Otto bambini su dieci moderni soffrono di allergie a uno o un altro agente patogeno. Le mamme seguono diligentemente le raccomandazioni dei medici, secondo il programma che danno ai bambini antistaminici, cambiano la loro dieta, espellono un gatto e un cane da un appartamento senza il diritto di corrispondere, ma per qualche motivo le reazioni allergiche persistono in un bambino. Più precisamente, entrano in uno stato dormiente, e ad ogni occasione, l'allergia divampa con una nuova forza.

Forse, mamme e papà, e allo stesso tempo, la parte del leone dei pediatri distrettuali non ha il giusto approccio al trattamento delle allergie infantili, ha detto il dott. Evgeny Komarovsky, ben noto in Russia e nei paesi della CSI.

Cos'è?

Un'allergia è una risposta inadeguata di un organismo a un particolare antigene. Percependo una minaccia, il corpo del bambino forma un esercito di difesa - anticorpi che, quando entrano in opposizione con antigeni proteici, provocano gli stessi sintomi che ogni madre sa perfettamente - gli occhi del bambino stanno annaffiando, un'eruzione compare sulle guance, sul fondo, sulle gambe e sulle briciole, congestione nasale senza fastidio freddo, secco e tosse.

Le allergie nei bambini sono di diversi tipi.

cibo

Si verifica quando si mangiano certi alimenti ricchi di antigeni. Molto spesso, il bambino ha una reazione alle proteine ​​della mucca, a una o all'altra formula del latte adattata, molto raramente anche al latte materno. I bambini più grandi hanno spesso allergie a uova, zucchero, agrumi e persino grano saraceno e tè al limone.

dosaggio

Questo tipo di allergia si verifica su alcuni farmaci e può anche svilupparsi con un trattamento a lungo termine con lo stesso farmaco. L'allergia si manifesta spesso dopo un ciclo di trattamento con antibiotici, si sviluppa sullo sfondo della disbatteriosi.

Contatto con la pelle

La dermatite atopica di solito appare in risposta ad alcuni componenti chimici che sono inclusi in composizioni cosmetiche, saponi, shampoo, creme, coloranti usati dai produttori di abbigliamento per bambini, prodotti chimici usati da una madre a casa o da un addetto alle pulizie nella scuola materna o scolastica.

Allergie a animali e piante

Questi sono i tipi meno studiati e allo stesso tempo i più comuni. Molto spesso i bambini hanno una reazione malsana a cani e gatti, meno spesso ai roditori (criceti e porcellini d'India) e agli uccelli. Una tale allergia è ricca di finzione, i suoi sintomi sono diversi: dalla rinite allergica alla lacrimazione e alla tosse. Anche la pollinosi (allergia ai pollini, alla fioritura) avviene abbastanza spesso, ma le sue manifestazioni sono di solito più costanti - questi sono problemi respiratori.

allergia polivalente

Disturbo causato da diversi antigeni Questo di solito accade quando termina la stagione di fioritura di una pianta (ad esempio, ontano) e la stagione inizia immediatamente per un'altra pianta dannosa per il corpo del bambino (betulla o pioppo). Inoltre, alcune piante creano un duetto molto dannoso con determinati alimenti. Puoi conoscere i mesi più "pericolosi" in cui il rischio di sviluppare allergie crociate è maggiore è disponibile da un tavolo speciale che ogni medico ha sul tavolo o su qualsiasi sito web su Internet dedicato ai problemi di allergia.

Un antigene universale, ugualmente pericoloso per tutti i bambini, non esiste. Dopotutto, in un bambino un gatto in casa provoca una eruzione cutanea e un naso che cola, mentre un altro no. Non è affatto un gatto, ma il fatto che i bambini abbiano un sistema immunitario altrettanto immaturo e diversi "punti critici" del livello di antigene. La tendenza alle allergie è a volte ereditata, e il più delle volte è una caratteristica congenita di un particolare bambino.

trattamento

I medici hanno regimi di trattamento standard per una particolare allergia nei bambini. Di solito, dopo l'esame, che comprende idealmente un test allergico (che determina la sostanza specifica che causa la reazione), sono prescritti antistaminici, una dieta rigorosa e un costante controllo medico. Spesso il medico si limita all'ispezione visiva e consiglia immediatamente "Suprastin".

In questo caso, la medicina ufficiale ritiene che fino alla fine per curare le allergie sia impossibile. Solo occasionalmente è necessario affrontare le sue manifestazioni con l'aiuto dei farmaci giusti. L'opinione di Yevgeny Komarovsky è in qualche modo diversa.

Ed ecco il rilascio effettivo del trasferimento del Dr. Komarovsky dedicato alle allergie dei bambini

Komarovsky sulle allergie

Yevgeny O. sottolinea che il numero di bambini con allergie nel mondo sta crescendo rapidamente. In questo, naturalmente, c'è un "merito" del deterioramento della situazione ambientale, l'OGM, ma la ragione principale, secondo il medico, sono i genitori stessi. Un bambino con un'immunità sana non reagisce all'ingestione di antigeni nel corpo, dice Komarovsky. E le premurose mamme e papà rovinano la loro immunità ai bambini.

La protezione immunitaria del neonato si sta ancora formando e gli adulti lo stanno interferendo, alimentando il bambino per qualsiasi motivo con una varietà di farmaci. Anche quando il bambino è in grado di affrontare la malattia da solo (con influenza e ARVI, con dentizione, con una leggera rinite), le madri ansiose si precipitano a gocciolare nel naso, dare una pillola o uno sciroppo, e alcuni ancora si sforzano di fare un'iniezione, perché solo tale Il metodo di trattamento è considerato veramente efficace.

I genitori attutiscono i bambini più caldi, nascondono il gelo e il calore, riempiono con forza la semola o l'omelette, credendo che stiano facendo del loro meglio. Infatti, secondo Evgeny Komarovsky, tutte queste azioni paralizzano irreversibilmente l'immunità del bambino. E non c'è da meravigliarsi se lana, polline o altri antigeni, che sono molto vicini al bambino, prima o poi iniziano a "sparare" reazioni negative.

Trattamento secondo il metodo Komarovsky

Allergie alimentari, ha detto Komarovsky, per il trattamento in generale non hanno bisogno. È sufficiente escludere il prodotto a cui è apparsa la reazione. Ad esempio, l'allergia alle proteine ​​di mucca, che si sviluppa più spesso nei bambini a cui è stato dato latte vaccino troppo presto nella dieta, si ritirerà immediatamente dopo che la madre smette di dare il suo bambino e prodotti a base di latte. È possibile compensare le proteine ​​necessarie per tali bambini a scapito di carne, fegato. Una carenza di calcio nel corpo in crescita può essere compensata dando al bambino gluconato di calcio.

Per molti anni di pratica medica personale, Yevgeny Komarovsky ha pubblicato la sua lista personale dei prodotti più allergizzanti. Eccolo:

  • latte
  • Uova di pollo e di quaglia
  • Soia e prodotti che lo contengono
  • Varie noci (soprattutto noccioline, noci del Brasile e anacardi).
  • Frumento.
  • Bacche rosse (lampone, fragola).

Komarovsky sottolinea che con le manifestazioni di allergie alimentari non somministrare al bambino antistaminici e sottoporsi a lunghi cicli di trattamento. È sufficiente non sovralimentare il bambino, non costringerlo a mangiare, dare cibo solo su richiesta personale del bambino, cercare di evitare prodotti che causano una reazione negativa. Col tempo l'immunità diventerà più forte e gli antigeni non saranno terribili, il bambino, come si suol dire, "supererà" la sua malattia e sarà in grado di mangiare qualsiasi cosa senza temere di essere coperta da un'eruzione cutanea dalla testa ai piedi.

Allergia alla fioritura e polline Komarovsky non considera un motivo per chiudere il bambino a casa per l'intera primavera e metà del periodo estivo. Il medico sostiene che i genitori di un bambino incline alle allergie stagionali dovrebbero semplicemente prepararsi con più attenzione per l'inizio del periodo problematico dell'anno. Il bambino dovrebbe continuare a vivere una vita normale, fare una passeggiata, frequentare la scuola o la scuola materna, mamma e papà possono ricorrere ai farmaci antistaminici quando le manifestazioni di allergia sono piuttosto forti.

Il medico raccomanda che i genitori di un tale bambino durante il periodo di fioritura escludano i viaggi in campagna per la natura, passeggiate mattutine, quando la concentrazione di pollini nell'aria è molto alta, manda il bambino due volte al giorno a fare la doccia e lavare i capelli, acquistare un umidificatore a casa e spesso fare la pulizia con acqua senza agenti contenenti cloro.

Se un bambino ha una reazione agli allergeni domestici (detergenti, cosmetici, animali), Komarovsky raccomanda di rimuovere la fonte di antigeni dall'ambiente del bambino il più presto possibile e di passare l'aspirapolvere e pulire l'appartamento, in particolare tappeti, sedie, giocattoli morbidi, perché accumulano più attivamente gli allergeni altri oggetti interni.

Quando si verifica un'eruzione allergica, Evgeny Olegovich avverte che un test cutaneo è obbligatorio, perché i bambini possono avere mille cause che causano una tale reazione. Una volta che l'allergene è installato, il bambino avrà bisogno di farmaci topici - unguenti, gel, creme con antistaminici e azione antipruriginosa.

Se l'eruzione cutanea è pronunciata e localizzata nel collo e nel viso, in combinazione con il gonfiore, questo può indicare l'inizio dell'angioedema. Con lui, nessun consiglio è appropriato se non per chiamare un'ambulanza. Il ritardo può causare il soffocamento del bambino.

Se sei allergico ai farmaci, devi immediatamente interrompere l'assunzione dei farmaci che hanno causato il disturbo e informare il medico il prima possibile. Sceglierà un altro rimedio per il trattamento della malattia di base e i sintomi di allergia ai farmaci si ritireranno.

A proposito di farmaci

La pillola di allergia magica non esiste, dice Komarovsky. E ogni volta, parlando di questo problema, sottolinea che l'antidistaminico ampiamente diffuso e amato dai medici e dai genitori (Tavegil, Suprastin, ecc.) Causa le mucose secche. La carenza di calcio aumenta le manifestazioni di allergia, motivo per cui chi soffre di allergie spesso esacerba la malattia durante la dentizione, la crescita ossea attiva, quando il corpo consuma più calcio.

Come trattare la pollinosi nei bambini: farmaci efficaci e rimedi omeopatici

La febbre da fieno (o "febbre da fieno") è una malattia stagionale simile all'aspetto del comune raffreddore, ma si verifica nella stagione calda, durante il periodo di fioritura delle piante.

Provoca l'esasperazione del polline delle pollinosi, che quando entra nel tratto respiratorio superiore provoca prurito, bruciore e arrossamento nella zona degli occhi, ed è anche caratterizzato da un forte naso che cola.

Qual è la pollinosi nei bambini?

Quando si osserva pollinosi si verificano reazioni allergiche aggravate esclusivamente ai pollini. Tale malattia si verifica ogni dieci anni in tenera età (da tre a cinque anni) e le bambine soffrono di questa malattia meno frequentemente rispetto ai maschi.

Ufficialmente, la pollinosi è chiamata vasomotoria e rinite allergica (secondo il catalogo ICD-10) e può manifestarsi in lieve, moderata e grave.

A seconda di quanto il bambino è incline alla manifestazione di reazioni allergiche, le sue caratteristiche fisiologiche, l'età e il sesso, dipende in gran parte da quanto durerà la malattia e quale trattamento sarà più efficace.

Sintomi e segni della malattia

A prima vista, l'pollinosi è simile al raffreddore comune con i suoi sintomi, ma il semplice fatto che questi sintomi compaiano nella stagione calda costringe a concludere che la causa dell'arrossamento delle mucose e del raffreddore non è negli agenti infettivi o nell'ipotermia.

I sintomi principali della febbre da fieno sono:

  • dermatiti;
  • congiuntivite di origine allergica;
  • orticaria;
  • bruciore e prurito agli organi della vista;
  • reazione acuta ad artificiale o alla luce solare;
  • gonfiore delle palpebre;
  • mal di testa ricorrenti;
  • starnuti;
  • difficoltà a inspirare ed espirare attraverso il naso;
  • comparsa di secrezioni nasali acquose e chiare.

Spesso c'è tosse o segni di asma. Sulla pelle possono comparire eruzioni cutanee rosse abbondanti che, nel caso di una forma grave di febbre da fieno, si fondono in chiazze solide localizzate di colore rosa pallido. In rari casi, la malattia provoca lo sviluppo di angioedema.

Le reazioni al polline possono manifestarsi sotto forma di ipertensione e battito cardiaco accelerato, con possibile nausea, violazione delle feci, nonché lo sviluppo di infezioni batteriche nel corpo del bambino sullo sfondo di un'immunità indebolita.

Questo può essere sinusite, congiuntivite purulenta e altre patologie.

prevenzione

Qualsiasi malattia è più facile da prevenire che curare, soprattutto se parliamo di un fragile corpo di bambini. Nel caso di pollinosi per la prevenzione di questa malattia, si raccomanda di attenersi alle seguenti raccomandazioni:

  1. È importante fornire al bambino un'alimentazione corretta: è necessario includere nella dieta frutta e verdura fresche che contengono vitamine e microelementi che fanno bene al sistema immunitario.
  2. È consigliabile insegnare a un bambino a indurirsi fin dalla tenera età.
  3. Se la famiglia non vive in un contesto urbano, ma in una casa privata, nel giardino è necessario abbandonare la pianta delle piante con proprietà sensibilizzanti, poiché possono aumentare la sensibilità del bambino agli allergeni.

Particolare attenzione dovrebbe essere prestata alla qualità dell'aria interna.

Non tutti hanno l'opportunità di acquistare attrezzature per la ionizzazione e l'umidificazione, ma è sufficiente effettuare la pulizia a umido nella stanza del bambino (almeno due volte a settimana) e occuparsi della normalizzazione del livello di umidità.

Questo può essere ottenuto nel vecchio modo popolare, diffondendo per un po 'gli stracci bagnati sul pavimento. In tali condizioni, il polline che entra nella stanza non si accumula nell'aria, con cui normalmente entra nel sistema respiratorio.

Come trattare un bambino?

Ai primi segni di febbre da fieno, è necessario consultare un medico, che condurrà l'esame in primo luogo e, sulla base dei suoi risultati, prescriverà antistaminici appropriati.

Devono essere presi durante l'intero periodo di fioritura delle piante che causano tali reazioni allergiche.

Il principio di azione di questi farmaci è quello di sopprimere gli allergeni che sono entrati nel corpo, in parallelo con questo, gli antistaminici fermano i sintomi della malattia.

Se la "febbre da fieno" è accompagnata da un forte raffreddore, è inoltre possibile utilizzare i preparati di vasocostrittore per l'instillazione nel naso.

In alcuni casi, tali misure non sono sufficienti e quindi l'ENT può prescrivere farmaci ormonali, ma non è consigliabile utilizzarle per il trattamento della pollinosi nei bambini per un lungo periodo.

farmaci

Il trattamento più efficace per l'pollinosi è il metodo farmacologico, che prevede l'assunzione dei farmaci nei seguenti gruppi:

  1. Kromony (Allergokrom, Kromosol, Kromoglikat, Kromoheksal). Tali farmaci alleviano l'infiammazione delle mucose degli organi respiratori e visivi.
  2. Antistaminici (Telfast, Claritin, Ebastine, Erius, Loratadine). Tali farmaci bloccano i recettori dell'istamina e non consentono alla malattia di svilupparsi e trasformarsi in gravi allergie.
  3. Antispasmodico (Metazon, Irifrin, Naphthyzinum). Questi farmaci costringono i vasi sanguigni e stabilizzano il lavoro degli organi respiratori esterni, e anche rapidamente rimuovono il gonfiore dagli organi della visione e nella regione nasale.
  4. Farmaci ormonali (corticosteroidi beclometasone, fluticasone, budesonit). Questi fondi sono prescritti ai bambini raramente e solo nei casi in cui la pollinosi si sviluppa rapidamente e si trasforma rapidamente in una forma grave.

Lo scopo principale dell'uso di tali fondi - il sollievo dei sintomi e la soppressione dei processi infiammatori.

A seconda della situazione, tali strumenti possono essere utilizzati in diverse forme: possono essere unguenti, creme, spray o aerosol, collirio.

L'omeopatia aiuta?

L'omeopatia nel trattamento della pollinosi può essere d'aiuto, se si seguono rigorosamente le prescrizioni di uno specialista e si segue rigorosamente il dosaggio.

Si consiglia di assumere rimedi omeopatici ogni mezz'ora fino a quando non arriva il sollievo, dopo di che il farmaco viene continuato per la profilassi nei tre giorni successivi per tre volte.

Dopo questo periodo, per dieci giorni, i fondi vengono prelevati una volta al giorno per garantire il risultato. Questo schema generale può essere regolato da un omeopata in base all'età del bambino e al tipo di preparazione utilizzato.

I rimedi più efficaci e comuni per il raffreddore da fieno sono:

  1. Allium cepa. È utilizzato per le secrezioni gravi degli occhi e del naso, nonché per lo sviluppo della congiuntivite acuta sullo sfondo della pollinosi. Indicazioni per l'uso del rimedio sono anche dolore nella parte posteriore della testa, starnuti costante e deterioramento del benessere del bambino la sera.
  2. Nux vomica. È prescritto per il mal di testa in combinazione con la pollinosi, che inizia improvvisamente e si sviluppa rapidamente. Ulteriori indicazioni sono starnuti, forte prurito al naso e forte scarica, congestione nasale e febbre con brividi.
  3. Euphrasia. È meglio applicare il rimedio se i segni esterni di pollinosi colpiscono gli organi della vista, in particolare, ci sono lacrime caustiche che non possono essere contenute, così come bruciore e crampi agli occhi. Quando tossisce, starnutisce e scarica nasale, il farmaco aiuta a fermare questi sintomi.
  4. Album Arsenicum. È meglio applicare questa miscela in caso di marcata congestione nasale o scarico. Il farmaco aiuterà ad alleviare le condizioni del bambino, se avverte il deterioramento nelle stanze calde e sta avvertendo una sensazione di bruciore negli occhi e un solletico nel naso.
  5. Natrium mureaticum. Bene aiuta ad alleviare il prurito, l'irritazione e il gonfiore delle palpebre, ed elimina anche lo strappo incontrollabile e le secrezioni nasali.
  6. Sabadilla. Con le lacrime pesanti e lo scarico dal naso, in cui vi è una costante sensazione di congestione, questo farmaco è ottimale.

Quando ci si riferisce agli omeopati, vale la pena ricordare che l'efficacia di tale trattamento è spesso messa in discussione dai rappresentanti della medicina tradizionale, pertanto tali metodi non sono consigliati come base del trattamento.

Quando le condizioni del bambino peggiorano durante il trattamento con i rimedi omeopatici, è necessario interrompere immediatamente l'assunzione di questi rimedi.

Quale dieta seguire con la malattia?

Non è necessario seguire una dieta speciale con pollinosi, ma vale la pena seguire una serie di raccomandazioni:

  • È meglio mangiare cibo nella forma pulita o macinata, mentre il numero di pasti dovrebbe essere aumentato, e il volume delle porzioni dovrebbe essere ridotto (questo ridurrà il carico sullo stomaco);
  • La dieta dovrebbe includere più alimenti freschi possibili, che non vengano elaborati, e se il bambino mangia cibi bolliti o fritti, non dovrebbe essere lasciato il giorno seguente: è meglio cucinare il cibo in piccole quantità, ma dovrebbe essere fresco ogni giorno;
  • i frutti e le verdure fresche devono essere presenti nel menu, ma a condizione che non siano coltivati ​​in serra e senza additivi, ma acquistati durante la stagione di crescita in piena terra;
  • è meglio cucinare carne e pesce piuttosto che cuocere o friggere, mentre il primo brodo deve essere drenato, l'opzione migliore è quella di preparare tali prodotti per una coppia;
  • durante il trattamento è necessario limitare il consumo di cibi dolci, fritti e grassi.

Se un bambino frequenta un istituto scolastico o un asilo durante una malattia, è meglio escludere i pasti nella mensa e dargli del cibo con sé.

Dove prendere il bambino dalla pollinosi?

Secondo le statistiche, i bambini provenienti da città industriali con aria inquinata hanno molte più probabilità di soffrire di pollinosi rispetto ai loro coetanei che crescono in piccole città, villaggi e città.

Di conseguenza, al momento di esacerbare la malattia dei bambini, è meglio portarli via dalle città, ma non necessariamente verso villaggi remoti: ci sono alternative sotto forma di resort economici, nel cui contesto la "febbre da fieno" passerà rapidamente.

Inoltre, in tali luoghi è possibile attendere il periodo di fioritura delle piante che causano tali reazioni allergiche.

Ma portare un bambino con l'impollinosi nei paesi caldi non è un'opzione, dal momento che le alte temperature fanno sempre male alle allergie.

In Russia, è meglio concentrarsi sulle località del Mar Nero: Sochi, Crimea, Anapa, Gelendzhik, Yessentuki, Kislovodsk.

Se hai l'opportunità di visitare l'Europa, puoi optare per Karlovy Vary e Mariánské Lázně.

L'opzione di attendere l'aggravamento delle pollinosi all'estero è la cosa più preferibile, poiché in questi casi si può andare in regioni in cui le piante abituali che il bambino è allergico non crescono affatto.

Con segni di pollinosi, non è necessario suonare l'allarme, ma non è necessario posticipare il trattamento.

Spesso i genitori prendono erroneamente questo tipo di allergia per il raffreddore, ma poiché lo sviluppo di tali malattie in primavera ed estate è improbabile, i primi segni descritti dovrebbero essere riferiti a un pediatra o allergologo che sarà in grado di prescrivere un trattamento adeguato e tempestivo.

Con il trattamento dei bambini capito, ma cosa fanno i genitori, anche loro soffrendo di esacerbazioni stagionali? Leggi qui.

Video correlati

Qual è la pollinosi nei bambini e come fa il dott. Komarovsky a dirti come combatterlo:

Come affrontare le manifestazioni stagionali di pollinosi nei bambini?

Il periodo primaverile-estivo è un periodo fantastico dell'anno in cui la natura si sveglia e il sole ci regala il suo calore. Tuttavia, molti in questo periodo si trovano ad affrontare un fenomeno così spiacevole come la pollinosi.

La pollinosi è molto comune nei bambini, è una reazione allergica al polline delle piante da fiore.

Esternamente, la malattia si manifesta come una normale ARVI, tuttavia, non è causata da un virus, ma da una risposta inadeguata del sistema immunitario a una sostanza irritante. Molto spesso l'pollinosi colpisce i ragazzi, all'età di 3-10 anni.

In che modo l'allergia alla betulla in un bambino? Scopri questo dal nostro articolo.

Caratteristica della malattia

L'pollinosi è una malattia di natura allergica, causata dal contatto con una sostanza irritante.

In questo caso, l'allergene è il polline delle piante da fiore, o meglio, una proteina speciale che contiene.

Una volta nel corpo del bambino, questa proteina provoca una reazione speciale del sistema immunitario, che la percepisce come un corpo estraneo e cerca di resistergli.

Di conseguenza, la sostanza istamina viene rilasciata nel corpo del bambino, che provoca lo sviluppo di infiammazione e, di conseguenza, l'aspetto dei sintomi caratteristici della malattia.

La malattia è stagionale, cioè le sue manifestazioni si verificano in un periodo di tempo strettamente definito, da aprile a settembre.

Allo stesso tempo, a seconda di quando una particolare pianta inizia a fiorire, possono verificarsi picchi di incidenza.

Cioè, in alcuni bambini, all'inizio di questo periodo appaiono sintomi spiacevoli, in altri, per esempio, alla fine, tuttavia, ci sono casi in cui le manifestazioni di pollinosi persistono durante tutto il periodo primaverile-estivo.

Il codice per la classificazione internazionale delle malattie ICD-10: J30.1 rinite allergica causata da polline delle piante.

cause di

Il motivo principale per lo sviluppo della pollinosi è il polline delle piante da fiore. E più piccole sono le sue particelle, maggiore è la sua concentrazione nell'aria, maggiore è la probabilità di sviluppo della malattia.

Anche la volatilità del polline è importante, vale a dire la sua capacità di diffondersi su distanze piuttosto grandi.

Esistono altri fattori predisponenti che aumentano il rischio di sviluppare patologie:

  1. Vivere il bambino in una città con una situazione ambientale sfavorevole.
  2. Predisposizione genetica.
  3. Aumento della tendenza del bambino alle allergie (es. Cibo).
  4. Raffreddori frequenti
al contenuto ↑

Classificazione della malattia

La pollinosi può essere suddivisa in tipi a seconda delle manifestazioni cliniche (in ogni caso, possono essere diverse), così come la gravità. Quindi, la pollinosi può interessare diverse aree del corpo del bambino, in particolare:

  • danno agli occhi allergici;
  • malattia allergica dell'apparato respiratorio;
  • manifestazioni cutanee;
  • combinazione delle varietà indicate.

A seconda della gravità, è consuetudine distinguere le seguenti forme di pollinosi:

  • facile;
  • moderato;
  • grave (si verifica raramente, accompagnato da forti manifestazioni di sintomi caratteristici, meno spesso - danno agli organi interni).
al contenuto ↑

Sensibilizzazione incrociata

La pollinosi è una malattia pericolosa non solo per le sue manifestazioni immediate, ma anche per la possibilità di sviluppare allergie crociate.

Le proteine ​​che si trovano nel polline delle piante da fiore hanno spesso elementi simili con proteine ​​di alcune verdure e frutta, il che significa che quando un bambino mangia questi alimenti, c'è il rischio di allergia orale, che si accompagna a bruciore in bocca, mal di gola, nausea e vomito gli impulsi.

Sintomi spiacevoli possono verificarsi non solo in primavera ed estate, ma durante tutto l'anno, anche se, naturalmente, il picco di incidenza cade nel periodo primaverile ed estivo.

Sintomi e segni

Il quadro clinico della malattia è molto ampio, in ciascun caso il bambino può manifestare vari segni che si riferiscono a diversi complessi di sintomi.

Sintomo complesso

Manifestazioni caratteristiche

  1. Prurito e bruciore negli occhi.
  2. Sensazione di sabbia o corpo estraneo negli occhi.
  3. Rossore.
  4. Aumento dello strappo.
  5. Diminuzione lieve e a breve termine dell'acuità visiva.
  1. Congestione nasale, accompagnata da una copiosa scarica di contenuti.
  2. Prurito nel naso e nelle orecchie.
  3. Starnuti frequenti
  4. Mal di gola
  1. Tosse.
  2. Cambio di voce
  3. Sensazione di pesantezza al petto.
  4. La comparsa di fischi e sibili durante la respirazione.
  5. Violazione di un ritmo di respiro.
  1. Eruzione cutanea sulla pelle.
  2. Prurito e irritazione.
  3. Pelle scrostata
  4. Infiammazione della pelle, suo gonfiore.
  1. Leggera febbre
  2. Nausea, vomito (specialmente nei bambini piccoli).
  3. Emicrania.
  4. Dolore addominale
  5. Violazione del sonno e della veglia.
  6. Diminuzione dell'attività fisica e intellettuale.
  7. Compromissione dell'umore, irritabilità, pianto.

Complicazioni pericolose

La febbre da fieno può essere molto grave e persino pericolosa per la salute delle complicazioni del bambino.

In particolare, in presenza di prurito agli occhi, il bambino li sfrega costantemente, e non sempre con le mani pulite.

E questo contribuisce alla penetrazione dell'infezione, a seguito della quale si verificano suppurazioni, si sviluppano varie malattie oftalmologiche.

E, naturalmente, la complicazione più pericolosa della pollinosi è lo shock anafilattico, l'angioedema, quando il bambino non riesce a respirare normalmente, il che contribuisce allo sviluppo della fame di ossigeno, l'asfissia.

E questa condizione può, a sua volta, essere fatale, se le cure mediche di emergenza non vengono fornite al bambino in tempo.

Pronto soccorso

Con lo sviluppo di una forte reazione allergica, il bambino ha bisogno di cure di emergenza.

Naturalmente, devi chiamare immediatamente un medico, tuttavia, in alcune situazioni non c'è tempo per aspettare il suo arrivo, ad esempio, se un bambino sviluppa uno shock anafilattico in mezzo alla pollinosi, i genitori stessi devono prendere misure urgenti.

Prima di tutto, il bambino deve essere deposto, per limitare il suo contatto con l'allergene. Poiché la sostanza-irritante entra nel corpo attraverso la pollinosi attraverso il tratto respiratorio superiore, è necessario il loro lavaggio.

Inoltre, è necessario liberare il bambino da indumenti stretti. Viene mostrato il ricevimento dei preparati antistaminici, in condizioni critiche è meglio iniettarli per via intramuscolare. I genitori dovrebbero monitorare le condizioni del bambino, in particolare la respirazione e il battito del cuore.

diagnostica

Per la diagnosi del bambino, è necessario mostrare gli specialisti: un dermatologo, un otorinolaringoiatra, un oculista (a seconda dei sintomi della malattia).

Inoltre, è molto importante identificare il tipo di allergene che provoca l'insorgere dei sintomi.

Per fare questo, eseguire test cutanei speciali e studi allergologici di laboratorio.

trattamento

Come trattare la malattia nei bambini?

Il trattamento del raffreddore da fieno dovrebbe iniziare con l'identificazione dell'allergene ed eliminare il contatto con esso. Se ciò non viene fatto, la terapia non darà l'effetto previsto.

Il trattamento deve essere completo, il bambino deve assumere le medicine prescritte da un medico e rispettare la dieta prescritta.

Inoltre, è possibile utilizzare gli strumenti della medicina tradizionale, ovviamente, come trattamento aggiuntivo e solo con l'approvazione del medico.

preparativi

Per il trattamento della pollinosi utilizzare i seguenti gruppi di farmaci:

  1. Antistaminici (sotto forma di gocce nel naso, negli occhi o mediante terapia sistemica).
  2. Preparazioni topiche ormonali (ad esempio, gocce nel naso, unguenti per eliminare le manifestazioni dermatologiche della malattia, sono prescritte per una forma grave della malattia).
  3. Antagonisti dei recettori dei leucotrieni (Montelukast).
  4. Preparati idratanti per il lavaggio e l'idratazione della mucosa nasale (Aqua Maris).
  5. Immunomodulatori per il rafforzamento generale del corpo.
al contenuto ↑

Rimedi popolari

È importante ricordare che è impossibile eliminare completamente le manifestazioni di pollinosi con l'aiuto della sola medicina tradizionale, questo può essere fatto solo con l'uso di farmaci adeguati.

Tuttavia, per migliorare le difese del corpo, è possibile utilizzare anche ricette popolari, come la camomilla con menta, tè alla rosa canina, tè al limone.

Prima di utilizzare le ricette popolari, è importante consultare un medico, perché questi ingredienti possono scatenare un attacco di allergia crociata.

dieta

In primavera ed estate, quando il bambino ha una esacerbazione della malattia, è necessario adeguare seriamente la sua dieta.

Le raccomandazioni sulla dieta possono essere ottenute dal medico che osserva il bambino, una serie specifica di alimenti proibiti è determinata sulla base di quale allergene provoca una reazione inadeguata del corpo.

È inoltre necessario escludere tutti i prodotti ad alto grado di allergia. Questo, ad esempio, cioccolato, miele, noci, frutta e verdura rossa, bacche.

Opinione del Dr. Komarovsky

La pollinosi in un bambino è una malattia pericolosa che può innescare lo sviluppo di seri problemi di salute, come ad esempio l'asma bronchiale, lo shock anafilattico.

Ecco perché un bambino che soffre di questo disturbo deve essere presentato al medico il prima possibile, perché solo in clinica è possibile determinare con certezza la sostanza allergica.

Senza questo, nessun trattamento darà un risultato positivo. Tuttavia, questo non è tutto. I genitori dovrebbero seguire alcune raccomandazioni, in particolare, il più spesso possibile per effettuare la pulizia a umido nella stanza dei bambini, per cambiare la lettiera del bambino.

Le cose che possono accumulare polvere (tappeti, giocattoli morbidi) sono meglio rimosse dal vivaio. È importante seguire le regole di igiene. In particolare, è buono se il bambino fa una doccia dopo ogni viaggio in strada.

prevenzione

Ridurre il rischio di sviluppare sintomi di raffreddore da fieno è possibile se si seguono le seguenti regole:

  1. Il vivaio d'aria non può che essere sotto la pioggia.
  2. Non è consigliabile uscire con il bambino in tempo caldo e senza vento.
  3. È importante effettuare regolarmente la pulizia a umido della stanza dei bambini.
  4. È necessario aggiustare la dieta del bambino, togliere da esso prodotti allergenici.
  5. Dopo ogni visita in strada, il bambino dovrebbe fare una doccia e cambiarsi i vestiti.

La pollinosi è una malattia sgradevole, i cui sintomi sono simili alla SARS. Ma questa malattia ha una natura allergica, una reazione inadeguata del corpo è causata dall'ingestione di polline vegetale volatile, che include una proteina con un alto grado di allergenicità.

La malattia deve essere trattata, altrimenti potrebbero svilupparsi complicanze.

Il trattamento consiste nell'assumere farmaci, seguendo una dieta e raccomandazioni speciali, che riducono al minimo i sintomi spiacevoli della patologia.

Puoi conoscere la prevenzione e il trattamento della pollinosi nei bambini dal video:

Vi chiediamo gentilmente di non auto-medicare. Iscriviti con un medico!

Terapia moderna di rhinitis allergico in bambini

La rinite allergica (AR) è una malattia cronica grave che interessa più di un quinto della popolazione. La malattia colpisce la qualità della vita, lo studio e l'attività professionale. Il 45-69% dei pazienti con AR sviluppa successivamente asma bronchiale, il 60-70% dei bambini con asma sviluppa sintomi di AR. Nei bambini con AR, nel 70% dei casi, i seni paranasali sono colpiti, il 30-40% viene diagnosticato con adenoidite, il 30% ha otite media ricorrenti e otite media e il 10% ha malattie laringee (compresa la recidiva della stenosi laringea - groppa).

La rinite allergica è una malattia associata all'infiammazione mediata da IgE delle membrane mucose della cavità nasale, che si sviluppa a seguito del contatto con gli allergeni. Per AR, sintomi di rinorrea, ostruzione nasale, prurito, starnuti, che possono essere osservati sia separatamente che simultaneamente.

Se stagionale, per tutto l'anno, la rinite allergica professionale era precedentemente isolata, quindi attualmente, in accordo con le raccomandazioni ARIA (2001), a seconda delle caratteristiche temporali, sono indicati AR intermittente e persistente, indicando la gravità del decorso della malattia (lieve, moderata, grave) a seconda Effetti AR sulla qualità della vita.

La farmacoterapia di AR è puntata su prevenzione e sollievo di manifestazioni acute di AR. Lo studio dei meccanismi di sviluppo della malattia ha permesso di modificare la strategia di trattamento, aumentare la sua efficacia, utilizzando i nuovi farmaci, compresi i farmaci topici, sviluppato un approccio graduale al trattamento della AR, tenendo conto delle forme e della gravità della malattia.

Nel 50% dei bambini di età compresa tra 2 e 15 anni con sospette malattie allergiche, compresi i bambini frequentemente malati nei primi anni di vita, la pollinosi viene rilevata durante un esame approfondito (AD Ziselson, 1989). La diagnosi di rinite allergica nei bambini fino a 4 anni è difficile, dal momento che le manifestazioni cliniche di allergia IgE-dipendente sono rare. Le caratteristiche della risposta immunitaria nei bambini dei primi anni di vita - immunodeficienza fisiologica secondo il tipo di cellule B con insufficienza T - helper è determinata dalla predominanza di reazioni allergiche di tipo T - mediato con la principale sindrome della pelle.

Come hanno dimostrato i nostri studi, la maggior parte dei bambini con rinite allergica, soprattutto prima dei 4 anni, soffriva di disbiosi, soffriva di grave ittero neonatale, era infettata da un'infezione erpetica, atipica e fungina. Tali pazienti presentavano evidenti immunodeficienze delle cellule T e B, mentre nel 28% dei bambini sono state osservate reazioni immunocomplesse e nel 17% - autoimmune, mediata da cellule T. Tutto questo predetermina un numero di caratteristiche della terapia di bambini con rhinitis allergico.

Di fondamentale importanza sono le misure preventive volte a ridurre il contatto con gli allergeni e la loro fissazione sulle mucose (dall'anima nasale alle operazioni ricostruttive nella cavità nasale). La nostra esperienza di operazioni ricostruttive nell'area del complesso osteomeatale, la settoplastica e la conchotomia hanno mostrato il loro effetto positivo sul decorso della rinite allergica. Di particolare interesse è l'effetto chirurgico sui rami postgangliari del nervo vidian. Esecuzione selettiva denervazione parziale della cavità nasale di pazienti con rinite perenne, eosinofila e ad aumentato neutrofili polipoobrazovanii risultati positivi nel 25%: ridotto poliposi tasso di recidiva, con perenne blocco rinite significativamente ridotto l'intensità della cavità nasale. Questa direzione deve essere sviluppata, poiché la necessità di corticosteroidi, antistaminici topici e preparazioni vasocostrittori è ridotta. Con grande responsabilità, si dovrebbe trattare l'adeno e la tonsillectomia nei bambini con allergie, poiché il tessuto linfoide è il luogo principale che successivamente determina l'efficacia del trattamento con i vaccini allergenici.

L'alta frequenza di infezione da virus di bambini con AR richiede una terapia antivirale precoce in trattamento complesso: interferoni, induttori e farmaci antivirali sono inclusi nel regime di trattamento (è auspicabile una terapia di famiglia).

disbiosi intestinale nei bambini con allergie accompagnati da cambiamenti nel rapporto tra il normale e la microflora patogena, v'è una tendenza a sviluppare la candidosi, disturbi dismetaboliche, l'accumulo di grassi non digeriti e carboidrati, che aggrava la dermatite atopica, formata sensibilizzazione presto per microflora fungina. preparazioni enzimatiche complessi in combinazione con mezzi che regolano l'equilibrio della microflora intestinale - probiotici e drenanti preparazioni fegato epatoprotettori (per ragazzi) diventa di fondamentale importanza nel trattamento delle malattie allergiche, specialmente nei bambini piccoli. La nomina di adsorbenti ai bambini nel periodo di esacerbazione di AR è parte integrante della terapia complessa, poiché, di norma, la AR nei bambini sotto i 5 anni accompagna le forme cutanee di allergia.

Di particolare importanza nel trattamento della rinite allergica sono i bloccanti dei recettori dell'istamina H. L'alta permeabilità delle barriere istoematogeniche nei bambini è associata alla partecipazione di H3-Recettori nelle reazioni allergiche, che determina la temperatura frequente, meno spesso - reazione convulsa, soprattutto nei bambini dei primi 3 anni di vita. Queste sono le cosiddette manifestazioni dell'intossicazione da polline astenovegetativo, che si è verificata nel 20-25% dei bambini. Pertanto, i bambini con scarsa sfondo premorbosa possibile usare antistaminici per sedativi I generazione (prometazina, dimetindene, difenidramina, Chloropyramine, ciproeptadina - con antiserotoninovoy attività), tanto più che questi farmaci sono approvati per l'uso con mesi di età, che non è il di secondo generazione.

Tra gli antistaminici di seconda generazione, quando si prescrive per i bambini a partire dai 2 anni di età, la loratidina e la cetirizina, che non danno un effetto sedativo, dovrebbero essere preferite, con un buon effetto sulle allergie cutanee. Ben noti farmaci mebhydroline (da 1 anno) e hifenadine (da 3 anni) con un sedativo debole o a breve termine si sono dimostrati bene. Il farmaco loratadina è particolarmente attraente, il suo alto effetto antiallergico si verifica entro 20-25 minuti dopo la somministrazione e dura per 24 ore. Il suo effetto sistemico, la possibilità di assegnare ai bambini dai 2 anni praticamente senza effetti collaterali e dipendenza, fornisce buoni risultati non solo nel trattamento della rinite allergica, ma anche in lesioni cutanee combinate, istamina, reazioni allergiche ai morsi, ecc. La droga cetirizina (da 2 anni), che colpisce le 2 fasi di una reazione allergica, istamina-dipendente e cellulare, è anche di interesse per i professionisti pediatrici. Questo rende possibile applicarlo non solo in stagionale, ma anche in rinite durante tutto l'anno nei bambini. forma a goccia Comodo del farmaco per i bambini dai 2 anni di età e una singola assunzione di assicurare il rispetto del programma completo del trattamento, specialmente se combinata con rinite, dermatite atopica, prurito, soprattutto perché praticamente non causa anticolinergici e antiserotoninovogo azione. Tuttavia, un aumento della dose può compromettere la funzione renale. Astemizol - N1-Blocker dei recettori dell'istamina a lunga durata d'azione (assunzione una volta al giorno) - si applica anche ai farmaci di seconda generazione, senza sedazione. Se necessario, i bambini vengono prescritti con grande cura, specialmente nella sindrome congenita del QT, poiché causano un ritardo nella ripolarizzazione del cuore e aumentano l'intervallo QT a causa del blocco dei canali del potassio, che può causare la morte improvvisa. Una situazione pericolosa può verificarsi quando è combinata con l'uso diffuso di antibiotici macrolidi, ketoconazolo, a causa della competizione per i sistemi enzimatici del citocromo P-450 nel fegato. Lo stesso fenomeno può causare terfenadina, che ha un alto rischio di aritmie ventricolari. Droga Ebastina (Kestin) - N1-I recettori beta-istamina I generazione II - è prescritto a bambini di età superiore ai 12 anni una volta alla dose di 10 mg al giorno. Il farmaco non ha effetti anticolinergici e sedativi pronunciati e, inoltre, Kestin non ha alcun effetto sull'intervallo QT. Orale N1-Il bloccante istamina fexofenadina non causa sedazione, non ha bisogno del metabolismo epatico, inoltre controlla il sintomo del blocco nasale; preso una volta al giorno.

I bambini sotto i 12 anni non devono essere prescritti farmaci combinati con effetto pseudoefedrina, in quanto possono causare ipertensione, tachicardia, extrasistoli, ipereccitabilità del bambino. Nei bambini con rinosinusite allergica infettiva, è possibile utilizzare la combinazione di rhinopront farmaco adattato per il gruppo di età più giovane. Questi farmaci sono particolarmente indicati per i bambini con rinosinusopatie allergiche e otiti media essudativa. Ma l'uso di farmaci in questo gruppo dovrebbe essere severamente limitato nei bambini con insufficienza cardiovascolare, tireotossicosi, con glaucoma congenito e diabete.

Gli antistaminici locali - azelastina e histimet - hanno dimostrato un'elevata efficacia nel trattamento delle esacerbazioni della pollinosi. Azelastine, essendo un bloccante di N1- i recettori dell'istamina, non solo possono sopprimere il rilascio di istamina e leucotrieni, ma anche ridurre l'adesione degli antigeni sulle cellule epiteliali. Con una singola applicazione intranasale, l'effetto si verifica dopo 15 minuti e dura fino a 12 ore, mentre la dose del farmaco nel sangue è trascurabile. La possibilità di uso continuo (fino a 2 anni) fornisce buoni risultati nella rinite stagionale e durante tutto l'anno. Un farmaco topico adattato per bambini è un farmaco combinato, il vibrocil, che ha tre forme di dosaggio: gocce (infanzia), spray e gel (bambini sopra i 6 anni). Il vantaggio di questo farmaco è che non ha alcun effetto sull'attività atriale dell'epitelio e il gel è particolarmente indicato per la suscettibilità all'atrofia della mucosa. L'aspetto di levocabastina - bloccante H1- i recettori di istamina ad azione prolungata sotto forma di spray per uso intranasale e colliri aumentano la possibilità di un efficace trattamento di emergenza della pollinosi nei bambini, specialmente nella febbre da fieno con manifestazioni congiuntivali.

Importante nel trattamento della AR (specialmente durante tutto l'anno) nei bambini sono gli stabilizzatori della membrana mastocitaria - preparati di acido cromoglicico. Agiscono sulle fasi iniziali e tardive delle allergie, riducono il prurito, gli starnuti e il blocco nasale, soprattutto come agenti preventivi. Sfortunatamente, le forme di trattamento per inalazione richiedono la partecipazione attiva dei pazienti più giovani, pertanto sono principalmente utilizzate nei bambini dai 4 anni di età. I moderni preparati di questo gruppo per la somministrazione orale possono essere usati per via orale a partire dai 2 mesi di età, specialmente nei bambini con rinite allergica perenne in combinazione con sensibilizzazione alimentare.

Ketotifen rimane rilevante nel trattamento della pollinosi e della rinite durante tutto l'anno, specialmente nei bambini con manifestazioni atopiche multiorganiche. Può essere usato nei bambini dai 6 mesi di età con corsi lunghi (fino a 3 mesi).

Entrambi gli stabilizzatori di mastociti per via orale e inalatoria sono inclusi nei corsi di prevenzione e terapeutici. Nel periodo delle presunte esacerbazioni della pollinosi nei bambini, è consigliabile collegarle a H1- bloccanti istaminici per un breve periodo (fino a 10 giorni). Usando lo stesso H1-I bloccanti istamina come agenti anti-recidiva nei bambini con raffreddore da fieno e altri atopici sono ingiustificabilmente pericolosi. H1-Histamina bloccanti con M - effetto colinolitico (difenidramina, cloropiramina, prometazina, ciproeptadina), che potenzia l'azione antiallergica, particolarmente efficace nella sindrome del rinocongiuntivale, dermatite atopica nei bambini, ma indesiderabile nei pazienti con rinite e sindrome broncopolmonare

Il terzo gruppo più importante di farmaci nel trattamento della rinite allergica sono i glucocorticosteroidi. Sono tra i trattamenti più efficaci per le malattie allergiche. Nonostante l'effetto antiallergico attivo e multisfaccettato, le indicazioni per l'uso sistemico di corticosteroidi nelle malattie atopiche nei bambini sono gravemente limitate a causa di una vasta gamma di gravi effetti collaterali. L'assunzione di corticosteroidi sistemici nei bambini è giustificata solo nella grave esacerbazione della febbre da fieno con la minaccia di edema laringeo acuto e sindrome bronco-ostruttiva con grave soffocamento. In tutti gli altri casi, il trasferimento del bambino all'utilizzo a lungo termine di corticosteroidi è una terapia di disperazione. La comparsa di glucocorticosteroidi topici (THCS) per uso locale con scarsa biodisponibilità, e quindi un leggero effetto sistemico, rinnova l'interesse degli otorinolaringoiatri per questi farmaci. La versatilità dell'azione dei glucocorticoidi consente loro di essere utilizzati non solo nella rinite vasomotoria allergica, ma anche in quella non-allergica non-infettiva. Le formulazioni di beclometasone dipropionato, applicati topicamente, elimina prurito, starnuti, secrezione nasale, nasale, promuovere ripristino dell'olfatto (quest'ultima proprietà li distingue da altri farmaci antiallergici), ma l'effetto si verifica entro 5-7 giorni. Questi farmaci sono usati nei bambini dai 6 anni, specialmente in caso di combinazione con asma bronchiale. Tuttavia, i farmaci di questo gruppo, con una certa biodisponibilità sistemica, possono, con l'uso prolungato o il superamento della dose, causare insufficienza surrenalica latente. La difficoltà di usare questi farmaci nei bambini è associata alla necessità di inalazioni di 3-4 volte al giorno, così come lo sviluppo di processi atrofici, epistassi e sensazione di bruciore nella cavità nasale. Tuttavia, crediamo che nel trattamento chirurgico dei bambini allergici, questi farmaci siano indispensabili e indispensabili.

Vantaggiosamente, a questo proposito, la droga flunisolide, che non ha un propellente, differisce. La dose terapeutica fornita dall'iniezione 1-2 volte dell'aerosol è solo parzialmente assorbita dalla mucosa nasale, il che rende possibile l'uso con una minore probabilità di effetti collaterali nei bambini dai 5 anni di età.

La comparsa negli ultimi anni di THS con bassa azione sistemica e alta efficienza consente loro di essere utilizzati per il trattamento di forme moderate e gravi di AR, specialmente nei bambini con asma grave, ricevendo corticosteroidi sistemici per ridurre la dose o annullare. I corticosteroidi topici eliminano efficacemente gli starnuti, le secrezioni nasali, la congestione, che è scarsamente controllata da altri farmaci e contribuiscono anche al ripristino dell'odore (quest'ultimo distingue i THCC da altri farmaci antiallergici topici).

L'insorgenza del TGCS è successiva a quella di altri preparati topici (12-24 ore), con un effetto massimo di 5-7 giorni, quindi non vengono utilizzati in monoterapia per il trattamento dell'AR acuto con sintomi gravi. I preparativi delle ultime generazioni possono essere utilizzati una o due volte, il che garantisce un'elevata conformità. Raccomandato nei bambini con THC solo con bassa biodisponibilità (dopo 4 anni - fluticasone propionato, budesonide, da 6 anni - mometasone furoato, flunisolide).

AR moderata e grave con manifestazioni gravi impone di collegare un ciclo breve (massimo 2 mesi massimo) di steroidi intranasali con un calcolo accurato dell'età e della dose giornaliera. La terapia intranasale con corticosteroidi, che richiedono una somministrazione frequente e una biodisponibilità più elevata, è ammissibile nel periodo postoperatorio durante interventi chirurgici nella cavità nasale nei bambini con poliposi nasale e asma bronchiale.

I corticosteroidi sistemici sono consentiti da cicli ultracorti in caso di AR grave, fulminante, acuta con condizioni potenzialmente letali - edema laringe, faringe, grave attacco di asma bronchiale. Poiché tutti i corticosteroidi sono caratterizzati da un inizio di azione relativamente tardivo (dopo 12-24 ore) e l'effetto massimo si manifesta entro 4-5 giorni, si raccomanda di prenderli in parallelo per 5-7 giorni per alleviare i sintomi dolorosi (starnuti, prurito, rinorrea). antistaminici intranasali combinati con effetto vasocostrittore o antistaminici topici in combinazione con decongestionanti topici. Dal momento che solo i pazienti gravi con atopia sistemica e pazienti con forme moderate di AR richiedono l'uso di steroidi topici, quindi, sono sempre combinati con antistaminici sistemici.

I bambini che stanno pianificando una terapia corticosteroidea intranasale devono essere attentamente esaminati in anticipo, in particolare i bambini con infezione cronica da herpeszia, disbiosi e contaminazione da funghi delle membrane mucose del naso, della faringe, della laringe, dell'intestino, della pelle. In caso di necessità di somministrazione intranasale urgente di corticosteroidi per il bambino (esacerbazione di sinusite banale, otite), la terapia con THC deve essere eseguita sullo sfondo di un'adeguata terapia antibatterica per almeno 14 giorni. E anche se i corticosteroidi sono migliori di altri farmaci che controllano la rinorrea, starnuti, prurito, allevia efficacemente i sintomi del blocco nasale, tuttavia, dovrebbero essere prescritti solo sotto severe indicazioni. Il trattamento viene eseguito in modo ottimale a bassi e brevi corsi, è imperativo controllare eventuali fenomeni avversi generali e locali (secchezza, atrofia della mucosa, sanguinamento, candidosi della gola e dell'esofago, attivazione di infezione da herpes, raucedine e tosse).

Per proteggere la mucosa del tratto respiratorio superiore, si raccomanda che i bambini, per il periodo di trattamento con corticosteroidi topici, irrigino con acque minerali, soluzioni isotoniche di sale comune e marino, applichino gel salini adeguati.

Nell'infanzia, la terapia locale di AR svolge un ruolo più ampio rispetto agli adulti. Più piccolo è il bambino, maggiore è la parte nei protocolli di trattamento dei farmaci antiallergici di azione locale. La capacità di controllare i sintomi di AR di ciascun gruppo è mostrata nella tabella 1.

I preparati topici utilizzati per via intranasale per il trattamento dei bambini con AR possono essere suddivisi in diversi gruppi:

  • Cromone: acido cromoglicico
  • Antistaminici topici: acelastina, levocabastina
  • Antistaminici con effetto decongestionante: vibrocil
  • Corticosteroidi topici: fluticasone propionato, triamcinolone acetonide, mometasone furoato, budesonide, flunisolide, beclometasone dipropionato
  • Agenti vasocostrittori (decongestionanti): a 1-Adrenomimetica, a 2-Adrenomimetici, pronoprenaline, farmaci che inibiscono l'utilizzo della noradrenalina
  • Anticolinergici: Ipratropio Bromuro
  • Preparati per immunoterapia specifica (SIT)
  • Creme idratanti.

Agenti vasocostrittori topici (decongestionanti) non hanno un valore indipendente nel trattamento della AR nei bambini. I termini del loro uso sono circa 2 volte inferiori rispetto agli adulti (3-5 giorni). Sono migliori di altri farmaci per uso topico per alleviare la congestione nasale. Si consiglia ai bambini di usare farmaci a breve durata d'azione a causa del pericolo di ischemia prolungata, non solo della mucosa nasale, ma anche del cervello, che può provocare convulsioni generali. Fino a 1 anno, l'atteggiamento nei confronti dei farmaci vasocostrittori è estremamente cauto. Pertanto, è necessario un rigoroso dosaggio dell'età per a 1- e a 2-Adrenomimetici e soprattutto sostanze che favoriscono l'eliminazione della noradrenalina. I bambini non dovrebbero usare la cocaina. Il rigonfiamento della mucosa nasale con lo sviluppo della rinite medica contribuisce all'atrofia dell'epitelio ciliato, portando allo sviluppo di una vera rinite ipertrofica.

Idratanti sono di particolare importanza nel trattamento della AR nei bambini. A causa delle restrizioni di età per l'assunzione di altri farmaci antiallergici per uso topico, sono molto importanti per i neonati e i bambini piccoli. L'irrigazione regolare delle membrane mucose con soluzioni isotoniche saline (Aqua-Maris), i preparati a base di glicole propilenico riducono l'intensità del prurito, la rinorrea, indeboliscono il blocco nasale (specialmente con AR tutto l'anno). Le docce nasali riducono la concentrazione sulla membrana mucosa del tratto respiratorio superiore degli allergeni causativi, essendo preparazioni per la prevenzione delle esacerbazioni.

Di particolare importanza nel trattamento della rinite allergica (specialmente per tutto l'anno) è la terapia muco-regolatrice. Le droghe scelte nei bambini sono mucoregolatori del gruppo di carbocisteina, che non solo normalizzano la natura della secrezione e ottimizzano il rapporto tra cellule epiteliali e caliciformi, ma possono anche aumentare significativamente il livello di specifici anticorpi secretori della classe IgA.

L'immunoterapia è una sezione speciale e responsabile nel trattamento delle malattie allergiche nei bambini. La scelta del trattamento dipende dallo stato immunitario del bambino. I moderni tipi di vaccinazione specifica di allergie (SVA) utilizzano sia gli allergeni standard che gli allergeni, coniugati di allergeni con portatori ad alto peso molecolare. I risultati positivi della CBA nei bambini con allergeni rappresentano fino al 90% in caso di pollinosi. Gli SVA per via orale e intranasale sono promettenti, che possono benissimo sostituire i dolorosi metodi parenterali di SVA. CBA annuale in bambini con rinite allergica dà un effetto clinico più pronunciato. È necessario migliorare non solo il metodo classico di vaccinazione contro le allergie, ma anche tecniche accelerate (a breve termine, accelerate, fulminanti). La SVA moderna è al primo posto nel trattamento delle malattie allergiche del tratto respiratorio superiore nei bambini, dal momento che è iniziata nelle fasi iniziali, può cambiare radicalmente la natura della risposta immunitaria.

Nei bambini, la terapia con farmaci intranasali per il trattamento dell'AR si basa sulle soglie di sicurezza consentite per ciascuno dei gruppi di farmaci (steroidi, decongestionanti) e sulla capacità del bambino di usare il farmaco intranasale (spesso - molte volte). Per i bambini al di sotto dei 4 anni, l'eliminazione dell'allergene dalle membrane mucose con agenti idratanti è di fondamentale importanza. Il principale farmaco intranasale da 2 anni può essere disodio cromoglicato (gocce), lunghi corsi fino a 3 mesi. Da farmaci antistaminici topici in neonati e bambini piccoli, vibrocil (gocce), soluzioni ufficiali delle preparazioni antistaminiche di prima generazione (da un mese di età - difenidramina, cloropiramina, prometazina) possono essere usate 1-3 gocce 2-3 volte al giorno. Gli antistaminici intranasali sono utilizzati in cicli brevi fino a 10 giorni solo durante il periodo di esacerbazione. Le gocce di vasocostrittore devono essere applicate rigorosamente in una concentrazione appropriata per l'età del bambino, in termini di 3-5 giorni, in forma gocciolante, al fine di evitare il laryngism di riflesso, al fine di facilitare il processo di alimentazione - 10-15 minuti prima. Nei neonati, è preferibile utilizzare decongestionanti a breve durata d'azione.

La terapia topica può essere un trattamento indipendente di AR o essere combinato con i farmaci sistemici a base di cromoni, chetotifene e antistaminici. Dall'infanzia usano promethazine, mebhydrolin, chloropyramine, difenidramina, da 1 anno - hifenadine, da 2 anni - loratadine, cetirizine, a partire da 6 anni - clemastin, da 12 anni - ebastine (Kestin), acrivastine, fexofenadine. Nei neonati e nei bambini con gravi manifestazioni cutanee, che soffrono di prurito, ansia, con reazioni astenodototiche, sono ammessi i farmaci di prima generazione. Nel gruppo di età di apprendimento attivo (dopo 3 anni), gli scolari dovrebbero usare droghe di seconda generazione senza sedazione.

Nei bambini dopo i 4 anni, la gamma di farmaci terapeutici intranasali si sta notevolmente espandendo. I farmaci leader per il trattamento intranasale sono farmaci di sodio cromoglicato, che vengono usati 4-6 volte al giorno da soli o in combinazione con preparazioni topiche intranasali ea partire dai 6 anni di età con preparati antistaminici topici. Antistaminici topici e / o cromoni possono essere usati indipendentemente per trattare le riacutizzazioni periodiche lievi di AR. Forme lievi di AR in combinazione con altre manifestazioni cutanee di atopia richiedono l'uso di antistaminici sistemici e / o stabilizzatori di mastociti sistemici. Lo stesso schema è accettabile per forme moderate di AR.

L'AR moderata e severa determina la necessità di collegare un ciclo breve (fino a un massimo di 2 mesi) di steroidi intranasali con un calcolo accurato dell'età e della dose giornaliera.

Pertanto, al momento, la scelta della terapia farmacologica per AR nei bambini è determinata da una vasta gamma di farmaci. Abile combinazione di terapia farmacologica con trattamento chirurgico fornisce i migliori risultati nel trattamento delle malattie allergiche del tratto respiratorio superiore nei bambini. La ricerca e l'introduzione di nuovi regimi terapeutici nei bambini può aumentare significativamente l'efficacia del trattamento, ridurre le complicazioni gravi dagli organi ENT e migliorare la qualità della vita dei bambini. I protocolli di trattamento per i bambini con AR sono compilati in accordo con l'età del bambino, la natura del decorso della malattia (intermittente, persistente), la sua gravità, vale a dire Si raccomanda un approccio graduale al trattamento della AR. È necessario non solo eliminare o limitare il contatto del bambino con l'allergene, riflettere sulla quantità di farmacoterapia, periodi e metodi di immunoterapia, ma anche fare sforzi per ottimizzare i fattori sociali e domestici in modo che il bambino possa svilupparsi e imparare normalmente.

bambini, moderni, terapia, allergici, rinite

Popolarmente Sulle Allergie