Shock anafilattico in donne in gravidanza. Insieme con l'aumento dell'allergenizzazione della popolazione, vi è anche un aumento del numero di reazioni allergiche nelle donne in gravidanza. La gravidanza stessa sensibilizza una donna agli allergeni, che spesso induce il corpo a rispondere all'introduzione (principalmente parenterale) di vari tipi di farmaci.

L'IMMAGINE CLINICA non presenta differenze significative rispetto a quanto descritto sopra. Tuttavia, nelle donne in gravidanza, lo shock anafilattico può portare ad aborto spontaneo o parto prematuro da un feto morto. Di norma, porta al distacco prematuro di una placenta normalmente attaccata, alla morte del feto e anche allo sviluppo della sindrome di coagulazione intravascolare disseminata, che è la causa del sanguinamento uterino fatale e coagulopatico. Particolarmente difficile è lo shock anafilattico con perdita di coscienza (edema cerebrale). Il paziente può morire, in alcuni casi entro 5-30 minuti con fenomeni di asfissia e in altri - in 24-48 ore o più (10-12 giorni) a causa di gravi cambiamenti irreversibili negli organi vitali - rene (glomerulonefrite), cuore (miocordite), cervello (edema, emorragia), fegato (shock fegato, degenerazione), nel tratto gastrointestinale (abbondante emorragia intestinale).

TRATTAMENTO Lo shock anafilattico nelle donne in gravidanza presenta alcune difficoltà associate alla presenza del feto nell'utero, che a sua volta può svolgere il ruolo di un allergene. In grave shock anafilattico dopo la scomparsa dei suoi sintomi acuti, è consigliabile sollevare la questione della cessazione della gravidanza. In aggiunta alle misure di cui sopra per la prevenzione dello shock anafilattico durante la gravidanza, per quanto possibile, la prescrizione di farmaci con proprietà allergeniche dovrebbe essere evitata.

Shock anafilattico durante la gravidanza

Shock anafilattico durante la gravidanza

Lo shock anafilattico è una reazione allergica acuta, a volte fulminante, che si sviluppa in risposta a ripetuti contatti con una sostanza allergica. Nessuno è immune da questa condizione, ma le persone che sono inclini a reazioni allergiche sono a rischio di sviluppare shock anafilattico.

Sintomi di shock anafilattico

Questa condizione si sviluppa rapidamente - dal contatto con un allergene allo sviluppo dello shock, può richiedere da pochi secondi a un paio d'ore.

Poiché questa è ancora una reazione allergica, i primi sintomi (con lo sviluppo graduale dello shock) possono essere sintomi di orticaria e angioedema, prurito cutaneo. Lo sviluppo dello shock stesso viene detto quando si verificano i seguenti sintomi:

    - forte pallore della pelle;
    - debolezza, vertigini;
    - mancanza di respiro, difficoltà a respirare, soffocamento;
    - un forte calo della pressione sanguigna, collasso;
    - svenimenti, convulsioni.

Con lo shock anafilattico, la condizione peggiora rapidamente e, se le cure mediche non vengono fornite in tempo, può verificarsi un esito fatale.

Cosa può causare uno shock anafilattico?

La causa dello shock allergico diventa un allergene che è entrato nel corpo. E, come detto prima, tutto può essere un allergene. Le cause più comuni di una reazione anafilattica sono:

    - punture d'api;
    - farmaci - specialmente antibiotici, novocaina, lidocaina, preparati a base di erbe (medicina ayurvedica, omeopatia);
    - prodotti alimentari - miele, burro di arachidi, noci, pesce, proteine ​​di pollo, fragole, lamponi, frutti di mare, frutta esotica e condimenti;
    - vaccinazione;
    - polline delle piante, peli di animali, polvere.

Poiché la reazione di anafilassi si verifica in risposta a ripetuti contatti con l'allergene, è impossibile essere sicuri al 100% che questo è esattamente "non succederà nulla a questo"! Se un paziente allergico è stato precedentemente testato per il rilevamento dei titoli di immunoglobulina E, quindi in presenza di elevati valori di IgE, aumenta il rischio di shock anafilattico.

Condurre un test allergologico ti consentirà di sapere in anticipo quali sostanze sono in grado di provocare una reazione di ipersensibilità.

Primo soccorso per shock anafilattico

Il tasso di sviluppo di una reazione anafilattica dipende non solo dallo stato immunologico di una persona, ma anche dal modo in cui l'allergene entra nel corpo. Quindi, il contatto dell'allergene sulla pelle ha meno probabilità di causare anafilassi rispetto alla presenza dell'allergene nel cibo o nell'inalazione. Lo sviluppo più rapido di shock - pochi secondi - è osservato con punture di insetti e iniezioni di farmaci.

Se si sospetta uno shock anafilattico, chiamare immediatamente un'ambulanza.

Il primo soccorso per lo shock anafilattico consiste nel mantenere la vitalità del paziente fino all'arrivo della squadra dell'ambulanza. Se possibile, dovresti smettere di contattare l'allergene con la vittima. Se è una puntura d'ape, è necessario rimuovere la puntura, trattare il morso con un detergente (alcool, aceto) e, se possibile, applicare un laccio emostatico sopra il morso.

Se possibile, è necessario introdurre per via endovenosa o intramuscolare Prednisolone o desametasone (2-3 fiale). Se la vittima è cosciente, allora puoi dare una pillola di qualsiasi farmaco antistaminico sotto la lingua - così il farmaco funzionerà più velocemente.

A volte può essere necessaria la respirazione artificiale e un massaggio cardiaco indiretto.

Il trattamento dello shock anafilattico viene eseguito solo da un medico.

Gravidanza e shock anafilattico: come evitare un simile problema

Come sapete, la gravidanza è una condizione molto speciale che può cambiare completamente il modo abituale di vita e di salute di una donna. Al fine di ridurre i rischi di insorgenza di stati così pericolosi come l'anafilassi, alcune regole dovrebbero essere seguite mentre il bambino è in attesa.

In primo luogo, la dieta di una donna dovrebbe essere equilibrata e non contenere prodotti potenzialmente pericolosi per lei (di solito chi soffre di allergia conosce alimenti per i quali è controindicato).

In secondo luogo, la gravidanza non è il momento per esperimenti alimentari. Anche se improvvisamente volevi mangiare un cocktail di frutti di mare nel cuore della notte e fare uno spuntino con un dolce alla fragola-arancia, allora non dovresti soccombere a tali provocazioni del corpo - non sai mai come reagirà il tuo sistema immunitario a una "bomba allergenica".

In terzo luogo, fai attenzione con i farmaci! Se ci sono controindicazioni alla maggior parte delle medicine durante la gravidanza, le madri in gravidanza spesso trattano il loro raffreddore con rimedi popolari e sciroppi di estratti di erbe "sicuri" sulle erbe (spesso importati e con componenti incomprensibili). Ma è il polline delle piante - l'allergene più comune.

Se prima, prima della gravidanza, qualsiasi medicinale o prodotto ha causato una reazione allergica - anche minima - allora non provare mai a prenderlo!

Nel trattamento dello shock anafilattico vengono utilizzati vari farmaci: ormoni (adrenalina, prednisone), glicosidi cardiaci, antistaminici e soluzioni per infusioni. Poiché stiamo parlando di salvare la vita di una donna, in questo caso il beneficio per la madre prevale su tutte le possibili conseguenze per la gravidanza e il feto.

Shock anafilattico

La frequenza dello shock anafilattico tra le donne è 2,5 volte superiore rispetto agli uomini.

Lo shock anafilattico si riferisce al tipo immediato di reazione causata dal contatto dell'antigene con IgE.

Nella pratica dell'anestesista-rianimatore, lo sviluppo di shock anafilattico è osservato più frequentemente per i seguenti farmaci (Loxanaire M.C., 1996, 1999, Chen A.X., 1999, Seigne R., 1997):

Durante la gravidanza, lo sviluppo di shock anafilattico rappresenta un serio pericolo sia per la vita di una donna che per il feto e il neonato. Oltre alle suddette sostanze, lo sviluppo di shock anafilattico su ossitocina (Kawarabayashi T., 1988), ranitidina (Barry JE, 1992, Greer JA, 1990), eparina (Drouet M., 1992), destrani, frequenza di allergia 1: 821 e alcuni gli autori non raccomandano il loro uso durante la gravidanza e il parto (Poull J., 1987, Berg EM, 1991, Rosay H., 1989), per la somministrazione epidurale di fentanil (Zucker-Pinchoff B., 1998), il risultato letale è descritto per clistere con camomilla durante il parto (Jensen-Jarlin E., 1998).

Con lo sviluppo di shock anafilattico durante la gravidanza o il parto, si deve ricordare che esso porta all'attivazione dell'attività contrattile dell'utero e allo sviluppo del consumo acuto di coagulopatia. Pertanto, in seguito allo sviluppo dello shock, possiamo aspettarci un prematuro distacco di placenta localizzata, induzione del travaglio e sviluppo di un'emorragia coagulopatica massiva. Qualsiasi reazione ai farmaci durante la gravidanza richiede il monitoraggio delle condizioni della donna e del feto. Dopo aver subito uno shock anafilattico durante la gravidanza, è stata descritta la paraplegia nel neonato (Suri C., 1998), encefalopatia post-ipoxica (Luciano R., 1997), morte fetale prenatale.

FASE IMMUNITARIA: Lo shock anafilattico può essere causato sia da antigeni (sangue, prodotti sanguigni) con lo sviluppo di una vera reazione anafilattica di tipo 1, sia dall'esposizione a aptene (rilassanti, destrano, gelatinolo, relanium, altezina, sostanze radiopache, perfluorocarburi, dializzatori) alle alternative percorso di attivazione del sistema del complemento con attivazione di cellule bersaglio del primo ordine (piastrine, mastociti, basofili) e successivo rilascio di mediatori infiammatori.

Spesso farmaci usati che possono causare una reazione anafilattica e anafilattoide e i loro meccanismi più probabili (AV Belyaev, 1999)

Shock anafilattico

Shock anafilattico - una reazione allergica acuta a certi tipi di sostanze irritanti, che possono essere mortali. Offriamo di scoprire perché si presenti e che tipo di aiuto dovrebbe essere fornito per eliminarlo e prevenire possibili conseguenze.

nozione

La causa dello shock anafilattico è la re-penetrazione dell'allergene nel corpo. La reazione si manifesta così rapidamente, spesso in pochi secondi, che un algoritmo di aiuto mal pianificato può uccidere una persona.

Gli effetti del processo patologico sono:

  • mucose e pelle;
  • cuore e vasi;
  • il cervello;
  • organi respiratori;
  • sistema digestivo.

Codice ICD-10

  • T78.0 shock anafilattico, provocato dal cibo;
  • T78.2 ASH, genesi non specificata;
  • T80.5 ASH, derivanti dall'introduzione del siero;
  • T88.6 ASH, che si è verificato sullo sfondo di farmaci adeguatamente utilizzati.

Cosa succede nel corpo con shock?

Lo sviluppo dell'anafilassi è complicato. La reazione patologica è innescata dal contatto di un agente estraneo con cellule immunitarie, a seguito della quale si producono nuovi anticorpi che provocano un potente rilascio di mediatori dell'infiammazione. Permeano letteralmente tutti gli organi e i tessuti umani, interrompendo la microcircolazione e la coagulazione del sangue. Tale reazione può causare un improvviso cambiamento dello stato di salute fino allo sviluppo di arresto cardiaco e alla morte del paziente.

Di norma, la quantità di allergeni ricevuti non influisce sull'intensità dell'anafilassi - a volte le micro-stimolazioni dell'irritante sono sufficienti a innescare un forte shock. Ma prima aumentano i sintomi della malattia, maggiore è il rischio di morte, a condizione che l'assistenza tempestiva sia assente.

motivi

Un gran numero di fattori patogeni può portare allo sviluppo di anafilassi. Considerali nella seguente tabella.

Vaccini: contro l'influenza, la tubercolosi e l'epatite.

Siero: per il tetano, la difterite e la rabbia.

Alberi: pioppo, salice.

Fiori: liliaceae, rose.

Pesce: trota, storione.

Esaltatori di aromi artificiali

sintomi

Lo sviluppo delle manifestazioni cliniche dell'anafilassi si basa su tre fasi:

  1. Periodo dei precursori: una persona si sente improvvisamente debole e le vertigini, i segni di orticaria possono comparire sulla pelle. In casi complicati, un attacco di panico, la mancanza di aria e intorpidimento degli arti stanno già perseguendo il paziente in questa fase.
  2. Il periodo di altezza: perdita di coscienza associata a un calo della pressione sanguigna, respiro rumoroso, sudore freddo, minzione involontaria o, al contrario, la sua assenza.
  3. Periodo di rilascio: dura fino a 3 giorni - il paziente ha marcato debolezza.

Di solito, i primi stadi della patologia si sviluppano entro 5-30 minuti. La loro manifestazione può variare da un leggero prurito alla reazione più forte che colpisce tutti i sistemi del corpo e porta alla morte.

Primi segni

I primi sintomi di shock compaiono quasi istantaneamente dopo l'interazione con l'allergene. Questi includono:

  • la debolezza;
  • improvvisa sensazione di calore;
  • paura del panico;
  • fastidio al torace, problemi di respirazione;
  • palpitazioni;
  • convulsioni;
  • minzione involontaria.

I primi segni possono essere completati dalla seguente immagine di anafilassi:

  • Pelle: orticaria, edema.
  • Sistema respiratorio: asfissia, broncospasmo.
  • Apparato digerente: disturbi del gusto, vomito.
  • Sistema nervoso: aumento della sensibilità tattile, pupille dilatate.
  • Cuore e vasi sanguigni: punta delle dita blu, infarto.

Classificazione dello shock anafilattico

Il quadro clinico della malattia dipende interamente dalla gravità dell'emergenza. Ci sono diverse opzioni per lo sviluppo della patologia:

  • Maligno o rapido: in pochi minuti, ea volte in secondi, una persona sviluppa insufficienza cardiaca e respiratoria acuta, nonostante le misure di emergenza adottate. La patologia nel 90% dei casi è fatale.
  • Protratto: si sviluppa dopo un trattamento prolungato con farmaci ad azione prolungata, ad esempio antibiotici.
  • Abortivo: lieve shock, non minaccioso. La condizione è facilmente interrotta senza provocare serie complicazioni.
  • Ricorrenti: gli episodi di una reazione allergica si ripresentano periodicamente e il paziente non sa sempre a che cosa è allergico.

Anafilassi può verificarsi in una qualsiasi delle forme discusse nella tabella.

Shock anafilattico cerebrale. Viene isolato di rado. È caratterizzato da cambiamenti patogenetici da parte del sistema nervoso centrale, vale a dire:

  • eccitazione del sistema nervoso;
  • incoscienza;
  • sindrome convulsa;
  • disturbi respiratori;
  • gonfiore del cervello;
  • epilessia;
  • arresto cardiaco

Il quadro generale dello shock anafilattico cerebrale assomiglia allo stato epilettico con una predominanza di sindrome convulsiva, vomito e incontinenza delle feci e delle urine. La situazione è difficile per le misure diagnostiche, soprattutto quando si tratta di utilizzare iniettabili. Questa condizione è solitamente differenziata dall'embolia gassosa.

La patologia cerebrale viene eliminata dagli effetti anti-shock con l'uso primario di adrenalina.

diagnostica

La determinazione dell'anafilassi viene effettuata il prima possibile, poiché la prognosi per il recupero del paziente può dipendere da questo. Questa condizione è spesso confusa con altri processi patologici, in relazione ai quali la storia del paziente diventa il fattore principale nel fare una diagnosi corretta.

Considera quali test di laboratorio per anafilassi mostrare:

  • emocromo completo - leucocitosi ed eosinofilia;
  • radiografia del torace - edema polmonare;
  • Metodo ELISA - la crescita di anticorpi Ig G e Ig E.

A condizione che il paziente non sappia che cosa il suo corpo è ipersensibile, i test allergologici vengono effettuati anche dopo che sono state prese le necessarie misure mediche.

Pronto soccorso e aiuti di emergenza (algoritmo di azione)

Algoritmo di primo soccorso:

  1. Posare la vittima, alzare le gambe sopra il livello del corpo.
  2. Ruota la testa della persona di lato per prevenire l'aspirazione del vomito delle vie aeree.
  3. Fermare il contatto con la sostanza irritante rimuovendo la puntura dell'insetto e mettendo a freddo il sito del morso o dell'iniezione.
  4. Trova l'impulso al polso e controlla il respiro della vittima. In assenza di entrambi gli indicatori, iniziare le manipolazioni per la rianimazione.
  5. Chiama un'ambulanza, se questo non è stato fatto prima, o consegna la vittima all'ospedale usando le sue risorse.

Algoritmo di emergenza:

  1. Monitoraggio degli indicatori vitali del paziente - misurazione del polso e della pressione sanguigna, ECG.
  2. Garantire la pervietà del sistema respiratorio - rimozione del vomito, intubazione tracheale. La tracheotomia è meno comune quando si tratta di gonfiore della gola.
  3. Introduzione di Adrenalina 1 ml di soluzione allo 0,1%, precedentemente collegata a soluzione salina a 10 ml.
  4. Nomina di glucocorticosteroidi per alleviare rapidamente i sintomi di allergie (Prednisone).
  5. L'introduzione di antistaminici, prima per iniezione, poi - per via orale in forma di pillola (Tavegil).
  6. Fornitura di ossigeno
  7. La nomina di metilxantine in caso di insufficienza respiratoria - 5-10 ml di Eufillina al 2,4%.
  8. L'introduzione di soluzioni colloidali per prevenire problemi al sistema cardiovascolare.
  9. La nomina di farmaci diuretici per prevenire il gonfiore del cervello e dei polmoni.
  10. L'introduzione di anticonvulsivanti per anafilassi cerebrale.

Cura adeguata del paziente per l'assistenza

Le manipolazioni pre-mediche per l'anafilassi richiedono un'azione competente in relazione alla vittima.

Il paziente viene posto sulla schiena, mettendo un rullo sotto i piedi o qualsiasi oggetto adatto con cui possa essere sollevato sopra la sua testa.

Quindi è necessario garantire il flusso di aria al paziente. Per fare questo, apri la finestra, la porta spalancata, sciogli i vestiti imbarazzanti sul collo e sul petto della vittima.

Se possibile, controlla che nella bocca nulla interferisca con la respirazione completa di una persona. Ad esempio, si consiglia di rimuovere la protesi, i paradenti, girare la testa nella direzione di abbassare leggermente la mascella inferiore - in questo caso, non soffocherà sul vomito casuale. In questa posizione, attendere gli operatori sanitari.

Cosa viene introdotto per primo?

Prima dell'arrivo dei medici, le azioni degli altri dovrebbero essere coordinate. La maggior parte degli esperti insiste sull'uso immediato dell'adrenalina - il suo uso è già rilevante ai primi segni di anafilassi. Questa opzione è giustificata dal fatto che il benessere del paziente può peggiorare in pochi secondi e un farmaco iniettato tempestivamente impedirà il deterioramento della vittima.

Ma alcuni medici non sono invitati a introdurre l'adrenalina da soli a casa. Con la manipolazione sbagliata c'è il rischio di arresto cardiaco. Molto in questo caso dipende dalle condizioni del paziente - se nulla minaccia la sua vita, è necessario continuare a monitorare il paziente prima dell'arrivo dell'ambulanza.

Come inserire l'adrenalina?

Questo farmaco costringe i vasi sanguigni, aumentando la pressione sanguigna e riduce la loro permeabilità, che è importante in caso di allergie. Inoltre, l'adrenalina stimola il cuore e i polmoni. Questo è il motivo per cui viene utilizzato attivamente per l'anafilassi.

Il farmaco viene somministrato per via intramuscolare o sottocutanea (attorno al sito di un'ingresso di allergeni) con un decorso non complicato di shock 0,5 ml 0,1%.

Nei casi più gravi, l'agente viene iniettato in una vena in un volume di 3-5 ml - con una minaccia per la vita, perdita di coscienza, ecc. Tali eventi sono preferibilmente effettuati in condizioni di rianimazione, dove è possibile condurre la fibrillazione ventricolare nell'uomo.

Nuovo ordine per lo shock anafilattico

L'anafilassi viene sempre più segnalata di recente. Per 10 anni, gli indicatori dello stato di emergenza sono aumentati di oltre 2 volte. Gli esperti ritengono che questa tendenza sia una conseguenza dell'introduzione di nuove sostanze irritanti chimiche nei prodotti alimentari.

Il ministero della Sanità della Russia ha sviluppato l'ordine n. 1079 del 20 dicembre 2012 e l'ha introdotto in esecuzione. Definisce l'algoritmo delle cure mediche e descrive il contenuto del kit di primo soccorso. I kit anti-shock devono essere eseguiti in reparti procedurali, chirurgici e dentistici, nonché nelle fabbriche e in altre istituzioni con postazioni di primo soccorso appositamente attrezzate. Inoltre, è auspicabile che fossero nella casa in cui vive una persona allergica.

La composizione del kit di primo soccorso 2018

La base del kit, che viene utilizzato nelle persone con shock anafilattico, secondo SanPiN, include:

  • Adrenaline. Il farmaco, restringendo all'istante le navi. In caso di emergenza, viene utilizzato per via intramuscolare, endovenosa o sottocutanea nell'area di penetrazione dell'allergene (tagliare intorno alla zona interessata).
  • Prednisolone. Un agente ormonale che crea antiedema, antistaminico ed effetti immunosoppressivi.
  • Tavegil. Droga ad alta velocità per uso iniettabile.
  • Diphenhydramine. Anche il medicinale incluso nel kit di pronto soccorso come secondo antistaminico ha un effetto sedativo.
  • Aminofillina. Elimina lo spasmo polmonare, mancanza di respiro e altri problemi respiratori.
  • Prodotti medicali Può essere siringhe, salviettine imbevute di alcol, cotone, antisettico, cerotto e cerotti adesivi.
  • Catetere venoso. Aiuta ad accedere alla vena per facilitare l'iniezione di farmaci.
  • Saline. Richiesto per la diluizione dei farmaci.
  • Imbracatura di gomma Sovrapposto sopra il luogo di ricezione dell'allergene nel sangue.

Kit antishock

Il Ministero della Salute ha approvato l'elenco esatto dei farmaci necessari in ogni kit di pronto soccorso in caso di anafilassi. Li elenchiamo:

  • Adrenalina 0,1%.
  • Sovrastin 2%.
  • Tavegil 0,1%.
  • Prednisolone 3%.
  • Eufillin 2,4%.
  • Mezaton 1%.
  • Desametasone 0,4%.
  • Solu-Cortef 100 mg.
  • Cordiamina 25%.
  • Glucosio 40%.
  • Glucosio 5%.
  • Salina 500 ml.
  • Sistema di infusione endovenosa 5 pz.
  • Siringa 2, 5, 10 e 20 ml in 5 pezzi.
  • Tubo IVL.
  • Borsa Ambu.
  • L'aspiratore è elettrico.

Raccomandazioni cliniche federali per lo shock anafilattico

Le prove degli ultimi anni suggeriscono che questa reazione allergica non è rara. Pertanto, gli operatori sanitari, senza eccezioni, devono diagnosticare correttamente la condizione e avere le capacità di assistenza di emergenza.

Considera cosa è incluso nell'elenco delle linee guida cliniche:

  • Prima di prescrivere un farmaco, è importante esaminare quali effetti collaterali ha e quanto spesso provoca allergie. È vietato prescrivere a una persona contemporaneamente più farmaci, le stesse serie farmacologiche.
  • Se in passato il paziente ha avuto una reazione ad un determinato farmaco, non è prescritto in futuro ed esclude qualsiasi mezzo simile a lui nella composizione chimica.
  • Dopo l'introduzione dell'iniezione, il paziente viene monitorato per 30 minuti a causa dell'insorgenza frequente di reazioni allergiche durante questo periodo di tempo.
  • In tutti gli armadi di manipolazione è necessario un kit di pronto soccorso anti-shock e un luogo in cui è possibile posizionare la vittima in senso orizzontale in caso di complicazioni.
  • Gli operatori sanitari devono essere preparati a sviluppare l'anafilassi e le loro azioni sono coordinate per adottare le misure necessarie per salvare una persona.

Processo infermieristico per shock anafilattico

Dopo aver deposto il paziente e sollevato le gambe sopra il livello del corpo, ruotando la testa di lato, vengono monitorati la respirazione e il polso della vittima. Successivamente, l'infermiera si offre di prendere il paziente con un antistaminico di tipo soprastinico o iniettarlo.

L'algoritmo di assistenza infermieristica a fasi sarà il seguente:

  • estrai o neutralizza l'allergene nel corpo usando epinefrina e lavanda gastrica o clistere, se parliamo di sostanze irritanti per il cibo;
  • valutare obiettivamente le condizioni del paziente - irritabilità nervosa, coscienza, letargia;
  • ispezionare visivamente la pelle della vittima per un'eruzione cutanea, il suo tono e carattere;
  • calcolare la frequenza cardiaca e chiarire il tipo di impulso;
  • determinare il numero di movimenti respiratori, la presenza di mancanza di respiro;
  • con la capacità tecnica disponibile di eseguire un ECG;
  • seguire rigorosamente le istruzioni del medico durante la fornitura di cure mediche.

In che modo i medici possono ridurre il rischio di sviluppare lo shock di un paziente?

Gli specialisti di anafilassi possono prevenire con le seguenti azioni:

  • Prima di iniziare il trattamento, il medico esamina la scheda ambulatoriale del paziente.
  • Tutti i farmaci sono prescritti solo se indicati. Il loro dosaggio è adeguato per tollerabilità e compatibilità con altri farmaci.
  • Lo specialista non prescrive diversi medicinali. I farmaci vengono aggiunti gradualmente, assicurandosi che il precedente sia ben tollerato dal corpo.
  • L'età del paziente viene presa in considerazione. Le persone anziane hanno farmaci cardiaci, ipotensivi e sedativi prescritti in un dosaggio ridotto rispetto alle persone di mezza età.
  • Gli antibiotici sono selezionati individualmente dopo aver determinato la sensibilità della microflora patogena a loro.
  • Anestetici per la coltivazione di sostanze medicinali, è auspicabile sostituire con soluzione salina, dal momento che Lidocaina e Novocaina stessi spesso provocano anafilassi.
  • Prima di prescrivere farmaci, il medico deve monitorare il livello di eosinofili e leucociti nel sangue, nonché la funzione dei reni e del fegato.
  • Nelle persone con un'elevata predisposizione alle allergie, 5 giorni prima del trattamento, viene effettuata la preparazione preliminare del corpo. A questo scopo, sono prescritti antistaminici come la soprastinina e altri.
  • La prima iniezione è posta nel terzo superiore dell'avambraccio. In caso di shock, lo specialista installerà il tourniquet sopra il sito di iniezione e preverrà complicanze.
  • Le persone che hanno subito patologia, nella storia della malattia in inchiostro rosso è il segno corrispondente.

Shock anafilattico nei bambini

Riconoscere un'emergenza in un bambino è spesso difficile. I giovani pazienti, trovandosi in una tale situazione, non possono sempre descrivere correttamente il loro stato di salute.

Pertanto, è necessario prestare attenzione ai seguenti segni di anafilassi durante l'infanzia:

  • pelle pallida;
  • Stato semiconscious;
  • eruzione del corpo e prurito;
  • respirazione rapida;
  • gonfiore del viso - labbra o palpebre.

Si può affermare che il bambino ha l'anafilassi, se il suo stato di salute si è deteriorato bruscamente sullo sfondo dei seguenti fattori:

  • somministrazione di sieri e vaccini;
  • l'impostazione di test intradermici e iniezioni;
  • punture di insetti

Il rischio di shock è notevolmente aumentato se vi è evidenza di malattie allergiche nella storia dei bambini.

Come aiutare il bambino prima dell'arrivo dei medici? L'algoritmo di azione sarà il seguente:

  1. Metti il ​​bambino in posizione orizzontale.
  2. Girare la testa di lato, fissandolo in questa posizione. È auspicabile che l'assistente l'abbia fatto.
  3. Rimuovere i tappi dalla bocca se presenti, pulire la cavità da masse estranee (saliva, vomito, ecc.).
  4. Segui il polso e la pressione.
  5. Metti il ​​raffreddore sul sito di un'iniezione o una puntura d'insetto.
  6. Eliminare gli occhi e i passaggi nasali, a condizione che l'urto si sia sviluppato dopo l'uso di gocce oftalmiche o nasali.
  7. Lavare lo stomaco se il benessere del bambino è peggiorato a causa di un allergene alimentare.
  8. Ricevi consigli di esperti su come prendere antistaminici.

Shock anafilattico in odontoiatria

Lo shock anafilattico è un evento frequente in odontoiatria. I seguenti allergeni possono essere le sue cause:

  • anestetici: lidocaina, novocaina, ecc.;
  • plastica acrilica;
  • incollare;
  • materiale di riempimento

Le cure d'emergenza in odontoiatria iniziano con i sintomi di deterioramento della salute.

Inizialmente, è necessario interrompere ulteriori contatti con l'allergene o ridurre al minimo la sua penetrazione nel corpo. Per fare questo, i resti del farmaco vengono rimossi dal dente, pulire la bocca del paziente con un risciacquo. Quando si reagisce all'iniezione di farmaci, è necessario mettere un laccio emostatico sull'avambraccio o aggiungere 0,3-0,5 ml di adrenalina allo 0,1% nell'area di iniezione.

Se un paziente ha perso pressione e svenimento, viene posizionato orizzontalmente, spingendo in avanti la mascella inferiore per evitare il soffocamento. Inizia subito l'introduzione di farmaci come adrenalina, Tavegil, Prednisolone ed Eufillin.

Il dosaggio e la necessità di utilizzare i suddetti farmaci sono controllati da un medico.

Shock farmaco anafilattico

Lidocaina. Viene utilizzato attivamente in chirurgia, traumatologia, ostetricia e odontoiatria. Secondo le statistiche, l'anafilassi si sviluppa in un caso su quindicimila. Nel 5% delle situazioni, questa reazione è imprevedibile.

Shock e arresto cardiaco sono le conseguenze più pericolose dell'intolleranza alla lidocaina. Ma secondo gli stessi esperti, tali esiti tristi sono solitamente il risultato di una overdose del farmaco.

Anestesia. L'anafilassi è la complicazione più pericolosa dell'anestesia generale. Questa condizione si verifica in un paziente su diecimila. Questo è un rischio minore. Se questo accade sul tavolo operatorio, nel 95% dei casi i medici riescono a salvare il paziente, poiché tutto ciò di cui hanno bisogno è a portata di mano.

Droga causata da farmaci usati dall'anestesista. Per evitare questo problema, è consigliabile passare i test necessari prima dell'intervento in modo che lo specialista possa sapere in anticipo che cosa il paziente sta assumendo i farmaci e cosa dovrebbe essere scartato. Certo, non stiamo parlando di casi di emergenza.

Ceftriaxone. Appartiene al gruppo di potenti antibiotici, quindi il suo uso può essere accompagnato da un gran numero di effetti collaterali. Uno di questi è lo shock anafilattico derivante dall'intolleranza individuale al principio attivo del farmaco.

Ceftriaxone è miscelato con anestetici, meno comunemente con acqua per iniezione. Solventi - Lidocaina o Novocaina possono anche provocare una reazione acuta, quindi per la prima volta il farmaco viene somministrato lentamente, osservando il benessere del paziente. Si raccomanda ai bambini e alle allergie di sottoporsi a un test antigraffio. Determina la suscettibilità di una persona al Ceftriaxone: il farmaco viene applicato ai graffi artificiali nell'area dell'avambraccio. Se non c'è reazione nei 30 minuti successivi, la pelle non si gonfia e non cambia colore, l'antibiotico viene trasferito.

Se c'è evidenza di intolleranza agli anestetici - Lidocaina o Novocaina, il farmaco viene diluito con soluzione salina.

Chi è più probabile che soffra di shock anafilattico?

Condizione di emergenza con uguale frequenza si verifica nei bambini, negli uomini e nelle donne, negli anziani. Può svilupparsi in qualsiasi persona, ma la più alta probabilità di accadimento in persone che soffrono di allergie. L'esito fatale nel caso di uno stato raggiunge l'1-2% del numero totale di tutte le vittime.

Memo per il paziente

Se una persona ha avuto un anafilassi almeno una volta nella sua vita, quindi in futuro dovrebbe aderire ai seguenti suggerimenti:

  • Chiedi al medico la causa dello shock. Se era una droga medica, ricorda il suo nome corretto e segnalalo ogni volta che entri in un istituto medico. In caso di intolleranza a un determinato prodotto alimentare, è importante evitare il suo consumo in futuro. È necessario escludere qualsiasi situazione di possibile interazione con un allergene noto.
  • La vittima stessa e i suoi parenti dovrebbero essere consapevoli dei primi sintomi di anafilassi. Non appena appaiono, è necessario chiamare l'aiuto urgente.
  • A volte gli esperti raccomandano che le persone che devono affrontare una volta uno shock dovrebbero sempre portare una siringa con Adrenaline. Questo dovrebbe essere consapevole e chiudere le persone della vittima, oltre a sapere come effettuare un'iniezione se necessario.
  • Parenti del paziente, è desiderabile imparare le abilità primarie della rianimazione cardiopolmonare. È questa abilità che spesso salva la vita di una persona prima che arrivi un'ambulanza.

prevenzione

Come prevenire lo sviluppo di anafilassi? Considera questi metodi in modo più dettagliato.

Prevenzione primaria Basato sulla prevenzione dell'interazione umana con una potenziale irritante:

  • rifiuto di dipendenze perniciose;
  • controllo sulla produzione di medicinali di alta qualità;
  • lotta all'inquinamento ambientale con prodotti chimici;
  • il divieto di utilizzare additivi artificiali in cucina;
  • esclusione della somministrazione contemporanea di diversi farmaci.

Profilassi secondaria Basato sulla diagnosi precoce e sul trattamento delle malattie associate:

  • raccolta obbligatoria della storia delle allergie (e dei segni corrispondenti sul frontespizio della carta ambulatoriale);
  • eliminazione tempestiva della rinite e della dermatite, causata dalla sensibilità individuale dell'organismo agli stimoli individuali;
  • Test allergologici per determinare la causa esatta della malattia;
  • monitoraggio dei pazienti per mezz'ora dopo l'iniezione di farmaci.

Prevenzione terziaria. Basato sulla prevenzione della ricorrenza della patologia:

  • norme igieniche;
  • pulizia regolare a umido;
  • messa in onda dei locali;
  • restrizione nello spazio abitativo di mobili imbottiti e giocattoli;
  • controllo del cibo;
  • indossare equipaggiamento protettivo (maschera medica, occhiali) durante la fioritura delle piante.

prospettiva

Se le attività di primo soccorso e di pronto soccorso sono coordinate e tempestive, esiste un'alta probabilità che si separeranno completamente dallo shock. Qualsiasi ritardo lento aumenta il rischio di morte.

Morte da shock anafilattico

La morte nelle malattie allergiche si verifica nel 2% dei casi. L'anafilassi porta alla morte a causa del suo rapido sviluppo e dell'assistenza mal riuscita. Le sue cause sono:

  • arresto cardiaco;
  • gonfiore del cervello;
  • soffocamento, ostruzione del sistema respiratorio.

Anafilassi richiede cure urgenti. Le attività pianificate in modo competente per salvare una persona possono salvare la vita della vittima. Pertanto, tutti devono sapere quale shock anafilattico è, come si manifesta e cosa può essere fatto prima dell'arrivo delle cure di emergenza.

Allergia alla gravidanza

L'allergia è una condizione caratterizzata da una maggiore sensibilità del corpo a determinate sostanze - allergeni. Durante la gravidanza, le allergie sono abbastanza comuni, anche nelle donne che non hanno precedentemente sofferto di una tale patologia. In alcuni casi, le allergie possono essere forme gravi con lo sviluppo di reazioni gravi fino allo shock anafilattico.

Cause di allergie

Nelle condizioni del mondo moderno, il sistema immunitario del corpo sta diventando sempre più difficile per svolgere la sua funzione immediata. La situazione ecologica sfavorevole, la crescita di città e fabbriche, lo stress e l'eccitazione - tutto ciò porta al fatto che il corpo umano non è più in grado di far fronte a un tale carico. La violazione dei meccanismi di adattamento alle condizioni del mondo esterno si fa conoscere da varie malattie e l'allergia tra loro è in primo luogo. Secondo le previsioni dell'OMS, il 21 ° secolo diventerà il secolo delle malattie allergiche, che influenzerà inevitabilmente la salute dell'intera popolazione del pianeta e di ogni persona in particolare.

L'allergia è una condizione in cui il corpo reagisce in modo inadeguato agli stimoli abituali. Si scopre che una donna incinta può mangiare tranquillamente un chilogrammo di arance, mentre l'altra sarà coperta da un'eruzione dopo il primo pezzo di frutta esotica. È piuttosto difficile prevedere una reazione simile in anticipo. Nessuno sa con certezza quale sostanza causerà un'allergia in una donna e in quale forma si manifesterà questa malattia.

La tendenza a una reazione allergica è ereditata. Si ritiene che se entrambi i genitori sono allergici, anche un bambino con una probabilità dell'80% diventerà allergico. Se hai allergie solo a mamma o papà, il rischio di avere un figlio con questa patologia è del 50%. L'assenza di allergie da parte dei genitori non garantisce la nascita di un bambino perfettamente sano.

I seguenti fattori possono essere la causa diretta di una reazione allergica:

  • prodotti alimentari;
  • polline delle piante;
  • peli di animali;
  • polvere domestica e muffa;
  • cosmetici e prodotti per la cura della pelle;
  • prodotti chimici domestici;
  • farmaci.

In teoria, allergie possono verificarsi in risposta a qualsiasi sostanza. Va ricordato che non è la reazione a un prodotto o elemento specifico che viene ereditato, ma solo la tendenza a sviluppare allergie. E se la madre ha sofferto di una reazione al polline, il bambino potrebbe essere allergico a completamente altre sostanze (come cibo o polvere domestica).

Caratteristiche del corso di allergie alla gravidanza

La gravidanza è un momento fantastico, pieno di varie sorprese. Aspettando il bambino, il corpo della futura madre può produrre una reazione completamente inaspettata agli stimoli abituali. Quindi risulta che molte donne solo durante la gravidanza affrontano per la prima volta il fenomeno dell'allergia. Dopo il parto, una reazione in eccesso del corpo può scomparire o rimanere a vita.

La situazione inversa è anche possibile, quando durante la gravidanza i sintomi di allergia cronica diminuiscono o scompaiono completamente. Ciò è dovuto all'aumentata produzione di cortisolo - un ormone surrenalico. Questo ormone riduce le manifestazioni di allergia e contribuisce a un miglioramento significativo delle condizioni della futura madre. Non è sempre possibile scoprire perché questo meccanismo funziona lontano da sempre.

Sintomi e tipi di allergie

Le allergie nelle donne in gravidanza possono manifestarsi nelle seguenti forme:

Rinite allergica

  • starnuti gravi;
  • prurito al naso;
  • congestione nasale;
  • difficoltà nella respirazione nasale;
  • abbondante scarico mucoso dai passaggi nasali.

Congiuntivite allergica

  • lacrimazione;
  • dolore e dolore negli occhi;
  • forte prurito;
  • fotofobia;
  • gonfiore delle palpebre;
  • arrossamento degli occhi.

broncospasmo

  • difficoltà a respirare (incapacità di espirare);
  • sensazione di pesantezza dietro lo sterno;
  • tosse secca o con una piccola quantità di espettorato viscoso;
  • respiro sordo (udibile da lontano).

orticaria

  • eruzione cutanea (vesciche rosse con bordi chiari, che sovrasta la pelle);
  • forte prurito.

angioedema

  • gonfiore della pelle e del tessuto sottocutaneo nelle labbra, nelle guance, nelle palpebre e nella fronte;
  • raucedine (a causa dell'edema laringeo);
  • attacco soffocante.

Shock anafilattico

  • abbassare la pressione sanguigna;
  • perdita di coscienza;
  • insufficienza respiratoria;
  • violazione di attività cardiaca.

Edema di Quincke e shock anafilattico sono le complicanze più gravi di una reazione allergica. Se l'aiuto non viene fornito in tempo, la situazione può finire molto male per la futura madre. Lo shock anafilattico è una condizione pericolosa per la vita. Se si verifica uno dei suddetti sintomi di grave allergia, un'ambulanza deve essere chiamata immediatamente.

Conseguenze per il feto

Di per sé, una reazione allergica non è pericolosa per il bambino. Lo sviluppo di allergie non peggiora il corso della gravidanza, non influisce sullo sviluppo del feto e non interferisce con il processo di nascita. L'allergia colpisce solo la donna stessa. Gli allergeni pericolosi per il suo corpo non penetrano attraverso la placenta e non arrivano al bambino. La reazione allergica in utero non si sviluppa e non c'è motivo di temere per la vita e la salute del feto in questa patologia.

L'unico problema che deve affrontare la futura mamma è la necessità di assumere farmaci. Le allergie si verificano spesso improvvisamente e si sviluppano abbastanza rapidamente. Al fine di prevenire le complicazioni, una donna deve utilizzare vari farmaci antiallergici. Non tutti i farmaci usati sono sicuri per il feto e quindi possono avere un effetto negativo sul suo sviluppo fetale.

diagnostica

Un medico può assumere una reazione allergica già durante un esame di routine del paziente. I sintomi e i reclami tipici di una donna incinta consentono di determinare la diagnosi e di prescrivere il trattamento corretto. Spesso, diverse forme di allergie sono combinate tra loro. In particolare, la rinite e la congiuntivite quasi sempre vanno insieme, specialmente durante il periodo di esacerbazione delle allergie stagionali.

La cosa più difficile nella diagnostica è calcolare quale tipo di allergene fosse la causa della malattia. Non sempre una donna incinta può dire con certezza che cosa ha causato un'eruzione cutanea o starnuti. Non sono effettuati test allergologici specifici durante il periodo di esacerbazione. In alcuni casi, la fonte del problema rimane sconosciuta.

Approcci al trattamento delle allergie durante la gravidanza

Per eliminare la reazione allergica, vengono utilizzati farmaci di azione sistemica e locale. La scelta di un determinato farmaco dipenderà dalla forma e dalla gravità della malattia. Tutti i farmaci antiallergici sono autorizzati a prendere solo su prescrizione del medico.

Droghe d'azione comuni

Due gruppi di farmaci aiuteranno a sbarazzarsi delle manifestazioni di allergia:

  • antistaminici;
  • assorbenti.

Gli antistaminici sono un gruppo speciale di farmaci che sopprimono la possibilità stessa di una reazione allergica. Questi farmaci influenzano i recettori H1-istamina, interferendo così con lo sviluppo del principale mediatore di allergia - istamina. Senza istamina, non c'è una reazione eccessiva del sistema immunitario e il corpo smette di reagire negativamente agli allergeni ingeriti.

I principali effetti dei farmaci antistaminici:

  • rimuovere il gonfiore dei tessuti;
  • eliminare il prurito;
  • ridurre il disagio nell'infiammazione.

Ci sono tre generazioni di farmaci antistaminici. Significa che la generazione in questo momento non è quasi mai stata utilizzata. Questi farmaci hanno un effetto sedativo pronunciato, richiedono l'uso di alte dosi almeno 3 volte al giorno e allo stesso tempo causano dipendenza. Per il trattamento delle allergie nelle future mamme, questi fondi sono usati molto raramente.

Esperti moderni preferiscono farmaci antistaminici di II e III generazione. Questi farmaci non causano sonnolenza, non portano alla dipendenza e possono essere utilizzati per un periodo piuttosto lungo. I nuovi farmaci sono validi per 12-24 ore, il che è anche molto conveniente.

Tutti i farmaci antistaminici hanno un grande svantaggio. Quasi tutti sono stati poco studiati, il che significa che durante la gravidanza possono essere utilizzati con grande cura. Le istruzioni ufficiali per uno qualsiasi dei farmaci indicano che il farmaco può essere utilizzato solo se necessario e solo se il potenziale beneficio per la madre supera di gran lunga il possibile rischio per il feto. Prendere antistaminici può essere prescritto solo da un medico. L'utilizzo di questi strumenti può essere molto pericoloso.

Cosa dovrebbero fare le donne incinte che hanno paura di assumere farmaci antiallergici o che non possono ottenere un medico in fretta? La domanda è particolarmente rilevante nel primo trimestre di gravidanza, quando qualsiasi farmaco può causare danni significativi all'embrione. In una tale situazione, gli esperti raccomandano di limitare l'uso di assorbenti (Enterosgel, Filtrum, Smekta). Questi farmaci legano gli allergeni pericolosi nell'intestino e li rimuovono delicatamente dal corpo.

I sorbenti possono solo aiutare con lievi allergie. In caso di grave reazione allergica, gli assorbenti devono essere usati in combinazione con altri farmaci. In questo caso, senza consultare un medico non può fare. Quanto prima la futura mamma troverà uno specialista, sarà più facile per lei affrontare le allergie indesiderate.

Preparazioni locali

Tra le droghe di azione locale, i seguenti farmaci meritano un'attenzione particolare:

  • gocce nasali e spray;
  • collirio;
  • creme e unguenti

Spray nasali e gocce sono usati per la rinite allergica. Questi rimedi alleviano rapidamente il gonfiore, eliminano l'infiammazione nella cavità nasale e facilitano la respirazione. L'effetto dura per 4-12 ore. Un effetto simile ha un collirio, usato nella congiuntivite allergica.

Creme e unguenti sono prescritti per le allergie cutanee. La composizione di questi fondi può essere molto diversa, ma l'effetto rimane lo stesso. Se applicato localmente, creme e unguenti riducono il prurito, alleviano il gonfiore e rimuovono le eruzioni cutanee. Il corso del trattamento è di solito di almeno 7 giorni.

Un punto importante: tutti i farmaci antiallergici hanno solo un effetto temporaneo. Questi farmaci non eliminano la vera causa di allergia, ma rimuovono solo i suoi sintomi e alleviano le condizioni di una donna incinta. L'immunoterapia specifica viene eseguita solo senza esacerbazioni e dopo il completamento della gravidanza.

Shock anafilattico nei bambini

  • motivi
  • sintomi
  • Primo soccorso
  • trattamento
  • complicazioni

Quando un bambino sviluppa una reazione istantanea ad un allergene, può verificarsi uno shock anafilattico. Questa è una condizione molto pericolosa e seria. La sua principale caratteristica distintiva è la sorpresa. Il bambino si era appena sentito bene, sembrava perfettamente in salute, e all'improvviso fu coperto da questa ondata di sintomi che aumentavano rapidamente, il che la rendeva spaventosa persino ad un adulto.

In pochi minuti, si sviluppano complicazioni che portano a processi irreversibili all'interno del corpo, fino alla morte inclusa. Quindi, ai primi sintomi, è urgente adottare misure per evitare effetti avversi.

motivi

Il meccanismo dello sviluppo di una reazione allergica così potente non è stato ancora completamente compreso. Si presume che questo stato sia una conseguenza della ripetuta penetrazione dell'allergene nel corpo, che rilascia un'enorme quantità di istamine. Queste sono sostanze biologicamente attive che causano solo un quadro clinico così straordinario.

I medici chiamano le seguenti cause di shock anafilattico nei bambini:

A volte lo shock anafilattico si sviluppa in un bambino che, fino a quel momento, sembrava completamente sano, non reagiva a nulla con qualsiasi eruzione cutanea. In questi casi, il primo contatto con un allergene nocivo potrebbe verificarsi anche durante la gravidanza - attraverso la placenta.

La velocità con cui i sintomi dello shock anafilattico si diffondono dipende da come l'allergene è entrato nel corpo del bambino:

  • endovenoso - anaphylactic immediato;
  • l'uso di compresse o unguenti - lo sviluppo graduale, come l'assorbimento del farmaco;
  • attraverso il cibo - il quadro clinico appare solo dopo poche ore.

Più velocemente un adulto risponde a tale condizione, maggiori sono le possibilità di salvare vite umane. Ma per questo è necessario sapere come si manifesta la scossa anafilattica in un bambino - quali sintomi indicano che un allergene è penetrato nel suo corpo.

sintomi

A seconda dell'allergene, i sintomi dello shock anafilattico possono essere molto diversi, poiché in questa condizione possono essere colpiti quasi tutti gli organi interni. Gli esperti per la comodità della diagnosi distinguono diverse forme di anafilassi, ciascuna delle quali è accompagnata da sintomi caratteristici.

  • insufficienza respiratoria acuta a causa di edema laringeo e broncospasmo;
  • un forte calo della pressione al minimo, che porta alla perdita di coscienza;
  • tosse agonizzante;
  • affanno;
  • angioedema della faccia;
  • improvviso dei sintomi con il loro successivo aumento.
  • insufficienza cardiaca acuta;
  • dolore al petto acuto;
  • abbassamento della pressione;
  • pallore della pelle;
  • impulso del filamento;
  • la debolezza;
  • tinnito;
  • sudore pesante.
  • dolore addominale acuto;
  • sanguinamento intraperitoneale.
  • arrossamento caratteristico della pelle;
  • eruzione cutanea sul corpo;
  • gonfiore.

Allo stesso tempo, la gravità dello shock anafilattico non dipende dalla dose di allergene che è entrata nel corpo.

Succede e così. Nella pratica medica, ci sono casi in cui questa condizione si sviluppa in un bambino che soffre di intolleranza alla penicillina quando comunica con un medico che ha precedentemente avuto contatti con questo farmaco.

Il quadro clinico è ulteriormente complicato dal fatto che lo shock anafilattico è difficile da differenziare da altri stati patologici simili.

La diagnosi in questi casi pericolosi per la vita di un bambino dovrebbe essere effettuata esclusivamente da uno specialista. Ma poiché in questi momenti c'è una strada ogni minuto, è necessario conoscere l'algoritmo delle azioni per lo shock anafilattico per dare il primo soccorso a un piccolo paziente.

Primo soccorso

Quindi cosa fare se un bambino ha uno shock anafilattico? Quali cure di emergenza sono fornite in questi casi? Innanzitutto è necessario chiamare urgentemente un'ambulanza e descrivere dettagliatamente al dispatcher tutti i sintomi.

In previsione di un medico, è necessario provare a rianimare il paziente da solo:

  1. Posarlo su una superficie orizzontale, sollevare le gambe, girare la testa di lato, spingere la mascella inferiore in modo che la lingua non affondi nella gola.
  2. Rimuovere i cappucci.
  3. Pulire la bocca del vomito.
  4. Al telefono, consultare il proprio medico circa l'uso di antistaminici o adrenalina.
  5. Fornire l'accesso all'ossigeno: aprire il colletto, rimuovere la sciarpa, aprire la finestra.
  6. Segui il polso e la pressione sanguigna.
  7. Ricorda l'ora esatta di anafilassi, sovrapposizione della treccia, i nomi dei farmaci usati.

In parallelo a questo, è necessario cercare di fermare l'ingresso dell'allergene nel corpo del bambino:

Se il primo aiuto per lo shock anafilattico nei bambini è stato eseguito correttamente e in modo tempestivo, esiste una possibilità di recupero con rischi minimi per la vita e la salute.

Poiché è impossibile prevedere l'insorgere di una condizione così pericolosa, i genitori dovrebbero sempre tenere a portata di mano un kit di pronto soccorso, dotato di farmaci che saranno utili in tali situazioni:

  • soluzione di fiala di adrenalina;
  • antistaminici (Tavegil, Diphenhydramine, Suprastin);
  • Soluzione di Prednisolone;
  • alcool medico per la disinfezione;
  • salina;
  • finimenti;
  • bende, batuffoli di cotone, garza;
  • siringhe.

I dosaggi e le modalità di utilizzo dei farmaci devono essere coordinati con il medico. Ciò è particolarmente vero quando si interrompe lo shock anafilattico nei bambini al di sotto di un anno, poiché la maggior parte dei farmaci è controindicata per loro.

trattamento

Il trattamento medico dello shock anafilattico nei bambini viene effettuato a seconda della gravità della condizione del piccolo paziente:

  1. L'introduzione di adrenalina per ripristinare il corpo.
  2. Iniezioni endovenose di farmaci antiallergici.
  3. Con spasmi bronchiali e insufficienza respiratoria acuta - broncodilatatori.
  4. Al fine di evitare effetti collaterali - l'introduzione di ormoni steroidei.
  5. Se sei allergico alla penicillina, al bambino viene somministrato l'enzima penicillinasi.
  6. Con la pressione decrescente - l'introduzione periodica di norepinephrine.
  7. Se la situazione è fuori controllo e rischia di essere fatale, viene eseguita la ventilazione artificiale del polmone e un massaggio cardiaco indiretto.

Se tutto ha funzionato, lo shock anafilattico è riuscito a fermarsi, il bambino è di 10 giorni in ospedale. Continua a ricevere farmaci ormonali, a fare contagocce per ripristinare l'equilibrio salino.

In futuro, per evitare tali situazioni, è necessario proteggerlo dal contatto con l'allergene. Dopotutto, un giorno l'anafilassi può finire con la morte o gravi conseguenze per la salute.

complicazioni

Una delle più gravi complicazioni dello shock anafilattico è il collasso. Il bambino non può respirare, il cuore può fermarsi in qualsiasi momento, la pressione diminuisce. In assenza di rianimazione, la morte è possibile.

Dopo lo shock anafilattico, i dolori muscolari, la febbre, il forte prurito e le eruzioni cutanee allergiche possono tormentare il bambino per un po 'di tempo.

Possibili conseguenze dello shock:

  • glomerulonefrite;
  • asma bronchiale;
  • ittero non trasmissibile;
  • infiammazione del muscolo cardiaco.

Dovrebbe essere compreso che lo shock anafilattico nei bambini non si verifica da zero. Se c'è una tendenza alle allergie, i genitori dovrebbero conoscere le informazioni massime su questa pericolosa condizione ed essere in grado di prevenirlo ai primissimi sintomi.

Puoi mettere un memo con un algoritmo di azione in un posto ben visibile in modo da non perderti al momento giusto e fare tutto il più rapidamente e correttamente possibile.

Nella pratica dei bambini ci sono molte diverse condizioni di emergenza che richiedono cure di emergenza. Il ritardo nell'erogazione della terapia può portare alle conseguenze più gravi e persino alla morte del bambino.

Una marcata diminuzione della pressione arteriosa sistemica e perdita di coscienza quando esposta a cause allergiche è chiamata shock anafilattico. È impossibile prevedere l'esordio di questo stato pericoloso: ogni persona ha il rischio di insorgere durante tutta la vita.

Lo sviluppo di shock anafilattico deriva dall'ingresso di vari allergeni nel corpo dei bambini. Ma non tutte le sostanze allergeniche possono causare una reazione simile - sono necessarie anche una predisposizione speciale e un'ipersensibilità ad un allergene specifico.

Come fornire assistenza di emergenza per lo shock anafilattico può essere trovato nel seguente video.

Allo stato attuale, non esiste una teoria unificata che spieghi lo sviluppo di una caduta di pressione pronunciata e una compromissione della coscienza durante l'azione di una sostanza allergenica. Gli scienziati ritengono che una compromissione del lavoro del sistema immunitario con un'alta sensibilità ad un allergene specifico possa essere l'impulso per lo shock anafilattico.

Le cause più comuni che possono causare lo sviluppo di questa condizione pericolosa nei bambini sono:

Lesioni cutanee traumatiche causate da vari morsi di insetti e animali. I pericoli più frequenti sono api, bombi, vespe, zanzare, serpenti e lucertole. Quando si fa il bagno nel mare, l'anafilassi può causare il contatto con la medusa. Quando un abitante del mare tocca un bambino, spesso si verifica un'ustione sulla pelle, che può causare lo sviluppo di anafilassi.

L'uso di droghe. Il metodo di somministrazione dei farmaci non ha importanza. Molto spesso, l'anafilassi si verifica sui nuovi farmaci che non sono stati precedentemente somministrati a un bambino. In presenza di allergia cronica, un bambino può sviluppare intolleranza ai singoli componenti dei farmaci terapeutici. Se una sostanza simile entra nel corpo, può svilupparsi anafilassi.

Ustioni chimiche da piante. Succo fluente, che contiene un'enorme quantità di sostanze biologicamente attive in alte concentrazioni, può innescare uno shock. A contatto con la pelle delicata del bambino, penetrano rapidamente nel derma e possono causare anafilassi.

Cibo allergenico Molto spesso, i bambini sviluppano anafilassi per noci, cioccolato, agrumi e frutti di mare. Anche i frutti tropicali possono portare allo sviluppo di una condizione pericolosa.

Detersivi e prodotti chimici per la casa. Parte di tali prodotti additivi profumati contribuiscono allo sviluppo di anafilassi nei bambini.

Nuovi vestiti e scarpe realizzati con materiali di bassa qualità. I più pericolosi sono i prodotti dai colori vivaci. Nella loro manifattura produttori senza scrupoli usano coloranti di scarsa qualità.

La vaccinazione. Tutti i vaccini e i preparati immunobiologici sono sufficientemente allergici e reattivi. Nella pratica pediatrica, ci sono molti casi in cui la vaccinazione ha causato uno shock anafilattico in un bambino. Con questo in mente, la vaccinazione dovrebbe essere effettuata solo in un armadietto appositamente attrezzato. Contiene un kit o kit di pronto soccorso per fornire l'assistenza necessaria in una situazione critica.

Quando una sostanza allergenica entra nel corpo, si sviluppa una violenta reazione allergica. Bastano pochi minuti per avviarlo. In risposta all'ingestione di un agente biologico estraneo, vengono attivate le cellule del sistema immunitario. Iniziano a produrre un'enorme quantità di sostanze biologicamente attive.

Questi componenti causano anche una forte restringimento dei vasi sanguigni, il che, a sua volta, porta a una diminuzione della pressione e a una compromissione della coscienza. Tale reazione è principalmente protettiva. Il corpo cerca di limitare la distribuzione sistemica dell'allergene attraverso il flusso sanguigno. Tuttavia, con una forte sensibilità a una sostanza allergenica, può svilupparsi una condizione critica.

Durante una risposta sistemica allergica, un'enorme quantità di una specifica proteina viene prodotta nel corpo - immunoglobulina E. Più alto è il suo contenuto nel corpo, più luminosi e rapidi i sintomi aumenteranno.

Nei neonati, i sintomi avversi di shock si sviluppano rapidamente. Questa condizione è molto pericolosa e richiede il ricovero immediato del bambino in ospedale.

Segni di shock anafilattico si sviluppano rapidamente e appaiono in modo piuttosto brillante. In genere, dopo pochi minuti, il bambino ha una forte interruzione del benessere generale. Riconoscere lo shock anafilattico può essere a casa.

I seguenti sintomi sono caratteristici di questa condizione critica:

Grande debolezza o completa perdita di coscienza. La manifestazione di questo tratto dipende dallo stato iniziale del bambino e dal livello della sua suscettibilità individuale all'allergene.

Vertigini. L'andatura del bambino è disturbata. In alcuni casi, il bambino non è nemmeno in grado di fare qualche passo. Essere in posizione orizzontale riduce in qualche modo le vertigini.

Caduta della pressione sanguigna. I risultati della misurazione sono significativamente inferiori alla norma. In alcune situazioni critiche, la pressione sanguigna può scendere a quasi 60/40 mm. Hg. Art. e ancora più in basso.

Grave pallore della pelle. Il triangolo nasolabiale può essere blu brillante.

Mani e piedi freddi al tatto.

Ripple molto debole nelle arterie periferiche quando si cerca di misurare un impulso. Non è praticamente rilevabile o difficile da determinare. Per il primo stadio di shock anafilattico, è caratteristico un aumento dell'impulso. Una diminuzione di questo indicatore è un segnale sfavorevole.

Gonfiore del viso e degli occhi. Potrebbe non verificarsi in tutti i casi. Questo è il sintomo più caratteristico dell'angioedema. Questo sintomo può precedere lo sviluppo di anafilassi.

Quando si identificano i primi segni di una condizione critica, il bambino deve iniziare immediatamente la terapia. Un trattamento tardivo può portare alla comparsa di complicazioni pericolose nel bambino, all'insufficienza cardiopolmonare e, in casi particolarmente gravi, anche allo sviluppo di uno stato comatoso.

Se il bambino ha avuto contatti con l'allergene e vi sono segni di anafilassi, non ci dovrebbero essere ritardi. Prima di tutto, chiama immediatamente un'ambulanza e assicurati di dire al supervisore che il bambino ha segni di anafilassi. Ma per salvare il bambino deve iniziare prima dell'arrivo del medico.

Al fine di prevenire lo sviluppo delle pericolose conseguenze di una condizione critica allergica, utilizzare il seguente algoritmo di azioni:

Appoggia il bambino orizzontalmente e solleva le gambe. Questa situazione contribuirà a migliorare l'afflusso di sangue degli organi vitali: il cuore e il cervello.

Se un bambino ha i vassoi dentali, rimuoverli, poiché possono causare l'aspirazione durante il vomito.

Aprire porte e finestre per migliorare il flusso di aria fresca nella stanza.

Se il bambino ha perso il respiro e non respira, inizia a praticare la respirazione artificiale.

Monitorare l'impulso. Se non ci sono pulsazioni sulle arterie carotidi che si trovano sul collo, posizionare le mani sul petto e iniziare a eseguire un massaggio cardiaco artificiale.

Il trattamento dei bambini con shock anafilattico viene effettuato immediatamente. Il trattamento di emergenza inizia anche in ambulanza. L'ossigeno idratato è dato al bambino. Con una brusca diminuzione della pressione arteriosa, la rianimazione cardiopolmonare viene mantenuta per i bambini.

Nei casi difficili, quando il ritmo cardiaco non è sufficientemente efficace o ci sono segni di insufficienza vascolare, viene utilizzata l'adrenalina. Il dosaggio di questo farmaco viene selezionato tenendo conto dell'età del bambino e del suo peso.

Per l'eliminazione dei sintomi avversi, vengono utilizzate forme iniettabili di antistaminici. Per normalizzare la pressione e interrompere la reazione allergica, viene introdotto il prednisone. Per stabilizzare la condizione del bambino, la terapia intensiva di infusione viene effettuata con l'introduzione di un gran numero di soluzioni isotoniche o di glucosio.

La fornitura di assistenza qualificata viene effettuata in condizioni stazionarie. In caso di condizioni critiche o gravi del bambino - nell'unità di terapia intensiva e nella terapia intensiva. Se il bambino è incosciente o in coma, gli viene somministrato un massiccio trattamento per infusione usando un intero complesso di vari farmaci.

Per ridurre il rischio di possibile shock anafilattico in un bambino, utilizzare i seguenti consigli:

Fare controlli regolari con il bambino a un allergologo. Il medico prescriverà tutti i test necessari che aiuteranno a identificare possibili allergeni. Quando si identificano sostanze così provocanti, occorre prestare attenzione per assicurarsi che non entrino nel corpo dei bambini. Qualsiasi contatto con l'allergene in futuro può portare allo sviluppo di anafilassi.

Pianificare attentamente una dieta per bambini. Tutti i bambini con allergie dovrebbero seguire una dieta ipoallergenica per tutta la vita. Tale nutrizione medica implica un rifiuto totale dei possibili prodotti che possono causare esacerbazioni della malattia.

Rafforzare l'immunità. È più probabile che i bambini indeboliti reagiscano in modo più acuto all'ingestione di allergeni. La corretta modalità del giorno, una buona alimentazione e passeggiate attive all'aria aperta aiuteranno il sistema immunitario a funzionare meglio.

Usa creme repellenti. Tali strumenti aiuteranno a proteggere il bambino dai possibili morsi di vari insetti.

Con i primi segni di shock anafilattico, non farti prendere dal panico in alcun modo!

Solo l'implementazione coerente delle misure di primo soccorso contribuirà a prevenire lo sviluppo di stati pericolosi che possono verificarsi durante l'anafilassi. Un tempestivo trattamento di emergenza è sicuro di salvare la vita del bambino.

Lo shock anafilattico (anafilassi) è una condizione dolorosa. È accompagnato da un forte aumento della sensibilità dell'organismo. Le sensazioni si manifestano quando l'allergene viene reintrodotto. Questi includono qualsiasi tipo di proteina di natura aliena. Inoltre, lo shock anafilattico può causare:

E altri: lo shock anafilattico è pericoloso per la vita di adulti e bambini. È tra le manifestazioni più gravi di reazioni allergiche.

Ci vuole pochissimo tempo prima che le manifestazioni diventino critiche, a partire da pochi secondi, ma non più di 2 ore. Non importa come l'allergene abbia contattato il paziente. Maggiore è il numero - peggiore sarà la condizione del paziente.

  • Cause di shock anafilattico nei bambini
  • I sintomi dello shock anafilattico infantile
  • Cosa fare con lo shock anafilattico in un bambino?
  • Come trattare lo shock anafilattico nei bambini?

Cause di shock anafilattico nei bambini

L'uso di certe droghe.

Contatto con sostanze radiopache.

Metodi di diagnosi allergica

Assunzione di antibiotici (specialmente sulla penicillina).

L'uso della gamma globulina, un numero di vaccini, sieri.

Ci sono casi abbastanza rari - per esempio, quando il corpo reagisce al freddo in questo modo. È molto difficile identificare l'allergene esatto, soprattutto se si tratta di farmaci, e il paziente non li prende in quantità singole.

Nei bambini, tali manifestazioni sono spesso causate da alcuni vaccini, sieri. Di solito, lo shock è evidente nel contatto secondario con l'allergene. Spesso nei bambini le cui madri hanno usato un farmaco pericoloso durante la gravidanza e l'allattamento al seno, lo shock anafilattico si manifesta a causa del primissimo contatto con il farmaco. Il metodo di somministrazione e la dose non sono importanti per il paziente sensibilizzato (allergenico).

Lo shock anafilattico dovuto all'assunzione di cibo è piuttosto raro. Spesso c'è intolleranza al latte tra i bambini (sensibilizzazione alla beta-lattoglobulina), piatti a base di pesce e albume d'uovo.

I sintomi dello shock anafilattico infantile

I sintomi dello shock anafilattico nei bambini sono correlati a come si sviluppa la malattia. In primo luogo, l'allergene entra nel corpo. In caso di contatto con la pelle, prurito, gonfiore, ecc. Se la malattia si sviluppa a causa del prodotto, iniziano i sintomi corrispondenti. Ci sono diverse manifestazioni della malattia:

Segni di ansia, paura.

Mal di testa che pulsa la natura.

Intorpidimento delle labbra e dei muscoli facciali.

Violazione del tratto gastrointestinale.

Costrizione al petto.

Bassa pressione sanguigna

Scarico vaginale (negli adulti).

Il polso diventa filiforme.

Se si osserva l'ultimo sintomo, c'è il rischio di morte. È necessario dare immediatamente il primo soccorso e dare vita al paziente. La morte soffocante si verifica in 5-30 minuti. Gli organi vitali si decompongono in 24-48 ore. Questi sono cambiamenti irreversibili che devono essere prevenuti immediatamente. Ci sono casi in cui la morte si verifica a seguito di cambiamenti nei reni (glomerulonefrite), che richiedono più tempo per la patologia. Inoltre, dopo molto tempo, il danno può essere diagnosticato:

tratto gastrointestinale (sanguinamento intestinale),

malattie cardiache (miocardite),

morte delle cellule cerebrali (gonfiore, emorragia)

Nella maggior parte dei casi, lo shock è bifasico. In primo luogo, vi è un miglioramento della salute e quindi una pressione arteriosa drasticamente ridotta. I pazienti che hanno subito uno shock, trascorrono almeno 12 giorni in ospedale.

Ci sono situazioni in cui i bambini possono prima notare alcune manifestazioni della malattia. Si osservano immediatamente dopo il contatto con l'allergene (orticaria, prurito, vertigini, ecc.) Sono chiamati sintomi di "ansia".

Cosa fare con lo shock anafilattico in un bambino?

Immediatamente è necessario chiamare un'ambulanza, che viene eseguita ai primi sintomi. Ciò è particolarmente importante quando si conosce in anticipo la reazione atipica all'allergene. In tal caso, il dispatcher dell'ambulanza è avvertito che deve inviare una brigata specializzata alla chiamata.

Articolo dettagliato sul tema del primo soccorso per lo shock anafilattico

Quando l'allergene è noto, il paziente deve essere isolato da lui, effettuare la profilassi: arieggiare la stanza o trattare la ferita, a seconda della sua natura. Se è un morso, viene posizionata una treccia, raffreddando qualcosa. Il paziente dovrebbe assumere una posizione orizzontale il più presto possibile.

Devi dare al tuo bambino una dose di farmaco antistaminico, seguendo le istruzioni. Dagli uno qualsiasi dei farmaci antistaminici (tavegil, suprastin, claritin). Se non sai quale medicina viene di solito data al bambino, dai ciò che è disponibile.

I bambini di Tavegil (sciroppo) di 1-3 anni non danno più di 2-2,5 ml. due volte al giorno. I pazienti da 3 a 6 non ricevono più di 5 ml e quelli che hanno dai 6 ai 12 anni hanno bisogno di 5-10 ml. Inoltre, tra i 6 ei 12 anni, le pillole possono essere somministrate - una metà due volte al giorno, agli adolescenti e agli adulti viene somministrata un'intera compressa.

Sovrastin per coloro che hanno 1-12 mesi viene somministrato 5 mg (0,25 ml), all'età di 2-6 anni, la dose aumenta a 10 mg (0,5 ml), mentre i pazienti di 7-14 anni hanno bisogno di 10-20 mg (0,5-1 ml). La dimensione di una dose quotidiana non deve superare 2 mg / kg.

Il prossimo è osservare il bambino. Assicurati di misurare regolarmente gli indicatori di polso e pressione, frequenza e ritmo della respirazione.

È necessario ricordare l'ora esatta dell'inizio dello shock anafilattico e riferirlo al medico. È necessario dire il più precisamente possibile quando sono iniziate le manifestazioni dello stato del disturbo e menzionare i nomi del medicinale che è stato dato al paziente prima dell'arrivo dello specialista.

Come trattare lo shock anafilattico nei bambini?

Quando viene diagnosticato uno shock anafilattico, il bambino ha urgente bisogno di un'iniezione di adrenalina. Questo aiuterà ad alleviare le allergie. In genere, i pazienti che soffrono di tali attacchi sono ben consapevoli del loro problema. Raramente un bambino può usare da solo la medicina necessaria.

Nel caso in cui si verifichi una reazione per la prima volta, è necessario chiamare immediatamente un'ambulanza. Prima del loro arrivo è necessario raggiungere la pervietà delle vie aeree. È necessario eliminare il muco e il vomito dalla cavità orale, per prevenire la retrazione della lingua. Se la vittima è cosciente, non puoi mostrargli la tua ansia. Il tono dovrebbe rimanere uniforme. Se l'accesso è un inalatore di aerosol, deve essere applicato. Allevia un attacco di asma bronchiale, una pillola ormone corticosteroide (prednisone, desametasone) aiuterà anche. Ciò contribuirà ad alleviare i sintomi dello shock e, quindi, attendere l'arrivo dei medici.

Il bambino è immediatamente sdraiato, con gli arti sollevati. Quindi il fluido dalla pompa cardiaca non perde. Quando possibile, utilizzare una maschera per ossigenoterapia da due a quattro litri per un minuto.

L'adrenalina nella forma intramuscolare o sottocutanea è il primo passo del trattamento di emergenza. A seconda delle condizioni di assistenza, vengono utilizzate diverse forme di farmaco - iniezioni standard in fiale, somministrazione endovenosa, ecc. Dopo il trattamento ospedaliero, è necessario eliminare il pericolo di contatto con gli allergeni.

Autore dell'articolo: Alekseeva Maria Yurievna, medico di medicina generale

Ciao, cari lettori! Oggi vi parleremo di cos'è lo shock anafilattico nei bambini e di quanto sia pericoloso.

Insieme a voi capiremo le cause del suo verificarsi, impareremo a conoscere i sintomi e impareremo come fornire assistenza di emergenza per questo fenomeno.

Che cosa causa lo sviluppo di anafilassi in un bambino

Molto spesso, l'anafilassi nei bambini si sviluppa sotto l'effetto di droghe a contrasto e chimiche. La reazione è dovuta alla debolezza del sistema immunitario e del tratto digestivo.

Meno comunemente, lo shock indica la presenza di allergie alimentari o una puntura d'insetto. Ci sono casi di malattia dal freddo.

Qualsiasi farmaco può aumentare la sensibilità del corpo agli effetti di uno stimolo e causare uno shock anafilattico in un bambino.

Antibiotici - il primo nella lista di quei farmaci che provocano una reazione. Anche la dose più piccola e ammissibile provoca una violenta reazione del corpo.

L'introduzione di proteine ​​di siero di latte o vaccini nel corpo di un bambino può provocare una reazione negativa.

E il loro uso ripetuto provoca gravi shock anafilattici. Le madri che, mentre trasportano un bambino o l'allattamento al seno, assumono medicinali gravi, questa azione aumenta il rischio di sviluppare un'allergia nel loro bambino.

La reazione del bambino può verificarsi alla prima interazione con l'allergene. In questo caso, non importa quale dose è entrata nel corpo.

Un ruolo importante nel verificarsi dell'anafilassi è giocato dalla predisposizione genetica e dallo stato del sistema immunitario.

Lo shock delle allergie alimentari è piuttosto raro. Si verifica nei bambini con intolleranza a determinati alimenti, come albume d'uovo, latte o pesce.

Segnali di malattia nel tuo bambino

Quando si verifica uno shock anafilattico nei bambini, i sintomi possono manifestarsi come ansia, dolore alla testa e al collo, perdita di equilibrio.

Segni ausiliari di una reazione acuta:

  • pallore della pelle sul viso;
  • bassa pressione sanguigna;
  • tinnito;
  • sudorazione eccessiva;
  • perdita di coscienza

A volte accompagnato da orticaria. C'è dolore all'addome, respiro rapido e difficile, una sensazione che precede il vomito, la diarrea. Non viene esclusa la schiuma dalla bocca e la contrazione parossistica dei muscoli.

Svenire con anafilassi può causare la morte nella prossima mezz'ora. E in violazione delle funzioni degli organi vitali entro 24-48 ore.

Abbastanza spesso lo stato di shock è accompagnato da bifasico. Dopo che le condizioni del paziente migliorano, la pressione sanguigna scende di nuovo.

Esistono diversi tipi di anafilassi. Dipendono da quali organi hanno sofferto di più. Il primo è una forma tipica.

Quando diminuisce la pressione sanguigna, c'è un disturbo di coscienza, prurito, mancanza di respiro e crampi.

La forma emodinamica comporta disturbi del sistema cardiovascolare. Si osservano sintomi come una diminuzione della pressione, dolore al petto e suoni cardiaci sordi.

L'asfissia ha la seguente clinica: gonfiore della parte superiore della gola respiratoria, broncospasmo, edema polmonare. Lo sviluppo di shock a causa di allergie alimentari.

Molto meno spesso si verifica un tipo cerebrale di reazione allergica acuta. Tocca il sistema nervoso centrale.

È caratterizzato da una condizione agitata del paziente, convulsioni epilettiche, convulsioni, respirazione e il cuore spesso si ferma.

La clinica dell'addome "acuto" si riferisce all'anafilassi addominale. Il paziente viene consegnato urgentemente al tavolo operatorio. Con questo tipo di shock anafilattico nei bambini, l'assistenza di emergenza è una misura estremamente importante.

Diagnostichiamo la reazione d'urto

Le misure diagnostiche si basano sulle condizioni generali del bambino. Nella maggior parte dei casi, non c'è tempo per una storia e una ricerca complete.

Il medico è respinto dalle condizioni generali del paziente. La condizione grave del bambino indica la penetrazione nel corpo di un allergene pericoloso.

Non appena il bambino diventa più facile, è necessario iniziare a determinare il tipo del fattore provocante.

Come aiutare il tuo bambino con l'anafilassi

Cosa fare in caso di shock anafilattico in un bambino e come dare il primo soccorso? Questa domanda riguarda principalmente i genitori che sono nei guai.

Ai primi sintomi di anafilassi, è richiesta assistenza di emergenza.

Il primo passo è smettere di entrare nel farmaco, che ha causato una reazione negativa. Il posto sopra l'iniezione o il morso dovrebbe essere legato con una corda.

Nell'area del morso o dell'iniezione, inserire una soluzione allo 0,1% di adrenalina. La dose dipende dall'età del bambino. Per un anno di vita un bambino ha 0,1 ml di sostanza. Su questa area devi mettere un oggetto freddo.

Immettere immediatamente uno di questi farmaci: idrocortisone, prednisone o dexazone. È necessario come l'ormone della corteccia surrenale.

Qualsiasi istituzione medica ha kit anti-shock nel suo arsenale. Quindi, dato che la vita del bambino dipende dall'eliminazione dello shock.

Se non c'è un centro medico nelle vicinanze, il paziente deve essere sistemato e le sue gambe sollevate. Di conseguenza, abbassare leggermente la testa e girare di lato in modo che la vittima non ingerisca il vomito.

Misura obbligatoria: fornire al bambino un'aria calda e fresca.

Nel caso in cui i farmaci sono impotenti, è necessario tenere un certo numero di eventi importanti.

Questi includono l'introduzione di un tubo endotracheale nella trachea, mantenendo la circolazione dell'aria attraverso i polmoni con l'aiuto della respirazione artificiale e della rianimazione.

La prognosi dipende dalla rapida fornitura di cure mediche e dalla forma di anafilassi. Con l'algoritmo corretto di azione con la malattia è molto più facile da gestire.

Ma vale la pena ricordare che non vale la pena affidarsi a un indicatore come l'aumento della pressione. È necessario fornire misure anti-shock fino al ripristino della circolazione sanguigna.

Prevenire una possibile reazione negativa

Per prevenire lo sviluppo di una reazione negativa del corpo è molto difficile. La nomina di farmaci antigenici dovrebbe essere accompagnata da una grande cura.

Se il bambino ha una reazione alla penicillina, l'uso di droghe in questa categoria è severamente proibito.

Ogni genitore deve sapere che i bambini con allergie ereditarie devono seguire una dieta speciale. Durante il periodo di alimentazione, ogni nuovo prodotto dovrebbe essere introdotto non più di una volta alla settimana.

In presenza di allergie fredde, i bambini non sono autorizzati a nuotare in acqua fredda e rimanere a lungo in strada in inverno.

Se tuo figlio ha l'anafilassi da una puntura d'insetto, la prevenzione necessaria sarà quella di limitare il bambino dall'accumulo di piante da fiore e dall'apiario.

Così come la protezione di finestre e prese d'aria con zanzariere speciali.

Se c'è un'allergia in casa, ci dovrebbe sempre essere un mezzo nel kit di pronto soccorso per alleviare i sintomi acuti.

Questi includono siringhe, farmaci antishock e antistaminici per aiutare il bambino con shock anafilattico.

È possibile interrompere parzialmente l'attacco da soli, in parallelo si consiglia di chiamare un'ambulanza.

Popolarmente Sulle Allergie