al bambino per 1-3 ore. Dopo l'immunizzazione, controlla la condizione, non lasciandolo da solo o con estranei.
  • Arrivando a casa senza aspettare che la temperatura salga, dare un debole antipiretico basato sul paracetamolo.

I genitori devono ricordare che le complicazioni sono spesso causate non dal farmaco, ma dal mancato rispetto delle regole di comportamento. Non puoi esternare il bambino, fargli una corsa. Il corpo del bambino sta attivamente lavorando, combattendo con il vaccino e producendo anticorpi.

Analoghi dei vaccini importati

Se la madre ha dei dubbi sulla qualità dei fondi nazionali, puoi usare analoghi stranieri.

  • DTP (pertosse, difterite, tetano). Questa vaccinazione (insieme alla rivaccinazione) fornisce l'immunità a tre malattie pericolose. Se c'è l'opportunità di comprare un vaccino e di non usare il libero nella clinica, puoi usare il farmaco Infanrix, la produzione del Belgio. Questa è l'opzione più benigna per i bambini deboli e coloro che hanno reazioni allergiche. Raccomanda anche l'uso della droga francese Tetraxim. Questi strumenti sono disponibili con siringhe che facilitano l'amministrazione.
  • Epatite B. Malattia pericolosa che può passare inosservata a lungo. È possibile sostituire la droga domestica può Belgian Endzheriks-In o americano Sci-B-Vac.
  • Tubercolosi. BCG: questo farmaco produce protezione contro la tubercolosi. BCG-M è una versione indebolita dello stesso rimedio. Importare gli analoghi nella composizione non differiscono da quelli domestici.
  • Parotite, rosolia, morbillo. MMR II è un vaccino combinato contro un gruppo di malattie di origine americana. Il nostro è un analogo completo.

Suggerimenti per adulti

Nella comunità medica globale, le reazioni allergiche non sono considerate un motivo per rifiutare le vaccinazioni. Devi essere più attento con i bambini malati e scegliere il momento giusto per la vaccinazione e il farmaco. I bambini che soffrono di gravi allergie possono essere vaccinati in ospedale.

Se i fondi lo consentono, puoi scegliere i farmaci importati, la cui azione è più delicata. I bambini non vaccinati per tutta la vita rischiano di contrarre un'infezione grave.

Man mano che il numero di persone non vaccinate cresce, cresce la probabilità di epidemie reali di malattie terribili. Gli adulti dovrebbero capire che sono i loro figli che non vengono vaccinati in tempo e rientrano nel gruppo di rischio principale. Poiché i loro corpi sono indeboliti dalle allergie, la probabilità di ammalarsi aumenta.

Se la madre ha dei dubbi, se è possibile vaccinare il bambino, se ciò aggraverà la malattia del bambino, rimanda la vaccinazione e consulta gli esperti. Le opportunità per prendere decisioni informate sono molte. Puoi andare da un pediatra in una clinica a pagamento, chiedere a uno specialista tramite Internet. Ci sono molti modi per prendere una decisione informata.

WithoutAllergy

Ogni madre vuole il suo bambino il meglio. Pertanto, quando si tratta di vaccinazione di routine, ha immediatamente un enorme numero di domande: "Quanto è pericoloso o sicuro il vaccino utilizzato? Provoca allergie? In caso contrario, perché il pediatra prescrive antistaminici? Posso essere vaccinato per le allergie? "Cercheremo di dare la risposta all'ultima domanda in questo articolo.

Qual è la vaccinazione dei bambini?

Vaccinazioni devono essere fatte per formare un'immunità stabile del bambino contro alcune malattie infettive. Il vaccino introdotto consente al bambino di trasferire più facilmente la malattia in caso di infezione, dal momento che il suo sistema immunitario ha già familiarità con questo microbo. I componenti del vaccino innescano una risposta immunitaria speciale, che si traduce nella produzione di anticorpi contro specifici patogeni. E poi sono questi anticorpi che formano la reazione difensiva del corpo.

Le vaccinazioni dei bambini sono divise in due gruppi:

  1. programmati;
  2. Vaccinazioni in caso di una possibile epidemia.

Per le vaccinazioni di routine includono:

  • BCG;
  • DTP;
  • PDA;
  • Contro la polio.

Per tutte le vaccinazioni pianificate, sono stati sviluppati modelli di amministrazione chiari in base all'età del bambino e alla sequenza della loro attuazione.

Il vaccino contiene allergeni?

Qualsiasi vaccino finito ha nella sua composizione un gran numero di elementi, ognuno dei quali può essere considerato un corpo per bambini come una sostanza potenzialmente pericolosa. Ogni vaccino ha una sua composizione specifica, che di solito include i seguenti componenti:

  • conservanti;
  • antibiotici;
  • Lievito di birra;
  • gelatina;
  • Tuorlo d'uovo

Avendo visto un componente come il tuorlo d'uovo in un vaccino, molti genitori i cui bambini soffrono di allergie alimentari sono dubbiosi sul suo uso. Per tali bambini sono stati sviluppati vaccini con una composizione diversa, che l'immunologo può selezionare.

Attualmente, i vaccini per bambini producono un numero enorme di produttori, possono essere sia domestici che importati. A seconda del produttore. Ogni vaccino ha una propria composizione e, se il genitore ha la capacità finanziaria di acquistare un vaccino appropriato per suo figlio, può farlo.

Fare o non essere vaccinato per le allergie in un bambino?

Molte madri sono diffidenti nei confronti dei vaccini anche nei bambini sani, ma per quanto riguarda coloro i cui bambini soffrono già di allergie? Le mamme credono che durante il periodo di allergia, il vaccino possa aggravare il processo e causare danni alla salute del bambino. Le mamme hanno ovviamente ragione che è possibile il rischio di sviluppare varie complicazioni in un bambino. Ma questo non è influenzato solo dalle allergie, ma dal fatto che un corpo impreparato di un bambino potrebbe non reagire correttamente correttamente ad esso.

Ma quando si tratta di soppesare tutti i pro ei contro della vaccinazione, si deve tenere presente che un bambino che soffre di allergie è piuttosto difficile da tollerare qualsiasi malattia infettiva, poiché il suo sistema immunitario è già in uno stato indebolito. Un vaccino aiuta a preparare il corpo del bambino a combattere contro malattie terribili, e quindi ha la possibilità di sopravvivere e guarire senza complicazioni serie.

I pediatri ritengono che se vi sono lievi segni di allergie cutanee, le allergie alimentari non hanno indicazioni per l'abolizione della vaccinazione. Con un'allergia pronunciata, la data della vaccinazione viene trasferita in un momento in cui l'eruzione cutanea sulla pelle non è quasi evidente. Ciò è in gran parte dovuto al fatto che il vaccino può anche provocare allergie e una reazione simile dovrebbe essere annotata il prima possibile al fine di adottare misure per fermare il processo.

Molti allergici consigliano ai genitori di iniziare a prendere antistaminici pochi giorni prima della vaccinazione e continuano per altri due o tre giorni dopo di esso. Solo uno specialista può scegliere la medicina giusta in base all'età del bambino e al quadro clinico.

Quando si utilizza un vaccino vivo, prendere un corso di farmaci anti-allergia può durare circa 20 giorni dopo la vaccinazione. Tale uso a lungo termine è associato a un lungo periodo di incubazione per i "microbi" introdotti.

La maggior parte dei pediatri insiste chiaramente sulle vaccinazioni durante il periodo di allergia in un bambino. Le uniche eccezioni sono le condizioni acute del decorso della malattia, l'angioedema e la possibilità di shock anafilattico.

La decisione è affidata ai genitori, quindi se la madre è imbarazzata per lo stato di salute del figlio o per la composizione del vaccino utilizzato, può sempre astenersi dall'utilizzarla. Durante il time-out, è possibile consultare altri specialisti, come un allergologo o un immunologo, o entrambi contemporaneamente, eseguire i test necessari e prendere la decisione giusta.

Quando non posso vaccinare?

La paura delle mamme associate alle vaccinazioni infantili si basa principalmente sulle storie di amici e parenti su ciò che è accaduto ad alcuni bambini dopo l'introduzione del farmaco e su quali complicazioni hanno iniziato a svilupparsi. Il rischio di complicanze è sempre presente, sebbene nella percentuale minima. Ma ci sono momenti nella vita del bambino, quando il rischio di una somministrazione di vaccini aumenta notevolmente:

  • Nelle malattie del sistema nervoso (epilessia, idrocefalo e altri);
  • Condizione allergica pronunciata a qualsiasi irritante (angioedema, reazioni anafilattiche, orticaria cronica);
  • Se uno qualsiasi dei parenti più stretti ha avuto una reazione negativa alle vaccinazioni sotto forma di shock anafilattico o altre gravi conseguenze;
  • Se un bambino con una precedente vaccinazione è stato osservato complicanze di varia gravità;
  • Con immunodeficienza congenita e HIV;
  • Con disturbi metabolici congeniti nel corpo del bambino;
  • Con difetti cardiaci scompensati.

In questi casi, le vaccinazioni sono strettamente controindicate per il bambino. C'è un certo numero di indicazioni, quando il vaccino deve essere posticipato per 1-2 mesi. Questo è solitamente il caso in cui il bambino ha avuto gravi malattie infettive, operazioni e altre condizioni dolorose, quando c'è un forte indebolimento delle funzioni protettive del corpo.

Come vaccinare i bambini con allergie?

Se le madri ancora dubitano e fanno la domanda: "I bambini che soffrono di allergie devono essere vaccinati?" I dottori risponderanno sicuramente: "Sì!". In questo caso, il medico sceglie il più piccolo male, argomentando come segue: "È possibile che un bambino con una reazione allergica possa iniziare reazioni avverse. Ma il rifiuto della vaccinazione può portare allo sviluppo di una pericolosa malattia infettiva, le cui complicazioni sono molto più gravi, inclusa la morte.

Vaccinare i bambini con allergie richiede un approccio speciale:

  1. È necessario scegliere il momento giusto per la vaccinazione, quando l'allergia non è nella fase acuta e i suoi sintomi sono quasi assenti;
  2. Il bambino deve sottoporsi a una diagnosi obbligatoria per identificare il tipo di allergia e irritante;
  3. Se un bambino ha allergie alimentari e provocatori vengono identificati, i genitori dovrebbero usare una dieta rigorosa per il bambino per non provocare un'allergia;
  4. Prima della vaccinazione, il bambino deve consultare non solo il pediatra, ma anche altri medici, come un dentista, un otorinolaringoiatra, un neuropatologo, un allergologo e un immunologo;
  5. I bambini con allergie non dovrebbero usare vaccini multicomponenti. Ogni provocatore viene presentato separatamente a determinati intervalli. Una tale introduzione del vaccino è dovuta al fatto che è necessario tracciare la reazione del corpo del bambino a ciascun provocatore, quindi il tempo tra la loro introduzione dovrebbe essere allungato rispetto a quello convenzionale;
  6. Prima della vaccinazione, è necessario preparare il corpo del bambino per prendere il vaccino. Per fare questo, il medico prescrive antistaminici, fitoterapici e farmaci contenenti calcio;
  7. Il bambino deve essere sano, cioè anche il minimo accenno a un raffreddore è una buona ragione per rifiutare la vaccinazione. Dopo la vaccinazione, è necessario limitare lo stress fisico e psicologico, evitare l'ipotermia e altri fattori che possono indebolire l'immunità del bambino;
  8. Se un bambino ha una pronunciata reazione allergica - questo è il motivo per rifiutare la vaccinazione. Inoltre, non è necessario effettuare la vaccinazione, se il bambino ha avuto una strana reazione alla precedente vaccinazione.

Mamma baby che soffre di allergie prima della vaccinazione deve tutte le loro paure e preoccupazioni circa le condizioni del bambino da discutere con il medico. Non esitate a ricordare anche alcuni dettagli minori, se sono preoccupati che i loro genitori dovrebbero conoscere il medico. Pertanto, insieme a uno specialista, puoi prendere la decisione giusta se vaccinare o meno un bambino e quale vaccino usare quando prendi una decisione positiva.

È possibile vaccinare un bambino con allergie?

È possibile vaccinare un bambino con allergie?

Puoi essere vaccinato in caso di allergia o dovrebbe essere posticipato, il pediatra locale che esamina il bambino prima che la vaccinazione decida. La comparsa di segni di dermatite atopica nei neonati indica che la peculiarità del corpo è difficile da sopportare in caso di malattie infettive. Tutti saranno accompagnati dal rilascio di istamina nel flusso sanguigno, e questo causerà gonfiore delle mucose, da cui i bambini spesso muoiono. Tali bambini dovrebbero essere protetti dalle malattie mortali in primo luogo.

I genitori che sono interessati possono essere vaccinati in caso di allergie, dovrebbero capire che rifiutare la vaccinazione sarà, nella migliore delle ipotesi, la causa dell'invalidità di un bambino dopo un'infezione o, peggio, porterà alla sua morte. Dovrebbero trattare le raccomandazioni del pediatra con comprensione e ricevere tutte le vaccinazioni. La questione della vaccinazione viene attivamente discussa nella comunità. I suoi oppositori affermano che i bambini vaccinati non hanno un'immunità addestrata, perché dopo tutte le vaccinazioni il numero di agenti infettivi è significativamente ridotto. Ma la maggior parte della comunità vede questo come un effetto positivo.

È importante! La vaccinazione attiva protegge i bambini da un'infezione potenzialmente letale in tenera età e consente loro di svilupparsi correttamente.

A che ora scegliere per la vaccinazione

Le mamme spesso dubitano che possano essere vaccinate per allergie a lungo termine. Hanno paura delle complicazioni e credono che la vaccinazione possa nuocere alla salute del bambino. I genitori hanno ragione che il rischio di complicazioni in un bambino non preparato è abbastanza alto. Ma si dovrebbe tener conto del fatto che se un bambino si ammala di una malattia infettiva, non avrà la possibilità di sopravvivere con una risposta dell'organismo ad agenti patogeni.

Se il bambino ha lievi segni della malattia, allora si può essere vaccinati se si hanno allergie alimentari, solo in pochi giorni iniziano a prendere antistaminici.

Se il bambino ha deboli segni della malattia, allora puoi essere vaccinato se hai allergie alimentari. La data dovrebbe essere nominata in un momento in cui i sintomi sono diminuiti a piccole lesioni della pelle. Questo ti permetterà di notare l'inizio della reazione al vaccino e prendere misure per fermarlo. Gli allergici alla domanda di genitori ansiosi, se è possibile essere vaccinati con allergie, raccomandano diversi giorni prima della vaccinazione per iniziare a prendere un antistaminico.

La selezione di farmaci e l'appuntamento di una dose quotidiana sono nella competenza del medico generico essente presente. Ai bambini vengono prescritti farmaci di nuova generazione che non hanno effetti collaterali. I bambini di età inferiore a un anno non dovrebbero essere trattati con tavegil e altri antistaminici che, se sovradosaggio, possono portare allo sviluppo di effetti collaterali.

Il corso del trattamento prima della vaccinazione dipenderà dalla gravità dei sintomi. Il farmaco viene prescritto pochi giorni prima dell'iniezione e poi per diversi giorni dopo di esso.

Quando si utilizza un vaccino vivo, un ciclo di trattamento profilattico con antistaminici può durare fino a 20 giorni dopo la vaccinazione. Tale corso è raccomandato a causa del lungo periodo di incubazione degli agenti infettivi somministrati. L'uso a lungo termine di antistaminici rende più facile sopravvivere in un momento pericoloso dopo aver usato il siero.

Per alleviare i sintomi dolorosi nei primi giorni dopo l'iniezione, si raccomanda di somministrare un antipiretico e antidolorifico, adatto all'età.

Infanrix o Pentaxim con l'introduzione danno una percentuale inferiore di reazioni allergiche

Tali misure preventive consentono di sopravvivere al tempo dopo la vaccinazione senza complicazioni.

Alla ricerca di una risposta alla domanda se sia possibile vaccinare il DTP per le allergie, si dovrebbe tener conto del fatto che ci sono vaccini con una componente di pertosse inattivata. Sono emessi da produttori stranieri e raccomandati per bambini disabili. Infanrix o Pentaxim con l'introduzione danno una minore percentuale di reazioni allergiche, ma è necessario acquistarle a proprie spese. Prima di effettuare un acquisto, è necessario consultare il pediatra locale responsabile della salute del bambino.

Un vaccino può contenere un agente allergenico?

Il vaccino finito è un insieme complesso di componenti che possono essere considerati dal corpo del bambino come agenti potenzialmente pericolosi. Contiene in quantità insignificanti:

  • albume d'uovo;
  • antibiotici;
  • gelatina;
  • lievito di birra;
  • conservanti.

L'albume è usato per fare alcuni vaccini antinfluenzali. I genitori i cui figli hanno una reazione patologica alle uova in una storia, dubitano che si possa essere vaccinati contro l'influenza per allergie, dovrebbero sapere che per un bambino l'immunologo può prescrivere un vaccino fatto usando colture cellulari di mammifero.

L'immunizzazione contro l'influenza può essere effettuata se c'è una storia di allergia alle uova, ma non è osservata al momento della vaccinazione. Dovrebbe essere eseguito anche se alcuni membri della famiglia hanno una reazione patologica al vaccino contro l'albume o il vaccino antinfluenzale. L'albume è talvolta usato per fare uso di droghe per la rabbia, la parotite, il morbillo e la rosolia. Vi sono informazioni allegate all'annotazione allegata al preparato, indipendentemente dal fatto che questa sostanza sia contenuta nella forma preparata o meno. Rifiutare tale vaccinazione ha senso se vi sono sintomi pericolosi di una reazione allergica all'albume. Questi includono angioedema e shock anafilattico. È sempre possibile trovare un vaccino da un altro produttore che utilizza un componente diverso.

Se vi sono sintomi pericolosi di una reazione allergica all'albume, la vaccinazione deve essere scartata.

Gli antibiotici sono utilizzati nella fase iniziale della produzione di vaccini per prevenire la contaminazione batterica della forma finita. La sua quantità insignificante può rimanere nel prodotto finito. Se un bambino è allergico alla muffa, questa quantità può causare una reazione. Per evitare questo, è necessario utilizzare per vaccinazione farmaci di alta qualità di origine straniera.

La gelatina è presente in un vaccino combinato ideato per evitare che un bambino venga infettato da malattie pericolose come morbillo, parotite e rosolia. È contenuto nel vaccino della varicella. Una reazione patologica alla gelatina è osservata nei bambini che sono allergici alla carne. L'alcool denaturato di collagene contiene proteine ​​allergeniche e questo può causare allergie direttamente al supplemento dietetico. Questo si manifesta con una reazione patologica alla marmellata, alla gelatina, alla massa muscolare. Le allergie di auto possono svilupparsi dopo una tale vaccinazione prima dello shock anafilattico. Per evitare questo, viene selezionato un vaccino risparmiatore per questa categoria di bambini.

Il lievito di birra è usato per preparare il farmaco contro l'epatite B.

Sotto forma di piccole tracce residue di sostanze che possono causare una reazione dopo la vaccinazione. I bambini a rischio di allergie da muffa sono a rischio. Le reazioni preventive possono essere prevenute dagli antistaminici prima della vaccinazione.

Il tiomersal è un conservante utilizzato da alcuni produttori nella produzione di vaccini inattivati. La sua presenza nei preparativi aggrava il corso della diatesi.

È importante! I medici sono convinti che tu possa e debba essere vaccinato per le allergie, ma il bambino dovrebbe essere preparato per questo. La vaccinazione di bambini che soffrono di reazioni allergiche richiede un approccio speciale.

In questo caso, è necessaria una valutazione seria dei possibili rischi e delle alte qualifiche del medico del pediatra a cui è permesso vaccinare. I genitori sono invitati a consultare un immunologo e un allergologo prima di iniziare l'immunizzazione. La corretta selezione di vaccini di alta qualità aiuta ad avere una risposta positiva ai dubbi sulla possibilità di vaccinare un neonato se c'è una storia di allergie.

Esiste il rischio di vaccinazione dopo l'introduzione della tubercolina

Di solito, la prima dose di tubercolina viene somministrata in ospedale prima della dimissione. Se il bambino ha controindicazioni alla vaccinazione, riceve una dose di tubercolina dopo il recupero da un test negativo di Mantoux. La decisione se sia possibile effettuare questa vaccinazione in caso di allergia al bambino è presa dallo staff medico, in base alle condizioni del neonato e alla storia della madre.

La rivaccinazione BCG viene eseguita a 7 anni per alcuni bambini. Se è possibile inoculare BCG in caso di allergia a un bambino di questa età, è necessario discutere nell'ufficio del pediatra. Se necessario, fornirà raccomandazioni per visitare un immunologo e un allergologo per prendere una decisione definitiva. La vaccinazione è consentita al momento della comparsa della remissione persistente, che viene osservata un mese dopo l'esacerbazione della malattia.

Attenzione! L'introduzione della tubercolina ha molte controindicazioni e il più delle volte il pediatra ne esenta al minimo dubbio.

Riflettendo sulla domanda se sia possibile inoculare un neonato, se c'è un'allergia alimentare, è necessario fidarsi di uno specialista. Nessuno dei medici vuole assumersi la responsabilità per la decisione sbagliata, che porterà alla morte del bambino.

L'introduzione della tubercolina ha molte controindicazioni e il più delle volte il pediatra dà una deroga.

Al fine di vaccinazione nei bambini con allergie, per passare senza sintomi acuti, è necessario seguire le regole della vaccinazione:

  • fare la vaccinazione durante la remissione;
  • pre-screening per determinare l'irritante;
  • utilizzare una dieta ipoallergenica;
  • mostrare il bambino a diversi specialisti per identificare patologie nascoste.
  • osservare le condizioni generali del bambino dopo che il vaccino è stato somministrato;
  • preparare il corpo per la vaccinazione con antistaminici e agenti immunostimolanti;
  • escludere in questo momento attività fisiche e situazioni stressanti.

Se si verificano reazioni allergiche, consultare immediatamente un medico per prevenire possibili complicanze che portano alla morte. Un bambino vaccinato ha più meccanismi protettivi di un bambino non vaccinato e questo ha un effetto benefico sulla sua salute.

Popolarmente Sulle Allergie