Quanto è pericolosa un'allergia durante la gravidanza per la madre e il feto? Esistono prodotti sicuri che possono trattare efficacemente questa malattia e quali metodi popolari puoi usare? Come aggiustare cibo e vita ipoallergenica?

La gravidanza influisce su tutti i processi e i sistemi del corpo della futura madre. Il sistema immunitario sta subendo gravi cambiamenti, incluso il sistema immunitario: il numero, il rapporto percentuale e l'attività dei leucociti cambiano, i cambiamenti ormonali cambiano, si verifica l'immunodepressione. Ciò può portare a insuccessi nel sistema immunitario, compresa l'insorgenza di una nuova o maggiore vecchia allergia nelle donne in gravidanza.

Pertanto, a volte le allergie possono essere considerate come uno dei primi segni della gravidanza.

Tuttavia, durante la gravidanza aumenta il cortisolo - l'ormone con funzione di antiallergico che sopprime lo sviluppo di reazioni allergiche, in modo che in alcuni casi, la malattia può viceversa sbiadire o passare a una forma più leggera.

Allergia alla gravidanza - Doppia minaccia

Di norma, l'allergia alla gravidanza si manifesta raramente per la prima volta. La maggior parte delle donne ha una chiara idea dei "loro" allergeni e manifestazioni della malattia, ma possono esserci delle eccezioni. La gravidanza agisce da catalizzatore, esasperando il problema.

Tabella: dove gli allergeni possono intrappolare una donna incinta

Il sistema immunitario di una donna durante questo periodo funziona, come si dice, "per usura", quindi la reazione a un particolare prodotto cosmetico o prodotto alimentare può essere imprevedibile.

Le allergie nelle donne in gravidanza possono verificarsi con vari gradi di gravità. Per comodità, sono divisi in 2 gruppi. Il primo include sintomi lievi:

  • La rinite allergica è accompagnata da secrezione serous dalla cavità nasale, congestione nasale, starnuti.
  • Congiuntivite sulla base di allergia si manifesta aumento della lacrimazione, paura della luce, arrossamento della cornea. Congiuntivite allergica e rinite spesso si verificano contemporaneamente.
  • Orticaria, dermatite allergica. Le manifestazioni di dermatite da contatto sono la comparsa di un'eruzione cutanea sull'addome, sulla schiena o sul torace. La dermatite si manifesta con gonfiore della pelle, prurito, arrossamento. L'orticaria nel suo aspetto ricorda una "bruciatura" da cellule urticanti di ortica.

Il secondo gruppo comprende reazioni sistemiche con un decorso grave:

  • L'edema di Quincke (gonfiore delle palpebre, delle labbra, della lingua, della trachea), chiamato "orticaria gigante", si manifesta con un improvviso rigonfiamento delle membrane mucose e del tessuto adiposo sottocutaneo nella faccia e nel collo. Di particolare pericolo è il gonfiore della trachea e della laringe, che può portare a gravi problemi respiratori.
  • Lo shock anafilattico si manifesta con l'alterazione della coscienza, un forte calo della pressione sanguigna. Se una donna non viene aiutata, potrebbe morire.

Queste sono reazioni allergiche di tipo immediato. In caso di allergie ritardate, l'allergene si accumula nel corpo (spesso un'allergia ritardata si sviluppa sullo sfondo di numerosi allergeni).

La reazione immunocomplessa può essere una delle cause della glomerulonefrite, dell'artrite reumatoide e di altre malattie.

Allergia alla gravidanza - effetti sul feto

L'allergia è particolarmente pericolosa nel primo trimestre di gravidanza, poiché gli organi, i sistemi e i tessuti del feto sono nella loro infanzia e la placenta con le sue funzioni protettive non è ancora completamente formata.

Nel secondo e terzo trimestre, un'allergia non ha un effetto negativo sul feto, dal momento che una placenta completamente formata non passa antigeni. Ma la cattiva salute della donna incinta, il morale depresso può influire negativamente sulla salute del bambino.

Inoltre, le reazioni allergiche possono minacciare la vita della futura gestante e l'assunzione incontrollata di antistaminici può causare malformazioni fetali e interruzione prematura della gravidanza. Quando i farmaci auto-somministrati non possono rispondere con precisione alla domanda "Il bambino soffre?". Pertanto, dovresti consultare un allergologo e un ginecologo per sapere quali dosi dovrebbero essere assunte per trattare le allergie.

Diagnosi di allergie alla gravidanza

La diagnosi include un esame del sangue per le allergie, vale a dire:

  • livello totale di anticorpi IgE
  • screening degli allergeni del sangue, determinazione degli anticorpi specifici,
  • test cutanei
  • presa della storia,
  • tenere un diario alimentare in caso di sospette allergie alimentari.

Il medico deve essere consapevole della posizione del paziente al fine di prescrivere metodi diagnostici ottimali per lei.

Come trattare le allergie durante la gravidanza

Il trattamento delle allergie nelle donne in gravidanza è abbastanza vario. Di seguito descriviamo cosa si può fare per eliminare i principali sintomi di allergia.

Trattamento delle allergie durante la gravidanza nel 1 ° trimestre

In questo periodo non è consigliabile usare farmaci.

Se sei allergico alla fioritura, è consigliabile lavare i vestiti e lavare le scarpe dopo ogni passeggiata. Se non è possibile evitare il contatto con l'allergene, indossare una maschera medica.

Con rinite allergica

Gocce di naso, che sono usate per il raffreddore, aiutano bene per la rinite allergica.

Il meglio per le donne incinte sono i mezzi con il contenuto di sale marino.

  • Gocce Marimer e Aqua Maris;
  • Complesso di delfini con sale marino ed erbe aromatiche;
  • Spray Dr. Theiss Allergol acqua di mare

Oltre a quanto sopra, puoi utilizzare:

  • Pinosol - contiene estratti di menta ed eucalipto, che migliorano la salute durante la rinite allergica.
  • Prevalina spray: forma una sottile schiuma sulla membrana mucosa, bloccando gli allergeni.
  • Gocce Salin - il principale ingrediente attivo - cloruro di sodio. Promuove la pulizia della cavità nasale.

Congiuntivite, lacrimazione

Per il lavaggio degli occhi, sono idonee le gocce blu di Innoxa, che contengono solo sostanze naturali.

Prurito, eruzione cutanea, desquamazione

Un buon strumento è un unguento, aiutano a liberarsi delle allergie cutanee durante la gravidanza - eruzione cutanea, dermatite cutanea. Ad esempio, l'unguento di zinco ha un pronunciato effetto di essiccazione.

Allo stesso modo, può essere utilizzata la sospensione di Zindol contenente ossido di zinco.

Una buona opzione - creme che contengono estratti di piante medicinali. Nella dermatite atopica, applicazione di uno strato sottile alle aree interessate di Physiogel A.I.

Allergie alimentari e medicinali: pulizia del corpo

Questo tipo di allergia è più spesso caratterizzato da orticaria e altre eruzioni cutanee. Il primo passo è eliminare l'allergene dall'uso e dopo - per pulire il corpo. Questo aiuterà:

In caso di allergia grave, accompagnata da prurito o desquamazione, nei primi giorni dovresti assumere una dose doppia di qualsiasi sorbente, ad esempio carbone attivo.

Com'è facile calcolare: dividi il tuo peso per 5. Questo sarà il numero di pillole.

Utilizzare 2-3 volte al giorno per 1-2 giorni. Segue la dose abituale - 1 compressa per 10 kg di peso corporeo.

Posso prendere pillole per le allergie durante la gravidanza?

Per quanto riguarda gli antistaminici, quindi, purtroppo, non esistono farmaci assolutamente sicuri per una donna incinta. Considerare come trattare le allergie durante la gravidanza, quali antistaminici possono essere usati sulla raccomandazione di questo medico e quali antistaminici sono completamente proibiti.

È necessario prendere in considerazione le indicazioni e le controindicazioni degli antistaminici per scegliere il modo giusto per trattare le allergie nelle donne in gravidanza, specialmente nei casi più gravi.

H1-istamina bloccanti

Bloccando i recettori dell'istamina, eliminando così i sintomi di una reazione allergica. Ci sono 4 generazioni di questi farmaci, in cui ogni successivo è caratterizzato da un minor numero di effetti collaterali e dalla forza della loro manifestazione, un'azione più lunga. Quelle che seguono sono la principale categoria di prodotti a base di compresse H1 e la possibilità del loro uso in diversi trimestri di gravidanza.

1a generazione
  • Diphenhydramine. È severamente controindicato durante la gravidanza, poiché colpisce la contrattilità dell'utero se assunto in una dose superiore a 50 mg. In casi estremi, è possibile utilizzare solo nel 2 ° trimestre.
  • Suprastin. Questo farmaco è controindicato in gravidanza, anche se non ci sono informazioni affidabili sul suo effetto sul feto. Il farmaco non è prescritto nel primo trimestre di gravidanza e nei periodi successivi.
  • Tavegil. Il farmaco viene utilizzato solo quando assolutamente necessario, quando non è possibile utilizzare un altro strumento. Nel primo trimestre, il farmaco non viene utilizzato. Gli esperimenti sugli animali hanno mostrato la presenza di malformazioni nel feto.
  • Pipolfen (piperacillina, diprazin). I dati clinici sull'uso di questo farmaco non sono, quindi, il suo uso è controindicato. Se necessario, l'assunzione di farmaci durante l'allattamento deve essere interrotta.
2a generazione
  • Claritin. Nessun effetto negativo sul feto e sull'organismo materno è stato identificato, ma allo stesso tempo, la reazione di una donna incinta al farmaco può essere imprevedibile. Per questo motivo, claritin è prescritto a una donna incinta solo come ultima risorsa.
  • Terfenadina. Indesiderabile durante la gravidanza, può portare alla perdita di peso del neonato. È usato se l'effetto dell'uso supera il rischio per il feto.
3a generazione
  • Feksadin. Queste pillole di allergia per la gravidanza sono controindicate.
  • Zyrtec (il secondo nome è cetirizina). L'effetto teratogeno derivante dall'uso del farmaco non è stato identificato, ma è in grado di penetrare nel latte materno.
  • Allertek - può essere usato in 2 e 3 trimestri come prescritto da un medico

corticosteroidi

Disponibile sotto forma di compresse, iniezioni, nonché unguenti e creme. Il meccanismo d'azione dei corticosteroidi si basa sull'inibizione delle citochine Th-2, "responsabili" del verificarsi di una reazione allergica.

È stato stabilito che l'uso di tali farmaci come il desametasone, Metipred riduce significativamente la resistenza del corpo femminile a varie infezioni, e quindi ha anche un effetto negativo sul feto. Ecco perché i corticosteroidi sono prescritti a una donna incinta, se i tradizionali farmaci antiallergici non danno l'effetto desiderato.

Trattamento di allergia in rimedi popolari in gravidanza

I rimedi popolari sono utilizzati principalmente nel trattamento delle manifestazioni cutanee di allergie nelle donne in gravidanza.

tosse

Quando si tossisce, l'inalazione con acqua minerale, da cui tutto il gas è pre-rilasciato, aiuta. Puoi usare Borjomi, Essentuki (№4, №17) o Narzan. Un'ora dopo questa procedura, inoltre, inalazioni con oli - eucalipto, pesca o oliva.

Orticaria durante la gravidanza

Dal prurito alleviare l'acido salicilico o il mentolo. Utilizzare un disco o un batuffolo di cotone per pulire le aree interessate. Le sensazioni spiacevoli scompaiono in pochi minuti.

Con grave prurito, un infuso di foglie di piantaggine e semi di aneto aiuterà. La miscela (un cucchiaio di semi di aneto e le stesse foglie tritate di piantaggine) viene versata con acqua bollente (0,22 l), infusa per circa due ore e utilizzata per pulire le aree interessate.

Dermatite allergica

Per pulire la pelle con un decotto di camomilla, calendula, erba di San Giovanni e salvia. Mescolare un cucchiaio di ogni componente. Quindi un cucchiaio di miscela viene preparato con un bicchiere di acqua bollente. L'infusione può essere presa anche all'interno (1/3 di tazza, tre volte al giorno).

Bene aiuta la foglia schiacciata di piantaggine, mescolata in proporzioni uguali con fiori di calendula e camomilla. Quattro cucchiai della miscela producono 0,5 litri di acqua bollente. Applicare per pulire la pelle e comprime. Una buona opzione per lozioni è un decotto di corteccia di quercia.

Decotto di corteccia di quercia e estratto di olio di rosa canina trattano anche dermatiti allergiche.

  • 100 grammi di corteccia di quercia vengono fatti bollire per 30 minuti in 1 litro d'acqua; usato sotto forma di sfregamento e compressione.
  • L'olio viene estratto dai semi di rosa selvatica; usato esternamente e all'interno di 1 cucchiaino. al giorno

Eczema allergico

Per far fronte a tali manifestazioni di questa malattia aiuta foglia di cavolo fresco, che è legata al luogo colpito. Il foglio viene cambiato una volta al giorno, fino a quando i sintomi non scompaiono. È inoltre possibile utilizzare compresse con cavolo tritato e albume (3 cucchiai per 1 proteina).

La raccolta delle erbe aiuterà anche: mescolare l'olivello spinoso, il finocchio (in 2 parti) con radici di dente di leone, cicoria e foglia di guardia (parte 1). Un cucchiaio della raccolta versare un bicchiere di acqua bollente, far bollire per mezz'ora. Assumere due volte al giorno per ¾ tazza.

Inoltre, posso usare l'aceto di legno o la linfa di betulla:

  • Aceto di sidro di mele, acqua e un uovo crudo sono mescolati in un rapporto di 1: 1: 1, usato come un impacco.
  • La linfa di betulla pulisce la pelle.

Successione di allergia durante la gravidanza

Il decotto del treno allevia il prurito e il rossore, ha un effetto calmante. Il corso può durare fino a diversi anni, ma per 20 settimane di utilizzo dovrebbe essere fatto una pausa di 10 settimane.

Una sola applicazione: 1 cucchiaino. erbe in un bicchiere di acqua bollita, utilizzare al posto di tè / caffè. La stessa soluzione da 3 cucchiaini. un bicchiere di acqua bollente può essere trasformato in pelle.

Prima di utilizzare qualsiasi rimedio popolare e vitamine dovrebbero consultare un allergologo.

Antistaminici naturali per le donne incinte

Le sostanze naturali possono aiutare a prevenire le allergie o alleviare i suoi sintomi? Di seguito descriviamo la possibilità di ridurre le allergie senza l'aiuto di antistaminici.

Vitamina C o acido ascorbico

Riduce al minimo le manifestazioni allergiche come broncospasmo o naso che cola.

La dose giornaliera raccomandata va da 1 a 3 g.

Deve essere assunto gradualmente, iniziando con 500 mg / die e poi aumentando gradualmente la dose a 3-4 g.

Olio di pesce e acido linoleico

Previene sintomi come eruzioni cutanee, prurito, arrossamento degli occhi e lacrimazione eccessiva. L'accettazione di questi farmaci dipende dalle caratteristiche dell'organismo.

Vitamina B12

È un antistaminico naturale universale. Ti aiuterà a ridurre i sintomi di asma allergica o dermatite. Prendi 500 mcg per 3-4 settimane.

Preparati di zinco

Lo zinco aiuta a ridurre le allergie a vari composti chimici. È necessario accettare all'interno solo in una forma complessa come una parte di preparazioni.

Olio d'oliva

L'acido oleico, che fa parte dell'olio, è un eccellente agente antiallergico. Pertanto, è utile utilizzare questo tipo di olio vegetale per cucinare.

Prevenzione delle allergie

Per prevenire lo sviluppo di allergie nelle donne in gravidanza, adottano le seguenti misure preventive:

  • Il contatto con tutti gli animali è escluso;
  • La casa esegue regolarmente la pulizia con acqua, la polvere viene aspirata con un filtro dell'acqua, le stanze sono ventilate e tappeti, tende e cuscini vengono puliti dalla polvere almeno una volta alla settimana per prevenire lo sviluppo di allergie da acari della polvere;
  • Dal menu è necessario escludere i prodotti per i quali è stata identificata una reazione allergica; l'uso di alimenti altamente allergenici (agrumi, cioccolato, arachidi) è limitato e l'uso di nuovi prodotti esotici dovrebbe essere abbandonato;
  • È necessario rinunciare e cattive abitudini, in quanto possono provocare la comparsa di allergie nel bambino. Ad esempio, fumare una madre può portare a polmonite o asma bronchiale in un bambino.

Durante il trattamento sotto la supervisione di uno specialista, l'allergia nelle donne in gravidanza non comporta alcun pericolo per il feto, e l'uso di misure preventive e il rifiuto dell'autoterapia consentono di evitare complicazioni durante la gravidanza.

Allergia alla fioritura nelle donne in gravidanza: cause e trattamento

L'allergia a fiorire durante la gravidanza nei primi o nei tardi periodi è una patologia estremamente spiacevole che alcune donne affrontano. Come superare i segni della sua manifestazione quando non è possibile usare le medicine convenzionali?

Sintomi di pollinosi in donne in gravidanza

Un'allergia alla fioritura durante la gravidanza, chiamata pollinosi, può essere accompagnata da vari segni, a seconda della forma della malattia e delle caratteristiche individuali del corpo della donna:

  • I sintomi della rinite allergica comprendono congestione nasale e naso che cola, starnuti e prurito costante delle mucose.
  • Quando si verifica congiuntivite allergica, è accompagnata da lacrimazione e arrossamento degli occhi, che iniziano anche a prudere.
  • La forma più pericolosa è l'asma bronchiale, in cui una persona con un'allergia alla fioritura sembra soffocare.

La pratica medica conferma che tutte queste forme di allergia alla fioritura nelle donne in gravidanza non sorgono senza motivo, proprio come qualsiasi altra allergia cutanea durante la gravidanza, ma solo nei casi in cui si sono verificate reazioni allergiche prima.

L'allergia alla mamma è dannosa per un futuro bambino?

Qualsiasi medico confermerà che l'insorgenza di allergia alla fioritura in diverse fasi della gravidanza non influisce direttamente sullo sviluppo del feto. Il fatto è che è protetto in modo affidabile dalla placenta, che non consente il passaggio degli allergeni. La situazione può cambiare il trattamento con l'uso di preparati farmaceutici, specialmente nel caso dell'autoterapia. Il fatto è che la maggior parte dei farmaci antistaminici sono controindicati nelle donne in gravidanza a causa di grave intossicazione.

Se una donna incinta sviluppa una rinite allergica per fiorire e la donna non può respirare normalmente, il bambino inizierà una pericolosa carenza di ossigeno, che influenza estremamente negativamente la formazione dei polmoni del bambino. Di notte è impossibile controllare la respirazione, quindi l'espirazione si attarda e ciò è dannoso per il feto. Inoltre, quando l'allergia alla fioritura nelle donne nella situazione è stressata a causa di tosse, prurito della pelle e rinite. Qualsiasi stress è dannoso per le future mamme.

Trattiamo correttamente la pollinosi in gravidanza

Durante la gravidanza, il trattamento dell'allergia alla fioritura deve essere corretto con l'uso di farmaci efficaci. I medici prima della nomina della terapia in dettaglio studiano la storia della malattia e identificano l'allergene. La prima cosa che devi limitare qualsiasi contatto con l'allergene, e il medico può prescrivere vitamine per aiutare a ridurre i sintomi e aumentare l'efficacia dei farmaci.

Gli antistaminici sono di tre generazioni, ognuna delle quali è migliore e più sicura della precedente. I farmaci di terza generazione non hanno effetti collaterali, quindi alcuni di essi sono validi per il trattamento delle donne in gravidanza, ma sono più costosi di altri.

Tra i farmaci che ho generato per il trattamento delle allergie durante la gravidanza sono i seguenti:

  • Suprastin. I medici lo prescrivono a donne incinte solo con manifestazioni acute di allergie, ma nel primo trimestre è proibito.
  • Tavegil. È prescritto raramente, a meno che altri mezzi siano inutili.
  • Diphenhydramine. È prescritto con il secondo trimestre e con molta attenzione, poiché il farmaco può causare il tono uterino.

Tra i farmaci per l'allergia dell'II generazione, i medici prescrivono di solito a donne in gravidanza:

  • Astemizolo. Assegnare nei casi più rari a causa di numerose controindicazioni.
  • Azelastine. Il suo utilizzo è possibile dal secondo trimestre e ha relativamente pochi effetti collaterali.

Il più delle volte, per il trattamento dell'allergia alla fioritura, alle donne durante la gravidanza vengono prescritti farmaci della III generazione come:

  • Cetirizina e Zyrtec. Sicuro durante la gravidanza, quindi i loro medici sono spesso prescritti ai primi segni di raffreddore da fieno.
  • Telfaks. Adatto per le donne incinte in tutti i trimestri, ma solo con una prescrizione del medico.

Ci sono buoni rimedi nasali per la rinite allergica, che è sorta in fioritura. Il loro componente principale è salino o sale marino. Queste soluzioni purificano la mucosa degli allergeni e la idratano, oltre a creare un effetto anti-infiammatorio e aumentare la protezione contro i vari microrganismi. I preparati nasali migliori e più sicuri sono:

Puoi usarli a tutti i termini del trasporto di un bambino.

I medici non raccomandano il trattamento nazionale dell'allergia alla fioritura alle donne durante la gravidanza, in quanto può essere pericoloso. Invece, è meglio usare prodotti su componenti vegetali, che contengono olii essenziali per proteggere la mucosa nasale dei seni nasali. Il più popolare è il Pinosol, che allevia i sintomi di allergie e infiammazioni.

Allergia alla fioritura durante la gravidanza

L'allergia è una malattia di tutta l'umanità. Con ogni stagione, diventa sempre più malato con la febbre da fieno, che porta un sacco di disagi e difficoltà. La malattia non sceglie un uomo tu o una donna, un bambino o un vecchio. I residenti delle grandi città soffrono molto più spesso della popolazione rurale. Basta il fatto che questa malattia colpisce le donne per la prima volta durante la gravidanza. Tutte le reazioni protettive del corpo vengono inviate al feto, la ristrutturazione del sistema ormonale riduce l'immunità della donna incinta e diventa sensibile a tutti gli stimoli.

Sintomi di allergia alla fioritura

Le allergie stagionali richiedono un attento monitoraggio da parte di un medico. Non appena una donna incinta scopre segni di allergie, devi correre dal medico. Se inizi il trattamento durante il tempo, la malattia passerà inosservata e senza lasciare traccia sia per la madre che per il bambino. Tra i primi sintomi si distinguono:

  • Congestione nasale;
  • starnuti;
  • rinite;
  • congiuntiviti;
  • lacrimazione;
  • Mal di gola;
  • Esercizi di tosse e soffocamento;
  • orticaria;
  • Arrossamento e prurito;

Lo shock anafilattico, che è spesso fatale, indica una forma grave e avanzata di pollinosi. E dall'asma è impossibile recuperare. Qui su questi primi sintomi tutto sarà già chiaro.

cause di

Durante la gravidanza, le cause di allergia possono essere qualsiasi cosa. E non sarà necessariamente polline. I peli di animali domestici o la polvere domestica possono provocare pollinosi. Un ruolo importante è svolto dall'ereditarietà. E se questo è precisamente il motivo, allora la febbre da fieno non deve essere fin dall'infanzia - si manifesta in un momento opportuno. Le variazioni dei livelli ormonali e la ristrutturazione di tutto il corpo delle donne incinte provocano molte malattie.

Non è sufficiente conoscere solo gli allergeni delle piante. È necessario considerare i periodi della loro fioritura:

Le mamme in grande aspettativa dovrebbero evitarle. Spesso, un'allergia a un particolare polline provoca reazioni incrociate, che dovrebbero anche essere prese in considerazione ed evitate. Di regola, questi sono alcuni alimenti.

  • Linfa di betulla, mele, ciliegie;
  • Prugna, pesca;
  • Nocciole, nocciole, mandorle;
  • Carote, patate;
  • Sedano, kiwi;
  • Pomodoro, nettarina.
  • Pane, prodotti da forno, pane kvas;
  • Prodotti a base di farina, crusca, semola;
  • Pangrattato, gelato, sorbetto;
  • Pancakes, fiocchi d'avena, mais;
  • Salsicce, succedanei del caffè;
  • Birra, acetosa
  • agrumi;
  • cicoria;
  • Olio di girasole;
  • halva;
  • Med.
  • spinaci;
  • Barbabietole.
  • Olio di girasole;
  • Halva, semi di girasole;
  • melone;
  • Banana.

Evitare questi prodotti con pollinosi. Il loro uso aggraverà sicuramente il decorso della malattia e quindi influenzerà negativamente il feto.

Impatto sul feto

Tutti i medici dicono che le allergie non influenzano direttamente il feto. Il bambino ha una protezione affidabile sotto forma di una placenta, che semplicemente non passa l'allergene. Ma se non inizi la terapia, la situazione potrebbe cambiare. Con l'auto-guarigione, una donna danneggia il suo bambino. È noto che molti farmaci sono controindicati durante la gravidanza. Mangiare loro è l'impatto sul bambino, l'intossicazione e il corpo di sua madre. Ciò, a sua volta, comporta interruzioni nello sviluppo degli organi interni del feto.

Se la gestante soffre di rinite allergica, normalmente non può respirare completamente, il bambino può sperimentare la fame di ossigeno. Questo ha una grande influenza sulla formazione dei polmoni del bambino. Pertanto, non tollerare e respirare attraverso la bocca. Di notte, non puoi controllare la respirazione e ci saranno dei ritardi nell'espirazione. Durante la sua malattia, una donna è sotto stress. È causata da tosse persistente, rinite e irritazione della pelle costantemente pruriginosa. E lo stress è il principale nemico della futura madre.

È noto da tempo un fatto ben noto: se la madre ha avuto allergie durante la gravidanza, allora nel 90% dei casi il bambino soffrirà anche di questa malattia.

Trattamento della pollinosi in gravidanza

È difficile trovare il farmaco giusto ed efficace per l'allergia ai pollini, dato il fatto della gravidanza. I medici dovrebbero studiare approfonditamente e diligentemente la storia della malattia, identificare l'allergene e, tenendo conto di tutti i rischi, prescrivere un corso di trattamento. La prima azione sulla strada del recupero è eliminare ogni contatto con l'allergene. Spesso, la terapia vitaminica è prescritta per ridurre i sintomi delle allergie:

Ma le vitamine da sole non daranno il risultato desiderato. Dovrebbero essere usati solo in combinazione con antistaminici. Tali farmaci hanno tre generazioni, ognuna delle quali è un miglioramento della precedente. La terza generazione non ha più reazioni avverse, nella maggior parte dei casi è consentita per le donne in gravidanza, ma anche più costosa.

I farmaci di prima generazione includono:

  • Suprastin. Nominato in gravidanza in caso di reazioni allergiche acute. Ma vale la pena notare che nel primo trimestre è controindicato. Dal secondo trimestre è preso solo sotto la stretta supervisione di un medico.
  • Tavegil. Le donne incinte sono prese molto raramente, solo se prescritte da un medico, se altri farmaci non portano il risultato desiderato.
  • Diphenhydramine. Accettato solo dal secondo trimestre e con estrema cautela. I medici prescrivono raramente questo farmaco, in quanto può causare tono uterino.

Farmaci di seconda generazione:

  • Claritin. Nominato dai medici con tutti i possibili rischi.
  • Astemizolo. Può causare reazioni tossiche, pertanto è controindicato durante la gravidanza.
  • Azelastine. Parecchie reazioni avverse possono essere usate dal secondo trimestre.

Farmaci di terza generazione:

  • Zyrtec e Cetirizine. Abbastanza sicuro per le future mamme. Spesso nominato dai medici alle prime manifestazioni di raffreddore da fieno.
  • Telfaks. Consentito durante la gravidanza in qualsiasi trimestre, ma solo su prescrizione del medico.

Per l'effetto è stato veloce e indugiato per lungo tempo, è necessario liberare il corpo dalle sostanze tossiche. I mezzi assolutamente sicuri per le donne incinte possono essere chiamati carbone attivo e Enterosgel. Assorbi bene gli allergeni e rimuovili dal corpo senza danneggiare il bambino.

Tra i rimedi nasali per la liberazione della rinite allergica, i preparati per il lavaggio nasale sono sicuri. Il loro componente principale è il sale marino e salino. Queste soluzioni sono sufficienti per mantenere lo stato normale della mucosa nasale, idratarla, assottigliare il muco denso. Hanno effetto anti-infiammatorio, aumentano la resistenza della mucosa a vari microrganismi. Queste gocce nasali includono Humer, Aqualore, Aqua Maris, Marimer, Quicks. Consentito durante qualsiasi periodo di gravidanza. Salina per il lavaggio può essere preparata in modo indipendente, utilizzando semplice sale e acqua.

Da farmaci vasocostrittori dovrebbe essere abbandonato per il periodo di portare un bambino. I mezzi di questo gruppo agiscono sull'intero organismo, e non localmente (nel nostro caso, sul naso). Di conseguenza, può entrare nel cibo del bambino attraverso la placenta, che è pericolosa per il suo sviluppo.

Le gocce su base vegetale nella maggior parte dei casi vengono risolte dalla futura mamma, se non si dispone di intolleranza individuale ai componenti o sono allergici a loro. Contengono olii essenziali che proteggono la membrana nasale. Il più famoso tra questi farmaci è il Pinosol. Allevia efficacemente la mucosite e il suo gonfiore. Contiene oli essenziali di eucalipto, aghi di pino e menta. Applicare tali gocce non è più di cinque giorni.

La tendenza a usare i farmaci omeopatici è diventata piuttosto popolare. Per un feto tali gocce sono assolutamente sicure. Ma la loro selezione dovrebbe essere effettuata da un omeopata e individualmente per ogni donna. Tutte le malattie della donna incinta, le condizioni del feto e le condizioni generali del corpo della ragazza sono prese in considerazione. La popolarità è stata acquisita da EDAS - 131 e Euphorbium compositum.

prevenzione

Al momento della gravidanza, la donna sopprime la sua immunità, che porta a ricadute di pollinosi. Per evitarlo, segui queste regole:

Popolarmente Sulle Allergie