La rinite ipertrofica è una malattia infiammatoria della cavità nasale, che è caratterizzata dalla crescita della mucosa del rivestimento. Nei casi avanzati, gli elementi ossei e il periostio sono coinvolti nell'infiammazione. I sintomi principali sono la congestione nasale, difficoltà respiratorie, mal di testa nasale e ricorrente. La diagnosi di rinite comprende un esame otorinolaringoiatra con rinoscopia, endoscopia. Per chiarire la diagnosi, vengono eseguite radiografia e TC dei seni paranasali. Il trattamento iniziale è conservativo, con gocce antinfiammatorie e vasocostrittive. Nelle lesioni diffuse viene eseguita un'operazione per rimuovere le crescite patologiche dello strato mucoso o del tessuto osseo.

Rinite ipertrofica

La rinite ipertrofica (iperplastica) è una lesione cronica diffusa o limitata della cavità nasale. L'incidenza della malattia è del 6-16% tra tutte le patologie degli organi ENT. Il termine "rinite iperplastica" fu introdotto per la prima volta negli anni '80 del XX secolo dall'otorinolaringoiatra sovietico L.B. Dainiak, che ha sviluppato la classificazione della rinite cronica. L'aggravamento si verifica in primavera e in autunno, nel periodo di aumento del numero di pazienti con SARS. La malattia colpisce spesso persone di età compresa tra 25 e 55 anni che hanno un'immunità indebolita e lavorano in industrie pericolose.

Cause della rinite ipertrofica

La rinite iperplastica è una malattia polietiologica che può progredire per diversi anni. I motivi principali che provocano lo sviluppo della rinite includono:

  • Spesso forme ricorrenti e avanzate di rinite con riacutizzazioni più di 3-5 volte l'anno.
  • La curvatura del setto del naso, che porta a un restringimento dei passaggi nasali e la difficoltà del normale deflusso del segreto.
  • Anomalie congenite o acquisite dei passaggi nasali, lesioni dello scheletro facciale, causando una violazione del deflusso e congestione delle secrezioni mucose.
  • Ricezione incontrollata di gocce di vasocostrittore, che porta a una violazione del trofismo dei tessuti della cavità nasale. La membrana mucosa della cavità nasale compensa gli aumenti di dimensioni, i vasi diventano fragili, ci sono epistassi frequenti.
  • Fattori esterni (condizioni ambientali, lavoro in industrie pericolose, lunga permanenza in aree con basse o alte temperature, inalazione di polveri, gas). Questi effetti danneggiano il guscio interno e peggiorano i processi metabolici nella cavità nasale.
  • Malattie del sistema cardiovascolare. L'ipertensione arteriosa, l'aterosclerosi vascolare porta a una riduzione dell'afflusso di sangue nella mucosa nasale e all'ipossia tissutale.
  • Altre malattie del rinofaringe. Cisti, polipi nasali, adenoidi sono la causa di processi infettivi cronici, spesso ricorrenti, che portano a edema persistente e ipertrofia del rivestimento interno dei passaggi nasali.

patogenesi

L'esposizione a fattori esogeni ed endogeni per un lungo periodo di tempo porta a cambiamenti irreversibili nelle strutture morfologiche della cavità nasale. L'inalazione frequente di polvere provoca la lesione dell'epitelio ciliato, contribuisce allo sviluppo di metaplasia e rallenta il deflusso delle secrezioni, la formazione di rololiti (pietre nasali). I vapori chimici danneggiano la mucosa, causando un processo infiammatorio acuto e cronico. Spesso, le malattie infettive ricorrenti nella fase acuta causano la formazione di immunocomplessi e l'attivazione di anticorpi specifici. Come risultato, il lavoro dell'apparato secretorio aumenta e la quantità di muco prodotto, il guscio interno si ispessisce. Pertanto, nello sviluppo dei cambiamenti ipertrofici nei passaggi nasali svolge un ruolo di infiammazione prolungata, ipossia tissutale persistente, ridotta circolazione capillare, ridotta difese corporee ed esposizione alla flora patogena.

classificazione

Tra gli specialisti nel campo dell'otorinolaringoiatria, la classificazione dell'ipertrofia secondo la scala della lesione della cavità nasale è la più popolare. Esistono 2 forme di rinite ipertrofica:

  1. La rinite diffusa è caratterizzata da una lesione diffusa dello strato mucoso, del periostio e del tessuto osseo dei passaggi nasali. Lo spessore del guscio interno della cavità nasale è uniformemente aumentato in tutto.
  2. Rinite ristretta. Una lesione locale copre un'area specifica di gusci nasali, causando iperplasia polypous, il resto del tessuto funziona normalmente. Questo gruppo ha una localizzazione diversa e spesso causa ipertrofia delle sezioni inferiore e media della cavità nasale.

I sintomi della rinite ipertrofica

Le principali manifestazioni della rinite iperplastica comprendono difficoltà nella respirazione nasale e congestione nasale costante. I pazienti si lamentano di secrezioni nasali mucose e purulente, soprattutto al mattino. Nel tempo, la terapia vasocostrittrice e antiinfiammatoria perde la sua efficacia. La respirazione è principalmente orale, che provoca secchezza delle fauci, russamento, episodi di apnea notturna. In futuro, la sensazione di un corpo estraneo nel rinofaringe, stanchezza, mal di testa dolorante, insonnia. La capacità di odore è ridotta, portando ad una perdita di odore (anosmia). I pazienti hanno notato un cambiamento nel tono della voce (chiuso nasale). La purificazione indipendente dei passaggi nasali dalle secrezioni patologiche provoca danni alla membrana mucosa, di conseguenza, un aumento del sanguinamento.

complicazioni

La diagnosi tardiva e il trattamento della rinite ipertrofica portano a complicazioni dell'udito, dell'odorato e dell'apparato respiratorio. Un aumento delle porzioni posteriori del turbinato inferiore può portare all'ostruzione del lume del canale uditivo, alla riproduzione attiva della microflora condizionatamente patogena e allo sviluppo di Eustachitis e otite. L'accumulo eccessivo di secrezione auricolare contribuisce alla comparsa di ristagno, gonfiore e infiammazione della mucosa.

La diffusione del processo infiammatorio sui seni paranasali causa sinusite (antritis, sinusite). L'ipertrofia del turbinato inferiore porta all'infiammazione delle lacrime, allo sviluppo della dacriocistite, alla congiuntivite. A causa della costante respirazione della bocca, i pazienti con iperplasia della mucosa delle vie nasali sono inclini allo sviluppo di faringite, tracheiti e bronchiti. Un processo infiammatorio prolungato porta alla formazione di escrescenze dello strato mucoso della cavità nasale - polipi di dimensioni e localizzazione diverse.

diagnostica

Per fare una diagnosi, determinare la forma e lo stadio del danno ipertrofico, oltre ad escludere altre malattie infiammatorie della cavità nasale, viene effettuata una valutazione completa dello stato delle strutture anatomiche del naso. Le principali manipolazioni diagnostiche includono:

  1. Esame dell'otorinolaringoiatra con rinoscopia. L'indagine rivela una curvatura del setto nasale, scarico mucoso o mucopurulento, crescite polifere dense della mucosa di varie dimensioni.
  2. L'endoscopia della cavità nasale consente di determinare la localizzazione dell'ipertrofia, lo stato dello strato mucoso, il setto e le cavità (dimensione, colore, forma, rete vascolare). In presenza di formazioni polipose si produce campionamento tissutale per l'esame istologico (biopsia).
  3. La Rhinopneumometria determina il volume d'aria che è passato attraverso i passaggi nasali per un certo tempo. Con iperplasia delle mucose, questa capacità diminuisce e la respirazione nasale diventa forzata.
  4. Radiografia e TC dei seni paranasali sono ulteriori metodi di ricerca e vengono eseguiti per escludere malattie infiammatorie (sinusiti, sinusiti, sinusiti frontali).

La diagnosi differenziale della rinite ipertrofica deve essere effettuata con la proliferazione di tonsilla nasofaringea, atresia del canale anulare, infiammazione poliforme dei seni, malattie infettive specifiche (tubercolosi, sifilide), neoplasie della cavità nasale, corpi estranei. La diagnosi differenziale di ipertrofia e altri tipi di rinite (vasomotoria, catarrale) svolge un ruolo importante nella diagnosi.

Trattamento della rinite ipertrofica

La terapia conservativa è efficace solo nelle fasi iniziali della malattia. Durante questo periodo, ha usato vasocostrittori e gocce antiinfiammatorie, ha prescritto l'irradiazione ultravioletta della cavità nasale, l'esposizione alle radiazioni ad alta frequenza, massaggia il naso con l'unguento spleninovoico al 20%. Con la diffusa proliferazione dei tessuti dello strato mucoso nasale e l'inefficacia della terapia conservativa, l'unico metodo di trattamento è la chirurgia. L'intervento chirurgico è un effetto meccanico, laser, termico sul concha nasale interessato per ripristinare la respirazione nasale, l'olfatto e prevenire un'ulteriore crescita patologica della mucosa. Effettuare i seguenti tipi di operazioni:

  • Conchotomia (submucosa, totale, parziale) - escissione dello strato mucoso delle parti inferiore e media della concha. Quando il periostio e il tessuto osseo sono coinvolti nel processo patologico, rimuovono parzialmente o completamente il rivestimento interno della cavità nasale insieme agli elementi ossei (osteoconchotomia).
  • Criodistruzione: impatto sulle zone ipertrofiche con apposito applicatore raffreddato con azoto liquido.
  • Vasotomia laser - coagulazione di vasi sotto la membrana mucosa della cavità nasale. È usato per malattie lievi.
  • Disintegrazione ultrasonica dei passaggi nasali - indurimento dei vasi sanguigni della cavità nasale sotto l'influenza degli ultrasuoni.

prevenzione

Per prevenire lo sviluppo della rinite ipertrofica, è necessario rinunciare al fumo e al consumo eccessivo di alcol. Un aspetto importante della prevenzione è il trattamento tempestivo delle esacerbazioni della rinite, sinusite, sinusite frontale. Per rafforzare il sistema immunitario raccomandato esercizio fisico regolare, una corretta alimentazione, cammina all'aria aperta. È necessario eliminare i fattori provocatori: esposizione ad allergeni, polvere, gas, basse e alte temperature. Al fine di prevenire le crescite, il trattamento sanatorio-resort viene mostrato una volta all'anno.

Rinite ipertrofica e iperplastica: differenze dal comune raffreddore, metodi di trattamento

La rinite ipertrofica è una malattia cronica in cui crescono le mucose e le strutture ossee dei passaggi nasali. I processi patologici sono irreversibili, spesso diventano un'indicazione per l'intervento chirurgico.

Tuttavia, in alcuni casi, la terapia conservativa della malattia. Se si riconosce lo sviluppo della patologia nella fase iniziale e si esegue un trattamento adeguato, la chirurgia può essere evitata.

Informazioni generali

Le fasi iniziali della rinite ipertrofica sono caratterizzate dalla proliferazione di tessuti epiteliali che rivestono i gusci inferiori dei passaggi nasali. A mano a mano che l'infiammazione peggiora, i tessuti del turbinato medio, del periostio e delle strutture ossee vicine sono coinvolti in processi patologici.

Nel tempo, l'ipertrofia entra nella rinite iperplastica, lo stadio in cui l'epitelio incolto viene sostituito dal tessuto connettivo, seguito dalla formazione di polipi e cisti.

Le estremità di germogliazione della concha nasale possono appendere nella cavità nasale, che distingue la rinite iperplastica da altri tipi di patologia. Inoltre, i tessuti esterni del naso possono essere coinvolti nel processo patologico, mentre l'organo aumenta notevolmente di dimensioni, la sua forma cambia.

L'aumento del tessuto che accompagna la rinite ipertrofica e iperplastica, causa una costante congestione nasale, derivante da disturbi respiratori. Negli stadi avanzati della patologia, si nota l'ostruzione completa delle vie aeree.

La malattia si sviluppa per vari motivi, tra cui:

  • Esposizione costante a tessuti di microrganismi infettivi (in caso di malattie croniche di organi ENT) o allergeni, fattori esterni (polvere, sospensioni chimiche, basse temperature, ecc.);
  • Malattie dei sistemi interni del corpo (endocrino, nervoso, immunitario, cardiovascolare);
  • Anomalie strutturali congenite o acquisite (deformazione del setto nasale, ristrettezza dei passaggi nasali, crescita della tonsilla orofaringea);
  • Uso a lungo termine incontrollato di gocce nasali o spray vasocostrittori;
  • Rinite catarrale o vasomotoria precedentemente trattata.
Molto spesso, la rinite ipertrofica diventa una complicazione del comune raffreddore in assenza di una terapia adeguata o di un uso prolungato di farmaci vasocostrittori locali.

Differenze di rinite ipertrofica dal comune raffreddore

La rinite cronica convenzionale (catarrale) e la rinite ipertrofica hanno un decorso simile - si sviluppano senza segni di infiammazione acuta. Le condizioni del paziente rimangono soddisfacenti - la temperatura corporea non aumenta, non c'è un malessere pronunciato. Tuttavia, vi sono segni distintivi mediante i quali si riconosce l'una o l'altra forma della malattia.

Nella forma catarrale si nota solo l'infiammazione delle mucose nasali, che si manifesta con congestione, abbondante secrezione nasale, starnuti e rinite aumentata a freddo. Immediatamente dopo l'instillazione di gocce di vasocostrittore, le condizioni del paziente migliorano, la respirazione viene ripristinata.

I sintomi distintivi della rinite ipertrofica cronica sono dovuti alla proliferazione di tessuti infiammati e alla violazione permanente della respirazione nasale. Nell'ipertrofia:

  • L'odore è peggiore o peggiore, le sensazioni gustative sono indebolite;
  • Il timbro della voce cambia, appare la caratteristica nasalità;
  • Perdita dell'udito;
  • Mal di testa periodici (causati dalla spremitura dei vasi sanguigni da parte dei tessuti troppo cresciuti) disturbano:
  • La rinorrea è assente (il muco è prodotto in quantità normali o non viene rilasciato affatto, il che porta allo sviluppo di "stuffiness" secco);
  • Ha costantemente sentito la secchezza delle fauci e il nasofaringe;
  • L'assunzione di farmaci vasocostrittori non porta sollievo: la respirazione non è completamente ripristinata.

classificazione

La localizzazione di cambiamenti patologici emette:

La mucosa aumenta in alcune parti della cavità nasale.

L'iperplasia è nota su quasi tutta la mucosa.

La forma limitata può passare in diffuse, quando crescono foci infiammati separati crescono, si combinano tra loro.

Il più delle volte, l'infiammazione colpisce le mucose del turbinato inferiore. Quale dipartimento è coinvolto in processi patologici può essere determinato dalla natura della funzione respiratoria compromessa:

  • L'infiammazione della parte anteriore delle fasi nasali inferiori è accompagnata da difficoltà sia nell'inalazione che nell'espirazione;
  • La sconfitta della parte posteriore dei turbinati inferiori è caratterizzata da una violazione solo dell'inalazione o espirazione.

A seconda della natura dei cambiamenti strutturali, la rinite ipertrofica è classificata in:

L'ipertrofia è funzionale, a causa delle caratteristiche strutturali individuali - l'accumulo di un gran numero di vasi nei tessuti della cavità nasale.

Infiammazione lentamente progressiva caratterizzata da proliferazione irreversibile del tessuto connettivo.

Accompagnato da un aumento e pronunciato gonfiore della mucosa nasale, aggravato da vari fattori esterni e interni.

Ci sono segni di entrambe le forme fibrose ed edematose.

Metodi diagnostici

Tutte le forme di rinite cronica hanno manifestazioni simili e la natura del corso di processi incendiari, perciò solo un otorinolaringoiatra può fare una diagnosi accurata dopo aver condotto metodi di ricerca strumentali.

Per una diagnosi accurata vengono eseguiti:

  • rinoscopia;
  • Esame endoscopico dei passaggi nasali;
  • Radiografia dei seni paranasali.

Questi metodi consentono di studiare tutte le zone della cavità nasale, per determinare la localizzazione, il grado e la natura dei cambiamenti ipertrofici. Inoltre, il paziente può essere indirizzato alla rinopneumometria per determinare con precisione il volume di aria che passa attraverso i passaggi nasali e valutare lo stato funzionale del naso.

La diagnosi differenziale con rinite allergica e vasomotoria consiste nel condurre un test con gocce di vasocostrittore.

Trattamento della rinite ipertrofica

Il trattamento della rinite ipertrofica cronica viene effettuato in modo conservativo o chirurgico. La scelta del metodo ottimale di terapia dipende dalla gravità e dal grado di danno ai tessuti delle vie nasali.

Metodi tradizionali

Il trattamento conservativo può ridurre i sintomi del processo infiammatorio per un po '.

Agenti locali vasocostrittori.

(Tizin, Nazol, Nazivin, Galazolin) facilitano parzialmente la respirazione nelle fasi iniziali della rinite ipertrofica. Ma dal momento che i farmaci non riducono il volume dei tessuti e non fermano la crescita, presto il loro uso non avrà un effetto terapeutico.

Gocce e spray ormonali.

(Nasonex, Avamis, Desrinit, Sospensione di idrocortisone) hanno un pronunciato effetto anti-infiammatorio, riducendo così i sintomi spiacevoli. L'effetto positivo del loro uso dura per diverse settimane o mesi, dopo di che i sintomi si ripresentano.

Soluzioni saline per lavare il naso.

(Saline, Humer, Marimer) alleviare la condizione nei casi in cui si verificano processi patologici o sono esacerbati quando fattori esterni influenzano la mucosa - polvere, sostanze chimiche aggressive. Il risciacquo del naso consente di pulire i passaggi nasali da particelle estranee irritanti.

(Polydex, Isofra) sono prescritti solo se l'infiammazione cronica è complicata da un'infezione batterica.

I trattamenti di fisioterapia includono:

  • Esposizione ai raggi UV dei passaggi nasali;
  • UHF;
  • Massaggiare le mucose con il 20% di pomata spleninica.

Trattamento chirurgico

Poiché i cambiamenti strutturali nei tessuti sono irreversibili, la terapia conservativa non è sempre efficace. Con l'infiammazione cronica prolungata che colpisce le strutture profonde del naso, la chirurgia è l'unico metodo efficace di terapia.

Con un grado moderato di iperplasia, vengono utilizzate tecniche di risparmio:

Cauterizzazione del tessuto troppo cresciuto.

Si usa acido cromico o tricloroacetico, nitrato d'argento.

Coagulazione dei vasi sanguigni situati sotto la membrana mucosa della cavità nasale.

Riduzione dei vasi sanguigni sotto l'influenza degli ultrasuoni.

Cauterizzazione del tessuto invaso dall'esposizione alla corrente ad alta frequenza.

Con una significativa lesione dei tessuti del naso e un significativo indebolimento della funzione respiratoria, vengono eseguiti interventi chirurgici profondi:

Rimozione delle aree delle membrane mucose troppo cresciute.

Rimozione del rivestimento interno della cavità nasale insieme a elementi ossei.

Le operazioni vengono eseguite in anestesia generale, che dura fino a mezz'ora. L'uso di moderne apparecchiature endoscopiche consente di eseguire l'operazione senza danneggiare i tessuti sani circostanti, riducendo così significativamente il periodo di riabilitazione. Già a 4-7 giorni dall'intervento, il paziente può tornare al solito modo di vivere.

Rimedi popolari

Il trattamento dei rimedi popolari coinvolge:

  • Lavare i passaggi nasali con soluzione salina;
  • Lavare il naso con decotti e infusi di piante medicinali (camomilla, salvia, menta piperita, erba di San Giovanni);
  • Inalazione con vapore acqueo con l'aggiunta di oli essenziali di menta, limone, tea tree.
È importante capire che questi fondi aiutano ad alleviare la respirazione, liberano i passaggi nasali dal muco e riducono l'infiammazione nelle fasi iniziali, ma non curano la malattia.

È necessario usarli solo dopo approvazione del medico generico essente presente. L'uso indipendente di prodotti preparati secondo le ricette della medicina tradizionale può causare l'aggravamento dei processi infiammatori nel naso.

La rinite ipertrofica è una malattia grave che è poco adatta alla terapia conservativa. Al fine di non portare la situazione all'operazione, è importante trattare un naso che cola in caso di infezioni respiratorie acute in modo tempestivo e utilizzare correttamente i farmaci vasocostrittori della rinite.

Se la congestione nasale e l'insufficienza respiratoria persistono per lungo tempo, non puoi esitare a visitare un medico. Solo un medico sarà in grado di riconoscere l'infiammazione cronica nelle fasi iniziali e selezionare il trattamento appropriato.

Rinite ipertrofica: sintomi e trattamento

Rinite ipertrofica - i sintomi principali:

  • mal di testa
  • Disturbi del sonno
  • fatica
  • Congestione nasale
  • epistassi
  • Perdita di odore
  • Ostruzione della respirazione nasale
  • russare
  • starnuti
  • Discorso di spore
  • Secrezione nasale eccessiva
  • L'impossibilità di respirare attraverso il naso

La rinite ipertrofica è un processo infiammatorio prevalentemente cronico che interessa la cavità nasale. Sullo sfondo di questa patologia, si verifica una significativa proliferazione del tessuto connettivo. Tale disturbo ha il suo significato nella classificazione internazionale delle malattie della decima convocazione - codice ICD 10 - J31.0.

Questa malattia appartiene al gruppo di eziologia. Ciò significa che un gran numero di fonti può essere un fattore nello sviluppo di una malattia. Le ragioni principali possono essere considerate: dipendenza da cattive abitudini, presenza di infiammazione cronica e influenza patologica di batteri patogeni.

La malattia ha diversi segni clinici caratteristici, vale a dire congestione nasale e voci nasali, disturbi del sonno e forti mal di testa, nonché sangue dal naso.

È possibile istituire la diagnosi corretta solo dopo aver effettuato misure diagnostiche strumentali. La terapia della malattia può essere sia conservativa che chirurgica.

eziologia

I seguenti fattori predisponenti possono provocare l'apparizione del naso che cola della forma ipertrofica:

  • la curvatura del setto nasale - è divisa in congenita e acquisita;
  • assunzione indiscriminata di alcuni farmaci volti a restringere i vasi sanguigni;
  • dipendenza da dipendenze, in particolare, dal fumo o dall'inalazione di sostanze stupefacenti attraverso il naso;
  • disturbi cronici della cavità nasale;
  • vegetazione adenoide;
  • la formazione di polipi e neoplasie cistiche nel naso;
  • completa assenza di terapia o trattamento improprio della rinite di un'altra eziologia;
  • un disturbo della funzione neuro-riflessa del naso;
  • effetti negativi dell'ambiente, ovvero vivere in condizioni con temperatura costantemente bassa e aria secca;
  • bassa umidità o, al contrario, aumentata all'interno;
  • esposizione frequente a un allergene;
  • effetto patologico di microrganismi patogeni;
  • violazione della fornitura di sangue al naso;
  • sistema immunitario ridotto;
  • ereditarietà gravata;
  • naso che cola cronico.

classificazione

Esistono diverse forme di rinite con ipertrofia:

  • cavernoso - è considerato come falso un tale tipo di malattia, poiché la crescita del tessuto connettivo è funzionale piuttosto che organica. È spesso una manifestazione della struttura individuale della cavità nasale;
  • fibroso - un tipo simile di disturbo si distingue per le caratteristiche morfologiche del tessuto connettivo. Inoltre, la differenza caratteristica di questa forma è che si sviluppa piuttosto lentamente, ma è irreversibile;
  • edematoso - espresso in edema dello strato mucoso della cavità nasale a causa dell'influenza di fattori esterni e interni;
  • misto - ha i segni di tutte le varietà di malattia di cui sopra.

Inoltre, c'è un'altra classificazione di questa malattia:

  • rinite ipertrofica cronica - formata sullo sfondo dell'influenza costante dell'uno o dell'altro fattore eziologico, nonché della terapia inizialmente scorretta della rinite;
  • rinite vasomotoria ipertrofica - caratterizzata dal fatto che si verifica periodicamente e non comporta un cambiamento nei tessuti della cavità nasale. Se non trattate questo tipo di rinite, andrà in una forma cronica di rinite.

Distinguere anche la rinite ipertrofica cronica limitata e diffusa. Differiscono in base alla prevalenza del processo patologico. Il primo è locale, cioè colpisce solo una certa parte della cavità nasale, e il secondo porta a iperplasia tissutale totale.

sintomatologia

Nonostante il fatto che la malattia abbia diverse manifestazioni cliniche specifiche, è abbastanza facile confondersi con altri tipi di rinite. Per questo motivo, quando compaiono uno o più segni, devi cercare immediatamente un aiuto qualificato.

I sintomi della rinite ipertrofica possono essere considerati:

  • costante congestione nasale;
  • difficoltà o completa impossibilità di respirare attraverso il naso;
  • voci nasali;
  • abbondante secrezione nasale: possono avere impurità di pus o essere senza di loro;
  • perdita dell'olfatto - può essere parziale e completo;
  • ricorrenza ricorrente di forti mal di testa;
  • disturbi del sonno;
  • emorragia nasale - un tale sintomo è il risultato di un danno permanente alla mucosa nasale. Questo perché i pazienti stanno cercando di pulire i passaggi nasali da soli nella speranza di respirare di nuovo attraverso il naso;
  • russare durante il sonno;
  • stanchezza;
  • starnuti frequenti.

Se non si ricerca aiuto in tempo utile da uno specialista otorinolaringoiatrico, esiste la possibilità di sviluppare complicazioni gravi e spiacevoli.

diagnostica

La diagnosi di "rinite ipertrofica" viene stabilita solo dopo l'esclusione di altri possibili tipi di rinite. Ciò richiederà un numero di esami diagnostici, che includono:

  • uno studio clinico da parte del clinico sulla storia e l'anamnesi del paziente della vita del paziente per identificare le cause del verificarsi del disturbo e determinare le tattiche della terapia futura
  • un esame fisico approfondito;
  • La rinoscopia è una procedura per esaminare la cavità nasale usando strumenti speciali. Durante tale esame si trova spesso la curvatura del setto;
  • l'implementazione del campione con l'uso di gocce vasocostrittori nasali - questo è necessario per la differenziazione della rinite ipertrofica con rinite allergica o vasomotoria.

trattamento

Tale malattia non è praticamente suscettibile alla terapia farmacologica, in particolare riguarda la forma cronica della malattia. Nella fase iniziale del trattamento, il trattamento della rinite ipertrofica viene effettuato con l'aiuto di:

  • Irradiazione UV della cavità nasale;
  • esposizione a radiazioni ad alta frequenza;
  • somministrazione di sospensioni di farmaci;
  • l'uso di decongestionanti, che hanno lo scopo di ridurre il gonfiore.

L'esecuzione di tali procedure è efficace solo in caso di un decorso lieve della malattia ed è dovuta al fatto che eliminano solo manifestazioni cliniche minori della malattia e impediscono l'ulteriore sviluppo del processo patologico.

Nei casi in cui i tessuti dello strato mucoso sono cresciuti considerevolmente, l'unico metodo di trattamento è solo un intervento chirurgico. Il trattamento della rinite ipertrofica cronica comporta l'implementazione di una delle seguenti operazioni:

  • conchotomia - comporta l'escissione della membrana mucosa nella zona del concha nasale inferiore e medio;
  • vasotomia sottomucosa al laser - comporta la rimozione di vasi sotto la membrana;
  • elettroplaccatura o elettrocoagulazione. Questo metodo di funzionamento della rinite ipertrofica si basa sulla cauterizzazione delle mucose per corrente;
  • criodistruzione: utilizzo dell'influenza di un crioapplicatore raffreddato con azoto liquido su aree ipertrofiche;
  • disintegrazione ultrasonica del concha nasale;
  • osteoconhotomy - comporta la rimozione del bordo osseo.

L'attuazione delle operazioni è anche consigliabile con l'inefficacia della terapia conservativa.

Un'altra parte della terapia complessa è la medicina alternativa, che prevede l'uso dei seguenti componenti per il lavaggio della cavità nasale:

  • menta e camomilla;
  • Iperico e salvia;
  • piantaggine e miele;
  • sale o sale marino.

Prima di utilizzare tali metodi di terapia, è necessario consultare il medico. Quando si tenta di trattare una malattia con rimedi di medicina alternativa, c'è il rischio di esacerbazione del processo infiammatorio e della sua diffusione.

complicazioni

In caso di ricorsi tardivi a medici o terapie inadeguate, è possibile che si verifichino le seguenti conseguenze:

Inoltre, il decorso lento della rinite ipertrofica può causare la comparsa di malattie gastrointestinali, cuore, reni e fegato.

prevenzione

Per prevenire la comparsa di una tale malattia, è necessario rispettare le regole generali, vale a dire:

  • abbandonare completamente le cattive abitudini;
  • trattare tempestivamente il naso che cola acuto;
  • eliminare i fuochi delle infezioni croniche dei seni paranasali e della cavità orale;
  • rafforzare il sistema immunitario;
  • mangiare bene;
  • evitare il contatto con allergeni.

Nei casi di rinite ipertrofica non complicata, così come con un approccio globale alla terapia, la prognosi della malattia è favorevole.

Se pensi di avere la rinite ipertrofica e i sintomi caratteristici di questa malattia, allora lo specialista ORL può aiutarti.

Suggeriamo inoltre di utilizzare il nostro servizio di diagnostica online delle malattie, che seleziona le possibili malattie in base ai sintomi inseriti.

L'adenoide nei bambini è un processo infiammatorio che si verifica nelle tonsille faringee ed è caratterizzato da un aumento delle loro dimensioni. Questa malattia è caratteristica solo per i bambini di età compresa tra uno e quindici anni, le esacerbazioni più frequenti si verificano nel periodo da tre a sette anni. Con l'età, queste tonsille sono ridotte in termini di dimensioni e quindi generalmente atrofia. Si manifesta in varie forme e gradi, a seconda di fattori e patogeni.

I polipi del naso sono escrescenze benigne di forma arrotondata che sono il risultato dell'iperplasia della mucosa nasale. Le loro dimensioni possono variare da 1 a 4 cm. Le statistiche mediche sono tali che i polipi nel naso sono una frequente complicazione della rinite cronica. Sono diagnosticati dall'1 al 4% della popolazione. Più spesso gli uomini soffrono di patologia. I polipi sono spesso diagnosticati nel naso di un bambino (anthochoanal).

La rinite cronica è una malattia caratterizzata da ricorrenti manifestazioni di sintomi di rinite acuta - difficoltà di respirare aria attraverso il naso, abbondanti escrezioni di diversa consistenza e una diminuzione della gravità dell'olfatto.

La rinofaringite è un'infiammazione che si forma nella mucosa nasale e faringea. Questa malattia ha somiglianze con due malattie simili, che sono concentrate in questa zona, vale a dire faringite e rinite. In altre parole, la rinofaringite è una complicanza derivante dalla rinite acuta, in cui la mucosa faringea si infiamma, il che rende anche i reclami reali circa il verificarsi di dolore che si verifica durante la deglutizione. A sua volta, la gola diventa arrossata e la sua mucosa acquisisce un ispessimento delle membrane, diventando coperta in alcuni casi con muco o fioritura purulenta.

La rinite è un processo infiammatorio nel tratto respiratorio superiore. In poche parole, congestione nasale persistente. Molto spesso, i bambini e i bambini sono interessati. La mucosa della cavità nasale è il più importante e il primo ostacolo all'ingresso di qualsiasi batterio nel corpo. Vari microrganismi o virus vengono semplicemente distrutti dal muco. La violazione della barriera primaria porta al fatto che il virus penetra più in profondità nella mucosa, provoca irritazione e si diffonde lì. Tutti questi processi sono prerequisiti per la progressione della rinite acuta.

Rinite ipertrofica: dove conduce il semplice raffreddore

Il compagno permanente del raffreddore è il naso che cola, o, in termini scientifici, la rinite. È anche una manifestazione obbligatoria di allergia e la reazione del corpo alla presenza nell'atmosfera di fattori dannosi e irritanti. Siamo abituati a non prestare molta attenzione a questo fastidioso e poco confortevole sintomo, spesso senza trattarlo e lasciando che il processo faccia il suo corso. E invano! Nel corso del tempo, un naso che cola può eventualmente svilupparsi in una forma cronica e "deliziare" il paziente per tutta la sua vita futura. Inoltre, può portare a gravi complicazioni. Una delle forme estremamente sgradevoli di una rinite così trascurata sarà discussa di seguito.

Cos'è la rinite ipertrofica?

La rinite ipertrofica è una forma di rinite cronica caratterizzata da proliferazione patologica dei tessuti nasali. Fondamentalmente, si tratta di una mucosa e di una sottomucosa, ma a volte il periostio e anche le strutture ossee possono essere coinvolte nel processo. A causa dello sviluppo eccessivo dei visceri nasali, vi è una grave difficoltà nella respirazione, fino al blocco completo dei passaggi nasali. Il senso dell'olfatto soffre, lo stato generale di salute diventa anche lontano dall'ideale.

Questa patologia richiede maggiore attenzione e trattamento urgente. La sua caratteristica distintiva è la bassa efficacia dei farmaci, nella maggior parte dei casi la malattia richiede un intervento chirurgico di vari gradi di invasività.

classificazione

In base al meccanismo di comparsa ed estensione della malattia, la rinite è classificata come segue:

La rinite acuta, di regola, si presenta come uno dei sintomi di un organismo danneggiato da un'infezione virale o batterica (raffreddore, influenza, ecc.).

I sintomi della rinite catarrale sono caratterizzati da un lungo decorso con esacerbazioni periodiche e non vi sono cambiamenti patologici nella struttura della cavità nasale.

La rinite ipertrofica è caratterizzata, come detto sopra, dalla crescita anormale dei tessuti che rivestono la cavità nasale, con il possibile coinvolgimento di elementi ossei. Può interessare alcune aree (di solito le conchiglie nasali inferiori) con una forma locale o coinvolgere tutte le strutture nasali.

Cosa fare quando un bambino ha un brutto raffreddore e la congestione nasale è indicata qui.

Il rimedio migliore per il trattamento della rinite nei bambini è il più delle volte preso, indicato qui: http://prolor.ru/n/detskoe-zdorove/effektivnoe-sredstvo-ot-nasmorka-2.html

Con rinite atrofica, si verifica la morte della mucosa. Nel caso di una forma fetida, le croste si formano nel naso con un caratteristico odore sgradevole.

La rinite vasomotoria è il risultato di una violazione dei meccanismi riflessi della reazione a determinati stimoli (bassa temperatura dell'aria, un forte odore nella forma neurovegetativa) o esposizione a vari allergeni.

Cause e fattori predisponenti

Ce ne sono molti. Ecco i principali:

  • più episodi non trattati di rinite acuta;
  • rinite cronica catarrale avanzata, così come rinite vasomotoria in assenza di un trattamento adeguato;
  • esposizione prolungata a sostanze inquinanti (polvere, fuliggine, gas vari, clima inadatto, ecc.);
  • uso incontrollato e ingiustificato di farmaci vasocostrittori;
  • malattie del sistema cardiovascolare (ipertensione arteriosa, aterosclerosi vascolare), che interessano la microcircolazione nella mucosa nasale;
  • disturbi endocrini;
  • grave curvatura del setto nasale;
  • adenoidi non rimosse nel tempo;
  • immunità ridotta.

È ovvio che lo sviluppo della rinite ipertrofica è largamente promosso da un disattento o francamente disprezzo per la propria salute, da una riluttanza a essere trattati nella speranza che "andrà via" e da un fascino ingiustificato con vari agenti vasocostrittori, che eliminano solo temporaneamente il disagio dal comune raffreddore.

Sintomi e segni

I sintomi della malattia sono molto simili alle manifestazioni di altre forme di rinite. Tra loro ci sono:

  • congestione nasale costante, difficoltà a respirare;
  • scarico opaco dal naso, possibili grumi di pus;
  • mal di testa;
  • iposmia o anosmia (diminuzione o scomparsa dell'olfatto);
  • perdita dell'udito;
  • cambio di timbro vocale, nasale.

Con la comparsa di questo complesso di sintomi, dovresti consultare immediatamente un medico. Non sempre indicano rinite ipertrofica, anche la sinusite con sinusite può dare un quadro simile. Ma una di queste malattie richiede un trattamento immediato al fine di minimizzare il rischio di gravi complicanze e prevenire la chirurgia radicale.

diagnostica

A causa della somiglianza delle manifestazioni con altri tipi di malattia, è necessaria una diagnosi precisa per un esame dettagliato da parte di un otorinolaringoiatra utilizzando uno speciale riflettore, che consente di guardare in profondità nella cavità nasale. Inoltre recentemente, l'esame endoscopico è sempre più condotto, fornendo un quadro chiaro e dettagliato della condizione del rinofaringe. Inoltre, il medico può prescrivere una tomografia computerizzata e una radiografia dei seni paranasali, nonché condurre un test rhinopneumometrico per valutare il flusso d'aria attraverso i canali nasali.

Quale buon rimedio contro il comune raffreddore è usato più spesso, è indicato nell'articolo.

Qui viene indicato come viene trattato un raffreddore nel primo trimestre di gravidanza.

Quale rimedio per la rinite durante la gravidanza 2 trimestre è meglio indicato in questo articolo: http://prolor.ru/g/lechenie/chem-lechit-nasmork-pri-beremennosti-2-trimestr.html

Non dovresti provare a fare una diagnosi a casa solo sulla base di sintomi esterni. Valutare lo stato del rinofaringe e rivelare la crescita delle sue strutture può solo specialista con le competenze e le attrezzature necessarie.

Metodi di trattamento

Rimedi popolari

Il lavaggio del sale con antritis è uno dei metodi popolari di trattamento popolare.

Nelle fasi iniziali, puoi provare a trattare la rinite ipertrofica con ricette popolari per il raffreddore. Tra loro ci sono:

  • lavare il naso con una soluzione di sale marino (possibile con l'aggiunta di una piccola quantità di iodio);
  • lavare con infusi e decotti a base di erbe (di solito sulla base di menta piperita, salvia, piantaggine, camomilla della farmacia, equiseto, erba di San Giovanni, agape, ecc.);
  • inalazione con vapore acqueo con aggiunta di foglie di menta piperita e vari oli essenziali (limone, lavanda, arancia, tea tree);
  • annusando la miscela secca di erba frantumata di ruta, lettera iniziale decidua e radice animale ungolata;
  • inserimento nei passaggi nasali di tamponi di miele di cotone (se non c'è allergia al miele!).

Tuttavia, ricorda, per curare rapidamente un naso che cola in un adulto solo con rimedi popolari è abbastanza difficile.

Metodi terapeutici conservativi

Inoltre, con sintomi lievi e un basso grado di ipertrofia delle strutture nasali, i seguenti effetti possono essere giustificati:

  • fisioterapia - UHF, ecc.;
  • irradiazione ultravioletta del concha;
  • massaggio leggero delle mucose;
  • instillazione della sospensione di idrocortisone.

Tuttavia, data la natura della malattia (la crescita delle membrane nasali), l'uso di farmaci o rimedi popolari, così come le procedure conservative, di solito non ha alcun effetto significativo.

Trattamento chirurgico

Il grado di intervento dipende dalla condizione del paziente. Nelle prime fasi della malattia, vengono comunemente utilizzate le seguenti procedure chirurgiche minimamente invasive:

  • cauterizzazione chimica o elettrica delle strutture invase (ora quasi non eseguita);
  • resezione di ultrasuoni;
  • distruzione laser;
  • escissione di vasi patologicamente cresciuti.

Nel caso di significativi cambiamenti ipertrofici nelle strutture del naso, si è ricorso a un intervento più radicale:

  • conchotomia (rimozione delle mucose);
  • osteoconhotomy (rimuove inoltre la punta dell'osso del turbinato inferiore).

Va notato che con l'introduzione delle moderne tecnologie endoscopiche, l'impatto traumatico di tali operazioni è significativamente diminuito e il periodo di recupero è stato ridotto a diversi giorni. Le procedure stesse sono eseguite in anestesia generale o locale, non causano grave disagio e non richiedono più di 20 minuti.

Conseguenze e complicazioni

Nei casi avanzati di rinite ipertrofica, il paziente perde completamente la capacità di distinguere gli odori.

Non è difficile indovinare che cosa causa una malattia trascurata in assenza di un trattamento adeguato. L'incapacità di respirare normalmente attraverso il naso si trasforma in privazione del sonno, stanchezza cronica e mancanza di ossigeno nei tessuti. Di conseguenza, le strutture nasali eccessive impediscono il normale drenaggio linfatico dalla cavità cranica, di conseguenza - mal di testa permanente, perdita di capacità di lavorare.

Se nelle prime fasi della malattia la violazione dell'olfatto è reversibile, nei casi avanzati il ​​paziente perde completamente la capacità di distinguere gli odori. A causa della presenza costante di una concentrazione purulenta nel naso, anche le orecchie sono colpite: l'udito si deteriora, l'otite si sviluppa. L'ipertrofia grave delle parti anteriori del concha nasale inferiore può causare il blocco dei dotti dei dotti nasolacrali. Di conseguenza - una violazione di lacrimazione, congiuntivite.

La voce diventa sgradevole, nasale. La bocca è quasi sempre aperta, come nelle adenoidi. Inevitabilmente aumenta l'irritabilità. In generale, il tenore di vita soffre molto.

video

Come trattare un naso che cola in modo che non porti alla rinite ipertrofica, in questo video:

Per quanto banale possa sembrare, la prevenzione è il modo migliore per combattere la rinite ipertrofica. Osservando una serie di regole non molto complicate, puoi proteggerti in modo affidabile da una malattia così spiacevole.

  • È sempre necessario completare il trattamento di qualsiasi raffreddore fino alla fine. Non abusare di farmaci vasocostrittori, seguire rigorosamente le raccomandazioni del medico.
  • Quando si lavora in condizioni di inquinamento atmosferico usare dispositivi di protezione (maschere, respiratori, ecc.).
  • Se c'è un'allergia, cerca di ridurre al minimo l'effetto dell'allergene, di non trovarti in luoghi ad alta concentrazione o di prendere antistaminici appropriati.
  • Per indurire il corpo entro limiti ragionevoli.

Se lo desideri, puoi continuare questa lista, ma il principio generale è chiaro: devi almeno un po 'controllare la tua salute e non lasciare che i processi patologici seguano il loro corso. Allora sarà possibile non preoccuparsi per il semplice raffreddore, che si sforza ancora di trasformarsi in una rinite cronica formidabile.

Trattamento adeguato per la rinite ipertrofica cronica

La rinite ipertrofica cronica è un vecchio processo infiammatorio sui tessuti della cavità nasale, quando si verifica iperplasia della membrana mucosa, cioè la crescita di tali membrane. La malattia ha diverse fasi:

  • Fase 1 - lieve ipertrofia delle mucose. Solo lo strato superiore è infiammato, l'epitelio ciliato nel naso non è significativamente influenzato. I livelli più profondi non sono interessati.
  • Fase 2: la sconfitta dei tessuti ghiandolari e l'intero epitelio ciliare. Anche le fibre muscolari più le pareti vascolari sono infiammate. Di conseguenza, si verifica una pressione sul sangue e sui vasi linfatici.
  • Fase 3 - gonfio. Quando i tessuti ghiandolari sono già colpiti, i vasi sono completamente mucosi, così come l'intero epitelio ciliato. L'intera gamma di sintomi in questa fase si manifesta chiaramente. I cambiamenti infiammatori possono anche influenzare il tessuto osseo, dopo di che è impossibile fare senza chirurgia.

Cause della rinite ipertrofica

La malattia atrofica appare per molte ragioni:

  • disordini di organi endocrini;
  • rinite catarrale cronica o patologia allergica;
  • uso di farmaci vasocostrittori, irragionevoli senza supervisione medica;
  • infezioni e infiammazioni frequenti nel rinofaringe;
  • vecchia sinusite;
  • ecologia sfavorevole, ovvero aria inquinata, eccessivamente secca, inquinata o polverosa.

Sintomi e manifestazioni di patologia

I sintomi della rinite ipertrofica sono vari e al primo segno di una tale patologia ENT dovrebbe consultare uno specialista. Spesso i pazienti si lamentano con un medico di:

  • bocca secca;
  • congestione nasale totale o parziale;
  • la comparsa di secrezioni mucose;
  • russare in un sogno;
  • mal di testa a causa di fame di ossigeno delle cellule cerebrali;
  • pesantezza alla testa;
  • nasalmente nella voce;
  • perdita dell'udito;
  • deterioramento dell'olfatto

La sensazione di secchezza appare perché una persona deve costantemente respirare attraverso la bocca. Raro moccio dal naso può essere inodore e colore, anche se a volte appare il pus, come se ci fosse sinusite di natura cronica.

I pazienti lamentano inoltre un aumento del nervosismo, una riduzione delle prestazioni e un affaticamento cronico. A volte sembra che ci sia un corpo estraneo nel naso. Sono possibili evidente gonfiore delle palpebre, lacrimazione e arrossamento congiuntivale. Solo uno specialista conosce tutti i sintomi e il trattamento di una tale patologia degli organi dell'olfatto.

Trattamento della rinite ipertrofica

Le soluzioni saline aiutano a ripristinare la membrana mucosa nelle fasi iniziali della patologia. Quando le mucose sono altamente ipertrofizzate, viene prescritta la cauterizzazione dell'acido tricloroacetico, nonché cromico o lapislazzulo. Prima di una cauterizzazione, viene somministrata un'iniezione anestetica. Ma una tale procedura aiuta se le strutture ossee più vicine, le ghiandole e le pareti dei vasi non sono incluse nel processo.

La placcatura elettrolitica viene utilizzata per disturbi strutturali più profondi. Nelle lesioni leggere, l'idrocortisone, un ormone che allevia l'infiammazione, viene iniettato nel naso. Anche la terapia UHF, il massaggio delle membrane mucose con l'uso di unguento a base di penne e la radiazione ultravioletta nei canali nasali sono efficaci. Le operazioni minimamente invasive sono prescritte se gli strati profondi dell'epitelio sono interessati. Questo può essere disintegrazione ultrasonica, chirurgia laser o vasotomia dei tessuti sottomucosi.

Gli interventi chirurgici cardinali vengono eseguiti in un ospedale se le strutture ossee sono interessate. Qui l'operazione è semplicemente necessaria. La resezione parziale dei turbinati, la rimozione delle mucose ipertrofiche (conchotomia), la rimozione del margine osseo del naso (osteoconchotomia) possono essere eseguite.

Grazie alle più recenti attrezzature chirurgiche e alle apparecchiature endoscopiche, tali interventi chirurgici non sono traumatici e richiedono poco tempo. Dopo un paio di giorni, i pazienti tornano alla loro vita normale e dimenticano un naso chiuso.

Per la rinite ipertrofica cronica, il trattamento dopo una corretta diagnosi è prescritto solo da un otorinolaringoiatra. Indipendentemente il tentativo di far fronte a una rinopatologia ipertrofica è inutile, proprio come se ci fosse una sinusite cronica. Solo uno specialista durante l'esame determinerà quali tessuti sono affetti da una lesione atrofica e come rimuoverli senza conseguenze.

Trattamento di rimedi popolari

Nelle fasi iniziali della malattia, puoi provare a trattarlo usando ricette popolari:

  • lavaggio e irrigazione del naso con acqua di mare o salina con l'aggiunta di gocce di iodio;
  • lavando con decotti alle erbe e tinture, per esempio, sulla base di salvia, menta piperita, camomilla, erba di San Giovanni, piantaggine, equiseto, sono mostrati, e se non c'è sinusite trattata;
  • inalazione di vapore con aggiunta di oli essenziali (lavanda, limone, tea tree, arancio);
  • tamponi di cotone naso al miele.

Un buon rimedio è l'inalazione a base di decotto di menta piperita essiccata e olio di limone. Questi componenti vengono versati con acqua bollente e per alcuni minuti respirano il naso sopra il vapore. Per evitare scottature sulla mucosa, è importante mantenere una distanza sufficiente dall'acqua bollente - 20-25 cm.

Alcuni guaritori tradizionali raccomandano di respirare i vapori dell'olio di tea tree, l'arancio e l'olio di lavanda.

Le gocce di naso fatte in casa dai pidocchi del giardino vengono instillate quotidianamente per eliminare la rinite ipertrofica nella fase iniziale. Contribuiscono anche al recupero delle gocce dal decotto di erba di San Giovanni e piantaggine. Questa erba viene versata con acqua bollente, è ben insistita e versata nel naso con una pipetta o spray. Si consiglia di aggiungere agli ingredienti i fiori secchi di camomilla, l'erba madre o il biancospino. Un tale strumento può non solo curare un brutto raffreddore, ma anche una rinite di origine ipertrofica.

Prevenzione delle malattie

La catarrale fredda non trattata spesso porta a cambiamenti strutturali della membrana mucosa e di altri tessuti più profondi del rinofaringe. Pertanto, al fine di evitare una malattia così spiacevole, vale la pena trattare tempestivamente ed efficacemente tutte le malattie nasali con i farmaci dopo un esame da parte di un medico.

I pazienti devono essere cauti con cautela, spesso camminare e non avere paura di prendere il sole. In lavori pericolosi, dove c'è forte inquinamento del gas e polvere, devono essere usati respiratori protettivi, le maschere sono obbligatorie. Al primo segno di un effetto allergico, si dovrebbe evitare il contatto con una sostanza irritante e assumere farmaci antistaminici. È importante trattare tutte le malattie otorinolaringoiatriche: antritis, adenoidi ingrossate e infiammate, sinusite, infiammazione delle tonsille.

Popolarmente Sulle Allergie