La perdita dell'olfatto e del gusto è uno dei maggiori problemi per una persona moderna. Sentendo l'odore del cibo, un bambino piccolo, le persone intorno a noi sono naturali. È difficile persino immaginare che una persona possa perdere tutto questo.

Come godersi la vita e gustare i piatti gastronomici e l'odore della pioggia? E che dire di quelle persone per le quali la nitidezza dell'olfatto e del gusto è un elemento necessario per la realizzazione delle attività lavorative? Cuochi, profumieri, chimici - queste persone soffriranno prima di tutto la perdita di sensibilità nasale e papille gustative.

Le funzioni del nervo trigemino

Il nervo trigemino è il collegamento responsabile di come il naso percepirà gli odori, la lingua e la laringe circostanti - tutte le sfumature del gusto. I medici chiamano il sensore del complesso nervoso trigemino, che ha lo scopo di trasmettere segnali al cervello sul pericolo imminente. Questi possono essere fumi tossici, avvelenamento chimico, esposizione a gas naturale, fuoco, ecc. Certo, è impossibile non ricordare che l'odore è anche indispensabile nel determinare l'odore del cibo e il suo sapore.

L'olfatto è molto sensibile alle varie fonti di calore e freddo. Se una persona entra in un mezzo con bassa temperatura, entro pochi secondi sentirà un brivido attraverso il suo corpo. Anatomicamente, questo può essere spiegato dal dispositivo dei nervi faringeo, facciale, trigemino e del vago.

In parole semplici, il naso è in grado di catturare non solo i sapori circostanti, ma anche di percepire sfumature di freddo o di calore. La capacità di sentire e sentire appartiene al sistema chemosensoriale. Quindi, perché alcune persone non hanno alcun senso dell'olfatto? Perché una persona non sente il gusto e l'odore? Qual è la ragione e cosa fare in questa situazione?

La perdita dell'odore si verifica a causa del blocco dell'attività del neuroepitelio olfattivo, del danno alla zona del recettore o del danno patologico al tratto olfattivo centrale.

Una condizione caratterizzata da una completa perdita di odore e gusto è chiamata anosmia. Il primo sintomo di una tale condizione patologica è una diminuzione del gusto del cibo consumato. Allo stesso tempo, anche il naso non sente e non cattura tutti quegli odori che circondano una persona.

Altri disturbi del nervo trigemino sono:

  • Ipersensibilità agli odori circostanti - iperesoma;
  • Allucinazioni di odore e sapore;
  • Un forte calo della percezione del gusto dei piatti - agevziya;
  • La completa distorsione del gusto è disgeusia.
  • Fattori che influenzano il funzionamento del nervo trigemino

Le ragioni del declino o della completa perdita dell'olfatto sono piuttosto diverse. Se il naso non sente gli odori circostanti, allora questo fenomeno è caratterizzato da anosmia. L'anosmia è spesso caratterizzata da lesioni bilaterali del rinofaringe.

La diagnosi della malattia è che il paziente è a sua volta coperto dai seni nasali e ha chiesto di inalare l'odore di profumo, sigarette, caffè, vaniglia, agrumi. Se il paziente non sente e non cattura questi odori, questo significa che l'olfatto è disturbato.

Se una persona ha notato che non percepisce i sapori intorno a sé, allora nella prima fase non puoi visitare il medico, ma acquistare sistemi di test speciali in farmacia.

In caso di autodiagnosi negativa, è necessario visitare una struttura medica. Le cause della perdita dell'olfatto possono essere danni meccanici alle cellule che rivestono la mucosa nasale. I fattori di partenza in questo caso sono:

  • Rinite infettiva cronica;
  • Rinite allergica;
  • Alta esperienza di fumare;
  • influenza;
  • la lebbra;
  • Esposizione a prodotti chimici;
  • Lesione cerebrale traumatica;
  • Fratture del setto nasale;
  • Emorragia subaracnoidea;
  • Meningite cronica;
  • Le conseguenze di un'operazione neurochirurgica.


In aggiunta a quanto sopra, il naso non si sente a causa della compressione del bulbo nella cavità nasale, responsabile dell'olfatto. Inoltre, a seguito della sconfitta del meningioma del solco olfattivo, può verificarsi una perdita dell'olfatto.

Patologia e sensibilità del recettore

Il naso non si sente, non solo con la sconfitta della rinite o dopo lesioni meccaniche. Le cause della perdita dell'olfatto possono essere un'atrofia del nervo ottico chiamata sindrome di Foster-Kennedy. Nella maggior parte dei casi, questa patologia è chiamata un grande aneurisma. Anche i bambini con idrocefalo congenito non hanno sensibilità agli odori e al gusto del cibo. In questo caso, di norma, con l'eliminazione della patologia sottostante, viene ripreso anche il senso dell'olfatto.

Non c'è senso dell'olfatto nei pazienti con diagnosi di malattia di Parkinson o di Alzheimer, corea di Huntington. La ragione - la sconfitta del nervo trigemino sullo sfondo della malattia di base. Una persona non è in grado di riconoscere gli odori, ma è in grado di sentirli in presenza di una forma alcolica di psicosi di Korsakov. È dimostrato che l'alcol alla fine distrugge le cellule cerebrali, rispettivamente, questo porta al blocco dei recettori. Cosa fare in questo caso? Il trattamento sarà finalizzato all'eliminazione della cattiva abitudine.

Se una persona non ha il senso del gusto dei piatti o la loro interpretazione perversa è osservata, allora questo stato è chiamato parosmia o disosmia. Le ragioni della sua comparsa sono nella sconfitta dei bulbi olfattivi o nella presenza di malattie infettive nel corpo. Inoltre, il paziente potrebbe non avere una diagnosi definitiva di parosmia, ma il senso dell'olfatto è distorto. Questa condizione è caratteristica delle persone con la fase iniziale della depressione o della psicosi.

In presenza di depressione endogena o schizofrenia, una persona inizia a diminuire in senso olfattivo, allucinazioni di odori. Allo stesso tempo, il naso sente e segnala il pericolo imminente. Non sorprende che i pazienti affetti da alcolismo non abbiano una percezione olfattiva della realtà. Per un tale stato, allucinazioni nella percezione di sapori e odori sono il primo segno di una patologia in via di sviluppo.

Vale anche la pena notare che la violazione dell'olfatto è osservata in pazienti che abusano di sostanze stupefacenti - nicotina, atropina, morfina.

Trattamento della malattia

Cosa fare se il naso non sente gli odori circostanti? La prima cosa da fare è eliminare la condizione patologica sottostante, se ce n'è una. Di norma, non vi è alcuna sensibilità agli odori di coloro che hanno avuto recentemente o sono attualmente affetti da ARVI.

Inoltre, il medico durante la diagnosi iniziale presterà sicuramente attenzione alla storia delle malattie umane - ci sono lesioni registrate del cranio o del setto nasale? In questo caso, dovrai eseguire una ripetuta radiografia e tomografia computerizzata del cervello. Se il paziente sente odori, ma è difficile identificarli, allora in questo caso è necessario consultare un neuropsicologo per la presenza di disturbi mentali.

L'algoritmo di trattamento per la perdita della funzione olfattiva è:

  • Eliminazione delle cause più probabili e delle condizioni patologiche che influiscono sulla perdita di percezione di odori e sapori;
  • Terapia farmacologica finalizzata all'eliminazione della rinite allergica e cronica;
  • psicoterapia;
  • Il naso e la bocca sono esposti a procedure fisiologiche;
  • Se è necessario, è necessario eseguire l'operazione (a seconda delle prove accompagnatorie).

Medicina popolare

Se il naso non si sente, allora cosa fare? Per cominciare, puoi ricorrere al trattamento "popolare" di casa. Vale a dire, il lavaggio dei seni e la pulizia della mucosa da pus, secrezioni, allergeni.

Il trattamento al rafano è un modo abbastanza comune per ripristinare la funzione olfattiva. Questo metodo è adatto se non ci sono gocce per il naso o farmaci necessari a portata di mano. Nella medicina popolare, il trattamento con rafano è usato come terapia d'emergenza.

Si consiglia di effettuare lavaggi salini del naso. Questo aiuterà a liberare i seni nasali dalle sostanze nocive e dal muco che si sono accumulati in essi. Per fare questo, prendere 2 cucchiaini di sale marino e scioglierli in 250 ml di acqua bollita. È possibile aggiungere alla soluzione 2-3 gocce di iodio.

Se dopo 10 giorni di trattamento con rimedi popolari non vi è alcun risultato positivo, allora è necessario cercare assistenza medica qualificata.

Se il naso non odora: cosa fare

Il naso non puzza, cosa fare? Tale domanda viene posta da tutti coloro che si trovano ad affrontare un problema simile. Il primo passo è contattare uno specialista. Egli ispezionerà e sarà in grado di determinare la causa della perdita dell'olfatto e quindi prescriverà un trattamento.

Cause della perdita dell'olfatto

Ci sono diversi motivi per cui il naso non puzza. Molto spesso ciò si verifica a causa del gonfiore delle mucose. Con ARVI, influenza, sinusite, sinusite, il senso dell'olfatto si perde, ma questo è un fenomeno temporaneo, quindi non c'è nulla di cui preoccuparsi: non appena l'edema si attenua, tutto andrà a posto. Per eliminare il problema, puoi usare gocce, spray. Aiuteranno a ripristinare la respirazione nasale e rimuovere l'edema.

Tuttavia, la perdita dell'olfatto a volte si verifica a causa di cambiamenti anatomici nella cavità nasale. Potrebbe essere:

  • ipertrofia dei turbinati;
  • gonfiore;
  • curvatura del setto;
  • adenoidi;
  • polipo.

Con l'aiuto di gocce e spray non è possibile liberarsi di questo, l'intervento chirurgico è necessario qui. Per questo motivo, è necessario fissare un appuntamento con un medico per determinare la vera causa della perdita dell'olfatto. Successivamente, sarà prescritto il trattamento.

Odore di perdita di trattamento farmacologico

Quando gli odori non si avvertono a causa del gonfiore della mucosa, vengono prescritti farmaci vasocostrittori. Più spesso è:

In alcuni casi, vengono prescritti antibiotici. Il farmaco e il suo dosaggio devono essere calcolati dal medico.

Si consiglia di utilizzarli non più di 5-7 giorni, perché creano dipendenza e in seguito non saranno di aiuto. Ma di solito in questo periodo puoi liberarti di un raffreddore e ripristinare l'olfatto. Per accelerare il processo, si consiglia di risciacquare il naso con soluzione salina tre volte al giorno. Per prepararlo, dovrai sciogliere 5 g di sale in 1 litro di acqua calda. Quindi lo strumento viene versato in un apposito bollitore, siringa o siringa e il liquido viene iniettato delicatamente in una narice. Attraverso un altro deve fluire. Insieme a esso uscirà e batteri che hanno provocato edema. Dopo 3 giorni di tale terapia sarà in grado di riguadagnare l'olfatto.

Spesso il motivo per cui il naso non odora è un'allergia. Qui, senza antistaminici, semplicemente non si può fare. Puoi prendere "Claritin" o "Suprastin" e guardare la reazione del corpo. Se l'olfatto non si ristabilisce dopo alcune ore, è necessario identificare l'allergene ed eliminarlo, altrimenti il ​​problema non può essere risolto.

Ricette popolari per la perdita dell'olfatto

Puoi riacquistare la capacità di annusare e con l'aiuto di rimedi popolari. Per ripristinare la funzione olfattiva del naso si consiglia l'inalazione. Gli oli essenziali danno buoni risultati. I seguenti oli sono adatti per la procedura:

Per inalazione, scaldare 2 litri di acqua in una casseruola. Quindi vengono aggiunte 8-10 gocce di olio essenziale, dopo di che il paziente viene coperto con un asciugamano e inala i vapori per 15 minuti. Si consiglia di eseguire la procedura entro 5 giorni. Durante questo periodo, l'olfatto deve essere ripristinato. Anche l'inalazione di oli puri dà buoni risultati. Per fare questo, alcune gocce dovrebbero essere applicate al fazzoletto.

L'inalazione può essere effettuata con l'uso di erbe. Per la procedura, è possibile utilizzare quanto segue:

Puoi mescolarli in proporzioni uguali o prendere solo una pianta. Per preparare il brodo, è necessario versare 20 g di materia prima con 1 l di acqua bollente, far bollire a fuoco basso per 10 minuti. Quindi getta un asciugamano sopra la testa e inspira in coppia per 10-15 minuti. Il corso del trattamento è di 3-5 giorni. La procedura è raccomandata giornalmente. L'odore dovrebbe tornare presto. Questo brodo può essere effettuato lavando il naso, la soluzione laverà i batteri dai seni e respirare diventerà molto più facile.

Se il naso non odora, i guaritori tradizionali raccomandano di trattare questo disturbo con le erbe. Per fare questo, accendi un assenzio secco e un sospiro di fumo. Una procedura simile può essere eseguita fino a 5 volte al giorno. Presto dovrebbe essere ripristinato l'olfatto. Se non c'è l'assenzio, puoi accendere l'aglio o la buccia di cipolla. Ripristina l'olfatto e il caffè. Dovrebbe essere acquistato in grani, versato in un contenitore di vetro e inalare l'aroma per 10 minuti tre volte al giorno.

La propoli aiuterà con questo problema. Ci vorranno 10 g del prodotto mescolati con 50 g di burro e messi in un bagno d'acqua per 2 ore. Quindi la miscela viene filtrata, raffreddata. Dovrà essere inumidito con cotton fioc e inserito nelle narici per 30 minuti due volte al giorno. Una settimana dopo, la funzione olfattiva dovrebbe essere completamente ripristinata.

Anche Mumie aiuta a far fronte a questo problema. Per fare questo, prendi un pezzo di soldi delle dimensioni di un chicco e sciogli in 5 ml di grasso di montone. In questa miscela deve essere inumidito con tamponi di cotone, che vengono deposti per 30 minuti due volte al giorno. La durata della terapia è di 1 settimana.

Si raccomanda l'uso di olio di mentolo nel naso con 2-3 gocce diverse volte al giorno. Puoi lubrificare le loro tempie, sulla fronte; sarà presto in grado di sentire il miglioramento. Un buon effetto dà una miscela di mentolo e olio di ricino in proporzioni uguali. Questo strumento è consigliato per seppellire il naso tre volte al giorno.

È possibile ripristinare la funzione olfattiva con l'aiuto del balsamo "Golden Star". In primo luogo, il vaso viene posto al sole, quindi dopo alcune ore l'unguento viene applicato sul retro del naso, nel mezzo della fronte. La procedura è raccomandata fino a 10 volte al giorno per tutta la settimana.

Lo zenzero aiuterà anche con questo problema. 5 g di materie prime secche versare 50 ml di latte caldo e insistere per un'ora. Quindi l'infusione viene filtrata e il naso viene lavato con esso. La procedura è raccomandata tre volte al giorno fino a completa guarigione. Di solito non ci vogliono più di 10 giorni.

Il catrame di betulla aiuta a trattare il gonfiore della mucosa nasale. Ci vorranno 100 g del prodotto per versare 500 ml di acqua fredda e insistere per 12 ore. Quindi alla miscela vengono aggiunti 100 ml di succo di barbabietola e 5 ml di olio di ricino. Il farmaco risultante dovrebbe essere leggermente riscaldato e filtrato. Dopo di ciò, in essa vengono inumiditi 2 pezzi di garza, che devono essere piegati in più strati e sovrapposti sulla fronte, sul naso, sui seni mascellari e sull'area sotto gli occhi. In cima si trova il polietilene e una sciarpa calda. Tamponi di cotone immersi nella medicina sono posti nelle narici. Mantieni tutto il necessario per almeno 30 minuti. Dopo alcune di queste procedure, il problema dovrebbe scomparire completamente.

È possibile trattare un naso che non odora, usando la salvia. Ne viene ricavato un infuso. Per fare questo, 10 g di materia prima vengono versati 200 ml di acqua bollente e infusi per 30 minuti. Quindi il prodotto viene filtrato e preso 60 ml tre volte al giorno prima dei pasti.

Puoi riacquistare il senso dell'olfatto con l'aiuto dei bagni per le mani. Dovrai abbassare il pennello prima di andare a dormire fino alla salamoia per 15 minuti. Si consiglia di eseguire la procedura ogni giorno durante la settimana.

Raccomandazioni generali

Per non soffrire in seguito della perdita dell'olfatto, è necessario mantenere la propria immunità. Per fare questo, è necessario apportare modifiche alla vostra dieta. Dovrebbe consumare più verdure, frutta, bacche, succhi di frutta freschi. È meglio dare la preferenza al cibo, al vapore. Memorizza più vitamine e minerali che sono necessari per il corpo. Si raccomanda di rifiutare bevande alcoliche e gassate. È meglio bere composte, bevande alla frutta, acqua filtrata, tè. Poche persone lo sanno, ma il fumo di sigaretta è spesso causa di perdita dell'olfatto, quindi dovresti smettere di fumare e stare lontano da chi ha questa dipendenza. Per mantenere la vostra immunità, si raccomanda di bere multivitaminici ogni sei mesi. Dovresti anche esercitarti regolarmente.

Se quando si usano rimedi popolari c'è disagio, dovrebbero essere fermati. Questo dovrebbe essere detto al tuo medico. Sarà in grado di scegliere un metodo che sarà il più confortevole possibile.

Se il naso non odora: consigli semplici

Come puoi restituire al naso l'olfatto quando il naso è freddo e colante? Questa è la domanda più comune che si pone spesso nelle persone con raffreddore e rinite avanzata.

Per far fronte al problema della perdita dell'olfatto, abbastanza velocemente, è necessario attenersi alle raccomandazioni dei medici e in nessun caso non è necessario impegnarsi nell'auto-trattamento.

Al fine di ripristinare il senso dell'olfatto perduto, è necessario conoscere le principali varietà di questa violazione. Tale conoscenza, ovviamente, aiuterà a selezionare correttamente e accuratamente i metodi di trattamento, che accelereranno il recupero del paziente e il ritorno del profumo. In totale, ci sono due tipi di disturbo olfattivo: l'iposmia - una diminuzione della capacità di annusare e l'anosmia, con un raffreddore, è chiamata una completa perdita dell'olfatto.

Entrambe le malattie dell'iposmia e dell'anosmia causano tutta una serie di sensazioni spiacevoli, limitano la pienezza della percezione e peggiorano la qualità della vita.

La causa principale della perdita di odore freddo è il gonfiore della mucosa nasale. Allo stesso tempo, quanto efficace la lotta contro questo disturbo dipenderà direttamente dalla correttezza nel determinare le cause della comparsa di edema.

Se il naso non ha odore e il paziente ha un naso che cola, allora la causa potrebbe essere: malattie croniche della mucosa nasale; processi infiammatori nei seni paranasali (con sinusite, sinusite, sinusite frontale); freddo (ARI); le allergie; infezioni virali (influenza, ARVI).

Nonostante il fatto che la manifestazione di queste malattie sia un naso che cola - la perdita dell'olfatto è solo un fenomeno associato alla rinite, che non sempre si verifica. Inoltre, se la testa fredda è passata, e il senso dell'olfatto è ancora sparito, allora molto spesso, viene ripristinato entro cinque o al massimo sette giorni. Se il disturbo dura più di una settimana, allora possiamo assumere problemi con il nervo responsabile dell'olfatto.

Per ottenere una risposta completa alla domanda sul perché il senso dell'olfatto sia improvvisamente scomparso al freddo, è necessario iscriversi per un consulto con Laura. Nel caso in cui l'olfatto sia scomparso a causa di un raffreddore, e non perché ci siano stati altri disturbi nel corpo, il medico lo confermerà dopo aver preso tutta una serie di misure diagnostiche.

Se il paziente ha perso il suo senso dell'olfatto nel comune raffreddore, allora la cosa principale in questo caso non è cercare di curare se stessi, specialmente con l'aiuto di farmaci auto-prescritti.

Il trattamento farmacologico deve essere prescritto solo da un medico. Per una rapida guarigione, gli esperti prescrivono abbastanza spesso questi farmaci: Nazol, Naftotzina, Naphazoline, Nazoseron, Rinazolin, Reserpine.

Tutti i farmaci sopra citati appartengono alla sezione degli agenti vasocostrittori. Sono abbastanza efficaci nel naso che cola e possono anche ripristinare l'olfatto.

Se il motivo per cui l'odore è stato perso è un comune raffreddore, non dovresti affrettarti troppo e ricorrere immediatamente all'uso dei metodi di cura. Puoi rivolgerti alle ricette popolari per la salute.

I rimedi popolari possono essere usati da soli, sono efficaci e innocui, poiché sono stati testati per più di una generazione. Spesso, i rimedi popolari sono sufficienti per sbarazzarsi non solo della rinite, ma anche del raffreddore, come fattore che provoca un naso che cola.

L'inalazione è uno dei metodi più conosciuti per il trattamento della rinite, nonché per ripristinare la funzione olfattiva del naso. Le sostanze medicinali durante questa procedura entrano nell'organismo direttamente attraverso il tratto respiratorio infiammato stesso quando il paziente inala una coppia.

Nelle persone per inalazione utilizzando vari oli essenziali o semplicemente soluzioni che possono essere preparate utilizzando acqua bollente, nonché vari ingredienti naturali. Per la preparazione di inalazioni a casa raccomandare questa ricetta.

Alcune gocce di olio essenziale di basilico vengono poste su un tovagliolo, che viene posto su un cuscino vicino al paziente. Prendi duecento ml. acqua bollente, versateci dieci gocce di succo di limone, due o tre gocce di olio essenziale di menta o di lavanda. È necessario che il paziente inali i vapori della miscela di ciascuna narice. Gli aliti devono essere forzati e l'inalazione dura da quattro a cinque minuti. Questa procedura è raccomandata per una settimana, una volta al giorno. Tale inalazione può essere effettuata utilizzando l'olio essenziale di eucalipto o abete.

Puoi fare le tue gocce nasali, che aiutano in assenza di odore. Per fare questo, mescolare mentolo e olio di canfora in un rapporto di 1: 1. Ciò significa gocciolare il naso tre volte al giorno, tre o quattro gocce per ogni narice.

Ma i rimedi popolari, nonostante la loro innocuità, vengono utilizzati al meglio quando il medico lo consente, in modo che lo specialista escluda malattie più gravi e il paziente non si dimentichi della fase iniziale della malattia quando è più facile da trattare.

Se perdi l'olfatto, è meglio non auto-medicare, ma rivolgersi a Laura, che deve determinare la causa dell'indisponibilità e prescrivere un regime terapeutico, questo è l'unico modo per non nuocere alla tua salute e recuperare rapidamente il tuo odore perduto.

Non odoro

Che piacere - sentire la fragranza dei fiori, i profumi preferiti, la freschezza del mattino, il cibo e alla fine. Sfortunatamente, non tutti possono capirlo. Anche una parziale perdita di odore rende la vita difficile. Perché non sento l'odore e cosa devo fare? C'è una risposta a questa domanda e la troverai in questo testo.

Ci sono odori, sentendo che, iniziamo ad avere abbondante salivazione, l'odore di ammoniaca aiuta ad aumentare la pressione sanguigna e ad accelerare il battito cardiaco, gli aromi preferiti sono rilassanti e calmanti. L'odore è in grado di proteggerci, come il pesce stantio, il nostro naso ci proteggerà dal mangiare il prodotto avariato.

La perdita dell'olfatto è un problema serio ampiamente diffuso. L'odore è necessario per proteggere una persona in molte situazioni, l'avvertimento di pericolo, ad esempio l'odore di fumo, ti dirà di un incendio. Pertanto, una persona privata dell'olfatto in determinate situazioni è assolutamente indifesa.

Perché non odoro

  • L'iposmia è una violazione della funzione olfattiva, in cui vi è una diminuzione della capacità di odore.
  • L'anosmia è una condizione caratterizzata da una completa perdita dell'olfatto.

Infatti, la disfunzione olfattiva può verificarsi per vari motivi e indicare danni a organi e tessuti.
A seconda del fattore che contribuisce alla perdita dell'olfatto, si verifica l'anosmia:

Cause della perdita dell'olfatto

Spesso, una diminuzione dell'olfatto si verifica a causa di malattie in cui l'aria aromatica semplicemente non "raggiunge" la zona olfattiva. Ad esempio, a causa del gonfiore della mucosa nasale, che accompagna un naso che cola (cronico, allergico), infezioni virali respiratorie acute, influenza, sinusite, sinusite, e si verifica anche a causa di inalazione regolare o prolungata di fumo di tabacco, vapori chimici, vernici. Inoltre, il gonfiore del naso può innescare l'uso di gocce nasali.
La perdita dell'olfatto può verificarsi a causa di cambiamenti anatomici nella cavità nasale:

  • Turbina ipertrofia
  • Naso gonfiore
  • adenoidi
  • Curvatura del setto
  • polipo
  • Malattie dell'occhio, malattie delle orecchie, denti, infezioni virali, morbillo, scarlattina e parotite nell'infanzia possono causare anosmia.

La perdita temporanea dell'olfatto può essere innescata da un intervento chirurgico, l'anosmia permanente può derivare da un danno alla mucosa nasale o al nervo olfattivo durante la radioterapia.
L'anosmia congenita è estremamente rara.

Cosa fare se il naso non odora?

Quando il naso non odora, come trattarlo? Contatta immediatamente uno specialista o è una sciocchezza e cosa passerà da solo? Perché è successo? Queste e altre domande sorgono nella testa, nel caso in cui una persona perda uno di questi importanti organi di senso.

Non preoccuparti prima del tempo. Per cominciare, è necessario comprendere il principio di funzionamento di questo organo respiratorio e le ragioni che potrebbero aver portato al suo rifiuto, per funzionare ulteriormente come al solito.

Il lavoro dell'organo olfattivo

Il lavoro stabile di questo organo di senso è semplicemente necessario. In assenza della capacità di riconoscere gli odori, una persona può essere in grave pericolo anche a livello domestico, ad esempio, con una perdita di gas. Inoltre, i problemi con l'odore possono parlare di un tumore al cervello.

L'anosmia (perdita dell'olfatto) può essere assoluta o parziale. In realtà, questo organo olfattivo ha una struttura molto complessa, motivo per cui, anche in questo momento, non è ancora completamente compreso.

Speciali recettori lavorano sul riconoscimento degli aromi, a cui le più piccole molecole di sostanze odorose attraversano i passaggi nasali. L'informazione ottenuta diventa un segnale elettrico ed entra nella sezione del cervello, dove si verifica la conclusione finale, che riconosciamo come "odore".

Tipi di compromissione olfattiva

Se il naso ha cessato di odorare, allora ci possono essere una quantità enorme di ragioni. A causa della struttura complessa, il suo funzionamento stabile dipende direttamente anche da minimi dettagli, e la perdita dell'odore è causata da eventuali disturbi nella penetrazione dell'aria nel passaggio nasale.

Inoltre, il senso dell'olfatto peggiora con l'età e la fame, e la sua nitidezza dipende anche dall'ora del giorno, ad esempio di notte, il cervello praticamente non riconosce gli odori. Nelle situazioni individuali, l'incapacità di riconoscere una fragranza è una patologia congenita.

Ci sono diversi concetti di base che descrivono la perdita dell'olfatto:

  • completare;
  • parziale (capacità di identificare alcuni odori);
  • specifico (senza la possibilità di determinare un odore particolare);
  • iposmia assoluta (diminuzione della nitidezza dell'olfatto);
  • iposmia parziale (diminuzione della gravità dell'odore di alcuni odori specifici);
  • disosmia (percezione errata degli odori).

Cause della perdita dell'olfatto

La causa più comune di perdita dell'olfatto è il blocco dell'accesso di particelle di odori microscopici direttamente alla mucosa. Questo può accadere per vari motivi:

  1. Processi infiammatori
  2. Polipi.
  3. La curvatura del setto del naso.
  4. Lesione fisica
  5. Neoplasie.
  6. Immersione dei peli olfattivi in ​​un segreto.

La rinite è la ragione principale e più frequente dell'incapacità delle molecole di odore di accedere alla mucosa. L'organismo per la lotta contro i microbi rilascia una quantità aggiuntiva di muco, che causa gonfiore nell'area in cui si trovano i recettori.

Inoltre, la perdita dell'olfatto può rimanere dopo che un naso che cola è stato curato. Spesso questo è dovuto all'uso a lungo termine di gocce speciali, che dovrebbero rimuovere il gonfiore, ma alla fine, se vengono abusate, esse stesse provocano.

Normalmente, il naso deve riacquistare la capacità di annusare per 7 giorni. Cosa fare se la settimana è passata e gli odori non si sentono? È necessario consultare un medico il più presto possibile, perché c'è un grande rischio di danno ai nervi olfattivi.

Oltre alla rinite, la mucosa può anche gonfiarsi con:

È categoricamente impossibile impegnarsi nell'auto-trattamento, perché può portare a conseguenze negative irreversibili con la salute, fino alla completa perdita dell'olfatto.

Nei casi in cui il naso respira ma non ha odore, spesso il problema risiede nella rottura del lavoro o persino nel danneggiamento delle cellule che odorano. La ragione di questo potrebbe essere i seguenti fattori:

  • neoplasie;
  • infezione virale;
  • avvelenamento chimico;
  • radioterapia nel trattamento del cancro;
  • un tumore nel cervello;
  • fumi chimici nocivi.

Ci sono casi in cui la perdita della capacità di annusare è irreversibile. Spesso ciò è dovuto a lesioni fisiche al cranio e danni al riconoscimento del centro dell'olfatto. Molto spesso, tali lesioni si verificano durante un incidente.

La perdita assoluta di odore può essere in altri casi:

  • Sindrome di Kallmann;
  • cancro;
  • malattie congenite;
  • neurochirurgia e terapia;
  • uso di farmaci neurotossici.

Come restituire l'odore?

Se per lungo tempo, senza una ragione apparente, non c'è odore, è necessario contattare un otorinolaringoiatra (LOR) il prima possibile. Solo uno specialista qualificato sarà in grado di mantenere un corpo stabile.

Un otorinolaringoiatra con l'aiuto di tecniche speciali sarà in grado di determinare la vera causa del malfunzionamento dell'organo olfattivo, dopo di che prescriverà un trattamento speciale. L'approccio dovrebbe essere completo: chirurgia, fisioterapia, farmaci speciali.

Inoltre, lo specialista dovrebbe sviluppare un sistema nutrizionale individuale per ripristinare l'olfatto. Particolarmente utile per utilizzare alimenti che contengono vitamina A e zinco:

  • verdure arancioni e gialle;
  • latticini;
  • carni bovine;
  • semi di girasole o di zucca;
  • fegato;
  • uova di gallina;
  • legumi.

Se l'otorinolaringoiatra non è in grado di rilevare alcuna anomalia che possa influire direttamente o indirettamente sulla perdita dell'olfatto, è necessario visitare un neurologo. Il problema potrebbe essere un fallimento nella trasmissione del segnale alla corteccia cerebrale. Spesso il problema è un danno ai nervi, al cancro, alla malattia di Parkinson o alla sclerosi multipla.

Il diabete mellito può anche essere una causa di un malfunzionamento dell'organo dell'olfatto. Se non si inizia il trattamento in tempo, si verificano danni alle cellule nervose che elaborano i dati sugli odori in arrivo.

Se si sospetta il diabete, è necessario rivolgersi a un endocrinologo, che effettuerà la diagnosi appropriata e prescriverà le procedure appropriate. Ora che sai quale naso non ha odore, puoi iniziare il trattamento in tempo ed evitare complicazioni più gravi.

Perdita dell'olfatto, ridotta sensibilità agli odori: cause, trattamento

La perdita dell'olfatto, totale o parziale, può essere causata da una serie di motivi, che vanno da una rinite banale e che terminano con una degenerazione maligna del tessuto. Una leggera perdita della capacità di annusare non è un sintomo allarmante, ma con le complicazioni e il deterioramento che accompagnano, è necessaria una diagnosi dettagliata. Se il paziente ha perso il suo senso dell'olfatto senza una ragione apparente, la soluzione migliore sarebbe quella di consultare un medico.

Cause e meccanismi della malattia

Nella rinite cronica o acuta, la perdita dell'olfatto è temporanea ed è causata dall'accumulo di muco, che complica l'accesso della sostanza aromatica alle terminazioni nervose. Di conseguenza, un segnale incompleto o sfocato raggiunge i centri di percezione dell'olfatto nel cervello.

Ozena o naso che cola fetido provoca una forte perdita di odore. L'epitelio della mucosa nasale è ispessito, emettendo un segreto denso e maleodorante. Si asciuga sotto forma di croste, che impediscono al naso di svolgere la funzione olfattiva. La completa perdita della funzione della mucosa diventa come conseguenza dell'atrofia dell'epitelio, che è possibile con una malattia avanzata ed è difficile da correggere.

Nella rinite allergica, spesso si osserva anche una diminuzione della capacità di percepire gli odori (iposmia). Il motivo è anche nello screening delle terminazioni nervose della mucosa nasale con secrezioni persistenti. L'iposmia nelle allergie non è pronunciata, ma può causare notevole preoccupazione al paziente.

Le anomalie congenite o acquisite nell'infanzia e nell'età adulta derivano dall'anosmia (completa perdita dell'olfatto) o dall'iposmia. Il professor V. Palchun nel suo lavoro "Otorinolaringoiatria" osserva: "Praticamente qualsiasi violazione meccanica della penetrazione dell'aria nella fessura olfattiva diventa la causa della violazione dell'olfatto". Se il paziente non ha odore dalla nascita, il trattamento viene solitamente prescritto dopo la pubertà, ma è meglio non ritardare la consultazione ORL.

La sifilide o tubercolosi, localizzata nell'area nasale, può portare ad un disturbo essenziale (irreversibile). Questi casi sono piuttosto rari, ma in aree con un'alta incidenza di queste malattie, è necessario tenerli a mente.

L'uso a lungo termine di alcuni farmaci intranasali (ad esempio gocce di vasocostrittore), così come l'avvelenamento con alcuni veleni può portare alla perdita dell'olfatto. Lo stesso si può dire delle ustioni termiche, specialmente del vapore. Dopo l'esposizione a tali fattori, i pazienti osservano che il loro senso dell'olfatto è immediatamente scomparso o diminuito immediatamente.

I processi oncologici delle sezioni superiori del naso spesso portano a una violazione di questo tipo. Questo è uno dei sintomi principali della diagnosi preliminare di tali malattie.

Nei bambini, la perdita dell'olfatto può essere causata dalla presenza di corpi estranei nei passaggi nasali. In caso di operazioni eseguite con noncuranza, è possibile lasciare residui di batuffoli di cotone, garze nella cavità. Anche nella pratica medica ci sono casi in cui, con un uso intranasale eccessivo di droghe in polvere, un nodulo formato da loro, che si indurisce nel tempo (il rhinolit è una pietra nasale).

In rari casi, un dente può crescere nella cavità nasale, che è anche un ostacolo ad un normale olfatto. Questo può essere un cutter o un cane, che si trovano nella sezione inferiore o centrale delle mosse.

Cambiamenti polifosi nella mucosa possono essere il risultato di un numero di malattie o svilupparsi indipendentemente. Porta quasi sempre a un cambiamento nell'odore. I pazienti si accorgono che gradualmente cominciano ad avere un cattivo odore. La crescita dei sintomi indica una crescita del polipo.

Se il paziente allo stesso tempo cessa di sentire odori e sapori, allora forse si tratta di malattie che non sono direttamente correlate agli organi ENT. Per identificarli richiede una diagnosi completa del corpo. Questo sintomo dà motivo di sospettare il diabete, un tumore del cervello nel lobo temporale, ipertensione e disturbi neurologici.

L'olfatto può deteriorarsi durante il periodo di cambiamenti fisiologici: gravidanza, menopausa, invecchiamento del corpo. In tali casi, qualsiasi trattamento medico o chirurgico non viene solitamente prescritto.

Diagnosi di anosmia e iposmia

Stabilire il grado di riduzione dell'odore si basa sul seguente schema:

  1. Studio di sensibilità usando vari sapori.
  2. Misurazione dell'acuità olfattiva mediante l'olfattometria. Il dispositivo utilizzato contiene cilindri con la quantità esatta di sostanze odorose che vengono immesse nella cavità nasale del paziente.
  3. Rinoscopia. Esame attento della cavità nasale, del setto e dello stato delle mucose - un prerequisito per l'ispezione in violazione dell'odore.
  4. Analisi della secrezione di fluidi mediante l'epitelio dei passaggi nasali. In alcuni casi, una violazione dell'olfatto può portare a un'infezione che ha causato un naso che cola (per esempio, con una decina), quindi potrebbe essere necessaria una definizione precisa dell'agente patogeno.

Trattamento dell'evidente senso dell'olfatto

La terapia della malattia si basa sull'eliminazione della causa principale e delle conseguenze patologiche (ipertrofia e atrofia della membrana mucosa, ecc.). Non è sempre possibile restituire l'olfatto, ma con la diagnosi precoce, l'intervento chirurgico è di solito molto efficace. Le principali difficoltà di trattamento si riscontrano quando, a seguito di un trauma o di una patologia congenita, vengono trasmesse le vie nervose, trasmettendo un segnale dai bulbi olfattivi al cervello.

Terapia antibiotica e farmaci anti-infiammatori

Questo tipo di trattamento deve accompagnare altre misure quando rileva la natura infettiva della malattia. Questo fermerà il processo infiammatorio e preverrà un'ulteriore violazione dell'olfatto e in alcuni casi lo ripristinerà. Particolarmente efficaci possono essere farmaci sotto forma di spray per uso nasale. Questi includono polidex con fenilefrina, fusafungina. L'amministrazione topica è la più sicura e consente un recupero più rapido.

Può anche essere indicato l'assunzione di preparati a base di erbe che riducono l'infiammazione. Questi medicinali comprendono il pinosol. L'acqua di mare e i preparati che la contengono (acquamarina, ecc.) Hanno un buon effetto anti-infiammatorio, idrata la membrana mucosa e lava via l'agente patogeno.

Terapia antiallergica

Quando la causa del raffreddore è la rinite allergica, è necessario un effetto complesso sulla causa della malattia. Il modo più efficace per eliminare completamente una malattia spiacevole è la sensibilizzazione del corpo. È una sorta di "allenamento" del sistema immunitario a un antigene specifico (una sostanza alla quale si verifica una reazione allergica).

Il primo passo è determinare la fonte della malattia. Per fare questo, il paziente deve prestare molta attenzione, quando e in quale situazione i sintomi allergici sono esacerbati. Forse la ragione per la fioritura di alcune piante specifiche, peli di animali domestici o cibo per pesci secchi.

L'antigene presente in laboratorio viene diluito più volte, raggiungendo una concentrazione alla quale non provoca reazioni indesiderate. Aumentare gradualmente il dosaggio. Di conseguenza, l'allergia passa e l'olfatto ritorna. L'unico svantaggio di questo metodo è la sua durata, la dipendenza può durare fino a diversi mesi.

A volte l'opportunità di aspettare così tanto non è semplicemente disponibile. Quindi il trattamento si basa sul corso di assunzione di determinati farmaci. Questi possono essere:

  • Spray nasali antiallergici (per esempio, ifirali, ecc.);
  • Compresse e soluzioni con bloccanti istaminici (prevenire lo sviluppo di una reazione allergica) - zyrtec, fenicile, cetirizina;
  • Glucocorticosteroidi, i fondi sono somministrati per via orale o sotto forma di iniezioni.

Intervento chirurgico

L'operazione, di regola, serve per garantire l'accesso completo dell'aria ai passaggi nasali. Uno dei tipi più comuni di tale intervento è la polipotomia nasale. Nella pratica chirurgica moderna, nella maggior parte dei casi, viene utilizzato un laser, poiché il looping classico spesso porta a recidive.

A volte, con una leggera ipertrofia della membrana mucosa, può essere cauterizzato con sostanze chimiche come lapis, acido tricloroacetico o acido cromico. Anche in alcuni casi l'uso di corrente elettrica. Utensili speciali Il kauter galvanico entra nella cavità nasale e conduce lungo le sue pareti per una profonda distruzione del muco.

Un metodo più radicale è la vasectomia. Viene eseguito in anestesia locale. Il medico fa un'incisione della superficie della mucosa e separa la sua superficie superiore, distruggendo il tessuto sottomucoso.

Con l'inefficacia di tutti questi metodi, viene utilizzata la resezione del tessuto ipertrofico. Usando le forbici o un ciclo, il medico rimuove le aree della mucosa che sono state cambiate. Dopo l'operazione, segue un periodo di recupero piuttosto lungo, durante il quale il normale epitelio del naso dovrebbe gradualmente crescere nell'area danneggiata.

Igiene della mucosa nasale per ripristinare l'odore durante la malattia

Durante i fenomeni atrofici e ipertrofici della mucosa, che spesso accompagnano l'infiammazione e le allergie, il suo funzionamento è significativamente compromesso. Questo può essere aggravato dall'uso di alcuni farmaci intranasali. Ecco ciò che N. E. Boikova, Ph.D. in Scienze Mediche, ricercatore senior, scrive su: "I farmaci presi come un effetto collaterale in varie malattie spesso danno una subatrofia alla mucosa nasale a causa di un'azione sistemica, che è particolarmente importante per i rappresentanti del linguaggio vocale in connessione con i cambiamenti imminenti nel percorso di risonanza ".

Per normalizzare lo stato dell'epitelio della cavità nasale nella maggior parte dei casi, possiamo raccomandare le seguenti misure:

  1. Idratare le mucose con acqua di mare, ammorbidire le croste dalle secrezioni congelate con l'aiuto di oli di origine vegetale (mandorla, pesca).
  2. Aerazione frequente dei locali.
  3. Mantenere una sufficiente umidità dell'aria.
  4. Inalazione salina.
  5. Effettuare una pulizia periodica con acqua. Questa misura eliminerà il contatto non necessario del paziente con antigeni, principalmente polvere, che potrebbe causare un'ulteriore irritazione della mucosa.
  6. Accettazione di spray nasali contenenti elementi traccia utili (magnesio, potassio, rame, ferro). Questi farmaci comprendono acquamarina, aqualor, otrivin mare.
  7. Bere molta acqua aiuterà a reintegrare l'umidità che viene utilizzata per la rinite e prevenire la secchezza del naso.

prevenzione

Per prevenire l'anosmia o l'iposmia, è importante escludere raffreddori o allergie se possibile. Le patologie meccaniche e congenite sono difficili da prevenire, ma di solito vengono rimosse chirurgicamente. Le malattie che sono direttamente associate al muco possono avere una natura lunga e indolente. Pertanto, anche dopo l'intervento chirurgico, è possibile una ricaduta (ritorno dei sintomi precedenti).

Uno dei prerequisiti importanti per il normale senso dell'olfatto e l'esclusione delle malattie della membrana mucosa è uno stato stabile del sistema immunitario e nervoso. Per fare questo, è importante evitare nervosismo, sovratensione, frequenti cambiamenti nei regimi del giorno. È necessario mangiare correttamente e pienamente, in primavera è possibile prendere complessi di vitamina in consultazione con il dottore.

Anche in uno stato di salute, è importante prendersi cura dell'igiene della mucosa nasale, per mantenere un'umidità sufficiente nelle aree di casa e di lavoro. Quando si visitano luoghi con un grande raduno di persone (trasporti pubblici, riunioni, mostre), è logico utilizzare l'unguento di oxolin, che protegge dalle infezioni trasmesse dalle goccioline trasportate dall'aria.

L'olfatto è una parte importante della vita umana. In assenza di questo, molti pazienti notano che il cibo diventa insapore, il campeggio nella natura senza aromi di fiori e aghi sembra essere incompleto. Per preservare questa importante capacità, è necessario prendersi cura del proprio corpo, non permettere la cronicità delle malattie infettive.

Il naso non odora: qual è la ragione e cosa fare

Tipo periferico Si verifica sullo sfondo di un raffreddore, influenza e allergie. Inoltre, gli odori possono scomparire dopo reazioni isteriche e nevrosi. Questa categoria include anche la perdita di odore legata all'età, che si sviluppa a causa dell'atrofia dell'epitelio della mucosa nasale.

A quale medico contattare se il naso non odora?

Se senti una diminuzione persistente nella percezione degli odori, devi contattare uno specialista. La perdita dell'olfatto dovrebbe essere trattata congiuntamente da otorinolaringoiatri e neuropatologi.

diagnostica

Stabilire la diagnosi di anosmia dovrebbe basarsi sui reclami del paziente, sui sintomi specifici e sui risultati dell'esame strumentale.

Se la perdita dell'olfatto non è associata a un raffreddore o reazioni allergiche e dura per 2 settimane, è necessario informare il medico. Il medico curante può esaminare la cavità nasale con uno strumento speciale per scoprire se il senso dell'olfatto è associato a polipi in crescita oa un processo infettivo.

Ulteriori studi diagnostici sotto la direzione di un otorinolaringoiatra possono essere necessari per determinare la causa dell'anosmia. La tomografia computerizzata può anche essere raccomandata in modo che il medico possa esaminare meglio l'area interessata.

trattamento

Come trattare il naso se non odora? Se il problema è causato da congestione nasale dovuta a raffreddore o allergia, non è richiesto un trattamento specifico per la perdita dell'odore che è apparso. I sintomi di solito scompaiono da soli entro una settimana.

Come trattare la perdita dell'olfatto con i farmaci? L'uso di glucocorticoidi a breve durata d'azione può ridurre la gravità dell'edema della mucosa nasale, rendendo più facile la respirazione e l'olfatto.

Tuttavia, se la congestione nasale progredisce o non scompare entro pochi giorni, è necessario utilizzare il parere di uno specialista. Se il processo patologico è causato dall'attività microbica, allora sarà necessario assumere farmaci antibatterici.

Quando la perdita dell'olfatto è associata alla crescita di un polipo o di un'altra neoplasia, la tattica del trattamento è principalmente chirurgica. L'intervento chirurgico può eliminare l'ostacolo nel passaggio nasale, migliorare la respirazione con il naso e ripristinare l'olfatto.

Se si sospetta che il disturbo della percezione degli odori sia causato dall'assunzione di medicinali, è necessario discuterne con il proprio medico che ha prescritto il farmaco. È necessario consultare la sostituzione del farmaco, nonché valutare l'equilibrio tra rischio e beneficio. Non auto-annullare il farmaco.

A volte la perdita dell'olfatto non richiede trattamento, poiché viene ripristinata spontaneamente. Sfortunatamente, l'anosmia non è sempre curabile, specialmente quando si tratta di persone anziane. Tuttavia, ci sono diverse raccomandazioni che, se osservate, la vita con anosmia porterà un minimo di disagio. Ad esempio, è possibile installare rilevatori di fumo e fuoco in casa o al lavoro. Devi anche stare attento con il cibo stantio. Se ci sono sospetti sulla qualità dei prodotti, allora è meglio non mangiare.

prevenzione

A volte la perdita della percezione non è curata, soprattutto quando si tratta di anosmia congenita. Ma nella maggior parte dei casi, questa malattia può e deve essere combattuta. Cosa fare per prevenire la perdita degli odori:

  • Trattare tutti i processi infettivi nella cavità nasale il prima possibile.
  • Si raccomanda di smettere di fumare, perché la nicotina e il catrame di sigarette possono disturbare la conduttività dei segnali sui neuroni, compresi quelli responsabili della percezione degli odori.
  • Quando si usano farmaci vasocostrittori, è necessario attenersi rigorosamente al dosaggio raccomandato.
  • In presenza di una reazione allergica, limitare il più possibile il contatto con l'allergene.
  • Per far sentire meglio il naso, è necessario aggiungere alimenti che contengono grandi quantità di vitamina A e zinco.
  • Se necessario, sciacquare i passaggi nasali con camomilla, eucalipto e salvia. Queste erbe hanno effetto anti-infiammatorio e consentono di rimuovere il gonfiore delle mucose.
  • Quando si lavora in produzione pericolosa, rispettare le precauzioni di sicurezza per evitare lesioni alla testa.

Se la causa della perdita dell'olfatto è un polipo, non devi posticipare l'intervento chirurgico. Quanto prima viene eliminata la causa dell'anosmia, tanto maggiore è la possibilità di successo del trattamento.

Perché il naso non odora?

Contenuto dell'articolo

Cause della malattia

Se il naso non odora, allora è piuttosto un sintomo allarmante che non dovrebbe essere ignorato.

Il fatto è che se la causa di questo sintomo era un naso che cola banalmente, dopo il recupero, l'olfatto si riprenderà sicuramente.

Tuttavia, se la perdita della capacità di percepire gli aromi è una conseguenza delle anomalie congenite o acquisite degli organi del rinofaringe, allora in questo caso non si può fare a meno di un trattamento speciale.

Rinite cronica o acuta

Se il naso non odora, può essere la causa di un naso che cola causato da infezioni batteriche o virali o allergie. Il senso dell'olfatto ritorna dopo aver rimosso la secrezione mucosa in eccesso, una grande quantità di cui, in caso di rinite, blocca completamente o parzialmente le vie di penetrazione dell'olfatto alle terminazioni nervose. La congestione nasale costante porta al fatto che i centri olfattivi situati nel cervello non ricevono un segnale completo, il che non consente di sentire completamente l'odore inspirato. In questo caso, è necessario assicurarsi che il naso cominci a respirare. Per fare questo, utilizzare farmaci vasocostrittori e lavare i passaggi nasali con soluzioni saline e disinfettanti.

Rinite atrofica

Al verificarsi della rinite atrofica (ozen), il paziente cessa improvvisamente di annusare. La scomparsa dell'odore è più spesso accompagnata da un odore fetido dal naso. La causa di questa malattia è un processo infiammatorio che si sviluppa sulla mucosa della cavità nasale, che provoca la comparsa di un segreto spesso e offensivo. Con il progredire della malattia, il muco si secca nel naso e si formano delle croste che interferiscono con la normale percezione degli odori.

È importante! Se il trattamento tempestivo non è stato avviato, quindi lo sviluppo di ozena è pericolosa atrofia dell'epitelio.

Malattie congenite

Se una persona sin dalla nascita non odora completamente, allora in questo caso stiamo parlando di anomalie congenite dello sviluppo. In questo caso, le cause della patologia possono essere molte, ma il più delle volte sono associate ad uno sviluppo anormale degli organi rinofaringei e alla struttura della sezione facciale, che causano un disturbo nella penetrazione dell'aria nella fessura olfattiva, che porta a problemi di percezione dell'odore. A volte l'incapacità di distinguere gli odori è causata da disturbi ormonali geneticamente determinati (sindrome di Kallmann). Nonostante la complessità, il più delle volte l'anosmia è suscettibile di trattamento, che di solito viene effettuata dopo la pubertà.

Oggetti estranei nel rinofaringe

Molto spesso, un corpo estraneo (una perla, un piccolo dettaglio di un designer, una pietra o un pisello) bloccato nel passaggio nasale provoca una perdita di odore nei bambini di età inferiore ai sei anni. Inoltre, oggetti estranei possono interferire con il processo di percezione degli odori nel periodo postoperatorio, quando pezzi di tamponi di cotone o garze rimangono nei passaggi nasali.

Gli esperti notano anche casi in cui l'uso di medicinali in polvere attraverso il naso può causare la solidificazione di grumi nel tempo.

Nella cavità nasale (nella regione inferiore o media) può crescere un dente (cutter, canino). Nonostante ciò avvenga molto raramente, può anche essere un ostacolo all'ingresso di odori nel centro olfattivo.

Altri motivi

  • L'uso prolungato (più di dieci giorni) di farmaci vasocostrittori per il trattamento della rinite può causare una temporanea perdita dell'olfatto.
  • Malattie come la sifilide e la tubercolosi, localizzate nella cavità nasale, possono causare lo sviluppo di anosmia, che non è suscettibile di trattamento. Tuttavia, tali casi sono piuttosto rari.
  • La perdita della capacità di annusare può scomparire quando il corpo viene avvelenato da alcuni veleni, con ustioni termiche della cavità nasale. Ad esempio, dopo aver inalato il vapore caldo, il paziente ha affermato di aver inalato odori di varie sostanze odoranti, ma non le ha sentite.
  • I tumori del rinofaringe sono spesso accompagnati da iposmia. In questo caso, gli odori non sono percepiti e la capacità di distinguere i ritorni degli aromi solo dopo che la causa del sintomo sgradevole è stata eliminata.

Malattia di vari organi e sistemi

Se un paziente non sente gusto e odore allo stesso tempo, allora è probabile che la causa di questi sintomi sia stata una malattia di organi non associata al rinofaringe. In questo caso, deve essere effettuata una diagnosi completa per scoprire il motivo per cui non vi è odore e il gusto non è sentito. Diabete, un tumore nel lobo temporale del cervello, aumento della pressione e disturbi neurologici si distinguono tra le più comuni malattie con sintomi simili.

È importante! La capacità di percepire gli odori può diminuire significativamente durante la gravidanza, la menopausa, la pubertà. In tali situazioni, non è necessario trattare il sintomo con metodi medici o chirurgici.

diagnostica

Affinché il medico curante possa determinare la causa della malattia, è necessario eseguire una serie di procedure diagnostiche. Molto spesso sono necessarie diverse procedure standard, come analisi dell'anamnesi, ispezione visiva e esami generali del sangue e delle urine. Oltre ai metodi diagnostici standard, il grado di riduzione olfattiva può essere stabilito come segue:

  • Indagare sulla sensibilità dei recettori olfattivi, inalando la soluzione odorante.
  • Determinare la nitidezza della percezione degli odori usando il metodo di olfattometria. Come parte di questa procedura diagnostica, viene utilizzato un dispositivo speciale contenente una certa quantità di sostanze odoranti che vengono immesse nella cavità nasale del paziente.
  • Uno studio dettagliato della cavità nasale può essere effettuato utilizzando procedure come la rinoscopia. Lo studio della cavità viene effettuato utilizzando specchi speciali e consente di determinare le condizioni dei tessuti e della mucosa nasale.
  • Inoltre, prima di iniziare il trattamento, il medico deve prendere un liquido segreto dalla cavità nasale per l'analisi. Il fatto è che spesso i problemi dell'olfatto possono essere associati all'esposizione a microrganismi patogeni, ad esempio nella rinite atrofica. Questa analisi aiuterà a determinare il tipo di infezione e prescriverà il trattamento corretto.

trattamento

La scelta dei metodi corretti di terapia nel caso di un disturbo nella capacità di annusare, dovrebbe essere basata sulla lotta contro la causa di un sintomo sgradevole. L'obiettivo finale del trattamento dovrebbe essere il completo ripristino dell'abilità olfattiva. Tuttavia, come dimostra la pratica, non è sempre possibile restituire completamente l'olfatto. Soprattutto in situazioni in cui una lesione o un'anomalia congenita colpisce le vie nervose, la cui funzione è quella di trasmettere un segnale al centro olfattivo del cervello.

Terapia antibiotica

Questo trattamento viene solitamente utilizzato quando la perdita dell'olfatto è causata da un'infezione batterica. L'uso di antibiotici sistemici (Sumamed, Azithromycin, Augmentin) consente di eliminare l'infiammazione e fermare lo sviluppo della malattia. Inoltre, un effetto positivo ha l'uso di agenti antibatterici locali sotto forma di spray nasali (Fusafungin, Polydex con fenilofina).

Anche nella complessa terapia delle infezioni batteriche del rinofaringe, i preparati a base di erbe possono essere utilizzati per ridurre la gravità del processo infiammatorio (Pinosol).

Lavare e idratare la cavità nasale con soluzioni saline (Aquamaris, Nosol), ha un effetto anti-infiammatorio, lavando via i microrganismi patogeni.

Terapia allergica

Se la causa del raffreddore e della perdita dell'olfatto è la rinite allergica, allora in questo caso dovrebbe essere:

  • eliminare la causa del sintomo sgradevole;
  • utilizzare un trattamento topico con spray nasali antiallergici (Nasobek, Ifiral);
  • assumere un antistaminico come gocce o compresse (soprastina, zinco, loratadina);
  • in situazioni gravi, fare un'iniezione di farmaci glucocorticoidi (Prednisolone).

La causa più comune di allergie è l'inalazione di cattivi odori, aria polverosa, polline delle piante o peli di animali domestici.

Con frequenti reazioni allergiche, il trattamento più efficace è la sensibilizzazione del corpo. In questo caso, si verifica un assuefazione graduale (entro pochi mesi) del sistema immunitario all'allergene.

Trattamenti chirurgici

L'intervento chirurgico è fatto ricorso in casi estremi, quando non vi è un accesso aereo ai passaggi nasali, e i metodi conservativi non portano l'effetto desiderato.

  • I metodi più popolari di trattamento chirurgico oggi sono la terapia laser. La polipotomia nasale è utilizzata per ripristinare la funzione olfattiva del naso. Questa procedura rimuove i polipi.
  • Inoltre, abbastanza spesso con ipertrofia minore della mucosa delle cavità nasali, viene eseguita la procedura di cauterizzazione della mucosa con vari prodotti chimici (acido tricloroacetico, lapislazzuli) e corrente elettrica.
  • Nei casi più gravi, un metodo di vasectomia viene utilizzato per ripristinare l'abilità olfattiva. Questa operazione viene eseguita in anestesia locale.

La capacità di distinguere gli odori è una funzione importante del corpo umano. Al fine di preservare l'olfatto e la capacità di distinguere tra odori e sapori, è necessario prendersi cura della condizione del corpo, evitando il verificarsi di gravi complicanze e malattie croniche.

Popolarmente Sulle Allergie