In questo articolo, puoi leggere le istruzioni per l'uso del farmaco Laktazar. Recensioni presentate dei visitatori del sito - i consumatori di questa medicina, nonché le opinioni degli specialisti medici sull'uso di Laktazar nella loro pratica Una grande richiesta per aggiungere il vostro feedback sul farmaco più attivamente: il medicinale ha aiutato o non ha aiutato a sbarazzarsi della malattia, quali complicazioni ed effetti collaterali sono stati osservati, che potrebbero non essere stati dichiarati dal produttore nell'annotazione. Analoghi di Laktazar alla presenza degli analoghi strutturali disponibili. Uso per il trattamento di coliche, diarrea in caso di intolleranza al latte e prodotti lattiero-caseari nella carenza di lattasi negli adulti, nei bambini (compresi neonati e neonati), così come durante la gravidanza e l'allattamento. La composizione del farmaco.

Lactazar è raccomandato come integratore alimentare (BAA) per il cibo - una fonte dell'enzima lattasi.

Il latte (compreso il seno), oltre a vari componenti essenziali, è una fonte di lattosio (zucchero del latte).

  • fonte di energia, perché l'80-85% di tutti i carboidrati nel latte materno è lattosio;
  • un elemento importante per lo sviluppo del sistema nervoso e degli organi visivi;
  • la digestione completa del lattosio supporta la normale microflora intestinale.

Spesso il corpo umano (compresi neonati e neonati) non può assorbire completamente il lattosio benefico. Nei pazienti adulti, circa il 25% delle persone nella popolazione non ha la giusta quantità di enzima lattasi per abbattere il lattosio nel latte e nei prodotti lattiero-caseari.

Nei bambini, gli intestini immaturi si adattano solo a un nuovo tipo di cibo. Esiste una graduale maturazione dei sistemi enzimatici. Uno degli enzimi chiave è la lattasi, che aiuta il bambino ad assorbire il lattosio dal latte materno.

Cosa succede nell'intestino?

Quando si verifica un deficit di lattasi, un complesso di sintomi caratteristici sotto forma di coliche, gonfiore e feci instabili nella maggior parte dei pazienti associati al consumo di latte e prodotti lattiero-caseari. Il lattosio, digerito in modo incompleto, entra nell'intestino crasso, dove inizia a fermentare con una maggiore formazione di gas e contribuisce allo sviluppo di diarrea e disbiosi. I gas accumulati gonfiano parti dell'intestino, provocando coliche e gonfiore nel paziente. Con deficit di lattasi a lungo termine nei bambini, ci possono essere instabili feci giallo-verde con un odore acido.

L'insorgenza di un deficit enzimatico deriva dall'immaturità dei sistemi enzimatici nei neonati e nei neonati, nelle malattie intestinali croniche, nelle malattie infettive dell'intestino durante il successivo recupero.

Spesso, i pazienti adulti, così come i genitori di bambini piccoli, cercano di curare coliche con farmaci che riducono la formazione di gas o colonizzano l'intestino con microflora normale. Tuttavia, questi fondi non sono in grado di influenzare la frequente causa di coliche con una carenza di lattasi. In questi casi, per risolvere questi problemi fin dai primi giorni di vita, è possibile applicare il rimedio naturale Lactazar, che compensa la deficienza naturale della lattasi e aiuta il corpo ad assimilare correttamente latte e latticini e il lattosio in essi contenuto.

struttura

Enzima lattasi naturale + eccipienti.

testimonianza

  • disagio nell'intestino, aumento della formazione di gas (coliche), feci instabili (diarrea o diarrea, stitichezza) associate ad alterato assorbimento del lattosio;
  • deficit temporaneo di lattasi associato a insufficiente maturità del sistema digestivo;
  • carenza di lattasi geneticamente indotta;
  • con malattie intestinali (disbatteriosi, infezioni batteriche e virali, infezione da parassiti).

Forme di rilascio

Capsule 550 mg (per adulti e bambini sopra i 7 anni).

Capsule 150 mg (per neonati e neonati di età inferiore ai 5 anni).

Istruzioni per l'uso e schema di utilizzo

Lactazar per i bambini (capsule da 150 mg)

Il numero di capsule è determinato al tasso di 1 capsula di Lactazar per 100 ml di latte o miscela di latte.

Bambini in allattamento: il contenuto della capsula (polvere) viene aggiunto a 5-10 ml di latte espresso e mescolato accuratamente. La temperatura della miscela non deve superare +37 gradi Celsius.

Dopo pochi minuti, il composto viene dato al bambino da un cucchiaio o da una bottiglia, dopo che è stato aggiunto al volume richiesto, calcolato per età.

Per i bambini allattati artificialmente: il contenuto della capsula Laktazar viene aggiunto alla porzione della miscela calda già preparata, mescolata accuratamente e inizia a nutrirsi in pochi minuti.

  1. Lactazar deve essere usato in ogni latte che si nutre, senza perdere una dose.
  2. Lactazar può essere utilizzato senza previa fermentazione del latte. E questo rende la vita molto più facile per la mamma (non c'è bisogno di decantare e aspettare), specialmente quando ci si nutre di notte o su richiesta.
  3. Lactazar agisce solo sui carboidrati del latte che viene nutrito dal bambino.
  4. I bambini di età inferiore ai 5 anni dovrebbero ricevere solo il contenuto della capsula senza guscio gelatinoso. A partire da 5 anni in su, Lactazar può essere assunto sia come polvere aggiunta agli alimenti che contengono lattosio e sotto forma di capsule.

Lactazar per adulti (capsule da 550 mg)

Dentro 1 capsula quando prende il latte o il cibo che contiene latticini o lattosio carboidrato (prodotti a base di latte fermentato, yogurt, fiocchi di latte, dessert, gelato, formaggio, burro). Puoi anche aprire la capsula e aggiungere il suo contenuto al cibo o al latte.

La quantità raccomandata è di 1 capsula quando si assumono latte o alimenti contenenti latte, latticini o carboidrato lattosio.

Effetti collaterali

Controindicazioni

  • intolleranza a uno qualsiasi dei componenti dello strumento.

Utilizzare durante la gravidanza e l'allattamento

Usare nei bambini

È permesso usare Lactazar nei bambini, compresi neonati e neonati, secondo il regime di dosaggio e le regole di ammissione sopra indicate.

Istruzioni speciali

La durata è di 24 mesi dalla data di produzione a temperature non superiori a 25 gradi Celsius nella confezione originale.

Non conservare dopo la cottura per il cibo.

Interazione farmacologica

Analoghi della droga Lactazar

Analoghi strutturali della sostanza attiva:

  • Alphamalt lattasi 125;
  • Lattasi BabyDoc, gocce per i bambini;
  • Lattasi 3500;
  • Lattasi DS;
  • Lattasi bambino;
  • Capsula di lattasi 3500 UI;
  • Enzima lattasi;
  • Enzima lattasi PIRKKA;
  • Enzyme Lactase.

Analoghi sull'effetto terapeutico (mezzi per il trattamento del deficit di lattasi):

  • NAN senza lattosio;
  • Avelox;
  • Akkuzid;
  • Akkupro;
  • Alphamalt lattasi 125;
  • Lattasi BabyDoc, gocce per i bambini;
  • Lattasi 3500;
  • Lattasi DS;
  • Lattasi bambino;
  • Capsula di lattasi 3500 UI;
  • Enzima lattasi;
  • Enzima lattasi PIRKKA;
  • Biocomplesso di Normoflorin B;
  • Biocomplesso di Normoflorin D;
  • Normoflorin L biocomplex;
  • Enzyme Lactase.

La vita di un bambino con deficit di lattasi. Raccomandazioni del medico per i genitori

Il lattosio è molto importante per la normale salute e lo sviluppo dei bambini. Fornisce circa il 40% del fabbisogno energetico del bambino, aiuta ad assorbire calcio e ferro, inibisce i batteri patogeni nell'intestino e svolge un ruolo importante nello sviluppo del sistema nervoso centrale. E il lattosio è lo zucchero principale che si trova nel latte e nei prodotti lattiero-caseari. La lattasi è un enzima necessario per digerire il lattosio. Questo è il motivo per cui la mancanza di lattasi nei bambini solleva molte domande dai loro genitori. Dopo tutto, i prodotti alimentari di base dei bambini in qualche modo contengono questo zucchero.

Il meccanismo di sviluppo del deficit di lattasi

Il lattosio è un disaccaride, uno zucchero costituito da due molecole semplici, glucosio e galattosio. Perché questo zucchero venga assorbito, deve essere diviso in componenti semplici dall'enzima lattasi. Questo enzima "vive" nelle pieghe della mucosa dell'intestino tenue.

Nei bambini con deficit di lattasi, il corpo non può produrre una quantità sufficiente di lattasi, il che significa che non è possibile digerire e assorbire lo zucchero contenuto nel latte e nei suoi derivati.

Qual è il deficit di lattasi?

Ci sono due tipi di deficit di lattasi.

Vari fattori causano una carenza di lattasi alla base di ciascun tipo.

  • Il deficit primario di lattasi è una diagnosi insolitamente rara quando i bambini hanno una totale assenza dell'enzima lattasi fin dalla nascita. La carenza primaria di lattasi nei neonati si manifesta sotto forma di grave diarrea quando si alimenta con il latte materno o la miscela abituale, che richiede la selezione di cibo speciale. Questa è una malattia genetica ereditata lungo il percorso recessivo dell'ereditarietà. Affinché i sintomi della carenza di lattasi si sviluppino, il bambino deve ricevere un gene della malattia da ciascun genitore;
  • il deficit secondario di lattasi è un'intolleranza temporanea. Poiché l'enzima lattasi viene prodotto nei villi dell'intestino tenue, tutto ciò che danneggia il rivestimento può causare un deficit secondario di lattasi. Anche un piccolo danno alle mucose può cancellare questi villi e ridurre la produzione di enzimi. I bambini hanno la diarrea mentre consumano prodotti contenenti lattosio, oltre a nausea e vomito. Rotavirus e giardiasi sono due infezioni associate al deficit transitorio di lattasi. Tuttavia, qualsiasi altra gastroenterite virale e batterica può causare un deficit di lattasi.

La celiachia è una malattia dell'apparato digerente che causa danni all'intestino tenue quando assume il glutine (proteine ​​vegetali), causando una temporanea penuria di lattasi. I bambini affetti da celiachia possono consumare prodotti contenenti lattosio solo quando la membrana intestinale guarisce dopo aver seguito una dieta rigorosamente priva di glutine.

La malattia di Crohn è una malattia infiammatoria intestinale che causa anche deficit di lattasi. Se la malattia viene adeguatamente trattata, la condizione migliora.

L'allergia al latte vaccino è spesso confusa con il deficit di lattasi e molte persone pensano che sia lo stesso. Questo non è il caso. La confusione deriva dal fatto che le proteine ​​del latte e il lattosio sono insieme, cioè entrambi sono contenuti nei prodotti lattiero-caseari. Poiché l'allergia o l'intolleranza al latte di mucca possono causare un deficit secondario di lattasi, possono essere combinati, il che crea ancora più confusione.

Il sovraccarico di lattosio può essere simile al deficit di lattasi e viene spesso scambiato per esso. Questo fenomeno si osserva nei bambini che consumano grandi quantità di latte materno quando la madre ne ha in eccesso. Il bambino ha più di 10 urinazioni al giorno, movimenti intestinali ripetuti durante il giorno e grandi aumenti di peso. Le feci si sono allentate di verde, come nel caso del deficit di lattasi. Questo di solito si verifica nei bambini fino a 3 mesi.

Il lattosio, che raggiunge l'intestino inferiore, "tira" l'acqua addizionale nel lume intestinale e viene fermentato dai batteri, causando gas e feci acide.

La dissoluzione di gas e liquidi provoca dolore all'addome e il bambino ha un comportamento simile alla fame (vuole succhiare, agitare, stringere le gambe, urlare).

Perché mamma pensa che il bambino abbia ancora fame, lei dà un seno. Dopotutto, a volte questo è l'unico modo per calmare il bambino.

Sfortunatamente, l'alimentazione supplementare accelera la peristalsi e porta a un accumulo ancora maggiore di gas e liquidi.

Molte madri i cui bambini hanno questo problema si raccomandano di cambiare la procedura di alimentazione.

Questo di solito è necessario solo per un breve periodo. L'obiettivo è di rallentare la velocità con cui il latte va al bambino "nutrendosi" di un seno per nutrirsi o di "bloccare l'alimentazione".

Aiuta a rallentare il sistema digestivo. Durante l'alimentazione del blocco, assicurarsi che l'altro seno non sia eccessivamente riempito. Quando i sintomi del bambino scompaiono, la madre può tornare a una normale procedura di allattamento al seno e dare cibo in accordo con i bisogni.

sintomi

La fermentazione del lattosio nell'intestino crasso da parte della flora intestinale porta alla formazione di anidride carbonica e idrogeno, nonché di alcuni prodotti che hanno un effetto lassativo.

Cinque sintomi a cui dovresti prestare attenzione:

  • sgabelli e gas sciolti;
  • diarrea liquida con gas;
  • gonfiore, flatulenza, nausea;
  • eruzioni cutanee e raffreddori frequenti;
  • dolore addominale e crampi.

Oltre ai sintomi e al disagio associati a questa condizione, il deficit di lattasi nei bambini non costituisce un disturbo minaccioso con complicanze a lungo termine - suggerisce semplicemente uno stile di vita alterato.

Diagnosi del deficit di lattasi

Se il bambino presenta sintomi di deficit di lattasi, il medico consiglierà di passare a una dieta priva di lattosio per vedere se i sintomi scompaiono. Se i sintomi scompaiono, allora il bambino ha un deficit di lattasi.

Viene prelevato un campione delle feci per confermare la diagnosi. Alti livelli di acetato e altri acidi grassi nelle feci sono segni di un deficit di lattasi.

trattamento

Il trattamento specifico per il deficit di lattasi sarà determinato dal medico in base a:

  • età del bambino, salute generale e storia medica;
  • l'estensione della malattia;
  • tolleranza del bambino a specifici farmaci, terapie o procedure.

Sebbene non vi sia alcun trattamento per migliorare la capacità del corpo di produrre lattasi, i sintomi causati da una carenza di questo enzima sono controllati dalla dieta. Inoltre, gli enzimi lattasi da banco possono essere suggeriti da un medico.

Per legge, i prodotti contenenti ingredienti lattiero-caseari (o altri allergeni comuni) dovrebbero essere chiaramente indicati come tali. Questo dovrebbe rendere più facile il tuo compito.

Guarda come reagisce tuo figlio. Alcuni bambini carenti di lattasi possono digerire del latte, mentre altri sono molto sensibili anche a quantità minime.

Ad esempio, alcuni formaggi hanno un contenuto di lattosio inferiore rispetto ad altri, quindi sono più facili da digerire. E la cultura dello yogurt vivente è solitamente più facile da digerire del latte, perché i batteri sani contenuti nei prodotti a base di latte fermentato aiutano il corpo a produrre lattasi.

Annullare i bambini allattati al seno in favore di una formula senza lattosio non è una soluzione. La soluzione per un bambino con deficit secondario di lattasi non è quella di interrompere l'allattamento al seno o passare a una miscela priva di lattosio.

Queste miscele dovrebbero essere raccomandate solo se il bambino è già in nutrizione artificiale o se ci sono preoccupazioni sulla sua crescita. La via d'uscita è scoprire cosa ha causato il deficit secondario di lattasi e affrontarlo. Il latte materno aiuta l'intestino a riprendersi.

Pertanto, se c'è un fattore che irrita l'intestino, si consiglia di continuare l'allattamento al seno. Quando la causa del fallimento viene identificata ed eliminata, l'intestino guarisce e l'insuccesso scompare.

Ad esempio, se la causa del deficit secondario di lattasi durante l'allattamento al seno esclusivo è l'allergia alle proteine ​​del latte vaccino e la madre lo elimina dalla sua dieta, i sintomi nel bambino scompariranno.

Se il bambino è molto sensibile, dovresti eliminare tutte le fonti di lattosio dalla dieta. In caso contrario, puoi dargli una piccola quantità di prodotti caseari selezionati. Sarà più facile trasportarli se il bambino mangia tali alimenti insieme ad altri prodotti.

Altre sostanze nutritive di cui hai bisogno per preoccuparti di entrare nel tuo corpo sono le vitamine A e D, la riboflavina e il fosforo. Prodotti lattiero-caseari senza lattosio sono ora disponibili in molti negozi di alimentari. Hanno tutti i nutrienti dei normali prodotti caseari.

Il deficit di lattasi è stato riconosciuto come un problema comune in molti bambini in tutto il mondo. E anche se raramente mette in pericolo la vita, i sintomi della carenza di lattasi portano a un significativo disagio, una ridotta qualità della vita. Il trattamento è relativamente semplice e mira a ridurre o eliminare la sostanza provocante.

Questo può essere fatto escludendo il lattosio dalla dieta o il pretrattamento con l'enzima lattosio. Il calcio deve essere fornito con prodotti alimentari alternativi non caseari o assunto come integratore alimentare.

Formula senza lattosio per nutrire i bambini piccoli

Le miscele prive di lattosio sono utilizzate come sostituti del latte materno o della formula convenzionale nei bambini con intolleranza allo zucchero contenuto nel latte - lattosio. Una condizione simile è congenita o acquisita sullo sfondo di patologie acute e croniche del corpo del bambino. Un'ampia selezione di miscele senza lattosio consente di nutrire il bambino senza perdite nutrizionali e di energia.

La rottura del lattosio avviene sotto l'azione dell'enzima lattasi. La sua attività massima cade in media nei primi 2 anni di vita di un bambino, e quindi il livello diminuisce gradualmente per ragioni naturali.

Molte persone, dopo aver maturato, perdono la capacità di assorbire normalmente latte e alcuni prodotti caseari a causa della deficienza fisiologica della lattasi nel corpo.

In alcuni casi, i neonati hanno una carenza o completa assenza di lattasi. Contenuta nel latte materno o nella pappa in forma immutata di zucchero del latte entra nel colon, dove la microflora locale inizia ad agire su di essa. Si stanno sviluppando processi di fermentazione con rilascio di idrogeno, metano, anidride carbonica. Dopo ogni poppata il bambino soffre di gravi coliche intestinali, gonfiore, diarrea abbondante, nei casi gravi - vomito.

A volte un bambino sviluppa un deficit secondario di lattasi a causa dell'infiammazione dell'intestino tenue di origine infettiva. Nei bambini dei primi anni di vita, l'intolleranza al lattosio si sviluppa dopo un'infezione da rotavirus, che ha un forte effetto dannoso sulle cellule intestinali.

In età avanzata, le seguenti sono le cause del deficit secondario di lattasi:

  • allergia alle proteine ​​del latte vaccino;
  • Giardiasi e altre infezioni parassitarie;
  • malattie croniche del colon (morbo di Crohn, UC - colite ulcerosa non specifica).

Nella pratica pediatrica, il deficit secondario di lattasi è più comune, ma dal punto di vista dei meccanismi di sviluppo, la differenza tra queste forme è insignificante e non influenza ulteriori misure terapeutiche.

Sintomi di deficit di lattasi in un bambino:

  1. 1. Attacchi di coliche intestinali subito dopo l'allattamento o nella seconda metà della giornata, della durata di almeno 3 ore.
  2. 2. Frequenti feci gialle schiumose liquide con un odore acre.
  3. 3. Ansia del bambino durante l'uso del latte con un buon appetito.
  4. 4. Aumento di peso insufficiente.

La deficienza di lattasi nei bambini del primo anno di vita viene corretta sostituendo i prodotti convenzionali con quelli a bassa e senza lattosio. A seconda della composizione, ci sono 3 tipi di miscele senza lattosio: a base di proteine ​​del latte, soia, proteine ​​del latte vaccino idrolizzato.

Nella maggior parte di questi prodotti a base di proteine ​​del latte, quest'ultima è rappresentata dalla caseina, il lattosio è completamente escluso e le maltodestrine, che sono facilmente assorbite e assorbite, agiscono positivamente sulla microflora intestinale, particolarmente preziosa per il rotavirus e le infezioni intestinali, sono una fonte di carboidrati. L'elenco di tali miscele senza lattosio:

  • NAS senza lattosio;
  • Nutrilak senza lattosio;
  • Nutrilon premium senza lattosio;
  • Bellakt senza lattosio.

I mix di soia sono fatti sulla base di proteine ​​di soia. A causa del valore nutrizionale relativamente basso delle proteine ​​vegetali, i produttori hanno aumentato il loro contenuto totale nei prodotti a 18-20 g / l. La quantità di vitamine e di microelementi aumenta anche rispetto alle miscele a base di proteine ​​del latte. Aggiunti aminoacidi taurina, metionina, triptofano. I carboidrati sono sostituiti da destrina maltosio e saccarosio. Miscele a base di soia:

  • Enfamil lattofry;
  • Nutrilak soy;
  • Soia NAS;
  • Frisosoy.

Le miscele a base di proteine ​​di soia sono controindicate nei bambini di età inferiore ai sei mesi.

Miscele a base di idrolizzato di proteine ​​del latte

Spesso il deficit di lattasi è combinato con allergie alimentari sotto forma di intolleranza alle proteine ​​del latte vaccino. In questi casi vengono utilizzate miscele a base di idrolizzato di proteine ​​del latte vaccino, le cui indicazioni per l'uso sono l'aumento di peso ridotto, il ritardo dello sviluppo fisico e la diarrea a lungo termine. Questi includono:

Carenza di lattasi nei bambini: cause, sintomi, trattamento

Cosa succede se il bambino non tollera il latte materno? È possibile rifiutare l'allattamento al seno? O c'è una via d'uscita?

Il deficit di lattasi (intolleranza al lattosio) è una malattia il cui sintomo principale è l'assorbimento alterato dei prodotti caseari. La malattia viene diagnosticata fin dai primi mesi di vita, perché a questa età il latte materno è l'alimento base del bambino. Va ricordato che la gravità dei sintomi aumenta con l'aumento della quantità di latte consumato. L'intolleranza al lattosio può verificarsi anche tra gli adulti.

La lattasi è un enzima sintetizzato dalle cellule enterocitarie intestinali. La funzione principale di questo enzima è la rottura del lattosio, il composto principale di qualsiasi latte. La lattasi, scindendo il lattosio, la trasforma in uno zucchero a struttura più semplice: glucosio e galattosio, che vengono poi assorbiti attraverso la parete intestinale. Se la lattasi non è sufficiente, o non lo è affatto, allora il lattosio nell'intestino non si rompe. Contribuisce all'accumulo di acqua in esso e allo sviluppo della diarrea - feci molli.

Il deficit di lattasi può essere primario e secondario.

In caso di insufficienza primaria, la lattasi viene escreta in quantità sufficiente dalle cellule intestinali sane, ma l'attività enzimatica è ridotta, quindi il lattosio rimane non digerito. Il deficit primario di lattasi, in cui la produzione di un enzima è compromessa, è molto raro. C'è un cosiddetto deficit transitorio di lattasi. È caratteristico di bambini prematuri e di termine, ma immaturi. Ciò è spiegato dal fatto che l'elevata attività dell'enzima è necessaria solo al momento della consegna, quindi, iniziando a crescere da 34 settimane di gestazione, l'attività della lattasi raggiunge un massimo a 37-39 settimane. È per questo motivo che un bambino prematuro può essere intollerante al lattosio, che, essendo transitorio, passa nel tempo.

Il deficit di lattasi secondaria si verifica quando il danno degli enterociti, che è caratterizzato da ridotta secrezione di lattasi. Molto spesso, un malfunzionamento delle cellule è causato da vari tipi di infiammazione a livello intestinale (compresa quella allergica).

Sintomi di deficit di lattasi

  1. Feci liquide, giallastre, schiumose e maleodoranti, che possono essere frequenti (fino a 8-10 volte al giorno) o rare. La sedia sembra pasta di lievito. Dopo essersi sistemato in un contenitore di vetro, la separazione della sedia in due frazioni è evidente: liquida e densa. Ricorda: quando si usano i pannolini, la parte liquida viene assorbita e la violazione della sedia può essere trascurata!
  2. Ansia durante o dopo l'allattamento.
  3. Gonfiore, colica.
  4. Un bambino guadagna poco peso o addirittura lo perde.

Un bambino con deficit di lattasi ha solitamente un buon appetito. Spesso, inizia a succhiare avidamente, ma dopo un po 'gli getta il petto, preme le gambe e lo stomaco e inizia a piangere.

Poiché i sintomi dell'intolleranza al lattosio aumentano all'aumentare della quantità di latte consumata, la malattia potrebbe non manifestarsi sin dalle prime settimane di vita. Poi c'è gonfiore e aumento della formazione di gas, poi - dolore addominale e, infine, feci molli.

I suddetti sintomi sono caratteristici del deficit primario di lattasi. Con l'intolleranza al lattosio secondaria, questi sintomi sono completati dalla presenza nelle feci di una grande quantità di muco, verde, grumi non digeriti di cibo possono essere presenti.

Diagnosi del deficit di lattasi

  1. Determinare la quantità di carboidrati nelle feci. Questo è il metodo più economico, rapido ed economico per la determinazione dei carboidrati nelle feci. Ma questa analisi non è specifica, perché non parla delle cause della malattia e, secondo i risultati di questo metodo di ricerca, non si può nemmeno dire quale carboidrato non sia tollerato da un bambino. Ma dal momento che i bambini piccoli che conducono questo studio, usano spesso solo latte materno, è possibile dire con un alto grado di certezza che hanno intolleranza al lattosio. La norma del contenuto di carboidrati nelle feci di un bambino di età inferiore a 1 anno è 0 - 0,25%. Le deviazioni dalla norma sono considerate insignificanti se il contenuto di carboidrati varia tra 0,3 - 0,5%, con una media di 0,6 - 1,0% e significativo - superiore all'1%.
  2. Determinazione dell'attività della lattasi in un frammento della membrana mucosa dell'intestino tenue (biopsia) è il "gold standard" per diagnosticare l'intolleranza al lattosio. Tuttavia, questo metodo viene eseguito più per la diagnosi differenziale con altre malattie che come metodo di ricerca di routine.
  3. Lo studio delle feci per la disbiosi.
  4. Se sospetti allergie - un esame del sangue per anticorpi specifici.

Principi di trattamento

L'intolleranza al lattosio non è un motivo per rifiutare l'allattamento al seno. Puoi continuare ad allattare il bambino e i preparati enzimatici per lattasi (ad esempio Lattasi Enzyme, Lattase Baby) ti aiuteranno ad affrontare il lattosio, che dovrebbe essere assunto ad ogni poppata. Le dosi della medicina sono scelte dal dottore singolarmente in ogni caso. A poco a poco, mentre i sistemi enzimatici del bambino maturano, il dosaggio diminuisce. Ecco le regole di base per l'uso dei preparati enzimatici della lattasi:

  1. Setacciare 10-15 ml di latte.
  2. Versare la quantità di lattasi (o enzima lattasi) prescritto dal medico nel latte espresso. Lattasi Baby si dissolve facilmente e l'enzima lattasi è più difficile.
  3. Lasciare in posa 3-5 minuti per la fermentazione. In questo momento, tutti i carboidrati contenuti nel latte frontale sono suddivisi.
  4. Iniziare l'alimentazione da questa parte del latte fermentato con Lactase Baby (o enzima lattasi).
  5. Continua a mangiare come al solito.
  6. Applicare ad ogni alimentazione.

Ci è stato diagnosticato un fallimento a 3 mesi, ma non intendevamo rinunciare a GW: questa è la cosa migliore che una madre possa dare a un bambino nel primo anno di vita. Comprarono un tiralatte, il latte fu decantato e aggiunse Laktazu Bakzdrav, l'enzima, per diverse ore fu necessario che il latte diventasse privo di lattosio. È difficile, un sacco di problemi, ma non è per molto. All'età di 6 mesi ha iniziato ad attirare attivamente, sostituendo gradualmente un'alimentazione alla volta. Già fatto latte vaccino senza lattosio, aggiunto l'enzima, insieme a un antipasto, per fare lo yogurt e ryazhenka. Credimi, questa non è una frase, io sono milioni che vivono con una diagnosi del genere!

Marina, ciao, ma da quanto ha mangiato il bambino e quale dosaggio è stato aggiunto al latte?

Lattasi bambino

Baby drug Lactase Baby è stato prescritto come integratore alimentare per i bambini che soffrono di insufficiente assorbimento di zucchero nel latte (lattosio). È possibile prendere il rimedio, se dopo l'alimentazione il neonato si comporta irrequieto, il suo addome è gonfio, la sedia è rotta, le eruzioni cutanee compaiono sulla pelle. La diagnosi di deficit di lattasi viene effettuata sulla base di analisi, ma il farmaco può essere utilizzato prima di ottenere risultati. Ha un effetto benefico sulla digestione dei bambini.

Lactase Baby - istruzioni per l'uso

Le capsule di lattasi fermano efficacemente i sintomi della carenza enzimatica nei bambini dopo 5 giorni di uso regolare del farmaco. Può essere somministrato ai bambini allattati al seno o alle formule del latte e ai bambini cresciuti quando usano prodotti caseari. L'uso di integratori alimentari (integratori alimentari) è possibile dal primo mese di vita del bambino. Per un bambino fino a 5 anni, si dovrebbe usare solo polvere e diluire con latte o altri liquidi, i bambini più grandi possono ingoiare la capsula intera.

Composizione e forma di rilascio

Capsule da 220 mg

Principio ingrediente attivo

Lattasi Enzima 700 U

Maltodestrina, trigliceridi a medio peso molecolare

Proprietà farmacologiche

L'enzima lattasi elabora il principale componente della nutrizione casearia nella prima infanzia - lattosio, se c'è una carenza di enzimi prodotti dal corpo del bambino. La necessità di usare e dosare la lattasi dipende dal grado di indigestione. L'enzima aggiuntivo, introdotto con un additivo attivo, può aiutare il processo di digestione o diventare il principale principio attivo se l'organismo non produce il proprio enzima.

Indicazioni per l'uso

L'elaborazione incompleta del lattosio nei bambini fino a 3-4 mesi non è una patologia, il grado della sua indigestione può variare notevolmente. Per chiarire la diagnosi, il pediatra può scrivere un referral per l'esame delle feci del bambino, ma la cosa principale è monitorare la salute e il comportamento del bambino. Distensione addominale, coliche da bambini, feci schiumose o costipazione - un motivo per andare in farmacia per vitamine e preparati enzimatici.

Dosaggio e somministrazione

L'istruzione al farmaco prescrive di prendere lattasi con ogni poppata del latticini, anche di notte. Per neonati e lattanti è possibile utilizzare solo il contenuto della capsula senza la membrana gelatinosa. Un bambino sotto i 12 mesi è sufficiente per 1 dose per 100 ml di latticini. Per i bambini da un anno a cinque anni, la quantità di un enzima digestivo intestinale viene determinata individualmente, in base alla quantità di cibo e alla quantità di latte in relazione alla porzione totale di cibo. In media, l'assunzione di lattasi nella quantità di 1-5 capsule è considerata sufficiente per migliorare la qualità della digestione.

Se, dopo 5 anni, è ancora necessaria una fonte aggiuntiva di enzima (se cancellata, si osservano sintomi di deficit di lattasi), la sua dose viene calcolata in base alla quantità di latte consumata. L'assunzione abituale è di 2-7 capsule alla volta, a seconda della quantità di alimentazione. Puoi continuare a bere il farmaco fino a 7 anni, se il corpo del bambino non riesce a cavarsela da solo. La sostanza migliorerà l'assorbimento dei prodotti lattiero-caseari, aiuterà a far fronte al gas, alle coliche intestinali, alla mancanza di massa associata alla mancanza di nutrienti.

Come prendere il bambino lattasi

La porzione calcolata di lattosio destinata ai lattanti deve essere agitata in un liquido 10 minuti prima dei pasti. La scelta del fluido dipende dal metodo di alimentazione del bambino. Se il bambino beve latte materno, la mamma deve filtrare circa 1 cucchiaio e sciogliere l'enzima per questa quantità di cibo. Dopo 10 minuti, necessari per la fermentazione, al bambino viene data una soluzione preparata da un cucchiaio o una siringa, e quindi alimentato nel modo consueto. È meglio usare una siringa per l'alimentazione di plastica, senza parti taglienti, ad esempio, da antipiretici liquidi.

Se il bambino viene alimentato con miscele, la dose di polvere viene diluita in alimenti per l'infanzia completamente preparati, lasciati anche per 10 minuti, e quindi somministrati al bambino. Considerando che la miscela si raffredda un po 'nel tempo previsto per la fermentazione, deve essere diluita con acqua più calda di quella del bambino, ma assicurarsi che la temperatura non superi i +55 ° C.

Per i neonati

Gli enzimi possono essere utilizzati fin dai primi giorni di vita di un bambino. Lo schema di preparazione dell'additivo non differisce dalla preparazione del farmaco destinato ai lattanti Affinché l'introduzione del lattosio nella nutrizione del neonato abbia successo, la madre deve esprimere del latte o preparare la miscela 5-10 minuti prima dell'alimentazione prevista, quindi la fermentazione avverrà fino all'inizio.

Carenza di lattasi nei bambini (intolleranza al lattosio)

Una condizione causata dall'incapacità del corpo del bambino di digerire il lattosio (zucchero del latte) è chiamata intolleranza al lattosio. Poiché il motivo di questa condizione è la mancanza dell'enzima lattasi nel corpo, il secondo nome è "carenza di lattasi". Quali sono le cause di questa condizione patologica e cosa dovrebbero prendere i genitori se vengono rilevati in un bambino?

Nei neonati e nei bambini

Nei neonati, il deficit di lattasi è di solito determinato geneticamente. In misura maggiore, tale intolleranza congenita si sviluppa in portatori di geni asiatici. Inoltre, nei bambini di età inferiore ai 6 mesi, il deficit di lattasi è associato a un'infezione, allergie o altre malattie associate alla malattia intestinale.

Spesso il deficit di lattasi viene rilevato nei bambini prematuri, a causa dell'immaturità del loro tratto digestivo.

Nei bambini più grandi

Molto spesso l'intolleranza al lattosio si sviluppa nei bambini più grandi dall'età di 9-12 anni. Nei bambini che non nutrono più latte materno, la quantità di lattasi nel corpo diminuisce gradualmente. Sebbene tra gli europei ci siano molte persone nel cui corpo la lattasi viene normalmente prodotta fino alla vecchiaia.

Tra i bambini adulti, molti non tollerano lo zucchero del latte e non ne soffrono affatto. Semplicemente non usano prodotti lattiero-caseari per evitare i sintomi di intolleranza. Ma per un bambino piccolo, una tale condizione patologica può diventare un problema, poiché il latte è il cibo base in tenera età.

Segni e sintomi

L'ipolattasia (quantità insufficiente di lattasi) può essere identificata dai seguenti sintomi:

  • Dolore addominale
  • Nausea.
  • Flatulenza, gonfiore, brontolio nello stomaco.
  • Diarrea, comparsa da una a due ore dopo aver bevuto latticini.
  • Comportamento irrequieto dopo aver mangiato

classificazione

Esistono tipi di intolleranza al lattosio:

  1. Congenita. Una condizione molto rara in cui un bambino perde peso rapidamente dopo la nascita, soffre di disidratazione e rischia di morire. Per confermare la diagnosi è necessaria una biopsia dell'intestino, ma raramente viene prescritta ai neonati, più spesso semplicemente trasferendo il bambino ad una dieta priva di lattosio per 4-6 mesi, dopo di che danno al bambino il lattosio in piccole quantità.
  2. Transient. Si verifica nei bambini che sono nati prima della data di scadenza.
  3. Primaria. Si sviluppa dopo aver allattato al seno. Questa forma di intolleranza al lattosio è abbastanza comune. È caratteristico delle persone che vivono in Asia, America, Australia, oltre che nel continente africano e nelle isole dell'Oceano Pacifico. Ciò è legato alla storia nutrizionale delle persone, dal momento che in passato le persone utilizzavano latte animale principalmente in paesi europei, in alcune parti dell'Africa e dell'India. Tale carenza di lattasi si manifesta con gonfiore, nausea, eruttazione, diarrea, vomito. I sintomi possono cambiare nel corso della vita. Qualcuno reagisce a una piccola quantità di lattosio e qualcuno è in grado di assorbirne di più.
  4. Secondario. Appare a seguito di infezione delle lesioni intestinali, allergie o altre cause. Ad esempio, dopo la gastroenterite, l'organismo impiega diversi giorni o settimane (a seconda dell'età) per ripristinare la produzione di lattasi.
  5. Funzionale. Appare in un bambino sano che sta ingrassando, ma è tormentato dai gas, frequenti feci acquose con una tinta verdastra. Le analisi che rilevano carenza di lattasi in questi bambini saranno false-positive. La ragione di questo problema è la mancanza di briciole dalla parte posteriore (ricca di grassi) del latte materno, così come un sistema enzimatico immaturo.

A seconda della gravità della patologia, il deficit di lattasi è completo e parziale.

motivi

La causa del deficit di lattasi nei neonati (la forma primaria di insufficienza) è spesso una predisposizione genetica.

Le seguenti cause portano allo sviluppo della forma secondaria di questa patologia, che viene acquisita:

  • Processi infiammatori nell'intestino tenue.
  • Infezioni infette
  • Chirurgia allo stomaco e all'intestino.
  • La presenza di celiachia.
  • La chemioterapia.
  • Lo sviluppo della colite ulcerosa.
  • Malattie di Crohn e Whipple.

Ecco i processi che si verificano nel corpo in caso di problemi con la digestione del lattosio:

  • Il lattosio non digerito entra nell'intestino crasso, dove l'acqua si ottiene anche per osmosi.
  • Questo zucchero del latte viene trasformato dai batteri che si trovano nel colon, con conseguente formazione di gas.
  • Gli acidi grassi non digeriti compaiono nelle feci, che si formano anche a causa dell'attività dei batteri.
  • La mucosa dell'intestino è irritata, il che porta ad un eccesso di produzione di muco.
  • Poiché le feci passano attraverso l'intestino troppo velocemente, il suo colore diventa verde.
  • Il risultato saranno feci acide, spumose, verdastre, sciolte, la cui ricerca troverà zucchero (non digerito il lattosio).

Differenze tra lattosio e lattasi

La somiglianza del nome porta spesso alla confusione tra queste due parole:

  • Il lattosio è un carboidrato importante per il bambino, rappresentato da un composto di due molecole: galattosio e glucosio.
  • Affinché il corpo possa abbatterlo e digerirlo, ha bisogno di lattasi. È un enzima formato nell'intestino tenue.

Se la lattasi non è sufficiente, allora la scissione del lattosio non si verifica, cioè non viene digerita. Ecco perché questa condizione può essere chiamata sia carenza di lattasi che intolleranza al lattosio.

Non è allergico al latte.

Il deficit di lattasi è spesso confuso con lo sviluppo di allergie ai latticini. Ma questi sono problemi completamente diversi. L'allergia al latte è molto meno comune con l'intolleranza al lattosio ed è una condizione più grave con rischio di morte.

Se il bambino ha un'allergia al latte, allora è controindicato per lui usare questo prodotto. Una volta nel corpo, anche in piccole quantità, il latte causerà al bambino di sviluppare eruzioni cutanee, prurito, difficoltà di respirazione e altri sintomi di allergia.

Ma con la mancanza di lattasi, il corpo è in grado di trattare un prodotto lattiero-caseario in una piccola quantità, per esempio, se bevi latte in una quantità di 100 ml alla volta o mangi yogurt fino a 50 grammi.

Cosa fare

Se una sedia da bambino ha una tinta verdastra, è anche liquida e schiumosa e si raccomanda l'allattamento al seno della madre:

  • Assicurarsi che il bambino sia attaccato correttamente e che il seno sia catturato correttamente.
  • Cerca di nutrirti per 3-5 ore da un solo seno.
  • Poiché spesso in questo caso, la madre ha un sacco di latte, il secondo seno in questo momento avrà un piccolo podtsezhivat.

Ti consigliamo di leggere l'articolo sulle feci verdi in un bambino.

Il trattamento dell'intolleranza al lattosio è solitamente ridotto all'esclusione di questo disaccaride dalla dieta o all'uso di farmaci contenenti lattasi. Allo stesso tempo, i sintomi vengono trattati e la causa viene eliminata (se il deficit di lattasi è secondario).

Ai bambini allattati al seno vengono spesso prescritti preparati di lattasi, dal momento che non è auspicabile ridurre la quantità di latte materno nella dieta di un bambino. Se tali farmaci non possono essere utilizzati, il bambino viene trasferito a una miscela a basso contenuto di lattosio (inizialmente parzialmente, mantenendo il massimo del latte materno nella dieta del bambino, che non causerà sintomi di deficit di lattasi).

Quando si alimenta un bambino con una miscela, selezionano un prodotto in cui ci sarà una quantità massima di lattosio che non causa manifestazioni cliniche di insufficienza. È possibile combinare la miscela abituale e senza lattosio o trasferire le briciole alla miscela di acido lattico. Se il deficit di lattasi è significativo, al bambino viene somministrata solo una miscela a basso contenuto di lattosio.

Nella preparazione di alimenti complementari per un bambino con deficit di lattasi, non è il latte che viene usato, ma una miscela priva di lattosio, e dopo un anno i prodotti lattiero-caseari vengono sostituiti con analoghi a basso contenuto di lattosio.

Se l'ipolattasia è secondaria, viene mantenuta una dieta a basso contenuto di lattici durante il periodo di trattamento della patologia sottostante. Prodotti con lattosio iniettati gradualmente oltre 1-3 mesi dopo il recupero.

Test richiesti

Esistono diversi modi per determinare la presenza di intolleranza allo zucchero del latte:

  1. Coprogram. L'analisi determina la quantità di acidi grassi e la reazione del pH. Se c'è intolleranza al lattosio, la reazione delle feci sarà acida e la concentrazione di acidi grassi aumenterà.
  2. Identificare i carboidrati nelle feci. Viene spesso utilizzato per rilevare l'intolleranza al lattosio, ma spesso è falso-negativo o falso-positivo. Il metodo rivela i carboidrati, ma non può mostrare esattamente cosa sia lo zucchero del latte. I suoi risultati sono presi in considerazione solo in combinazione con altre analisi e manifestazioni cliniche.
  3. Test del respiro all'idrogeno. Un metodo molto comune è quello di utilizzare un dispositivo speciale che controlla l'aria espirata da una persona dopo aver consumato glucosio. Il test non viene utilizzato per i bambini sotto i 3 mesi.
  4. Curva del lattosio Il prelievo di sangue viene effettuato a stomaco vuoto al mattino, quindi viene utilizzato il lattosio e dopo poche ore viene nuovamente eseguito un esame del sangue. Sulla base dei risultati costruisci un grafico, che è chiamato la curva del lattosio. Il metodo non è troppo informativo e il suo uso in un neonato pone alcune difficoltà.
  5. Biopsia intestinale Questo è un metodo molto accurato per fare una diagnosi di deficit di lattasi. Consiste nel prendere piccole aree della mucosa dell'intestino tenue. Su questi siti microscopici determinare l'attività della lattasi. Il metodo viene usato raramente a causa del trauma e della necessità di utilizzare l'anestesia generale.
  6. Ricerca genetica Aiuta a identificare l'errore primario. Lo svantaggio del metodo è il suo alto costo.

Come conviverci?

La prognosi per le persone con questa condizione patologica è generalmente favorevole. La maggior parte di coloro che non possono tollerare lo zucchero del latte, non consumano prodotti caseari a volontà (non volendo fare domande, dicono che semplicemente non gli piacciono).

Il lattosio non è in questi prodotti:

  • ortaggi;
  • Oli vegetali;
  • la pasta;
  • riso;
  • frutta;
  • Pesce crudo;
  • uova;
  • miele;
  • Carne cruda;
  • Succhi di verdura e frutta;
  • noci;
  • cereali;
  • fagioli;
  • Bevande di soia, carne di soia e farina di fagioli;
  • Tea.

Raccomandazioni per l'intolleranza al lattosio:

  • In vendita puoi trovare latte in cui non c'è il lattosio. Lo zucchero in questo latte è già suddiviso in galattosio e glucosio, quindi questo prodotto caseario può essere consumato con deficit di lattasi.
  • Se c'è intolleranza al lattosio, dovresti mangiare più di quei latticini in cui questo carboidrato è già fermentato. Tali prodotti sono formaggi a pasta dura, yogurt e altri prodotti caseari.
  • Il latte al cioccolato è una buona scelta, poiché il cacao ha la capacità di stimolare la produzione di lattasi, che migliora l'assorbimento del latte.
  • Il latte con deficit di lattasi è consigliato da bere durante i pasti. Bene, se il latte è combinato con i cereali. Il volume di porzioni di latte in una volta dovrebbe essere fino a 100 millilitri.
  • Ricorda che lo zucchero del latte è presente nel latte scremato. In tale latte, il grasso viene rimosso, non il lattosio.
  • Il lattosio è disponibile non solo nel latte, ma anche in altri prodotti - prodotti per diabetici, dolciumi, salse, pane, margarina, panna, latte condensato, patatine fritte e molti altri. Anche se l'elenco degli ingredienti non è scritto che il prodotto contiene lattosio, la presenza di questo carboidrato può essere giudicata da altri componenti - la presenza di latte in polvere, siero di latte o ricotta.
  • Dovresti anche sapere che il lattosio è incluso in alcuni medicinali. Lo zucchero del latte può essere trovato in nope, bifidumbacterin, motilium, cerukale, enape, contraccettivo e altri farmaci.
  • Il lattosio è uno dei componenti importanti dell'alimentazione per i bambini. Deve essere aggiunto alla miscela di latte, al fine di portare la loro composizione al latte delle donne.

Intolleranza al lattosio nei bambini e negli adulti

Una diminuzione congenita o acquisita dell'attività della lattasi, un enzima della digestione parietale che scompone lo zucchero del latte - lattosio, può essere manifest o nascosto. L'intolleranza al lattosio è solitamente intesa come l'incapacità manifesta dei sistemi enzimatici dell'intestino di scomporre il lattosio. Essenzialmente, l'intolleranza al lattosio è una manifestazione clinica del deficit di lattasi (LN), cioè una diminuzione dell'attività della lattasi nell'intestino.

L'intolleranza al latte è estremamente diffusa e non sempre dovrebbe essere considerata una malattia da trattare. Molte persone non tollerano il lattosio, ma non sentono alcun disagio a causa di questo, dal momento che non lo mangiano e molto spesso non conoscono le loro caratteristiche enzimatiche. Il problema dell'intolleranza al lattosio ha il più grande significato per i bambini piccoli, poiché per loro il latte è l'alimento base.

Il lattosio è il principale carboidrato nel latte, un disaccaride costituito da glucosio e galattosio. La scissione del lattosio sui monosaccaridi si verifica nello strato parietale dell'intestino tenue sotto l'azione dell'enzima lattasi cloridrina idrolasi su glucosio e galattosio.

L'attività ridotta di lattasi può essere geneticamente determinata e ereditata da LN congenito o familiare. Normalmente, l'attività della lattasi viene rilevata per la prima volta nell'intestino dalla 10a alla 12a settimana di sviluppo intrauterino e dalla 24a settimana aumenta significativamente, raggiungendo il massimo entro il momento della nascita. Dalla 28a alla 34a settimana di sviluppo intrauterino, l'attività della lattasi non supera il 30% del suo livello alla 39-40a settimana. Questa circostanza determina la possibilità di sviluppare LN in prematura e immatura dal momento della nascita dei bambini.

Per tutti i mammiferi, compreso l'uomo, una diminuzione dell'attività lattasi è tipica quando si passa a un tipo di cibo per adulti con un aumento simultaneo dell'attività di sucrasi e maltasi. Nell'uomo, l'attività della lattasi inizia a diminuire alla fine del primo anno di vita (fino a 24 mesi è inversamente proporzionale all'età) e questo processo raggiunge la massima intensità durante i primi 3-5 anni di vita. La diminuzione dell'attività della lattasi può continuare in futuro, sebbene, di regola, sia più lenta. Questi modelli sono alla base del LN di tipo adulto (LN costituzionale), con il tasso di declino dell'attività enzimatica che è geneticamente predeterminato e in gran parte determinato dall'etnia dell'individuo. Per esempio, in Svezia e Danimarca, l'intolleranza al lattosio si verifica in circa il 3% degli adulti in Finlandia e in Svizzera - il 16%, in Inghilterra - nel 20-30%, Francia - 42%, e nel Sud-Est asiatico e Afroamericani negli Stati Uniti: quasi il 100%. L'alta frequenza di LN costituzionale tra la popolazione indigena di Africa, America e diversi paesi asiatici è dovuta in parte alla mancanza di attività lattiero-casearie tradizionali in queste regioni. Quindi, solo nelle tribù Masai, Fulani e Tassi in Africa, i bovini da latte sono stati allevati sin dai tempi antichi, e nei membri adulti di queste tribù, LN è relativamente raro. La frequenza di LN costituzionale in Russia è del 16-18%.

Pertanto, per origine emette il LN primario, una diminuzione congenita dell'attività della lattasi con enterocita sicuro, le cui varianti sono:

  • LN congenito (geneticamente determinato, familiare);
  • transitori LN prematuri e immaturi al momento della nascita dei bambini;
  • Tipo di adulto LN (LN costituzionale).

LN secondaria è una diminuzione dell'attività lattasi associata a danni all'enterocita in presenza di qualsiasi malattia acuta o cronica. Tali danni possono in enterociti infettiva (infezione intestinale) immunitario (intolleranza alle proteine ​​del latte vaccino), processi infiammatori nell'intestino, variazioni atrofiche (celiachia, dopo un lungo periodo di nutrizione parenterale totale et al.), La mancanza di fattori trofici.

Secondo la gravità dell'intolleranza al lattosio è diviso in parziale (ipolattasia) o completa (alactasia).

In quei casi in cui l'attività lattasi è insufficiente per la digestione di tutti ricevuto nell'intestino tenue disaccaride lattosio uncleaved ad una quantità maggiore o minore entra nel colon dove diventa un substrato nutriente per vari microrganismi fermentativi per acidi a catena corta grassi, acido lattico, anidride carbonica, metano, idrogeno e acqua, che porta allo sviluppo della diarrea osmotica. Va notato che il lattosio flusso digerito nel colon in quantità minori in neonati a termine con attività sufficientemente elevata lattasi è importante per la formazione della normale microflora intestinale, ma eccesso lattosio porta a gravi effetti avversi.

Sull'attività di ormoni glucocorticoidi lattasi influenza (abbreviato ciclo di divisione enterociti, maggiore attività lattasi durante il periodo di gestazione, attività di riduzione della velocità in animali durante il passaggio al tipo di alimentazione adulti), ormoni tiroidei (sinergizzanti glucocorticoidi quando si cambia lo spettro di attività della disaccaridasi nel periodo postnatale), STH (ha un effetto trofico sull'enterocita), insulina (aumenta l'attività dell'enzima durante il periodo di gestazione), fattori di crescita del peptide (accelerare la divisione e la maturazione dell'enterico ROCIT), trasformando fattori di crescita e fattore di crescita epidermico (interessa riproduzione delle cellule epiteliali intestinali, principalmente nelle cripte, la forma della membrana orletto a spazzola ed espressione ivi disaccaridasi), insulin-like growth fattori 1 e 2 (stimolato). Anche maggiore attività lattasi ammine biogene, acidi grassi a catena corta, nucleotidi, aminoacidi (glutammina, arginina, ornitina) situato nel lume intestinale.

Intensità dei sintomi clinici in intolleranza al lattosio varia ampiamente, dal momento che è dovuto a vari differenze di livello di riduzione enzima biocenosi intestinale, singole caratteristiche di sensibilità intestinale ed organismo in generale, e, naturalmente, il volume ingerito con alimenti lattosio.

Le principali manifestazioni cliniche della LN è l'osmosi ( "fermentazione") diarrea dopo l'ingestione di latte o di prodotti contenenti lattosio del latte (frequenti, liquido, schiuma da un'odore acre sedia, dolore addominale, ansia bambino dopo l'ingestione di latte), aumento della flatulenza (flatulenza, gonfiore dolore all'intestino nell'addome). Nei bambini piccoli, la sindrome da diarrea può sviluppare sintomi di disidratazione e / o insufficiente aumento di peso.

La gravità della malattia è determinata dalla gravità dei disturbi dello stato nutrizionale (ipotrofia), dalla disidratazione, dai sintomi dispeptici (diarrea, dolore addominale) e dalla durata della malattia.

È importante notare che né gli adulti né i bambini mostrano una correlazione tra il livello di attività della lattasi e la gravità dei sintomi clinici. Con lo stesso grado di deficit enzimatico, vi è una grande variabilità dei sintomi (tra cui diarrea, flatulenza e dolore addominale). Tuttavia, in ogni particolare paziente c'è un effetto dose-dipendente sulla quantità di lattosio nella dieta: un aumento del carico di lattosio porta a manifestazioni cliniche più vividi.

La diagnosi di intolleranza al lattosio viene solitamente effettuata sulla base di un quadro clinico caratteristico e, se necessario, confermata da ulteriori metodi di esame. Sfortunatamente, molti dei metodi esistenti per la diagnosi di LN sono di natura provocatoria, il che limita le possibilità del loro uso sullo sfondo di un quadro clinico luminoso. Tuttavia, nella maggior parte dei casi, l'immagine della malattia è sufficientemente indicativa di una diagnosi.

Come mezzi ausiliari generalmente utilizzati cosiddetti dietodiagnostika, la cui essenza consiste nella riduzione dei sintomi dispeptici in traduzione su dieta priva di lattosio, e determinare il pH fecale (normalmente sopra 5.5), che viene diminuito di LF.

La determinazione del contenuto totale di carboidrati nelle feci riflette la capacità del corpo di assorbire i carboidrati. Senza ulteriori studi cromatografici, il metodo non consente la differenziazione di vari tipi di deficit di disaccaridasi, ma, insieme ai dati clinici, può essere considerato abbastanza adeguato per lo screening e il monitoraggio della correttezza della selezione di una dieta. Il vantaggio del metodo è il suo basso costo e la sua disponibilità. La limitazione del metodo può essere riconosciuta dal fatto che durante lo studio il paziente deve ricevere un'adeguata quantità di lattosio dal cibo, altrimenti il ​​risultato del test potrebbe essere falso negativo.

Nell'infanzia, il contenuto di carboidrati nelle feci non deve superare lo 0,25 g%, e nei bambini di età superiore ad un anno sono normalmente assenti. Il contenuto di lattosio nelle feci è normale: 0,07 g% nei bambini di età inferiore a 1 anno e nei bambini di età superiore a 1 anno e negli adulti è assente.

La determinazione dell'idrogeno, del metano o della CO2 marcata con 14C nell'aria espirata consente di identificare l'attività della microflora nella fermentazione del lattosio. È consigliabile determinare la concentrazione di gas dopo un carico misurato di lattosio normale o etichettato.

Il criterio diagnostico è l'aumento dell'idrogeno nell'aria espirata dopo il caricamento del lattosio (1 g / kg di peso corporeo, ma non più di 50 g) per 20 ppm (parti per milione). Il metodo è ampiamente usato per diagnosticare la LN negli adulti e nei bambini più grandi. Nei bambini fino a 3 mesi senza segni clinici di deficit di lattasi, il contenuto di idrogeno nell'aria espirata corrisponde a quello negli adulti con LN. Pertanto, a questa età, i criteri per la diagnosi dovrebbero essere diversi e al momento non sono ancora stati sviluppati. Il metodo ha i suoi limiti: l'alto costo delle attrezzature, la necessità dell'appuntamento del lattosio.

Il test di carico glicemico con lattosio è stato ampiamente utilizzato per molti anni. Il livello di glicemia registrato prima e dopo il caricamento del lattosio riflette il risultato totale della scomposizione e dell'assorbimento del lattosio nell'intestino tenue. La natura della curva glicemica è influenzata dal livello di insulina e dal grado del suo aumento quando la concentrazione di glucosio nel sangue aumenta. Questa circostanza dovrebbe essere considerata nei bambini con ridotta tolleranza al glucosio. Inoltre, il carico di lattosio può provocare lo sviluppo o rafforzare i sintomi clinici già esistenti di intolleranza al lattosio.

Normalmente, entro 60 minuti dall'assunzione del lattosio (1 g / kg di peso corporeo, ma non più di 50 g), il livello di glucosio nel sangue deve aumentare di almeno il 20% dall'iniziale (circa 1 mmol / l). Di solito il livello di glucosio nel sangue è determinato a stomaco vuoto e 15, 30 e 60 minuti dopo l'esercizio. Questo test è consigliato per precedere il test standard di tolleranza al glucosio. Carica razionalmente con il lattosio combinato con la determinazione del contenuto di carboidrati nelle feci.

Determinare l'attività della lattasi in campioni bioptici della mucosa dell'intestino tenue è il "gold standard" per la diagnosi di LN, tuttavia, l'invasività, la complessità e l'alto costo del metodo ne limitano l'uso nella pratica quotidiana. I risultati ottenuti sono influenzati anche dal luogo del prelievo bioptico (dal duodenale o dal digiuno). Nel deficit secondario di lattasi, una diminuzione dell'attività dell'enzima ha un diverso grado di manifestazione sulla superficie della membrana mucosa, a seguito della quale devono essere prelevati diversi campioni.

Infine, è possibile una costosa ricerca genetica. La presenza dei geni C / T-13910 e C / T-22018 localizzati sul cromosoma 2q21 è caratteristica dell'insufficienza primaria della lattasi del tipo adulto.

È importante che l'esame endoscopico e morfologico della mucosa dell'intestino tenue non fornisca informazioni su LN, poiché non ha marcatori endoscopici e morfologici specifici.

La base per il trattamento di LN è una riduzione della quantità di lattosio nel cibo, fino alla sua completa eliminazione o all'uso di preparati di lattasi.

Con LN primario, la quantità di lattosio nella dieta diminuisce, fino alla sua completa eliminazione. Parallelamente a ciò, viene effettuata una terapia mirata a correggere la disbiosi intestinale e altri trattamenti sintomatici.

Nella LN secondaria, l'attenzione dovrebbe essere rivolta al trattamento della malattia di base e la riduzione della quantità di lattosio nella dieta dovrebbe essere considerata una misura temporanea, che viene eseguita prima del ripristino della mucosa dell'intestino tenue.

È possibile ridurre la quantità di lattosio nella dieta riducendo o eliminando completamente l'uso di prodotti contenenti lattosio, principalmente latte intero (Tabella 1). Questo metodo è abbastanza accettabile per adulti e bambini più grandi con LN di tipo adulto. Può anche essere usato per il deficit secondario di lattasi. Sono consentiti prodotti a base di latte fermentato, burro, formaggi a pasta dura. Questo dovrebbe tener conto della possibile riduzione dell'apporto di calcio nella dieta priva di latticini.

Nell'infanzia, il problema della correzione della dieta per LN diventa più complesso. Se il bambino è allattato al seno, non è consigliabile ridurre la quantità di latte materno nella dieta. In questo caso, l'opzione migliore è usare preparazioni di lattasi (Natures Way, Schwarz Pharma Kremers Urban, Ekomarket), che vengono miscelate con latte materno espresso e abbattere il lattosio senza alterare le altre proprietà del latte materno. Se è impossibile usare i preparati a base di lattasi, viene risolta la questione dell'uso di miscele a basso contenuto di lattosio (Tabella 2).

I bambini allattati artificialmente devono scegliere una miscela con la quantità massima di lattosio che non causa la comparsa di sintomi clinici e un aumento di carboidrati nelle feci. Se le condizioni del bambino non sono disturbate, non vi è tossicosi con eksikozy e un aumento di carboidrati nelle feci è dello 0,3-0,6%, quindi è possibile iniziare con una dieta contenente fino a 2/3 di carboidrati sotto forma di lattosio. Tale rapporto può essere ottenuto combinando la solita miscela adattata con un basso contenuto di lattosio o senza lattosio (Mamex senza lattosio, Nan senza lattosio, Frisos, Soya Semp) o assegnando una miscela di latte fermentato. Nel caso dell'uso di due miscele, è necessario distribuirle uniformemente durante il giorno (ad esempio, 40 ml di una miscela a basso contenuto di lattosio e 80 ml di una miscela standard per alimentazione). Dopo aver cambiato la dieta, è necessario controllare il contenuto di carboidrati nelle feci dopo 1 settimana e decidere sulla necessità di ridurre ulteriormente la quantità di lattosio.

Con una marcata carenza di lattasi, l'assenza di effetto nel caso di riduzione della quantità di lattosio della metà, con LN primario, si raccomanda di usare miscele di lattosio basso (Nutrilon a basso contenuto di lattosio, Nutrilak a basso contenuto di lattosio, Humana-LP) come principale prodotto alimentare.

Composizione chimica e valore energetico delle miscele di lattosio a basso contenuto di lattosio e lattosio (per 100 ml di miscela). Tabella 2.

Nei casi avanzati, così come con LN secondaria sullo sfondo di allergie alimentari polivalenti, nella prematurità con una causa inspiegabile di deficit di lattasi e tolleranza alimentare alterata, nei bambini con grave sindrome da malassorbimento, la correzione della dieta deve essere iniziata con miscele a base di idrolizzato proteico parziale o totale (Nutrilon Pepti TSC, Alfar, Nutramigen, Alimentum, ecc.) Fino all'eliminazione della causa principale della malattia. Quindi la dieta può essere espansa aumentando gradualmente il carico di lattosio a 1/3, poi a metà, e così via, controllando settimanalmente il livello di escrezione dei carboidrati.

In ogni caso, un bambino con deficit di lattasi dovrebbe controllare il contenuto di carboidrati nelle feci e ridurre i sintomi del lattosio quando i sintomi si ripresentano, e quando c'è una tendenza alla stitichezza (che è spesso sufficiente, perché con le giuste tattiche di trattamento, la tolleranza al lattosio aumenta col tempo). Quindi, per la maggior parte della prematurità con deficit transitorio di lattasi, entro 3-4 mesi è possibile tornare alla dieta del latte.

Nei bambini allattati al seno, in assenza di preparazioni di lattasi, viene utilizzata una tattica simile. In questo caso, parte del latte materno può essere sostituita con una miscela lattica bassa. La quantità massima di latte materno che non causa sintomi di intolleranza rimane.

Il pasto di alimentazione (porridge, purea di verdure) per i bambini del primo anno di vita con deficit di lattasi viene preparato non sul latte, ma su un prodotto a basso o senza lattosio che il bambino riceve. I succhi di frutta vengono introdotti nella dieta di questi bambini successivamente, di norma, nella seconda metà della loro vita. Purea di frutta, cereali e succhi di produzione industriale (Nutricia, Olanda, Samper, Svezia, Gerber, USA, Humana, Germania) vengono nominati a partire dai 3-4 mesi di età.

Nei bambini di età superiore a 1 anno e adulti con deficit di lattasi, è consigliabile sostituire latte e prodotti a base di latte con latticini a basso contenuto di lattosio: latte a basso contenuto di lattosio, crema, panna acida, ecc., In quantità determinate dalle esigenze legate all'età. Prodotti lattiero-caseari (kefir, yogurt), questi pazienti di solito tollerano bene. Latte condensato e concentrato, confetteria con latte (burro, caramello, caramelle al latte), così come forme di dosaggio (compresi i prodotti biologici), che includono il lattosio, sono esclusi dalla dieta del paziente. In assenza di latte a basso contenuto di lattosio per bambini di età superiore ad un anno e adulti, si raccomanda l'uso di preparati a base di lattasi quando si mangia latte e latticini.

Nell'ipolattasia secondaria, i sintomi della LN sono transitori. Insieme al trattamento della malattia di base, ai pazienti viene prescritta una dieta a basso contenuto di lattici in conformità con i principi sopra delineati. Con il ripristino della normale struttura e funzione della membrana mucosa dell'intestino tenue, l'attività della lattasi viene ripristinata. Pertanto, quando si risolve (ottenendo la remissione) della malattia sottostante dopo 1-3 mesi, la dieta deve essere gradualmente estesa, introducendo prodotti lattiero-caseari contenenti lattosio, sotto il controllo dei sintomi clinici (diarrea, flatulenza) e l'escrezione di carboidrati con le feci. Pur mantenendo i fenomeni di intolleranza al lattosio, si dovrebbe pensare alla presenza di un LN primario (costituzionale) nel paziente.

Con una dieta LN a basso contenuto di lattosio (costituzionale) primaria è prescritto per tutta la vita. Tuttavia, come accennato in precedenza, la maggior parte delle persone con questa opzione di intolleranza al lattosio non vanno dal medico, perché non usano prodotti lattiero-caseari (dicono che "non gli piacciono").

Diverse varianti di intolleranza al lattosio sono diffuse tra la popolazione mondiale, ma solo una percentuale relativamente piccola di persone con LD richiede un serio intervento medico. Il quadro clinico della LN è piuttosto caratteristico e facilita la diagnosi e un'ampia selezione di prodotti a basso contenuto di lattosio consente di correggere efficacemente le condizioni, soprattutto nei bambini del primo anno di vita.

S. Belmer, MD, Professore
Yu. G. Mukhina, dottore in scienze mediche, professore
A.I. Chubarova, Candidato di Scienze Mediche, Professore associato
V.P. Geraskina, Candidato di scienze mediche, Professore associato
TV Gasilina, Candidato di Scienze Mediche
Università medica statale russa, Mosca

pubblicato il 23/11/2009 alle 16:30
aggiornato il 08/01/2018

Popolarmente Sulle Allergie