Tra le più comuni malattie allergiche c'è l'allergia ai pollini, chiamata anche febbre da fieno o pollinosi. Secondo varie fonti, nei paesi sviluppati questa malattia colpisce dal 5% al ​​24% della popolazione e la maggior parte degli ammalati è costituita da giovani in età lavorativa. Pertanto, il trattamento dell'allergia ai pollini è uno dei problemi più urgenti dell'allergia moderna.

contenuto

Definizione del termine e dei meccanismi di sviluppo della malattia

L'allergia ai pollini è una reazione di ipersensibilità di tipo I causata dalla produzione di anticorpi specifici (immunoglobuline E) nel corpo in risposta alla penetrazione di sostanze allergeniche che fanno parte del polline delle piante impollinate dal vento.

Poiché il polline penetra principalmente nelle mucose degli occhi e delle vie respiratorie, l'pollinosi si manifesta sotto forma delle seguenti malattie:

  • congiuntivite allergica (infiammazione della mucosa degli occhi);
  • rinite allergica (naso che cola), a volte in combinazione con l'infiammazione delle valvole uditive - eustachitis;
  • asma bronchiale di polline allergico.

Molto meno spesso sotto l'influenza di allergeni pollinici cadono:

  • pelle (orticaria, angioedema, dermatite atopica);
  • sistema urinario (vulvite allergica, vulvovaginite e molto raramente - cistite e nefrite);
  • tratto gastrointestinale (gastrite, colite con diarrea, vomito, altre manifestazioni di disturbi digestivi);
  • sistema nervoso centrale (meningite, aracnoidite).

Il polline di molte piante impollinate dal vento ha dimensioni molto piccole e include un enzima speciale che aumenta la permeabilità delle membrane biologiche. Questo enzima contribuisce alla penetrazione di particelle di polline attraverso le membrane mucose nel sangue e nella linfa, che, con una certa inclinazione dell'organismo, porta allo sviluppo di reazioni allergiche.

Il rapporto tra le piante in fiore impollinate dal vento e le esacerbazioni stagionali delle pollinosi

In totale, ci sono circa 60 specie di piante nel mondo, il cui polline è in grado di provocare lo sviluppo di pollinosi. Sul territorio della Russia in diverse zone climatiche ci sono diversi tipi di piante, quindi, in alcune regioni, l'allergia all'una o all'altra specie può prevalere.

Durante l'anno, ci sono tre picchi di esacerbazioni di allergia ai pollini nelle persone con questa malattia.

  1. Il primo picco - primavera - è associato alla fioritura di alberi impollinati dal vento, che comprendono: ontano, nocciolo, salice, olmo, pioppo tremolo, pioppo, betulla. Nella corsia centrale, questi alberi fioriscono da circa metà aprile all'inizio di maggio. Quasi contemporaneamente a loro e fioriture di pini.
  2. Il secondo picco - l'estate - è associato alla fioritura delle graminacee. Questi includono: dente di leone, riccio, falò, loglio, coda di volpe, festuca, erba di timothy, wheatgrass, ecc. Queste piante iniziano la loro fioritura dalla prima settimana di giugno e continuano a fiorire fino all'inizio di luglio.
  3. Il terzo picco di esacerbazioni di pollinosi - l'autunno - è associato alla fioritura di erbe infestanti (assenzio, quinoa, ecc.). Cade nelle prime tre settimane di settembre.

Il tempo di fioritura delle piante elencate può variare da una a due settimane rispetto a quelle indicate, a seconda della regione, quindi, una persona allergica al polline, è consigliabile familiarizzare con la pianta da fiore delle piante impollinate dal vento nella zona in cui vive.

La stessa persona può essere allergica al polline di uno solo di questi gruppi o al polline di gruppi diversi. L'identificazione di un momento preciso dell'esordio della riacutizzazione del raffreddore da fieno semplifica la diagnosi e la determinazione precisa dell'allergene che provoca allergie in ogni persona in particolare.

C'è anche un'allergia alle spore di funghi che si diffondono insieme al polline. Pertanto, le esacerbazioni autunnali della pollinosi possono anche essere associate all'ingestione di funghi sulle mucose degli occhi e del naso.

Sintomi di allergie ai pollini

Le manifestazioni di pollinosi - sintomi di allergia ai pollini - dipendono da quale degli organi coinvolti nelle reazioni allergiche.

La rinite allergica si verifica più spesso (quasi il 98% delle pollinosi) e si manifesta con i seguenti sintomi:

  • gonfiore della mucosa nasale;
  • congestione nasale, difficoltà respiratoria nasale;
  • Rinorrea - abbondante secrezione di liquido dai passaggi nasali;
  • starnuti, prurito al naso.

Nella rinite allergica possono essere coinvolti i seni paranasali (nel 48% dei pazienti) e la bocca delle tube uditive (Eustachian).

La congiuntivite allergica si verifica nel 90% dei pazienti con pollinosi ed è manifestata dai seguenti sintomi:

  • sensazione di secchezza e bruciore sotto le palpebre;
  • lacrimazione;
  • arrossamento e gonfiore delle palpebre;
  • fotofobia.

La dermatite allergica (atopica) viene rilevata nel 21% dei pazienti con febbre da fieno e si manifesta:

  • orticaria;
  • angioedema;
  • altri sintomi della pelle.

L'asma allergico (polline) si verifica nel 18% dei pazienti con pollinosi ed è manifestato dai seguenti sintomi:

  • tosse;
  • mancanza di respiro;
  • difficoltà ad espirare;
  • rantoli secchi nei polmoni (fischi, ronzii).

Nel 60% dei pazienti, le esacerbazioni di pollinosi si verificano con lo sviluppo della sindrome astenica, che si manifesta con debolezza, affaticamento, mal di testa, diminuzione della concentrazione di attenzione e disabilità, memoria alterata, irritabilità e diminuzione dell'appetito.

Come si può vedere da quanto sopra, praticamente non si incontrano forme isolate di pollinosi (solo rinite o solo congiuntivite). Di solito in una persona diversi organi e sistemi sono coinvolti nel processo allergico, il che contribuisce a un notevole indebolimento del paziente.

Esistono quattro gradi di gravità della pollinosi:

  1. corso delicato con episodi rari;
  2. corrente facile con manifestazioni costanti;
  3. per gravità moderata;
  4. corso severo.

Il grado di gravità è determinato prendendo in considerazione fattori come la gravità delle manifestazioni locali, la gravità delle manifestazioni comuni, la prevalenza su uno o più organi e sistemi, il grado di riduzione o disabilità. Ad esempio, un decorso grave con lo sviluppo di asma pollinico e grave compromissione della funzione respiratoria dei polmoni può portare a invalidità permanente, cioè disabilità.

Pollen Allergy Diagnostics

La diagnosi consiste di diverse fasi.

  • Il primo stadio è l'identificazione della stagionalità delle manifestazioni allergiche e il confronto dei periodi di esacerbazione con il calendario di fioritura delle piante impollinate dal vento in una determinata area. Questo stadio suggerisce esattamente quali tipi di piante provocano allergie in un dato paziente.
  • Il secondo stadio è la raccolta della storia familiare: è stato stabilito che la probabilità di sviluppare un'allergia ai pollini è più alta in quelle persone i cui antenati hanno sofferto di qualsiasi forma di allergia. Le prime due fasi sono parallele.
  • Il terzo stadio: conferma e chiarimento del laboratorio sul tipo di allergene. In questa fase, il paziente esegue test cutanei per la sensibilità agli allergeni dei pollini vegetali, che presumibilmente causano la malattia. Oltre ai test cutanei, è possibile eseguire un esame del sangue sulla quantità totale di immunoglobuline di classe E, nonché sul rilevamento di immunoglobuline E specifiche per il polline di una particolare pianta.

Secondo la testimonianza del paziente può essere assegnato un immunogramma dettagliato, che consente di valutare il numero e l'attività di vari tipi di cellule immunitarie e l'esame microbiologico. Questo esame è necessario se si sospetta la presenza di focolai di infezione cronica, che contribuisce all'allergia ed esacerba la gravità delle malattie allergiche.

Trattamento di allergia ai pollini

Nel trattamento della pollinosi la medicina offre un approccio integrato costituito dai seguenti metodi:

  1. eliminazione dell'allergene (rimuoverlo dal corpo e limitare l'assunzione);
  2. farmacoterapia - l'uso di droghe;
  3. ASIT - immunoterapia specifica per allergeni.

Terapia di eliminazione

Per ridurre al minimo il contatto con il polline, i pazienti devono attenersi alle seguenti regole di comportamento:

  • evitare di stare all'aperto al mattino, così come nei giorni di sole asciutti quando la concentrazione di pollini nell'aria raggiunge i valori massimi;
  • rifiutare di ventilare i locali al mattino e in tempo soleggiato;
  • evitare viaggi naturalistici durante i periodi di fioritura delle piante impollinate dal vento con allergia ai pollini;
  • per proteggere i tuoi occhi usa occhiali con occhiali colorati;
  • sciacquare il viso con acqua fredda, ogni giorno o anche due volte al giorno per rimuovere il polline dalla pelle e dalle mucose senza usare detergenti;
  • studiare il calendario di fioritura delle piante impollinate dal vento nell'area in cui vive il paziente e iniziare un trattamento preventivo due settimane prima che inizi la fioritura.

Per rimuovere gli allergeni che sono già entrati nel corpo, compresi quelli con cibo e aria, si usano i sorbenti intestinali (carbone attivo, enterosgel, polifepia). Nei casi più gravi, per ridurre il numero di immunocomplessi e anticorpi anti-polline, è possibile utilizzare i metodi di chirurgia del sangue gravitazionale (purificazione del sangue mediante metodi di emosostegno, plasmaferesi, emostasi, ecc.).

Farmacoterapia di pollinosi

Sfortunatamente, un rimedio universale per l'allergia ai pollini non è stato ancora inventato. Pertanto, a seconda dei sintomi di allergia, vengono utilizzati vari gruppi di farmaci: antistaminici, glucocorticosteroidi, cromoglicati e agenti vasocostrittori.

1. Gli antistaminici per l'allergia ai pollini si dividono in due generazioni.

  • La prima generazione include: suprastin, tavegil, peritol, difenidramina, diazolina, ketotifen, phencarol, pipolfen. Ognuno di questi farmaci potrebbe avere analoghi con altri nomi, a seconda del produttore. Uno svantaggio comune di questo gruppo di fondi è un pronunciato effetto inibitorio sull'attività del sistema nervoso centrale. Si manifesta sotto forma di sonnolenza, letargia, tasso di reazione ridotto. Inoltre, questi farmaci possono causare secchezza delle fauci, nausea, vomito, disturbi della peristalsi intestinale. Considerando gli effetti collaterali descritti, gli antistaminici di prima generazione non possono essere raccomandati ai lavoratori, così come per le seguenti comorbidità: glaucoma, adenoma prostatico, epilessia, malattie del fegato con una diminuzione della funzione di questo organo.
  • La seconda generazione di antistaminici comprende claritina, astemisan, zyrtec, semprex, terfenadina ed ebastina. Tutti i farmaci elencati possono avere un marchio diverso. Gli antistaminici di seconda generazione hanno meno effetti collaterali. Questi includono: una moderata diminuzione dell'attenzione e della velocità di reazione, problemi con il sonno, disforia (cattivo umore) e disturbi del ritmo cardiaco. Rare convulsioni, dolore ai muscoli e alle articolazioni, aumento dell'attività degli enzimi epatici.

2. I farmaci vasocostrittori sono utilizzati per la rinite allergica sotto forma di gocce nasali. Questi includono: nazolo, xilometazolina, nafazolina, ecc. Queste gocce riducono la produzione di muco nasale, riducono il gonfiore delle pareti delle vie nasali, facilitando così la respirazione nasale per un po '. E 'inaccettabile usare il naso gocce di un corso più lungo di cinque giorni, in modo da non provocare lo sviluppo della rinite vasomotoria.

3. I farmaci glucocorticosteroidi possono essere sistemici (compresse per somministrazione orale o soluzioni iniettabili) o locali (gocce per occhi e naso, unguenti, farmaci per inalazione per pazienti con asma bronchiale). I farmaci glucocorticoidi locali hanno effetti collaterali minimi, mentre alleviano bene l'infiammazione allergica e riducono il rilascio di nuove porzioni di istamina stabilizzando le membrane dei mastociti.

4. Il cromoglicato di sodio non ha quasi effetti collaterali, è disponibile sotto forma di prodotti locali - gocce e spray, inalazioni. Legandosi a una speciale proteina sulla superficie della membrana dei mastociti, il sodio cromoglicato sopprime il rilascio di istamina sotto l'influenza di complessi immunitari allergenici, bloccando così lo sviluppo dell'infiammazione allergica.

Immunoterapia specifica per allergeni

Questo approccio viene utilizzato senza esacerbazioni ed è utile per coloro che desiderano prevenire nuove esacerbazioni ed evitare lo sviluppo di forme più gravi di reazioni allergiche.

Allergie al polline

La manifestazione più frequente è la sindrome del rinocongiuntivale. È accompagnato da arrossamento e prurito delle palpebre, lacrimazione. Nei casi gravi può verificarsi blefarospasmo. I sintomi del raffreddore da fieno sono anche prurito alla palpebra dura, alle membrane mucose del naso, alla faringe e alle orecchie. Ha formato difficoltà nella respirazione nasale, congestione nasale, attacchi costanti di starnuti e altre sensazioni spiacevoli.

La pollinosi è considerata una condizione pre-asmatica. Senza un adeguato trattamento, la malattia può essere progressiva in natura, quando l'asma bronchiale si forma da una rinite lieve. Secondo le statistiche, termina ogni quinto allergia.

Particolarmente suscettibili alle allergie ai pollini sono i bambini dai 6 ai 14 anni, di cui il 65% dei casi si verificano nel sesso maschile. Nei bambini, la pollinosi prende il 25-35% di tutti i tipi di allergie.

La maggior parte dei pazienti con pollinosi presenta un'allergia alimentare incrociata. Pertanto, se una persona ha una reazione allergica a una delle piante della famiglia, è possibile che reagirà in modo simile ad altre piante dello stesso tipo. Segni di tali allergie includono prurito in bocca, gonfiore della lingua e delle labbra (angioedema), orticaria e prurito cutaneo. La nausea e il vomito iniziano spesso.

Nel trattamento della febbre da fieno, al fine di evitare lo sviluppo di allergia cronica, la fitoterapia è controindicata. E 'assolutamente vietato usare linfa di betulla, frutta con pietre (ciliegie, olive, olive), noci, carote, mele, pere, verdure e spezie.

Il gruppo di alimenti che spesso provocano allergia ai pollini comprende erbe erbacee (mais, soia, arachidi, fagioli, birra), oltre a semi di girasole, cicoria, meloni, angurie, barbabietole, spinaci e molti altri prodotti di origine vegetale.

Dovresti aderire a una dieta ipoallergenica e fare attenzione a quegli allergeni pollinici ai quali sei sensibile. Tali precauzioni contribuiranno a ridurre i sintomi allergici e la necessità di medicinali ed eviteranno gravi complicanze (orticaria e angioedema).

Se si presentano sintomi allergici, consultare immediatamente un medico. Nel trattamento della pollinosi, i più popolari sono gli antistaminici (per ridurre l'infiammazione delle mucose) e i farmaci vasocostrittori che ripristinano rapidamente la respirazione nasale.

Se per diversi anni l'allergia non passa, il medico può suggerire un metodo di desensibilizzazione specifica al paziente. Si basa sul principio del "wedge knock out the wedge". Allo stesso tempo, una piccola quantità di allergene viene iniettata nel corpo. Nel corso del tempo si formano anticorpi nel sangue che aumentano la resistenza del corpo.

È molto importante osservare le misure preventive in caso di pollinosi. Non usare droghe o cosmetici contenenti estratti di piante, andare sulla natura durante il periodo di fioritura delle erbe. Durante una esacerbazione della malattia, provare a lavare ogni 2 ore e sciacquare 2-3 volte sotto la doccia.

Non asciugare biancheria per strada o balcone. Il polline è in grado di depositarsi saldamente sul tessuto. Se possibile, installare un purificatore d'aria a casa. Trascorrere la pulizia umida quotidiana e fare attenzione alla riproduzione di gerani, primule, lillà, gelsomino, rose, mughetti e violette nell'appartamento e nel paese. Tali piante, in combinazione con il polline di alberi, graminacee ed erbe infestanti, possono causare gravi allergie crociate.

I benefici e i danni del polline d'api

Obnozhka è usato nella medicina tradizionale e i suoi benefici sono grandi. Tuttavia, usando il polline come medicinale, vale la pena di ricordare le possibili limitazioni: questo prodotto può causare uno shock allergico. Considera quali sono le proprietà benefiche e le controindicazioni del polline d'api, nonché cosa fare se c'è un'allergia ai pollini.

Proprietà utili del polline d'api

Pollenka, come qualsiasi farmaco, ha sia proprietà benefiche che controindicazioni. Non ha una composizione esatta, poiché dipende da quale pianta produce la materia prima originale. Se è un fiore di salice, allora il polline avrà un contenuto elevato di vitamina C, dente di leone - A, e nel polline del trifoglio ci saranno un sacco di proteine. Tuttavia, indipendentemente dal produttore di piante, quasi un terzo del pellet consisterà in proteine, amminoacidi e vari enzimi che l'ape secerne nel processo di digestione del cibo. È a causa di questi componenti che l'allergia ai pollini è comune.

La mancanza di aminoacidi è dannosa per tutto il corpo, ma una piccola quantità di polline può compensare la mancanza. Le vitamine nel polline si completano a vicenda e la composizione complessiva del "complesso naturale" può competere con qualsiasi artificiale e può migliorare la salute in breve tempo. La rasatura contiene:

  • rutina, che aiuta a rafforzare i capillari e previene la loro fragilità;
  • vitamina E, che colpisce i composti proteici;
  • B1, migliora il metabolismo;

Tra i componenti benefici del polline d'api ci sono anche gli acidi:

  • folico, contribuendo alla formazione del sangue;
  • Pantotenico, partecipando alla sintesi degli ormoni;
  • nicotina, che migliora il funzionamento del sistema nervoso.

Inoltre, questo prodotto naturale è perfettamente bilanciato nella composizione minerale.

Il polline è utile nella lotta contro i disturbi?

Gli scienziati hanno studiato attentamente le proprietà del polline e hanno concluso che il polline trattato dalle api è un eccellente biostimolatore che può aiutare a curare vari disturbi. In questo caso, i granuli sono più probabilmente un aiuto. L'applicazione è possibile nei seguenti casi:

  • dopo l'intervento chirurgico, malattia grave - migliora l'effetto del trattamento farmacologico;
  • per la prevenzione delle gocce ormonali, inevitabile a causa del processo di invecchiamento;
  • come la prevenzione e il controllo dello sviluppo dei tumori, il policio aumenta la concentrazione di emoglobina e globuli rossi;
  • necessario se il bambino è spesso malato, ma è meglio non darlo fino a tre anni, nel caso ci sia un'allergia ai pollini;
  • ipertesi questo prodotto delle api dovrebbe essere assunto prima dei pasti tre volte al giorno, continuando il corso fino a un periodo di tre settimane, le raccomandazioni per l'ipotonia sono le stesse, ma consumano polline dopo aver mangiato;
  • con bassa emoglobina nei bambini, per portare la cifra al livello richiesto;
  • con gastrite e ulcere;
  • per il trattamento della mancanza di appetito, anoressia.

Modi per usare obnozhki

Ogni malattia si distingue per il suo uso di polline. In genere, lo strumento viene utilizzato per un mese e quindi si interrompe. È consigliabile assumere granuli per il trattamento e la prevenzione delle malattie in primavera e in autunno, perché durante questo periodo il rischio di prendere il virus o di prendere freddo aumenta. Prima della procedura, è necessario assicurarsi che non vi sia alcuna allergia al polline. La dose per prendere un adulto, di regola, non supera 2 cucchiaini.

Ricette per l'uso di polline per varie malattie:

  • polline d'api, se non ci sono controindicazioni, viene utilizzato per bronchiti, prostatiti, gastriti, tubercolosi e altri disturbi sotto forma di balsamo. Per questo, è necessario mescolare in parti uguali propoli, polline e miele, la dose ottimale per un adulto è di circa 1-2 cucchiaini al giorno, per un bambino - il doppio del meno;
  • in caso di anemia, è meglio bere una tintura di polline, aggiungendo un cucchiaino di polline alla tisana;
  • per l'angina, è meglio fare i gargarismi mescolando il polline con il decotto alla salvia;
  • in caso di ipertiro, è sufficiente prendere mezzo cucchiaino di prodotto delle api insieme alla tintura di motherwort (30 gocce) prima di mangiare o mettere una torta di tè sotto la lingua, come la glicina;
  • in caso di iponia, è meglio prenderlo dopo un pasto con la tintura di zamaniha o estratto di leuzea, aggiungendo un po 'di miele a piacere;
  • si raccomanda ai diabetici di polline d'api aggiungendo mezzo cucchiaino a 100 ml di infuso da foglie di mirtillo (30 g), radice di tarassaco (20 g), ortica (30 g);
  • il polline è anche utile per il miglioramento dello stomaco, se non ci sono controindicazioni, aggiungere aloe (100 g) e un tè polacco (2 cucchiaini) al succo di aloe (200 ml) che è stato depositato per 10 giorni;
  • per i disturbi nevrotici, il polline d'api deve essere assunto tre volte al giorno, 5-10 g ciascuno, è possibile miscelarlo con valeriana o motherwort;
  • in caso di malattie renali, dovrebbe essere preso in un cucchiaino al mattino e alla sera;

Olnoku usato come cosmetico - mettilo senza additivi, faccia leggermente inumidita con acqua.

Controindicazioni per l'uso di polline d'api.

Nonostante il fatto che l'uso di granuli è grande, in alcuni casi, il suo uso può danneggiare il corpo. Obnozhka - un mezzo controindicato in:

  • propensione alle allergie per i prodotti delle api: il polline appena raccolto può causare danni irreparabili alla salute, persino shock anafilattico, perché l'insetto produce i propri enzimi, le proteine, che non possono prendere ogni organismo;
  • violazione del processo di coagulazione del sangue, poiché c'è molta vitamina A nel polline di alcune piante, che può influire negativamente sul fegato;
  • diabete: il prodotto delle api influisce sui livelli di glucosio, il consumo è consentito solo nelle fasi iniziali e in quantità molto ridotte.

È possibile utilizzare il polline per le persone allergiche al polline?

Se soffri di una malattia come l'pollinosi (malattia allergica stagionale), è meglio non rischiare. C'è il rischio che la situazione possa solo peggiorare, nonostante il fatto che le allergie al polline e al polline nell'aria non siano identiche e che le api con i loro enzimi processino gli allergeni non valgano il rischio;

Cosa fare se si è allergici a uno dei componenti del polline?

L'allergia ai pollini richiede un trattamento immediato, perché oltre alla comparsa di un prurito innocuo o di altre eruzioni cutanee, la congiuntivite può svilupparsi, le palpitazioni aumentano, inizia il gonfiore della mucosa.

È più facile, ovviamente, eseguire un test preliminare per una reazione allergica - per questo è necessario stendere un grano sulla membrana mucosa sotto il labbro (ma non ingerire la saliva in alcun modo) o strofinarlo con l'aiuto dell'acqua nell'avambraccio e attendere circa un'ora. Se il polline d'api non è tollerato dal corpo, dopo un periodo specificato almeno un sintomo si manifesterà - ad esempio, inizierà a bruciare o prurito. Se non c'è il desiderio di rischiare, un esame del sangue ti dirà della presenza / assenza di una reazione allergenica con elevata precisione.

Attualmente, la medicina non ha ancora compreso appieno l'essenza dell'allergia, ci sono due modi efficaci per combattere questo disturbo: evitare il contatto con l'allergene e la vaccinazione con antigeni, stimolando la secrezione di una sostanza bloccante, vale a dire. - Diminuzione dell'ipersensibilità. Tuttavia, questo metodo ha un grave effetto collaterale: aumenta il rischio di shock anafilattico. Nel caso in cui venga identificato un segno di sviluppo di angioedema, al paziente vengono prescritti antistaminici che bloccano l'azione dei mediatori di allergia. Quando si mangiano disturbi, spesso vengono utilizzati enterosorbenti.

In questo caso, la reazione ai prodotti prodotti dalle api, il più delle volte ereditaria. - quindi, se il genitore ha problemi a contatto con il miele, allora la probabilità di una reazione allergica nel bambino aumenta più volte. Si ritiene che i primi segni della malattia si manifestino in 2-3 anni e, a questa età, le allergie possono svilupparsi nell'asma.

Suggerimenti e consigli per l'uso, recensioni

Vale la pena di fare alcune raccomandazioni sull'acqua potabile questa volta:

  • con frequente ed eccessivo uso di insonnia;
  • la violazione delle norme sullo stoccaggio dei pollini può essere dannosa per la salute, poiché il polline umido e in ritardo (conservato per più di un mese) accumula tossine e può causare avvelenamento;
  • i granuli contengono una sostanza che influisce sulla coagulazione del sangue, il sovradosaggio può causare gravi emorragie.

In vari forum, si può incontrare sia una revisione entusiastica che una rivisitazione dell'esperienza negativa nell'uso del polline. Alcuni scrivono sull'aumento dell'emoglobina con l'aiuto del polline, altri - sul rafforzamento del sistema immunitario. In generale, obnozhka si è affermata come un eccellente agente fortificante.

Quindi, se vuoi provare il polline come fonte di vitamina o medicina della medicina tradizionale, non dovresti dimenticare i possibili effetti collaterali. Ricorda che la cosa più corretta è non affrontare il problema, ma avvertirlo. Il test per una reazione allergica, sebbene piuttosto costoso, è una fonte di informazioni affidabili.

Come affrontare l'allergia ai pollini?

Per strada, la primavera è finalmente arrivata, ma non tutti ne sono contenti. Alcune persone in questo momento godono gli aromi di fiori e alberi in fiore, mentre altri lottano per settimane con una rinite persistente e grave. In primavera, queste persone tendono a soffermarsi meno sulla strada, dato che qui non possono fare a meno di una tonnellata di fazzoletti. Questa è l'allergia primaverile. Come puoi affrontare le allergie ai pollini?

I sintomi di un'allergia ai pollini sono molto simili ai sintomi comuni di altre forme di allergia:

  • sensazione di prurito al naso e alla gola;
  • forte naso che cola;
  • attacchi di starnuti;
  • arrossamento delle palpebre, occhi, scarico abbondante di lacrime;
  • gonfiore del rinofaringe;
  • stanchezza;
  • dolori articolari.

Nei casi gravi e avanzati, il paziente può anche sviluppare sintomi di asma: mancanza di respiro, attacchi di tosse acuti, sensazione di pressione al petto, respiro sibilante.

Curare le allergie ai pollini è molto difficile, se non impossibile. Tuttavia, vi è un insieme di alcune misure che aiuteranno durante il periodo di fioritura a facilitare significativamente la vita delle allergie.

Ecco alcuni suggerimenti per far fronte alle allergie ai pollini in primavera e in estate:

  1. Durante la fioritura di piante irritanti, è necessario limitare il più possibile la permanenza all'aria aperta. In particolare, il tempo secco e ventoso dovrebbe essere evitato quando si verifica un'intensa distribuzione di polline nell'aria.
  2. Durante il periodo di fioritura, cerca di non aprire le finestre dell'appartamento, della casa, dell'auto. Ciò ridurrà la concentrazione dello stimolo nell'aria dello spazio in cui ci si trova. La ventilazione è consigliata solo di notte dalle 22:00 alle 06:00.
  3. Evita luoghi in cui possono crescere grandi quantità di piante irritanti: prati, aiuole, prati e boschi.
  4. Tornando a casa, assicurati di fare una doccia e di cambiare i vestiti.
  5. Durante il periodo di fioritura delle piante irritanti, non è consigliabile utilizzare un ventilatore a casa, che può solo aumentare i sintomi di allergia a casa, attirando rapidamente e diffondendo il polline dalle piante con correnti d'aria in tutta la stanza.
  6. Sulle finestre è necessario appendere la luce, ma allo stesso tempo tende spesse che non lascino entrare il polline dalla strada nella casa.
  7. Utilizzare nella stanza in cui si trova il depuratore d'aria.
  8. Gli occhiali da sole dovrebbero essere indossati all'aperto per aiutare a proteggere le mucose dell'occhio dalle irritazioni.
  9. Assicurati di prendere farmaci allergia prescritti dal medico.
  10. Vai in viaggio, cambia la zona climatica.
  11. Non lasciare bouquet di fiori e fioriere con fiori in fiore.
  12. Non mangiare cibi che possono aumentare l'effetto degli allergeni (sottaceti, piatti piccanti, dolci, additivi alimentari).
  13. Avanzamento nel corso del trattamento preventivo per le allergie ai pollini.

Come battere l'allergia ai pollini: prevenzione e trattamento

Allergie ai pollini - pollinosi o febbre da fieno stagionale (primavera, estate, autunno). Il monitoraggio mostra che oltre il 20% della popolazione è affetto da questo disturbo e nella maggior parte dei casi è osservato nei giovani e nei bambini. Cosa fare, come affrontare questa spiacevole malattia?

Migliaia di piante producono polline durante il periodo di fioritura, ma non tutte causano pollinosi.

Fattori causali

La base della malattia è la manifestazione di un'eccessiva suscettibilità al polline delle piante. Nella mucosa degli occhi, la laringe e la faringe sono recettori specifici che, interagendo con il polline, attivano le cellule immunitarie. Questi, a loro volta, rilasciano l'istamina nello spazio circostante. Questa sostanza biologicamente attiva ha la proprietà di espandere i capillari sanguigni, per aumentarne la permeabilità. Nel corpo del sangue penetra acqua, muco e altre sostanze che contribuiscono alla formazione di allergie.

Monitoraggio dei "picchi" stagionali della pollinosi:

  1. La primavera attiva il polline di betulla, acero, pino e altri alberi. Il più comune è l'allergia ai pollini di betulla primaverile.
  2. L'estate è il periodo della fioritura dei cereali (mais, erba di grano, bluegrass, segale).
  3. In autunno, il polline delle infestanti si concentra nell'aria (dente di leone, quinoa, assenzio, canapa). Secondo i medici, l'allergia al polline delle infestanti è la più pericolosa.

sintomatologia

Secondo il monitoraggio dei medici, la classificazione dell'allergia ai pollini d'api non è stata ancora assegnata. In accordo con la localizzazione del processo patologico e il grado di gravità, è diviso in malattie allergiche della pelle, del tratto respiratorio superiore e delle mucose degli occhi.

I sintomi classici si verificano dalla prima infanzia, nei bambini di 5-6 anni.

Il tipo più comune di pollinosi è la sindrome del rinocongiuntivite, che comprende la manifestazione di reazioni allergiche dalla mucosa del naso, degli occhi e delle prime vie respiratorie.

  • bruciore e prurito agli occhi;
  • lacrimazione e paura della luce;
  • arrossamento degli occhi;
  • edema palpebrale;
  • prurito intollerabile nel rinofaringe;
  • starnuti e muco nasale;
  • dolore e disagio nella regione parotide;
  • letargia generale e irritabilità;
  • arrossamento della pelle, accompagnato da eruzioni cutanee e gonfiore;
  • tosse, soffocamento;
  • manifestazione di febbre, brividi.

Come il periodo stagionale di rilascio di polline dalle piante e la loro fioritura termina, i sintomi di pollinosi scompaiono.

Come trattare

La pollinosi deve essere trattata principalmente escludendo o riducendo al minimo il contatto con le fonti di allergeni. Il trattamento deve essere effettuato in combinazione con misure preventive.

Quando i sintomi compaiono negli adulti e nei bambini, la terapia viene prescritta per ripristinare la funzione respiratoria, ridurre il muco e rimuovere l'edema della mucosa:

  1. Antistaminici che prevengono e alleviano i sintomi del raffreddore da fieno. Preparati per il trattamento e il dosaggio prescritti dal medico.
  2. Significa, restringendo i vasi sanguigni, alleviare il gonfiore della mucosa del tratto respiratorio superiore, eliminando la congestione nasale.
  3. Soluzione albutsid

Per rimuovere gli allergeni che sono già entrati nel corpo, è possibile utilizzare il trattamento con carbone attivo o enterosgel.

Inoltre, il medico può prescrivere una desensibilizzazione specifica - il tipo di trattamento durante la remissione. Il corpo inizia a insegnare una piccola dose di allergeni. Il trattamento dovrebbe essere fatto in un corso che dura da diverse settimane a diversi mesi. Un allergologo dovrebbe monitorare la terapia condotta.

La medicina tradizionale per le allergie raccomanda di mangiare polline d'api.

Allergie nei bambini

I sintomi allergici in un bambino somigliano più da vicino alle malattie respiratorie acute o catarrale. A volte i genitori, senza comprendere l'etimologia della malattia, iniziano a curare i bambini, prescrivendoli autonomamente per la tosse e persino gli antibiotici. Questo non può essere fatto! Tali farmaci inibiscono la flora intestinale, sono un enorme onere per i reni e il fegato, che esacerba la manifestazione di allergie.

La situazione può essere aggravata dal fatto che, volendo coccolare un bambino, gli viene dato di mangiare frutta, cibi gustosi e dolci in quantità illimitate.

La mamma deve essere allertata da sintomi simili all'ARD, se si verificano periodicamente durante il periodo di fioritura delle piante. In questo caso, è necessario essere esaminati da un allergologo, forse il bambino ha un'allergia primaverile al polline di betulla.

Il rispetto del regime è molto importante per i bambini, poiché i bambini diventano capricciosi e irritabili, i trattamenti dell'acqua. È necessario liberarsi di giocattoli morbidi, spesso effettuano la pulizia bagnata. Non meno importante per il regime di consumo del bambino e l'organizzazione di una corretta alimentazione. Dovrebbe mangiare solo prodotti che non possono causare più sintomi di allergia.

Misure preventive

Questi sono i metodi più affidabili per evitare allergie e complicazioni dolorose. Il compito più importante di prevenire le malattie stagionali è eliminare l'interazione con il polline e la possibilità che entri nella bocca e nel naso.

Le persone che soffrono di allergie stagionali dovrebbero osservare le seguenti misure preventive durante il periodo di fioritura delle piante prodotte dai pollini:

  1. Pulisci il pavimento ogni giorno.
  2. Arieggi la stanza. Questo dovrebbe essere fatto in assenza di vento o pioggia, durante i venti forti, finestre e finestre dovrebbero essere tenuti chiusi.
  3. Usa l'aria condizionata per umidificare l'aria.
  4. È impossibile visitare i luoghi di maggiore concentrazione di piante (parchi, piazze, campi, giardini).
  5. Se non puoi evitare di uscire in tempo asciutto e ventoso, dovrai cambiarti quando torni a casa.
  6. Fai la doccia più volte al giorno, assicurati di lavarti i capelli.
  7. Indossare occhiali da sole
  8. Trattare tempestivamente le malattie delle vie respiratorie superiori di natura allergica e infettiva.
  9. Assumi farmaci che riducono la sensibilità al polline.
  10. Non è consigliabile tenere i fiori al coperto nella stanza.
  11. Organizzare una corretta alimentazione, ci sono solo prodotti attualmente ammessi.

Questi semplici metodi aiuteranno ad affrontare gli spiacevoli sintomi dell'allergia ai pollini d'api e, possibilmente, a evitare un lungo trattamento.

Dieta allergia

Le persone che soffrono di raffreddore da fieno, è necessario stabilizzare la dieta e seguire una dieta, ma prima che sia prescritto, il medico deve monitorare quale tipo di polline umano è allergico.

L'allergia al polline degli alberi implica l'esclusione dal menu delle noci, linfa di betulla. Non dovresti mangiare frutta (pesche, albicocche, mele, pere), verdure (pomodori, cetrioli, carote), verdure e condimenti.

Allergia al polline dei cereali esclude la ricezione di prodotti da forno e pasta, soia, fagioli, cereali, mais, agrumi, bacche (fragole, fragole), rimedi a base di erbe con cereali, kvas e bevande alcoliche.

L'allergia alle erbacce nega l'uso di semi di girasole, agrumi, olio di girasole, condimenti e spezie, anguria, meloni, verdure (aneto, sedano, prezzemolo), spese mediche, contenenti un dente di leone, achillea, camomilla.

L'allergia crociata è un evento abbastanza comune che colpisce le persone con pollinosi. Alcuni cibi possono contribuire alla sua manifestazione. Le allergie dovrebbero essere scartate dal loro utilizzo durante la fioritura di piante "pericolose", quindi il raffreddore da fieno, ad esempio l'allergia al polline di assenzio, non tarderà ad arrivare.

I seguenti alimenti devono essere eliminati:

  • latte, formaggio, uova;
  • noci;
  • funghi;
  • agrumi;
  • bacche rosse, frutta e verdura;
  • cioccolato e cacao;
  • carne affumicata;
  • frutti di mare;
  • frutta esotica;
  • marinate fatte in casa e conservazione.

Una dieta per le allergie al polline degli alberi al momento della loro fioritura dovrebbe necessariamente includere alimenti contenenti nella sua composizione un basso numero di allergeni. Puoi mangiare:

  • ricotta, kefir, yogurt (naturale);
  • carne magra (bollita o stufata);
  • patate al forno;
  • frutta secca

Se vuoi davvero dolce, gli allergici consigliano di mangiare mele cotte.

Al minimo è necessario ridurre l'uso di tè, caffè, bevande gassate zuccherate, i bambini dovrebbero limitare l'uso di dolci. Assicurati di bere molta acqua. I pasti dovrebbero includere alimenti biologici.

Allergie al polline

La nostra vita è strettamente connessa con diversi oggetti e sostanze, il corpo umano reagisce normalmente ad alcune delle sostanze e alcuni possono causare una reazione allergica. Un tipo piuttosto insicuro di allergia è associato al periodo di fioritura delle piante - un'allergia ai pollini.

Cos'è l'allergia ai pollini?

Questo tipo di reazione allergica è indicato in medicina come pollinosi. Questo fenomeno è diffuso negli esseri umani. In caso di pollinosi, sono interessate le strutture tissutali del rinofaringe, della mucosa oculare e degli organi respiratori. La pelle e il tratto gastrointestinale sono meno colpiti.

Manifestazioni di pollinosi nelle persone inclini alle allergie:

  • il verificarsi di rinite (rinite a rapida insorgenza, congestione nasale);
  • faringite (mal di gola, tosse e dolore);
  • edema laringeo e laringite (asfissia, falso groppo);
  • attacchi di asma bronchiale;
  • congiuntivite e cheratite (arrossamento degli occhi, lacrimazione, bruciore e prurito di grande intensità).

Le manifestazioni sopra descritte di febbre da fieno violano il consueto stile di vita del paziente, di conseguenza - disturbi psico-emotivi.

La maggior parte delle persone soffre delle manifestazioni di febbre da fieno, non avendo la certezza che attualmente ci sono un gran numero di trattamenti che possono eliminare la malattia per diversi anni.

Sintomi di allergia ai pollini

I principali sintomi di allergia si manifestano con un cambiamento dello stato della mucosa e un malfunzionamento del tratto respiratorio sottostante. I sintomi non sono molto diversi negli adulti e nei bambini. E il grado della loro manifestazione dipende dallo stato di immunità, dalla durata del contatto con l'allergene. I segni più evidenti di pollinosi saranno manifestazioni emananti dagli organi della vista e rinofaringe, denominati sindrome del rinocongiuntivale.

C'è un bruciore e prurito sulla palpebra, in particolare sulla tunica. Caratterizzato da rossore e lacrimazione. Sembra al paziente che sabbia o altre sostanze estranee siano penetrate nei suoi occhi, si sviluppa la fotofobia. Occhi gonfi, naso chiuso, scarico nasale trasparente. Il prurito è combinato con secchezza, formicolio alla gola, starnuti e tosse secca, il disagio può essere presente nell'area del seno, a causa del gonfiore.

I sintomi raggiungono il picco in condizioni climatiche calde e secche, quando c'è vento e si manifestano all'esterno. Quando una persona malata è per strada. Dopo la fioritura e il tempo piovoso, le manifestazioni diminuiscono di intensità e possono scomparire del tutto.

Inoltre, i medici hanno stabilito il rapporto di pollinosi con lo sviluppo dell'asma. Secondo gli studi, il rischio di sviluppare la malattia quando è in esecuzione è del 50%.

Allergia ai pollini nei bambini

Le manifestazioni cliniche della malattia possono verificarsi a qualsiasi età, i bambini più suscettibili hanno 3-10 anni. La malattia si manifesta in diverse varietà:

  • rinite allergica;
  • congiuntivite allergica;
  • Sindrome del rinocongiuntivale.

Più spesso, la malattia colpisce i ragazzi. Sintomi principali:

  • Dal lato del sistema nervoso centrale osservato emicrania, insonnia, febbre.
  • Da parte del tratto gastrointestinale - nausea, la presenza di dolore nella regione epigastrica.

Cibo con allergia ai pollini dei fiori

Il cambiamento della dieta è una condizione importante per il trattamento delle allergie ai pollini. Se l'allergene non è completamente definito, utilizzare una dieta ipoallergenica.

Per quanto riguarda l'allergia ai pollini, ci sono diverse varietà di questa reazione allergica:

  • allergico al polline delle infestanti - ambrosia, assenzio, altre piante;
  • allergico al polline degli alberi.

In presenza del primo tipo di allergia, si dovrebbe rifiutare di mangiare:

  • miele;
  • halva;
  • olio di girasole e suoi semi;
  • tali frutti e bacche - anguria, melone, pesca;
  • sedano;
  • a base di erbe, che contiene farfara.

Puoi mangiare prodotti da forno, pasta, zuppe in brodo di vitello bollito o pollame, piatti che includono carne di pollo, manzo, vitello, verdure bollite e verdure a radice - patate, barbabietole. Ammessi: ricotta non acida e uova sode.

Quando il secondo tipo di reazione allergica è vietato mangiare dolci, alcool, sottaceti, sottaceti e prodotti affumicati. Dovrebbe abbandonare il consumo di linfa di betulla e bevande alcoliche. Non è consigliabile prendere tè ed erbe, che includono germogli di betulla, le loro foglie.

Allergene pollinico

Cause di pollinosi

Il polline degli allergeni è molto piccolo, ma prodotto in grandi quantità.

I granuli di polline, che cadono sulle mucose delle cavità orale e nasale, così come la congiuntiva dell'occhio umano, penetrano rapidamente in essi e causano reazioni allergiche.

Le allergie al polline appaiono stagionalmente:

  1. Il primo periodo inizia ad aprile e maggio. L'allergia al polline degli alberi si manifesta principalmente, poiché in questi mesi sono in fioritura betulle, pioppi, querce, frassini, aceri e altri alberi che provocano l'impollinazione delle polline.
  2. Il secondo periodo è nei mesi estivi. C'è un'allergia a fiorire polline e piante di cereali: mais, bluegrass, segale e altri. A giugno, c'è sempre un sacco di lanugine di pioppo per le strade. Non è un allergene in sé, ma trasporta una grande quantità di polline dalle piante.
  3. Il terzo periodo è la fine di agosto - l'inizio di settembre. In questo momento, le allergie al polline delle erbacce, come l'ambrosia, la canapa, il dente di leone e altri, sono osservate prevalentemente. Il polline di queste erbe è un allergene molto forte. Spesso, una persona sta vivendo tranquillamente la fioritura di alberi, fiori ed erbe, ma l'allergia più forte può manifestarsi all'ambrosia.

La pollinosi può essere scatenata da allergie alimentari, come le fragole. Poi c'è una reazione polivalente, accompagnata da dermatite.

L'allergia al polline d'api è estremamente rara, poiché differisce dal polline delle piante per la sua composizione e proprietà.

Potrebbe esserci un'allergia al polline d'api?

Polline d'api - polline delle piante trattate con enzimi delle api e miele. Le allergie possono verificarsi quando si mangia polline d'api per il cibo. Ma è estremamente raro nell'1-5% delle persone, quindi questo prodotto è più spesso usato a scopi terapeutici, così come per la prevenzione di molte malattie e il miglioramento dell'immunità. L'allergia o addirittura l'avvelenamento possono causare un consumo eccessivo di polline d'api.

Sintomi di allergie ai pollini

  1. Spesso inizia con una lesione della mucosa di entrambi gli occhi allo stesso tempo. Quindi viene interessata la mucosa della cavità nasale e della faringe. Questo fenomeno è chiamato sindrome del rinocongiuntivale.
  2. Un segno molto caratteristico di pollinosi è starnuto. Si manifesta sotto forma di convulsioni e può essere contato da 10 a 20 volte di seguito.
  3. Le fasi successive di questa malattia possono essere caratterizzate da gonfiore del rinofaringe, soffocamento, dermatite, infiammazione delle mucose degli organi interni e persino shock anafilattico.

Segni clinici di allergia ai pollini

  • pizzicore
  • grave bruciore e arrossamento degli occhi,
  • lacrimazione
  • gonfiore,
  • fotofobia,
  • congiuntivite purulenta a seguito di complicazioni da parte di microrganismi patogeni,
  • prurito nella cavità nasale e nella faringe,
  • rinite, abbondante scarico mucoso dal naso, specialmente durante lo starnuto,
  • dolore nella regione dei seni mascellari e frontali,
  • dolore e scoppiettio nelle orecchie,
  • nausea e vomito.

Conseguenze più gravi:

  1. Durante il gonfiore del naso e l'infiammazione della cavità dell'orecchio, vi è un cambiamento di pressione nell'orecchio interno. Ciò che porta a una violazione non solo dell'udito, ma anche del lavoro dell'apparato vestibolare. Questo può essere sentito come un attacco di "mal di mare".
  2. Grave gonfiore degli organi respiratori può portare a soffocamento e asma bronchiale.
  3. La dermatite allergica può manifestarsi come eruzione cutanea, arrossamento o formazione di vesciche.

La gravità della malattia dipende dalla quantità di polline che cade sulle membrane mucose del rinofaringe e degli occhi. Con l'eliminazione della fonte di allergie, i sintomi regrediscono.

Vesciche del corpo

Allergie al polline nei bambini

Il bambino è allergico al polline si verifica anche negli adulti alla fine della primavera e dura fino alla fine della fioritura delle erbe infestanti in autunno. Ma clinicamente, la pollinosi nei bambini è più simile a una malattia respiratoria fredda. Senza pensare alla diagnosi, i genitori iniziano a somministrare farmaci anti-tosse ea volte persino gli antibiotici.

Tutto ciò inibisce la microflora intestinale, costituisce un grande onere per il fegato e i reni e questo esaspera le manifestazioni di allergia. Si scopre un circolo vizioso: più il trattamento riceve un bambino, più i sintomi della malattia appaiono più forti. Inoltre, senza presupporre che si tratti di pollinosi, i genitori non eliminano la fonte di allergie. E a volte, è anche aggravato dal fatto che portano fiori freschi in casa, nutrono i bambini con bacche fresche e frutta oltre misura, che già causa segni di allergia secondaria sotto forma di dermatite.

Se un bambino ha malattie respiratorie principalmente in primavera ed estate, allora vale la pena sottoporsi ad un esame allergologico, che rivelerà la presenza di allergia e il fattore che lo causa.

Naso che cola a lungo in un bambino

Come trattare le allergie ai pollini?

La cosa principale è eliminare la causa nel tempo. Fermare il contatto con il polline o ridurlo al minimo. Il trattamento deve essere effettuato in modo completo, combinando i farmaci che interrompono la catena patologica che porta alla comparsa dei sintomi con il trattamento dei sintomi stessi.

Quando allergico al polline, il trattamento è il seguente:

  1. Antistaminici. Se c'è un decorso acuto della malattia o una condizione grave del paziente, questi farmaci vengono somministrati per via intramuscolare o endovenosa. Quando le condizioni del paziente si stabilizzano, i farmaci possono essere somministrati per via enterale, cioè attraverso la bocca.
  2. Come trattamento sintomatico per la rinite, prescrivono farmaci vasocostrittori che alleviano il gonfiore della mucosa nasale, riducono la sua congestione, facilitando così la respirazione.
  3. Quando la congiuntivite viene applicata all'albumina per prevenire lo sviluppo della microflora piogenica.

Quando i sintomi diminuiscono, il medico si sottopone a un corso di desensibilizzazione. Piccole dosi di allergeni purificati vengono somministrate al paziente ogni giorno. Non causano una forte reazione patologica o infiammatoria del corpo, ma impartiscono resistenza a questo tipo di allergene. Questo corso può durare diversi mesi, ma dopo il suo completamento, la persona si sente in buona salute.

Farmaci per alleviare i sintomi

Gli antistaminici includono:

  • naftizin,
  • Galazolin e così via.

Trattamento della pollinosi con l'aiuto di rimedi popolari

Ricorda che i rimedi popolari non ti aiuteranno a alleviare rapidamente i sintomi di allergie. Ma con una lunga e sistematica ammissione, non solo possono indebolire le manifestazioni di allergie, ma anche rimuoverle per sempre.

  • Prendi il succo dalla radice di sedano fresca 3 volte al giorno, 1-2 cucchiaini da tè mezz'ora prima dei pasti.
  • Dopo aver mangiato, bere 200 ml di acqua bollita fredda con 1 cucchiaino di cloruro di calcio.
  • Bere l'infuso di ortica (2 cucchiai di foglie per 2 tazze di acqua bollente) 4 volte al giorno prima dei pasti per 0,5 tazze.

Come scegliere una dieta ipoallergenica

Per migliorare i risultati del trattamento, è necessaria una dieta specifica per le allergie ai pollini. Dovrebbe essere inviato:

  • ridurre la quantità di carico di cibo e intossicazione generale del corpo;
  • per prevenire l'ingresso di allergeni nel corpo umano.

Includere nella vostra dieta patate al forno e mele cotte, che sono gli adsorbenti più forti di tossine. Anche per allergie utili mirtilli e fichi.

Evitare cibi grassi, speziati, salati e fritti. Ridurre al minimo il consumo di caffè forte, tè e bevande alcoliche. Dimentica l'esistenza di bevande gassate zuccherate e poco alcoliche. Bevi più liquidi. Includere nella razione di cereali da cereali integrali, carni magre, pesce di mare, un sacco di verdure e frutta.

Misure preventive

È quasi impossibile proteggere completamente una persona dal contatto con il polline. Ma puoi ridurre gli effetti dannosi e ridurre i sintomi seguendo alcune regole.

  1. Chiudi le finestre della casa durante la fioritura in massa delle piante. Ventilare la stanza sotto la pioggia.
  2. Inumidisci l'aria in casa e non lasciare accumulare polvere.
  3. Prova ad andare al mare durante la fioritura delle piante che causano allergie.
  4. Durante il viaggio, non aprire il finestrino dell'auto.
  5. Vestiti asciutti in aree chiuse per impedire al polline di raggiungerli.
  6. Mantenere uno stile di vita attivo, rispettare le regole del mangiare sano, aumentare l'immunità. Ciò indebolirà l'effetto degli allergeni sul corpo.

Se trovi un errore nel testo, assicurati di farcelo sapere. Per fare ciò, basta evidenziare il testo con un errore e premere Maiusc + Invio o semplicemente fare clic qui. Grazie mille!

Grazie per averci comunicato l'errore. Nel prossimo futuro sistemeremo tutto e il sito sarà ancora migliore!

Popolarmente Sulle Allergie