La miocardite è un'infiammazione dello strato muscolare del cuore (miocardio), più spesso di natura reumatica, infettiva o infettiva-allergica. La miocardite può essere acuta o cronica. La miocardite acuta si manifesta con mancanza di respiro, cianosi, gonfiore alle gambe, gonfiore delle vene nel collo, dolore al cuore, palpitazioni, aritmie. Spesso lo sviluppo della miocardite è preceduto da un'infezione posticipata (difterite, mal di gola, scarlattina, influenza, ecc.). Sono possibili ulteriori ricadute della malattia (con miocardite reumatica), lo sviluppo di insufficienza cardiaca e tromboembolia vascolare di vari organi.

miocardite

La miocardite è un'infiammazione dello strato muscolare del cuore (miocardio), più spesso di natura reumatica, infettiva o infettiva-allergica. La miocardite può essere acuta o cronica. La miocardite acuta si manifesta con mancanza di respiro, cianosi, gonfiore alle gambe, gonfiore delle vene nel collo, dolore al cuore, palpitazioni, aritmie. Spesso lo sviluppo della miocardite è preceduto da un'infezione posticipata (difterite, mal di gola, scarlattina, influenza, ecc.). Sono possibili ulteriori ricadute della malattia (con miocardite reumatica), lo sviluppo di insufficienza cardiaca e tromboembolia vascolare di vari organi.

L'incidenza di miocardite è molto più alta di quella statistica a causa della diagnosi tardiva e delle forme latenti, quando la malattia viene cancellata o in forma lieve. I segni del processo infiammatorio nel miocardio nel 4-9% dei casi si trovano solo all'autopsia (in base ai risultati degli studi autoptici). Da miocardite acuta, dall'1 al 7% dei pazienti muore, nei giovani nel 17-21% dei casi diventa la causa della morte improvvisa. La miocardite porta allo sviluppo di insufficienza cardiaca e disturbi del ritmo cardiaco, che sono le principali cause di morte. La miocardite è più comune nei giovani (l'età media dei pazienti è di 30-40 anni), sebbene la malattia possa manifestarsi a qualsiasi età. Gli uomini ottengono la miocardite un po 'meno spesso rispetto alle donne, ma più spesso sviluppano forme gravi di malattia.

Cause di miocardite

La miocardite comprende un ampio gruppo di malattie del muscolo cardiaco di genesi infiammatoria, lesione manifestata e compromissione della funzione miocardica. Una causa comune di miocardite sono varie malattie infettive:

Grave miocardite può verificarsi in difterite, scarlattina, sepsi. I virus che causano la miocardite nel 50% dei casi hanno un'elevata attività cardiotropica. A volte la miocardite si sviluppa nelle malattie sistemiche del tessuto connettivo: lupus eritematoso sistemico, reumatismi, vasculite, artrite reumatoide e nelle malattie allergiche. Inoltre, la causa della miocardite può essere l'effetto tossico di alcuni farmaci, alcool, radiazioni ionizzanti. Il decorso progressivo severo distingue la miocardite idiopatica dall'eziologia inspiegata.

La miocardite nella maggior parte dei casi è accompagnata da endocardite e pericardite, meno spesso il processo infiammatorio interessa solo il miocardio. Il danno miocardico può verificarsi quando l'azione miocardiocitolitica dell'agente infettivo è diretta; sotto l'influenza di tossine che circolano nel sangue (nel caso di infezione sistemica); e come risultato di una reazione allergica o autoimmune. Spesso ci sono miocardite allergico-infettiva.

I momenti che provocano l'insorgenza di miocardite sono infezioni acute (di solito virali), focolai di infezione cronica; allergie, alterazioni delle reazioni immunologiche; effetti tossici sul corpo (droghe, alcol, droghe, radiazioni ionizzanti, tireotossicosi, uremia, ecc.).

I disordini immunitari osservati nella miocardite si manifestano come un disturbo di tutte le parti del sistema immunitario (cellulare, umorale, fagocitosi). L'antigene infettivo innesca il meccanismo del danno autoimmune ai cardiomiociti, portando a cambiamenti significativi nel miocardio: cambiamenti distrofici nelle fibre muscolari, lo sviluppo di reazioni essudative o proliferative nel tessuto interstiziale. La conseguenza dei processi infiammatori nella miocardite è la proliferazione del tessuto connettivo e lo sviluppo della cardiosclerosi. Quando la miocardite diminuisce significativamente la funzione di pompaggio del muscolo cardiaco, che è spesso irreversibile e porta a uno stato grave di insufficienza circolatoria, al ritmo cardiaco e ai disturbi della conduzione, causa invalidità e morte in giovane età.

Classificazione di miocardite

A seconda del meccanismo di insorgenza e dello sviluppo della miocardite, si distinguono le seguenti forme:

  • tossico infettivo e infettivo (con influenza, virus del gruppo Koksaki, difterite, scarlattina, ecc.);
  • allergico (immune) (siero, allergico-infettivo, trapianto, droga, miocardite nelle malattie sistemiche);
  • allergico-tossico (con tireotossicosi, uremia e danni al cuore alcolici);
  • idiopatico (natura inspiegabile).

Secondo la prevalenza di lesioni infiammatorie miocardite è divisa in diffuse e focali.

Il corso distingue la miocardite acuta, subacuta, cronica (progressiva, ricorrente). Di gravità - leggera, moderata miocardite, grave.

Per la natura dell'infiammazione si distinguono la miocardite essudativa-proliferativa (infiammatoria infiltrativa, vascolare, distrofica, mista) e alternativa (necrobiotica distrofica).

Nello sviluppo della miocardite infettiva (come la più comune), si distinguono quattro fasi patogenetiche:

  1. Infettiva tossico
  2. immunologica
  3. distrofiche
  4. Miokardioskleroticheskaya

Secondo le varianti cliniche (secondo i sintomi clinici prevalenti), la miocardite si distingue:

  • basso sintomo
  • dolore o pseudo-coronarico
  • scompenso (con disturbi circolatori)
  • aritmica
  • tromboembolica
  • pseudo valvola
  • misto

Sintomi di miocardite

La sintomatologia clinica della miocardite dipende dal grado di danno miocardico, dalla localizzazione, dalla gravità e dalla progressione del processo infiammatorio nel muscolo cardiaco. Comprende manifestazioni di insufficienza della funzione contrattile del miocardio e disturbi del ritmo cardiaco. La miocardite infettiva-allergica, a differenza dei reumatici, di solito inizia sullo sfondo di un'infezione o subito dopo. L'inizio della malattia può essere oligosintomatico o latente.

Le principali lamentele dei pazienti sono la grave debolezza e affaticamento, mancanza di respiro durante lo sforzo, dolore nella regione del cuore (dolorosa o parossistica), aritmie (palpitazioni, interruzioni), aumento della sudorazione e talvolta dolore alle articolazioni. La temperatura corporea è solitamente di basso grado o normale. Le manifestazioni caratteristiche della miocardite sono un aumento delle dimensioni del cuore, una diminuzione della pressione sanguigna e insufficienza circolatoria.

La pelle in pazienti con miocardite pallida, a volte con una sfumatura bluastra. Pulsato rapido (a volte ridotto), può essere aritmico. Nell'insufficienza cardiaca grave si osserva gonfiore delle vene del collo. Vi è una violazione della conduzione intracardiaca, che anche con piccole lesioni può causare aritmie e portare a morte. Disturbi del ritmo cardiaco si manifestano per via extrasistolica sopraventricolare (sopraventricolare), raramente per fibrillazione atriale, che peggiora marcatamente l'emodinamica, intensifica i sintomi dell'insufficienza cardiaca.

Nella maggior parte dei casi, solo pochi dei suddetti sintomi predominano nel quadro clinico della miocardite. In circa un terzo dei pazienti, la miocardite può essere asintomatica. Con la miocardite, che si manifesta sullo sfondo delle malattie del collagene, così come l'infezione virale, spesso si verifica una concomitante pericardite. La miocardite idiopatica ha un decorso grave, talvolta maligno, che porta alla cardiomegalia, a gravi disturbi del ritmo cardiaco e della conduzione cardiaca e allo scompenso cardiaco.

Complicazioni di miocardite

Con la miocardite a lungo termine, si sviluppano lesioni sclerotiche del muscolo cardiaco, si verifica cardioclorite miocardica. Nel caso di miocardite acuta in gravi disturbi del cuore, insufficienza cardiaca, aritmia, che provoca la morte improvvisa, progredisce rapidamente.

Diagnosi di miocardite

Difficoltà significative nella diagnosi di miocardite causano l'assenza di specifici criteri diagnostici. Le misure per identificare il processo infiammatorio nel miocardio includono:

  • Presa della storia
  • Esame fisico del paziente - i sintomi vanno da tachicardia lieve a insufficienza ventricolare scompensata: edema, gonfiore delle vene del collo, disturbi del ritmo cardiaco, processo congestizio nei polmoni.
  • ECG - una violazione della frequenza cardiaca, eccitabilità e conduzione. I cambiamenti dell'ECG nella miocardite non sono specifici, poiché sono simili ai cambiamenti nelle varie malattie cardiache.
  • EchoCG - viene rilevata una patologia miocardica (espansione delle cavità cardiache, riduzione della contrattilità, disfunzione diastolica) in vari gradi, a seconda della gravità della malattia.
  • Esami del sangue generici, biochimici e immunologici non sono così specifici per la miocardite e mostrano un aumento di α2 e γ-globuline, un aumento del titolo anticorpale al muscolo cardiaco, un RTML positivo (reazione di inibizione della migrazione dei linfociti), un test positivo per la proteina C-reattiva, un aumento degli acidi sialici, l'attività degli enzimi cardiospecifici. Lo studio dei parametri immunologici dovrebbe essere effettuato in dinamica.
  • La radiografia dei polmoni aiuta a rilevare un aumento delle dimensioni del cuore (cardiomegalia) e dei processi congestizi nei polmoni.
  • Sangue Bacsev per il rilevamento di patogeni o diagnosi di PCR.
  • La biopsia endomiocardica con l'aiuto dei sondaggi della cavità cardiaca, compreso un esame istologico di campioni di biopsia miocardica, conferma la diagnosi di miocardite in non più del 37% dei casi a causa del fatto che può verificarsi un danno miocardico focale. I risultati della biopsia miocardica consentono di valutare le dinamiche e l'esito del processo infiammatorio.
  • La scintigrafia (studio radioisotopico) del miocardio è uno studio fisiologico (la migrazione naturale dei leucociti al centro dell'infiammazione e la suppurazione è tracciata).
  • La risonanza magnetica (risonanza magnetica del cuore) con contrasto fornisce la visualizzazione del processo infiammatorio, gonfiore nel miocardio. La sensibilità di questo metodo è del 70-75%.
  • L'esame radioisotopico del cuore, la risonanza magnetica consente di determinare le aree di danno e necrosi del muscolo cardiaco.

Trattamento miocardite

Lo stadio acuto della miocardite richiede il ricovero in ospedale nel reparto di cardiologia, la limitazione dell'attività fisica, il rigoroso riposo a letto da 4 a 8 settimane fino al raggiungimento della compensazione della circolazione sanguigna e al ripristino della dimensione normale del cuore. La dieta in miocardite comporta l'uso limitato di sale e fluidi, proteine ​​arricchite e alimenti vitaminizzati per la normalizzazione dei processi metabolici nel miocardio.

La terapia della miocardite viene eseguita contemporaneamente in quattro direzioni, effettuando un trattamento sintomatico eziologico, patogenetico e metabolico. Il trattamento eziologico ha lo scopo di sopprimere il processo di infezione nel corpo. La terapia delle infezioni batteriche viene effettuata con antibiotici dopo l'isolamento e la determinazione della sensibilità dell'agente patogeno. Con la miocardite della genesi virale, sono indicati i farmaci antivirali.

Una condizione necessaria per il trattamento efficace della miocardite è l'identificazione e la riabilitazione di focolai infettivi che supportano il processo patologico: tonsillite, otite, sinusite, parodontite, annessite, prostatite, ecc. Dopo la riabilitazione dei foci (chirurgici o terapeutici), è necessario il decorso della terapia antivirale o antibatterica.

Nella terapia patogenetica della miocardite sono inclusi farmaci antinfiammatori, antistaminici e immunosoppressori. L'appuntamento di farmaci anti-infiammatori non steroidei è effettuato singolarmente, con la selezione di dosaggi e la durata di trattamento; l'eliminazione dei segni clinici e di laboratorio dell'infiammazione nel miocardio funge da criterio per la cancellazione. Nella miocardite grave e progressiva vengono prescritti ormoni glucocorticoidi. Gli antistaminici aiutano a bloccare i mediatori dell'infiammazione.

Per migliorare il metabolismo del muscolo cardiaco nella miocardite, vengono utilizzati preparati di potassio, inosina, vitamine, ATP, cocarbossilasi. Il trattamento sintomatico della miocardite ha lo scopo di eliminare aritmie, ipertensione, sintomi di insufficienza cardiaca, prevenzione del tromboembolismo. La durata del trattamento della miocardite è determinata dalla gravità della malattia e dall'efficacia della terapia complessa e delle medie di circa sei mesi, e talvolta più lunga.

Prognosi per miocardite

Con il sintomo debole latente per la miocardite, è possibile una cura clinica spontanea senza conseguenze a lungo termine. Nei casi più gravi, la prognosi della miocardite è determinata dalla prevalenza del danno miocardico, dalle caratteristiche del processo infiammatorio e dalla gravità della patologia di base.

Con lo sviluppo di insufficienza cardiaca nel 50% dei pazienti c'è un miglioramento nei risultati del trattamento, in un quarto dei pazienti si osserva una stabilizzazione dell'attività cardiaca, nel restante 25% la condizione peggiora progressivamente. La prognosi della miocardite, complicata da insufficienza cardiaca, dipende dalla gravità della disfunzione ventricolare sinistra.

Una prognosi insoddisfacente si osserva in alcune forme di miocardite: cellule giganti (mortalità del 100% con terapia conservativa), difterite (mortalità fino al 50-60%), miocardite causata dalla malattia di Chagas (tripanosomiasi americana), ecc. Questi pazienti hanno una domanda sul trapianto cuore, anche se non esclude il rischio di recidiva di miocardite e rigetto del trapianto.

Prevenzione della miocardite

Per ridurre il rischio di incidenza di miocardite, si raccomanda di prendere precauzioni quando si contattano pazienti infetti, si sanifica l'infezione nel corpo, si evitano i morsi di zecca e si esegue la vaccinazione contro morbillo, rosolia, influenza, parotite e poliomielite.

I pazienti che hanno subito miocardite, sottoposti a osservazione dispensativa da un cardiologo 1 volta in 3 mesi con un ripristino graduale del regime e dell'attività.

Miocardite infettiva imprevista e pericolosa

La miocardite infettiva è un processo infiammatorio nello strato muscolare del cuore che si sviluppa dopo una malattia, di solito un'infezione batterica o virale. I sintomi principali sono dolore al cuore, insufficienza circolatoria, aritmia. Con un trattamento incompleto può ripresentarsi, complicato dal tromboembolismo.

Leggi in questo articolo.

Cause di miocardite infettiva negli adulti e nei bambini

Lo sviluppo del processo infiammatorio nel miocardio negli adulti provoca le seguenti infezioni:

  • herpetic, influenza, adenovirus, coxsackie;
  • epatite B o C, mononucleosi, AIDS;
  • candidosi;
  • toxoplasmosi;
  • la sifilide;
  • febbre tifoide

In questo caso, l'eziologia virale è di circa il 50% tra tutte le miocarditi. Nella progressione dell'infiammazione un ruolo importante appartiene alla formazione di reazioni allergiche o autoimmuni sullo sfondo del processo infettivo.

Nell'infanzia, i virus di Coxsackie e le malattie adenovirali sono i più pericolosi. Inoltre, scarlattina, difterite, morbillo, parotite, influenza e rosolia provocano danni al muscolo cardiaco. Qualsiasi infezione grave può essere complicata da miocardite. Allo stesso tempo, non vi sono praticamente danni isolati ai muscoli del cuore, ma è accompagnata da endocardite e infiammazione della sacca pericardica.

Forme di miocardite infettiva

La malattia può avere diverse opzioni di corso clinico che dipendono dalla gravità dell'infezione, dallo stato del sistema immunitario del corpo e dalla capacità di riserva del muscolo cardiaco.

galoppo

Nel muscolo cardiaco, molti siti sono contemporaneamente colpiti dall'azione di microrganismi e dalle tossine secrete da loro, le cellule vengono distrutte. I sintomi di una caduta nella contrattilità del cuore con lo sviluppo di uno shock ed edema polmonare sono noti. Con il trattamento completo possibile recupero completo del miocardio.

acuto

I focolai di infiammazione si trovano isolati, la loro area totale è piccola. Manifestazioni cliniche di insufficienza circolatoria. Dopo il recupero, la struttura dello strato muscolare del cuore potrebbe non tornare completamente al suo stato precedente.

Tipi di miocardite acuta. A: miocardite acuta linfocitica con infiltrati di cellule infiammatorie focali (freccia nera) e necrosi cardiomiocitica. B: Sarcoidosi con danno miocardico, con segni di granuloma (freccia nera). C: miocardite cellulare gigante con presenza di cellule multinucleate giganti (frecce gialle). D: miocardite eosinofila.

cronico

Dopo la cessazione di un processo acuto o transitorio, i segni di infiammazione lenta rimangono nel tessuto cardiaco. Al loro posto, il tessuto connettivo si sviluppa nel tempo, la cardiomiopatia si verifica con una diminuzione della capacità del cuore di eseguire contrazioni complete, congestione nei polmoni e la rete venosa.

Infettiva tossico

Si verifica quando l'azione sul miocardio di tossine che emettono agenti infettivi. La causa più comune è la difterite. Può essere una reazione alla vaccinazione contro questa malattia.

La tossina della difterite è una sostanza velenosa che è simile al citocromo nell'invecchiamento, quindi è invece incorporata nei processi metabolici, che interrompono la respirazione cellulare e portano alla distruzione dei cardiomiociti.

La necrosi nel muscolo cardiaco causa fibrillazione ventricolare e insufficienza circolatoria acuta. Dopo il recupero, i fuochi del tessuto sclerosato rimangono in tutto il miocardio.

Infettive-allergiche

I microrganismi causano la formazione di anticorpi alle proprie cellule miocardiche. Complessi che sono fissati nel muscolo, portano al rilascio di composti come prostaglandine, istamina, enzimi dai lisosomi delle cellule. Nel tessuto cardiaco, la permeabilità vascolare, il gonfiore, i fuochi dell'emorragia aumentano, la fame di ossigeno aumenta.

Segni e sintomi di miocardite infettiva negli adulti e nei bambini

Le manifestazioni cliniche dipendono dall'intensità della risposta infiammatoria del miocardio all'azione dell'agente infettivo. Inizialmente, i sintomi della malattia possono essere deboli, quindi la diagnosi non è sempre ovvia.

I principali sintomi della cardiopatia nella miocardite:

  • affaticamento aumentato, debolezza generale;
  • difficoltà a respirare;
  • dolore al cuore doloroso o convulsioni;
  • impulso veloce e irregolare;
  • bassa pressione sanguigna;
  • aumento della sudorazione;
  • dolore articolare volatile.

Cos'è la miocardite infettiva pericolosa

Nella miocardite grave o prolungata, è complicata da progressiva insufficienza cardiaca, disturbi del ritmo come tachicardia sopraventricolare, congestione dei polmoni e del fegato, tromboembolismo vascolare, blocco degli impulsi tra il nodo del seno, gli atri e i ventricoli. Ognuno di questi disturbi può essere in pericolo di vita.

Diagnosi di miocardite infettiva

Il principale criterio diagnostico per la miocardite è la rilevazione del processo infiammatorio sullo sfondo di segni di attività cardiaca compromessa. I dati dei principali metodi di ricerca e deviazioni dalla norma che possono essere identificati:

  • La comparsa di disturbi dopo una malattia infettiva.
  • Quando visto - gonfiore delle vene del collo, gonfiore, congestione nei polmoni.
  • ECG - aritmia, extrasistole, ritmo frequente delle contrazioni.
ECG: tachicardia sinusale con alterazioni del segmento ST non specifico
  • EchoCG: la cavità è ingrandita, la funzione contrattile del cuore è bassa.
  • Biochimica e immunologia del sangue - aumentata gamma e alfa globuline, anticorpi contro il miocardio, proteina C-reattiva, ALT e AST. Quando semina sangue può determinare l'agente eziologico della malattia.
  • Esame a raggi X: l'ombra del cuore è aumentata di dimensioni, congestione polmonare.
Sulla radiografia: A - un aumento delle dimensioni del cuore con aumento del pattern polmonare nella miocardite infettiva; B - risultato dopo il trattamento.
  • Sondaggio con una biopsia del cuore - contenuto informativo di circa il 35%, segni di infiammazione focale.
  • Scintigrafia: rivela i segni di una reazione infiammatoria.
  • La risonanza magnetica è il metodo più evidence-based, i cambiamenti nella struttura dello strato muscolare sono visibili - edema, localizzazione delle lesioni.

Trattamento di miocardite infettiva

Il corso della terapia può durare da sei mesi e più a lungo fino al completo recupero dei parametri emodinamici e all'eliminazione dei cambiamenti infiammatori nel muscolo cardiaco. Gli antibiotici sono utilizzati per il trattamento (dopo la semina e la determinazione della sensibilità) o farmaci antivirali, glicosidi cardiaci, farmaci antiaritmici e antinfiammatori.

Negli adulti

Se ci sono focolai di infiammazione nelle tonsille, nei seni mascellari, nella cavità orale, nel sistema urogenitale, viene mostrato il loro trattamento conservativo, con l'inefficacia di cui si considera la possibilità dell'intervento chirurgico. Il trattamento con antibiotici (farmaci antivirali) viene effettuato per un lungo periodo sotto il controllo di indicatori di cura nel sangue.

Inoltre, questi gruppi di farmaci sono usati:

  • antinfiammatorio non steroideo;
  • antistaminici;
  • ridurre pressione, insufficienza circolatoria e aritmie - se ci sono segni rilevanti;
  • rafforzamento del miocardio - Riboxin, ATP, Panangin, Mildronate;
  • anticoagulanti per la prevenzione del thromoembolism;
  • nei casi più gravi, ormoni glucocorticoidi.

Nei bambini

Per il trattamento della forma acuta vengono utilizzate immunoglobuline per via endovenosa, nonché terapia intensiva antibatterica e antivirale per la determinazione precisa dell'agente infettivo. Il trattamento sintomatico comprende farmaci per ridurre l'insufficienza circolatoria, gli agenti diuretici e antiaritmici. Con l'inefficacia dei farmaci anti-infiammatori non steroidei o nei casi più gravi nei bambini, viene usato Prednisolone.

In caso di disturbi complessi della conduzione nel miocardio e riduzione della gittata cardiaca, i bambini vengono indirizzati a un cardiochirurgo per stabilire un pacemaker artificiale.

Per i sintomi, la diagnosi e il trattamento della miocardite infettiva, guarda questo video:

Raccomandazioni sullo stile di vita nella miocardite infettiva

Nel decorso acuto della malattia, i pazienti sottoposti a trattamento ospedaliero, i severi limiti di attività e il riposo a letto sono prescritti da 1 a 2 mesi fino al recupero emodinamico e alla riduzione della dimensione cardiaca. Nella dieta dietetica, è necessario garantire un contenuto proteico sufficiente dalle varietà a basso contenuto di grassi di carne, pesce e prodotti caseari, per ridurre l'assunzione di sale e liquidi.

L'espansione dell'attività fisica può essere eseguita solo da un cardiologo in base ai risultati dei test diagnostici. Tutti i pazienti con miocardite sono nel dispensario da molto tempo e dovrebbero visitare il medico almeno 1 volta in 3 mesi.

Prevenzione della miocardite infettiva

Per prevenire lo sviluppo di infiammazione miocardica sullo sfondo di malattie infettive, è necessario: quando si è in contatto con i pazienti, utilizzare dispositivi di protezione individuale, se necessario, utilizzare farmaci antivirali specifici per la profilassi durante un'epidemia.

Per aumentare l'attività del sistema immunitario, è necessario smettere di fumare, assumere alcool, farmaci antibatterici senza la raccomandazione del medico. La dieta dovrebbe essere una quantità sufficiente di cibi proteici, verdure fresche e frutta. Si consiglia l'esercizio di indurimento e misurazione.

Il decorso della miocardite può essere asintomatico o accompagnato da una forma potenzialmente letale di insufficienza cardiaca, aritmia e tromboembolia. I segni non sono specifici, la diagnosi è fatta sulla base di dati sul processo infiammatorio infettivo e sull'attività cardiaca compromessa.

Il trattamento viene effettuato dopo aver determinato l'agente eziologico della malattia, compresi i farmaci antibatterici, antivirali e cardiaci. Nei casi gravi della malattia, è possibile prescrivere ormoni e chirurgia per installare un pacemaker.

La miocardite allergica si verifica meno frequentemente e i sintomi sono lievi. Si svolge in più fasi. Il trattamento è selezionato individualmente. La prognosi è favorevole.

La malattia reumatica miocardite colpisce spesso gli adolescenti. Il risultato può essere disastroso. Per evitare ciò, vale la pena di conoscere le cause, i sintomi, i tipi (granulomatoso e altri), le forme e, soprattutto, il trattamento.

Spesso, a causa dell'infezione con cocchi e altri batteri, si verifica l'endocardite infettiva e gli antibiotici sono i farmaci di scelta. Il trattamento viene spesso effettuato mediante terapia antibatterica combinata. La prevenzione è importante per le persone a rischio.

I pazienti che si trovano ad affrontare problemi cardiaci sono interessati a verificare se durante la miocardite vengono mostrati dati ECG accurati. I sintomi e le modifiche saranno visibili a un diagnostico esperto, ma altri test possono essere ulteriormente prescritti, ad esempio, ECG CRO

Patologia come la miocardite virale, è anche nei bambini. L'eziologia si basa sull'identificazione di virus provocatori e i sintomi aiuteranno a diagnosticare la malattia in modo tempestivo. Quale trattamento prescriverà il medico in forma acuta e in altre forme?

Patologia del cuore, che si verifica in un numero di fattori esterni, può essere miocardite cronica. I sintomi della malattia sottostante aiuteranno a trovare il giusto trattamento.

Dopo aver sofferto di alcune malattie, può svilupparsi cardiosclerosi miocardica. Questa patologia è caratterizzata da fallimenti del ritmo e altre manifestazioni sgradevoli. Il trattamento è necessario per iniziare prima è, meglio è.

Uno dei tipi di patologia del cuore è la miocardite di Abramov-Fiedler, o viene anche definita idiopatica. La patologia può sorgere letteralmente spontaneamente e comporta una seria minaccia per la vita.

Una delle principali complicanze della miocardite è la cardiosclerosi post-miocardica. Cos'è? Come trattare la malattia?

Miocardite: sintomi e trattamento

L'infiammazione del muscolo cardiaco, che porta a una violazione delle sue principali funzioni (eccitabilità, contrattilità e conduttività), è classificata come miocardite in medicina. Questa malattia si verifica abbastanza spesso, è l'11% di tutte le patologie del sistema cardiovascolare. Ma questi dati sono approssimativi, poiché la presenza reale di forme lievi di miocardite è difficile da rintracciare a causa della perdita asintomatica. La miocardite può svilupparsi sullo sfondo degli effetti di varie infezioni, fattori fisici e chimici, con malattie allergiche e autoimmuni.

Il processo infiammatorio considerato può procedere in varie forme:

  1. galoppo. La miocardite manifesta shock cardiogeno e grave disfunzione ventricolare sinistra. Sullo sfondo di tale lesione, vi sono numerosi focolai di infiammazione acuta, in alcuni casi si osserva anche la distruzione di cardiomiociti.

Se vengono fornite cure mediche qualificate in tempo utile per la miocardite transitoria, è possibile il recupero e la riparazione completa dei tessuti.

  • acuto. Una tipica manifestazione di questa forma del processo infiammatorio in esame sarà l'insufficienza cardiaca sullo sfondo della miocardite borderline attiva. Il paziente deve essere dotato di assistenza medica qualificata, ma anche in questo caso non si verificherà una riparazione completa dei tessuti.
  • Attivo cronico. La miocardite combina tutti i suddetti sintomi, la progressione del processo patologico è accompagnata dalla comparsa di cardiomiopatia. Anche dopo aver completato un ciclo completo di trattamento, i focolai di infiammazione persistono e gli esperti nei tessuti trovano la fibrosi e le cellule giganti.
  • Sintomi di miocardite

    Per i primi 7-10 giorni, il processo infiammatorio in esame è asintomatico, ma poi il paziente presenterà i seguenti reclami:

    • sudorazione eccessiva;
    • aumento della temperatura agli indicatori subfebrilla;
    • stanchezza;
    • astenia;
    • mancanza di respiro;
    • palpitazioni cardiache;
    • dolori al petto ricorrenti non intensivi.

    Va notato che i suddetti sintomi non sono specifici per la miocardite e che i pazienti non sospettano nemmeno che l'infiammazione si sviluppi nei tessuti cardiaci. È interessante notare che all'inizio della malattia si notano solo disturbi astenici - il paziente diventa eccessivamente irritabile, in lacrime e il sonno è disturbato. Alcuni giorni dopo tali disturbi, il dolore appare nella regione del cuore, che può essere di diversa durata e intensità, ma mai associato all'esercizio. Prima che inizi il prossimo attacco di dolore, la persona non ha respiro, battito cardiaco accelerato.

    Se la miocardite procede senza disturbi nel lavoro del ventricolo sinistro, la malattia progredisce generalmente senza chiari sintomi cardinali. Nel caso di disfunzioni esistenti del ventricolo sinistro, lo sviluppo di miocardite sarà accompagnato da mancanza di respiro, affaticamento e sensazioni spiacevoli nella regione del cuore. Molto meno spesso, ma c'è un posto dove aumentare la pressione venosa, edema periferico.

    Misure diagnostiche

    Più comunemente, la malattia in questione viene diagnosticata come "sospetta infiammazione del muscolo cardiaco". La diagnostica della patologia è basata su letture di elettrocardiogramma, misurazione della dimensione del cuore (sarà aumentata), presenza di insufficienza cardiaca acuta / congestizia. Inoltre, durante l'esame di un paziente con sospetta miocardite, sordità e comparsa di 3 e 4 suoni cardiaci, si può osservare un soffio sistolico all'apice del cuore (non associato a 1 tono).

    ecocardiografia è consigliabile eseguire solo in casi gravi di miocardite, poiché è in questa posizione che l'esame darà risultati. L'ecocardiografia mostrerà:

    • espansione della cavità prevalentemente del ventricolo sinistro;
    • riduzione della frazione di eiezione;
    • diminuzione della funzione contrattile del muscolo cardiaco;
    • trombi intracardiaci.

    Radiografia del torace essi sono anche raramente eseguiti, ma se questo esame viene eseguito come parte di un esame preventivo del paziente, il medico sarà in grado di rilevare un aumento delle dimensioni del cuore e segni di parziale congestione polmonare, che permetterà di rilevare la miocardite in uno stadio precoce di progressione.

    Tenuto e analisi del sangue di laboratorio - Analisi generali e biochimiche dimostreranno un aumento della VES, aumento della proteina C-reattiva, troponina, fibrinogeno. È indispensabile eseguire un esame ematico immunologico, che consenta di rilevare un aumento del livello dei complessi immunitari circolanti, un titolo anticorpale alle membrane delle cellule dei tessuti e delle proteine ​​del miocardio, una diminuzione del numero di linfociti T e un cambiamento nello stato dei neutrofili e dei monociti.

    Viene considerato il metodo più accurato per diagnosticare la malattia in questione biopsia intracardiaca (endomiocardinale), ma è effettuato solo in casi di miocardite molto grave.

    Nota: È molto difficile fare un'accurata diagnosi di "miocardite", quindi i medici attribuiscono grande importanza a regolari esami preventivi, grazie ai quali uno specialista può vedere cambiamenti patologici all'inizio del loro sviluppo.

    Trattamento miocardite

    La tattica del trattamento della malattia in esame è determinata solo dalla gravità del suo decorso: se un paziente ha una forma moderata e grave di miocardite, il trattamento avverrà solo in condizioni stazionarie, ma con una forma lieve, la miocardite può essere trattata in regime ambulatoriale.

    Sfortunatamente, non esiste un chiaro algoritmo di terapia per la miocardite - il medico può prescrivere sia una terapia farmacologica che una dieta appositamente studiata. Ma ci sono principi generali di trattamento della malattia in questione:

    • terapia che "funziona" contro la fonte di infiammazione o ne riduce l'impatto. Se viene scoperto il patogeno della patologia, vengono selezionati i farmaci appropriati: antibatterico, antivirale, antiparassitario;
    • terapia antinfiammatoria non specifica: indometacina, glucocorticoidi, voltaren, ibuprofene, prednisolone;
    • terapia sintomatica.

    Miocardite infettiva

    La causa del suo sviluppo sono i batteri patogeni che hanno invaso il miocardio. Il più delle volte è una complicanza delle malattie del tratto respiratorio superiore. Lo sviluppo della miocardite infettiva inizia con la rottura delle fibre muscolari e l'accumulo di plasmacellule e monociti in questi luoghi. Nel tempo, questi fuochi sono sostituiti dal tessuto connettivo, che porta alla progressione della cardiosclerosi e alla comparsa di ipertrofia miocardica compensatoria. La parete posteriore degli atri, la regione del setto cardiaco e l'apice del cuore sono più vulnerabili a tale lesione patologica.

    Fai attenzione! Spesso, la miocardite infettiva diventa pericardite fibrosa sierosa o sierosa, poiché il processo infiammatorio tende a diffondersi rapidamente al pericardio.

    Se il danno miocardico è di natura batteriologica, si formano bolle multiple che contengono stafilococchi, streptococchi e altri agenti patogeni. Le misure diagnostiche sono eseguite secondo lo schema classico sopra descritto. Il trattamento viene effettuato su base individuale, ma nelle prime settimane è categoricamente controindicato l'assunzione di farmaci antinfiammatori non specifici e di glucocorticosteroidi.

    Miocardite allergica

    In realtà, questa è la risposta del corpo all'esposizione prolungata all'allergene. La patologia si sviluppa più spesso nel cuore destro e nel setto interventricolare. All'interno delle lesioni, le miofibrille vengono distrutte, i linfociti penetrano e si accumulano e il centro dell'infiammazione stesso sembrerà un nodulo stretto. Se un trattamento qualificato è assente per un lungo periodo, può formarsi cardiosclerosi diffusa e alterazioni distrofiche delle fibre muscolari.

    Miocardite idiopatica

    Questa malattia ha un'eziologia inspiegata, caratterizzata da una combinazione di miocardite e insufficienza cardiaca, un disturbo intenso del ritmo e della conduzione, la formazione di coaguli di sangue. È una miocardite idiopatica che spesso si presenta in modo acuto con esito fatale. Linfociti, granulociti e cellule giganti si trovano nel liquido infiammatorio.

    Il quadro clinico con la forma considerata di miocardite è sfocato, quindi la diagnosi è difficile. Il trattamento è sintomatico

    Miocardite nell'infanzia

    Se un bambino ha insufficienza cardiaca, ma non vi è cardiopatia congenita, i medici iniziano immediatamente a sospettare una miocardite e, molto spesso, virus, batteri e altre infezioni possono provocare lo sviluppo della malattia durante l'infanzia. Ma ci sono altri motivi:

    • malattie allergiche;
    • la leucemia;
    • malattie del tessuto connettivo;
    • Sindrome di Kawasaki;
    • metastasi di tumori maligni;
    • effetti chimici o fisici.

    È molto difficile diagnosticare la miocardite nei bambini, perché il quadro clinico non è importante.

    Il trattamento della miocardite nei bambini dovrebbe essere soggetto alle seguenti regole:

    • riposo a letto rigoroso per almeno 12 ore al giorno;
    • esercizio rigorosamente dosato;
    • la nomina di farmaci anti-infiammatori serie non ormonali;
    • prescrizione di terapia antibatterica (penicillina);
    • identificazione ed eliminazione della malattia sottostante;
    • trattamento di insufficienza cardiaca.

    La medicina moderna nella maggior parte dei casi, l'infiammazione del miocardio tratta con successo, e non si osservano conseguenze morfologiche o fisiologiche per il corpo. A causa del fatto che nel quadro della diagnostica, i medici utilizzano metodi moderni di studi strumentali e di laboratorio, forme gravi della malattia, che terminano con un esito letale per un paziente, sono estremamente rari. Ma rimane un punto molto importante per identificare tempestivamente il processo infiammatorio nel miocardio, quindi gli esami preventivi dovrebbero essere eseguiti almeno una volta all'anno.

    Yana Alexandrovna Tsygankova, Revisore medico, medico generico della categoria di qualificazione più alta

    3.105 visualizzazioni totali, 3 visualizzazioni oggi

    Miocardite cardiaca - che cos'è, tipi, cause, sintomi, trattamento, dieta e prevenzione della miocardite

    Cos'è il cuore miocardite? La miocardite è una lesione prevalentemente infiammatoria del muscolo cardiaco, causata direttamente o indirettamente dai meccanismi immunitari attraverso gli effetti dell'infezione, dell'invasione parassitaria e protozoica, di fattori chimici e fisici, nonché dei danni causati da malattie allergiche e autoimmuni. Spesso lo sviluppo di miocardite è preceduto da un'infezione posticipata (difterite, mal di gola, scarlattina, influenza, ecc.)

    Cause di

    La prevalenza è sconosciuta, dal momento che la malattia procede spesso in modo subclinico, risultando in un completo recupero. Negli uomini, la miocardite si presenta più spesso che nelle donne (1,5: 1).

    Tutte le cause che in una forma o nell'altra possono portare alla formazione di infiammazione nel muscolo cardiaco possono essere suddivise in: cause infettive e infettive.

    Una causa comune di miocardite sono varie malattie infettive:

    • virus virali (virus Coxsackie, influenza, adenovirus, herpes, epatite B e C);
    • batterica (diphtheria del corine-batterio, stafilococco, streptococco, salmonella, clamidia, rickettsia);
    • fungino (aspergillus, candida),;
    • parassita (trichinella, echinococco), ecc.

    Tra le cause dell'infiammazione del miocardio viene dato un posto speciale ai reumatismi, in cui la miocardite è una delle principali manifestazioni della malattia insieme alla combinazione con endocardite e pericardite.

    Nella foto a sinistra puoi vedere un cuore sano e vicino alla miocardite del cuore

    A seconda della causa della miocardite, ci sono:

    • reumatoide;
    • infettivo (virale, batterico, rickettsial, ecc., compresi quelli con influenza, morbillo, rosolia, varicella, difterite, scarlattina, polmonite grave, sepsi; il più comune è il virus Coxsackie B, che è la causa della miocardite nella metà delle malattie);
    • allergico (farmaco, siero, senza vaccino);
    • con malattie del tessuto connettivo diffuse (sistemiche), lesioni, ustioni, esposizione a radiazioni ionizzanti;
    • idiopatica (cioè natura inspiegabile) Abramov-Fiedler miocardite.

    I fattori di rischio per la miocardite includono:

    • la gravidanza;
    • predisposizione genetica;
    • stati di immunodeficienza.

    Le persone con miocardite non sono raccomandate per esercitare, in quanto possono contribuire allo sviluppo della malattia.

    Sintomi caratteristici della miocardite

    Indipendentemente dalla forma della malattia al centro del suo sviluppo c'è una violazione delle reazioni immunitarie. La sconfitta di alcune parti del sistema immunitario porta al fatto che gli autoanticorpi del miocardio iniziano a essere sintetizzati. La particolarità di questi anticorpi è che si uniscono con le cellule del miocardio e innescano una reazione infiammatoria in esso.

    I sintomi della miocardite non hanno caratteristiche specifiche, ma nella maggior parte dei casi è possibile tracciare la relazione cronologica della malattia cardiaca con l'infezione o altri fattori eziologici che possono portare allo sviluppo di danno al miocardio tossico o allergico.

    La malattia si sviluppa più spesso dopo alcuni giorni (meno spesso - settimane) dopo un'infezione virale, e in alcuni casi è asintomatica.

    Tra le principali lamentele dei pazienti con miocardite sono i seguenti:

    • grave debolezza, stanchezza;
    • mancanza di respiro anche con poco sforzo;
    • dolore dolorante nel cuore, che può essere di natura parossistica, disturbi del ritmo cardiaco (sensazione di battito cardiaco e interruzioni nel lavoro);
    • palpitazioni cardiache o interruzioni - questi sintomi indicano un'aritmia cardiaca. I pazienti si lamentano di avere una sensazione di sbiadimento o arresto cardiaco;
    • abbassando la pressione sanguigna.
    • sudorazione eccessiva;
    • la pelle in pazienti con miocardite è pallida, spesso ha un colore bluastro. Questo è particolarmente evidente sulla punta delle dita, sui lobi delle orecchie, sulla punta del naso.
    • dolore alle articolazioni.

    Il paziente può provare un certo disagio nel torace a sinistra e nella zona precardiale, e anche sensazioni dolorose prolungate o persistenti di pressione o accoltellamento (cardialgia), la cui intensità non dipende dalla dimensione del carico o dall'ora del giorno. Ci possono essere anche dolori di natura volatile nei muscoli e nelle articolazioni (artralgia).

    Nella maggior parte dei casi, solo pochi dei suddetti sintomi predominano nel quadro clinico della miocardite. In circa un terzo dei pazienti, la miocardite cardiaca può manifestarsi con sintomi lievi.

    Tipi di malattia

    La causa più comune di miocardite è una malattia infettiva. Sia un virus che un fungo, i microbi, i protozoi possono provocare una malattia. Al momento, gli scienziati hanno isolato infezioni virali da questa serie, osservando che le analisi di pazienti con miocardite contengono tracce di anticorpi antivirali e scoppi di miocardite massiva si verificano durante periodi di epidemie virali.
    Secondo il meccanismo di origine e sviluppo:

    1. Tossico infettivo e infettivo (influenza, difterite, scarlattina);
    2. Allergico (siero, trapianto, farmaco, allergico-infettivo, miocardite nelle malattie sistemiche);
    3. Allergico-tossico (tireotossicosi, uremia e danni alcolici ai muscoli del cuore);
    4. Idiopatico (la natura della malattia non è stata stabilita).

    Secondo la prevalenza del processo infiammatorio:

    Secondo il decorso della malattia:

    • affilato;
    • subacuta;
    • Cronica (progressiva e ricorrente miocardite).

    Secondo la gravità della malattia:

    Durante la transizione verso un processo cronico e il recupero, si formano foci di tessuto connettivo cicatriziale, in parte in sostituzione di fibre muscolari, miofibrosi o miocardiocirosi ("miocardite cardiosclerosi").

    Miocardite acuta del cuore

    È molto importante conoscere i sintomi della miocardite acuta al fine di contattare prontamente un istituto medico per la sua diagnosi. Ciò consentirà un trattamento tempestivo e preverrà i processi irreversibili nel cuore.

    La miocardite acuta si manifesta con sintomi forti difficili da ignorare. I segni di miocardite acuta includono:

    • disagio nel cuore;
    • dolore nel cuore;
    • mancanza di respiro;
    • aumento della sudorazione;
    • c'è un frequente cambiamento di umore;
    • irritabilità si verifica;

    Il dolore nella miocardite acuta può essere a breve termine o piuttosto lungo, forte e debole, a volte irradiato alla spalla sinistra.

    L'insorgenza della malattia può essere nascosta, ma nel processo acuto la malattia progredisce rapidamente ei sintomi iniziano ad apparire intensamente.

    reumatico

    La miocardite reumatica, fino a poco tempo fa, era riconosciuta come obbligatoria e la manifestazione principale dei reumatismi. A causa di uno studio clinico più approfondito di questo problema e, in particolare, in relazione allo studio istomorfologico di protesi di pezzi di appendice atriale sinistra durante un'operazione di commissurotomia, è consentita l'esistenza di forme cliniche di reumatismo senza evidenti cambiamenti nel cuore, che si riflette nella moderna classificazione di questa malattia

    La causa della malattia è l'infezione da streptococco emolitico. I sintomi della miocardite reumatica e i segni che vengono rilevati durante l'esame da un medico sono simili a quelli della miocardite non reumatica.

    • aumento della temperatura spasmodica a numeri elevati - 39-40 ° C;
    • forte dolore alle grandi articolazioni (più spesso nel ginocchio);
    • cambiamenti specifici nell'elettrocardiogramma;
    • nelle analisi del sangue, un aumento della VES, un aumento del numero di leucociti, la comparsa di proteina C-reattiva, uno squilibrio delle proteine ​​(disproteinemia), un aumento del contenuto di immunoglobuline, la scoperta di anticorpi streptococcici.

    L'insorgenza acuta dura circa 1,5 - 2 mesi con una graduale attenuazione delle manifestazioni, che scompare completamente dopo 2 - 3 mesi.

    Miocardite infettiva

    Come già accennato, la causa principale della miocardite di tipo infettivo è l'introduzione di parassiti, batteri e microrganismi simili nel muscolo cardiaco (miocardio).

    Il quadro clinico della miocardite infettiva varia da piccole sensazioni soggettive a sindrome da insufficienza cardiaca molto grave.

    Sintomi caratteristici della miocardite infettiva:

    • sudorazione eccessiva;
    • stanchezza;
    • debolezza generale e prestazioni ridotte;
    • disagio alle articolazioni;
    • impulso rapido e aritmico;
    • bassa pressione sanguigna;
    • pallore, a volte cianosi della pelle;
    • mancanza di respiro con una leggera attività fisica.

    Nelle forme gravi, il pallore della pelle e delle membrane mucose, il dolore al cuore, la mancanza di respiro sono noti. Con miocardite acuta particolarmente grave, c'è insufficienza cardiaca. Quando miocardite infettiva è anche osservata insufficienza vascolare.

    Se hai iniziato a notare qualcuno di questi sintomi nella tua stanza e hai recentemente avuto un'infezione virale o stai abusando di alcol e droghe, contatta il medico locale.

    Miocardite e pericardite: qual è la differenza?

    Le malattie cardiovascolari sono suddivise in diversi tipi, tra questi - malattie cardiache infiammatorie. Portano molti problemi e possono essere una malattia cardiaca separata, nonché una conseguenza di una malattia già sofferta o già esistente.

    Nella tabella sottostante, puoi vedere la differenza tra miocardite e pericardite.

    • fatica
    • Sudorazione eccessiva
    • astenia
    • tachicardia
    • Dolore al petto
    • Mancanza di respiro
    • debolezza
    • Palpitazioni cardiache
    • mancanza di respiro quando si cerca di rilassarsi,
    • impulso rapido,
    • aumento prolungato della temperatura corporea a 37-37,5 ° C,
    • sentirsi debole e stanco
    • debolezza,
    • tosse
    • gonfiore dell'addome.

    diagnostica

    La miocardite viene curata da un cardiologo. Nel suo riconoscimento, il ruolo del medico della diagnostica funzionale è grande, in particolare, quando si esegue l'ecocardiografia. Durante una visita dal medico, dovrebbe essere descritto dettagliatamente a che ora sono comparsi i primi sintomi della malattia e in quale forma si manifesta attualmente la miocardite acuta. Inoltre, il medico chiederà sicuramente la presenza di malattie croniche e quali sono le malattie infettive che il paziente ha avuto. Le misure per identificare il processo infiammatorio nel miocardio includono:

    La più importante è la diagnosi di laboratorio della sindrome infiammatoria, così come l'identificazione di marcatori di danno e necrosi dei cardiomiociti. L'aumentata attività degli enzimi cardiospecifici nel sangue, che si trova in alcuni pazienti con miocardite, riflette danni e necrosi dei cardiomiociti.

    I seguenti metodi diagnostici di laboratorio sono utilizzati per rilevare la presenza di infiammazione e possibili complicanze:

    • Emocromo completo;
    • Analisi del sangue biochimica;
    • Analisi delle urine.

    Inoltre, il medico riferirà il paziente a:

    1. L'elettrocardiografia (ECG) è il metodo più semplice, ma allo stesso tempo il più importante e informativo per la diagnosi funzionale del sistema cardiovascolare.
    2. Una radiografia del torace nella miocardite acuta determinerà quanto il cuore è cresciuto in termini di dimensioni. L'imaging a risonanza magnetica del cuore consente la visualizzazione del processo infiammatorio nel miocardio e nel suo edema.
    3. Studio isotopico del cuore Grazie a questo metodo, è possibile la visualizzazione del sito della lesione e la necrosi muscolare.
    4. EMB - biopsia endomiocardica, è la diagnosi più accurata di miocardite ed è prescritta per le forme gravi della malattia.

    trattamento

    Il trattamento della miocardite è ambulatoriale o stazionario e dipende dalla gravità della patologia. La prima cosa a cui si rivolge l'attenzione del medico è l'eliminazione della causa della malattia, la terapia etiotropica viene implementata. Quindi il trattamento viene effettuato conseguenze.

    Quando la miocardite è necessaria per aderire al riposo a letto. Con questa malattia, è necessario limitare l'assunzione di liquidi e sale. La dieta dovrebbe includere alimenti ricchi di potassio.

    Le tattiche mediche includono:

    • farmaci antibatterici e antivirali;
    • riabilitazione di focolai cronici di infezione;
    • antistaminico, farmaci immunosoppressivi;
    • farmaci anti-infiammatori non steroidei (FANS);
    • sostanze ormonali (glucocorticoidi);
    • metaboliti (preparazioni di potassio, arginina, cocarbossilasi);
    • agenti sintomatici (agenti antipiastrinici, glicosidi cardiaci, analgesici, beta-bloccanti).

    Nella miocardite acuta, il riposo a letto rigoroso è necessario per un lungo periodo di tempo e dopo la scomparsa di tutti i segni clinici per evitare la morte improvvisa; alta qualità in relazione a vitamine e proteine, dieta non onerosa, preparazioni di caffeina, canfora; la digitale è generalmente controindicata. Per il trattamento, oltre che per la prevenzione, la miocardite è appropriata terapia etiotropica appropriata, ad esempio, l'introduzione precoce del siero antitossico nella difterite.

    La durata del trattamento della miocardite è determinata dalla gravità della malattia e dall'efficacia della terapia complessa e delle medie di circa sei mesi, e talvolta più lunga.

    Dopo la fine del trattamento, viene effettuato un riesame e, se le condizioni del paziente sono migliorate significativamente, viene dimesso. Dopo essere stato dimesso dall'ospedale per monitorare lo stato di salute di una persona con miocardite, si raccomanda di visitare un cardiologo per un esame di routine una volta ogni tre mesi.

    Esercizio terapeutico - allenamento fisico terapeutico

    La terapia fisica è prescritta nel caso in cui l'infiammazione inizi a diminuire nel miocardio. La modalità fisica si espande molto gradualmente, include esercizi fisici, allenamento del sistema cardiovascolare. La terapia fisica viene eseguita da un istruttore che controlla il polso e la pressione sanguigna.

    Nutrizione e dieta

    Grande importanza nel trattamento delle malattie cardiache è la nutrizione. Per le persone con problemi cardiaci, è stata sviluppata la dieta numero 10. L'obiettivo principale di questa dieta è limitare l'assunzione di liquidi e sale. Dà anche un vantaggio alle proteine, il cui consumo aumenta riducendo il consumo di carboidrati.

    La dieta dovrebbe includere i seguenti alimenti:

    • prodotti caseari: ricotta, kefir, latte fresco, formaggio (non piccante), yogurt e piatti da loro: cheesecakes, gnocchi, casseruole;
    • carne: maiale magro, vitello, manzo, coniglio, pollame;
    • fegato;
    • uova;
    • pesce;
    • verdure fresche: barbabietole, pomodori, carote, cetrioli, patate, cavoli (cavolfiori), melanzane, zucchine;
    • verdure: aneto, prezzemolo, sedano, lattuga, spinaci, cipolle verdi;
    • frutti, bacche;
    • bevande: gelatina, surrogati di caffè, tè leggero, composte, succhi;
    • cereali: orzo, grano saraceno, farina d'avena ("Ercole"), orzo;
    • frutta secca: albicocche secche, uva passa, rosa selvatica, prugne secche;
    • miele, marmellata, marshmallow, caramello alla frutta, marmellata.

    La carne e il pesce vanno bolliti e talvolta fritti dall'alto (se non si tratta di miocardite allergica), le uova dovrebbero essere utilizzate solo nei piatti in cui dovrebbero entrare o cuocere una frittata per una coppia.

    Dovrebbe essere consumato un sacco di frutta e verdura fresca. Le insalate preferite sono pomodori freschi, cetrioli, cavoli, conditi con olio vegetale.

    La quantità di liquido libero, comprese minestre, gelatine, composta, in pazienti con miocardite dovrebbe essere solo 1,2 - 1,4 litri al giorno. Tutti i piatti sono preparati senza sale, carne o pesce è bollito o in umido. Non meno di 2300-2600 kcal dovrebbe essere il valore energetico della dieta del paziente con il miocardio.

    Dalla dieta del paziente sono esclusi:

    1. alcool, tè forti e caffè, cacao, cioccolatini, carni affumicate e piatti speziati.
    2. alimenti che causano flatulenza (legumi, ravanelli, cavoli, bevande gassate).
    3. verdure salate e sott'olio, funghi.
    4. grasso, grasso animale.

    Limitare l'alcol e fumare. Questa è una delle regole principali per la prevenzione delle malattie cardiache.

    Metodi per la prevenzione della malattia

    Qualsiasi malattia è meglio prevenire che curare. Quindi, in relazione alla miocardite, è necessario effettuare la prevenzione di varie infezioni.

    Per ridurre il rischio di incidenza di miocardite, si raccomanda di osservare le precauzioni:

    1. disinfettare i focolai di infezione nel corpo;
    2. vaccinare contro il morbillo, la rosolia, l'influenza, la parotite, la poliomielite;
    3. rifiuto della droga;
    4. limitare il numero di contatti sessuali promiscui;
    5. controllo del sangue, condizioni cardiache;
    6. nutrizione naturale, uso di vitamine;
    7. fare sport, camminare all'aria aperta;
    8. riposo e sonno adeguati.

    Se ci sono parenti di sangue nella famiglia che soffrono di miocardite, il resto dei membri della famiglia deve essere esaminato ogni anno da un cardiologo con un metodo diagnostico ECG.

    Popolarmente Sulle Allergie