Assolutamente tutti i farmaci hanno effetti collaterali, che vanno dall'aspirina a un potente antibiotico da prescrizione. Alcuni farmaci causano solo lievi disagi, altri possono causare gravi danni alla salute. Spesso c'è un'allergia, o problemi con il tratto digestivo. Studiando gli effetti collaterali dei farmaci e la risposta del corpo a diverse pillole, è possibile evitare spiacevoli conseguenze.

Quali sono gli effetti collaterali dei farmaci?

Molte persone sono interessate a sapere qual è l'effetto collaterale? I medici definiscono il termine come un effetto secondario sul corpo, che si verifica in aggiunta all'effetto terapeutico atteso del vaccino. In poche parole, si tratta di sintomi estranei causati dal trattamento. Tutti i medicinali possono dare una reazione avversa, specialmente se una persona li assume senza la prescrizione del medico. Tuttavia, anche la terapia farmacologica prescritta da un medico provoca un effetto collaterale del farmaco. Il suo risultato varia per ogni persona, a seconda dei fattori di rischio, che includono:

  • stato di salute;
  • età;
  • peso;
  • pavimento;
  • predisposizione genetica;
  • etnia;
  • salute generale.

motivi

Una persona può rilevare una reazione avversa nella fase iniziale di assunzione del farmaco o alla fine della terapia. Inoltre, si verifica un effetto indesiderato mentre si riduce o aumenta la dose terapeutica. Ci sono alcune altre cause di sintomi estranei. Sono presentati di seguito:

  • grave violazione delle regole di trattamento prescritte (riduzione del dosaggio, sostituzione del farmaco);
  • scarse interazioni farmacologiche;
  • risposta individuale del corpo;
  • alcol, cibo spazzatura;
  • prendere ormoni;
  • medicinali scadenti.

Una reazione avversa può essere specifica (correlata alle proprietà del farmaco) e non specifica (con le caratteristiche individuali dell'organismo e i tipi di recettori). Ci sono un certo numero di farmaci anti-infiammatori che hanno un effetto antimicrobico, alleviano il gonfiore, ma hanno le loro controindicazioni. Tuttavia, a volte i medici consigliano di continuare a prendere il farmaco (anche i bambini). Perché sta succedendo questo? Ecco alcuni motivi:

  1. Le proprietà curative del farmaco agiscono efficacemente e superano gli effetti collaterali minori (ad esempio nella produzione di enzimi epatici).
  2. La reazione indesiderata scompare dopo la pausa.
  3. La riduzione della dose facilita le condizioni del paziente.

Frequenza del verificarsi

La maggior parte dei farmaci appartenenti a un gruppo farmacologico specifico non dà reazioni avverse se vengono seguite le istruzioni del medico, una dieta speciale, ecc. Se mostrano la loro azione, allora in una forma debole. Tuttavia, può verificarsi intolleranza a un farmaco oa uno dei prodotti chimici. In questo caso, è necessario contattare uno specialista che consiglierà altre pillole. A volte l'esclusione di alcuni prodotti, riducendo la dose del farmaco aiuta ad alleviare la salute.

Tipi di effetti collaterali

Le reazioni indesiderate sono di diversi tipi. Per questo motivo, è necessario capire quale azione si verifica quando si prende un particolare farmaco. Vale la pena notare che le conseguenze si distinguono per la forma di gravità. distinti:

  • polmoni (dolore nei templi, testa, diminuzione della concentrazione, lieve nausea, vomito);
  • moderato (richiedere la cancellazione di fondi o la sua sostituzione);
  • pesante (pericolo di vita o grave danno alla salute);
  • fatale (causa la morte).

Ci sono una serie di possibili effetti collaterali associati alla gravidanza che non possono essere ignorati. Ci sono:

  1. Embriotossica. Una violazione caratteristica dell'organogenesi nel primo trimestre.
  2. Mutageni. Danni all'apparato genetico della cellula germinale, cambiamenti nel genotipo del feto.
  3. Effetto teratogeno Problemi identificati dello sviluppo del focolare in una donna incinta.

Associato a proprietà farmacologiche

Molte medicine sono sicure per la salute. I loro effetti collaterali hanno un effetto debole, o per niente evidenti. Tutte le conseguenze sono indicate nelle istruzioni. Tuttavia, alcuni farmaci possono causare reazioni indesiderate. La maggior parte di questi farmaci per la somministrazione orale causa problemi al tratto digestivo, malattie del fegato. I rimedi all'aria aperta contribuiscono alla comparsa di allergie. Le reazioni avverse secondarie comprendono la disbatteriosi. Oltre alle azioni elencate,

  • effetti indesiderati si manifestano nelle seguenti forme:
  • tossici;
  • immunitario dei;
  • sotto forma di idiosincrasia.

tossico

Questi sono gli effetti collaterali più comuni nella pratica medica. La manifestazione clinica dell'effetto tossico è causata non solo dal trattamento con antibiotici o altri potenti farmaci, ma anche con vari decotti, pillole a base di erbe. La reazione si verifica con l'aumentare della dose, l'intolleranza di un particolare ingrediente, l'accumulo di tossine all'interno del corpo. Spesso ci sono aritmie (disturbi del ritmo cardiaco), vertigini, nausea.

allergico

Il meccanismo delle reazioni allergiche si sviluppa quando il sistema immunitario è ipersensibile a un determinato farmaco. La gravità dipende dalla dose dell'agente somministrato e dalle caratteristiche individuali dei pazienti. Una persona può essere geneticamente predisposta alle allergie, quindi prima di prescrivere un medicinale, unguento, crema, è necessario eseguire un test speciale per identificare gli allergeni. L'elenco delle gravi complicanze include lo shock anafilattico.

Immunobiologichesky

Preparati con effetto immunobiologico sono usati per trattare malattie come psoriasi, artrite reumatoide, lupus, morbo di Crohn, ulcere, cancro, ecc. Iniezioni con farmaci vengono iniettati per via endovenosa o direttamente sotto la pelle. Gli effetti collaterali più comuni sono:

  • infezione;
  • perdita di capelli;
  • l'anemia;
  • ecchimosi.

idiosincrasia

I meccanismi che causano reazioni avverse idiosincratiche di un organismo non sono completamente compresi. Molti medici trovano difficile trovare le ragioni della loro manifestazione. Questo tipo è in gran parte imprevedibile e quindi pericoloso. Tuttavia, tali effetti collaterali sono estremamente rari. Esempi di effetti indesiderati dei farmaci:

  • rash cutaneo;
  • ittero;
  • l'anemia;
  • gozzo;
  • diminuzione del numero di leucociti;
  • malattia renale;
  • disturbo nervoso;
  • visione offuscata o udito.

Classificazione delle manifestazioni

La sensibilità del corpo ai farmaci può verificarsi in qualsiasi paziente, inclusa una persona che è geneticamente predisposta a una reazione allergica. Tuttavia, la manifestazione di un'azione indesiderata varia in ciascun caso particolare. Quali effetti collaterali sono distinti dai medici:

  • irritazione della pelle;
  • disturbi gastrointestinali;
  • convulsioni;
  • deterioramento dell'attività cardiaca e cerebrale;
  • bocca secca;
  • febbre;
  • sonnolenza;
  • insufficienza respiratoria;
  • problemi con i nervi;
  • diminuzione della funzionalità epatica;
  • disturbi mentali.

Lesioni cutanee

Questa conseguenza è spesso causata dall'effetto cancerogeno del farmaco. Le persone sottoposte a un trattamento di chemioterapia o i pazienti che sono allergici a un particolare farmaco sono suscettibili alle lesioni cutanee. In casi più semplici, la reazione cutanea si manifesta sotto forma di irritazione, arrossamento dell'epidermide. Vale la pena notare che la sconfitta può essere indipendente, persiste a lungo, causa disagio. Ad esempio, in caso di ipersensibilità alla penicillina, si verificano spesso vescicole, prurito.

ematologico

Molti farmaci influenzano negativamente il sistema ematologico, i globuli rossi periferici, i vasi arteriosi. La reazione del corpo dipende dal metabolismo, dalla dose prescritta e dal corso del trattamento. Dopo la cessazione del farmaco, le cellule vengono spesso ripristinate. I principali effetti collaterali includono:

  • l'anemia;
  • sindrome emorragica;
  • trombocitopenia;
  • neutropenia;
  • anemia macrocitica (megaloblastica).

digestivo

La maggior parte dei farmaci che una persona assume per bocca agisce sul sistema digestivo. Le compresse spesso irritano la mucosa gastrica, causano disagio. In presenza di malattie caratteristiche (ulcere, gastrite, pancreatite), gli effetti collaterali diventano più pronunciati. I sintomi sono:

  • dolore durante la deglutizione di cibo o liquidi;
  • sentendo che la medicina è "bloccata" nella gola;
  • dolore doloroso allo stomaco e all'addome.

respirazione

L'uso di determinati farmaci porta a una varietà di effetti respiratori. Il vaccino può causare problemi respiratori, con conseguente gonfiore del trocheo, dei polmoni, della lingua. La violazione della circolazione dell'aria influisce negativamente sul corpo, pertanto, ai primi sintomi dovrebbe smettere di assumere il farmaco e consultare un medico per un aiuto di emergenza. Altrimenti, il corpo può essere seriamente colpito.

Il sistema nervoso

Alcuni farmaci riducono l'attività del sistema nervoso centrale, impediscono il processo di regolazione degli impulsi neurologici. Hanno un effetto negativo sul midollo spinale e sul cervello, che porta al deterioramento della vista, all'udito, al tatto, all'aumentata irritabilità, ecc. Con il trattamento a lungo termine, può verificarsi ictus, quindi è molto importante condurre la terapia sotto la supervisione di uno specialista qualificato.

cardiovascolare

Un'altra reazione avversa comune è l'alterata attività cardiovascolare. Gli effetti indesiderati possono causare antidepressivi, diuretici, farmaci anti-infiammatori non steroidei. Contribuiscono alla comparsa di aritmie, rimuovono il potassio dal corpo. I problemi si verificano anche negli atleti che per molto tempo assumono steroidi anabolizzanti per la costruzione muscolare. Le persone che usano il Viagra sono anche a rischio di effetti collaterali.

mentale

Tali reazioni avverse spesso danno analgesici oppioidi. Tuttavia, altri farmaci possono anche causare apatia, irritabilità e persino depressione. Il pericolo è che identificare azioni indesiderate di questo tipo sia molto più difficile. Una persona può "cancellare" l'umore, lo stress, la fatica, la routine, sentirsi male. A volte l'uso a lungo termine di alcuni farmaci causa disturbi mentali, inadeguata risposta emotiva. Per evitare gli effetti collaterali associati alla psiche, dovrebbe essere molto attento quando si assumono farmaci.

Registrazione degli effetti collaterali dei farmaci

L'ipersensibilità ai farmaci è uno dei problemi più comuni della società moderna. Secondo le statistiche, 1 persona su 8 soffre degli effetti negativi del farmaco sul corpo. Pertanto, in caso di reazioni avverse, i medici sono tenuti a segnalarli all'autorità competente. Questo è regolato da un ordine del Ministero della Salute e dello Sviluppo Sociale della Federazione Russa. Il monitoraggio della sicurezza dei farmaci consente di controllare l'effetto dei farmaci e prevenire conseguenze negative.

video

Le informazioni presentate nell'articolo sono solo a scopo informativo. I materiali dell'articolo non richiedono auto-trattamento. Solo un medico qualificato può diagnosticare e consigliare il trattamento in base alle caratteristiche individuali di un particolare paziente.

Cos'è un'allergia ai farmaci

L'allergia alla droga (LA) non è un effetto collaterale del farmaco - è una reazione individuale dell'organismo al farmaco.

Cos'è?

Allergie ai farmaci - una reazione allergica causata dall'intolleranza individuale del corpo di qualsiasi componente del farmaco ottenuto, e non dalla sua azione farmacologica.

Caratteristiche di sviluppo:

  • può svilupparsi a qualsiasi età, ma gli individui sono più sensibili dopo 30 anni;
  • negli uomini si verifica 2 volte meno frequentemente che nelle donne;
  • spesso si verifica in individui con una predisposizione genetica alle allergie, in pazienti con malattie fungine e allergiche;
  • lo sviluppo nel periodo di cura della malattia contribuisce al suo decorso più grave. Le malattie allergiche sono particolarmente difficili in questo caso. Persino la morte o l'invalidità del paziente non sono escluse;
  • può verificarsi in persone sane che hanno un costante contatto professionale con i farmaci (nella produzione di droghe e operatori sanitari).

Caratteristiche distintive delle reazioni allergiche:

  1. non assomigliano all'azione farmacologica del farmaco;
  2. non sviluppare al primo contatto con i farmaci;
  3. richiedere una precedente sensibilizzazione del corpo (lo sviluppo di ipersensibilità al farmaco);
  4. per il loro verificarsi di una quantità minima di farmaci
  5. ri-verificarsi con ogni contatto successivo con il farmaco.

patogenesi

Farmaci per la maggior parte - composti chimici che sono più semplici della struttura delle proteine.

Per il sistema immunitario, questi farmaci non sono antigeni (sostanze estranee per il corpo che possono causare la formazione di anticorpi).

Gli antigeni difettosi (apteni) possono essere:

  • farmaco invariato;
  • impurità (sostanze aggiuntive);
  • prodotti di degradazione del farmaco nel corpo.

Svolgere il ruolo di antigene, causare una reazione allergica, il farmaco può solo dopo determinate trasformazioni:

  • la formazione di una forma capace di legarsi alle proteine;
  • collegamento con proteine ​​di questo organismo;
  • risposta immunitaria - la formazione di anticorpi.

La base di LA è lo sviluppo dell'ipersensibilità del corpo all'antigene risultante a causa della mutata reattività immunitaria del corpo.

La reazione si sviluppa principalmente dopo il ricevimento ripetuto del farmaco (o del suo componente) nel corpo.

Le cellule speciali (immunocompetenti) la riconoscono come una sostanza estranea, si formano complessi antigene-anticorpo che "innescano" lo sviluppo di allergia.

Antigeni a pieno titolo in grado di causare reazioni immunitarie senza trasformazione sono pochi farmaci:

  • sieri medicinali;
  • ormoni;
  • immunoglobuline

Il verificarsi di ipersensibilità è influenzato da fattori:

  • proprietà del farmaco stesso;
  • metodo di somministrazione del farmaco;
  • uso a lungo termine della stessa droga;
  • uso combinato di droghe;
  • la presenza di malattie allergiche;
  • patologia endocrina;
  • infezioni croniche.

Lo sviluppo della sensibilizzazione è particolarmente sensibile ai pazienti con cambiamenti nell'attività degli enzimi, con patologia epatica in violazione della sua funzione, in violazione dei processi metabolici.

Questo spiega il verificarsi di reazioni al farmaco, che per un lungo periodo è stato ben tollerato.

La dose del farmaco che è entrato nel corpo non influenza lo sviluppo della LA: può comparire in alcuni casi dopo l'inalazione del vapore del farmaco o la sua quantità microscopica.

Più sicuro è il farmaco interno.

Quando applicato localmente sviluppa la sensibilizzazione più pronunciata.

Le reazioni più gravi si verificano quando i farmaci per via endovenosa.

Pseudoforms

Ci sono ancora reazioni pseudoallergiche, secondo le manifestazioni cliniche, possono assomigliare ad una vera allergia (shock anafilattico).

Caratteristiche distintive della pseudo-forma:

  • può svilupparsi già al primo contatto con il farmaco, senza richiedere un periodo di sensibilizzazione;
  • i complessi immunologici di antigene-anticorpo non sono formati;
  • l'insorgenza di pseudo-allergia è associata al rilascio di una grande quantità di sostanza biologicamente attiva istamina sotto l'azione della preparazione ottenuta;
  • lo sviluppo della reazione contribuisce alla rapida introduzione del farmaco;
  • i test antidroga preliminari sono negativi.

Una conferma indiretta della pseudo-forma è l'assenza di allergie nel passato (cibo, droga, ecc.).

Contribuire al suo verificarsi può:

  • reni e malattie del fegato;
  • disturbi dello scambio;
  • infezioni croniche;
  • ricevuta eccessiva irragionevole di farmaci.

Sintomi di allergia

Le manifestazioni cliniche sono divise in 3 gruppi:

  1. reazioni acute: si verificano istantaneamente o entro 1 ora dopo che il farmaco entra nel corpo; questi includono orticaria acuta, angioedema, shock anafilattico, anemia emolitica acuta, un attacco di asma bronchiale;
  2. reazioni subacute: svilupparsi entro 1 giorno dopo aver ricevuto il farmaco; caratterizzato da cambiamenti patologici nel sangue;
  3. reazioni di tipo protratto: svilupparsi alcuni giorni dopo l'uso del farmaco; manifestato sotto forma di malattia da siero, lesioni allergiche delle articolazioni, organi interni, linfonodi.

Una caratteristica distintiva dell'aeromobile è l'assenza di specifiche manifestazioni caratteristiche di un particolare farmaco: lo stesso sintomo può comparire in caso di ipersensibilità a diversi farmaci e lo stesso farmaco può causare diverse manifestazioni cliniche.

La febbre prolungata e irragionevole è l'unica manifestazione di una reazione allergica.

Le manifestazioni cutanee differiscono nel polimorfismo: le eruzioni cutanee sono molto diverse (macchie, noduli, vesciche, vesciche, arrossamento della pelle).

Possono assomigliare a eczema, lichene rosa, diatesi essudativa.

orticaria

Si manifesta con la comparsa di vesciche che assomigliano a una bruciatura di ortica o una puntura d'insetto.

Intorno all'elemento rash può essere una corolla rossa.

I blister possono unirsi, cambiare dislocazione.

Dopo la scomparsa dell'eruzione non lascia alcun residuo.

Può ripresentarsi anche senza l'uso ripetuto del farmaco: la ragione di ciò potrebbe essere la presenza di antibiotici nei prodotti alimentari (ad esempio nella carne).

angioedema

Gonfiore improvviso e indolore della pelle con tessuto sottocutaneo o mucose.

Non è accompagnato da prurito. Si sviluppa più spesso sul viso, ma può apparire su altre parti del corpo.

Particolarmente pericolosi sono l'edema laringeo (che può portare al soffocamento) e il gonfiore del cervello (accompagnato da mal di testa, crampi, delirio).

Foto: Quincke Edema

Shock anafilattico

La reazione acuta più grave alla reintroduzione del farmaco.

Si sviluppa nel primo o secondo minuto dopo che il farmaco entra nel corpo (a volte si manifesta dopo 15-30 minuti).

I sintomi di esso sono:

  • forte calo di pressione;
  • aumentati disturbi del ritmo cardiaco e disturbi;
  • mal di testa, vertigini;
  • dolore al petto;
  • menomazione della vista;
  • grave debolezza;
  • dolore addominale;
  • disturbo della coscienza (fino al coma);
  • manifestazioni cutanee (orticaria, gonfiore della pelle, ecc.);
  • sudore freddo appiccicoso;
  • broncospasmo con insufficienza respiratoria;
  • minzione involontaria e defecazione.

In assenza di pronta assistenza di emergenza, il paziente potrebbe morire.

Anemia emolitica acuta

O "anemia" causata dalla distruzione dei globuli rossi.

Sintomi manifestanti:

  • debolezza, vertigini;
  • giallo della sclera e della pelle;
  • fegato e milza ingrossati;
  • dolore in entrambi gli ipocondri;
  • palpitazioni.

reazione di droga

Ha una vasta gamma di lesioni cutanee:

  • macchie;
  • noduli;
  • bolle;
  • vesciche;
  • emorragie petecchiali;
  • ampie chiazze di arrossamento della pelle;
  • peeling, ecc.

Una delle varianti della reazione è l'eritema del 9 ° giorno (l'aspetto del rossore maculato o diffuso della pelle, che compare il 9 ° giorno dell'uso del farmaco).

Foto: Toxidermia macchiata

Sindrome di Lyell

La forma più grave di pelle e mucose allergiche.

Consiste in necrosi (necrosi) e rigetto di ampie aree con formazione di una superficie erosa fortemente dolorosa.

Può svilupparsi diverse ore (o settimane) dopo il trattamento.

La gravità della condizione aumenta molto rapidamente.

sviluppa:

  • la disidratazione;
  • l'adesione di infezione con lo sviluppo di shock tossico-infettivo.

La mortalità raggiunge il 30-70%. Esito particolarmente sfavorevole nei bambini e nei pazienti anziani.

Quali farmaci possono dare una reazione

LA può svilupparsi su qualsiasi farmaco, escludendo i farmaci antiallergici.

I più "pericolosi" in termini di frequenza di sviluppo di LA sono i farmaci:

  • antibiotici penicillina;
  • droghe sulfuree (Biseptolo, Trimetoprim, Septrin);
  • farmaci anti-infiammatori non steroidei (Diclofenac, Nimed, Nimesil, Aspirina, Naklofen, ecc.);
  • Vitamine del gruppo B;
  • vaccini (spesso tetano) e siero;
  • immunoglobuline;
  • preparati contenenti iodio;
  • analgesici (antidolorifici);
  • abbassando la pressione sanguigna.

È importante! C'è un'intolleranza "incrociata" alle droghe che hanno somiglianze nelle proprietà allergeniche o nella struttura: per esempio, tra Novocaina e sulfamidi, un'allergia ai farmaci anti-infiammatori può anche comparire sui coloranti nelle capsule gialle di altri farmaci.

Manifestazioni di pseudo-forme spesso provocano:

  • sostanze radiopache;
  • anestetici (Lidocaina, Novocaina, Analgin);
  • farmaci anti-infiammatori (Aspirina, Amidopirina);
  • Vitamine del gruppo B;
  • tetracicline;
  • sostanze stupefacenti;
  • penicilline;
  • sulfamidici;
  • sostituti del sangue (destrano);
  • antispastici (no-shpa, papaverina).

Video: antistaminici

Quanto tempo dopo aver preso la reazione alla droga

Le manifestazioni di LA possono svilupparsi immediatamente dopo la somministrazione (assunzione) di un farmaco o sono ritardate (dopo diverse ore, giorni, settimane), quando è difficile associarne l'aspetto con un precedente trattamento.

Reazioni immediate:

  • orticaria;
  • edema allergico;
  • shock anafilattico.

La reazione immediata con un'eruzione cutanea può ricevere un'ulteriore risposta del sistema immunitario - lo sviluppo di shock anafilattico dopo un po '.

Reazioni lente:

  • cambiamenti nella composizione del sangue;
  • aumenti di temperatura;
  • dolore articolare o poliartrite;
  • orticaria;
  • epatite allergica (infiammazione del fegato);
  • vasculite (danni ai vasi sanguigni);
  • nefrite allergica (danno renale);
  • malattia da siero.

Durante il primo ciclo di trattamento con antibiotici, la LA può manifestarsi non prima di 5-6 giorni (se non vi è alcuna allergia nascosta), ma può anche richiedere 1-1,5 mesi.

Quando il corso viene ripetuto, la reazione appare immediatamente.

Perché è importante dire ai medici della tua intolleranza

Dato che la reazione allo stesso farmaco può verificarsi quando viene riutilizzata, anche con un intervallo di diversi anni in uso, un medico di qualsiasi specialità deve essere avvertito dell'intolleranza ai farmaci.

Sul frontespizio della scheda ambulatoriale, è anche necessario fare un segno rosso sul nome dei farmaci che causano la reazione.

Foglio con lo stesso record si consiglia di inserire il passaporto.

È necessario conoscere esattamente il nome (se installato) di un medicinale intollerabile in modo che il medico possa tenere conto della possibilità di sviluppare un aeromobile cross-section.

Quali sono i sintomi di allergia agli antibiotici? La risposta è qui

Come essere in odontoiatria

Circa il 25% delle persone soffre di intolleranza agli antidolorifici, il che complica enormemente il trattamento di malattie che richiedono un intervento chirurgico.

I problemi sorgono con protesi, rimozione e odontoiatria.

Alcune procedure in pazienti di odontoiatria possono resistere.

Esistono metodi alternativi per alleviare il dolore.

Per la loro selezione e condotta, sono necessari la consultazione di un allergologo e test di laboratorio.

Aiuteranno a identificare l'anestetico a cui non c'è reazione.

Se esiste qualsiasi tipo di sensibilizzazione, e non solo LA, si raccomanda di pre-condurre test per anestetici, poiché le conseguenze della reazione sviluppata possono essere pericolose per la vita.

In caso di intolleranza di tutti gli anestetici (secondo i test), un corso preliminare di farmaci antiallergici è prescritto da un medico.

In alcuni casi (se hai bisogno di un intervento dentistico serio), dovresti scegliere una clinica con possibilità di anestesia generale o anestesia combinata.

Prima di questo, è necessaria anche la consultazione con un medico.

Vale la pena notare che la sensibilità agli antibiotici non significa una reazione a tutti i farmaci.

Come trattare questa malattia

Se hai sintomi di Los Angeles, dovresti chiamare un'ambulanza o consultare un medico.

Nei casi più gravi, il trattamento viene eseguito in ospedale (o anche nell'unità di terapia intensiva).

Il trattamento delle allergie ai farmaci inizia con l'abolizione del farmaco.

Se un paziente ha ricevuto diversi farmaci, tutti saranno fermati.

La terapia farmacologica dipende dalla gravità della reazione.

Con una leggera severità della reazione, vengono prescritte pillole per l'allergia ai farmaci, tenendo conto della loro tollerabilità in precedenza:

Il medico darà la preferenza a farmaci con attività antiallergica pronunciata e una quantità minima di effetti collaterali.

Questi farmaci includono:

  • Tseritizin;
  • Aerius;
  • Telfast;
  • Fliksonaze;
  • desloratadina;
  • Rhinital;
  • Fexofenadine e altri).

Se la condizione non migliora, con lo sviluppo di una lesione allergica degli organi interni, il medico può prescrivere un glucocorticoide compresse o iniettabile (Prednisolone, desametasone).

In caso di reazioni gravi, i corticosteroidi vengono utilizzati in grandi dosi ogni 5-6 ore.

Nel trattamento di tali pazienti includono:

  • disintossicazione generale;
  • restauro di elettroliti e bilancio acido-base;
  • mantenimento della emodinamica (normale circolazione sanguigna).

Con massicce lesioni della pelle al paziente forniscono condizioni sterili.

Spesso allo stesso tempo si sviluppa o c'è il rischio di aderire all'infezione.

La scelta dell'antibiotico si basa sulla possibile forma incrociata.

Le aree interessate della pelle sono trattate:

  • antisettici;
  • oli (olivello spinoso, rosa canina).

Trattamento mucoso:

  • decotto di camomilla;
  • soluzione di acqua blu.

La terapia combinata include una dieta speciale:

  • restrizione della carne affumicata;
  • sottaceti;
  • spezie;
  • dolci.

Si raccomanda l'uso di grandi quantità di acqua.

diagnostica

La diagnosi si basa sui seguenti criteri:

  • la comparsa di manifestazioni cliniche dopo l'uso del farmaco;
  • predisposizione genetica
  • somiglianza di sintomi con altre malattie allergiche;
  • la presenza nel passato di reazioni simili a un farmaco con una composizione o struttura simile;
  • scomparsa delle manifestazioni (o miglioramento evidente) dopo la sospensione del farmaco.

La diagnosi in alcuni casi (con l'uso simultaneo di un numero di farmaci) è difficile quando non è possibile stabilire in modo affidabile e accurato la relazione dell'insorgenza dei sintomi con un farmaco specifico.

Nei casi in cui l'origine dei sintomi non è chiara, o il paziente non sa quale farmaco è stato precedentemente una reazione, vengono utilizzati metodi diagnostici di laboratorio (rilevazione di anticorpi IgE specifici ai farmaci).

Il livello di IgE può essere determinato mediante ELISA e con l'aiuto del test radio-allergosorbente.

Elimina il rischio di complicazioni, ma è meno sensibile e richiede attrezzature speciali.

Tuttavia, l'imperfezione dei test di laboratorio non consente un risultato negativo con la certezza del 100% di escludere la probabilità di ipersensibilità al farmaco. L'affidabilità dello studio non supera l'85%.

I test cutanei per la conferma della LA nel periodo acuto non vengono utilizzati a causa dell'alto rischio di allergie gravi.

Sono anche controindicati in presenza di shock anafilattico in passato, nei bambini sotto i 6 anni di età, durante la gravidanza.

prevenzione

Lo sviluppo di LA è difficile da prevedere.

È necessario abbandonare l'uso irragionevole di farmaci, spesso scelti nell'ordine di automedicazione.

L'assunzione simultanea di diversi farmaci contribuisce all'emergere di sensibilizzazione e successiva LA.

Il farmaco non deve essere usato in questi casi:

  • il farmaco ha causato (mai) in precedenza una reazione allergica;
  • test positivo (anche se al paziente non era stato precedentemente prescritto il farmaco); è posto non prima di 48 ore. prima dell'uso, perché La sensibilizzazione può cambiare, sebbene il test stesso possa portare a sensibilizzazione.

In caso di emergenza, in presenza di queste controindicazioni, viene effettuato un test provocatorio, che consente desensibilizzazione accelerata (misure correttive per ridurre l'ipersensibilità al farmaco) quando compaiono i sintomi.

I test provocatori hanno un alto rischio di sviluppare una risposta immunitaria grave, motivo per cui sono estremamente rari, solo nei casi in cui il paziente debba essere trattato con un farmaco per il quale aveva precedentemente avuto un aereo.

Questi test vengono eseguiti solo in ospedale.

Per evitare una reazione allergica acuta, si raccomanda di:

  • Se possibile, le iniezioni di farmaci dovrebbero essere fatte nell'arto, così che quando compaiono manifestazioni di intolleranza al farmaco, ridurre il tasso di assorbimento applicando un laccio emostatico;
  • dopo l'iniezione, il paziente deve essere sotto osservazione per almeno 30 minuti. (per cure ambulatoriali);
  • Prima di iniziare un ciclo di trattamento (specialmente con antibiotici), è consigliabile eseguire test cutanei, con medicinali (kit anti-shock) per fornire assistenza di emergenza per lo sviluppo di una reazione acuta e personale sufficientemente preparato: prima eseguire un test di gocciolamento, poi (se negativo) - scarificazione; in alcuni casi, dopo aver messo il test intracutaneo.

I pazienti con LA, è controindicato il trattamento con questo farmaco per tutta la vita.

La probabilità di una reazione in qualsiasi persona è molto alta.

Ciò contribuisce non solo al diffuso utilizzo di prodotti chimici domestici, ma anche al diffuso autotrattamento.

Allo stesso tempo, i pazienti sono guidati da informazioni provenienti da Internet e utilizzano l'opportunità di acquistare medicinali senza prescrizione medica.

Quali sono i sintomi delle allergie di gatto? Più nell'articolo.

Cosa fare se si è allergici all'alcol? Leggi oltre.

LA può avere conseguenze per tutta la vita e persino essere fatale. Essere trattati senza consultare un medico è pericoloso!

L'effetto delle droghe sul corpo umano. Effetti collaterali delle droghe Complicazioni della terapia farmacologica.

L'effetto delle sostanze medicinali sul corpo può essere diverso a seconda del modo in cui colpiscono, la durata dell'uso, la dose, l'età, le condizioni del corpo, altri fattori.

localeL'effetto è un farmaco, il cui effetto si manifesta nel luogo di applicazione senza assorbimento nel sangue e disseminazione in tutto il corpo (anestetico, astringente, cauterizzante, irritante, ecc.).

riassorbimento(generale) è chiamato l'azione in cui l'assorbimento (riassorbimento) delle sostanze nel sangue. L'azione di riassorbimento può essere stimolante o deprimente, ecc.

Cosa principale l'azione di un medicinale è un'azione la cui manifestazione, in primo luogo, è stata calcolata durante il suo utilizzo. Allo stesso tempo, la medicina può avere un effetto collaterale sul corpo umano. Può essere sia neutro che negativo. Le azioni considerate come effetti collaterali in una malattia possono diventare centrali nel trattamento di un'altra malattia. Ad esempio, l'effetto depressivo di Dimedrol sul sistema nervoso centrale è un effetto collaterale nel trattamento delle malattie allergiche. Allo stesso tempo, tenendo conto di questo effetto, Dimedrol è usato come un ipnotico per l'insonnia.

diretto (primario) è chiamato l'azione, il cui effetto terapeutico è associato all'influenza diretta della sostanza medicinale sull'organo o sul tessuto malato. Ad esempio, i glucosidi cardiaci migliorano l'attività del cuore attraverso un'azione diretta sul muscolo cardiaco.

indiretto Le reazioni (mediate) sono la risposta del corpo ai cambiamenti primari causati dalla sostanza del farmaco. Pertanto, i glicosidi cardiaci, non essendo diuretici, migliorando la circolazione del sangue e riducendo l'edema nei pazienti cardiaci, portano ad un aumento della diuresi. L'effetto diuretico (diuretico) dei glicosidi cardiaci in questo caso è indiretto o secondario.

riflesso un'azione è un effetto che si realizza come risultato di un riflesso che si verifica quando una sostanza medicinale viene applicata alle terminazioni nervose sensoriali della pelle, delle membrane mucose, delle pareti dei vasi, ad esempio, la dilatazione dei vasi cardiaci durante la stimolazione dei recettori del cavo orale causati da validolo, mentolo.

Se i cambiamenti nel corpo causati dall'azione di una sostanza medicinale passano senza lasciare traccia dopo un po 'di tempo, la sua azione viene definita reversibile (ad esempio narcotico, ipnotico, anestetico, ecc.). Altrimenti, l'azione è irreversibile (ad esempio, azione cauterizzante).

Se l'effetto del farmaco è limitato all'effetto su qualsiasi organo, elemento tissutale, funzione, viene chiamato elezione(per esempio, l'effetto dell'apomorfina sul centro emetico, la morfina sui centri del dolore, la cocaina sui recettori sensibili, ecc.).

etiotropicchiamato azione, che mira selettivamente all'eliminazione della causa della malattia. Ad esempio, i farmaci antibatterici fermano lo sviluppo di patogeni di malattie infettive (erisipela, mal di gola, polmonite, ecc.).

sintomatico l'azione, al contrario di quella etiotropica, non elimina le cause della malattia, ma solleva o attenua i sintomi di accompagnamento, che non influiscono significativamente sul decorso della malattia: ad esempio, gli ipnotici sono usati per l'insonnia, i lassativi per costipazione e antipiretici per le alte temperature.

Effetti collaterali delle droghe

Il trattamento di molte malattie non è completo senza l'utilizzo di strumenti speciali. Sfortunatamente, quasi tutte le droghe hanno i loro effetti collaterali. Le pillole regolari e apparentemente possono causare una violenta reazione del nostro corpo. Dipende da molti fattori, quindi eventuali cambiamenti nel funzionamento dei sistemi umani che si verificano dopo l'uso di farmaci dovrebbero essere strettamente controllati.

Gruppi di rischio

Anche se a volte è molto difficile anticipare la risposta del corpo a un particolare farmaco, ci sono categorie speciali di pazienti che richiedono maggiore attenzione. Gli effetti collaterali dei farmaci si verificano spesso nelle persone con funzionalità epatica o renale compromessa. Sono questi organi coinvolti nei processi metabolici e aiutano il corpo a rimuovere le sostanze tossiche dal nostro corpo. In caso di insuccessi nel loro lavoro, i prodotti del metabolismo si accumulano solo. Il secondo gruppo ad alto rischio include quelli che usano diversi farmaci allo stesso tempo. È stabilito che alcuni farmaci possono migliorare gli effetti collaterali degli altri, e questo minaccia con gravi problemi nel corpo. Anche l'età conta. Di regola, l'effetto indesiderato del farmaco si verifica negli anziani. E, ovviamente, la gravidanza a volte non prevede quale sarà la reazione.

Classificazione degli effetti avversi durante il trattamento

A seconda di quanto velocemente il corpo reagisce al farmaco, si distinguono i seguenti tipi di effetti collaterali. Il primo gruppo è reazioni acute. Appaiono istantaneamente non appena la medicina è entrata nel sangue. Per subacuare includere tutte le reazioni del corpo che si verificano durante il giorno. Dopo diversi giorni possono svilupparsi reazioni latenti. A seconda di come appaiono gli effetti collaterali, sono suddivisi in polmoni (sonnolenza, nausea, mal di testa), gravità moderata (stato di salute molto grave del paziente) e grave (esiste una vera minaccia per la vita umana). C'è anche una reazione speciale del corpo alla droga - la dipendenza. In caso di cancellazione, il corpo reagisce con un netto deterioramento della salute, un cattivo umore (dipendenza psicologica).

Effetti tossici delle droghe

Con il dosaggio sbagliato del farmaco può causare sintomi di intossicazione. Questa condizione è caratterizzata da nausea, vertigini, diarrea, dolore alla testa, ecc. Ci possono essere diverse cause. Se in pediatria la quantità del farmaco dipende direttamente dal peso del bambino, quindi per gli adulti, di regola, il dosaggio è lo stesso. Pertanto, le persone che pesano meno dello standard (60-70 kg), è necessario assumere farmaci in quantità leggermente inferiori. Un'altra deviazione che può causare l'avvelenamento da tossine è la scarsa performance degli organi di filtrazione (reni, fegato), a seguito della quale il farmaco non viene eliminato, ma si accumula nel corpo. Gli effetti collaterali derivano anche dall'assunzione inappropriata di pillole, miscele. In questo caso è importante attenersi scrupolosamente alle raccomandazioni: assumere il medicinale prima o dopo i pasti, berlo esclusivamente con acqua e in quantità sufficiente. È importante ricordare tali momenti: l'alcol e, in alcuni casi, prendere il sole può aumentare il rischio di reazioni indesiderate.

Effetti farmacologici dei farmaci sul corpo

Ogni gruppo di sostanze medicinali colpisce alcuni organi e cellule del corpo. L'effetto terapeutico è espresso più fortemente, gli effetti collaterali sono molto deboli. Ma in alcuni casi si manifestano in questi momenti: lo sviluppo di dysbacteriosis, anemia, danno alle pareti dello stomaco, sanguinamento. A volte il farmaco è di vitale importanza per il paziente e non è possibile evitare reazioni indesiderate. In questi casi, lo specialista può ridurre leggermente il dosaggio. La seconda opzione è una riduzione della durata del trattamento con questo medicinale. Ci sono casi in cui gli effetti collaterali risultanti devono essere aggiustati da altri medicinali.

Reazioni allergiche

Gli effetti collaterali più comuni del farmaco sono le reazioni allergiche. Questo gruppo rappresenta circa il 70% di tutte le manifestazioni indesiderate. Soprattutto spesso si trovano con l'introduzione del farmaco per iniezione. Lieve manifestazioni di allergie ai farmaci sono tutti i tipi di eruzioni cutanee, macchie, vesciche, alveari, che sono accompagnati da prurito, a volte bruciore. Una reazione allergica pericolosa è l'angioedema. In questa condizione, vi è gonfiore del viso, un aumento del volume delle labbra e della lingua. Il battito cardiaco accelera, compare il dolore allo sterno, la respirazione è intermittente. In questo caso, è necessaria l'assistenza medica. In rari casi, i farmaci possono causare shock anafilattico. In questo stato, la morte è possibile. Una persona ha bisogno di cure mediche di emergenza.

Sindrome di Lyell

Una condizione molto grave che può verificarsi quando si assumono determinati farmaci è la necrolisi epidermica tossica. La condizione è caratterizzata da un inizio improvviso (poche ore o giorni dopo la somministrazione del farmaco). I sintomi principali sono danni alla pelle e alle mucose, la comparsa di vesciche in bocca, naso, genitali. In questo caso, il paziente lamenta debolezza e affaticamento. Qualche tempo dopo la comparsa dei primi segni, la temperatura corporea sale a 39 ° C, la persona è in uno stato quasi comatoso. Nuovi elementi appaiono sulla pelle - macchie grandi marrone. La principale caratteristica con cui la sindrome di Lyell può essere diagnosticata è il distacco dell'epidermide. Allo stesso tempo, le erosioni rimangono sul corpo, che iniziano a sanguinare. Con questa sindrome, la morte è possibile.

Farmaci antibatterici

Su quali effetti collaterali possono causare antibiotici, noti a quasi tutti. I farmaci, che mirano alla distruzione di microrganismi patogeni, sono utilizzati esclusivamente su indicazione di un medico. Tuttavia, oggi le persone sono sempre più impegnate nell'autotrattamento. Pertanto, la resistenza dei batteri ai farmaci aumenta solo e il corretto effetto terapeutico non viene. Effetti collaterali relativamente lievi comprendono nausea, vomito, diarrea o costipazione. Tuttavia, ci sono effetti collaterali più gravi degli antibiotici: disbatteriosi, candidosi, allergie. Oltre ai patogeni, questi farmaci uccidono la flora intestinale. Per questo motivo, le funzioni protettive del corpo sono ridotte, compaiono problemi digestivi. Inoltre, alcuni gruppi di farmaci possono influenzare i nervi uditivi (ad esempio la streptomicina), gli organi della vista, l'apparato vestibolare.

Suggerimenti per il trattamento antibiotico

Per ridurre al minimo gli effetti collaterali degli antibiotici, devono essere seguite alcune regole. Durante il trattamento con questi farmaci, è necessario aumentare il consumo di prodotti a base di latte fermentato. Anche l'effetto benefico indicherà frutti, succhi con polpa, cereali (farina d'avena, mais). È anche necessario arricchire la dieta con cibi ricchi di fibre. In alcuni casi, il medico prescrive probiotici e sinbiotici. È importante ricordare che l'alcol è incompatibile con la terapia antimicrobica. Alcuni farmaci in questo gruppo possono interagire con i contraccettivi orali e l'effetto di quest'ultimo è ridotto a nulla. In tale situazione, è possibile una gravidanza non pianificata, pertanto è necessaria una protezione aggiuntiva durante il trattamento antibiotico.

"Tirozol". Effetti collaterali, recensioni

Questo farmaco è usato nel trattamento di malattie come la tireotossicosi. La sua azione principale è volta a prevenire l'aumento della produzione di ormoni tiroidei. Disponibile in forma di pillola. I principali effetti collaterali che si verificano quando si utilizza "Tyrozol" - prurito, arrossamento della pelle. Se si verifica un sovradosaggio prolungato di un tale farmaco, il paziente presenta malfunzionamenti nel processo di formazione del sangue. Quali altri effetti collaterali ha Tyrozol? Le revisioni dei pazienti parlano di un aumento di peso piuttosto significativo durante la terapia (fino a 7 kg). In alcuni casi, il medico riduce il dosaggio o addirittura annulla il farmaco. Ma per alcune donne, l'assunzione di un farmaco del genere rende possibile mettere in ordine gli ormoni, concepire e attuare il bambino.

"Utrozhestan". Regole di ammissione

Questo farmaco è usato nel trattamento della sterilità. È lui che aiuta stabilmente a sviluppare una cellula fecondata. Rilascio di forma - pillole (sia per uso interno che vaginale). Vale la pena notare che gli effetti collaterali "Utrozhestan" della droga causeranno il minimo, se usato sotto forma di candele. Le principali reazioni avverse comprendono sonnolenza, vertigini e debolezza generale. A volte aumenta la temperatura corporea. Se il dosaggio è prescritto in modo errato, ci possono essere problemi nel lavoro del sistema riproduttivo. Il ciclo mestruale è disturbato, c'è una scarica sanguinolenta. Prendendo il farmaco "Utrozhestan" effetti collaterali possono anche causare tali: ristagno di bile, trombosi, problemi al fegato e ai reni. Alla luce di queste circostanze, il trattamento deve avere uno schema chiaro e una dose di farmaco correttamente calcolata.

"Paracetamolo". Qual è il pericolo di ricezione?

Uno dei farmaci più comuni utilizzati per ridurre la temperatura è il paracetamolo. Vale la pena notare che con il giusto dosaggio, questo medicinale è sicuro, in base ad esso, sono stati creati preparati anche per i bambini. Recentemente, tuttavia, la domanda su quali effetti collaterali abbia il paracetamolo e quale tipo di danno essi causano al corpo sta diventando sempre più frequente. Il gruppo di rischio comprende pazienti con qualsiasi interruzione del fegato, dei reni, perché questi organi utilizzano i prodotti del metabolismo. Un altro fattore è il sovradosaggio di droga. La maggior parte la considerano del tutto innocua, ma l'ammontare sbagliato può innescare lo sviluppo dell'insufficienza renale. Vale la pena notare che una tale condizione si è verificata molto raramente - in circa il 4% dei casi. A volte "Paracetamolo" provoca effetti collaterali e in caso di pulizia di scarsa qualità del farmaco da impurità nocive.

Droga "Piracetam"

In psichiatria e neurologia viene usato un farmaco come "Piracetam". Con il suo aiuto i processi mentali sono normalizzati, la memoria, l'attenzione migliora. Il farmaco è ampiamente utilizzato per ripristinare il cervello (dopo l'ipossia, intossicazione). La forma di rilascio è diversa: pillole, iniezioni. Gli effetti collaterali "Piracetam" hanno la seguente: sonnolenza, aumento dell'ansia, depressione, mal di testa. In alcuni casi, si verificano allucinazioni. Inoltre, i pazienti hanno notato una diminuzione della pressione, prurito, orticaria, problemi digestivi. Se il dosaggio del farmaco "Piracetam" viene superato, gli effetti collaterali possono avere il seguente aspetto: diarrea mista a sangue, dolore addominale. In questo caso, si raccomanda la lavanda gastrica, l'emodialisi. L'uso simultaneo di questo farmaco con ormoni contenenti iodio può contribuire all'insonnia, aumentata irritabilità.

"Tabeks". Effetti collaterali, recensioni

I fumatori spesso smettono di fumare con tutti i tipi di droghe. Uno di questi è Tabex. Tuttavia, è un rimedio così sicuro? Le principali reazioni indesiderate del corpo durante l'assunzione di queste pillole comprendono nausea e mal di testa. Inoltre spesso osservato una violazione dell'appetito, percezione del gusto, aumento della pressione, aumento della frequenza cardiaca. La gente nota anche tali effetti collaterali di compresse: secchezza delle fauci, irritabilità. I sintomi estremamente pericolosi di overdose sono convulsioni, problemi respiratori. Il farmaco è controindicato nel diabete, ulcere, problemi con il sistema nervoso. La ragione di questo è che può aggravare il corso di tali malattie. Fondamentalmente, tutte le reazioni indesiderate del corpo passano da sole. Tuttavia, se gli effetti collaterali persistono per lungo tempo, è necessario l'aiuto di uno specialista.

/ EFFETTI AVVERSI DEI MEDICINALI

EFFETTI AVVERSI DEI MEDICINALI

TIPI DI REAZIONI AVVERSE E COMPLICANZE DI TERAPIA FARMACO

Esistono molte classificazioni delle reazioni avverse al farmaco e delle complicanze della farmacoterapia. Tuttavia, nessuno di loro è perfetto. La base della classificazione è basata sul principio patogenetico.

I. Effetti collaterali associati alle proprietà farmacologiche dei farmaci.

II. Complicazioni tossiche dovute a sovradosaggio assoluto o relativo di farmaci.

III. Effetti secondari dovuti a compromissione delle proprietà immunobiologiche dell'organismo (indebolimento delle reazioni immunitarie, disbatteriosi, candidosi).

IV. Reazioni allergiche (immunologiche) di tipo immediato e ritardato.

V.Idiosincrasia - reazioni associate a vari difetti degli enzimi.

VI. Sindrome da astinenza osservata dopo la sospensione del trattamento a lungo termine con determinati farmaci.

REAZIONI AVVERSE ASSOCIATE ALL'ATTIVITÀ FARMACOLOGICA

Le reazioni avverse più comuni che si presentano inevitabilmente quando si utilizza il farmaco in una dose terapeutica e grazie alle sue proprietà farmacologiche. Ad esempio, gli antidepressivi triciclici o la clorpromazina non hanno solo un effetto sul sistema nervoso centrale, ma provocano anche secchezza delle fauci e visione doppia. In alcuni casi, un effetto collaterale del farmaco può essere utile. Quindi, l'isoprenalina, che viene utilizzata come broncodilatatore, ha un effetto stimolante sul cuore e provoca lo sviluppo di tachicardia e aritmie. Questo effetto del farmaco può essere utilizzato per ripristinare la frequenza cardiaca durante l'asistolia. Aumentando la dose di farmaci aumenta il rischio di reazioni avverse.

Quando si sviluppano nuovi farmaci o derivati ​​di farmaci già noti, si tenta di aumentare la loro specificità. Pertanto, il salbutamolo stimola principalmente gli adrenorecettori b2 dei polmoni e ha un leggero effetto sugli adrenocettori b1 del cuore. Il prednisolone e il cortisone hanno la stessa attività antinfiammatoria, ma il primo trattiene il sodio in misura minore nel corpo.

L'effetto collaterale dei farmaci dipende dalla natura della malattia di base. Quindi, l'ipertensione arteriosa steroidea si verifica spesso con lupus eritematoso sistemico, che si verifica con danno renale. Le manifestazioni degli effetti collaterali dei glucocorticoidi nelle malattie diffuse del tessuto connettivo possono essere simili a quelle della malattia di base (per esempio, psicosi, osteoporosi, miocardiodistrofia, ipertensione arteriosa), il che rende difficile la diagnosi differenziale.

A grandi dosi, molti farmaci causano reazioni tossiche. Pertanto, la somministrazione parenterale di grandi dosi di penicillina (oltre 200 milioni di unità al giorno), specialmente in pazienti con insufficienza renale, può provocare letargia, confusione, convulsioni epilettiformi. Ciò può essere dovuto all'introduzione di una grande quantità di potassio contenuta nella preparazione della penicillina, o iponatremia.

L'introduzione della penicillina può essere complicata dal rapido sviluppo di vertigini, cefalea, allucinazioni, crisi epilettiche dovute al rapido rilascio di concentrazioni tossiche di procaina. Per valutare la tossicità dei farmaci, determinare l'ampiezza dell'azione terapeutica o dell'indice terapeutico, ad es. la differenza tra le dosi del farmaco in cui ha un effetto terapeutico e tossico. I farmaci che hanno una maggiore ampiezza di azione terapeutica, raramente causano complicanze tossiche se usati in dosi terapeutiche. Con un basso indice terapeutico, è difficile evitare reazioni tossiche, come quando si usano streptomicina, kanamicina, neomicina, ecc. Gli aminoglicosidi con un trattamento più lungo nel 26% dei pazienti causano un'insufficienza renale, di solito rapidamente reversibile. È associato ad un pronunciato accumulo di questi farmaci nei tubuli renali prossimali. Subito dopo l'inizio del trattamento, l'enzimuria appare a causa del rilascio di enzimi tubulari renali, in particolare il nefrone distale. Successivamente, la funzione di concentrazione diminuisce con l'avvento della proteinuria e della cilindruria.

La necrosi renale acuta grave è rara, ma è possibile un piccolo aumento temporaneo del livello di creatinina nel sangue. La nefrotossicità di un aminoglicoside dipende dalla dose del farmaco e diminuisce con il suo uso singolo al giorno.

La nefrotossicità degli aminoglicosidi è potenziata dalla ciclosporina, cisplatino, furosemide ed è pericolosa perché la perturbazione del farmaco è disturbata, il che contribuisce alla sua ototossicità caratteristica.

L'ototossicità degli aminoglicosidi si manifesta con una diminuzione dell'udito, può essere associata a disfunzione dell'apparato vestibolare e del nervo uditivo e come risultato del loro progressivo accumulo nella linfa dell'orecchio interno. La diffusione inversa del farmaco nel sangue è debole. L'ototossicità si sviluppa con i livelli ematici prolungati del farmaco, ma a volte anche una singola iniezione di tobramicina ha portato a problemi di udito.

È il risultato della progressiva distruzione delle cellule sensibili vestibolari e cocleari. I trattamenti ripetuti con aminoglicosidi portano alla sordità. Per alcuni farmaci, è generalmente impossibile evitare complicazioni tossiche. Pertanto, i citostatici non solo inibiscono la crescita delle cellule tumorali, ma danneggiano anche tutte le cellule che si dividono rapidamente e inibiscono il midollo osseo.

VIOLAZIONE DELLE PROPRIETÀ IMMUNOBIOLOGICHE DELL'ORGANISMO

Un altro tipo di complicanze della droga derivanti dall'uso di antibiotici altamente attivi e altri agenti antimicrobici è un cambiamento nella normale flora batterica del corpo, che porta a superinfezione, disbatteriosi e candidosi. Il più delle volte colpisce i polmoni e l'intestino. La candidosi di solito si sviluppa con il trattamento della tetraciclina. La terapia antibiotica a lungo termine delle malattie polmonari croniche contribuisce all'insorgenza di infezioni da stafilococco. I glucocorticoidi e gli immunosoppressori indeboliscono il sistema immunitario, aumentando il rischio di sviluppare malattie infettive. Il trattamento immunodepressivo a lungo termine dei pazienti dopo trapianto di rene può essere complicato da citomegalovirus e infezioni fungine, portando alla morte.

Oltre alle complicanze dose-dipendenti (avverse, tossiche), reazioni isolate che non sono associate alla dose di farmaci. Si basano sulle caratteristiche individuali del corpo - allergie o disturbi geneticamente determinati nei sistemi enzimatici del corpo. Una caratteristica delle reazioni di questo tipo è che sono difficili da prevedere.

Sono chiamate reazioni allergiche, che si basano sull'interazione dell'antigene con l'anticorpo. La maggior parte dei farmaci ha proprietà antigeniche deboli, ma si verificano reazioni allergiche in risposta all'introduzione di molti farmaci. Il loro sviluppo è associato ai seguenti tre meccanismi: 1) il farmaco è un aptene chimico e si lega alle proteine, seguito dalla formazione di anticorpi; 2) il farmaco modifica le proprietà delle proteine ​​di alcuni tessuti, causando una reazione autoimmune; 3) il farmaco provoca la produzione di anticorpi che interagiscono con le proteine ​​del tessuto.

Esistono vari tipi di reazioni immunopatologiche causate da farmaci.

Le reazioni anafilattiche sono reazioni di ipersensibilità di tipo immediato associate alla produzione di anticorpi IgE, degranulazione dei mastociti e rilascio di mediatori come istamina, serotonina, leucotrieni, ecc. Sono spesso causati da antibiotici, sulfonamidi, farmaci antinfiammatori non steroidei (pirazoloni, ecc.), Ecc. Shock anafilattico manifesto, orticaria, broncospasmo, congiuntivite, eruzioni cutanee.

Reazioni citotossiche e citolitiche associate alla formazione di anticorpi IgG e IgM e reazione del complimento. Possono essere causati da sulfonamidi, derivati ​​pirazolici, fenotiazina, barbiturici, ecc. Manifestazioni: anemia emolitica, granulocitopenia, trombocitopenia. La reazione di ipersensibilità di tipo ritardato associata alla formazione di immunocomplessi contenenti IgG e compromissione dell'immunità cellulare (artrite, linfoadenopatia, nefrite, vasculite).

La base della sindrome simile al lupus causata dai farmaci (idralazina, procainamide, ecc.) È la formazione di immunocomplessi. Il farmaco o il suo metabolita interagisce con il materiale nucleare per formare anticorpi antinucleari. La particolarità del lupus eritematoso è un raro danno renale.

Il termine "idiosincrasia" si riferisce a una reazione patologica determinata geneticamente a un particolare farmaco. Questa reazione è caratterizzata da una sensibilmente maggiore sensibilità del paziente al farmaco corrispondente con un effetto insolitamente forte e (o) di lunga durata. La base dell'idiosincrasia - reazioni causate da difetti ereditari dei sistemi enzimatici. Sono meno comuni delle reazioni allergiche.

Ci sono numerosi esempi di idiosincrasia. Nel trattamento dei sulfamidici o primoci in pazienti con deficit di glucosio-6-fosfato deidrogenasi (G-6 FDG), si sviluppa anemia emolitica.

Con l'induzione indotta da barbiturici della sintetasi dell'acido e-aminolevulinico, si sviluppa un attacco di porfiria epatica.

L'ipertermia maligna sotto l'influenza di droghe appartiene alla stessa categoria di fenomeni.

Una carenza di metaemoglobina reduttasi nel trattamento con nitrati porta a metaemoglobinemia. L'uso di nitrati in presenza di emoglobine patologiche e fenacetina con una diminuzione della dealchilazione di questo farmaco porta ad un effetto simile.

Il deficit di ipoxantina-guanina-fosforiobyl-transferasi nel trattamento della gotta con allopurinolo si manifesta con un'escrezione renale intensiva di purine, a volte con la formazione di calcoli.

Nei bambini piccoli con trattamento con cloramfenicolo per cloramfenicolo nel 2-9 ° giorno, si sviluppa una complicazione nella forma di un cosiddetto. Sindrome di Gray: flatulenza, diarrea, vomito, cianosi e ulteriori disturbi circolatori che portano alla morte. Ciò è dovuto alla mancanza di glucuroniltransferasi nel corpo e in connessione con questa violazione del rilascio di cloramfenicolo, che provoca l'intossicazione con loro. Pertanto, l'uso di cloramfenicolo nei bambini è indesiderabile.

MANIFESTAZIONI CLINICHE DEL DOSAGGIO

Ci sono una varietà di manifestazioni cliniche degli effetti collaterali dei farmaci. I più comuni sono prurito, febbre, nausea, vomito, vertigini, mal di testa, disturbi neuropsichiatrici, tra cui allucinazioni, sonnolenza, depressione, ecc. Spesso ci sono eruzioni cutanee.

La dipendenza dei cambiamenti patologici durante l'assunzione del farmaco può essere sospettata se il farmaco è stato prescritto poco prima della comparsa. La connessione diventa ovvia se il ritiro del farmaco è accompagnato dalla scomparsa di reazioni avverse e il suo appuntamento ripetuto porta al loro ripetersi.

In alcuni casi, stabilire l'eziologia farmacologica del processo patologico non è facile, ad esempio con l'epatite e la nefrite indotte da farmaci. Dopo l'interruzione della terapia, i sintomi di queste malattie persistono per lungo tempo. Test in vitro e sulla pelle non sono stati ampiamente accettati per il riconoscimento dell'ipersensibilità ai farmaci.

IMPATTO DELLA PELLE E DEI SUOI ​​ALLEGATI

Le lesioni cutanee possono svilupparsi sia attraverso il contatto esterno diretto che l'uso sistemico di farmaci. Esistono vari meccanismi di esposizione, tra cui reazioni tossiche, allergiche, cambiamenti nella microflora cutanea.

Eruzioni cutanee possono indossare una varietà di xr. Eruzioni eritematose più spesso del tipo maculare a volte assomigliano a cambiamenti nella rosolia, scarlattina. Possibile orticaria da rash, porpora, eritema nodoso, vescicolare, bollosa, pustolosa. La maggior parte di loro è allergica e si verifica 8-10 ° giorno di trattamento e successivamente scompare senza lasciare traccia.

Eruzioni cutanee come l'acne (pustole) sono associate a disturbi funzionali delle ghiandole sudoripare, seguite dall'infezione dei follicoli. Eruzione nodulare principalmente sulle gambe è causata da vasculite della pelle, così come eritema nodulare, più spesso quando si utilizzano bromuri, ioduri, sulfonamidi, preparati a base di oro.

Le placche e gli infiltrati della pelle a causa della xantogranulomatosi si sviluppano spesso con l'uso di droghe - deposito.

Rash come licheni piatti possono comparire mesi dopo l'inizio del trattamento con fenotiazine, tiazidi, metildopa, beta simpaticolitici, composti dell'oro, ecc. Il loro meccanismo non è chiaro.

Eruzioni vescicolari con una diffusione significativa si manifestano con eritroderma. Le eruzioni bollose, se coprono ampie aree della pelle e sono accompagnate da accumulo di liquidi, possono portare a disturbi emodinamici con ipotensione (a causa di ipovolemia e possibilmente ipoproteinemia).

Una forma grave di eritema multiforme essudativo (sindrome di Stevens-Johnson) con diffusione alle mucose è fatale in 1/3 dei pazienti. Con la necrolisi bollosa tossica dell'epidermide (sindrome di Layla), il tasso di mortalità raggiunge il 50%.

Eruzioni come la psoriasi si verificano solitamente nell'area delle articolazioni del ginocchio e del gomito e possono essere associate a una reazione allergica ai beta simpaticolitici.

L'orticaria, come l'angioedema, si riferisce a reazioni anafilattiche e si verifica in risposta all'uso di molti farmaci e integratori alimentari. L'orticaria da contatto si presenta con applicazioni di alcol alla lanolina.

L'iperpigmentazione della pelle è associata a deposizione diretta nella pelle, come argento (argirosi), carotene o aumento dell'accumulo di melanina (melanosi) sotto l'influenza di fenotiazine, citostatici, ACTH. La colorazione marrone della pelle con melanina è stata osservata con molti anni di assunzione di contraccettivi ormonali.

La depigmentazione può essere associata alla vitiligine, ad esempio dopo applicazione topica di corticoidi, ed è associata all'atrofia dell'epidermide.

Nel trattamento con fenotiazine, tetracicline, sulfonamidi, amiodarone è stata osservata una fotodermatosi con cambiamenti vicini alla solarizzazione su aree cutanee aperte. Possono essere causati da effetti fototossici e fotoallergici. Nel primo caso, il farmaco viene convertito in un composto tossico sotto l'influenza dei raggi ultravioletti, nel secondo caso viene trasformato in un aptene con la successiva formazione di un antigene completo. Le reazioni fototossiche sono dose-dipendenti e, ad un certo dosaggio, si verificano in quasi tutti i pazienti 8-18 ore dopo l'inizio del trattamento. Le reazioni fotoallergiche sono individuali, non dipendono dalla dose. In alcuni casi, la fotodermatosi ricorrente può portare a cambiamenti irreversibili della pelle. L'amiodarone può causare fototossicità dose-dipendente con colorazione della pelle in blu. L'effetto fotoallergico è stato osservato nel trattamento dei contraccettivi ormonali, barbiturici, clorochina, clorotiazide, clorpropamide, sulfonamidi, ecc.

La porpora della droga è una conseguenza della vasculite allergica o della trombocitopenia (danno tossico diretto alle piastrine). Quando la vasculite può sviluppare necrosi emorragica della pelle. Questi ultimi a volte si verificano nel trattamento di citostatici e sostanze che influenzano il flusso sanguigno nella pelle - beta-simpatico.

Lipoatropie sottocutanee possono verificarsi con iniezioni multiple di insulina.

La pannicolite è caratterizzata da alterazioni infiammatorie focali nel tessuto adiposo sottocutaneo e può essere osservata con il rapido ritiro dei glucocorticosteroidi.

La seborrea con eruzione pustolosa simile ad acne è stata osservata sotto l'influenza di androgeni, corticosteroidi, tubercolotici anticonvulsivanti. A volte questo fenomeno è associato a danni simultanei al fegato (droga o alcool).

Sotto l'influenza diretta dei citostatici, 1-2 settimane dopo l'inizio del trattamento, la crescita dei capelli è ridotta o persa (alopecia). Questo danno è irreversibile.

La perdita di capelli reversibile è stata osservata sotto l'influenza di androgeni, tireostatici, agenti ipolipemizzanti, retinoidi.

Ipertricosi sul viso, le membra si verificano sotto l'influenza di glucocorticosteroidi, minoxidil e penicillamina. L'irsutismo è caratterizzato da un'eccessiva crescita dei peli di tipo maschile nelle donne e nei bambini sotto l'influenza di un eccesso di androgeni. Cambiamenti reversibili nel colore dei capelli possono essere dovuti alla compromissione della formazione dei pigmenti quando trattati con clorochina.

I cambiamenti delle unghie possono essere principalmente sotto forma di pigmentazione esterna di vari colori: nero (nitrato d'argento), marrone scuro (dithranol), marrone (permanganato di potassio), giallo (cliokinol). L'ingestione di alcuni farmaci porta anche a un cambiamento nel colore delle unghie al giallo (tetraciclina), rosso (fenolftaleina), marrone scuro (oro).

I disturbi della crescita delle unghie sono dovuti agli effetti tossici diretti dei citostatici o dei retinoidi e talvolta si basano sulla fotoattivazione con farmaci come tetraciclina, psoraleni, benoxaprofen, ecc.

DIFESA DEL TESSUTO CONNETTIVO E DEI MUSCOLI

I cambiamenti atrofici nel tessuto connettivo si verificano sotto l'influenza dei glucocorticosteroidi a causa dell'inibizione dell'attività dei fibroblasti, della riduzione della formazione di fibre del tessuto connettivo, degli elastici e della sostanza principale del tessuto connettivo. Allo stesso tempo, si formano le strie, più spesso sul corpo, la guarigione delle ferite peggiora. I farmaci citostatici e in misura minore i farmaci antinfiammatori non steroidei hanno un effetto simile sulle ferite.

La fibrosi a seguito della proliferazione del tessuto connettivo può svilupparsi in vari organi e parti del corpo, ad esempio nello spazio retroperitoneale (fibrosi retroperitoneale), mediastino, polmoni, endocardio e pericardio, con compromissione delle loro funzioni. Molto spesso, la fibrosi si sviluppa sotto l'influenza di metisergide, meno spesso - ganglioblocker, beta-bloccanti.

L'SCR per farmaci è causato da un particolare tipo di reazione allergica con la rilevazione di anticorpi anti-nucleari nel sangue. Rileva clinicamente lesioni cutanee, sinoviite, sieropositività, vasculite con disturbi funzionali delle articolazioni, reni, cuore, polmoni, sistema nervoso, muscoli. Il lupus può essere provocato da idralazina, isoniazide, procainamide, anticonvulsivanti, clorpromazina. Per quanto riguarda questi agenti, la dose-dipendenza dell'occorrenza di SLE è nota, ma in alcuni casi il lupus è stato provocato da D-penicillamina, metiltiouracile, metildopa e altri. Con l'abolizione di questi farmaci può invertire lo sviluppo, almeno alcune delle manifestazioni.

L'artralgia e l'artrite sono un effetto collaterale di numerosi farmaci, molto probabilmente a causa di reazioni allergiche. L'artrite gottosa è possibile in individui predisposti, a causa della ritenzione di acido urico sotto l'influenza di saluretici, dell'etambutolo o della sua maggiore formazione durante il trattamento con citostatici con distruzione massiccia delle cellule e dei loro nuclei.

L'algistrostrofia è un doloroso cambiamento trofico delle ossa, dei muscoli, delle articolazioni, della pelle come conseguenza della fibrosi, in particolare delle capsule tissutali delle articolazioni, come gli arti superiori sotto forma di sindrome del braccio spalla dolorosa nel trattamento con isoniazide, fenobarbital.

Le ossa sono più spesso colpite da osteoporosi, osteomalacia e rachitismo. Osteomalacia e rachitismo sono associati ad alterazioni del metabolismo del calcio con una diminuzione della mineralizzazione ossea sotto l'influenza di anticonvulsivanti (fenitoina, fenobarbital), che possono causare la scissione della vitamina D con ipocalcemia e glucocorticosteroidi, che inibiscono l'assorbimento della vitamina D. ricevendo antiacidi, si sviluppa ipofosfatemia.

L'osteoporosi è caratterizzata da una diminuzione del tessuto osseo in generale, che viene rilevato radiologicamente, a volte accompagnato da dolore e può portare a fratture spontanee. Si sviluppa con l'uso a lungo termine di corticosteroidi, occasionalmente con eparina.

La necrosi ossea asettica è una complicanza rara che può verificarsi a seguito di disturbi del flusso sanguigno locale durante l'arteriografia con la somministrazione di una sostanza radiopaca.

Allo stesso tempo, sono possibili fratture spontanee, la necrosi asettica delle teste femorali si verifica durante una terapia prolungata con corticosteroidi.

L'osteosclerosi con aumento della mineralizzazione ossea si sviluppa con un sovradosaggio di fluoruri che attivano gli osteoblasti. Un sovradosaggio di vitamina D, soprattutto nei bambini, e un sovradosaggio di antiacidi porta ad un effetto simile.

La mialgia, a volte in combinazione con crampi muscolari e polineuropatia e anche fibrosi retroperitoneale, si verifica durante il trattamento con methysergy. La mialgia può essere associata a ritenzione idrica dopo l'assunzione di contraccettivi ormonali con perdita di potassio e magnesio.

La debolezza muscolare può essere associata a miopatia (danno alle cellule muscolari) o miastenia (compromissione della trasmissione dell'eccitazione nelle sinapsi neuromuscolari), nonché alla neuropatia.

La miastenia può essere causata non solo da rilassanti muscolari periferici, ma anche da antibiotici (aminoglicosidi, tetracicline, macrolidi, penicillamina, clorochina, chinidina, litio, beta bloccanti). Gli aminoglicosidi possono esercitare il curariform come. Il rafforzamento delle manifestazioni di miastenia può essere influenzato da sostanze stabilizzanti la membrana che inibiscono la corrente di calcio transmembrana, ad esempio anestetici locali, b-bloccanti.

La miotonia, con un aumento del tono muscolare che persiste dopo il completamento del movimento volontario, è stata osservata nel trattamento con clorochina, acido aminocaproico.

La mancanza di coordinazione degli sforzi muscolari sotto forma di atassia è associata a un sovradosaggio di neurolettici. Il tremore come manifestazione di parkinsonismo è stato osservato durante la stimolazione dei recettori b2-adrenergici.

Le miopatie possono essere associate al suddetto danno alla membrana e all'eccitazione del nervo. Inoltre, ci sono varie opzioni per la distruzione delle cellule muscolari stesse. Quindi, rabdomiolisi - una lesione rara (a volte fatale) è caratterizzata da rigonfiamento doloroso di grandi muscoli prossimali con passaggio a paralisi flaccida, sviluppo di fibrosi, compattazione con contrattura. Nel periodo acuto sono possibili iperkaliemia e disturbi del ritmo, mioglobinuria con insufficienza renale acuta e disturbi respiratori. Questo danno può essere causato da citostatici, amfotericina, carbenoxolone, uso prolungato di oppiacei e anfetamine. Un certo numero di altre forme sono caratterizzate da lesioni dolorose dei muscoli scheletrici, debolezza muscolare, a volte con spasmi convulsivi. Tra questi emettono la miopatia necrotizzante, che nel suo har-ru è quasi indistinguibile dalla rabdomiolisi descritta e può essere vista come la sua forma lieve, essendo causata dagli stessi farmaci. Ma in aggiunta, questa miopatia può essere provocata da clofibrato, vincristina, litio, beta bloccanti, agenti simpaticomimetici. Durante la biopsia, oltre alla necrosi, si riscontrano fagocitosi e rigenerazione muscolare. Oltre alle manifestazioni di cui sopra in casi particolarmente gravi, mioglobinuria, un aumento del contenuto di creatina fosfochinasi, lattato deidrogenasi è possibile nel sangue.

La polimiosite (o dermatomiosite) è molto simile alla lesione sopra descritta, sembra essere di origine allergica, a volte è una delle manifestazioni del lupus eritematoso. Chiamata polimiosite D-penicillamina, levodopa, idralazina, procainamide, fenitoina. A volte questa lesione è difficile da distinguere da idiopatica, che richiede un uso prolungato di grandi dosi di corticosteroidi.

La forma vacuolatoria o ipocalemica della miopatia deriva da trattamenti intensivi di diuretici e lassativi. La manifestazione principale è la debolezza muscolare.

Miopatia subacuta e cronica nota, procedendo senza dolore. La miopatia corticosteroidea più tipica e ampiamente conosciuta. Una manifestazione caratteristica è la debolezza muscolare, ma nei casi lievi sono possibili solo cambiamenti nell'elettromiogramma. Istologicamente, nei casi più gravi, si trova atrofia delle fibre muscolari.

La miopatia clorochina viene osservata raramente durante molti mesi di trattamento con questo farmaco e praticamente non differisce da quella steroidea. Con l'abolizione della droga è molto lento.

Le miopatie focali con reazione infiammatoria cronica e fibrosi possono verificarsi dopo iniezioni intramuscolari di vari farmaci e sono talvolta caratterizzate da dolore severo e un aumento del livello di creatina fosfochinasi.

Iperpiressia maligna può essere una conseguenza delle miopatie causate da vari farmaci e rilassanti muscolari, meno comunemente antidepressivi. Manifestazioni: rigidità muscolare rapida, tachicardia, ipertensione, tachipnea con aumento della temperatura fino a 420. Nello stesso tempo si riscontrano iperglicemia, acidosi metabolica, iperkaliemia, aumento degli enzimi. La mortalità raggiunge il 60-70%. La base è una lesione ereditaria autosomica dominante con compromissione del legame del calcio nel reticolo sarcoplasmatico.

I cambiamenti nel sangue sono tra le reazioni avverse più comuni dei farmaci. Il loro sviluppo è descritto quando si usano più di mille farmaci.

Anemia emolitica Le sostanze medicinali possono causare la formazione di anticorpi che reagiscono con gli antigeni dei globuli rossi. L'anemia emolitica si verifica con penicillina, cefalosporine, insulina, clorpropamide e alcuni altri farmaci. L'emolisi può svilupparsi con una carenza di G-6-FDG. Quando questo enzima è carente, i globuli rossi non sono protetti dall'azione degli ossidanti e rapidamente distrutti. Talvolta l'emolisi si verifica solo quando è presente un'infezione. Quando il G-6-FDG è carente, l'emolisi provoca acido acetilsalicilico, clorochina e altri farmaci.

L'anemia megaloblastica si sviluppa con il trattamento con metotrexato, fenitoina, sideroblastica - con l'uso di farmaci che influenzano la sintesi dell'eme - isoniazide, cicloserina, cloramfenicolo. L'anemia aplastica è causata da butadion e alcuni altri farmaci antinfiammatori non steroidei, cloramfenicolo, citostatici, così come metalli pesanti, composti benzenici, clorpropamide, colchicina, streptomicina, sulfonamidi, tolbutamide. In relazione alla possibilità di una reazione grave all'amidopirina in un certo numero di paesi, come il Regno Unito, è vietato l'uso come analgesico. Per il trattamento dell'anemia aplastica, compresi quelli di origine medicinale, viene utilizzato l'androgeno oxrogololone anabolico, che viene prescritto per via orale alla dose di 2-5 mg / kg.

Popolarmente Sulle Allergie