L'allergia agli antibiotici occupa gran parte (circa il 70%) delle reazioni allergiche ai medicinali nei bambini. Gli antibiotici sono usati in tutto il mondo. Per molti anni hanno aiutato l'umanità a curare un gran numero di malattie derivanti dall'ingestione di microbi o virus.

I farmaci del gruppo antibiotico sono costantemente aggiornati, grazie ai quali vengono immessi sul mercato farmaci di nuova generazione. Spesso, una farmacia offre l'acquisto di un farmaco per un bambino che non abbiamo mai usato prima, ma un'allergia può essere una conseguenza pericolosa dell'uso di antibiotici.

Oggi i medici vedono sempre più nell'intolleranza dei bambini alcuni potenti farmaci, soprattutto perché le istruzioni per ciascuno di essi contengono molti effetti collaterali.

Tuttavia, si osservano le reazioni allergiche più frequenti quando si utilizza il gruppo più semplice di agenti antibatterici contenenti penicillina. In questi casi, sarà molto difficile per il medico prescrivere un trattamento adeguato, soprattutto se l'allergia si manifesta in un bambino.

motivi

Le ragioni per lo sviluppo di varie reazioni allergiche quando si usano antibiotici sono le stesse. Un possibile allergene è riconosciuto dal sistema immunitario come un agente pericoloso. Dopo di che la malattia appare sulla pelle sotto forma di eruzioni cutanee. Inoltre, possono verificarsi sintomi come tosse, starnuti, soffocamento o lacrimazione. Non importa se l'allergene è in pericolo di vita o meno.

Molto spesso le allergie nei bambini sono causate da tali farmaci: cefalosporina, penicillina o sulfanilamide. Contengono antibiotici.

Vari fattori possono provocare una reazione allergica di un organismo a farmaci, per esempio, una predisposizione ereditaria, le caratteristiche di un organismo, una tendenza genetica, ecc. droga infantile.

Una semplice infezione virale può scatenare un'allergia al farmaco con penicillina, che avrebbe dovuto curare il virus. Quando si assumono questi farmaci, gli esperti consigliano di monitorare attentamente le condizioni del piccolo paziente.

Quanto manifesto

I sintomi più comuni di allergia nei bambini sono locali e vengono osservati su specifiche aree della pelle. Le allergie agli antibiotici possono causare sintomi locali e generali.

Gli antibiotici possono causare al bambino una serie di reazioni avverse, incluso lo shock anafilattico.

Sintomi locali

I sintomi locali di allergie di solito non minacciano la vita di un piccolo paziente e sono suddivisi nei seguenti tipi:

  • Le allergie agli antibiotici possono causare l'edema di Quincke. Si esprime in un significativo gonfiore di alcune parti del corpo. Questi sintomi sono spesso accompagnati da forte prurito e arrossamento delle aree gonfie. Questo edema richiede un trattamento immediato, altrimenti può causare soffocamento.
  • Le allergie agli antibiotici possono causare sintomi come l'orticaria. È caratterizzato da prurito e punti luminosi sul corpo. A volte si fondono in un unico grande punto.
  • Un'eruzione cutanea posizionata su un'area specifica del corpo può avere una diversa area di copertura e localizzazione.
  • Il rossore delle aree del corpo dopo l'esposizione alla luce del giorno è chiamato fotosensibilizzazione. Osservato nei bambini con una reazione allergica agli agenti contenenti penicillina.
  • Lo sviluppo di allergie è accompagnato da una nave e dall'aspetto di vescicole con liquido.

Sintomi comuni

Una reazione allergica agli antibiotici può essere di natura generale, si osserva abbastanza raramente, tuttavia è caratterizzata da manifestazioni più complesse che possono minacciare la vita di un bambino:

  • Dopo l'uso a lungo termine di antibiotici, può verificarsi la febbre da farmaci. Si manifesta attraverso un aumento di temperatura di 40 gradi. Il trattamento di questi sintomi è possibile solo attraverso l'abolizione del farmaco.
  • La necrolisi epidermica si manifesta in grandi vescicole poste sulla pelle. Le bolle possono avere un liquido all'interno e scoppiare periodicamente. Al sito della rottura della vescica, una ferita appare senza pelle, dove l'infezione si ottiene facilmente.
  • Dopo l'abolizione dell'antibiotico, il bambino può manifestare una reazione allergica come un sintomo simile al siero. Gli esperti notano la sua manifestazione abbastanza spesso in piccoli pazienti. Questa allergia è caratterizzata da eruzioni cutanee, linfonodi ingrossati e febbre.
  • C'è una reazione immediata a un antibiotico, shock anafilattico. Questo sintomo allergico è caratterizzato da un calo della pressione sanguigna, da un forte prurito, da un'eruzione cutanea e difficoltà respiratorie dovute a edema laringeo. In questi casi è necessario un trattamento urgente. Se non si fa nulla per salvare il bambino, allora può essere fatale.
  • Una delle manifestazioni di una reazione allergica in tutto il corpo è considerata la sindrome di Stevens-Johnson. È caratterizzato dalla comparsa di piccole eruzioni cutanee, dalla febbre e dalla presenza di infiammazioni sulle mucose.

diagnostica

Di solito, i medici suggeriscono di eseguire speciali test allergici per identificare le allergie agli antibiotici. Queste analisi sono molto semplici. Un antibiotico viene gocciolato su una delle aree della pelle, dopo di che uno scarificatore produce leggeri graffi, prendendo campioni per la reazione.

Secondo i risultati dei test e determinato la dipendenza dall'allergia sull'uso della penicillina. Il metodo non si applica ai bambini che non hanno 3 anni. A volte per identificare le allergie devono fare l'analisi per l'immunoglobulina E.

Cosa fare

Il trattamento di una reazione allergica agli antibiotici nei bambini piccoli di solito consiste nell'escludere l'ingresso di una sostanza allergenica nell'organismo. Il medico deve prima cancellare l'antibiotico pericoloso. Dopo di ciò, i sintomi non devono nemmeno essere trattati, poiché essi stessi gradualmente passano.

Allergie gravi dovrebbero essere trattate con antistaminici e glucocorticosteroidi. Sono in grado di abbassare il livello di istamina nel corpo.

In alcuni casi, gli esperti consigliano di eseguire l'emosorbimento o la plasmaferesi. E la desensibilizzazione è indicata nei casi in cui gli antibiotici allergenici sono di vitale importanza da assumere.

Sintomi di un'allergia agli antibiotici nei bambini

Una reazione allergica ai farmaci avviene non meno del cibo. E i bambini sono anche soggetti ad esso. I genitori in questi casi sono molto spaventati, perché i metodi principali per il trattamento di raffreddori e altre malattie diventano inaccessibili.

Perché c'è un'allergia agli antibiotici, cosa fare in una situazione del genere, cercheremo di capire il nostro materiale.

Cause di reazione agli antibiotici

Le ragioni specifiche per lo sviluppo di allergie agli antibiotici, i medici non possono evidenziare. La versione base è una predisposizione ereditaria in cui il sistema immunitario è molto attivo nel rispondere a un irritante esterno. In questo caso, i parenti del bambino possono soffrire di allergie a un'altra sostanza (cibo o cosmetici), e nel suo caso si manifesta in questa forma.

Inoltre, gli esperti determinano altre cause della manifestazione di una reazione allergica:

  • disturbi del sistema immunitario a causa di malattia o immaturità;
  • il bambino ha una tendenza alle reazioni allergiche a qualsiasi irritante;
  • uso incontrollato di antibiotici o non conformità con le raccomandazioni per il loro uso;
  • infezione virale;
  • la presenza nel bambino dei vermi;
  • overdose di droga.

Questi fattori rendono il corpo del bambino sensibile a vari allergeni, ma sono innescati, di regola, quando l'immunità è indebolita, quando la resistenza del corpo diminuisce a causa dell'infezione con eventuali parassiti.

Condizioni ambientali sfavorevoli aumentano la probabilità di sviluppare allergie nei bambini, poiché devono costantemente occuparsi di sostanze estranee nell'ambiente.

Video dal Dr. Komarovsky:

I farmaci più allergenici

I più pericolosi in termini di reazioni allergiche sono nuovi farmaci, perché è difficile prevedere la risposta del corpo del bambino. Tuttavia, la maggior parte dei farmaci sono sviluppati da linee basate su una singola sostanza chimica o sostanze della stessa serie con una struttura simile. Pertanto, se il bambino è allergico a uno dei farmaci della linea, allora molto probabilmente sarà sul resto della serie.

Gli allergeni più comuni sono:

  • tetraciclina;
  • la penicillina;
  • cefalosporina;
  • amoxicillina;
  • aminoglicosidi;
  • fluorochinolone;
  • Macrolide e altri.

L'amoxicillina è una droga con un ampio spettro di azione, è relativamente sicura e consentita per i bambini.

Appartiene al gruppo delle penicilline semisintetiche, è usato per trattare un gran numero di malattie infettive. Tuttavia, ha un tale effetto collaterale come la comparsa di una reazione allergica.

Le cefalosporine hanno anche un ampio spettro d'azione, sono usate per trattare sinusiti, meningiti, otiti, bronchiti e altre malattie infettive.

I farmaci non sono tossici e possono essere usati dall'età di due mesi. Ma può causare una reazione allergica fino allo shock anafilattico e all'angioedema.

Questo gruppo include:

  • ceftriaxone;
  • Ceftaroline;
  • cefazolina;
  • maxicef;
  • Supraks e altri.

Gli aminoglicosidi sono usati nel trattamento della tubercolosi, della bronchite, della pleurite, della meningite e di malattie simili. Più spesso usato in combinazione con penicilline o cefalosporine, che aumenta l'efficacia. I farmaci sono altamente tossici e possono causare allergie nel paziente.

Questo gruppo include:

I macrolidi sono antibiotici di origine naturale con una struttura complessa utilizzata per eliminare streptococchi, pneumococchi, spirochete e altri microrganismi patologici. Usato per trattare un gran numero di malattie "infantili".

Includi nomi commerciali:

  • azitromicina;
  • Sumamed;
  • Eritromicina e altri.

Il pericolo di assumere tali farmaci è dovuto al fatto che la reazione patologica può verificarsi non dopo la prima dose, ma successivamente, con l'accumulo di una sostanza nel corpo.

Sintomi e diagnosi

Un'allergia dopo un antibiotico in un neonato o in bambini più grandi può manifestarsi:

  • all'istante - entro 1-2 ore dall'ingestione;
  • accelerato - ogni altro giorno, due;
  • rallentato dopo 3-4 giorni.

Più tardi appare, più è difficile determinare la fonte del problema e prendere le misure appropriate.

I sintomi allergici più comuni dopo l'assunzione di antibiotici sono un'eruzione cutanea che prude e una leggera febbre. Dopo la sospensione del farmaco, i sintomi scompaiono dopo un paio di giorni.

Tuttavia, ci possono essere reazioni forti, che manifestano sintomi pericolosi:

  • una brusca comparsa di un'eruzione cutanea su tutto il corpo o in certe zone della pelle;
  • tosse, starnuti;
  • lacrimazione, arrossamento delle palpebre;
  • gonfiore;
  • prurito;
  • linfonodi ingrossati;
  • l'apparizione sul corpo di grandi bolle con fluido sieroso;
  • febbre grave associata a battito cardiaco accelerato;
  • angioedema;
  • shock anafilattico.

Gli ultimi due segni possono portare alla morte, quindi quando appaiono, è urgente chiamare un'ambulanza e dare al bambino un antistaminico.

Foto di eruzioni allergiche in un bambino:

La diagnosi della malattia avviene attraverso esami esterni e anamnesi. Un allergologo può prescrivere un test provocatorio, in cui un allergene "sospetto" viene iniettato in un organo da shock. Può anche essere usato un esame del sangue per una proteina specifica che appare durante una reazione allergica.

Cosa fare in caso di allergie?

La regola principale in caso di allergia è eliminare il contatto con una sostanza aggressiva. Se si tratta di un antibiotico, tutti i farmaci di questa serie dovrebbero essere esclusi. La presenza di allergia dovrebbe essere registrata nella cartella medica del bambino, ei genitori e lui dovrebbero conoscere il nome della sostanza che provoca la risposta immunitaria, in modo che se qualcosa dovesse accadere, lo staff medico dovrebbe indicarlo.

La casa dovrebbe essere farmaci antistaminici:

Sono usati ai primi sintomi di allergia. Se necessario, questi farmaci possono essere integrati con stabilizzanti mastocitari, agenti ormonali. Ma il loro uso dovrebbe avvenire sotto la supervisione di un medico, in ogni caso non dovrebbe consentire l'assunzione incontrollata di droghe.

Video dal Dr. Komarovsky:

Inoltre, vengono usati gli assorbenti:

  • Carbone attivo;
  • enterosgel;
  • Polipefan;
  • polisorb;
  • Filtrumti e altri.

Ti permettono di raccogliere tossine e allergeni nel sistema digestivo, impedendo loro di entrare nel sangue, riducendo così la reazione.

Consigliato per l'uso di strumenti che migliorano le condizioni generali del corpo, le sue proprietà immunitarie:

  • vitamine;
  • mezzi per microflora intestinale;
  • dieta corretta;
  • fisioterapia e così via.

L'allergia a varie sostanze è una piaga della società moderna, è tanto più pericolosa perché è impossibile liberarsene. Tuttavia, è possibile creare condizioni in cui la probabilità della sua manifestazione sarà ridotta al minimo e il bambino sarà in grado di condurre una vita piena.

In che modo i bambini diventano allergici all'assunzione di antibiotici?

I farmaci antibatterici hanno molti effetti collaterali indesiderati. Le allergie agli antibiotici sono una risposta negativa del corpo a un certo tipo di farmaci. A volte la reazione all'uso di droghe si sviluppa rapidamente, dando conseguenze pericolose per la salute e la vita del bambino. È importante che i genitori riconoscano il problema in tempo e mostrino con urgenza il bambino al medico.

motivi

Allergia provocatoria a farmaci antibiotici in bambini atti:

  • predisposizione genetica;
  • ipersensibilità corporea;
  • immunità indebolita;
  • tendenza a reazioni allergiche a varie sostanze irritanti (cibo, peli di animali, polvere, aerosol);
  • mononucleosi;
  • uso prolungato di farmaci;
  • aumento delle dosi di droghe.

L'immunità in un bambino è nel processo di formazione. Il corpo non è in grado di affrontare tutti i processi patologici. La risposta agli antibiotici nei bambini appare dopo un giorno o si sviluppa alla velocità della luce, nel giro di poche ore.

Antibiotici che possono provocare una reazione allergica

I seguenti farmaci causano danni all'epitelio nei bambini:

  • la penicillina;
  • ampicillina;
  • sintomitsina;
  • cloramfenicolo;
  • amoxicillina;
  • azlocillina;
  • cloramfenicolo;
  • nitrofurantoina;
  • ciprofloxacina;
  • vancomicina;
  • tetracicline;
  • sulfamidici;
  • macrolidi.

Le allergie ai farmaci penicillinici si sviluppano anche con la penetrazione di dosi minime nel corpo. Quando una risposta negativa alla penicillina, i bambini non prescrivono farmaci contenenti questa sostanza.

sintomatologia

I segni generali e locali indicano il verificarsi di una reazione allergica a seguito dell'assunzione di un antibiotico. Manifestazioni comuni includono:

  1. Necrolisi. La pelle è coperta da piccole vescicole piene di essudato. Piccole ferite rimangono sul sito delle papule esposte, causando bruciore e dolore.
  2. Febbre da droga. Questa manifestazione è accompagnata da un salto di temperatura, a volte fino a 40 ° C.
  3. Caratteristica del siero. Il bambino ha un rash, linfonodi ingrossati.
  4. Sindrome di Stevens-Johnson. A pazienti le membrane mucose si infiammano, gli edemi sono formati.
  5. Shock anafilattico. Le vie aeree si gonfiano a tal punto che il bambino non può respirare liberamente. Senza l'aiuto di emergenza di un medico, i bambini muoiono per soffocamento.

La foto sotto mostra come si possono curare le irritazioni dell'epitelio dopo aver consumato antibiotici.

Se sei allergico agli antibiotici nei bambini, possono comparire segni locali:

  1. Un'eruzione cutanea sulla pelle di un bambino. Macchie rossastre coprono tutto il corpo.
  2. Quincke gonfiore. Il bambino sviluppa gonfiore e mancanza di respiro. Grandi macchie pruriginose si formano sulla pelle.
  3. Orticaria. Le eruzioni appaiono sul corpo con vesciche di colore rosa pallido e rosso. Rash intollerabilmente prude.
  4. La pelle sta bruciando, prurito.

diagnostica

È impossibile fare una diagnosi sicura di sé. I sintomi di allergia agli antibiotici sono simili ai segni di altre patologie dermatologiche.

Il medico diagnostica una risposta al farmaco negativa in base ai risultati dei test clinici:

  • esami del sangue e delle urine;
  • biopsie epiteliali;
  • test di immunoglobuline E.

Con l'aiuto di studi di laboratorio, è possibile rilevare immediatamente un allergene, determinare la causa alla radice della patologia che si è manifestata.

Manifestazioni allergiche nei bambini

I neonati sono prescritti antibiotici in casi estremi. Sono usati per sopprimere le infezioni causate dai batteri. Le medicine di questo gruppo portano non solo a complicazioni dermatologiche. Dopo gli antibiotici, i bambini sviluppano allergie, disturbi della digestione e altri effetti collaterali.

trattamento

Se un bambino ha segni di una reazione allergica, il farmaco viene interrotto e al medico viene chiesto aiuto. Il medico dopo l'esame preleva un altro farmaco.

Trattare il bambino dovrebbe essere secondo lo schema elaborato da un medico. I farmaci che possono alleviare eruzioni cutanee, prurito, gonfiore e intossicazione sono di solito inclusi nella terapia. Per eliminare la reazione allergica è prescritto:

  1. Antistaminici: Suprastin, Zyrtec, Zodak, Loperamide. I medicinali combattono gonfiore, prurito e eruzioni cutanee.
  2. Locale significa: Skin Cap, Elidel, Fenistil, Bepanten, La Cree. Unguenti e creme guariscono le lesioni sull'epitelio. Dopo averli applicati, la pelle cessa di prudere, il gonfiore scompare.
  3. Corticosteroidi: Elokom, Prednisolone, Desametasone, Lokoid. I farmaci ormonali sono usati per alleviare gravi reazioni allergiche. In primo luogo, sono prescritti rimedi locali: unguenti, creme, spray. Se i sintomi non diminuiscono, gli steroidi vengono somministrati per via intramuscolare o endovenosa.
  4. In situazioni critiche, usa l'adrenalina. Il farmaco allevia l'intossicazione, rilassa i muscoli, allevia il soffocamento.
  5. Sorbenti: Enterosgel, Polyphepan. I farmaci neutralizzano le tossine e le rimuovono naturalmente dal corpo.

dieta

Se i bambini sviluppano una reazione allergica all'assunzione di antibiotici, è necessario seguire una dieta ipoallergenica. La nutrizione corretta aiuta a ripristinare la microflora nell'intestino, rafforzare il sistema immunitario. Inoltre, la dieta consente di evitare lo sviluppo di allergia crociata (quando i farmaci in combinazione con un determinato prodotto danno una risposta indesiderabile).

  1. Bevi molti liquidi. L'acqua riduce la concentrazione di sostanze tossiche, aiuta a dissolversi e rimuove dal corpo.
  2. Nei primi giorni, ai bambini viene data del porridge in acqua con un pezzetto di pane.
  3. Poi i prodotti a base di latte fermentato vengono aggiunti al menu del bambino. Kefir, ricotta, yogurt naturale, yogurt normalizzano la microflora intestinale.
  4. Per ricostituire vitamine e minerali, preparano piatti di frutta e verdura che non causano allergie.
  5. Il settimo giorno, carne e pesce bolliti con un basso contenuto di grassi, le uova vengono introdotte nel menu.
  6. Trasferire gradualmente i bambini alla dieta abituale.

Una reazione allergica non si svilupperà di nuovo nel bambino, se i genitori prestano la dovuta attenzione alla sua salute, consultare un pediatra, non usare un farmaco allergico per il trattamento.

I genitori devono ricordare che l'automedicazione con antibiotici è severamente vietata. L'uso incontrollato di antibiotici porta a intossicazione dell'organismo, reazioni allergiche, interruzione della microflora intestinale, indebolimento del sistema immunitario, sviluppo di gravi complicanze.

Segni di allergie agli antibiotici nei bambini

L'eccessiva sensibilità dell'organismo ai farmaci comporta un grave pericolo per la salute, soprattutto quando si tratta di bambini, che sono già più spesso degli adulti esposti agli effetti negativi dei fattori ambientali. Le allergie agli antibiotici in un bambino sono accompagnate da segni come l'orticaria, sensazioni di prurito sulla pelle. Nei casi più gravi può verificarsi edema laringeo. Questa condizione richiede il ricovero immediato e un trattamento appropriato, poiché la vita del bambino può essere a rischio. Se i sintomi sono limitati a eruzione cutanea, febbre e prurito, viene prescritta la terapia domiciliare con antistaminici, assorbenti e creme per la pelle.

motivi

Le ragioni più precise per le quali il corpo dei bambini reagisce violentemente agli antibiotici non sono state identificate. Ma ci sono diverse ipotesi, tra cui si distinguono predisposizione ereditaria a questa patologia. E non è affatto necessario che l'allergia alle droghe sia trasmessa geneticamente. Ad esempio, una madre potrebbe essere ipersensibile al polline o ai peli di animali domestici. E suo figlio potrebbe sviluppare un'allergia a farmaci o altri irritanti. Altre probabili ragioni per la reazione agli antibiotici in un bambino:

  1. Immaturità dell'immunità o forte indebolimento dovuto a comorbilità.
  2. Trattamento incontrollato con antibiotici, loro uso a lungo termine, non conformità con le istruzioni per l'uso o raccomandazioni di un pediatra.
  3. La tendenza del bambino a reazioni allergiche a qualsiasi altra sostanza irritante, per esempio, polvere, cibo.
  4. Infezioni virali nel corpo.
  5. Elmintiasi.
  6. Overdose del farmaco.

Tutti questi fattori di rischio rendono il corpo del bambino ipersensibile agli allergeni e contribuiscono allo sviluppo di segni di patologia. Il sistema immunitario percepisce le sostanze medicinali come estranee e comportano un pericolo per l'uomo, determinando la produzione attiva di un gran numero di anticorpi. Tutto ciò è accompagnato dal rilascio dell'istamina ormonale e dall'insorgenza di sintomi caratteristici di una reazione allergica, come prurito e eruzioni cutanee, gonfiore dei tessuti, irritazione delle membrane mucose, ecc.

Il rischio di sviluppare segni di malattia aumenta se tratti un bambino con un nuovo farmaco che non è stato usato prima. Pertanto, prima di utilizzare qualsiasi medicinale, è necessario consultare un pediatra e tenere conto delle caratteristiche individuali di un piccolo paziente.

sintomi

Le reazioni allergiche possono essere improvvise, accelerate o ritardate, a seconda della velocità con cui compaiono i sintomi. La reazione è considerata improvvisa se i sintomi compaiono entro un'ora dall'assunzione del farmaco; accelerato quando l'allergia si manifesta dopo 2 giorni; lento - con lo sviluppo dei sintomi in 3-4 giorni. Più tardi questa patologia si manifesta nei bambini, più difficile è diagnosticare. Di solito, i sintomi a insorgenza tardiva sono associati alla risposta del corpo ad alcuni altri stimoli.

  • Un aspetto acuto di un'eruzione di colore rosso pallido o brillante su tutto il corpo o in certe aree.
  • Prurito e gonfiore.
  • Rossore delle palpebre, lacrimazione.
  • Tosse, starnuti.
  • Lo shock anafilattico può verificarsi immediatamente dopo l'iniezione del farmaco nel corpo del bambino. Allo stesso tempo, la pressione sanguigna scende, la respirazione diventa difficile e si sviluppa un'insufficienza cardiaca. Quando tali manifestazioni della malattia dovrebbero chiamare immediatamente l'ambulanza.
  • Circa due settimane dopo il trattamento con antibiotici, la temperatura corporea può aumentare insieme ad un aumento dei linfonodi e alla comparsa di dolore alle articolazioni. Questa condizione è chiamata sindrome simil-sierica.
  • Un aumento della temperatura accompagnato da un aumento della frequenza cardiaca può essere osservato anche 7 giorni dopo l'assunzione del farmaco, e il segno sulla scala del termometro può raggiungere i 40 gradi. Questi sintomi sono chiamati febbre da farmaci.
  • In casi molto rari, sulla pelle del bambino si formano grandi bolle con liquido sieroso all'interno. Il pericolo principale qui è un alto rischio di penetrazione di microrganismi patogeni nelle ferite formate dopo la rottura delle bolle.
  • Gonfiore del palio, che è caratterizzato da gonfiore delle vie respiratorie, viso, collo, prurito e macchie rosse sulla pelle. Tali segni richiedono cure mediche di emergenza.

Le reazioni gravi dopo l'assunzione di antibiotici nei bambini non si sviluppano più spesso. Nella maggior parte dei casi, tutto è limitato a eruzioni cutanee e prurito, meno spesso - febbre. Tuttavia, questo non significa che sia possibile continuare il trattamento del bambino con lo stesso rimedio. L'allergia è una malattia molto imprevedibile e non è noto quale sarà la reazione del corpo alla stessa sostanza la prossima volta, quindi è necessario interrompere l'assunzione dell'antibiotico e consultare un medico per un esame.

Quali tipi di antibiotici hanno maggiori probabilità di reagire

Una caratteristica distintiva dell'allergia agli antibiotici è lo sviluppo di sintomi della reazione patologica dopo la seconda dose del farmaco, quando il processo di sviluppo di anticorpi ad esso è già in esecuzione. Molto spesso, una risposta immunitaria inadeguata è causata da sostanze come penicillina, amoxicillina, tetraciclina, aminoglicoside, cefalosporina, fluorochinolone, macrolide, ecc. I nomi commerciali dei farmaci contenenti queste sostanze possono essere diversi, quindi è necessario studiare attentamente le istruzioni per l'uso prima di acquistarle e composizione.

amoxicillina

Questo antibiotico appartiene a un farmaco ad ampio spettro, è considerato abbastanza sicuro da usarlo per il trattamento dei bambini dalla nascita. L'amoxicillina fa parte di un gruppo di penicilline semisintetiche, utilizzate nel trattamento di malattie infettive e infiammatorie come tonsillite, pielonefrite, bronchite, polmonite, lesioni infettive degli organi digestivi. Tra gli effetti collaterali in primo luogo è l'allergia, manifestata sotto forma di orticaria, angioedema e altri sintomi.

macrolidi

Gli antibiotici macrolidi hanno una struttura complessa e un'origine naturale. Fanno bene con streptococchi, spirochete, pneumococchi e molti altri microrganismi patogeni. I farmaci di questo gruppo sono usati sia per il trattamento di varie patologie, sia come agente profilattico. Solitamente prescritto per pertosse, bronchite cronica, mal di gola, sinusite, ecc. Le farmacie vendono molti prodotti diversi con questo principio attivo, ad esempio Sumamed, Azithromycin, Erythromycin. Ai bambini piccoli viene generalmente prescritto Sumamed come sospensione.

aminoglicosidi

I farmaci del gruppo aminoglicosidico hanno un ampio spettro d'azione, sono usati per trattare la tubercolosi, la meningite, la brucellosi, la pleurite, la bronchite, ecc. In condizioni gravi causate da infezioni batteriche, utilizzate in combinazione con cefalosporine, penicilline per migliorare l'effetto terapeutico. Gli aminoglicosidi comprendono farmaci come la gentamicina, la streptomicina, la sizomitsina, la tobramicina e altri.I principali svantaggi di questi farmaci sono la tossicità e la probabilità di reazioni allergiche, quindi la terapia con loro è possibile solo sotto controllo medico.

cefalosporine

La gamma di antibiotici cefalosporine è caratterizzata da un ampio spettro di azione, efficacia, assenza di effetti tossici sul corpo, tali farmaci sono ben tollerati dai pazienti. Questi includono Ceftriaxone, Cefazolin, Maxicef, Ceftaroline, Suprax, ecc. Con il loro aiuto, viene trattato il processo di trattamento di sinusite, meningite, bronchite, sepsi, otite. Tra gli effetti collaterali delle cefalosporine vi sono reazioni allergiche, shock anafilattico, angioedema, malattia da siero. Alcuni farmaci di questo gruppo possono essere utilizzati per il trattamento di bambini a partire dai due mesi di età (Cepiphim).

trattamento

Se ci sono segni di allergia da antibiotici, il bambino deve prima smettere di trattarlo con questo rimedio e cercare un aiuto medico, soprattutto se ha mancanza di respiro, tutto il corpo ha delle macchie rosse o una piccola eruzione cutanea, ha la febbre alta. Nei casi più gravi, è richiesto il ricovero in ospedale, ma il trattamento per le allergie domiciliari viene solitamente prescritto con l'aiuto di farmaci antistaminici, assorbenti. Affinché un farmaco allergene possa essere rimosso dal corpo il prima possibile, è necessario bere molta acqua pura. I principi di base del trattamento delle reazioni allergiche agli antibiotici nei bambini:

  1. Sostituzione di un antibiotico con un altro con un effetto simile e una composizione diversa.
  2. Prescrivere antistaminici come Loratadine, Zyrtec, Diazolin, Cetrin, Telfast, Cetirizine.
  3. L'uso di assorbenti: Polysorb, carbone bianco, Enterosgel, ecc.
  4. L'uso di farmaci ormonali per gravi allergie.

Un'eruzione cutanea sul corpo di un bambino dopo gli antibiotici può essere curata con l'aiuto di unguenti e creme speciali, ad esempio Fenistil, Panthenol, Tsinokap, Protopik. Se non danno l'effetto desiderato, è consigliabile iniziare a usare pomate ormonali, come Prednisone, Advantan, Flutsinar, Bonderm, ecc. Ma questo è possibile solo su raccomandazione del pediatra in dosaggi appropriati, poiché questi farmaci hanno molti effetti collaterali, e il loro abuso può solo peggiorare le condizioni del paziente. Un altro modo per eliminare l'eritema dall'assunzione di antibiotici in un bambino è comprime, bagni, lozioni a base di decotti a base di erbe:

Prevenzione e suggerimenti utili

Al fine di prevenire lo sviluppo di allergie ai farmaci nel tuo bambino, è importante seguire il consiglio di un pediatra quando è necessario utilizzare antibiotici. Non è possibile acquistare analoghi del farmaco raccomandato senza consultare un medico. Dopotutto, il rischio di sviluppare una reazione patologica non è l'unico effetto collaterale dopo il trattamento antibiotico. Le misure preventive comportano il rispetto delle seguenti raccomandazioni:

  1. Allattare al seno nel primo anno della sua vita, pur mantenendo una dieta ipoallergenica.
  2. Considerare la presenza di allergie tra genitori e parenti stretti, fare attenzione quando si tratta un bambino con farmaci.
  3. Avvertire il pediatra sull'inclinazione del bambino alle reazioni patologiche, soprattutto se diventa necessario prescrivere antibiotici, nonché prima di condurre vaccinazioni profilattiche.
  4. Durante la terapia antibiotica, in parallelo, somministrare al bambino probiotici progettati per mantenere la normale microflora nell'intestino. Ciò ridurrà il rischio di sviluppare allergie e disbiosi.
  5. Trattare malattie infiammatorie croniche.
  6. Fare passeggiate quotidiane.
  7. Non trascurare le frequenti procedure dell'acqua.
  8. Rafforzare l'immunità.
  9. In tempo per trattare l'elmintiasi, le lesioni dell'apparato digerente, la costipazione e altre patologie che influenzano negativamente lo stato di immunità.

Esacerbare la situazione con le allergie ai farmaci può essere anche la tensione nervosa, lo stress frequente. I bambini molto suscettibili, ansiosi ed emotivi hanno maggiori probabilità di sviluppare allergie, sia a farmaci che ad altre sostanze, come cibo, polvere o peli di animali. Pertanto, è importante proteggere il bambino dallo stress, fare sforzi per mantenere il suo equilibrio emotivo e mantenere un umore normale.

Cosa fare se le allergie non passano?

Sei tormentato da starnuti, tosse, prurito, eruzioni cutanee e arrossamento della pelle, e potresti avere allergie ancora più gravi. E l'isolamento dell'allergene è sgradevole o impossibile.

Inoltre, le allergie portano a malattie come l'asma, l'orticaria, la dermatite. E i farmaci consigliati per qualche motivo non sono efficaci nel tuo caso e non combattono la causa...

Ti consigliamo di leggere la storia di Anna Kuznetsova sui nostri blog, di come si è liberata delle sue allergie quando i medici le hanno messo una croce grassa. Leggi l'articolo >>

Allergia agli antibiotici sotto forma di eruzione cutanea, gonfiore, iperemia: cause, metodi di trattamento e prevenzione

Durante la terapia antibiotica, c'è spesso una risposta acuta all'uso di farmaci di gruppi diversi. Le reazioni negative sono causate sia da antibiotici che il paziente ha incontrato prima e da nuovi farmaci.

Le allergie agli antibiotici sotto forma di eruzioni cutanee, gonfiore, arrossamento, macchie rosse compaiono negli adulti e nei bambini. È importante sapere cosa fare in caso di reazione acuta a un farmaco inappropriato, che i farmaci provocano più spesso sintomi gravi.

cause di

Secondo i dati della ricerca, più di un terzo delle reazioni allergiche ai farmaci sono una risposta immunitaria agli antibiotici. I sintomi negativi provocano droghe tradizionali e nuovi farmaci. Il rischio di reazioni negative aumenta con l'uso di prodotti che il paziente non ha usato prima.

Qualsiasi tipo di allergia si sviluppa quando il sistema immunitario reagisce in modo improprio: il corpo assume i componenti di un farmaco per un antigene che deve essere controllato. I principi attivi nella composizione degli antibiotici spesso causano una reazione acuta con il rilascio di istamina, aumento della permeabilità capillare, gonfiore dei tessuti, eruzioni cutanee. Codice di allergia agli antibiotici secondo ICD 10 - T88.7.

Fattori provocatori:

  • predisposizione genetica alle allergie;
  • immunità ridotta;
  • ipersensibilità del corpo ad altri tipi di stimoli;
  • malattie infettive acute e croniche;
  • invasioni helminthic, dysbacteriosis, patologie del fegato, reni in forma grave;
  • contatto costante con sostanze irritanti sul posto di lavoro;
  • l'uso di farmaci antibatterici sotto forma di iniezioni;
  • sovradosaggio o prolungamento non autorizzato del decorso della terapia con l'uso di potenti antibiotici.

Molti pazienti sono interessati a quali antibiotici causano spesso allergie. I preparati dei gruppi di penicillina e cefalosporine spesso mostrano un effetto negativo sul corpo.

Scopri i sintomi e il trattamento dell'allergia ai nervi nei pazienti adulti.

Cosa e come curare l'eczema in faccia? Opzioni di trattamento efficaci sono descritte in questo articolo.

Agenti antibatterici ad alto rischio di reazioni allergiche:

  • penicilline. Meslocillina, benzilpenicillina, amoxicillina, ampicillina, ticarcillina, azlocillina.
  • cefalosporine. Cefalexina, Cefuroxima, Cefaclor, Cefixima.

Primi segni e sintomi

Nelle annotazioni a molti farmaci antibatterici indicavano reazioni collaterali sotto forma di eruzione cutanea. La natura dei sintomi negativi dipende dalla generazione del farmaco, dal grado di sensibilità dell'organismo, dalla frequenza e dal dosaggio.

Altri sintomi di allergie ai farmaci spesso compaiono:

  • gonfiore, compresa una forma grave - angioedema con gonfiore delle labbra, collo, viso, laringe, organi interni;
  • arrossamento delle zone gonfie;
  • vesciche, macchie rosse sul corpo;
  • fotosensibilizzazione dopo esposizione alla luce del giorno. Il sintomo si sviluppa spesso nei bambini;
  • gonfiore delle navi nell'area della congiuntiva;
  • prurito alle palpebre, mani, altre aree, spesso coperto da un'eruzione cutanea.

Le allergie gravi causano complicazioni pericolose:

  • sindrome da siero Linfonodi ingrossati, febbre alta, eruzione cutanea attiva. La reazione appare spesso nei bambini;
  • La sindrome di Lyell. Le mucose sono infiammate, una piccola eruzione copre il corpo, la temperatura sale;
  • necrosi epidermica. Una reazione grave si sviluppa quando appare un gran numero di bolle riempite di liquido. Dopo la rottura delle formazioni, si forma una superficie della ferita, aumenta la probabilità di infezione;
  • shock anafilattico. La complicazione più pericolosa è con perdita di coscienza, bassa pressione sanguigna. Una grande quantità di eruzione cutanea, forte prurito, gonfiore, provocando la compressione della laringe;
  • febbre da farmaci. La temperatura sale a 39-40 gradi, le condizioni del paziente peggiorano.

diagnostica

È abbastanza semplice stabilire un'allergia ai farmaci: la maggior parte dei pazienti sviluppa sintomi negativi entro 30-60 minuti o il primo giorno dopo l'inizio del trattamento. A volte i sintomi negativi si verificano dopo due o tre giorni. Le manifestazioni tardive di allergia (dopo 72 ore o più) sono molto meno comuni.

Aiuta a chiarire le attività di diagnosi in ospedale:

  • un sondaggio dettagliato del paziente;
  • analisi del sangue per immunoglobuline;
  • test allergico con l'introduzione di una piccola quantità di farmaci, a cui, forse, è apparsa una risposta immunitaria acuta.

Metodi efficaci e regole generali di trattamento

Una rapida risposta ad un agente antibatterico rende quasi inconfondibile l'identificazione di un farmaco inappropriato. Il compito del paziente è quello di interrompere l'assunzione del medicinale, è necessario informare il medico curante sull'intolleranza dell'antibiotico. Nei casi più gravi, con un forte gonfiore dei tessuti, un notevole deterioramento delle condizioni generali, sarà necessaria una chiamata ambulanza.

Guarda la recensione e le caratteristiche delle gocce da occhi lacrimanti nelle malattie allergiche.

Un elenco e i prezzi delle pillole di allergia poco costosi ma efficaci possono essere trovati in questo articolo.

Vai a http://allergiinet.com/zabolevaniya/allergicheskij-laringit.html e impara le ricette dei rimedi popolari per il trattamento della laringite allergica.

Suggerimenti chiave:

  • Dopo aver rifiutato di prendere un farmaco antibatterico, prendi una pillola antistaminica. I composti antiallergici alleviano il gonfiore, eliminano il prurito, il rossore, riducono la quantità di eruzione cutanea, prevengono lo sviluppo di reazioni gravi;
  • Gli antistaminici di azione classica (farmaci di prima generazione) sono necessari per l'angioedema, una quantità significativa di eruzioni cutanee, gonfiore di una vasta area del corpo o delle mucose nella bocca, viso, palpebre, labbra. I farmaci spesso causano sonnolenza, influenzano negativamente i reni, il fegato, ma senza potenti farmaci è impossibile eliminare rapidamente i segni di allergie. Con l'angioedema, il tempo per aiutare è da 5 a 30 minuti, altrimenti è possibile la morte per soffocamento;
  • antistaminici della nuova generazione sono raccomandati per la forma lieve e moderata di allergia ai farmaci. Le composizioni hanno meno probabilità di causare effetti collaterali, non vi è alcun effetto negativo sul cervello, sul cuore, sugli organi digestivi, sul sistema nervoso centrale. Cetirizina, Claritina, Zodak, Aleron, Xizal, Zyrtec, Tsetrilev;
  • iniezione di adrenalina. I medici fanno iniezioni con un forte calo di pressione. La sostanza allevia lo spasmo muscolare, previene gli attacchi di soffocamento in caso di angioedema;
  • glucocorticosteroidi. Potenti farmaci prescritti solo per la natura grave dell'eruzione cutanea, il processo infiammatorio attivo, l'adesione di un'infezione secondaria. L'uso di un corso breve rigorosamente prescritto da un medico: la violazione delle regole di applicazione ha un effetto negativo sul corpo. Prednisolone, Advantan, idrocortisone, desametasone;
  • assorbenti per allergie. In caso di allergia ai farmaci, è importante rimuovere al più presto l'eccesso di principio attivo che ha provocato una reazione acuta. I sorbenti della nuova generazione sono efficaci: una spiccata capacità di assorbimento, basso rischio di effetti collaterali, è sufficiente bere una o due compresse al giorno. Il carbone attivo da allergia è un'opzione estrema: assorbe meno gli allergeni, per un effetto notevole, il paziente dovrà prendere una manciata di pillole;
  • sedativi. Con allergie ai farmaci, accompagnate da un'eruzione cutanea attiva sulla pelle, il prurito costante rende il paziente nervoso. Quando l'irritazione aiuta a calmare le composizioni. I preparativi sono selezionati esclusivamente dal medico curante. Novopassit, Karvelis, tintura di valeriana, motherwort, raccolta lenitiva, decotto di melissa e menta hanno un effetto positivo.

I seguenti tipi di droghe sintetiche e fitomedications completano la terapia:

  • farmaco diuretico. Con un forte gonfiore, i medici prescrivono farmaci per il rapido deflusso di liquidi. Mezzi efficaci: Furosemide, Torside, Lasix;
  • Lozioni con decotti alle erbe Le persone con allergie riducono l'infiammazione, guariscono le ferite nell'area graffiando, riducendo il prurito. Per la preparazione degli strumenti di cura prendete un litro di acqua bollente e un paio di cucchiai di materie prime naturali. Le erbe medicinali aiutano: achillea, camomilla, menta, calendula, salvia, una serie di allergie. Cuocere a vapore il phyto-tool in un thermos per 40 minuti, filtrare. Applicare il brodo sulla zona interessata tre volte al giorno. Puoi fare un bagno, aggiungere al decotto di erbe dell'acqua.

Allergie agli antibiotici nei bambini

Un piccolo corpo reagisce violentemente a un farmaco inappropriato: in giovane età, spesso si osservano abbondanti eruzioni vescicolari, gonfiore dei tessuti, macchie rosse sul corpo. I genitori dovrebbero monitorare da vicino la risposta agli antibiotici, somministrare potenti farmaci solo alla conferma di un'infezione batterica.

In caso di angioedema, un numero elevato di eruzioni cutanee, un forte aumento della temperatura in caso di allergie, una diminuzione della pressione e difficoltà di respirazione, sarà necessario un aiuto di emergenza da parte dei medici di emergenza.

L'eliminazione dei sintomi negativi nei bambini è aiutata dalle stesse misure del trattamento delle allergie ai farmaci negli adulti. È importante tenere in considerazione l'età del giovane paziente: molti farmaci antiallergici per bambini hanno limitazioni per l'uso. Sciroppi e gocce di allergie sono adatti per i bambini, con compresse di 6 o 12 anni sono ammessi.

I genitori di farmaci antiallergici devono sempre tenere il kit di pronto soccorso. Con gravi tipi di allergia ai farmaci, la spesa va per un minuto, e il ritardo può trasformarsi in un disastro. È importante aggiornare la fornitura di farmaci in tempo, acquistare formulazioni a lunga durata d'azione (Cetrin, Zodak, Claritin, Zyrtec, Fenistil) e farmaci ad azione rapida (Suprastin, Diazolin).

Consigli utili

Sei regole per l'uso sicuro degli antibiotici:

  • Utilizzare farmaci potenti solo dopo la prescrizione di farmaci da parte del medico curante. L'uso incontrollato di qualsiasi farmaco provoca spesso reazioni negative.
  • Avvisa sempre i medici in merito a una reazione allergica agli antibiotici, se tali manifestazioni fossero prima. L'elenco di farmaci non idonei o il nome del gruppo deve essere nel kit di pronto soccorso e nella cartella clinica del paziente.
  • È importante ricordare che i farmaci sono necessari solo quando viene rilevata un'infezione antibatterica: i componenti degli antibiotici non agiscono su pericolosi virus e funghi.
  • Prendere in considerazione l'età del paziente, con la terapia antibatterica nei bambini, in particolare osservare attentamente la risposta a prendere pillole o iniettare antibiotici.
  • Per sostenere il corpo, è imperativo prendere probiotici - farmaci che preservano la quantità di microflora benefica nell'intestino. Con questo approccio, il rischio di disbiosi e reazioni allergiche è ridotto.
  • Tenere sempre a casa pillole, gocce o sciroppo per le allergie (la scelta della forma del farmaco dipende dall'età del bambino, le pillole sono adatte agli adulti). Ci deve essere una comprovata droga ad azione rapida e un rimedio moderno "lieve".

Dettagli più interessanti sui sintomi e il trattamento delle allergie agli antibiotici nel seguente video:

Che aspetto ha una reazione allergica ai farmaci antibiotici nei bambini e cosa fare?

Gli antibiotici sono sostanze che causano la morte o impediscono l'ulteriore crescita di alcuni microrganismi. Con la scoperta di antibiotici da parte degli scienziati, l'umanità ha l'opportunità di affrontare malattie pericolose. Tra questi ci sono la tubercolosi, la scarlattina, la polmonite, la tonsillite, ecc.

Tuttavia, gli antibiotici influenzano non solo i microrganismi patogeni ma anche quelli benefici. Di conseguenza, fallimenti nel sistema immunitario, che si manifestano sotto forma di reazioni allergiche. Più spesso degli adulti, i bambini, in particolare i bambini, soffrono di allergie, perché la loro immunità non è stata completamente formata. Perché c'è un'allergia agli antibiotici in un bambino e come affrontarlo? Proviamo a scoprirlo.

Una reazione allergica agli antibiotici è molto comune tra i bambini piccoli.

Quali antibiotici provocano allergie nei bambini?

Le statistiche mostrano che in 70 casi su 100, gli antibiotici erano le cause delle reazioni allergiche ai farmaci nei bambini. Il corpo esibisce ipersensibilità ai componenti e alla quantità del farmaco. Secondo la struttura chimica, si distinguono 13 gruppi di antibiotici, dalle tetracicline alla tubercolosi e agli antimicotici.

Uno dei primi scienziati ha scoperto antibiotici beta-lattamici - penicilline, cefalosporine, carbapenemi e monobactam. Il meccanismo della loro azione è in violazione dell'integrità delle pareti cellulari dei batteri. Hanno un alto grado di efficienza e bassa tossicità, quindi occupano una posizione di leadership nel trattamento della maggior parte delle infezioni. Tuttavia, il loro svantaggio è l'allergenicità.

Una reazione allergica può essere causata da antibiotici di qualsiasi gruppo, ma le cause più frequentemente menzionate sono quelle sopra menzionate, così come le sulfonamidi (streptocidi) e gli amino glucosidi (streptomicina). I principali responsabili dello sviluppo dell'anafilassi (una forma acuta di allergia) sono le penicilline.

Cause di allergie ai farmaci antibiotici

Le circostanze che aumentano il rischio di sviluppare una risposta negativa del corpo sono:

  • antibiotici a lungo termine (oltre 7 giorni);
  • corsi ripetuti di terapia;
  • simultaneamente con farmaci antibiotici che causano la reazione del corpo;
  • la presenza di un tipo di allergia correlata al bambino (cibo, polline, ecc.).

Sintomi della reazione

Al momento della manifestazione della reazione agli antibiotici si dividono in:

  • immediato (entro un'ora);
  • accelerato (da 1 a 72 ore);
  • tardi (oltre 72 ore).

Quali forme prende un'allergia e come appare (vedi foto):

  • Fotosensibilizzazione - sotto l'influenza della luce solare, la comparsa di prurito arrossamento coperto di bolle con un liquido trasparente sulle aree aperte della pelle.
  • Eruzione cutanea su singole superfici della pelle o in tutto il corpo.
  • Orticaria: insorgenza di formicolio insopportabile, punti rossi brillanti che hanno una temperatura elevata.
Orticaria sul viso di un bambino (maggiori dettagli nell'articolo: come viene trattata l'orticaria sul viso di un bambino?)
  • Il rigonfiamento del palio, quando i tessuti e gli organi del corpo si gonfiano (il gonfiore della laringe è particolarmente pericoloso), c'è arrossamento della pelle, prurito e sensazione di distensione.
  • Sindrome di Stevens-Johnson: comparsa di eruzioni cutanee, infiammazione delle mucose, alta temperatura.
  • La sindrome di Lyell è una reazione che si verifica raramente in cui si formano grandi bolle piene di liquido sulla pelle. Quando scoppiano, lasciano dietro ampie superfici delle ferite.
  • La febbre da farmaci - un aumento della temperatura corporea durante l'assunzione di un antibiotico, si ferma alcuni giorni dopo l'interruzione del farmaco.
  • La sindrome simil-sierica è una reazione che può essere rilevata nei giorni 7-21 dall'inizio dell'uso di un antibiotico sotto forma di febbre, malessere, eruzione cutanea, dolore alle articolazioni, ingrossamento dei linfonodi.
  • L'anafilassi è una reazione allergica che si verifica entro 5-30 minuti dall'assunzione di un antibiotico. È caratterizzato da arrossamento delle singole superfici della pelle, prurito, orticaria, rash, angioedema, broncospasmo, bassa pressione sanguigna, disturbi del ritmo cardiaco.

I sintomi di allergie agli antibiotici possono essere dolore allo stomaco dopo somministrazione orale, nel sito di iniezione. I sintomi della reazione sono vomito, diarrea, rinite, congiuntivite, mal di testa, vertigini, sensazione di soffocamento, perdita di coscienza.

Trattamento allergico

Cosa fare se si verifica una reazione allergica dopo che il bambino ha assunto un antibiotico? Cerca immediatamente l'aiuto di un medico. Sulla base di un'analisi dei sintomi, diagnosticherà e prescriverà una terapia farmacologica.

L'algoritmo di trattamento consiste delle seguenti azioni:

  • Cancellazione del farmaco che ha causato l'allergia. Ogni nuova dose aggraverà le condizioni del paziente.
  • Rimozione dal corpo del farmaco, che è diventato un allergene. Se gli antibiotici sono stati assunti per via orale sotto forma di compresse, è possibile lavare lo stomaco, bere abbastanza acqua calda e provocare il vomito. Per la somministrazione endovenosa o intramuscolare, se possibile, un laccio emostatico dovrebbe essere applicato sopra il sito di iniezione e il ghiaccio dovrebbe essere collegato ad esso per rallentare la diffusione del farmaco. Gli enterosorbenti aiutano a pulire: carbone attivo, Enterosgel, Polysorb. In casi particolarmente difficili vengono utilizzati metodi di circolazione del sangue: emosorbimento e scambio plasmatico. Rimuovere l'allergene e fermare le manifestazioni cutanee di antistaminici: Loratadin, Cetrin, Telfast sotto forma di compresse per somministrazione orale e unguenti per uso locale.
  • Sollievo delle condizioni in forme gravi di allergia utilizzando agenti ormonali (Prednisolone, Metipred, Lokoid), anche con somministrazione endovenosa (idrocortisone, desametasone) in ospedale. Quando anafilassi prescritto adrenalina. Allevia l'irritazione e il prurito dei sedativi della pelle - compresse e decotti di valeriana, melissa, motherwort. Bagni con l'aggiunta di estratti di camomilla, la successione, la salvia hanno un effetto calmante.
  • Aumentare la resistenza del corpo ai farmaci immunostimolanti e ai complessi vitaminici.
  • L'inclusione nella dieta di verdure, frutta, bacche. L'esclusione di prodotti che provocano allergie (cioccolato, agrumi).

Correzione del trattamento e sostituzione dei farmaci

Viene scelto tra i restanti gruppi di antibiotici, dopo aver preparato i campioni per la reazione. I bambini sotto i 3 anni sono testati per l'immunoglobulina E.

Quando la sostituzione del farmaco per qualsiasi motivo è impossibile, viene eseguita la desensibilizzazione (riduzione della sensibilità) al farmaco. Nell'ospedale, sotto la supervisione di un medico, viene somministrato al paziente ogni 0,5-2 ore di farmaco che ha causato l'allergia nel dosaggio, iniziando con il minimo e aumentando gradualmente fino alla quantità necessaria per il trattamento. Le procedure possono durare diversi giorni, fino a quando il corpo impara a tollerare il farmaco. Il metodo viene usato raramente, poiché vi è il rischio di esacerbazione della malattia fino all'anafilassi.

Se c'è un'allergia a qualsiasi gruppo di antibiotici, quindi con appuntamenti successivi, è più probabile che appaia di nuovo. Al fine di evitare il ripetersi di reazioni negative, il medico curante deve essere avvisato dell'ipersensibilità del bambino.

Popolarmente Sulle Allergie