Se hai a cuore la prevenzione della salute, leggi la letteratura pertinente o consulti regolarmente un medico, potresti aver sentito parlare di vitamina B12 e potresti aver già ricevuto iniezioni di vitamina b12.

Le iniezioni di vitamina B12 possono aumentare i livelli di energia, migliorare l'umore e anche contribuire alla perdita di grasso. Tali iniezioni possono essere eseguite sia in forma pura che in combinazione con altre sostanze chimiche, come gli antiossidanti. Ma come funziona la vitamina B12 e quanto è efficace? Risposte di seguito

Funzione vitamina b12

La vitamina B12 è un nutriente essenziale per il funzionamento ottimale del cervello e del cuore, nonché per il mantenimento della salute generale. È coinvolto nella produzione di globuli rossi e aiuta anche a ridurre i livelli di omocisteina. Se il corpo non ha abbastanza vitamina B12, può portare ad affaticamento, confusione, debolezza muscolare e bassa pressione sanguigna.

A lungo termine, la carenza di vitamina B12 porta ad allucinazioni, disturbi dell'umore, sintomi del morbo di Alzheimer (problemi di concentrazione e memoria), oltre a un aumento dei livelli di omocisteina. Alti livelli di omocisteina a loro volta portano a problemi di salute come l'osteoporosi, la demenza, la depressione e le malattie cardiache.

Chi ha bisogno di vitamina B12?

Le persone che vogliono assumere vitamina B12, dovrebbero riflettere attentamente e consultare questo argomento con il proprio medico. Prove mediche accurate che un aumento della vitamina B12 provoca un'immediata perdita di peso e un aumento dei livelli di energia. Il livello normale di questa vitamina nel corpo umano è sufficiente. Se c'è davvero una carenza di vitamina B12 nel corpo, allora un'iniezione ti aiuterà a sentirti molto meglio.

Aumentare il livello di vitamina B12 può dare ulteriori motivazioni per praticare sport o per seguire la giusta dieta, migliorare l'umore e il benessere. L'iniezione di vitamina B12 è preferibile alla sua forma orale, poiché in quest'ultimo caso, il farmaco impiegherà del tempo per entrare direttamente nel flusso sanguigno. Soprattutto se ci sono problemi con l'assorbimento di vitamina B12.

Cosa devi sapere prima di prendere B12

Non dovresti mai darti iniezioni di vitamina B12 te stesso. È meglio lasciarli fare un professionista appositamente addestrato con l'educazione medica.

La dose normale per quelli con carenza di vitamina B12 è di 1000 microgrammi. L'iniezione viene effettuata direttamente nel tessuto muscolare. Di solito nella spalla o nella coscia.

Un tipico programma di trattamento consiste in iniezioni giornaliere per 10 giorni, poi le iniezioni di B12 sono ridotte a una alla settimana. Questo continua per altre quattro settimane. Quindi una iniezione di B12 è sufficiente una volta al mese. Come regime alternativo, la vitamina B12 può essere somministrata a intervalli regolari per un totale di 90 giorni.

Per i pazienti depressi, il regime di dosaggio abituale è di 1000 μg di vitamina B12 a settimana per quattro settimane. Per aumentare le capacità cognitive, 1000 mcg vengono iniettati ogni giorno per cinque giorni, quindi alla stessa dose una volta al mese per cinque mesi.

Possibili effetti collaterali di vitamina B12

In alcuni casi, i pazienti possono manifestare gravi reazioni allergiche alle iniezioni di vitamina B12. Si dovrebbe immediatamente cercare un aiuto medico se dopo i sintomi di iniezione B12 come:

  • Difficoltà respiratoria
  • orticaria
  • Gonfiore delle labbra, della lingua, del viso o della gola

Dovresti anche vedere un medico se dopo aver iniettato vitamina B12 hai:

  • Formicolio o intorpidimento delle braccia o delle gambe
  • Segni di potassio basso: battito cardiaco improvviso, sete eccessiva, fastidio alle gambe, debolezza dei muscoli o tremori alle gambe, confusione, aumento della quantità di urina rispetto alla normale minzione
  • Qualsiasi indicazione che il liquido si accumula nei polmoni: sudorazione, ansia, pallore, mancanza di respiro o respiro sibilante, difficoltà di respirazione, dolore toracico, tosse, schiuma o muco

Gli effetti collaterali più comuni delle iniezioni di vitamina B12 includono:

  • gonfiore
  • Lieve eruzione cutanea
  • Aumento di peso improvviso
  • diarrea
  • prurito

Domande e risposte sulla vitamina B12 e la sua carenza

Come faccio a sapere che ho una carenza di vitamina B12?

Se pensi di avere una carenza di vitamina B12, chiedi al tuo medico un esame del sangue per essere sicuro. I segni indiretti di carenza di vitamina B12 possono essere:

  • pallore
  • Affaticamento, debolezza o vertigini
  • Aumento della frequenza cardiaca e della respirazione
  • Dolore alla lingua
  • Disturbi digestivi e perdita di peso
  • Stitichezza o diarrea
  • Tendenza a sanguinamenti, comprese le gengive, lividi, anche con colpi leggeri

Chi è a maggior rischio di carenza di vitamina B12?

Il gruppo di rischio comprende persone che hanno problemi come:

  • assottigliamento della mucosa gastrica (gastrite atrofica);
  • abuso di alcol;
  • problemi con l'assorbimento di vitamina B12;
  • problemi con il sistema immunitario (lupus e malattia di Graves);
  • se parti dello stomaco o dell'intestino tenue sono state rimosse chirurgicamente (trovate durante le procedure chirurgiche per la perdita di peso);
  • per la malattia celiaca, il morbo di Crohn, l'infezione parassitaria o batterica;
  • con l'uso cronico di farmaci per ridurre l'acidità.

Vegani e vegetariani che mangiano pochi prodotti animali, non consumano carne, uova, formaggio e latte, possono anche essere sensibili alla carenza di vitamina B12. Anche i bambini nati da madri vegetariane possono essere a rischio.

Autore dell'articolo: Modesto Fedyakov, "Medicina di Mosca" ©
Dichiarazione di non responsabilità: le informazioni fornite in questo articolo sulla vitamina B12 sono di riferimento. Tuttavia, non può essere un sostituto per la consultazione con un medico professionista.

Vitamina B12 in fiale: benefici ed effetti collaterali

Iniezioni di vitamina B12 sono prescritte per il trattamento della carenza di vitamina B12.

La mancanza di questo importante nutriente può portare a molti problemi di salute, che vanno dall'affaticamento cronico a cambiamenti neurologici permanenti.

Questo articolo discute l'importanza di mantenere normali i livelli di B12 e delinea i benefici e i rischi associati alle iniezioni di vitamina B12.

Cos'è la vitamina B12?

La vitamina B12 è una vitamina idrosolubile che svolge un ruolo importante in molte funzioni del corpo:

1. Sintesi del DNA
2. Produzione di energia
3. Salute delle cellule nervose
4. La formazione di globuli rossi
5. Funzione neurologica

La B12 si trova in molte fonti alimentari (principalmente di origine animale), dove è associata a molecole proteiche in questo alimento.

La vitamina B12 viene separata dalle proteine ​​durante la digestione e assorbita nel flusso sanguigno.

Il succo gastrico è necessario per estrarre la vitamina dalle proteine ​​e il suo assorbimento richiede una sostanza - un fattore interno.

Le persone il cui corpo non è in grado di rispettare la vitamina B12 sono perniciose - un tipo di anemia caratterizzato da una mancanza di fattore intrinseco.

L'assunzione giornaliera media di vitamina B12 raccomandata dall'Office of Dietary Supplements è di 2,4 microgrammi (μg) per uomini e donne sopra i 14 anni. Le donne in gravidanza e in allattamento hanno bisogno di un po 'di più - rispettivamente 2,6 mcg e 2,8 mcg.

Vitamina sintetica B12

Oltre a ricevere B12 dal cibo, puoi ripristinare il livello B12 nel corpo con una versione sintetica di un nutriente noto come cianocobalamina.

Vitamina B12 - iniezioni con un'alta concentrazione di cianocobalamina. Le iniezioni mirano a risolvere il problema della carenza di vitamina I12 nel corpo.

La cianocobalamina si presenta in varie forme: sotto forma di un liquido, una pillola o una capsula.

Alcuni alimenti, come cereali e latticini, possono essere arricchiti con una forma sintetica di vitamina B12.

Chi ha bisogno di una ricezione extra B12?

Integratori B12 e alimenti arricchiti con vitamine sono facilmente disponibili. Le capsule di vitamina B12 sono disponibili solo con la prescrizione del medico, quindi è sempre necessaria una diagnosi clinica per la loro somministrazione.

È importante notare che la mancanza di vitamina B12 nel corpo è rara, dal momento che il fegato immagazzina un apporto di vitamine per diversi anni.

Segni e sintomi comuni di carenza di vitamina B12:

1. Declino delle funzioni cognitive: problemi con la memoria o percezione delle informazioni

5. Sentirsi debole

6. Depressione e irritabilità

7. Mal di testa

8. Difficoltà nel mantenimento dell'equilibrio

9. Lingua malata e gonfia che ha un colore giallo pallido o molto rosso

10. Palpitazioni cardiache

13. Problemi di visione

Fattori di rischio di carenza di vitamina B12

I seguenti fattori di rischio possono aumentare la possibilità di sviluppare una carenza di vitamina B12:

1. Abuso di alcol
2. Fumare
3. Alcuni farmaci da prescrizione, compresi gli antiacidi
4. La presenza di diabete o malattia della tiroide
5. Disordini gastrointestinali, ad esempio il morbo di Crohn
6. Shunt gastrico o rimozione di parti dello stomaco
7. Vecchiaia
8. La presenza di malattie del tratto gastrointestinale

Il tratto gastrointestinale, che funziona in modo anomalo, può inibire il rilascio o l'assorbimento di vitamina B12. Per questo motivo, le persone con disturbi come la malattia celiaca e il morbo di Crohn sono a maggior rischio di carenza di vitamina B12.

Le persone sottoposte a chirurgia gastrointestinale (ad esempio, un'operazione di perdita di peso) hanno un numero ridotto di cellule necessarie per la secrezione di succo gastrico e fattore intrinseco.

Iniezioni di vitamina B12, piuttosto che integratori orali, sono particolarmente utili per le persone che hanno problemi con il tratto gastrointestinale, perché le iniezioni tendono a bypassarlo.

Le persone anziane

Gli studi dimostrano che la carenza di vitamina B12 si sviluppa in un gran numero di persone oltre i 65 anni di età.

Ciò può essere dovuto a una diminuzione della produzione di succo gastrico, compresa l'infiammazione nello stomaco (gastrite atrofica).

Bassi livelli di acido gastrico stimolano la crescita dei batteri nell'intestino, che assorbono B12, riducendo il livello generale di vitamina B nel corpo.

L'Istituto di Medicina raccomanda che gli adulti di età superiore ai 50 anni soddisfino i fabbisogni di vitamine B12 mangiando alimenti arricchiti con iniezioni di vitamina B12 e altri integratori.
Le forme sintetiche sono più facili da digerire rispetto alla B12 naturale.

Benefici dell'iniezione della vitamina B12

Iniezioni di B12 riducono attivamente il rischio di sviluppare malattie gravi associate a carenza di vitamina B12, tra cui:

1. malattie cardiache
2. Disturbi neurocognitivi
3. Problemi di coordinazione (atassia)
4. Neuropatia periferica
5. Perdita di visione
6. infertilità
7. Difetti del tubo neurale nei bambini nati da donne con carenza di vitamina B12
8. Alto livello di assimilazione

I colpi di iniezione B12 bypassano lo stomaco e vengono assorbiti direttamente nel flusso sanguigno.

Ecco perché sono più sicuri e più efficaci degli integratori orali, soprattutto per le persone con malattie del tratto gastrointestinale.

Effetti collaterali e potenziali rischi

Un sovradosaggio di vitamina B12 è impossibile, quindi non esiste un limite massimo per l'assunzione di vitamina B12.

Tuttavia, le iniezioni di vitamina B12 possono causare effetti collaterali:

1. Dolore, arrossamento o prurito al sito di iniezione
2. Lieve diarrea
3. Edema

Effetti indesiderati gravi che richiedono cure mediche immediate:

1. Crampi muscolari
2. Aritmia
3. Debolezza o affaticamento irragionevole
4. Gonfiore delle caviglie o dei piedi

Le reazioni gravi sono molto rare, ma richiedono un intervento urgente. Questi includono:

1. Prurito e gonfiore del viso, della gola o della lingua
2. difficoltà di respirazione
3. Grave capogiro
4. Cambiamento di visione improvviso
5. Discorso fasullo

Interazione con farmaci

La vitamina B12 può interagire con determinati farmaci. Prima di iniziare a prendere B12, è necessario consultare il proprio medico.

Farmaci popolari che interagiscono con B12:

1. Aspirina
2. Antibiotici
3. Antagonisti dei recettori h2
4. Metformina
5. Contraccettivi orali
6. Inibitori della pompa protonica

Allergie e controindicazioni mediche

La presenza di allergie o altre controindicazioni mediche deve essere segnalata al medico.

Esempi di allergie o condizioni per le quali le iniezioni di B12 sono proibite:

1. Allergia a cianocobalamina o cobalto
2. Ipopotassiemia (basso livello di potassio)
3. Malattia renale
4. Vero policitemia (disturbo del sangue raro)
5. La malattia di Leber (malattie degli occhi)
6. Carenze di altri nutrienti, in particolare acido folico e ferro

Possibilità e manifestazione dei sintomi allergici alle vitamine del gruppo B (B), E, ​​A, trattamento e prevenzione della malattia

Una reazione allergica a vitamine e medicinali è la forma più pericolosa. La malattia è molto insidiosa e può verificarsi a qualsiasi età. Sintomi con vari gradi di complessità. La grave patologia ha gravi conseguenze.

Potrebbe esserci un'allergia alle vitamine?

L'allergia alle vitamine nella maggior parte dei casi si verifica nei neonati. In genere, gli allergeni entrano nel corpo attraverso il latte materno. L'ipersensibilità può verificarsi alle vitamine di qualsiasi gruppo.

Questa patologia si riferisce a disturbi autoimmuni. Se le misure appropriate non vengono prese in tempo, aumenta il rischio di complicanze. Può anche verificarsi una reazione crociata.

Benefici e danni

Le vitamine sintetiche sono progettate per le persone con avitaminosi. Componenti di diversi gruppi sono prescritti in base all'età e alla loro carenza nel corpo. Non dimenticare che queste sostanze vengono create durante la lavorazione chimica. Pertanto, si raccomanda di essere utilizzati per il trattamento e la prevenzione della carenza vitaminica.

Una persona dovrebbe ricevere il numero richiesto di elementi da verdure fresche e frutta di produzione naturale. L'uso sistematico di droghe sintetiche porta al fatto che il corpo non accetta ingredienti naturali dal cibo.

Inoltre, se una persona è allergica, dovrebbe assumere tali sostanze con estrema cautela. Nella maggior parte dei casi, questa reazione è rara negli adulti, ma il rischio non può essere escluso.

È importante! Prima di utilizzare qualsiasi vitamina dovrebbe consultare un medico. Ciò contribuirà ad evitare effetti indesiderati.

Vitamine naturali

Una persona ottiene vitamine naturali insieme ad una dieta sana ed equilibrata. I cibi utili contengono aminoacidi, minerali che sono necessari per la salute. In questo caso, il corpo riceve la quantità di sostanze nutritive di cui ha bisogno. I resti fuori dal corpo naturalmente.

Un gran numero di sostanze nutritive si trovano in prodotti ambientali, soprattutto in primavera. Dopo l'inverno, il corpo umano deve compensare la carenza di elementi utili.

Complessi vitaminici artificiali

Gli elementi artificiali sono realizzati nei laboratori. Consistono di molecole attive che il corpo percepisce come sostanze naturali. Spesso in questi casi c'è un sovradosaggio.

Pertanto, si verificano reazioni allergiche, disturbi del sistema digestivo. Una persona si sente debole, si possono verificare nausea e vomito. Le farmacie raramente trovano sostanze naturali derivate da estratti di prodotti.

Cosa scatena una reazione?

La manifestazione di allergie associate alle peculiarità del sistema immunitario. Quando gli allergeni entrano nel corpo, il sistema immunitario li percepisce come sostanze pericolose. Pertanto, stanno attivamente iniziando a produrre anticorpi contro di loro. Di solito la reazione si verifica quando ri-contatto con l'allergene.

L'allergia provoca sovradosaggio di vitamine, intolleranza individuale a determinate sostanze, predisposizione genetica. Sullo sfondo di una ridotta immunità o di una reazione crociata, questo tipo di patologia può anche svilupparsi. Pertanto, tutti dovrebbero sapere come essere allergici alle vitamine.

Cause di allergie

La manifestazione delle allergie dipende dal tipo specifico di vitamine.

  1. La reazione alla vitamina C - provoca una deficienza dell'enzima glucosio.
  2. Allergia alla vitamina D, B, E - si verifica a causa di sovradosaggio.

Inoltre, la causa della patologia può essere nascosta in una predisposizione ereditaria. È passato da genitori a figlio nel 50% dei casi. La presenza di allergie alimentari può innescare lo sviluppo di questo tipo di reazione.

Vale la pena notare! Il più pericoloso è la vitamina B1. In caso di sovradosaggio aumenta il rischio di compromissione della funzione renale e del fegato.

Meccanismo di sviluppo e complicazioni

I sintomi allergici si verificano quando si ri-contattare l'allergene. L'immunità reagisce localmente, a seconda di come viene ingerito l'allergene. Le vitamine entrano nel tratto digestivo. L'immunità locale nell'intestino riconosce corpi estranei e produce attivamente anticorpi contro di loro. Poi c'è una manifestazione di sintomi di una reazione allergica.

L'uso di un gran numero di allergeni e il trattamento tardivo portano a varie complicazioni. Tra questi notano: angioedema, shock anafilattico. Va tenuto presente che le allergie a farmaci e vitamine possono essere accompagnate da anafilassi fatale.

Come si manifesta un'allergia?

La comparsa di allergie è accompagnata da sintomi caratteristici:

  • mancanza di respiro;
  • grave debolezza;
  • prurito;
  • mal di testa;
  • rinite allergica;
  • tachicardia;
  • orticaria;
  • starnuti frequenti;
  • gonfiore delle labbra;
  • attacco di asma bronchiale.

Questi sintomi dovrebbero ricevere un'attenzione speciale. Sono simili alla manifestazione di allergie alimentari. Pertanto, è necessario consultare un medico per determinare l'allergene e prescrivere il trattamento.

Sintomi di una reazione alla vitamina E

Una reazione allergica alla vitamina E, solitamente manifestata da dermatite da contatto. Si verifica nel luogo in cui vi è stato contatto con l'allergene. L'arrossamento appare sulla pelle, quindi compare una eruzione vescicante. All'interno di ogni elemento c'è un liquido giallo o trasparente. La parte della pelle dove non c'era contatto con la vitamina rimane intatta.

Quando c'è un'allergia alla vitamina E, i sintomi possono manifestarsi nella parte dell'apparato digerente. C'è diarrea, nausea e talvolta vomito. Di solito questo elemento è percepito bene.

Qual è la reazione al gruppo B (B)?

L'allergia alla vitamina B si verifica più spesso. Il gruppo B include un gran numero di elementi. Gli allergeni sono considerati B 12, B 6, B1. Il più pericoloso è B1. Il suo ruolo nel corpo umano è molto importante. La sostanza rilascia energia dai prodotti.

I sintomi di un'allergia a questa vitamina possono manifestarsi come un malfunzionamento dei reni e del fegato. I sintomi possono essere esacerbati quando l'acetilcolina è attivata. Pertanto, non puoi mangiare grandi quantità di questa vitamina.

Vitamina B6

La reazione alla vitamina B 6 si verifica a causa di un sovradosaggio o di un consumo eccessivo di prodotti che contengono questo elemento. Una grande quantità si trova nelle noci, nelle banane, nei cereali, negli agrumi.

Se le allergie possono apparire orticaria, intorpidimento e formicolio agli arti. A volte ha perso sensibilità in loro. In caso di problemi di sovradosaggio nella circolazione sanguigna.

Questa vitamina è responsabile della normalizzazione del sistema nervoso periferico. Inoltre, è coinvolto nella sintesi di proteine, emoglobina ed enzimi. Di conseguenza, è necessario negli esseri umani.

Anche le allergie "trascurate" possono essere curate a casa. Basta non dimenticare di bere una volta al giorno.

Vitamina B12

Una reazione allergica alla vitamina B12 si verifica anche a causa di un sovradosaggio. Questo elemento è responsabile della formazione del sangue nel corpo. Soprattutto questa vitamina è necessaria per i bambini piccoli. È responsabile delle abilità mentali e cognitive. Dosi eccessive causano allergie. Questa vitamina può essere consumata con moderazione.

Il primo segno di un'allergia è il rossore della pelle. Poi appaiono prurito e alveari. Se sei allergico alle vitamine del gruppo B, i sintomi sono sostanzialmente gli stessi. Quando compaiono i primi segni, dovresti interrompere immediatamente l'assunzione di vitamine.

Segni di allergia alla vitamina A

La vitamina A è molto utile e necessaria per la crescita dei bambini. Una grande quantità di questo elemento si trova nelle carote. Il retinolo è molto importante durante la gravidanza. Assicura il corretto sviluppo del feto e migliora la funzione del sistema riproduttivo.

Un sovradosaggio causa una reazione allergica. Se sei allergico alla vitamina A, i sintomi appaiono come segue:

  • prurito e bruciore della pelle;
  • orticaria;
  • rinite allergica;
  • arrossamento degli occhi, aumento della lacrimazione.

In stadio grave possono verificarsi angioedema e shock anafilattico. Il sovradosaggio con questa vitamina è accompagnato dai seguenti sintomi:

  • nausea, vomito;
  • aumento della sudorazione;
  • mal di testa;
  • perdita di capelli.

Se compaiono tali segni, dovresti consultare immediatamente un medico e interrompere l'assunzione dei farmaci. Va notato che la terapia vitaminica è prescritta per le persone allergiche con estrema cautela.

Come identificare l'allergene?

Quando c'è intolleranza a determinate vitamine, dovresti consultare un medico. È molto importante determinare l'allergene in tempo. Attualmente esistono diversi metodi diagnostici efficaci.

test

Per diagnosticare l'allergia alla vitamina A, il paziente deve prendere una piccola quantità di questo elemento prima di iniziare la diagnosi. Il test cutaneo fornisce l'introduzione di una vitamina sotto forma di un'iniezione sotto la pelle. Dopo un po 'di tempo, in caso di allergia, apparirà il rossore sul sito di puntura. In alcuni casi, è possibile anche un'eruzione cutanea.

Test cutanei e test allergologici aiutano a identificare l'allergene nel modo più rapido e preciso possibile. Nell'esame complesso possono essere prescritte anche analisi del sangue.

analisi

I test per la presenza di anticorpi mostreranno un risultato affidabile se il corpo soffre di ipersensibilità a determinati elementi. Quando il sistema immunitario reagisce in modo aggressivo a una sostanza estranea, viene prodotta una grande quantità di anticorpi. Quindi i sintomi di allergia cominciano ad apparire.

Un esame del sangue normale può anche mostrare la presenza di patologia. Leucociti ed eosinofili aumentati indicano lo sviluppo di allergie. Solo questa analisi non identifica l'allergene.

Come trattare?

L'insorgenza di allergia vitaminica richiede un trattamento immediato. Questo è molto importante, perché se non agisci in tempo, allora può svilupparsi una forma grave di patologia.

In caso di angioedema, un'ambulanza dovrebbe essere chiamata immediatamente.

La presenza di una fase di facile reazione è sufficiente esclusione dell'allergene dalla dieta. Limitare il contatto con una sostanza irritante è la chiave per il successo del trattamento.

Terapia farmacologica

Se si verifica un'allergia moderata o grave, il medico prescrive un sistema di trattamento individuale. In questo caso, usare antistaminici. Con questi farmaci, puoi sopprimere le manifestazioni di allergie. Non curano la malattia, ma solo i suoi sintomi.

Antistaminici che vengono spesso prescritti: Tavegil, Loratidine, Zodak, Zortek, Fenistil, Erius. Inoltre, il medico può prescrivere assorbenti per pulire il corpo.

Rimedi popolari

I rimedi popolari nel trattamento delle reazioni allergiche non sono efficaci. La maggior parte delle erbe sono gli allergeni più forti. Prima di applicarli, è necessario escludere la presenza di controindicazioni.

La medicina tradizionale può essere prescritta dal medico come terapia adiuvante. Alcuni tè alle erbe sono usati come lozioni. Aiutano a sbarazzarsi di prurito, arrossamento della pelle. In questo caso, utilizzare camomilla, treno, corteccia di quercia.

È importante! Non puoi usare rimedi popolari senza la raccomandazione di un medico. La maggior parte di loro sono allergeni e possono aggravare in modo significativo il decorso della malattia.

Suggerimenti per la prevenzione

Le vitamine sintetiche sono destinate al trattamento e alla prevenzione del beriberi. Puoi usarli dopo aver prescritto un medico. È importante rispettare la dose raccomandata per evitare allergie.

Quando si utilizzano elementi sintetici dovrebbero essere esclusi dalla dieta alimenti che contengono un determinato gruppo di vitamine. Se non ci sono indicazioni per l'uso di droghe, una persona dovrebbe ricevere nutrienti dal cibo. Ciò contribuirà a prevenire lo sviluppo di una reazione a una particolare vitamina.

Rifiuto di complessi vitaminici o di sostituzione?

Se ci fosse una reazione a complessi vitaminici di origine sintetica, la persona dovrebbe abbandonarli. Nel caso del beriberi, il medico può prescrivere analoghi sicuri.

È meglio sostituirli con sostanze naturali. Ogni prodotto ha nella sua composizione una vitamina diversa. Pertanto, una dieta sana fornisce un tasso di elementi benefici per il corpo.

Regole di potenza

La razione giornaliera di una persona dovrebbe essere equilibrata. Ciò significa che ci saranno più frutta e verdura, che contengono diverse vitamine e sostanze utili. È molto importante che siano ecologici, senza additivi chimici.

Non dimenticare che prima di ogni pasto, per 30 minuti devi bere un bicchiere d'acqua. Promuove una corretta digestione. Le verdure dovrebbero essere consumate con olio vegetale per assorbire una grande quantità di vitamine. È importante che il bambino mangi cibo sano ogni giorno.

Rafforzamento dell'immunità

Poiché le allergie sono una malattia autoimmune, occorre prestare attenzione al miglioramento dell'immunità. Mangiare sano, bere prodotti caseari influenzare il miglioramento del sistema immunitario.

Inoltre, una persona deve condurre uno stile di vita attivo. Anche l'esercizio fisico regolare sarà utile. L'indurimento aumenta efficacemente l'immunità. Soprattutto se la procedura viene eseguita sin dalla tenera età.

Per un trattamento efficace delle allergie, i nostri lettori utilizzano con successo una nuova medicina per l'allergia efficace. Include una formula brevettata unica che è estremamente efficace nel trattamento delle malattie allergiche. Questo è uno dei mezzi più riusciti fino ad oggi.

Le allergie a diversi gruppi di vitamine sono comuni. È importante seguire tutte le regole nel loro uso. Ciò contribuirà ad evitare lo sviluppo di gravi segni di allergia. Quando compaiono i primi sintomi, dovresti consultare un medico.

Sviluppo di un'allergia a vitamine del gruppo B

L'allergia alle vitamine del gruppo B è rara, ma crea grandi difficoltà, dal momento che queste sostanze biologicamente attive svolgono un ruolo importante nel lavoro del corpo e sono quindi utilizzate per trattare molte malattie.

Cause di allergia alla vitamina B

Nella maggior parte dei casi, una reazione allergica alle vitamine del gruppo B è associata a un sovradosaggio con uso eccessivo di determinati alimenti o uso improprio di medicinali. Il più pericoloso è considerato un eccesso di vitamina B1 (tiamina), perché stimola la produzione di acetilcolina - una sostanza che è coinvolta nello sviluppo di allergie. Inoltre, una reazione negativa alla tiamina dal sistema immunitario può portare all'interruzione del fegato e dei reni.

Le vitamine B6 e B12 causano allergie molto meno frequentemente. Particolare attenzione dovrebbe essere prestata alla quantità di vitamina B12 consumata. Tende ad accumularsi nel corpo, dal momento che la sua emivita è di circa 1,5 anni. L'allergia alla vitamina B può verificarsi anche in caso di ammissione con moderazione. Le ragioni possono essere i seguenti stati:

  • ipersensibilità;
  • immunità indebolita;
  • malattie che coinvolgono disordini metabolici (ad esempio insufficienza renale o epatica).

Vale la pena notare che l'assunzione di vitamine in compresse o capsule è spesso accompagnata da un deterioramento della salute. La ragione potrebbe non essere affatto allergica alla vitamina B in quanto tale, ma una reazione negativa agli eccipienti: gelatina, amido, coloranti e aromi.

Si nota che la reazione allergica è più volte più comune nelle persone che assumono complessi multivitaminici o vitaminici. Ciò è dovuto all'interazione tra tutti i componenti di tali farmaci. Alcuni esperti ritengono che l'assorbimento di vitamine e minerali da questi farmaci sia molto peggiore, a causa del quale i composti non digeriti vengono percepiti dal sistema immunitario come agenti stranieri.

Sintomi di allergia alla vitamina

È importante essere in grado di distinguere i sintomi di una reazione allergica da segni di sovradosaggio, poiché il trattamento per queste condizioni è diverso. Tutti i rappresentanti delle vitamine B hanno un diverso livello di attività, quindi la gravità dell'allergia può variare. I sintomi di lieve allergia a tiamina, B12 o altri tipi sono limitati alle manifestazioni cutanee:

  • arrossamento;
  • prurito e bruciore;
  • eruzioni cutanee sotto forma di piccole vescicole e peeling;
  • orticaria.

Se le vitamine B sono state somministrate per via intramuscolare, possono verificarsi gonfiore, arrossamento e dolore nel sito di iniezione.

Nei casi più gravi, l'allergia alla vitamina B è accompagnata da congestione nasale, naso che cola, tosse, lacrimazione e febbre. Corso particolarmente grave caratterizzato dal fatto che ci sono sintomi di angioedema:

  • raucedine e sensazione di soffocamento;
  • gonfiore del viso;
  • gonfiore e intorpidimento degli arti;
  • dolore addominale acuto;
  • un forte calo della pressione sanguigna.

Tale condizione è pericolosa per la vita, quindi, quando compaiono segni di angioedema, è necessario consultare un medico con urgenza. In casi molto rari, lo shock anafilattico si sviluppa dopo l'iniezione di una soluzione vitaminica.

Un sovradosaggio di vitamina B12 o altri rappresentanti delle vitamine del gruppo B si manifesta come segue:

  • nausea e vomito;
  • diarrea;
  • debolezza, vertigini;
  • un aumento della frequenza cardiaca;
  • cambiamenti caratteristici nei test del sangue e delle urine.

Spesso, i sintomi di una reazione allergica e sovradosaggio si verificano contemporaneamente.

Trattamento di allergia alla vitamina

Per fermare la reazione allergica, è necessario interrompere l'assunzione di allergeni nel corpo: rifiutare iniezioni o prendere complessi multivitaminici. Se tali misure non sono sufficienti, si raccomanda di seguire una dieta speciale con una quantità minima di prodotti contenenti vitamina B12 o qualsiasi altro rappresentante del gruppo B. Se è impossibile escludere completamente tali prodotti, si raccomanda di effettuare un trattamento termico che contribuisca alla distruzione della vitamina.

Lo schema del trattamento farmacologico prescritto dal medico, la scelta dei farmaci, i dosaggi e la durata del decorso del trattamento dipendono dai sintomi. Per la somministrazione orale vengono prescritti farmaci antistaminici: "Erius", "Zyrtec", "Tavegil", "Edem".

Se l'uso di questi fondi non dà un effetto positivo, è indicato il trattamento con farmaci ormonali: Prednisolone o Desametasone. Per eliminare i sintomi della pelle di allergia alla vitamina B, così come la congestione nasale, si usano unguenti con componenti antiallergici ("Fenistil-gel", "Gistan") e gocce nasali con decongestionanti ("Galazolin", "Tizin", "Nasol"). Per gravi reazioni cutanee, il medico prescrive un unguento con un componente ormonale (Beloderm, Lorinden C).

Al fine di rimuovere i residui di B12 o di un altro allergene dal corpo, può essere prescritto l'uso di agenti adsorbenti (carbone attivo, Enterosgel, Poliphepan) e viene eseguito anche un clistere di pulizia. In caso di aumento della temperatura corporea, è indicata la terapia infusionale (flebo). L'eliminazione supplementare di vitamina B12 è aiutata bevendo grandi quantità di acqua potabile e una dieta ipoallergenica.

Prevenzione delle allergie alle vitamine B

Per proteggere dalle allergie alla vitamina B, si raccomanda di seguire alcune regole.

    1. Non abusare dell'assunzione di preparati vitaminici: più non significa meglio. Per le persone che conducono uno stile di vita attivo, mangiano in modo diverso e si sentono bene, di regola, non vi è alcuna necessità urgente di utilizzare costantemente complessi vitaminici e minerali.
  1. Quando si scelgono farmaci, dare la preferenza ai monovitaminici, poiché i complessi multivitaminico e vitaminico-minerale causano allergie molto più spesso. Per scoprire la mancanza di una sostanza avviene, è sufficiente fare un esame del sangue.
  2. Cerca di assumere farmaci vitaminici contenenti la quantità minima di sostanze ausiliarie. Ad esempio, i preparati per bambini vengono prodotti sotto forma di sciroppi dolci o confetti colorati, ma contengono molto più potenziali allergeni rispetto alle compresse semplici.
  3. Si noti che recentemente i produttori hanno aggiunto vitamine B ai prodotti per la cura della pelle e dei capelli. In presenza di allergie, i cosmetici con tali additivi possono causare dermatiti da contatto di varia gravità.

I preparati vitaminici non sono così innocui come molti pensano. L'uso improprio di questi prodotti può danneggiare l'organismo sotto forma di allergia o intossicazione (questo è principalmente correlato alla vitamina B12).

Se l'assunzione di complessi multivitaminici ha causato una reazione allergica, sono necessarie ulteriori ricerche. Aiuteranno a determinare esattamente quale rappresentante del gruppo B ha agito come un allergene. A tale scopo vengono effettuati test cutanei: gocciolamento, scarificazione e intradermica, nonché un esame del sangue per le immunoglobuline. Sulla base di tali analisi, il medico sarà in grado di scegliere la dieta e lo schema di terapia farmacologica più adatti.

Allergia alle vitamine del gruppo B.

Cosa è incluso nel gruppo

Gli immunologi battono l'allarme! Secondo dati ufficiali, un'innocenza innocua, a prima vista, richiede ogni anno milioni di vite. La ragione di statistiche così terribili è PARASITES, infestata dal corpo! Principalmente a rischio sono le persone che soffrono.

Il gruppo contiene otto vitamine idrosolubili:

  • B1 (tiamina), è coinvolto nella produzione di energia, quindi, in quasi tutti i processi del corpo, la sintesi di acetilcolina; necessario per il lavoro attivo di tutti i sistemi del corpo, in particolare il sistema nervoso e il cervello;

Contenuto in:

  1. colture di cereali;
  2. in particolare crusca;
  3. piselli verdi;
  4. meno: in frutta secca, frutta secca, barbabietole, cavoli, carote, spinaci, rosa canina, cipolle;
  • B2 (riboflavina), necessario per lo sviluppo delle cellule nervose, aumento eritrociti e l'assorbimento del ferro, per il normale funzionamento della ghiandola surrenale, cornea coinvolti nei processi di protezione dalla luce solare, partecipa alla rigenerazione (restauro) della pelle e delle mucose;

Contenuto in:

  1. a base di carne;
  2. il fegato;
  3. pesce;
  4. latte;
  5. uova;
  6. semole di grano saraceno;
  7. piselli verdi;
  8. cavolo;
  9. lievito di birra;
  10. mandorle;
  11. riso;

B3 (niacina, PP) è coinvolto in energia e reazioni enzimatiche necessarie per il funzionamento del sistema nervoso, produzione di ormoni sessuali e ormoni surrenali coinvolti nei processi immunitari sorveglianza (i processi coinvolti nella rimozione dal corpo di cellule mutanti);

Alto contenuto in:

  1. il fegato;
  2. uova;
  3. pesce;
  4. carne magra;
  5. contenere meno piante: prezzemolo, asparagi, legumi, funghi, pepe, aglio, carote, arachidi;
  • B5 (acido pantotenico) è coinvolto nella sintesi del coenzima A, nella ripartizione dei grassi e dei carboidrati, nel processo di rigenerazione, nel lavoro del sistema immunitario;

Contenuto in molti prodotti, la maggior parte in:

  1. verdure verdi;
  2. crusca;
  3. prodotti a base di carne e pesce;
  4. latte;
  5. lievito di birra;
  6. legumi;
  7. nocciole;
  8. tuorlo d'uovo;
  9. prodotto nell'intestino;
  • B6 (piridossina) è coinvolto nella sintesi di acidi grassi polinsaturi, anticorpi, emoglobina, metabolismo dei carboidrati, regola il sistema nervoso;

Contenuto in:

  1. noci;
  2. patate;
  3. germogli di cereali;
  4. spinaci;
  5. carote;
  6. cavolo;
  7. a base di carne;
  8. latticini;
  9. pesce;
  10. un uccello;
  11. fragole;
  12. dolcezza
  13. agrumi;
  14. prodotto nell'intestino
  • B7 (Biotin) è coinvolto nel rilascio di energia;

trovato in grandi quantità in:

  1. frattaglie;
  2. legumi;
  3. noci;
  4. lievito e cavolfiore;
  5. in piccole quantità - in quasi tutti i prodotti; prodotto nell'intestino;
  • B9 (acido folico), è coinvolto nella formazione di acidi nucleici, lo sviluppo del feto e dei globuli rossi;

Contenuto in:

  1. verdure a foglia
  2. legumi;
  3. miele di crusca;
  4. prodotto nell'intestino;
  • B12 (cianocobalamina) è strategicamente importante per la formazione del sangue, è necessario per la produzione di mielina;

Contenuto in:

Le vitamine del gruppo B fanno parte di quasi tutti i complessi multivitaminici prodotti dall'industria farmaceutica. Sono anche disponibili come iniettabili separati.

Prodotti naturali o farmaceutici

Il record per la frequenza delle reazioni è la vitamina B1 (tiamina).

Molto meno spesso, ma ci sono reazioni allergiche alla vitamina B6 (piridossina) e vitamina B12 (cianocobalamina).

Sulle restanti vitamine del gruppo si verificano reazioni allergiche in casi isolati.

Se è un'allergia a specifiche vitamine del gruppo B, allora non importa da quale fonte sono venuti.

Cos'è un allergene?

In questo caso, essi stessi agiscono come un allergene, cioè una sostanza chimica, che è una vitamina.

Ingresso nella composizione di complessi multivitaminici

Molto spesso, la reazione si verifica con l'uso di complessi multivitaminici. Tutti i componenti del complesso, di norma, sono contenuti nella quantità di esigenze giornaliere.

A partire multivitaminici di trattamento, dovrebbe tenere a mente che le vitamine vengono anche con il cibo, così come i casi di carenza di una volta che tutte le vitamine ei minerali per il corpo sono rari e, di conseguenza, qualsiasi vitamine verranno in eccesso, può portare alla sensibilizzazione.

Soprattutto se a scopo di fortificazione rapida, il dosaggio raccomandato dal produttore aumenta deliberatamente.

Devi sapere che la maggior parte dei complessi vitaminici sono registrati come integratori alimentari (integratori alimentari), che ti permettono di semplificare e ridurre i costi del processo di registrazione del farmaco.

Il controllo degli integratori alimentari è meno grave.

Un laboratorio privato indipendente negli Stati Uniti condusse un'analisi dei complessi multivitaminici nel mercato locale, risultò che nel 30% di essi venivano superate le annotazioni sul dosaggio indicate.

Il prossimo fattore scatenante sono vari filler nel complesso, come gomma e algin, che a loro volta sensibilizzano il corpo (aumentano la prontezza del sistema immunitario a sviluppare reazioni allergiche).

Contenuto nel cibo

Anche la frequenza di sensibilizzazione in questo caso è elevata, ma per altri motivi. Tutti gli alimenti tranne le vitamine contengono molti altri componenti.

Queste sostanze sono in grado di modificare la risposta del corpo alle vitamine del gruppo B, in quanto essi stessi sono potenti allergeni.

Gli allergeni più comuni includono:

  • proteine ​​del latte vaccino;
  • agrumi;
  • albume d'uovo;
  • arachidi;
  • frutti di mare;
  • cereali, tra i quali vi sono la segale e il frumento;
  • cacao.

Anche nella composizione dei prodotti alimentari possono includere sostanze che aumentano l'assorbimento delle vitamine del tratto b del digestivo.

Queste sostanze includono:

  • magnesio - aumenta l'assorbimento dell'intero gruppo di vitamine B;
  • la vitamina C contribuisce all'accumulo di vitamina B9;
  • calcio - aumenta l'assorbimento di vitamina B12;

Forme di dosaggio

Questi fondi sono disponibili come monopreparati e sotto forma di combinazioni di diverse vitamine del gruppo con minerali. Esistono farmaci per l'iniezione e compresse per somministrazione orale.

I seguenti fattori contribuiscono allo sviluppo di una reazione allergica alle forme di dosaggio delle vitamine:

  • alta concentrazione di vitamine nella preparazione;
  • il contenuto di eccipienti ad alta attività sensibilizzante.

motivi

Per varie ragioni, il corpo può percepire una certa sostanza (in questo caso, vitamine del gruppo B) come pericolosa e richiede un'azione immediata per eliminarla. Questa reazione è allergica.

Esistono due tipi di reazioni allergiche:

  1. vera reazione - questo è un tipo di allergia, quando la reazione è sempre in evoluzione, e in ogni dose di allergene di solito appare per la prima infanzia è raro, è più grave con l'età può essere migliorata;
  2. reazione pseudoallergica - dipende dalla quantità di una sostanza che entra nel corpo, così come i prodotti correlati, sono comuni, può manifestarsi a qualsiasi età.

Le ragioni per lo sviluppo di vere reazioni non sono state ancora stabilite con precisione dalla scienza.

Per lo sviluppo di allergie è il sistema immunitario del corpo, ed è molto difficile da organizzare.

La chiave della sua soluzione fornirà una risposta alla soluzione di molte domande riguardanti non solo la sensibilizzazione, ma anche altre gravi malattie, come la sclerosi multipla e l'artrite reumatoide.

Ma ci sono molti fattori che possono scatenare una reazione pseudo-allergica:

  • sovradosaggio di vitamina B è possibile quando prende le forme di farmaci, perché negli alimenti, il contenuto di vitamina è così piccolo che semplicemente fisiologicamente impossibile mangiare abbastanza per ottenere una dose eccessiva; tuttavia, vale la pena di prestare attenzione al fatto che per scopi di marketing, molti alimenti sono artificialmente arricchiti con vitamine (latticini, prodotti da forno), questo è il modo in cui vengono presentati i loro maggiori benefici; vale la pena seguire questi alimenti nella dieta e non combinarli con l'assunzione di forme di dosaggio di vitamine;
  • il sistema immunitario, se il sistema immunitario, come si dice "sul bordo", che è soggetta a reazioni allergiche, quindi la probabilità di ottenere una risposta immunitaria ad una dose elevata di aumenti di vitamina B, a volte, in questo caso, le allergie trigger può altri potenziali allergeni (agrumi, frutti di bosco, albume e molti altri);
  • l'uso di diversi farmaci contemporaneamente, oltre alle vitamine del gruppo B, può anche essere un catalizzatore per lo sviluppo di allergie, poiché aumenta il numero di interazioni farmacologiche;

Idealmente, una persona non dovrebbe assumere più di 5 farmaci allo stesso tempo;

  • l'aumento dello stress emotivo e fisico porta anche a uno squilibrio del sistema immunitario e può provocare reazioni allergiche;
  • l'insolazione, l'ultravioletto può anche cambiare il lavoro del sistema immunitario;
  • nelle donne, la tendenza a sviluppare reazioni allergiche aumenta durante i giorni critici;
  • Può provocare una risposta immunitaria e qualche procedura precedente (ad esempio, l'uso di una crema con un alto contenuto di vitamina B, dopo un peeling profondo).

Sintomi di allergie a vitamine del gruppo B.

Esistono diversi tipi di manifestazioni di reazioni allergiche:

  • manifestazioni cutanee: prurito, eczema, dermatite, orticaria;
  • gonfiore della pelle e nei casi gravi della laringe (angioedema);
  • broncospasmo (asma bronchiale);
  • e la più grave - necrosi della pelle (sindrome di Stephen Johnson) e mucose (sindrome di Lyell), può essere fatale;

Tutti possono svilupparsi con sensibilità a qualsiasi sostanza, compresa la vitamina B.

Pertanto, per stabilire che si tratta di un'allergia alla vitamina B, è possibile, se è stato preso da solo. Altrimenti, devi agire secondo il metodo di eliminazione.

Certamente, è possibile sospettare una reazione a qualche tipo di vitamina se il paziente prende un complesso multivitaminico, ma sarà impossibile dire subito con quale accuratezza.

Sarà anche difficile distinguere la forma del cibo dalla reazione alle vitamine, se si è sviluppata a seguito dell'uso di un determinato prodotto.

Anche un allergologo al primo ricovero sospetterà allergie alimentari, dal momento che le manifestazioni di reazioni allergiche alle vitamine non sono prevedibili in ciascuna persona.

Ci sono le manifestazioni più comuni per ogni vitamina:

  • Vitamina B1: una reazione allergica, più spesso gonfiore sul viso e sulle mucose (fino allo sviluppo di angioedema);
  • La vitamina B6 e B12 sono spesso manifestate da orticaria e dermatite.

Ma non sono un marker di una specifica allergia.

Come stabilire la diagnosi e quali sono i test

Come accennato in precedenza, il modo più semplice per stabilire una diagnosi è quando un'allergia si è sviluppata immediatamente dopo l'introduzione di tale vitamina in monoterapia.

In altri casi, l'allergologo dovrà eseguire ulteriori test.

Ci sono indicatori non specifici che parlano semplicemente di una reazione allergica:

  • i cambiamenti nell'analisi del sangue generale saranno manifestati da un aumento del livello di cellule specifiche - eosinofili;
  • aumento del livello di immunoglobulina E.

Questi indicatori informeranno il medico che determinerà se i sintomi sono correlati alla manifestazione della reazione.

Inoltre, per stabilire esattamente quale sostanza è stata sviluppata la sensibilizzazione, vengono effettuati test cutanei.

Gli allergeni presunti vengono iniettati per via sottocutanea e vengono valutate le reazioni cutanee. Tale test può stabilire accuratamente l'allergene.

Contiene allergie alle vitamine del gruppo B

Una reazione allergica è una maggiore sensibilità del sistema immunitario del corpo a una particolare sostanza. Le sostanze che causano una tale reazione sono chiamate allergeni. Le allergie possono verificarsi in quasi tutte le sostanze.

Cosa è incluso nel gruppo

Il gruppo contiene otto vitamine idrosolubili:

  • B1 (tiamina), è coinvolto nella produzione di energia, quindi, in quasi tutti i processi del corpo, la sintesi di acetilcolina; necessario per il lavoro attivo di tutti i sistemi del corpo, in particolare il sistema nervoso e il cervello;

Contenuto in:

  1. colture di cereali;
  2. in particolare crusca;
  3. piselli verdi;
  4. meno: in frutta secca, frutta secca, barbabietole, cavoli, carote, spinaci, rosa canina, cipolle;
  • B2 (riboflavina), necessario per lo sviluppo delle cellule nervose, aumento eritrociti e l'assorbimento del ferro, per il normale funzionamento della ghiandola surrenale, cornea coinvolti nei processi di protezione dalla luce solare, partecipa alla rigenerazione (restauro) della pelle e delle mucose;

Contenuto in:

  1. a base di carne;
  2. il fegato;
  3. pesce;
  4. latte;
  5. uova;
  6. semole di grano saraceno;
  7. piselli verdi;
  8. cavolo;
  9. lievito di birra;
  10. mandorle;
  11. riso;

B3 (niacina, PP) è coinvolto in energia e reazioni enzimatiche necessarie per il funzionamento del sistema nervoso, produzione di ormoni sessuali e ormoni surrenali coinvolti nei processi immunitari sorveglianza (i processi coinvolti nella rimozione dal corpo di cellule mutanti);

Alto contenuto in:

  1. il fegato;
  2. uova;
  3. pesce;
  4. carne magra;
  5. contenere meno piante: prezzemolo, asparagi, legumi, funghi, pepe, aglio, carote, arachidi;
  • B5 (acido pantotenico) è coinvolto nella sintesi del coenzima A, nella ripartizione dei grassi e dei carboidrati, nel processo di rigenerazione, nel lavoro del sistema immunitario;

Contenuto in molti prodotti, la maggior parte in:

  1. verdure verdi;
  2. crusca;
  3. prodotti a base di carne e pesce;
  4. latte;
  5. lievito di birra;
  6. legumi;
  7. nocciole;
  8. tuorlo d'uovo;
  9. prodotto nell'intestino;
  • B6 (piridossina) è coinvolto nella sintesi di acidi grassi polinsaturi, anticorpi, emoglobina, metabolismo dei carboidrati, regola il sistema nervoso;

Contenuto in:

  1. noci;
  2. patate;
  3. germogli di cereali;
  4. spinaci;
  5. carote;
  6. cavolo;
  7. a base di carne;
  8. latticini;
  9. pesce;
  10. un uccello;
  11. fragole;
  12. dolcezza
  13. agrumi;
  14. prodotto nell'intestino
  • B7 (Biotin) è coinvolto nel rilascio di energia;

trovato in grandi quantità in:

  1. frattaglie;
  2. legumi;
  3. noci;
  4. lievito e cavolfiore;
  5. in piccole quantità - in quasi tutti i prodotti; prodotto nell'intestino;
  • B9 (acido folico), è coinvolto nella formazione di acidi nucleici, lo sviluppo del feto e dei globuli rossi;

Contenuto in:

  1. verdure a foglia
  2. legumi;
  3. miele di crusca;
  4. prodotto nell'intestino;
  • B12 (cianocobalamina) è strategicamente importante per la formazione del sangue, è necessario per la produzione di mielina;

Contenuto in:

Le vitamine del gruppo B fanno parte di quasi tutti i complessi multivitaminici prodotti dall'industria farmaceutica. Sono anche disponibili come iniettabili separati.

Prodotti naturali o farmaceutici

Il record per la frequenza delle reazioni è la vitamina B1 (tiamina).

Molto meno spesso, ma ci sono reazioni allergiche alla vitamina B6 (piridossina) e vitamina B12 (cianocobalamina).

Sulle restanti vitamine del gruppo si verificano reazioni allergiche in casi isolati.

Se è un'allergia a specifiche vitamine del gruppo B, allora non importa da quale fonte sono venuti.

Cos'è un allergene?

In questo caso, essi stessi agiscono come un allergene, cioè una sostanza chimica, che è una vitamina.

Ingresso nella composizione di complessi multivitaminici

Molto spesso, la reazione si verifica con l'uso di complessi multivitaminici. Tutti i componenti del complesso, di norma, sono contenuti nella quantità di esigenze giornaliere.

A partire multivitaminici di trattamento, dovrebbe tenere a mente che le vitamine vengono anche con il cibo, così come i casi di carenza di una volta che tutte le vitamine ei minerali per il corpo sono rari e, di conseguenza, qualsiasi vitamine verranno in eccesso, può portare alla sensibilizzazione.

Soprattutto se a scopo di fortificazione rapida, il dosaggio raccomandato dal produttore aumenta deliberatamente.

Devi sapere che la maggior parte dei complessi vitaminici sono registrati come integratori alimentari (integratori alimentari), che ti permettono di semplificare e ridurre i costi del processo di registrazione del farmaco.

Il controllo degli integratori alimentari è meno grave.

Un laboratorio privato indipendente negli Stati Uniti condusse un'analisi dei complessi multivitaminici nel mercato locale, risultò che nel 30% di essi venivano superate le annotazioni sul dosaggio indicate.

Il prossimo fattore scatenante sono vari filler nel complesso, come gomma e algin, che a loro volta sensibilizzano il corpo (aumentano la prontezza del sistema immunitario a sviluppare reazioni allergiche).

Contenuto nel cibo

Anche la frequenza di sensibilizzazione in questo caso è elevata, ma per altri motivi. Tutti gli alimenti tranne le vitamine contengono molti altri componenti.

Queste sostanze sono in grado di modificare la risposta del corpo alle vitamine del gruppo B, in quanto essi stessi sono potenti allergeni.

Gli allergeni più comuni includono:

  • proteine ​​del latte vaccino;
  • agrumi;
  • albume d'uovo;
  • arachidi;
  • frutti di mare;
  • cereali, tra i quali vi sono la segale e il frumento;
  • cacao.

Anche nella composizione dei prodotti alimentari possono includere sostanze che aumentano l'assorbimento delle vitamine del tratto b del digestivo.

Queste sostanze includono:

  • magnesio - aumenta l'assorbimento dell'intero gruppo di vitamine B;
  • la vitamina C contribuisce all'accumulo di vitamina B9;
  • calcio - aumenta l'assorbimento di vitamina B12;

Forme di dosaggio

Questi fondi sono disponibili come monopreparati e sotto forma di combinazioni di diverse vitamine del gruppo con minerali. Esistono farmaci per l'iniezione e compresse per somministrazione orale.

I seguenti fattori contribuiscono allo sviluppo di una reazione allergica alle forme di dosaggio delle vitamine:

  • alta concentrazione di vitamine nella preparazione;
  • il contenuto di eccipienti ad alta attività sensibilizzante.

motivi

Per varie ragioni, il corpo può percepire una certa sostanza (in questo caso, vitamine del gruppo B) come pericolosa e richiede un'azione immediata per eliminarla. Questa reazione è allergica.

Esistono due tipi di reazioni allergiche:

  1. vera reazione - questo è un tipo di allergia, quando la reazione è sempre in evoluzione, e in ogni dose di allergene di solito appare per la prima infanzia è raro, è più grave con l'età può essere migliorata;
  2. reazione pseudoallergica - dipende dalla quantità di una sostanza che entra nel corpo, così come i prodotti correlati, sono comuni, può manifestarsi a qualsiasi età.

Le ragioni per lo sviluppo di vere reazioni non sono state ancora stabilite con precisione dalla scienza.

Per lo sviluppo di allergie è il sistema immunitario del corpo, ed è molto difficile da organizzare.

La chiave della sua soluzione fornirà una risposta alla soluzione di molte domande riguardanti non solo la sensibilizzazione, ma anche altre gravi malattie, come la sclerosi multipla e l'artrite reumatoide.

Ma ci sono molti fattori che possono scatenare una reazione pseudo-allergica:

  • sovradosaggio di vitamina B è possibile quando prende le forme di farmaci, perché negli alimenti, il contenuto di vitamina è così piccolo che semplicemente fisiologicamente impossibile mangiare abbastanza per ottenere una dose eccessiva; tuttavia, vale la pena di prestare attenzione al fatto che per scopi di marketing, molti alimenti sono artificialmente arricchiti con vitamine (latticini, prodotti da forno), questo è il modo in cui vengono presentati i loro maggiori benefici; vale la pena seguire questi alimenti nella dieta e non combinarli con l'assunzione di forme di dosaggio di vitamine;
  • il sistema immunitario, se il sistema immunitario, come si dice "sul bordo", che è soggetta a reazioni allergiche, quindi la probabilità di ottenere una risposta immunitaria ad una dose elevata di aumenti di vitamina B, a volte, in questo caso, le allergie trigger può altri potenziali allergeni (agrumi, frutti di bosco, albume e molti altri);
  • l'uso di diversi farmaci contemporaneamente, oltre alle vitamine del gruppo B, può anche essere un catalizzatore per lo sviluppo di allergie, poiché aumenta il numero di interazioni farmacologiche;

Idealmente, una persona non dovrebbe assumere più di 5 farmaci allo stesso tempo;

  • l'aumento dello stress emotivo e fisico porta anche a uno squilibrio del sistema immunitario e può provocare reazioni allergiche;
  • l'insolazione, l'ultravioletto può anche cambiare il lavoro del sistema immunitario;
  • nelle donne, la tendenza a sviluppare reazioni allergiche aumenta durante i giorni critici;
  • Può provocare una risposta immunitaria e qualche procedura precedente (ad esempio, l'uso di una crema con un alto contenuto di vitamina B, dopo un peeling profondo).

Perché compare l'allergia agli agrumi? La risposta è in questo articolo.

Sintomi di allergie a vitamine del gruppo B.

Esistono diversi tipi di manifestazioni di reazioni allergiche:

  • manifestazioni cutanee: prurito, eczema, dermatite, orticaria;
  • gonfiore della pelle e nei casi gravi della laringe (angioedema);
  • broncospasmo (asma bronchiale);
  • e la più grave - necrosi della pelle (sindrome di Stephen Johnson) e mucose (sindrome di Lyell), può essere fatale;

Tutti possono svilupparsi con sensibilità a qualsiasi sostanza, compresa la vitamina B.

Pertanto, per stabilire che si tratta di un'allergia alla vitamina B, è possibile, se è stato preso da solo. Altrimenti, devi agire secondo il metodo di eliminazione.

Certamente, è possibile sospettare una reazione a qualche tipo di vitamina se il paziente prende un complesso multivitaminico, ma sarà impossibile dire subito con quale accuratezza.

Sarà anche difficile distinguere la forma del cibo dalla reazione alle vitamine, se si è sviluppata a seguito dell'uso di un determinato prodotto.

Anche un allergologo al primo ricovero sospetterà allergie alimentari, dal momento che le manifestazioni di reazioni allergiche alle vitamine non sono prevedibili in ciascuna persona.

Ci sono le manifestazioni più comuni per ogni vitamina:

  • Vitamina B1: una reazione allergica, più spesso gonfiore sul viso e sulle mucose (fino allo sviluppo di angioedema);
  • La vitamina B6 e B12 sono spesso manifestate da orticaria e dermatite.

Ma non sono un marker di una specifica allergia.

Come stabilire la diagnosi e quali sono i test

Come accennato in precedenza, il modo più semplice per stabilire una diagnosi è quando un'allergia si è sviluppata immediatamente dopo l'introduzione di tale vitamina in monoterapia.

In altri casi, l'allergologo dovrà eseguire ulteriori test.

Ci sono indicatori non specifici che parlano semplicemente di una reazione allergica:

  • i cambiamenti nell'analisi del sangue generale saranno manifestati da un aumento del livello di cellule specifiche - eosinofili;
  • aumento del livello di immunoglobulina E.

Questi indicatori informeranno il medico che determinerà se i sintomi sono correlati alla manifestazione della reazione.

Inoltre, per stabilire esattamente quale sostanza è stata sviluppata la sensibilizzazione, vengono effettuati test cutanei.

Gli allergeni presunti vengono iniettati per via sottocutanea e vengono valutate le reazioni cutanee. Tale test può stabilire accuratamente l'allergene.

Esiste una cura?

Il trattamento più necessario è quello di interrompere l'interazione con l'allergene, cioè è necessario interrompere immediatamente l'assunzione della vitamina ed eliminare i prodotti che lo contengono.

Per ridurre i sintomi, puoi prendere antistaminici, che attualmente sono una quantità enorme.

L'ulteriore trattamento è prescritto dall'allergologo o, in sua assenza, dal terapeuta.

Solo un medico può prescrivere un trattamento specifico ed efficace.

Se le manifestazioni di allergie fin dall'inizio sono gravi, c'è un gonfiore del viso e / o diventa difficile respirare, dovresti chiamare immediatamente un'ambulanza o andare all'ospedale più vicino.

Video: antistaminici

prevenzione

Non esiste una prevenzione specifica.

Le misure generali seguono precisamente le istruzioni di prescrizione sull'uso di farmaci contenenti vitamine del gruppo B, se sono usate indipendentemente, il che è altamente indesiderabile.

Non superare la dose prescritta dal medico e specificata nelle istruzioni!

È anche importante ricordare che il contenuto delle vitamine del gruppo B nei complessi vitaminici, così come le prescrizioni del medico, è calcolato sul fatto che questa sarà l'unica fonte di questa sostanza.

Pertanto, durante l'iniezione di vitamine del gruppo B non deve essere utilizzato ulteriormente sotto forma di complessi multivitaminici e anche rifiuti di prodotti contenenti queste vitamine in grandi quantità.

Presso l'ufficio del medico dovrebbe essere sicuro di segnalare tutte le reazioni allergiche che erano in precedenza.

Come viene diagnosticata l'allergia all'oro? Dettagli qui.

Quale trattamento è necessario per l'allergia ai metalli? Continua a leggere.

prospettiva

Nella maggior parte dei casi, la reazione pseudoallergica si conclude con il recupero. Ma la probabilità di una nuova reazione rimane alta.

Se hai una vera reazione allergica con un allergene, dovrai dire addio per sempre, dal momento che ogni contatto con esso causerà un nuovo episodio di allergia. Di regola, anche questi episodi vengono interrotti, ma molto raramente sono possibili casi gravi.

Popolarmente Sulle Allergie