lattosio

Il lattosio è un disaccaride con la formula chimica C12H22O11, in forma libera, è contenuto nel latte di tutti i mammiferi. In cento millilitri di latte materno una donna contiene circa sette grammi di lattosio. Nella stessa quantità di latte vaccino - cinque, pecore e capre - quattro, mare - sei, scimmia - dieci grammi. Nel colostro il lattosio è due volte inferiore a quello del latte maturo. Il gusto del lattosio è dolce, ma l'intensità della dolcezza è solo la metà del glucosio e un terzo del saccarosio.

Lattosio nell'industria

Il lattosio è ottenuto dal siero di latte con i metodi della tecnologia delle membrane e dell'asciugatura, e quindi usa:

  • nel settore lattiero-caseario;
  • negli alimenti per l'infanzia;
  • nell'industria dolciaria per migliorare la base di caramello, marmellata, glasse e dolci, poiché l'aggiunta di lattosio al prodotto porta alla sua maggiore viscosità, che fa sentire piacevole il consumatore durante la masticazione; in biscotti, marmellate e cioccolato - come aromatizzante e aromatizzante;
  • nel settore della panificazione per aumentare il volume dei prodotti da forno e ottenere una bella crosta marrone dorato;
  • nel settore dell'alcol per migliorare e allo stesso tempo ammorbidire il gusto di una bevanda alcolica, ridurre gli effetti negativi del sovradosaggio;
  • nell'industria della carne per aumentare la durata e camuffare i sapori sgradevoli;
  • nell'industria farmaceutica come base per molti farmaci, nonché per la produzione di lattulosio - un agente lassativo.

Contenuto di lattosio negli alimenti

Alimenti ad alto contenuto di lattosio: siero di latte, siero di latte, latte in polvere.

Prodotti contenenti lattosio: latte intero, latticini, salsicce, zuppe confezionate, prodotti da forno, burro di arachidi, gelati, torte e dolci, gnocchi, gnocchi, hamburger, senape, maionese, ketchup, esaltatori di sapidità, dolcificanti, latte condensato, brodi, dolci, integratori alimentari per l'aumento di peso, salse, budini e alcuni altri.

Alimenti che non contengono lattosio: frutta, verdura, miele, caffè, tè, olio vegetale, riso, vermicelli, latte di soia, prodotti privi di lattosio esenti da dieta, carne fresca cruda, pesce crudo fresco, uova, patate, legumi, cereali, spezie e noci.

lattasi

La lattasi è un enzima del gruppo di carboidrati, prodotto da enterociti umani maturi, che è necessario per scindere il lattosio in due semplici elementi: glucosio e galattosio, che sono ben assorbiti dall'organismo.

La lattasi viene rilevata per la prima volta sin dalla decima settimana di sviluppo intrauterino, dalla diciassettesima settimana la sua attività è massima nel digiuno, dalla ventiquattresima settimana l'attività della lattasi è la stessa sia nella parte distale che nella parte prossimale dell'intestino. Tuttavia, il livello della sua attività è basso e aumenta progressivamente al momento del parto, mantenendo la massima attività da dieci a dodici mesi. Con la transizione verso un tipo di nutrizione adulta, l'attività della lattasi inizia a diminuire. A due anni, l'attività di lattasi è già due volte inferiore a quella di un neonato. Il secondo periodo di forte calo dell'attività si verifica all'età di cinque - sette anni.

Il livello di lattasi è influenzato da fattori genetici, dall'integrità e dall'utilità degli enterociti, nonché dal livello di fattori dannosi che, prima di tutto, includono gli ormoni dello stress. Il latte materno contiene molte sostanze che influenzano direttamente il rinnovamento della mucosa e il suo pieno funzionamento, che aiuta la lattasi a scomporre completamente il lattosio.

Con una diminuzione del livello di lattasi al di sotto della norma di età o della sua completa assenza, si sviluppa una carenza di lattasi, che causa disagio negli adulti ed è molto pericoloso per i bambini piccoli, il cui cibo principale sono i latticini.

Carenza di lattosio nel neonato

Molto spesso, le mamme possono sentire che il suo bambino ha una carenza di lattosio, cioè una condizione in cui la briciola è irrequieta, in lacrime e ha aumentato la formazione di gas a causa della cattiva digestione del latte materno. Tuttavia, tale diagnosi viene correttamente chiamata non "lattosio", ma "deficit di lattasi". È facile per un lettore non iniziato essere confuso in questi termini, soprattutto perché sono collegati nel modo più diretto. Capiamo - qual è la differenza tra lattosio e lattasi e qual è il ruolo di ciascuno di essi.

Lattosio e lattasi

In qualsiasi latte di mammiferi, compreso il latte materno, c'è latte lattosio, che contiene il 99% di tutti i carboidrati di latte. Nel tratto gastrointestinale, o meglio nella mucosa dell'intestino tenue, c'è un enzima lattasi, il cui compito è quello di scomporre il lattosio in glucosio e galattosio, in modo che vengano assorbiti dall'intestino.

Il lattosio è necessario per il bambino per tali scopi:

  • soddisfazione dei costi energetici del bambino (il 40% di questo è ottenuto con l'aiuto del lattosio),
  • migliore assorbimento di calcio, magnesio, zinco e ferro da parte del corpo del bambino;
  • creazione di un microclima sano del tratto gastrointestinale,
  • rallentando la crescita di agenti patogeni
  • sviluppo del cervello,
  • sviluppo del sistema nervoso centrale.

Il deficit di lattasi è una condizione in cui l'attività della lattasi è ridotta, il lattosio non si rompe e la sua quantità nell'intestino aumenta. Di conseguenza, il lattosio non digerito entra nel colon, e con esso per osmosi e acqua. I batteri, fermentando il lattosio, producono acido lattico, che viene utilizzato per formare anidride carbonica, metano e idrogeno.

Quindi, il deficit di lattasi è un disturbo in cui l'enzima lattasi non è sufficiente per abbattere il lattosio. A seconda delle ragioni che influenzano la diminuzione dell'attività della lattasi, separare il deficit di lattasi primario e secondario.

Carenza primaria di lattasi

I benefici dell'allattamento al seno

La nascita di un bambino è un vero miracolo nella vita di una donna. Diventando una madre, ogni donna vuole che suo figlio sia il più felice del mondo.

Il deficit primario di lattasi è una condizione in cui l'attività dell'enzima lattasi è ridotta, ma gli enterociti (cellule dell'epitelio intestinale) che lo producono non sono danneggiati. Il deficit primario di lattasi può essere congenito a causa di una malattia genetica, ma questa è una patologia molto rara.

Il deficit transitorio (cioè temporaneo) della lattasi viene anche definito deficit primario di lattasi. Questa condizione si verifica in bambini prematuri (oltre che a termine, ma non maturi). Ciò accade perché l'elevata attività della lattasi è necessaria per un bambino già nato e il livello massimo di attività enzimatica raggiunge solo dalla 37-40 settimana di gravidanza. Il deficit transitorio di lattasi è un fenomeno temporaneo e scompare quando l'attività dell'enzima lattasi ritorna normale.

Carenza di lattasi secondaria

Il deficit di lattasi secondaria è una condizione in cui l'attività della lattasi è ridotta e il danno da enterociti è presente. Il deficit di lattasi secondaria si manifesta molto più spesso rispetto al primario, e questo può verificarsi sullo sfondo di varie malattie:

  • processo infiammatorio nell'intestino,
  • infezione intestinale
  • reazione allergica alle proteine ​​del latte vaccino
  • cambiamenti atrofici (dopo alimentazione prolungata attraverso la sonda).

Sintomi di deficit di lattasi

C'è motivo di sospettare che il bambino soffra di deficit di lattasi, secondo tali segni:

  • durante l'allattamento il bambino è irrequieto, preme le gambe allo stomaco, piange, gli lancia il petto, anche se ha fame,
  • il bambino ha un gonfiore, si sente un rombo e il bambino soffre di una maggiore formazione di gas,
  • nei casi difficili, il bambino ha un piccolo aumento di peso o addirittura una perdita di esso.

Tuttavia, dovrebbe essere prestata particolare attenzione alle condizioni delle feci del bambino. I seguenti sintomi dovrebbero avvisare:

  • lo sgabello del bambino è fluido (a causa di troppa acqua in esso),
  • le feci hanno un odore acre (dovuto al fatto che gli acidi grassi non vengono digeriti),
  • sgabello schiumoso (a causa dell'abbondanza di gas),
  • il muco o anche il sangue è presente nelle feci (a causa dell'irritazione della mucosa intestinale),
  • le feci sono verdi o ci sono grumi non digeriti di cibo (a causa del rapido passaggio del cibo attraverso il tubo digerente).

Un modo fatto in casa per controllare le violazioni nella digestione del lattosio è abbastanza semplice. È necessario raccogliere le feci del bambino in un contenitore di vetro, lasciare riposare e in seguito controllare se le feci vengono esfoliate in 2 parti: liquide e più dense. È meglio non raccogliere le feci dal pannolino, perché assorbe la parte liquida. L'escrezione nelle feci mostra problemi con la tolleranza al lattosio, quindi è meglio passare i test appropriati nella clinica.

Analisi che confermano la diagnosi di "deficit di lattasi"

Esistono diversi metodi che determinano la presenza di deficit di lattasi. Per i bambini piccoli, i primi due sono solitamente usati.

  1. Analisi per determinare la quantità di carboidrati (zucchero) nelle feci. Questa ricerca rapida ed economica mostrerà se c'è un problema con la digestione e l'assorbimento dei carboidrati, sebbene non indichi la causa dell'intolleranza. Il contenuto di carboidrati nelle feci di un bambino fino a 12 mesi è 0-0,25%. Tuttavia, alcuni scienziati ritengono che il tasso di carboidrati nelle feci di un bambino può essere dall'1% (per un neonato) allo 0,45% (all'età di 4-6 mesi).
  2. Coprogram. Analisi delle feci per acidità (la norma è 5,5 pH e superiore) e la presenza di acidi grassi (maggiore è il loro numero, maggiore è la probabilità di deficit di lattasi).
  3. Analisi del contenuto di idrogeno nell'aria espirata dopo l'assunzione di lattosio.
  4. Curva del lattosio Il lattosio viene assunto a stomaco vuoto e un esame del sangue viene eseguito più volte nell'arco di un'ora.
  5. Biopsia dell'intestino tenue.

È importante notare che la diagnosi di "deficit di lattasi" è fatta solo quando TUTTI i fattori che lo indicano sono combinati: sia il quadro clinico generale che i test scadenti.

Trattamento per il deficit di lattasi

La cosa più importante da notare è che il deficit di lattasi non è la ragione per la cessazione dell'allattamento al seno. Il latte materno è un grande valore per un bambino e nessuna miscela può sostituirlo. Il trattamento del deficit di lattasi è organizzato secondo i metodi elencati di seguito.

  1. Organizzare correttamente l'allattamento al seno. Questo è importante perché ci sono più carboidrati nel latte materno "frontale" che nel "ricco" ricco di grassi, e se il bambino succhia più latte "frontale", questo può causare intolleranza al lattosio. È meglio discutere tutti i possibili problemi con un consulente per l'allattamento al seno.
  2. Per escludere possibili allergeni dal menu di una madre e un bambino che allatta. Prima di tutto, riguarda latte intero e vari prodotti caseari: formaggio, panna acida, burro, ecc.
  3. Un medico qualificato può prescrivere l'uso di un farmaco contenente l'enzima lattasi, ad esempio Lattasi Baby, Lattasi Enzima, Mamalak. L'enzima viene sciolto in una certa quantità di latte decantato e dato al bambino prima di nutrirsi.
  4. Nei casi più gravi, il medico può trasferire il bambino ad allattamento parziale o completo del latte materno espresso, della lattasi fermentata o della formula senza lattosio. Tuttavia, non vi è la certezza che il bambino non sia allergico a tale miscela (molto probabilmente sarà una miscela di soia e la soia è un allergene abbastanza comune). E il trasferimento alla miscela è una misura temporanea, finché l'enzima nel bambino non matura completamente e non può funzionare indipendentemente, quindi non c'è bisogno di affrettarsi a ridurre l'allattamento al seno.

LactOza e lattasi: qual è la differenza?

"Carenza di lattosio" o "deficit di lattasi": molte madri cercano su Internet informazioni su queste richieste. Ci sono entrambi, e questo, come è corretto?

Prima di tutto, scopri cosa significa ciascuna di queste definizioni.

Il lattosio è uno "zucchero del latte" o un disaccaride scientificamente contenuto nel latte degli animali, incluso nel latte materno umano. Grazie al lattosio, il latte ha un sapore dolciastro.

La lattasi è un enzima del corpo umano, prodotto dall'intestino.

Cosa hanno in comune? Perché i loro nomi di tabelle sono simili?

Il fatto è che il lattosio (un componente del latte) nel corpo umano elabora solo lattasi! Questa è esattamente la differenza tra lattosio e lattasi.

Come funziona?

La lattasi nel corpo umano viene rilevata già allo stadio embrionale, si trova nelle cellule dell'epitelio nell'intestino tenue. L'enzima è attivamente coinvolto nel processo di digestione infantile per circa un anno, cioè nel primo anno di vita di un bambino. Più tardi, quando il bambino cresce e inizia a mangiare, non solo latte e formula, ma, per così dire, passa alla nutrizione per adulti, l'attività dell'enzima lattasi diminuisce gradualmente.

Quindi, un neonato mangia il cibo più adatto per lui - il latte. Il lattosio come elemento del latte, entrando nel corpo di un bambino, dovrebbe essere "digerito" da esso. Questo è esattamente ciò che fa la lattasi. Abbatte il lattosio in due elementi: glucosio e galattosio, che vengono assorbiti dal corpo e gli danno l'energia necessaria per la vita.

Per il neonato, il lattosio è anche benefico perché ha un effetto benefico sullo sviluppo del sistema nervoso centrale e sul funzionamento del tratto digestivo. Inoltre, il lattosio aiuta ad assorbire meglio il corpo dalle vitamine del gruppo B e dal calcio.

La violazione dell'enzima lattasi è chiamata "carenza di lattasi".

Quando succede?

Innanzitutto, la lattasi può essere presente nell'organismo in quantità sufficiente, ma la sua attività può essere bassa e, di conseguenza, il lattosio del latte non viene completamente trasformato. Questo include il caso in cui la carenza di lattasi si verifica nei neonati prematuri. L'enzima lattasi inizia a essere prodotto nell'intestino intorno alla 34a settimana di vita e alla 37a settimana inizia a funzionare pienamente. Pertanto, i bambini prematuri hanno maggiori probabilità di soffrire di questa malattia.

In secondo luogo, la lattasi potrebbe non essere completamente prodotta dall'organismo e, di conseguenza, non può abbattere completamente il lattosio. Questo accade quando si verificano processi infettivi o infiammatori nell'intestino.

A causa dei volumi "ridotti" di lavorazione del lattosio, il latte non trattato appare nel corpo del neonato, che passa attraverso l'intestino tenue (dove l'enzima lattosio deve elaborarlo) ed entra nell'intestino crasso, dove viene scisso in acqua, acidi e gas dai batteri.

Il latte non trattato può comparire nel corpo del bambino per altri motivi non correlati al deficit di lattasi. Ma leggi tutto questo nel nostro altro articolo.

Lattosio (zucchero del latte) e lattasi: qual è la differenza

LATTOSIO - ZUCCHERO DAIRY. Ti sei mai chiesto perché il latte aumenta la glicemia bene nella maggior parte dei bambini e nella maggior parte degli adulti? In realtà nessun segreto. Si tratta dell'enzima lattasi, che vive nell'intestino tenue. Ricorda nei precedenti articoli che ho detto che i disaccaridi sono digeriti solo nell'intestino?

Il lattosio è un disaccaride costituito da una molecola di glucosio e galattosio. E per essere assorbito nel sangue, è necessario scomporlo con l'aiuto della lattasi.

Nei bambini, l'enzima lattasi è ancora attivo, naturalmente, se non c'è carenza di lattasi. Ma negli adulti, la capacità di assorbire il latte scompare e causa non solo un forte aumento di IC, ma piuttosto un forte desiderio di raggiungere il bagno.

È a causa di questa caratteristica dei bambini in alcuni casi, è possibile interrompere il latte anche l'ipoglicemia. Ma negli adulti questo non passa. Anche se ci sono adulti che consumano molto latte e tutto è OK, allora il latte aumenterà la SC e... l'INSULINA (se non è il diabete insulino-dipendente). Sai che tutti i latticini con un alto indice di insulina? È interessante

Dove va il galattosio?

In generale, sotto forma di galattosio, non è usato da nessuna parte. Come risultato di complesse reazioni biochimiche nel fegato, si trasforma in glucosio. Ciò spiega l'ulteriore aumento del Regno Unito in un paio d'ore.

Ci sono anche difetti genetici nel metabolismo del galattosio - galattosemia. Questo non è un deficit di lattasi!

Nello stesso momento c'è un difetto di enzimi: Galactokinase, Galactose-1-phosphaturideyl transferase, Uridylphosphate-4-epimeraza.

La malattia si manifesta durante l'infanzia. Il trattamento è un'eccezione ai prodotti contenenti galattosio.

Vuoi parlare del deficit di lattasi e perché sono contro la maggior parte dei latticini?

Con calore e cura, endocrinologo Lebedeva Dilyara Ilgizovna

Lattosio e lattasi qual è la differenza

Lattasi e lattosio: la differenza quando si scrive in una lettera e in che modo differiscono nel significato? Naturalmente, queste parole sono interconnesse, ma indicano concetti completamente diversi. Il lattosio è lo zucchero del latte, che si trova nei latticini, e la lattasi è un enzima che lo scompone. Con una dettagliata conoscenza di questi termini, puoi scoprire molte cose interessanti.

Il lattosio è un disaccaride con la formula chimica C12H22O11, in forma libera, è contenuto nel latte di tutti i mammiferi. In cento millilitri di latte materno una donna contiene circa sette grammi di lattosio. Nella stessa quantità di latte vaccino - cinque, pecore e capre - quattro, mare - sei, scimmia - dieci grammi. Nel colostro il lattosio è due volte inferiore a quello del latte maturo. Il gusto del lattosio è dolce, ma l'intensità della dolcezza è solo la metà del glucosio e un terzo del saccarosio.

Lattosio nell'industria

Il lattosio è ottenuto dal siero di latte con i metodi della tecnologia delle membrane e dell'asciugatura, e quindi usa:


  • nel settore lattiero-caseario;
  • negli alimenti per l'infanzia;
  • nell'industria dolciaria per migliorare la base di caramello, marmellata, glasse e dolci, poiché l'aggiunta di lattosio al prodotto porta alla sua maggiore viscosità, che fa sentire piacevole il consumatore durante la masticazione; in biscotti, marmellate e cioccolato - come aromatizzante e aromatizzante;
  • nel settore della panificazione per aumentare il volume dei prodotti da forno e ottenere una bella crosta marrone dorato;
  • nel settore dell'alcol per migliorare e allo stesso tempo ammorbidire il gusto di una bevanda alcolica, ridurre gli effetti negativi del sovradosaggio;
  • nell'industria della carne per aumentare la durata e camuffare i sapori sgradevoli;
  • nell'industria farmaceutica come base per molti farmaci, nonché per la produzione di lattulosio - un agente lassativo.

Contenuto di lattosio negli alimenti

Alimenti ad alto contenuto di lattosio: siero di latte, siero di latte, latte in polvere. Prodotti contenenti lattosio: latte intero, latticini, salsicce, zuppe confezionate, prodotti da forno, burro di arachidi, gelati, torte e dolci, gnocchi, gnocchi, hamburger, senape, maionese, ketchup, esaltatori di sapidità, dolcificanti, latte condensato, brodi, dolci, integratori alimentari per l'aumento di peso, salse, budini e alcuni altri.

Alimenti che non contengono lattosio: frutta, verdura, miele, caffè, tè, olio vegetale, riso, vermicelli, latte di soia, prodotti privi di lattosio esenti da dieta, carne fresca cruda, pesce crudo fresco, uova, patate, legumi, cereali, spezie e noci.

La lattasi è un enzima del gruppo di carboidrati, prodotto da enterociti umani maturi, che è necessario per scindere il lattosio in due semplici elementi: glucosio e galattosio, che sono ben assorbiti dall'organismo.

La lattasi viene rilevata per la prima volta sin dalla decima settimana di sviluppo intrauterino, dalla diciassettesima settimana la sua attività è massima nel digiuno, dalla ventiquattresima settimana l'attività della lattasi è la stessa sia nella parte distale che nella parte prossimale dell'intestino. Tuttavia, il livello della sua attività è basso e aumenta progressivamente al momento della consegna, mantenendo l'attività massima di dieci a dodici mesi. Con la transizione verso un tipo di nutrizione adulta, l'attività della lattasi inizia a diminuire. A due anni, l'attività di lattasi è già due volte inferiore a quella di un neonato. Il secondo periodo di forte calo dell'attività si verifica all'età di cinque - sette anni.

Il livello di lattasi è influenzato da fattori genetici, dall'integrità e dall'utilità degli enterociti, nonché dal livello di fattori dannosi che, prima di tutto, includono gli ormoni dello stress. Il latte materno contiene molte sostanze che influenzano direttamente il rinnovamento della mucosa e il suo pieno funzionamento, che aiuta la lattasi a scomporre completamente il lattosio.

Con una diminuzione del livello di lattasi al di sotto della norma di età o della sua completa assenza, si sviluppa una carenza di lattasi, che causa disagio negli adulti ed è molto pericoloso per i bambini piccoli, il cui cibo principale sono i latticini.

Lattasi e lattosio: comprendere i termini

lattosio

Il lattosio è un disaccaride con la formula chimica C12H22O11, in forma libera, è contenuto nel latte di tutti i mammiferi. In cento millilitri di latte materno una donna contiene circa sette grammi di lattosio. Nella stessa quantità di latte vaccino - cinque, pecore e capre - quattro, mare - sei, scimmia - dieci grammi. Nel colostro il lattosio è due volte inferiore a quello del latte maturo. Il gusto del lattosio è dolce, ma l'intensità della dolcezza è solo la metà del glucosio e un terzo del saccarosio.

Lattosio nell'industria

Il lattosio è ottenuto dal siero di latte con i metodi della tecnologia delle membrane e dell'asciugatura, e quindi usa:

  • nel settore lattiero-caseario;
  • negli alimenti per l'infanzia;
  • nell'industria dolciaria per migliorare la base di caramello, marmellata, glasse e dolci, poiché l'aggiunta di lattosio al prodotto porta alla sua maggiore viscosità, che fa sentire piacevole il consumatore durante la masticazione; in biscotti, marmellate e cioccolato - come aromatizzante e aromatizzante;
  • nel settore della panificazione per aumentare il volume dei prodotti da forno e ottenere una bella crosta marrone dorato;
  • nel settore dell'alcol per migliorare e allo stesso tempo ammorbidire il gusto di una bevanda alcolica, ridurre gli effetti negativi del sovradosaggio;
  • nell'industria della carne per aumentare la durata e camuffare i sapori sgradevoli;
  • nell'industria farmaceutica come base per molti farmaci, nonché per la produzione di lattulosio - un agente lassativo.
Contenuto di lattosio negli alimenti

Alimenti ad alto contenuto di lattosio: siero di latte, siero di latte, latte in polvere.

Prodotti contenenti lattosio: latte intero, latticini, salsicce, zuppe confezionate, prodotti da forno, burro di arachidi, gelati, torte e dolci, gnocchi, gnocchi, hamburger, senape, maionese, ketchup, esaltatori di sapidità, dolcificanti, latte condensato, brodi, dolci, integratori alimentari per l'aumento di peso, salse, budini e alcuni altri.

Alimenti che non contengono lattosio: frutta, verdura, miele, caffè, tè, olio vegetale, riso, vermicelli, latte di soia, prodotti privi di lattosio esenti da dieta, carne fresca cruda, pesce crudo fresco, uova, patate, legumi, cereali, spezie e noci.

lattasi

La lattasi è un enzima del gruppo di carboidrati, prodotto da enterociti umani maturi, che è necessario per scindere il lattosio in due semplici elementi: glucosio e galattosio, che sono ben assorbiti dall'organismo.

La lattasi viene rilevata per la prima volta sin dalla decima settimana di sviluppo intrauterino, dalla diciassettesima settimana la sua attività è massima nel digiuno, dalla ventiquattresima settimana l'attività della lattasi è la stessa sia nella parte distale che nella parte prossimale dell'intestino. Tuttavia, il livello della sua attività è basso e aumenta progressivamente al momento della consegna, mantenendo l'attività massima di dieci a dodici mesi. Con la transizione verso un tipo di nutrizione adulta, l'attività della lattasi inizia a diminuire. A due anni, l'attività di lattasi è già due volte inferiore a quella di un neonato. Il secondo periodo di forte calo dell'attività si verifica all'età di cinque - sette anni.

Il livello di lattasi è influenzato da fattori genetici, dall'integrità e dall'utilità degli enterociti, nonché dal livello di fattori dannosi che, prima di tutto, includono gli ormoni dello stress. Il latte materno contiene molte sostanze che influenzano direttamente il rinnovamento della mucosa e il suo pieno funzionamento, che aiuta la lattasi a scomporre completamente il lattosio.

Con una diminuzione del livello di lattasi al di sotto della norma di età o della sua completa assenza, si sviluppa una carenza di lattasi, che causa disagio negli adulti ed è molto pericoloso per i bambini piccoli, il cui cibo principale sono i latticini.

Carenza di lattasi nei bambini (intolleranza al lattosio)

Una condizione causata dall'incapacità del corpo del bambino di digerire il lattosio (zucchero del latte) è chiamata intolleranza al lattosio. Poiché il motivo di questa condizione è la mancanza dell'enzima lattasi nel corpo, il secondo nome è "carenza di lattasi". Quali sono le cause di questa condizione patologica e cosa dovrebbero prendere i genitori se vengono rilevati in un bambino?

Nei neonati e nei bambini

Nei neonati, il deficit di lattasi è di solito determinato geneticamente. In misura maggiore, tale intolleranza congenita si sviluppa in portatori di geni asiatici. Inoltre, nei bambini di età inferiore ai 6 mesi, il deficit di lattasi è associato a un'infezione, allergie o altre malattie associate alla malattia intestinale.

Spesso il deficit di lattasi viene rilevato nei bambini prematuri, a causa dell'immaturità del loro tratto digestivo.

Nei bambini più grandi

Molto spesso l'intolleranza al lattosio si sviluppa nei bambini più grandi dall'età di 9-12 anni. Nei bambini che non nutrono più latte materno, la quantità di lattasi nel corpo diminuisce gradualmente. Sebbene tra gli europei ci siano molte persone nel cui corpo la lattasi viene normalmente prodotta fino alla vecchiaia.

Tra i bambini adulti, molti non tollerano lo zucchero del latte e non ne soffrono affatto. Semplicemente non usano prodotti lattiero-caseari per evitare i sintomi di intolleranza. Ma per un bambino piccolo, una tale condizione patologica può diventare un problema, poiché il latte è il cibo base in tenera età.

Segni e sintomi

L'ipolattasia (quantità insufficiente di lattasi) può essere identificata dai seguenti sintomi:

  • Dolore addominale
  • Nausea.
  • Flatulenza, gonfiore, brontolio nello stomaco.
  • Diarrea, comparsa da una a due ore dopo aver bevuto latticini.
  • Comportamento irrequieto dopo aver mangiato

classificazione

Esistono tipi di intolleranza al lattosio:

  1. Congenita. Una condizione molto rara in cui un bambino perde peso rapidamente dopo la nascita, soffre di disidratazione e rischia di morire. Per confermare la diagnosi è necessaria una biopsia dell'intestino, ma raramente viene prescritta ai neonati, più spesso semplicemente trasferendo il bambino ad una dieta priva di lattosio per 4-6 mesi, dopo di che danno al bambino il lattosio in piccole quantità.
  2. Transient. Si verifica nei bambini che sono nati prima della data di scadenza.
  3. Primaria. Si sviluppa dopo aver allattato al seno. Questa forma di intolleranza al lattosio è abbastanza comune. È caratteristico delle persone che vivono in Asia, America, Australia, oltre che nel continente africano e nelle isole dell'Oceano Pacifico. Ciò è legato alla storia nutrizionale delle persone, dal momento che in passato le persone utilizzavano latte animale principalmente in paesi europei, in alcune parti dell'Africa e dell'India. Tale carenza di lattasi si manifesta con gonfiore, nausea, eruttazione, diarrea, vomito. I sintomi possono cambiare nel corso della vita. Qualcuno reagisce a una piccola quantità di lattosio e qualcuno è in grado di assorbirne di più.
  4. Secondario. Appare a seguito di infezione delle lesioni intestinali, allergie o altre cause. Ad esempio, dopo la gastroenterite, l'organismo impiega diversi giorni o settimane (a seconda dell'età) per ripristinare la produzione di lattasi.
  5. Funzionale. Appare in un bambino sano che sta ingrassando, ma è tormentato dai gas, frequenti feci acquose con una tinta verdastra. Le analisi che rilevano carenza di lattasi in questi bambini saranno false-positive. La ragione di questo problema è la mancanza di briciole dalla parte posteriore (ricca di grassi) del latte materno, così come un sistema enzimatico immaturo.

A seconda della gravità della patologia, il deficit di lattasi è completo e parziale.

motivi

La causa del deficit di lattasi nei neonati (la forma primaria di insufficienza) è spesso una predisposizione genetica.

Le seguenti cause portano allo sviluppo della forma secondaria di questa patologia, che viene acquisita:

  • Processi infiammatori nell'intestino tenue.
  • Infezioni infette
  • Chirurgia allo stomaco e all'intestino.
  • La presenza di celiachia.
  • La chemioterapia.
  • Lo sviluppo della colite ulcerosa.
  • Malattie di Crohn e Whipple.

Ecco i processi che si verificano nel corpo in caso di problemi con la digestione del lattosio:

  • Il lattosio non digerito entra nell'intestino crasso, dove l'acqua si ottiene anche per osmosi.
  • Questo zucchero del latte viene trasformato dai batteri che si trovano nel colon, con conseguente formazione di gas.
  • Gli acidi grassi non digeriti compaiono nelle feci, che si formano anche a causa dell'attività dei batteri.
  • La mucosa dell'intestino è irritata, il che porta ad un eccesso di produzione di muco.
  • Poiché le feci passano attraverso l'intestino troppo velocemente, il suo colore diventa verde.
  • Il risultato saranno feci acide, spumose, verdastre, sciolte, la cui ricerca troverà zucchero (non digerito il lattosio).

Differenze tra lattosio e lattasi

La somiglianza del nome porta spesso alla confusione tra queste due parole:

  • Il lattosio è un carboidrato importante per il bambino, rappresentato da un composto di due molecole: galattosio e glucosio.
  • Affinché il corpo possa abbatterlo e digerirlo, ha bisogno di lattasi. È un enzima formato nell'intestino tenue.

Se la lattasi non è sufficiente, allora la scissione del lattosio non si verifica, cioè non viene digerita. Ecco perché questa condizione può essere chiamata sia carenza di lattasi che intolleranza al lattosio.

Non è allergico al latte.

Il deficit di lattasi è spesso confuso con lo sviluppo di allergie ai latticini. Ma questi sono problemi completamente diversi. L'allergia al latte è molto meno comune con l'intolleranza al lattosio ed è una condizione più grave con rischio di morte.

Se il bambino ha un'allergia al latte, allora è controindicato per lui usare questo prodotto. Una volta nel corpo, anche in piccole quantità, il latte causerà al bambino di sviluppare eruzioni cutanee, prurito, difficoltà di respirazione e altri sintomi di allergia.

Ma con la mancanza di lattasi, il corpo è in grado di trattare un prodotto lattiero-caseario in una piccola quantità, per esempio, se bevi latte in una quantità di 100 ml alla volta o mangi yogurt fino a 50 grammi.

Cosa fare

Se una sedia da bambino ha una tinta verdastra, è anche liquida e schiumosa e si raccomanda l'allattamento al seno della madre:

  • Assicurarsi che il bambino sia attaccato correttamente e che il seno sia catturato correttamente.
  • Cerca di nutrirti per 3-5 ore da un solo seno.
  • Poiché spesso in questo caso, la madre ha un sacco di latte, il secondo seno in questo momento avrà un piccolo podtsezhivat.

Ti consigliamo di leggere l'articolo sulle feci verdi in un bambino.

Il trattamento dell'intolleranza al lattosio è solitamente ridotto all'esclusione di questo disaccaride dalla dieta o all'uso di farmaci contenenti lattasi. Allo stesso tempo, i sintomi vengono trattati e la causa viene eliminata (se il deficit di lattasi è secondario).

Ai bambini allattati al seno vengono spesso prescritti preparati di lattasi, dal momento che non è auspicabile ridurre la quantità di latte materno nella dieta di un bambino. Se tali farmaci non possono essere utilizzati, il bambino viene trasferito a una miscela a basso contenuto di lattosio (inizialmente parzialmente, mantenendo il massimo del latte materno nella dieta del bambino, che non causerà sintomi di deficit di lattasi).

Quando si alimenta un bambino con una miscela, selezionano un prodotto in cui ci sarà una quantità massima di lattosio che non causa manifestazioni cliniche di insufficienza. È possibile combinare la miscela abituale e senza lattosio o trasferire le briciole alla miscela di acido lattico. Se il deficit di lattasi è significativo, al bambino viene somministrata solo una miscela a basso contenuto di lattosio.

Nella preparazione di alimenti complementari per un bambino con deficit di lattasi, non è il latte che viene usato, ma una miscela priva di lattosio, e dopo un anno i prodotti lattiero-caseari vengono sostituiti con analoghi a basso contenuto di lattosio.

Se l'ipolattasia è secondaria, viene mantenuta una dieta a basso contenuto di lattici durante il periodo di trattamento della patologia sottostante. Prodotti con lattosio iniettati gradualmente oltre 1-3 mesi dopo il recupero.

Test richiesti

Esistono diversi modi per determinare la presenza di intolleranza allo zucchero del latte:

  1. Coprogram. L'analisi determina la quantità di acidi grassi e la reazione del pH. Se c'è intolleranza al lattosio, la reazione delle feci sarà acida e la concentrazione di acidi grassi aumenterà.
  2. Identificare i carboidrati nelle feci. Viene spesso utilizzato per rilevare l'intolleranza al lattosio, ma spesso è falso-negativo o falso-positivo. Il metodo rivela i carboidrati, ma non può mostrare esattamente cosa sia lo zucchero del latte. I suoi risultati sono presi in considerazione solo in combinazione con altre analisi e manifestazioni cliniche.
  3. Test del respiro all'idrogeno. Un metodo molto comune è quello di utilizzare un dispositivo speciale che controlla l'aria espirata da una persona dopo aver consumato glucosio. Il test non viene utilizzato per i bambini sotto i 3 mesi.
  4. Curva del lattosio Il prelievo di sangue viene effettuato a stomaco vuoto al mattino, quindi viene utilizzato il lattosio e dopo poche ore viene nuovamente eseguito un esame del sangue. Sulla base dei risultati costruisci un grafico, che è chiamato la curva del lattosio. Il metodo non è troppo informativo e il suo uso in un neonato pone alcune difficoltà.
  5. Biopsia intestinale Questo è un metodo molto accurato per fare una diagnosi di deficit di lattasi. Consiste nel prendere piccole aree della mucosa dell'intestino tenue. Su questi siti microscopici determinare l'attività della lattasi. Il metodo viene usato raramente a causa del trauma e della necessità di utilizzare l'anestesia generale.
  6. Ricerca genetica Aiuta a identificare l'errore primario. Lo svantaggio del metodo è il suo alto costo.

Come conviverci?

La prognosi per le persone con questa condizione patologica è generalmente favorevole. La maggior parte di coloro che non possono tollerare lo zucchero del latte, non consumano prodotti caseari a volontà (non volendo fare domande, dicono che semplicemente non gli piacciono).

Il lattosio non è in questi prodotti:

  • ortaggi;
  • Oli vegetali;
  • la pasta;
  • riso;
  • frutta;
  • Pesce crudo;
  • uova;
  • miele;
  • Carne cruda;
  • Succhi di verdura e frutta;
  • noci;
  • cereali;
  • fagioli;
  • Bevande di soia, carne di soia e farina di fagioli;
  • Tea.

Raccomandazioni per l'intolleranza al lattosio:

  • In vendita puoi trovare latte in cui non c'è il lattosio. Lo zucchero in questo latte è già suddiviso in galattosio e glucosio, quindi questo prodotto caseario può essere consumato con deficit di lattasi.
  • Se c'è intolleranza al lattosio, dovresti mangiare più di quei latticini in cui questo carboidrato è già fermentato. Tali prodotti sono formaggi a pasta dura, yogurt e altri prodotti caseari.
  • Il latte al cioccolato è una buona scelta, poiché il cacao ha la capacità di stimolare la produzione di lattasi, che migliora l'assorbimento del latte.
  • Il latte con deficit di lattasi è consigliato da bere durante i pasti. Bene, se il latte è combinato con i cereali. Il volume di porzioni di latte in una volta dovrebbe essere fino a 100 millilitri.
  • Ricorda che lo zucchero del latte è presente nel latte scremato. In tale latte, il grasso viene rimosso, non il lattosio.
  • Il lattosio è disponibile non solo nel latte, ma anche in altri prodotti - prodotti per diabetici, dolciumi, salse, pane, margarina, panna, latte condensato, patatine fritte e molti altri. Anche se l'elenco degli ingredienti non è scritto che il prodotto contiene lattosio, la presenza di questo carboidrato può essere giudicata da altri componenti - la presenza di latte in polvere, siero di latte o ricotta.
  • Dovresti anche sapere che il lattosio è incluso in alcuni medicinali. Lo zucchero del latte può essere trovato in nope, bifidumbacterin, motilium, cerukale, enape, contraccettivo e altri farmaci.
  • Il lattosio è uno dei componenti importanti dell'alimentazione per i bambini. Deve essere aggiunto alla miscela di latte, al fine di portare la loro composizione al latte delle donne.

Laktaza, Laktoza e qual è il latte?

I problemi con la pancia - colica, gonfiore, sedia instabile si verificano in molti bambini, indipendentemente dal fatto che sia un maschio o una femmina, sia che il bambino sia allattato al seno o nutrito artificialmente. Le ragioni sono naturali: gli intestini immaturi si adattano a un nuovo tipo di cibo, "imparano" a lavorare pienamente.

  1. principale
  2. Cosa succede nella pancia?
  3. Laktaza, Laktoza e qual è il latte?

Laktaza, Laktoza e qual è il latte?

Durante la creazione del latte materno, Madre - Natura "si è occupata di" che era nutriente e conteneva tutti gli elementi necessari per la piena crescita e lo sviluppo delle briciole.

Il componente principale (88%) del latte materno è l'acqua. Ecco perché nei primi mesi di vita del bambino, solo l'allattamento al seno è sufficiente per lui nella dieta. Il secondo a sua volta, ma non meno importante, è il carboidrato del latte materno - il lattosio, il cosiddetto zucchero del latte.

Il fatto è che il latte di lattosio (che si tratti di latte materno o latte artificiale adattato) viene metabolizzato dall'azione di uno speciale enzima digestivo lattasi. Facile da ricordare: "Lattosio digerisce lattasi". Queste sono due sostanze importanti per un bambino, come "sorelle gemelle", anche il loro nome è quasi lo stesso con una differenza di una lettera. Questa informazione è importante: aiuterà, ad esempio, a capire perché un bambino sano e attivo abbia una colica infantile.

Cos'è l'acido lattico così importante?

  • • Nel processo di digestione, le sostanze speciali (galactocerebrosides) sono formate dal lattosio, che sono necessarie per lo sviluppo del sistema nervoso centrale (guardiano dell'intelligenza e della memoria) e della retina dell'occhio (non per niente l'occhio è anche chiamato la parte del sistema nervoso che è stata portata fuori).
  • • Il lattosio favorisce l'assorbimento del calcio, che è responsabile della crescita e della forza delle ossa, dello smalto dei denti, nonché del magnesio e del ferro necessari per il lavoro del cuore e dei vasi sanguigni.
  • • In caso di scissione incompleta del lattosio, soffre dello sviluppo dei propri lacto e bifidobatteri, che possono portare a disbacteriosi.

Durante i primi mesi di vita, l'intestino del bambino si adatta al nuovo cibo, continua la "maturazione" del sistema enzimatico digestivo. Pertanto, dal momento della nascita e fino a circa quattro mesi, la mollica può soffrire a causa di coliche, gonfiore, diarrea, la cui causa è spesso carenza di lattasi.

Molte madri hanno spesso paura di apprendere che i loro bambini hanno un "deficit secondario di lattasi". Possono essere capiti: come potrebbe un bambino sano, a cui è stata fornita l'alimentazione e la cura più benefiche, sviluppare questa condizione?

Ma non c'è posto per il panico: nella sua essenza il deficit di lattasi è una violazione del processo di scissione dello zucchero del latte, o lattosio, che di solito si sviluppa a causa della mancanza dell'enzima lattasi. Come accennato in precedenza, l'ortografia delle parole è simile, motivo per cui molte mamme iniziano a cercare su Internet "sintomi di insufficienza lattica", ma in realtà tale frase non è corretta. La parola "secondario" in questa diagnosi significa che l'intestino è ancora "non maturo" e produce lactAz in quantità insufficiente.

Ma alcuni bambini dalla nascita mancano completamente l'enzima lattasi. I pediatri chiamano questa condizione l'insufficienza lattica congenita.

Come puoi vedere, il nome "pauroso" in realtà dà ai genitori responsabili un segnale: il bambino ha bisogno di essere aiutato a colmare la carenza dell'enzima necessario. La carenza di lattasi nei bambini viene regolata con l'aiuto di farmaci contenenti lattasi, ad esempio Lactazar ® per i bambini. Nei casi più estremi, potrebbe essere necessario passare a miscele di lattosio o a basso contenuto di lattosio. Tuttavia, tale necessità si manifesta molto raramente - solitamente il problema viene risolto reintegrando il deficit di lattasi nell'intestino di un bambino.

Lattasi e lattosio: comprendere i termini

Lattasi e lattosio: la differenza quando si scrive in una lettera e in che modo differiscono nel significato? Naturalmente, queste parole sono interconnesse, ma indicano concetti completamente diversi. Il lattosio è lo zucchero del latte, che si trova nei latticini, e la lattasi è un enzima che lo scompone. Con una dettagliata conoscenza di questi termini, puoi scoprire molte cose interessanti.

lattosio

Il lattosio è un disaccaride con la formula chimica C12H22O11, in forma libera, è contenuto nel latte di tutti i mammiferi. In cento millilitri di latte materno una donna contiene circa sette grammi di lattosio. Nella stessa quantità di latte vaccino - cinque, pecore e capre - quattro, mare - sei, scimmia - dieci grammi. Nel colostro il lattosio è due volte inferiore a quello del latte maturo. Il gusto del lattosio è dolce, ma l'intensità della dolcezza è solo la metà del glucosio e un terzo del saccarosio.

Lattosio nell'industria

Il lattosio è ottenuto dal siero di latte con i metodi della tecnologia delle membrane e dell'asciugatura, e quindi usa:

Contenuto di lattosio negli alimenti

Alimenti ad alto contenuto di lattosio: siero di latte, siero di latte, latte in polvere.

Prodotti contenenti lattosio: latte intero, latticini, salsicce, zuppe confezionate, prodotti da forno, burro di arachidi, gelati, torte e dolci, gnocchi, gnocchi, hamburger, senape, maionese, ketchup, esaltatori di sapidità, dolcificanti, latte condensato, brodi, dolci, integratori alimentari per l'aumento di peso, salse, budini e alcuni altri.

Alimenti che non contengono lattosio: frutta, verdura, miele, caffè, tè, olio vegetale, riso, vermicelli, latte di soia, prodotti privi di lattosio esenti da dieta, carne fresca cruda, pesce crudo fresco, uova, patate, legumi, cereali, spezie e noci.

lattasi

La lattasi è un enzima del gruppo di carboidrati, prodotto da enterociti umani maturi, che è necessario per scindere il lattosio in due semplici elementi: glucosio e galattosio, che sono ben assorbiti dall'organismo.

La lattasi viene rilevata per la prima volta sin dalla decima settimana di sviluppo intrauterino, dalla diciassettesima settimana la sua attività è massima nel digiuno, dalla ventiquattresima settimana l'attività della lattasi è la stessa sia nella parte distale che nella parte prossimale dell'intestino. Tuttavia, il livello della sua attività è basso e aumenta progressivamente al momento della consegna, mantenendo l'attività massima di dieci a dodici mesi. Con la transizione verso un tipo di nutrizione adulta, l'attività della lattasi inizia a diminuire. A due anni, l'attività di lattasi è già due volte inferiore a quella di un neonato. Il secondo periodo di forte calo dell'attività si verifica all'età di cinque - sette anni.

Il livello di lattasi è influenzato da fattori genetici, dall'integrità e dall'utilità degli enterociti, nonché dal livello di fattori dannosi che, prima di tutto, includono gli ormoni dello stress. Il latte materno contiene molte sostanze che influenzano direttamente il rinnovamento della mucosa e il suo pieno funzionamento, che aiuta la lattasi a scomporre completamente il lattosio.

Con una diminuzione del livello di lattasi al di sotto della norma di età o della sua completa assenza, si sviluppa una carenza di lattasi, che causa disagio negli adulti ed è molto pericoloso per i bambini piccoli, il cui cibo principale sono i latticini.

Qual è il deficit di lattasi

Ogni madre amorevole sta vivendo assolutamente a causa di tutto ciò che riguarda il suo bambino. Ascolta costantemente il respiro di una briciola amata, cento volte al giorno per controllare se la sua fronte non è calda, esamina da vicino il contenuto del pannolino. E se, secondo lei, è in qualche modo diverso dalla norma, allora iniziano il panico e una ricerca delle possibili cause. Così, molto spesso, le madri suonano l'allarme quando scoprono uno sgabello liquido e schiumoso in un bambino. Ci sono sospetti di deficit di lattasi. Non è sorprendente, perché questo problema è sentito da molti, molti miti lo circondano, ea volte è difficile capire quale di essi è vero. Il nostro materiale ti aiuterà a ottenere tutta la conoscenza necessaria della madre.

Lattosio e lattasi

Per prima cosa è necessario comprendere le differenze tra i termini "lattosio" e "lattasi", che sono spesso confusi tra loro.

Il lattosio, o come viene anche chiamato, lo zucchero del latte è il principale carboidrato presente nel latte materno e nel latte di tutti i mammiferi. Fornisce circa il 40% dei costi energetici del neonato. Essendo un prebiotico, il lattosio stimola lo sviluppo della microflora intestinale. Inoltre, influisce sull'assorbimento di magnesio, manganese e calcio da parte del corpo del bambino. Una sostanza molto importante, non è vero?

Per assimilare il lattosio nell'intestino, è necessario che le sue molecole si rompano nell'intestino tenue. Questo si verifica sotto l'azione di un enzima speciale che si forma nelle cellule dell'intestino tenue, la lattasi. L'enzima inizia a formarsi nel bambino ancora nell'utero e raggiunge la massima attività al momento della nascita, ma nei bambini prematuri, la sua attività è significativamente ridotta.

Carenza di lattasi nei lattanti

Il termine "deficit di lattasi" si riferisce a una condizione che si verifica quando una diminuzione dell'attività o in assenza nell'intestino dell'enzima lattasi.

Di conseguenza, il lattosio in forma non digerita entra nell'intestino crasso, dove i processi di fermentazione avvengono sotto l'influenza di microrganismi. C'è una maggiore formazione di gas e si forma una grande quantità di liquido, questo causa le principali manifestazioni di deficit di lattasi.

I principali sintomi di deficit di lattasi nei bambini sono:

  • Aumento della flatulenza nell'intestino (ronzio nell'addome, distensione addominale, dolore addominale).
  • Diarrea (fino a 8-10 o più volte al giorno), che appare dopo la poppata (frequenti, liquido, giallo, schiumoso, feci maleodoranti, dolore addominale).
  • Il bambino mostra anche ansia dopo ogni poppata, ma allo stesso tempo mantiene un buon appetito.

La gravità delle manifestazioni di cui sopra può essere diversa e dipende da quanto il livello dell'attività della lattasi è ridotto, così come da altre caratteristiche individuali dello sviluppo intestinale e del corpo del bambino nel suo insieme.

Varietà di deficit di lattasi

A seconda delle cause, c'è un deficit di lattasi primario e secondario.

Il deficit primario di lattasi è associato a deficit congenito dell'enzima lattasi. Questo tipo di malattia è estremamente raro.

Il trattamento del deficit primario di lattasi sarà una diminuzione della quantità di lattosio negli alimenti (il lattosio è contenuto nel latte, così come in tutti i piatti e prodotti che contengono latte), fino alla completa esclusione.

Il deficit di lattasi secondaria è associato a danni alle cellule intestinali e, di conseguenza, a una diminuzione della produzione di lattasi. È questo tipo di malattia che i pediatri diagnosticano più spesso nei bambini. Buone notizie per i genitori - tale carenza di lattasi, di norma, è temporanea e si verifica quando la mucosa intestinale viene ripristinata. "E quali sono questi motivi che portano a danneggiare le cellule intestinali?" - chiedi. Questo può essere allergico alle proteine ​​del latte vaccino, alla presenza di parassiti nel bambino (Giardia, vermi), infezioni intestinali (rotavirus, enterovirus), malattie infiammatorie intestinali.

In questo caso, si dovrebbe prestare particolare attenzione al trattamento della malattia di base, a causa della quale si è sviluppato un deficit secondario di lattasi. È anche necessario ridurre la quantità di lattosio nella dieta del bambino, ma solo per il periodo fino a quando la mucosa dell'intestino tenue non sia completamente ripristinata.

Non è consigliabile escludere completamente il lattosio dalla nutrizione di un bambino, perché è importante per lo sviluppo del cervello e della vista, così come per il mantenimento della microflora intestinale del bambino. Diamo uno sguardo più da vicino su come ridurre la quantità di lattosio in diversi tipi di alimentazione.

Se il bambino è allattato al seno, il medico può raccomandare l'uso di preparati a base di lattasi che sono mescolati con il latte materno espresso e abbattere il lattosio senza alterare le sue altre proprietà.

In caso di alimentazione artificiale, la miscela deve essere sostituita con una speciale miscela a basso contenuto di lattosio. I prodotti senza lattosio sono prescritti per gravi forme di deficit di lattasi, quando l'uso di miscele di lattosio è inefficace.

È importante scegliere una miscela contenente la massima quantità possibile di lattosio, che non causerà la comparsa di sintomi di deficit di lattasi nel bambino. Pertanto, il contenuto di lattosio della miscela di lattosio di Similac è 0,2 g per 100 ml (a diluizione standard). Non è inferiore in termini di sicurezza e tollerabilità alle moderne miscele di latte di base e fornisce lo stesso tasso di sviluppo fisico delle miscele con il normale contenuto di lattosio. L'assenza di olio di palma nella composizione e la presenza di prebiotici contribuisce alla confortevole digestione del bambino, ei nucleotidi aiutano a sviluppare l'immunità nelle briciole.

Ricorda: la carenza di lattasi nei bambini nella maggior parte dei casi è un problema risolvibile. Sii paziente: spesso è sufficiente regolare la nutrizione del bambino e si sentirà meglio. Salute al tuo bambino!

Materiale preparato sulla base di fonti:
1. Mukhina Yu.G., Shumilov P.V., Dubrovskaya M.I. e altri: approcci moderni alla diagnosi e al trattamento del deficit di disaccaridasi nei bambini. Difficile. il paziente. 2006; 9 (4): 12-16.
2. Mangiare un bambino sano e malato. Manuale per medici, ed. Tutelyana V.A., Konya I.Ya., Kaganova B.S. Mosca, 2013. - 264 p.
3. "Programma nazionale per ottimizzare l'alimentazione dei bambini del primo anno di vita nella Federazione Russa", Mosca: Unione dei pediatri della Russia, 2011.

Popolarmente Sulle Allergie